mercoledì 17 luglio 2013

4
comments
Smettila di annusarmi i capelli!

Mi chiedo perche’ mai, invece di dedicarmi a letture piu’ edificanti, a volte mi faccia trascinare in perdite di tempo per leggere delle stronzate tali che, dopo averle lette, inevitabilmente rimpiango di essermi fatta coinvolgere ed aver ceduto quel giorno a quell’amico o a quell’amica che me le aveva consigliate, piuttosto di andare, invece, a farmi una bella nuotata in piscina o ancor meglio, a farmi rimorchiare in qualche pub.

E’ cosi’ e’ accaduto che un amico mi ha chiesto di leggere un libro (“Der perfekte Eroberer”, di Maximilian Pütz & Arne Hoffmann) e dargli il mio parere onesto e spassionato.

In sostanza si tratta di un "manuale di istruzioni" per gli uomini su come conquistare le donne e portarsele a letto. La traduzione del titolo in italiano e’ infatti “Il conquistatore perfetto”. L’amico mi ha chiesto: "Pensi che i suggerimenti dell'autore possano effettivamente funzionare?"

E cosi’ mi sono dedicata alla lettura delle verita’ rivelate in quel libro, e dopo aver sprecato un intero fine settimana a leggere questa “guida turistica” per uomini insicuri ed immaturi, ancora non posso credere alla quantita’ di pretenziosita’ e di cazzate con le quali mi sono dovuta confrontare. Tattiche per gli uomini che vogliono diventare maschi alfa e consigli per essere artisti nel campo della conquista di una donna? Ma per cortesia! Come se tutti gli uomini fossero dei "potenziali" Casanova ai quali mancasse solo l’input di un trucchetto banale o due per diventare dei “perfetti conquistatori”! O Peggio ancora: come se tutte le donne fossero tutte uguali e si concedessero per le stesse identiche stronzate.

Voglio dire, si’, forse un manuale del genere potrebbe anche funzionare per un certo tipo di donna, ma qual e’ il tipo di donna di cui stiamo parlando? La donna che si innamora sentendo discorsi come "Se non fossi gay, verresti a letto con me?" O la donna che si arrende ad una strategia come "Annusale i capelli" oppure "Puniscila: ignorala e inizia a parlare con un’altra, lasciando a lei il compito di ottenere la tua attenzione"? Ma dai?!

Qual e’ il Q.I. femminile al quale gli uomini che leggono certi libri puntano? So perfettamente che quasi sempre l'obiettivo non e’ quello di impegnarsi in discorsi filosofici, ma di trovare qualcuno con cui fare del sano, spartano e vigoroso sesso, pero’ voglio dire: e’ davvero divertente una battuta di caccia quando la preda e’ cosi’ ingenua, credulona, per non dire stupida? Dove sta il piacere della seduzione e della scoperta? Per non parlare di come sia offensivo considerare la donna come un robot che funziona solo premendo i tasti giusti.

Christine de Pizan, una poetessa rinascimentale, assai trasgressiva nel modo di pensare rispetto ai tempi in cui e’ vissuta, alla quale moltissime donne dovrebbero invece ispirarsi (e qualche uomo imparare), nel suo “la citta’ delle Dame” ebbe a scrivere: "Non c’e’ bisogno di andare in guerra per un castello che e’ gia’ stato catturato."

Percio’, se per caso vi basate su certi libri per imparare a vivere e pensate che sia cosi’ facile essere perfetti conquistatori o perfette conquistatrici (dato che di manuali simili e speculari ne esistono anche per donne) lasciate perdere. Fidatevi. Rischiate non solo di non capirci piu’ niente e andare via di senno, ma, soprattutto, cosa piu’ importante, rischiate di non rimorchiare mai e diventare cosi’ degli eterni discepoli di Onan.

E poi, non vorrei dovermi trovare un giorno a dire a chi mi sta di fronte: “…E smettila di annusarmi i capelli! Non sono mica un tartufo!”

4 commenti :

traminer ha detto...

Ci sono due estremi di uomini (e donne), da un lato quelli convinti di poter essere o fare tutto nella vita, quelli che non conoscono limiti alla propria intraprendenza. Pensa che ne conosco uno che a 48 anni si messo a studiare il russo.. :))
Dall'altro ci sono quelli che invece non credono di poter essere o fare nulla di meglio o almeno di diverso da quello che sono e fanno. Ognuno di noi si piazzerà da qualche parte tra questi due estremi.
E poi ci sono gli altri, che sono tanti...! Quelli che credono di poter essere quello che non sono mediante scorciatoie di qualsiasi tipo. Pagando, comprando, millantando, sperando in un miracolo personale, o ricorrendo a piccoli espedienti per camuffarsi da altro da sé. Ci sono sempre stati, una volta gli vendevano pozioni miracolose, filtri d'amore e fatture. Oggi gli vendono caramelline dai colori strani su internet, ed anche guide per diventare degli irresistibili dongiovanni. Il web del resto è pieno di guide turistiche che dopo due righe su Stoccolma, Budapest, Mosca ti dicono tutto su cosa fare, cosa dire, per portarti a letto una svedese, una ungherese, una russa. Ovviamente chi scrive avrà titolo per farlo...
Ma a parte i discorsi che si potrebbero aprire sulla limitata considerazione dell'intelligenza, della moralità e della sensibilità delle donne in attesa di essere conquistate, chi crede, con due parole o due gesti imparati ad arte, di essere ciò che evidentemente non è, veramente si vede come un conquistatore?
Saluti

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

non ho mai letto il libro che hai citato. So che ci sono tanti libri che promettono miracoli: ti fanno credere che con due battute ti porti a letto una miss. Un po' come quei libri che ti promettono di insegnarti il segreto di diventare milionario in un un mese.

Se devo essere sincero mi è capitato anche a me di comprare e leggere libri del genere. Ci ho trovate tante baggianate, anche se non così cretine come quella di mettersi ad annusare i capelli della prima che passa.

Ciao Davide

nivola ha detto...

All'inizio pensavo che fosse uno di quei libercoli senza grosse pretese, più per farsi due risate che una vera guida al corteggiamento... invece se ho capito bene la cosa è seria e ci sarebbe pure da imparare. :)
Klara, facciamo così... io me ne compro uno dedicato alle signore, dove si spiega l'approccio perfetto e infallibile ad un uomo (...non è che ci voglia molto, se proprio non si è una cozza) ci troviamo, ci scambiamo le opinioni, ci facciamo due risate sui consigli improbabili e se da cosa nasce cosa...
...sono proprio inguaribile :)
ciao bellissima

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Traminer: Il web del resto è pieno di guide turistiche che dopo due righe su Stoccolma, Budapest, Mosca ti dicono tutto su cosa fare, cosa dire, per portarti a letto una svedese, una ungherese, una russa. Ovviamente chi scrive avrà titolo per farlo...


Immagino...
Tutti Rocco Siffredi gli italiani... fin quando restano dietro ad una tastiera a digitare cazzate.
Si vede che sono stata sfortunatissima nella vita (o fortunatissima, dipende dai punti di vista). Ne ho incontrati ben pochi di "uomini" che (secondo la mia opinione e non vorrei offendere nessuno) erano in grado davvero di affascinare una "donna" e portarsela a letto senza mettere mano al portafogli.
Parlo ovviamente di "donne" e di "uomini"... e le virgolette non le ho messe a caso.


@ Nivola: ci scambiamo le opinioni

Per carita'!
Mi e' bastato questo libro per capire come fa la gente a guadagnare soldi vendendo solo fumo. E di tempo da perdere basta e avanza quello che ho gia' dato.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics