mercoledì 2 maggio 2012

17
comments
Femidom

Non stupitevi se non sapete che cos'e’. Anch’io ho saputo cosa fosse sol quando alcune mie sorelle me ne hanno parlato. Loro lo usano da tempo nelle situazioni in cui (ovviamente) intendono avere rapporti sessuali protetti, e pare che lo trovino piu’ comodo del solito profilattico. Soprattutto (questo e’ molto importante), perche’ possono usarlo in modo autonomo, senza dover dipendere dalla disponibilita’ del partner sessuale che, talvolta, puo’ fingere di dimenticarsi che non sempre e’ gradito per una donna avere un rapporto non protetto.

Quella di avere un rapporto sessuale senza barriere dovrebbe essere sempre di una scelta condivisa, ma a volte gli uomini l’accettano malvolentieri, e accade piu’ spesso di quanto s’immagini che, in determinate situazioni un po’ bollenti, si trovino a forzarci la mano con maniere che possono anche essere gentili, ma a volte possono essere meno gentili, e puo’ accadere di trovarci in situazioni alquanto spiacevoli.

Per evitare di dover opporre rifiuti in situazioni particolarmente a rischio, dunque, oppure dipendere completamente dalla disponibilita’ maschile ad usare un contraccettivo, cosi’ da essere libere di gestire in prima persona la propria sessualita’ e non subire conseguenze non piacevoli, queste mie sorelle hanno scelto di affidarsi al Femidom che sembra essere adattissimo sia per quanto riguarda la prevenzione da gravidanze indesiderate, sia come prevenzione contro malattie a trasmissione sessuale.

Innanzitutto, che cos’e’ il Femidom? L’acronimo sta per “Female condom”; si tratta quindi di un preservativo tutto femminile. E’ una guaina trasparente, morbida e molto resistente, lunga circa 17 centimetri, con un anello flessibile su entrambe le estremita’, che si inserisce nella vagina prima di un rapporto sessuale, in modo da formare una barriera tra il pene e la vagina, la cervice e i genitali esterni.

Diversamente dal classico condom maschile, il suo utilizzo non dipende dall’erezione del membro e non ne richiede l’immediato ritiro dopo l’eiaculazione. Se usato correttamente e coerentemente, il Femidom e’ efficace esattamente come un normalissimo profilattico, e al momento non presenta effetti collaterali conosciuti o rischi.

Personalmente, devo dire che non lo avevo mai usato. In Italia, per il lavoro, ma anche per i miei rapporti personali, mi ero sempre affidata all’uso del classico preservativo, anche perche’ l’Italia non e’ certo il paese in cui qualcosa del genere sia facile da reperire. Ho saputo, infatti, che viene considerato addirittura un articolo da sexyshop, e venduto a un prezzo molto alto: circa 7-8 euro al pezzo. Quando, invece, nelle farmacie di molti paesi compreso il mio e’ disponibile ad un prezzo piu' che accessibile, e l’ufficio sanitario lo distribuisce gratuitamente a tutte le donne che ne fanno richiesta.

Col Femidom non c’e’ perdita di sensibilita’ durante il rapporto, in quanto il materiale con cui e’ prodotto, oltre a non provocare reazioni allergiche, conduce calore, percio’ l’attivita’ sessuale risulta essere molto piu’ sensuale e naturale che col preservativo normale. Inoltre, e’ completamente inodore e non c’e’ dunque quello sgradevole odore che molti preservativi hanno, e che talvolta spengono la libido. L’anello esterno, muovendosi leggermente sulla clitoride, aumenta il piacere, mentre l’anello interno, che scivola dietro l’osso pubico, lo tiene perfettamente ancorato rendendo impossibile che si sfili durante il rapporto. E’ percio’ molto piu’ sicuro del profilattico maschile, anche perche’ e’ quasi impossibile che si rompa. Ma la cosa piu’ bella, secondo me, e’ che, potendo essere inserito prima del momento del rapporto, non interrompe la spontaneita’ sessuale.

Come faccio a sapere tutte queste cose? Ebbene, ve l’ho detto che sono una curiosa. In piu’, non mi fido mai al 100% di cio’ che mi dicono le mie sorelle, perche’ ciascuna di noi e’ diversa e non a tutte piacciono esattamente le stesse cose. Per questo motivo, preferisco “collaudare” sempre, prima di parlare e dire la mia.

Reperirlo e’ stato semplice. Meno semplice (ma neanche tanto, per la verita’) e’ stato trovare qualcuno con cui poterlo testare. Tuttavia, devo dire che non mi e’ dispiaciuta affatto, ne’ la fase della ricerca del partner, ne’ quella successiva del “test” definitivo. Anche se ho notato che gli uomini hanno delle difficolta' a gradire qualcosa che non conoscono e, soprattutto, che non sia sotto il loro controllo. Comunque, a parte questo e a parte tutti quanti i vantaggi che ho illustrato, secondo me il Femidom un difetto ce l'ha rispetto al classico profilattico: non e’ molto adatto per il sesso anale.

17 commenti :

Scialuppe ha detto...

Non si finisce mai d'imparare! Grazie della dritta...

Spirito Libero ha detto...

Caaspitaaa...l'avessi saputo...avrei evitato sicuramente due pillole del giorno dopo causate da intempestiva rottura di preservativo...ma davvero si puo' reperiere nelle farmacie "nostrane"? Mi piacerebbe proprio averne uno nella borsa, insieme alla solita scatolina di condom.
Grazie della info...

Anonimo ha detto...

....e chi supera i 17 cm per esempio 24:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Scialuppe: Non si finisce mai d'imparare! Grazie della dritta...

Sinceramente, non so quanto utile sia questa notizia per gli uomini, se non per il fatto, se dovessero trovarsi in situazione in cui una loro partner lo usa, di non restare sbigottiti.
Il Femidom e', a mio parere, molto importante invece per una donna in quanto la rende davvero libera di gestire autonomamente le modalita' di contraccezione e protezione (soprattutto nei rapporti occasionali), senza doversi affidare al partner maschile.
E' quindi, oltre che un contraccettivo di gran lunga piu' efficace e migliore dal punto di vista della sensibilita', un simbolo di "liberta' femminile" a cui, come ben sa chi mi legge da tempo, io sono sempre stata molto interessata.


@ Spirito Libero: ma davvero si puo' reperiere nelle farmacie "nostrane"?

Questo non lo so. L'ultima notizia che ho e' che in Italia sia venduto nei sexy shop, quindi considerato un articolo un po' di nicchia e che chiaramente non puo' avere una larga diffusione. Fra l'altro, come ho detto, il suo costo in italia si aggira sui 7-8 euro per ogni pezzo, che e' oggettivamente tanto. Lo puoi comunque reperire in internet, digitanto in Google "Femidom".
Tieni conto, pero' che gli uomini, quando si trovano di fronte a qualcosa che non conoscono, tendono a diffidare e di questo potrebbe risentirne la loro "naturalezza" sessuale.


@ anonimo: ....e chi supera i 17 cm per esempio 24:-)

Tu trovi in commercio preservativi maschili lunghi 24 cm oppure che, se allungati fino a tale limite, non siano sollecitati al punto di rompersi?
Comunque, anche se il limite non e' tanto la lunghezza del pene ma la profondita' della vagina, ti assicuro che 17 cm. sono piu' che sufficienti a coprire il 99% della popolazione maschile, come si evince da questa mappa:

http://tinyurl.com/6gzd977

J.T. ha detto...

Cara Chiara,
se ti serve un volontario, la prossima volta, ricordati di me:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ J.T.: la prossima volta, ricordati di me

Ecco... ci mancava pure il volontario...
Se devo scegliere un volontario senza averlo mai incontrato, voglio avere i curriculuum, foto, certificato medico e... estratto conto bancario. :-)

J.T. ha detto...

Curriculum di che cosa??? delle prestazioni??:-)
foto?? da quando la bellezza è importante!!
certificato medico? ma se vai solo con quelli che incontri casualmente... ho capito.. sei in astinenza da anni!!!!
estratto conto bancario? e da quando sei interessata hai soldi!!!

Secondo me è la solita truffa....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Curriculum di che cosa??? delle prestazioni??

Ovviamente si'. Sono stanca sei soliti italici che si proclamano dei grandi a letto per ritrovarmi poi sempre la solita sbobba cucinata male. Quindi curriculuum dei piatti che sai preparare, ingredienti, apporto calorico, tutto, in modo che possa confrontarli e scegliere quello che ritengo piu' adeguato alla mia dieta.

oto?? da quando la bellezza è importante!!

Da quando ho deciso di farlo alla missionaria, o all'amazzone. Un "bel vedere" aiuta. Altrimenti, se per te non e' importante, rivolgiti a mia cugina. Lei cerca volontari da quando ha avuto le prime mestruazioni, ma poverina non riesce a trovarli. Sara' per via della folta peluria che ha sulle gambe, per la sua altezza non molto elevata, il naso non proprio alla francese, i denti che sono considerati dei ruderi archeologici e quei 20-30 chli di troppo? Beh, non lo so. Provaci tu e poi mi sai dire. :-)

certificato medico? ma se vai solo con quelli che incontri casualmente...

In effetti mi sono beccata un po' troppi raffreddori ultimamente... meglio cambiare tattica. :-)

estratto conto bancario? e da quando sei interessata hai soldi!!!

Sei sicuro di non aver sbagliato blog? :-)

Scialuppe ha detto...

Ma sì, chiaro che io non lo posso usare. Però magari ne parlo con la mia signora e può essere utile a lei, no? Ciao,

S.

J.T. ha detto...

Insomma devo dirti cosa coltivo nell orto:-)

No no, le cugine, le lascio in pace, non vorrei che litighiate per colpa mia:_) odio fare il rovina amicizie

Troppi raffreddori????
mi sa, mia cara Chiara, che ti devo spiegare alcune cose sul sesso:-)))))

Pensavo che si dona senza volere nulla in cambio, anche se, ultimamente, ho capito che nessuno lo fa....

Blindsight ha detto...

da te lo danno gratis a richiesta o lo trovi al prezzo giusto, da noi è considerato un sextoy, come se l'igiene, la libertà e l'autonomia fossero cose riservate ai soli uomini! fai bene ad informare questa ipocrita "itaglietta", io spero sempre che si cominci a capire l'importanza dell'educazione sessuale (quella vera) nelle scuole, che ne sono prive, mentre non manca mai l'ora di religione (e solo di una religione: alla faccia della laicità sbandierata dalla costituzione!).
quanta ipocrisia in questa nazione di impotenti e pedofili.. grazie al bigottismo imposto dalla chiesa che regna sovrana qui, altro che super misure! condivido pienamente l'opinione che hai del maschio italico! e lo dico sinceramente e con cognizione di causa, non avendo mai avuto problemi come tua cugina :) ciao, laura

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Laura Raffaeli: da noi è considerato un sextoy

Questa e' davvero una cosa assurda. A meno che non abbiano compreso bene il suo utilizzo e gli uomini non lo comprino per masturbarsi, fingendo che sia una vagina.
Considerata la "cultura sessuale" che c'e' in Italia, non me ne sorprenderei :-)

quanta ipocrisia in questa nazione di impotenti e pedofili.. grazie al bigottismo imposto dalla chiesa che regna sovrana qui, altro che super misure! condivido pienamente l'opinione che hai del maschio italico!

L'opinione che ho del maschio italico e' giustificata dal fatto che tendo (erroneamente) a generalizzare laddove la mia esperienza mi ha dimostrato che sono davvero pochi gli uomini italiani che sanno come fare sesso o anche l'amore.
Saro' stata sfortunata? Non so, ma ti assicuro che il modello statistico a cui ho potuto attingere e' stato molto vasto e variegato.
Ciononostante, devo dire che delle uniche tre relazioni veramente importanti avute con uomini (non parlo ovviamente di ex clienti, o partner occasionali), due sono state con italiani. E questo dimostra che quando ne trovi uno che si discosta dalla grande massa, e' davvero eccezionale.
Sul fatto che fossero impotenti e pedofili non ci avevo fatto caso, finora, ma sicuramente e' un popolo di uomini pigri che, molto spesso, si affidano ai soldi per arrivare a qualcosa che altrimenti non potrebbero mai raggiungere per incapacita'.
Non per nulla l'Italia e' la nazione in cui, in assoluto, ci sono piu' puttanieri rispetto al numero di abitanti.
E con quello che ho detto adesso, mi sono giocata l'amicizia di almeno 15 uomini e 3-4 donne. :-)

Scialuppe ha detto...

Hem. Non voglio difendere la categoria, alla quale non so nemmeno dire se appartengo (mai considerato italiano, mi sono).
Ma non è che magari la tua esperienza parte da un punto di vista un po' particolare e, come si dice, biased? Voglio dire: se la maggioranza degli italiani che hai conosciuto li hai conosciuti facendo la escort, magari il tuo campione non è statisticamente significativo, no?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Scialuppe: Ma non è che magari la tua esperienza parte da un punto di vista un po' particolare e, come si dice, biased? Voglio dire: se la maggioranza degli italiani che hai conosciuto li hai conosciuti facendo la escort, magari il tuo campione non è statisticamente significativo, no?

Se fosse come dici si'.
Se...
Ma non e' cosi'.
Una che fa la prostituta non e' che relaziona solo con clienti.
Io non so che mestiere fai tu, ma qualunque sia non credo che la tua conoscenza della realta' italiana si basi solo su quella delle persone che incontri nell'ambito lavorativo.
Oppure questo "speciale limite" vale solo per le puttane?

Blindsight ha detto...

@chiara: sui pedofili: il vaticano, che ne è il regno indiscusso, è qui, l'italia è solo una periferia di questo potente stato.
sugli impotenti: in italia si compra più viagra che pane.
non lo dico per colpevolizzare coloro che non riescono più ad avere un'erezione, è solo una realtà, compreso il fatto che l'italia è al primo posto come spacciatori di materiale pedopornografico e la pedofilia è spesso nascosta proprio dalle madri (non sono opinioni mie ma dati reali).
@scialuppe: condivido ciò che dice chiara nella sua risposta e aggiungo: com'è che c'è tanta arretratezza e chiusura mentale in questa nazione? si il vaticano fa la sua parte, enorme, però pure gli italiani!

Scialuppe ha detto...

Hm...sì, forse è vero.

Quale fosse la tua vita privata e se tu abbia conosciuto più uomini nel privato che nel tuo mestiere, lo puoi sapere solo tu, in effetti. Ciao,

S.

moreno mo ha detto...

Gentile signora Klara
sicuramente interessante ed educativo.
Vorrei sottolineare alcune difficoltà che l'uso presenta .
in primo luogo l'impedimento o comunque la perdita di naturalezza dell'atto durante il cunnilingus. infatti l'anello esterno costituisce un impedimento parzialmente superabile solo spostandolo o , se ciò e possibile , schiacciando l'anello esterno e inserendolo temporaneamente all'interno della vagina. Operazione comunque macchinosa e che comporta una perdita di fluidità del rapporto.
Inoltre, durante il coito risulta per la donna più difficile accarezzarsi il clitoride , pratica che con mia moglie spesso usiamo, anche quì è sicuramente una difficoltà superabile spostando l'anello esterno, ma in ogni caso un piccolo ostacolo.
dove invece potrebbe avere una grossa utilità è nei passaggi fra rapporto anale e rapporto vaginale per il fatto che evita il passaggio di batteri che è sempre abbastanza rischioso.
La mia opinione è senz'altro molto vincolata al fatto che la sessualità che prendo in esame è quella mia e di mia moglie, in caso di rapporti occasionali o con professionisti-e le modalità e le priorità sono senz'altro diverse.
Saluti
Moreno

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics