martedì 27 marzo 2012

23
comments
Sono ritornata e sono pure un po' ingrassata

...Non molto pero'. Solo un paio di chiletti; niente di che’. Quel tanto che basta a farmi apparire leggermente piu' formosa e soprattutto ad arrotondarmi ancora un po' il culo cio' che del mio corpo si e' sempre notato di piu'.

Per me e' sempre stato cosi': da magra a formosetta e poi di nuovo a magra e cosi’ via, come un elastico. Tuttavia senza mai andare oltre certi limiti, ne' in un senso ne' nell'altro, se si eccettua il periodo in cui, da modella, fui costretta a ridurre il mio peso fino a quasi cinquanta chili, che per una della mia altezza sono veramente pochi.

Ma perche’ scrivo di questo? Sicuramente perche’ mi mancano le idee e non so di cos’altro scrivere, oppure perche’ sento l’esigenza di pubblicare qualcosa in modo da avvertire gli amici che sono ritornata e che sto bene.

E dire che non volevo farne un post autoreferenziale. Stamattina mi sono svegliata provando addirittura fastidio contro quei blog dove si parla solo ed esclusivamente di se stessi, o di se stesse, Si’ perche’ sono principalmente le donne ad avere questa caratteristica: parlare solo di se’.

Quasi come se i fatti propri importassero a qualcuno. Quasi come se tutto cio’ che c’e’ di privato, avvenimenti pensieri, sentimenti, fosse cosi’ importante da doverne mettere al corrente l’universo mondo, dimenticandosi che l’universo mondo arriva leggermente un po’ piu’ in la’ dei confini tracciati intorno alla nostra singola esistenza.

Ma, forse, come scrive Vivian Lamarque nei suoi versi, lo facciamo per sentirci “lune”: “Oh essere anche noi la luna di qualcuno!”

E chi non vorrebbe esserlo? Si’, credo sia proprio per questo motivo che le donne scrivono molto di se stesse e poco degli altri: si cercano attenzioni e considerazioni che probabilmente, nella vita non si hanno, e dato che c’e’ il web a disposizione, soffochiamo con le nostre parole i fantasmi che lo popolano illudendoci che qualcuno ci stia ad ascoltare e ci dia quel poco o tanto che pensiamo di meritare.

Ricerca dell'illusione? Bisogno di terapia? Normale comportamento femminile? Un po' di tutto cio' dosato in maniera differente per ogni persona?

Troppe volte mi sono trovata a criticare l’autoreferenziarsi continuo, esagerato, che alcune hanno, e a leggere certi blog spesso non posso evitare di scuotere la testa pensando fra me e me: “Ma queste non hanno mai argomenti diversi? Non hanno altro a cui pensare se non al proprio culo?"

"Culo", ovviamente, inteso come cio' che e' inerente solo a noi stessi, le piccole beghe della nostra vita, e non a tutto quello che invece ci circonda in molteplici aspetti, e dove i protagonisti veri sono soprattutto gli "altri", e fondamentale e' cio' che accade agli "altri". In special modo quelli che, secondo i canoni che dominano questa societa', si pensa non abbiano niente da insegnarci perche' "inferiori", "diversi", sicuramente non "al nostro livello" intellettivo, morale, economico... umano.

Pero’, sotto sotto, so che neppure io sono immune a questa pulsione che mi spinge a parlare di me, di cio’ che sono, di cio’ che faccio, di cio’ che penso, di cio’ che provo. E anche se razionalmente vorrei evitarlo, sono frequenti i momenti in cui anch’io resto irretita in quello che io stessa non sopporto, dimostrando cosi’ di essere una blateratrice, egotica, autoreferenziale, esattamente come tutte le altre. Se non addirittura peggio. Si', perche’ oltre a tutto cio’, io mi sento persino in diritto di criticare, e questo e’ quanto di piu’ odioso possa esistere.

Sono una contraddizione vivente. Non ne faccio un motivo di vanto, ma so di esserlo, e so anche che e’ solo quando dentro di noi si insinua il pensiero di non essere perfette, speciali, meritevoli sempre e comunque di comprensione e considerazione in base ad una qualche regola che nessuno mai ha stabilito, e per un’idea sbagliata che per qualche motivo ci e’ stata radicata nella mente, che si puo’ iniziare un percorso per prendere davvero coscienza di quello che davvero siamo, e non di quello che immaginavamo di essere.

Pero’, alla fine, considerato tutto, sapete che cosa vi dico? Vi dico che non m’importa un bel niente delle mie contraddizioni, perche’ guardandomi bene bene allo specchio, posso affermare senza alcun’ombra di dubbio che quei due chiletti in piu’, proprio li’ sul culo dove certi sguardi degli uomini si posano, non mi stanno per niente male!

23 commenti :

Xtc ha detto...

Bentornata!

Inneres Auge ha detto...

Bentornata e... sii autoreferenziale quando e come ti pare

Dea ha detto...

Klàra, come molte altre volte ti leggo, ma non riesco a dirti la mia. sai che un sacco di volte ti leggo e all'inizio del post mi fai incazzare, poi scendo alla fine e ti trovo persino dolce .:D
goditi quelle chiappe. bentornata.

Anonimo ha detto...

Tutto questo solo per dirci che hai un culo ancora più bello ?
Magicfly

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Xtc: Grazie.

@ Inneres Auge: Grazie anche a te per il permesso accordatomi. :-)

@ Dea: Perche' ti faccio incazzare?

@ Magicfly: Il segreto di una buona comunicazione non e' dire cio' che gli altri si aspettano di sentire, ma far capire agli altri cio' che tu vuoi effettivamente dire. Talvolta senza dirlo. :-)

Dea ha detto...

è solo il tuo modo così garbato che m'urta quando ad esempio non sei d'accordo su qualcosa. io ad esempio divento sgraziata, non so controllarmi, è pura invidia. :D

marco ha detto...

Mi vien da pensare che il culo sia un argomento, se non universale, almeno centrale in italiano.

Avere c. = Essere fortunati
Fare il c. a qualcuno = sgridare
Farsi il c. = Lavorare o faticare
Metterlo nel c = Imbrogliare, truffare
Prederlo nel c. = Essere imbrogliati, non riuscire in un'impresa per un caso avverso
Avere un bel culo = Avere un bel culo
...
Basta, non mi faccio il culo per redarre tutto il vocabolario.
Ok per i due chiletti in più, ma adesso non strafogarti di cioccolatini nè.

Ben tornata

** Sara ** ha detto...

Innanzitutto bentornata.
Io penso che ognuno debba scrivere quello che gli pare e se a me non piace mi basta non leggerlo. E' così semplice. E poi le donne parlano sempre di sè in generale.
Hai ragione nel dire che tutte abbiamo questa tendenza. Certo che alcune lo fanno in continuazione ed in modo forzato, non hanno altri argomenti e a me fanno un po pena. Quelle "io sono, io faccio, io dico e come me nessuna" sono troppo prevedibili e dopo un po sai già cosa diranno. Amo essere stupita dalle persone pertanto trovo tutto ciò sbadiglievole in modo imbarazzante. Ti conosco poco per ora ma ad oggi per me sei prima di tutto una cantastorie. E parecchio brava. E dalle mie parti è una gran cosa.

Ah.. 2 kg su quel culo lì m'immagino che faranno come l'uccello alle vecchie.. :-DDD

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Dea: è solo il tuo modo così garbato che m'urta quando ad esempio non sei d'accordo su qualcosa

Dimentichi che "culturalmente" non sono latina. Mi manca la capacita' di "perdere la testa". Forse sono carente di passionalita' ed e' anche probabile che con me gli uomini si divertano poco. :-)
C'e' addirittura chi dice che riesco a calibrare passione e indifferenza, caldo e freddo, come ruotando una manopola. :-)
O forse sto mentendo?
A parte il cazzeggio, credo che la garbatezza sia una condizione di default, cerco di tenerla con tutti anche quando non sono d'accordo. Pero' anch'io sono capace di perderla quando qualcuno mi esaspera, o in particolare nei momenti della vita in cui ho pensieri e problemi che non mi permettono di star dietro alle fisime di chi a volte tende ad assillarmi con le sue stronzate.


@ Marco: Ok per i due chiletti in più, ma adesso non strafogarti di cioccolatini nè

Scherzi?
Hanno appena scoperto che mangiare cioccolato fa dimagrire. :-)

http://tinyurl.com/buenaoq

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Sara: a me fanno un po pena. Quelle "io sono, io faccio, io dico e come me nessuna"

Fanno pena anche a me. Soprattutto quando cercano di essere umili ed umane e si capisce benissimo che, quando lo dicono nel tentativo di spacciare i propri difetti come pregi, in fondo cercano solo di attrarre maggiore attenzione.
Ci sono anche fatti uomini cosi', ma soprattutto questo e' un atteggiamento finto-vittimista di stampo femminile. E mi spiace molto che troppe donne non lo comprendano.

per me sei prima di tutto una cantastorie. E parecchio brava. E dalle mie parti è una gran cosa.

Anche dalle mie parti.
Ho avuto una maestra eccezzionale, e poi mi sono specializzata in seguito facendo la puttana. Che', lo sai bene, i clienti, se non racconti loro storie, non ci credono. :-)
Oggi mi tengo in allenamento raccontando storie ai bambini, e anche ai grandi... talvolta. :-)

** Sara ** ha detto...

Raccontarle ai bambini dà maggior soddisfazione. Almeno a me. Però le tue mi piacciono quindi raccontale anche a noi. :-) ciao ciao

Anonimo ha detto...

Gentile Klara,
In questo post non so proprio intervenire, sono solo contento che tu sia ritornata,
diciamo che ho cominciato a leggerti perchè tu parlavi della tua vita e dei tuoi pensieri, mi bastava e del fatto che fosse più o meno autoreferenziale non me ne importava niente.
Per il "culo" si tratta di buone notizie non c'è che dire.
Bentornata:-)
norman

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Norman: Per il "culo" si tratta di buone notizie non c'è che dire

E che ci posso fare?
Accumulo soltanto li'. :-)

Anonimo ha detto...

Mia cara Klara
(grr..unghie sullo specchio)
per il "culo" io ho apprezzato,
poi lo sai tu quanto in più,
così sulla carta la cosa promette bene:-)
norman

Ev@ ha detto...

"Stamattina mi sono svegliata provando addirittura fastidio contro quei blog dove si parla solo ed esclusivamente di se stessi, o di se stesse"

A parte che non so a chi ti riferisci e, come al solito, certe figure narrative sono solo frutto della tua fervida web-fantasia.... ma, dico, scusa, appena alzata, proprio ai blog auroreferenziali vai a pensare?

Ora, questo commento -spiego per chi non capisce- è come un avvertimento mafioso, significa: "azzardati a darmi un altra volta della strana e sputtano ai 4/20 le tue abitudini mattiniere di cui sei rea confessa"

Sei nei guai, ormai ho il link!

Saluti

Kameo ha detto...

"azzardati a darmi un altra volta della strana e sputtano ai 4/20 le tue abitudini mattiniere di cui sei rea confessa"

La ragazza sembra svampita ma è un vero killer!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

La ragazza sembra svampita ma è un vero killer!

Cosi' pare... :-)

http://tinyurl.com/3ful9h8

Dea ha detto...

ah, ma i latini sono tutto fumo... non li amo molto, anzi, mi infastidiscono.
ho deciso di adottare l'atteggiamento dei parenti del corno d'Africa. :)

J.T. ha detto...

Bentornata!!!
mancavi:-)

rossoallosso ha detto...

sai che sono tonto,ho capito solo che sei migliorata nel culo e non può che farmi piacere,per il resto non sono sicuro che le ferie ti abbiano fatto bene ;-)
basta dare un'occhiata al blog per capire che sei autoreferenziale e non mi pare sia mai stato un problema

come bentornata ti soddisfa?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Dea: ho deciso di adottare l'atteggiamento dei parenti del corno d'Africa

Sei mezza africana? :-)


@ J.T. : Grazie.


@ Rosso: ho capito solo che sei migliorata nel culo

Questione di gusti. Sinceramente posso dire che un bel didietro, quando fatto bene e tonico e' sempre un bel vedere. Anche se una e' magra. I sederini striminziti mi fanno tristezza. :-(

basta dare un'occhiata al blog per capire che sei autoreferenziale

Suvvia... non dirmi che sto esagerando. Non le conosci "quelle" davvero autoreferenziali.
"Quelle" davvero autoreferenziali riescono a portare ogni discorso su di se', immancabilmente, di qualsiasi argomento si parli, dopo due parole iniziano con "io qua", "io la'".
Se proprio vuoi avere una gradazione esatta dell'autoreferenzialita', conta il numero di "io", "me", "mio", che ci sono in un discorso.
IO, invece, riesco a parlare di ME MEDESIMA, anche senza nominare mai il MIO culo. Ti pare poco? :-)

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

bentornata! Non ti preccupare per un po' di ciccia. Invece raccontaci cosa hai fatto in questa settimana di assenza.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Invece raccontaci cosa hai fatto in questa settimana di assenza

Mi spiace. Queste sono informazioni riservate. :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics