martedì 16 ottobre 2012

19
comments
Meritevoli e mignotte

Ho letto che, tra qualche giorno, per l'igienista dentale piu' famosa d'Italia dovrebbe maturare il vitalizio, sempreche’ il governatore della Regione Lombardia non rassegni le dimissioni prima della fatidica data, facendola decadere dal mandato. Non entro nel merito della questione, non mi riguarda e non sono io a dover pagare con le mie tasse la bella Nicole, meritevole (almeno cosi’ si dice) di essere stata brava a far star bene Berlusconi, ovviamente sottoponendolo a una buona ed efficace “pulizia dei denti”, tuttavia questa notizia mi ha fatto tornare in mente un proverbio che una mia amica, famosa mignotta d’alto bordo, una volta mi disse: “Per una bella ragazza e’ piu’ semplice darla via che mettersi a spiegare perche’ no”.

Non vorrei che il ragionamento che andro’ a fare mi venisse usato contro per processarmi in quanto istigatrice alla facile e spudorata mercificazione del proprio corpo, pero’ supponiamo che avere un lavoro sia, di per se’, qualcosa di desiderabile. Non sempre e non per tutti lo e’, l’ideale sarebbe cuccarsi un lauto stipendio senza fare un cazzo tutto il giorno, come tanti politici, ma facciamo finta che avere un lavoro sia il desiderio piu’ grande che abbiamo.

Ipotizziamo adesso anche un’altra situazione: immaginiamo che tu (inteso genericamente come lettore di questo post) sia un ricco imprenditore che ha bisogno di assumere una segretaria, magari di bella presenza. Metti un annuncio sul giornale e ti si propongono dieci giovani aspiranti.

Se tu scegliessi basandoti sul metodo meritocratico, delle dieci candidate sceglieresti quella che ha il curriculum piu’ appropriato, cioe’ che conosce meglio le lingue, che digita piu’ velocemente al computer, che e’ dotata di buona memoria, e cosi’ via. Insomma, quella piu’ adatta al ruolo di segretaria. E invece, alla fine, dato che sei probabilmente un gran porco, preferisci scegliere in base ad un altro metodo, quello mignottocratico, e fra tutte sceglierai la piu’ figa che durante il colloquio ti avra’ fatto un bel pompino.

E’ scandaloso quello che ho detto? Qualcuno si sorprende che le cose in realta’ vadano cosi'? Il sesso in cambio d’altro e’ forse una roba nuova o strana?

- Ehi, la vedi quella che sta passando con la minigonna inguinale? Ho sentito dire che la da’ per denaro o in cambio di favori.
- Nooooooooooo! Ma che mi dici??? Non ci credo!!!

E’ cosi’: chi e’ disposto a certi compromessi, uomo o donna che sia perche' essere "mignotta" non e' prerogativa soltanto femminile, arriva piu’ in alto e ci arriva sempre prima, a discapito di chi invece se lo merita. Percio’ la societa’ si e’ imbarbarita, la cultura si e’ avvizzita e chi ha studiato, consumandosi gli occhi sui libri facendosi un mazzo tanto, oggi si sta accorgendo di averlo preso sonoramente in quel posto.

Non c’e’ dunque piu’ alcun futuro per chi pratica la conoscenza e l’impegno? I meritevoli sono davvero una categoria ormai condannata dalla selezione darwiniana, destinati a soccombere a chi porta dentro di se’ un’anima da “vera mignotta”? E soprattutto, chi sceglie di darla via facile, deve sentirsi in colpa nei confronti di chi, invece, preferisce non scendere a compromessi?

No. Vedrete che alla fine tutto quanto andra’ a posto. Quando il numero di quelle disposte a darla via in cambio di un lavoro arrivera’ al livello di saturazione, allora mignottocrazia e meritocrazia raggiungeranno insieme un inedito e virtuoso bilanciamento e fra mignotte e meritevoli si stabilira’ un perfetto punto di equilibrio. Infatti, quando su dieci candidate ad un posto di segretaria tutte quante saranno disposte a fare un pompino durante il colloquio di lavoro, alla fine, in mancanza di altri criteri di valutazione, verra’ scelta quella che conosce meglio le lingue, digita piu’ velocemente al computer, che e’ dotata di buona memoria, e cosi’ via’.

In Italia pare che questa soglia sia stata quasi raggiunta e manchera’ poco che anche le pompinare piu’ esperte dovranno impararsi Office se vorranno avere una qualche possibilita’ di successo, costituendo cosi’ l’avanguardia di una nuova generazione proiettata verso una fulgida utopia merito-mignottocratica.

19 commenti :

Anonimo ha detto...

ma c'è un lato positivo che prima non c'era in tutto questo: prima scartavo a priori le 9 meritevoli e prendevo la mignotta, ora le "esamino" volentieri tutte e 10 poi ne scelgo una, ma a tempo: o si dà da fare o prendo un'altra nuova appena ho voglia di novità...

Piuttosto mi chiedo come evolverà il numero di mignotte, che vedono che anche dandola, il posto andrà a quella + mignotta di loro, c'è sempre una + mignotta di loro...

Michele Cogni ha detto...

il finale è una gran bella teoria...
per mia esperienza, da piccolo imprenditore l'unica cosa che mi son sempre premurato di evitare come la peste è una qualsivoglia forma di relazione, anche fugace, con una qualsiasi delle mie commesse, non perchè non meritino suddetta attenzione, e non perchè non sia capitata l'occasione di farlo, ma semplicemente perchè personalmente penso sia il modo migliore per incasinarsi la vita professionale (e poi resterebbe sempre il dubbio che lei l'abbia fatto appunto per un fine lavorativo-economico piuttosto che per semplice piacere reciproco)

poi è altrettanto ovvio che ogni volta ho selezioato una nuova ragazza per l'assunzione mi sono basato anche su evidenti paramentri estetici, ma questo fa parte del gioco (ma una che diciamo in fase di colloquio mi è sembrata eccessivamente "disponibile" l'ho in realtà scaratta proprio per quello)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Anonimo: c'è sempre una + mignotta di loro...

Questo vale per tutto. C'e' chi e' piu' mignotta, chi e' piu' ladro, chi e' piu' imbecille. :)
Ma il punto di equilibrio, a poco a poco, si trovera', e a parita' di mignottaggine, sara' la meritevole a spuntarla. :)


@ Michele Cogni: una che diciamo in fase di colloquio mi è sembrata eccessivamente "disponibile" l'ho in realtà scaratta proprio per quello

Allora e' inutile che perda tempo per venire a fare la commessa da te. :)

Michele Cogni ha detto...

ahahah no no come commessa ti assumo, ma poi al massimo posso invitarti a cena come nel mio racconto, ma scordati di usarmi per il sesso :)

Anonimo ha detto...

certo hai ragione, ma non è questo che volevo dire...
se 10 ragazze fanno un pompino per avete il posto e poi una sola viene presa le altre 9 che faranno ?
altri nove "colloqui" per avere un posto (pagato caro) ?
o punteranno sulla meritocrazia ?
o...

jeeg

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

non credo che un privato che assume una dipendente, almeno nelle piccole aziende, lo faccia pensando a favori sessuali.

Nelle piccole imprese se vuoi stare sul mercato devi avere dipendenti che lavorano duro. Se una te la dà poi fa quello che vuole. E' molto più semplice cercare fuori dall'azienda chi te la dà.

Nel pubblico è più facile che un assessore o un politico (io che lavoro da tantissimi anni in un grosso ente pubblico ne ho viste di tutti i colori) facciano assumere una che si è donata.

Però i grossi politici scopano, ma poi non pagano loro le ragazze ingiustamente assunte ma Pantalone.

Questo non vale solo per le donne ma anche per gli uomini.

Nell'ultima puntata di Report la Gabanelli ha fatto un'inchiesta sulle assunzioni all'Università e ha dimostrato che 99% degli assunti è raccomandato.

E' stato bellissimo vedere i baroni universitari scappare come lepri fra i corridoi delle università inseguiti dalle gornaliste di Report, che gli chiedevano di spiegare come era possibile che i vincitori dei concorsi universitari avevano un decimo dei titoli di quelli esclusi.

Quanto alla Minetti mi sembra che sia usata come un capro espiatorio.

Almeno lei prima di entrare in politica ha lavorato.
La maggior parte dei politici non ha mai lavorato ma è sempre vissuta alle spalle di un partito o di un sindacato.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Anonimo: se 10 ragazze fanno un pompino per avete il posto e poi una sola viene presa le altre 9 che faranno ?
altri nove "colloqui" per avere un posto (pagato caro) ?
o punteranno sulla meritocrazia ?


Se non vengono assunte, in una situazione di utopica merito-mignottocrazia, vuol dire che conoscono poco Office. Quindi si ristabilisce l'equilibrio e chi piu' merita piu' ottiene.
Il problema e' che ancora (per poco) esiste chi si rifiuta di fare pompini e crede che nella vita conti studiare e farsi un mazzo tanto, quando la realta' delle cose, almeno in Italia, ha dimostrato il contrario.


@ Davide: Quanto alla Minetti mi sembra che sia usata come un capro espiatorio

Ma in effetti. Non sto dicendo ne' che la Minetti sia una mignotta, ne' che abbia colpa di qualcosa. Che colpa c'e' nel saper far bene il proprio mestiere di igienista dentale? La colpa, se mai, ce l'ha chi l'ha scelta per sedere in parlamento a prendersi un vitalizio che non si merita, pagato dalle tasse di chi, invece, pur meritando e' rimasto fuori dai giochi.
Ma come ho appena detto, basta che il sistema si "autoregoli" da solo, come si e' regolato, come abbiamo visto tutti, il mercato, riportando il tutto in equilibrio. :)

mozart2006 ha detto...

Carissima,

sul fatto delle raccomandazioni mi viene in mente un mio ex collega che, anni fa, andò a fare il presidente di commissione agli esami di maturità in una grande città del Sud. Dopo un paio di giorni fece esporre un cartello con su scritto: "Siccome il 90% dei candidati si è fatto raccomandare, si prega l' altro 10% di provvedere quanto prima"...

Bibi ha detto...

Penso che siamo ancora lontani dalla fase in cui al di là del pompino si premia la meritocrazia.
A mio parere siamo purtroppo in una fase in cui chi conosce office sta studiando come si fanno i pompini, anche perchè negli annunci hot è un fiorire di studentesse che arrotondano.
Quindi in pratica stanno affinando l'arte per poi metterla da parte..
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Mozart: "Siccome il 90% dei candidati si è fatto raccomandare, si prega l' altro 10% di provvedere quanto prima"...

Eh, appunto. Non e' una controprova di quanto ho scritto?


@ Bibi: siamo purtroppo in una fase in cui chi conosce office sta studiando come si fanno i pompini

Si', vabbe', ma voi italici avete grande capacita' di apprendimento, e non passera' molto prima che sia raggiunto il punto di saturazione.
A proposito: se il parlamentino lombardo viene sciolto il 25/10, la Minetti lo prende o no il vitalizio?
http://tinyurl.com/c68o6l8

Bibi ha detto...

Mah...non credo che ci arriveremo presto anche perchè magari si svilupperanno altre pratiche "meritorie" tipo l'anal sex che daranno un plus alle candidate..
Riguardo alla Minetti,se me la metti così su un piatto d'argento non posso esimermi da dirlo...
Non so se la Minetti prenderà il vitalizio..ma qualcosa prenderà di sicuro.....
a.y.s. Bibi
P.S. Chiara..una preghiera, cambia il modulo captcha. Già ci vedo poco e ti assicuro che faccio una fatica bestia a decifrarlo, alcune volte desisto dopo 3 o 4 tentativi e non sto scherzando ma parlo seriamente come poche altre volte.

giuseppe perani ha detto...

Purtroppo si cara Klàra, il vitalizio lo prenderà come tutti gli altri consiglieri...che nemmeno loro santi sono.
il vitalizio matura il 21 ottobre e secondo te è un caso se il consiglio regionale si scioglie dopo??
Macché! I conti li hanno fatti bene!! :-(((
ciao a tutti

giuseppe perani ha detto...

Si cara Klàra!
anche la Minetti prenderà il suo vitalizio come tutti i suoi colleghi consiglieri, che forse migliori non sono. Il "diritto" al vitalizio matura il 21 ottobre e non riesco ad autoconvincermi che sia un caso che il consiglio regionale si sciolga dopo...
I loro conti li hanno fatti bene con somma nostra amarezza :-(((((
Bravissima per il tuo bellissimo blog
ciao a tutti

giuseppe perani ha detto...

Certo cara Klàra!
anche la Minetti prenderà il suo vitalizio paripari ai suoi colleghi consiglieri, che forse meglio non sono.
Il vitalizio matura il 21 ottobre (metà mandato) e non digerisco il fatto che casualmente lo scioglimento del consiglio regionale avvenga pochissimo dopo.
ma io un sospettoso e vedo del marcio anche dove (forse) non c'è.
hai un bellissimo blog
Un saluto a tutti

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bibi: Non so se la Minetti prenderà il vitalizio..ma qualcosa prenderà di sicuro.....

Sicuramente.
A proposito, tu sai cosa significa "minet" in russo. :)


cambia il modulo captcha. Già ci vedo poco e ti assicuro che faccio una fatica bestia a decifrarlo

Il problema e' che il modulo non dipende da me, ma dalla piattaforma Blogspot, per cui non posso cambiarlo.
O lo tengo, o lo tolgo.
Per toglierlo, pero' dovrei come minimo togliere la possibilita' di commentare agli anonimi. Che cosa e' preferibile?



@ Giuseppe Perani: hai un bellissimo blog

Tu dovresti essere il nuovo assiduo lettore. Benvenuto. :)

giuseppe perani ha detto...

Assiduo... perchè ho tutto da recuperare.
cribbio quanto hai scritto!!
scusa se ho pasticciato inviando 3 commenti uguali, pensavo non fossero partiti. Hai presente i captcha?

Bibi ha detto...

Infatti sostengo che dovresti buttare blogspot..e farti un sito tuo.
A parte questo..sì so perfettamente cosa significa "minet" in russo.
Circolavano acnhe teorie di una scuola russa particolarmente specializzata tanto da sorpassare i transalpini.
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

cribbio quanto hai scritto!!

Scrivo dal 2006 in questo blog. All'inizio, come capita, scrivevo molto di piu. Adesso, come vedi, posso arrivare a scrivere 10-15 post al mese.

scusa se ho pasticciato inviando 3 commenti uguali, pensavo non fossero partiti. Hai presente i captcha?

I commenti superflui, li puoi rimuovere tu direttamente (sotto trovi il simbolo del cestino), oppure lasciarli. A me non danno fastidio.
Per il CAPTCHA, ho gia' detto che serve come metodo anti-spam, altrimenti rischio di ritrovarmi la casella dei commenti intasata da spam.
Quindi i casi sono due: o mantengo il captcha cosi' come adesso, oppure se lo tolgo devo anche togliere la possibilita' di commentare in modo anonimo.
Comunque, il captcha va saputo anche usare: se non vedete bene le parole (o i numeri), basta che clicchiate il tasto "refresh" e vi cambia le parole. Potete fare refresh fino a quando le parole mostrate non sono chiare. Spesso e' solo questione di pigrizia.

moreno mo ha detto...

Gentile Signora Klara
devo dire che purtroppo concordo con la Sua visione della situazione attuale (non è cambiato molto da quando lo ha scritto e temo resterà attuale ancora a lungo).
Ciò che mi lascia un po’ perplesso è il fatto che ,chi ha le capacità per analizzare la società odierna e sicuramente il buon senso per discernere quale sarebbe la strada giusta da percorrere, accetti come un dato di fatto incontrovertibile “usi e costumi” certamente iniqui .
Comprendo il sarcasmo ma non condivido il cinismo del “ tanto è così, adeguiamoci”.
Se il cieco non scorge l’incendio e chi ha buona vista non chiama i soccorsi, bruciamo l’ipotesi di un futuro migliore ancora prima di averlo a portata di mano.
Saluti e continui…..

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics