giovedì 11 luglio 2013

8
comments
Bloccata!

Ebbene si'. E' accaduto anche a me. Oggi non posso pubblicare niente in Facebook, ne' sulla mia bacheca, ne' come commento ai post altrui. Ci sono amiche che mi avevano avvertito che cio’ poteva succedere e di solito accade quando incontri qualcuno che ti odia e che non si accontenta di ignorarti e di farsi ignorare, ma vorrebbe vederti sparire fisicamente dal Web.

Nel mio caso e accaduto che, partecipando alle discussioni in un gruppo di "liberali", uno stronzo “molto liberale” ad un certo punto mi ha accusata di avere piu' alias. Non so per chi mi abbia scambiata o se in effetti ce l'aveva proprio con me. Fatto sta che, poiche' non e’ vero, e l’unico account che ho e’ quello con cui mi collego, e dunque non ne possiedo altri, gli ho risposto che stava sbagliando. Lo stronzo pero’, non contento, mi ha segnalata e Facebook, che normalmente non prende in considerazione neppure le segnalazioni di post in cui la gente inneggia allo sterminio degli zingari, mi ha bloccata asserendo che un mio post aveva violato le regole.

Questo accade a frequentare i gruppi in cui la cacca galleggia. Mi ero ripromessa di non caderci piu’ e di usare Facebook solo con gli amici piu’ fidati, ma sapete com’e’… passa il tempo e ci si lascia di nuovo coinvolgere, restando inevitabilmente fregate. Questa esperienza mi fa capire ancora una volta che piu' ce ne stiamo per conto nostro, rinchiuse nel nostro guscio, senza dare confidenza a nessuno, e meglio e'.

8 commenti :

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

Io ho frequentato molto poco Facebook. Un po' perchè ho deciso di ridurre drasticamente il tempo che dedico al virtuale, un po' perchè Facebook non mi ha dato una buona impressione.

Facebook mi è sembrato, avevo avuto la stessa impressione anche con i forum, un po' caotico e dispersivo.

Molto meglio i blog dove si può discutere un argomento in modo più razionale e concreto.

Ciao Davide

P.S. ogni tanto, a causa del capta, mi vien la voglia di leggere solo e non commentare.

Laura Raffaeli ha detto...

@davide: considera che io sono cieca e ogni captcha devo interpretarlo con un metodo che è lungo ora da dire (cmq devi usare mozilla e caricarci il webvisum che ti legge i captcha).
ti basta sapere che navigo con un programma parlante che ovviamente non riconosce le immagini (e il captcha è un codice ottico), però davide lo faccio io non puoi farlo tu? anch'io ho dovuto metterlo: arrivava troppo spam, e non solo a me ma a tutti coloro che commentano nel blog (perché questa piattaforma è inaccessibile e fatta solo per supernormo!).
anche se non sei disabile rimane che il captcha è un'enorme barriera informatica e si potrebbe cambiarlo, almeno qui, con quelli che ti fanno fare i conti (tipo quanto fa 2+2? e tu scrivi la risposta al posto del codice ottico illeggibile e indecifrabile anche dai vedenti) soprattutto sapere che una barriera così brutta in fondo serve solo per evitare spam fa un po' rabbia, ma come vedi ne capitano tante che un captcha alla fine sembra un atomo di caccola :)
@chiara: facebook non oscura i pedofili, ti basta sapere questo! è un mezzo che per me ha combinato un disastro, nei rapporti tra persone, nelle "amicizie", nella condivisione.. ma ci voleva però qualcosa da toccare, come facebook, per capire meglio a che livello di degrado è l'umanità, soprattutto quella "itagliana": fregatene e continua a scrivere comunque il blog, che come vedi resistono ai social network e un motivo ci sarà.
ciao, cari saluti, laura

nivola ha detto...

Klara, a forza di frequentare gruppi liberali con il piglio che ti contraddistingue uno più liberale degli altri per forza lo avresti trovato.
Guarda, lo dico egoisticamente, avrai più tempo per "moderare" qui nel tuo blog e nel frattempo goditi il purgatorio su fb, rilassati e quando torni lascia perdere i gruppi liberali o perlomeno evita di andare a caccia di beghe.
ciao bellissima.

Squilibrato ha detto...

Incredibile, davvero. Ci sono pezzenti che fomentano razzismo e gli admin di FB non fanno una beata minchia.

davide ha detto...

Cara amica Laura Raffaeli,

"@davide: considera che io sono cieca e ogni captcha devo interpretarlo con un metodo che è lungo ora da dire (cmq devi usare mozilla e caricarci il webvisum che ti legge i captcha)."

Capisco. Però io sono un grandissimo poltrone.

Ciao Davide

Un tocco di Rosa ha detto...

Ciao Klara, non te la prendere,le persone come cuel tizio fanno così perchè in rete Internet si sentono forti. siccome nessuno li vede, si sentono al sicuro. Magari in vita reale non hanno da poter fiatare, :) Tante belle cose!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Buon giorno! Adesso e' tutto a posto. L'account riattivato e ho ripreso a usare Facebook che, nonostante tutto (ahime') fino a quando non passero' a Google+ resta l'unico modo per mantenere un contatto diretto con molta gente che non segue e non commenta nel blog. Le possibilita' di FB sono moltissime, ma sto accorgendomi che comincio ad avere le ovaie strapazzate a causa della mancanza di regole certe: cioe' l'account puo' essere bloccato e tu non sai esattamente che regola hai infranto perche' non te lo spiegano. Mi ricorda quei regimi totalitari e fascisti dove i poliziotti picchiano la gente senza ragione, ma solo perche' portano addosso una divisa.

@ Laura Raffaeli: Come dicevo a Davide cerco di essere presente in Facebook ed anche qui. Ultimamente, poi, e' vero, scrivo meno post, ma solo perche' ho scelto di prediligere la qualita' alla quantita'. Seguiro' comunque il tuo consiglio e ti prometto che saro' piu' presente nel blog.

@ Tazio Nivola: Un amministratore di quel gruppo due giorni fa mi aveva detto: "Non lo dire a nessuno, ma sei piu' liberale tu di tanti che qui si proclamano liberali". Era un complimento, soprattutto perche' conosceva le mie idee fortemente anarchiche. I gruppi un Facebook (come i forum nel web) possono definirsi in mille modi (come i partiti), ma alla fine sono le persone che vi partecipano a dare un'anima. E se le persone sono degli emeriti cretini, anche se chiamano un gruppo "Gli Intelligenti", sempre cretini resteranno.

@ Squilibrato: E' vero. In Facebook nessuno ti caga. Esiste un forum cosiddetto di "assistenza", ma se ci entri ci vedi richieste di aiuto scritte nel Giurassico a cui nessuno ha dato una risposta. Pare non vi siano persone addette a rispondere a chi pone le domande. Questa e' Facebook... Fa schifo e presto l'abbandonero'. Solo il tempo necessario per il trasloco.

@ Un Tocco di Rosa: Bentornata. Era dal 2011 che non intervenivi in questo blog. Qual buon vento ti ha ricondotta da me? :)

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Non lo dire a nessuno, ma sei piu' liberale tu di tanti che qui si proclamano liberali".

Definirsi liberali va di moda.

Non ho mai visto nessuno definirsi illiberalo o anti democratico.

In Italia poi quelli che più si definiscono liberali sono i primi che pretendono, in caso di crisi, i contributi dallo Stato. Il saggio Ricucci diceva che in Italia sono tutti bravi a fare i froci con il sederino degli altri.

Ciao Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics