martedì 21 gennaio 2014

4
comments
La risposta alla domanda

Quanta importanza diamo agli ideali, e quanta ne diamo invece all'apparenza? O e’ forse la sostanza a comandare il gioco del nostro vivere? Quante volte mi sento combattuta e non so decidere che ordine dare alle cose, in quanto non mi e’ chiaro quali siano le priorita'; perche' l'una esclude l'altra. Rinunciare agli ideali? Rinunciare all'apparenza? Rinunciare alla sostanza?

E’ tutto talmente importante che e’ come dover scegliere fra l’acqua e l’aria. Non si puo’ fare a meno ne’ dell’una ne’ dell’altra. Eppure, nella vita, si devono fare delle scelte; e’ necessario, ma quasi mai sono indolori. Le storielle della capra e dei cavoli o della moglie ubriaca non sono poi cosi’ assurde e chi si illude di poter ottenere tutto, senza rinunciare a niente, alla fine impazzisce come un daltonico che tenta di risolvere il cubo di Rubik.

Non so se qualcuno abbia la risposta alla domanda, e non so neanche se la risposta possa andar bene per me, o per chiunque altro. Non siamo fatti di cartone, fustellati tutti quanti con la stessa forma. Siamo numeri primi e ciascuno e' perduto solitario nel mare dei suoi dubbi. Un mare nel quale si puo' anche affogare.

Ma che a nessuno venga in mente di tirar fuori come risposta l’amore, l’amicizia, o qualsiasi altro sentimento. Non si mettono in mezzo i sentimenti, che’ di quelli non ci si puo’ nutrire. Come il cuore, il cervello e i polmoni, sono dentro di noi, e chi li fagocita’, vorace, credendo di aver trovato la risposta al suo interrogativo, nutrendosi di essi in un atto quasi cannibale, e’ inevitabilmente destinato a morire.

4 commenti :

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Quanta importanza diamo agli ideali, e quanta ne diamo invece all'apparenza?"

Non credo che le due cose siano necessariamente alternative. Noto però che spesso chi proclama di perseguire nobili ideali in realtà persegue solo i suoi interessi.

Ciao Davide

ettore ha detto...

Io la risposta non ce l'ho, io potrei morire di vecchiaia solo decidendo quanto peso dare ad ogni fattore che poi valuterò per prendere una decisione. Però ho capito una cosa, che invece ci sono persone (spesso donne, gli uomini devono capire quello che le donne già sanno) che non devono pensare, non devono decidere. Sanno sempre subito cosa fare. Forse loro sanno il segreto. O forse sbagliano come tutti gli altri ma lo fannopiù in fretta.
PS: in Svezia si sulle scelte difficili si dice una cosa tipo "non si può mangiare il dolce ed averlo ancora" La moglie ubriaca sarebbe un'immagine poco edifcante..

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio,
premesso che siamo quasi costretti a convivere con le tre condizioni, credo che da zero a 10 anni tutto ideali poco del resto, da 10 a 20 tutto apparenza e poco del resto, da 20 a 40 un po' tutti e tre ma nessuno in particolare, da 40 in poi molta sostanza e poco delle altre due.
Un saluto
Robi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Tre risposte interessanti. Grazie.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics