sabato 6 ottobre 2012

27
comments
Gli anonimi e le crociate contro Chiara di Notte

Ce ne sono stati molti in passato di personaggi che hanno tentato in tutti i modi di screditarmi. Le prime azioni di discredito nei miei confronti risalgono addirittura al 2000, quando i forum e le interazioni sociali nel web erano appena all’inizio. Ricordo il primo luogo di discussione in cui mi iscrissi: si chiamava “Italy Escort Review” (IER). In quel forum i clienti di prostitute si scambiavano opinioni e consigli sulle stesse, e dato che era quello il mio mestiere di allora, IER divenne indispensabile per conoscere cio’ che i puttanieri normalmente si dicevano quando erano tra di loro.

Col mio carattere e con la mia vis polemica, sarebbe stato impossibile non farmi subito dei nemici, e fu da quel momento che iniziarono le crociate contro di me. In pochi anni il mio nick, abbastanza noto negli ambienti in cui si trattava quello specifico argomento, divenne sinonimo di “rompicoglioni cagacazzi”. Da cio' si puo’ intuire come mi divertissi a fare arrabbiare chi parlava di puttane come se fossero oggetti in mostra sugli scaffali di un supermercato.

Dopo il primo IER, ricordo il secondo, il terzo, poi il Malocchio e infine il famigerato Escort Forum, l’ultimo che ho frequentato prima di approdare definitivamente a questo blog personale. Ovviamente, le opinioni su di me erano divise fra chi mi riteneva arguta, capace di stimolare discussioni interessanti e chi, invece, a prescindere, mi detestava e basta. Forse chi mi detestava neppure sapeva il perche’ di quel suo sentimento, ma come avviene anche nel reale, probabilmente si trattava di un mero fatto “epidermico”. Sappiamo bene come esistano persone che ci restano sulle palle fin da subito. Ebbene, cio’ e’ accaduto tante volte anche a me, ma non per questo non ci ho dormito la notte.

Sta di fatto che le crociate da parte di singoli utenti della rete, oppure di interi branchi, gruppi che si coalizzavano contro di me perche’, a quanto pare, mi consideravano troppo coriacea da affrontare singolarmente, si sono intensificate fino a raggiungere il culmine nel 2007, allorquando uno o piu’ psicopatici, oltre a tentare un attacco informatico a questo sito, crearono altri blog, clonando la mia grafica cosicche' sembrassero un mio prodotto, e scrivendoci sopra cose indicibili, cercando di attribuirle a me.

Quei blog cloni sono ancora li’, da qualche parte nel web, dimenticati, a dimostrazione di quante teste malate si aggirino nascoste dall’anonimato che la rete consente, e come certe pulsioni, invece di essere rivolte verso qualcosa di positivo, vengano invece sprecate solo per manifestare negativita' e odio.

Il mio carattere di gomma ha fatto si' che tutte quante le frecciate che sono state scagliate contro i miei bastioni rimbalzassero, e credo che ancora oggi ci sia chi si sta leccando le ferite. Perche’ non esiste frustrazione piu’ grande di quella che si prova sapendo che tutto cio’ che facciamo contro qualcosa, tutti gli sforzi che dedichiamo per abbattere qualcuno, tutto l’impegno che ci mettiamo per distruggere quello che detestiamo, non sortiscono alcun effetto.

Oggi, a distanza di anni dall’ultima crociata, sembra che ci sia di nuovo chi ha voglia riprovarci. Immemore o forse ignaro, crede che dedicarmi un blog, nel tentativo di screditarmi o forse nell’illusione di ridicolizzarmi, sia qualcosa di geniale che nessuno ha mai fatto prima. E non sa che, inevitabilmente, come tutti i suoi predecessori, andra’ a sbattere contro qualcosa di assai piu’ duro della sua volonta’, col rischio di perdere quel poco di senno che forse ancora gli e’ rimasto. Se ancora gli e’ rimasto qualcosa; cosa che dubito.

L’anonimo commentatore (o forse dovrei dire l’anonima commentatrice in quanto ho la forte sensazione che stavolta si tratti di una donna) che nei giorni scorsi ha letteralmente inondato questo blog di messaggi deliranti, molti dei quali, per decenza, non ho pubblicato, accorgendosi di non essere cagato/a da nessuno, e non avendo altro strumento per farsi notare, ha deciso di creare un blog su di me, per poter scrivere tutte quelle stronzate che, ovviamente, qui, gli/le sono precluse.

Purtroppo - si capisce che manca di esperienza, usa poco la ragione e si fa trasportare molto dall'istinto - se pensava che facendomi sapere del suo blog mi spingesse a citarne anche l’indirizzo, cosi’ da indirizzarvi dei lettori, sbagliava. Da qui nessuno sara’ indirizzato, quindi non ne ricavera’ assolutamente niente, se non forse questo post che probabilmente lo/la fara’ sbrodolare per aver ricevuto almeno un minimo di considerazione. Di contraccambio, chi giungera’ al suo blog, sara’ incuriosito di conoscere anche il mio, per farsene un’opinione e capire esattamente come stanno le cose.

Ha detto l’amico Flyingboy, quando gli ho raccontato cosa stava accadendo: “Sei l’unica a cui da sempre vengono dedicati blog; anche se lo fanno per screditarti, alla fine ottengono solo di portarti nuovi lettori”. Ed e’ vero. Percio’ vorrei ringraziare pubblicamente questa persona che sta spendendo le sue energie per farmi pubblicita’, anche se il mio consiglio, sincero e spassionato, sarebbe quello di dedicarsi a qualcosa di piu’ costruttivo e assai meno idiota.


Nella foto: un tasto utilissimo per risolvere un bel po' di problematiche legate alla comunicazione nel web.

27 commenti :

Michele Cogni ha detto...

in fondo si diceva, che si parli bene o male di me purchè se ne parli ;)

direi che è ovvio che susciti decise invidie perchè qualcuno si dia così da fare per contrastarti... è un genere di attività che trovo abbastanza aliena dal mio pensiero, ma visto che il mondo è pieno di praticanti posso capir eil tuo sconcerto e fastidio... e apprezzo l'ironia con cui lo tratti ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Michele Cogni: e apprezzo l'ironia con cui lo tratti

Senza ironia, io non sarei me stessa.
Chi mi critica, piu' per pregiudizio che per dei reali motivi, forse mi vede accigliata, incazzata, perennemente con la faccia disgustata...
Se in realta' conoscesse la mia reale espressione, credo che ci resterebbe male. :)
Hai presente l'emoticon che inserisco sempre? :) ecco!
Sai, Michele, a me piace molto scrivere e non lo faccio solo qui nel blog, e non soltanto in questa lingua. Perche' quando scrivo tento di donare qualcosa. Tento. Non sempre ci riesco perche' non sono infallibile, ma tento.
Qualcuno riesce a captare il messaggio, qualcun altro no. Non tutti sono dotati delle stesse antennne riceventi, e si deve essere "sintonizzati" per comprenderci, e' vero?
Percio', nello scrivere, dato che non e' qualcosa che faccio solo per me stessa, ci metto quanto piu' impegno possibile.
Voglio dire che non potrei accontentarmi di copia incollare una frase di una riga e spacciarlo per un post. A copia incollare siam bravi tutti, no? Non ci manca mica il mouse!
Che ci vuole? Si fa una lista di aforismi trovati in internet, e se ne pubblica uno al giorno. Ma e' un blog?
Se quello e' un blog, se il semplice copia-incolla di frasi prese nel web e' un blog, allora devo rivedere la concezione che ho io, e chiamare il mio in un altro modo.
Come un blog "anti-qualcuno", che razza di blog e'? Non lo reputi il prodotto di una mente disturbata?

** Sara ** ha detto...

Apro un blog per screditare un altro blog e la sua proprietaria? ROba da matti.

Mi chiedo sempre se queste "persone", conoscendo l'identità di chi perseguitano, andrebbero oltre la denigrazione virtuale. Io penso di si. Queste cose non mi piacciono per niente.

Michele Cogni ha detto...

beh io ti immagino con un sorriso permanente, magari un pelo sfrontato e ogni tanto con il labbro che si solleva di lato ;)

scrivere è qualcosa di splendido, dona emozione a te mentre lo fai e quando ti rileggi, e indirettamente ti mette in contatto con le molteplici menti che leggono e pensano a ciò che scrivi, qualsiasi sia il tipo di sensazione o emozione che hai trasmesso...

però se togli i blog che copiaincollano penso elimini il 75% dei blog di ogni piattaforma... (e mi son tenuto molto basso)

Inneres Auge ha detto...

Io non ce l'ho il tasto "vaffa" però ci vorrebbe anche il "gran figl di putt" oppure "la puttana 'e mammeta"

Che ne dici?

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Chi mi critica, piu' per pregiudizio che per dei reali motivi, forse mi vede accigliata, incazzata".

Non ho mai capito da cosa dipende, ma è vero che a volte trasmetti l'impressione di essere incazzata.

Naturalmente quando scrivevi su EF pestavi i piedi a papponi e truffatori, i quali cercavano in tutti i modi di zittirti.

Però quanto sopra appartiene ormai alla preistoria, mentre chi ti critica adesso credo che lo faccia perchè ha qualche problema personale.

E' vero quanto dice l'amico Cogni "che si parli bene o male di me purchè se ne parli".

Anche se dedico molto meno tempo ai blog di un tempo, noto che ci sono moltissimi blog dove non commenta quasi mai nessuno.

Da quando ho conosciuto il tuo blog 5 anni fa ho seguito tanti altri blog. Ebbene la maggior parte dopo un po' di tempo hanno chiuso o non sono stati più aggiornati dall'autore.

Questo dimostra che fare un blog non è facile e solo chi ha delle idee (per es. tu, Xtc, Lameduck, Galatea ecc.) resiste nel tempo.

PS. Sopra ho citato blog tutti gestiti da donne. Dopo anni che seguo i blog posso dire che i blog gestiti da donne sono più interessanti di quelli gestiti da maschi.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Sara: Apro un blog per screditare un altro blog e la sua proprietaria? ROba da matti.

Ma infatti.
Il buffo e' che quella (o quello) da' della psicotica a me, e questo la dice lunga sul "transfert" che taluni disturbati mitomani attuano su chi prendono di mira.
Pare che la sua sia una specie di "crociata santa": una "missione di verita'" per liberare il mondo da Chiara di Notte.
Beata lei (o lui) che non ha un cazzo di altro da fare. Ma benvenga. Al mondo chiunque e' libero di fare le figure di cacca che desidera.
Comunque, l'amico Flyingboy, che e' l'unico per il momento, ha voluto commentare in quel blog cercando di spiegare alla povera malata che, anche se ho un nick sono comunque reale e conosciuta, mi comunica che da quell'orecchio non ci vuol sentire. Il fatto stesso che io abbia un nickname, invece di mettere qui nome e cognome, fa di me automaticamente una persona inaffidabile, a iniziare dal mio sesso. :)
E poi si pensa che i fanatici siano solo nei film!!! :))))


@ Michele Cogni: beh io ti immagino con un sorriso permanente, magari un pelo sfrontato e ogni tanto con il labbro che si solleva di lato

E bravo! :)



@ Davide: Questo dimostra che fare un blog non è facile e solo chi ha delle idee (per es. tu, Xtc, Lameduck, Galatea ecc.) resiste nel tempo

Questo, a quanto pare, non va giu' a chi e' talmente sfigato e senza idee da aver bisogno di creare un blog SU DI ME, invece di farne uno PER SE', e che facendolo SU DI ME, automaticamente mi sta facendo solo pubblicita', perche' non sara' un povero idiota appena registrato a "smontare" tutto cio' che ho costruto negli anni con la mia coerenza. Ma e' ifficile che chi e' affetto da demenza cronica lo capisca.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Inneres Auge: Io non ce l'ho il tasto "vaffa"

Perche' non hai la tastiera di ultima generazione che ho io. Una tastiera che non ha neppure i tasti. Si collega direttamente al cervello e le parole basta pensarle perche' appaiano sullo schermo.
Dici che mi dovrei bere meno vodka? :)

Uti Turan ha detto...

sinceramente non capisco cosa alla fine ci guadagnano...probabilmente sono persone frustrate, che nella vita non hanno nulla e quindi si divertono a scretitare persone che nemmeno conoscono, come unico sfogo, se vogliamo chiamarlo così...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@Uti Turan: probabilmente sono persone frustrate, che nella vita non hanno nulla e quindi si divertono a scretitare persone che nemmeno conoscono, come unico sfogo, se vogliamo chiamarlo così...

Orbene, mi ero tenuta in serbo i commenti che questo personaggio mi ha inviato nei giorni scorsi e che non ho fatto passare. Volevo tenerli per pubblicarli tutti insieme. Solo per darti un assaggio dello stato mentale di questo individuo (uomo o donna che sia), te ne mostro uno:

"Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Donne perbene e donne permale":

Eh sì, vedo che il tuo atteggiamento è sempre lo stesso: accanirti con chi porta un punto di vista diverso dal tuo, e dargli del cafone (per giunta). Non sopporti proprio chi la pensa diversamente da te, eh?? Chissà , sarà l'influsso del regime comunista. Ho dato un'occhiata indietro al tuo blog, ho notato che via via hai perso sempre più commentatori, sono rimasti giusto quei 4 sfigati (basta vedere i loro blog)a leccarti il culo. Mi sembri davvero un troll :) Sai, quelli che cacciano dai vari forum, che poi si aprono un blog tutto loro per continuare a trolleggiare e insultare i malcapitati lettori che si affacciano alle loro vetrine (perché lo saprai vero che è un favore che un utente ti fa quello di affacciarsi alla tua bancarella? e non un privilegio che tu gli concedi. Ringrazia che qualcuno si ferma, altrimenti parleresti al vento) Ah, ps. Concordo in pieno con quanto scritto da Jeeg robot d'acciaio. ps2: mi raccomando segui una delle due opzioni
1. cestina il commento dopo uno scoppio di bile (tanto lo so che ce l'avrai, sei troppo malato di virtuale)
2. sfoga il tuo scoppio di bile con insulti vari, come fai di solito
ps3: la tua testolina ha almeno afferrato un quarto delle mie parole?
un'ultima raccomandazione: non dimenticare, da maniaco paranoide del web quale sei (so che ti sei freato addirittura un porfilo facebook sul personaggio virtuale....te sei psicopatico forte), di andare alla ricerca dell'ip! tuo passatempo preferito :)indovina indovinello"



Ho evidenziato in neretto cio' di cui l'individuo mi accusava (di aprire blog per sputtanare la gente) che e' poi, sostanzialmente, quello che ha fatto lui (o lei).

Blindsight ha detto...

ciao chiara, so che non sei il tipo che dice "me ne frego", anche se a volte sarebbe utile e punirebbe peggio chi nell'anonimato fa casini, sperando però di avere considerazione e visibilità (come non importa, va bene anche scrivere stronzate su un'altra persona come nel tuo caso), ma perché si rivolge a te usando il maschile? e non è un errore digitato per sbaglio, lo ripete più volte nel suo commento che riporti qui.
sai che leggo con la sintesi vocale, forse ho capito male? tu comunque scrivi sempre, io imparo e conosco tante cose da te, buona domenica laura

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Blindsight: perché si rivolge a te usando il maschile?

Buon giorno Laura.
Credo sia per screditarmi meglio. Secondo questa persona io sarei uomo. Non sa niente ti me, non mi ha mai conosciuta prima, eppure questo tizio continua a ripeterlo in ogni occasione. Lo scrive nei commenti che mi invia e anche nel suo blog, perche' se riuscisse a convincere chi mi legge che mento sul mio sesso (il massimo che puo' fare e' convincere, in quanto dimostrarlo non potra' mai: e' impossibile che io diventi uomo solo perche' questo tizio lo desidera), e' ovvio che la sua "opera denigratoria" sortirebbe l'effetto desiderato, e in un colpo solo perderei tutta quanta la mia credibilita'.
E' ovvio che il personaggio non mi conosce, neppure dal punto di vista del "sentito dire", non sa niente di me e suppone solo perche' e' pregiudizialmente ostile, altrimenti saprebbe che nel corso del tempo, pur restando nell'anonimato, ho piu' volte dato prova di quanto sta mettendo in dubbio.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

... Fra l'altro, l'inesperienza di questa persona, la si capisce dalla sua ingenuita'.
Ad esempio, nel suo blog ha inserito un widget per rilevare sia il numero di visitatori che la provenienza degli stessi (ClustrMaps che ho anche io), non sapendo che tale widget da' la possibilita' di conoscere tutto cio' solo se chi entra nel sito non si premunisce (come faccio io) con dei programmi che bloccano gli scripts, permettendo di restare invisibili.
In sostanza, se sono io ad entrare a leggere le sue cazzate, il widget non mi rileva perche' uso queste "precauzioni", ma quando entra lui (o lei), dato che lo fa senza pensarci, e forse di informatica non capisce una beata fava, il widget ci da' alcune informazioni che lo/la riguardano.
Percio', al momento, se si escludono i miei accessi che, come ho detto, non vengono rilevati, nel suo sito sono entrate soltanto due persone: l'amico Flyingboy (che e' sempre il primo a partire lancia in resta quando gli racconto di qualche nuovo psicotico) dalla Croazia, e lui (o lei) dalla provincia di Pisa. Cosi' sappiamo anche il personaggio parla in toscano. :)

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

mi sembra che prendi troppo sul serio questo idividuo.

E' ben vero che anche ai tempi dell'amico Ughetto, tu mettevi in evidenza che era pericoloso mentre io credevo che fosse solo un burlone che si divertiva sul web. Poi i giornali ci hanno raccontato che è finito in manette e quindi un agnellino pacifico non lo era certo.

Però in questo caso mi sembra che sia solo fumo e zero arrosto.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: mi sembra che prendi troppo sul serio questo idividuo [...] mi sembra che sia solo fumo e zero arrosto

Buon giorno Davide. Il fatto di leggere cio' che scrive non vuol dire prenderlo sul serio, pero' quando qualcuno apre un blog SOLO per parlare di te, il fenomeno e' alquanto curioso, e non leggerlo per come sono vanitosa, sarebbe impossibile.
Questa persona crede che, scrivendo certe cose, queste diventino vere solo perche' come degli incantesimi le sue parole si materializzino.
Per fare un esempio: se adesso dicessi che in realta' dietro al nick Davide si cela un cinese omosessuale, non e' che tu automaticamente diresti: "occavolo! mi hanno scoperto!", e ti incazzeresti.
Sapendo chi sei, ti verrebbe da ridere, no? :)
Ecco questo per questa persona e' impossibile che accada. In realta', secondo lui (o lei) io in questo momento sarei come una volpe in trappola poiche' smascherata dal suo blog che peraltro non legge nessuno. :)))
Un'altra fissazione che ha e' che NON si puo' aprire un profilo FaceBook con un nick anonimo, non sapendo che ci sono miliardi di persone che lo fanno.
Ha delle fissazioni tali che chi studia psicopatologie avrebbe materiale per anni.
Inoltre, nella sua mente bacata, dato che Flyingboy ha commentato nel suo blog, essendo lui l'unico a cui ho rivelato l'indirizzo, e' convinto che io sia Flyingboy!
Cioe', e' talmente idiota che non riesce neppure a capire che se davvero io fossi cio' che lui cerca di dimostrare, cioe' uomo, sarei andata forse scrivergli commenti usando un nick maschile dandomi la zappa sui piedi?
Comunque, la mia curiosita' nei suoi confronti pero' si ferma qui e tranquillamente mi rimetto a fare le cose di sempre. :)

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Un'altra fissazione che ha e' che NON si puo' aprire un profilo FaceBook con un nick anonimo, non sapendo che ci sono miliardi di persone che lo fanno."

Non mi sono mai iscritto a FaceBook perchè voglio dedicare meno tempo al virtuale: durante le ore di lavoro devo stare per la maggior parte del tempo davanti ad un PC e quindi quando ritorno a casa cerco di limitare un po' il virtuale.


"Comunque, la mia curiosita' nei suoi confronti pero' si ferma qui e tranquillamente mi rimetto a fare le cose di sempre. :)"

Non lo metto in dubbio.

Ciao Davide



Unknown ha detto...

ufffaaaaaaa, mi dite dove è che voglio vedere anch'io questa ennesima minchiata? :o))))))

che senza indicazioni non ci arrivo.

wgul

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gullich: te lo invio in privato. :)

mozart2006 ha detto...

Ricorriamo a padre Dante

"Fama di loro il mondo esser non lassa,
misericordia e giustizia li sdegna.
Non ragioniam di lor, ma guarda e passa"

Ciao, grande donna!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Mozart2006: Non ragioniam di lor, ma guarda e passa

Si', ma che divertimento c'e'? :)
E' piu' divertente ragionarne, purche' non diventi un'ossessione (e infatti lo faro' solo in questo post).
Vuoi vedere un'altra "perla" del povero "coso"? (non so neanche come definirlo). Uno dei suoi messaggi, uno di quelli che non gli ho pubblicato e che lo hanno fatto incazzare, perche' il "coso" ha il diritto di veder pubblicato tutte le cazzate che pensa, e' il seguente:

"Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Qualora vogliate fare le cortigiane":

a corto di argomenti eh?? sempre la solita solfa..ma per prostituirsi non ho capito, ci va la laurea ad Oxford o Cambridge? sai, è molto complicato aprire le gambe... Beh, certo, se una donna non ha l'intelligneza di incastrare l'uomo giusto deve adattarsi a smignottare...
ps. ci crediamo eh che scrivono a uno psicopatico come te per avere consigli su come prostituirsi..sese..e dove sarebbe 'sta frotta di ragazze? non vedo mai nemmeno un commento...rasenti il ridicolo, lo sai sì? :) ce la stiamo ridendo io e i miei amici, continua così ahaha"



:)))) Non e' uno spasso???
La demenza allo stato puro, per niente diluita neppure da un briciolo di senno. Il tipico esempio del mitomane. E pure stalker, dato che di questi messaggi mi ha letteralmente riempita. :)

Unknown ha detto...

visto, grazie.
Neanche tanto originale, robe già viste lette e sentite

però, figlioli, se perdete a tempo a leggere ste robe non state benissimo neanche voi...


io alla seconda riga ho avuto una crisi, ho velocemente "scrollato" (mai termine fu più appropriato...) sino in fondo alla pagina, rafforzando la sensazione di inutilità di approfondimento, e sono ritornato al mio librino :o)

regards

wgul

Manuela Rossa ha detto...

Ciao, non ce l'ho fatta a leggere tutti i commenti, sono troppi, quindi potrei ripetere concetti già detti da altri.
Credo che nel web ci siano troppe persone che sfogano le proprie frustrazioni e le proprie malattie mentali perseguitando altri utenti, protetti dall'anonimato che il web può regalare. Di certo sono persone decisamente disturbate e vigliacche alle quali può andare solo tutta la nostra compassione.
Per quanto ti riguarda, effettivamente credo che tutto questo interesse non possa che portarti un po' di sana pubblicità, quindi la persona che si affanna tanto a denigrarti non ha fatto altro che farti un regalo.
Permettimi di farti una domanda ora, che va al di là del discorso principale: mi sono sempre chiesta come ci si senta a vendere il proprio corpo...credo che da un lato possa anche regalare un senso di potere non indifferente. Ma piace sempre farlo? Capiterà anche di avere qualche cliente non proprio aitante, non proprio simpatico, non proprio bravo. Tutto questo non fa perdere il gusto del sesso? Ogni lavoro ha i suoi lati positivi e quelli negativi, anche a me non sempre piace quello che faccio, ma il "non piacere" non intacca materialmente la mia persona. Tu invece usi (usavi) te stessa, questo non pesa mai?
Da un lato invidio chi ha le palle per prostituirsi....ci sono molte donne che si concedono per una fede al dito, pur senza provare più alcun piacere, e restando comunque subalterne di un uomo, molte che lo fanno anche per molto meno...
La mercificazione del corpo è una realtà ormai lampante, a tanti livelli, che forse sarebbe più coerente fare direttamente la escort. C'è anche da dire che non tutte hanno il fisico e la piacevolezza estetica per vendersi... Insomma, se una è cozza non ha speranze di fare la escort...può al massimo ambire ad un buon lavoro o ad un buon marito.
Ma tu non hai mai pensato di aver fatto la scelta sbagliata?
Solo una mia piccola curiosità personale su di te, visto che il tuo blog è una sorta di diario personale, un blog "autoreferenziale" come lo hai definito tu.
Ciao e buona domenica

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gullich: io alla seconda riga ho avuto una crisi, ho velocemente "scrollato" (mai termine fu più appropriato...) sino in fondo alla pagina, rafforzando la sensazione di inutilità di approfondimento, e sono ritornato al mio librino

Perche, tu cosa credi che abbia fatto io?
Esattamente la stessa cosa. Non crederai che mi sia andata a leggere tutta quella pizza di sciocchezze?!
Solo che, invece di tornare al mio librino, sono tornata a scrivere di "altro".
So che quel "coso" scrive dei post perche' me li segnala il reader, mica perche' me li leggo. Tanto, cosa vuoi trovarci di nuovo? Come hai detto tu: cose gia' viste e sentite.


@ Manuella Rossa: mi sono sempre chiesta come ci si senta a vendere il proprio corpo...credo che da un lato possa anche regalare un senso di potere non indifferente. Ma piace sempre farlo? Capiterà anche di avere qualche cliente non proprio aitante, non proprio simpatico, non proprio bravo. Tutto questo non fa perdere il gusto del sesso?

Il lavoro col "sesso" inteso come manifestazione di "piacere" emotiva e a volte sentimentale, non c'entra niente. Sovrammettere il sesso, inteso come intimita che si dona a qualcuno, e il lavoro e' un errore che fanno in molti.
Per spiegarti: non e' la stessa cosa preparare un piatto sopraffino per il mio uomo, per una cenetta intima e l'avere un ristorante. L'avere un ristorante e servire anche clienti antipatici e stronzi, non fa venir meno la voglia di preparare qualcosa per il proprio partner.

Tu invece usi (usavi) te stessa, questo non pesa mai?

Anche qui c'e' un blocco di "comprensione" che non riesco a rimuovere. Si pensa che usare il proprio organo sessuale o le proprie tette significhi "usare se stessa", ma la definizione di "me stessa" e' per me tutt'altra cosa. "Me stessa" significa davvero "me', intesa come anima e corpo insieme. Se manca una delle due componenti, non e' "me", ma quello che io metto a disposizione del mio corpo. C'e' chi mette il cervello, chi le braccia, chi le gambe, chi le corde vocali, chi le papille gustative o olfattive, chi altre parti del suo corpo a disposizione di quello che e' il suo mestiere. Non vedo cosa ci sia di diverso nel metterci i capezzoli o la clitoride.

tu non hai mai pensato di aver fatto la scelta sbagliata?

No, perche' e' grazie a quella scelta che oggi posso fare cio' che mi appaga.

Manuela Rossa ha detto...

Grazie, hai risposto ad alcune delle mie domande su un argomento trattato sempre con gran diffidenza e pregiudizio. Eccellente il paragone tra il preparare un pranzetto per il proprio uomo e il cucinare in un ristorante...
Sono una persona fondamentalmente curiosa, non giudico mai gli altri, cerco di immedesimarmi e capire i vari punti di vista, e da qui sorgono le mie domande. Grazie per avermi risposto con grande chiarezza.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

... Vorrei anche precisare che non credo che questa persona anonima di cui si sta discutendo sia qualche blogger con cui sono entrata in contrasto nei giorni scorsi.

Uti Turan ha detto...

Chiara, a questo punto, io farei finta che non esiste, lo lascerei perdere e non gli darei nemmeno la minima importanza, giacchè non merita nemmeno qualche secondo del tuo tempo...buona serata :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Uti Turan: Chiara, a questo punto, io farei finta che non esiste, lo lascerei perdere e non gli darei nemmeno la minima importanza, giacchè non merita nemmeno qualche secondo del tuo tempo

Ma no. Perche' ignorare una persona che ti dedica cosi' tanto tempo? Pensa che in soli due giorni ha scritto ben 7 post per me.
Sette!
Se non e' amore, questo, che cosa e'? :)))

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics