giovedì 12 gennaio 2012

50
comments
Voci di donne invisibili

Dare voce a chi e’ invisibile, non facendo necessariamente del web un luogo ove drenare compassione, ne' per creare psicodrammi ad uso e consumo di una platea di “guardoni” che si nutrono delle sventure altrui, ne' per esigere una pietistica considerazione per le proprie sventure, tante volte, troppe volte, inventate o sovrastimate per elemosinare una manciata di emozioni a basso costo, ecco come potrebbe essere un blog qualora si scegliesse di dedicarlo non a se' stessi, in modo totalmente autoreferenziale come sfogo per facili piagnistei, ma agli altri. Cosicche’ ciascuno, poi, ne possa trarre un momento di svago, di stimolo intellettuale, oppure di arricchimento interiore.

Quando decisi di far nascere questo diario non sapevo che cosa ci avrei fatto. Li’ per li’ la ritenevo una forma narcisistica e vanitosa per esprimere “l’altra me stessa”, quella che non si vedeva perche’ ricoperta da sovrastrutture e impedimenti, quasi a volermi liberare della pesantezza che la vita ogni giorno regala, a tutti, indistintamente, anche a chi fa finta di avere la forza per sostenerne il peso. Un peso che ci costringe in schemi, gabbie mentali ed esistenziali dalle quali non e’ semplice evadere se non indossando la maschera dell’anonimato.

Poi ho capito che potevo dar voce alle istanze di una citta’ invisibile. Quella nella quale vivo. Cosi’ ho allargato il raggio d’azione, ed ho raccontato anche storie non vissute da me. Storie nascoste nelle pieghe della femminilita’, ma prima ancora dell’umanita’, delle tante sorelle che me le hanno confidate. Storie di per se’ forse non avvincenti, ma cariche di quell’energia che dovrebbe spingerci a fare un passo avanti nella direzione dell’empatia, che e’ poi quello strano sentimento che ci porta a com-prendere, a metterci nei panni degli altri, e a gioire e a soffrire insieme a loro.

E’ cosi’ che si e’ dipanato questo mio percorso, nel tempo e nello spazio, seguendo le linee tortuose in cui vita reale e quella virtuale, mia e di altre persone, si sono intrecciate fino a formare una matassa difficile da dipanare, ma anche densa di punti di contatto e di momenti di grande condivisione.

Oggi mi accorgo che il blog ha assunto una funzione diversa, quasi terapeutica, non solo per me come era il suo scopo originario, ma e’ diventato importante anche per molte persone che lo leggono. E cio’ - gia’ ve l’ho detto - non puo’ che rendermi felice. Cosi’, da qualche tempo, insieme alle tante proposte d’incontro che ogni giorno ricevo e che mai accettero’, mi giungono anche voci che non avrei mai pensato di poter udire. Voci di persone invisibili che mai avrei pensato di poter conoscere, e sofferenze che raramente in un blog verrebbero confidate se non per accattonare un po’ di pieta’ e commiserazione. Voci e sofferenze di chi vuol restare invisibile e che, proprio per questo, lascia intravedere la qualita' che piu' ammiro: l'umilta'.

La confessione che segue, non era stata scritta per essere pubblicata nel blog. Sono stata io a chiedere di poterlo fare, ottenendone il permesso purche’ omettessi, per ovvie ragioni, ogni riferimento riconducibile alla persona reale, e mai nessuno, neppure chi mi e’ piu’ intimo, riuscira’ mai a farmi infrangere la promessa che ho fatto. Ma era mio desiderio che questa piccola storia potesse essere letta anche da voi, perche’ in questa piccola storia, una fra le tante piccole storie invisibili della vita, e’ concentrato quello che in tutti questi anni, nonostante i miei sforzi per comunicarlo, non sono mai riuscita a trasmettere: la grande forza e la grande dignita’ che stanno dietro al dolore, quello vero, che piu’ della facile e non richiesta commiserazione, merita tutto il nostro rispetto.

La vita e' stronza

La vita e' stronza, oppure siamo noi le stronze? Tu con i tuoi amori, le tue esperienze, le tue aperture mentali e fisiche, io con la mia grettezza, la mia incapacita' di essere donna, la mia impossibilita' di donarmi una sera di sesso e di passione.

Da piccola sono stata subito presa e rinchiusa in un istituto religioso, una specie di lager dove le suore si sostituivano a mia madre, a mia sorella, alle mie compagne di scuola, perche' purtroppo le mie esili gambe improvvisamente decisero autonomamente di non reggermi piu'.

Una corsa in bicicletta, l'ultimo atto nel pedalare con forza, con il piacere di sentire il sellino sulla figa allora ancor acerba, poi improvvisamente il vuoto, la memoria che scompare e il risveglio tra candide lenzuola di ospedale, odorose di lavanda e di pulito, di disinfettante e di crocifisso. Ricordo che intuivo il mio male, ma non sapevo definirlo. Sentivo la mia impossibilita' a muovere i piedi, ma non realizzavo che ero paralizzata.

Di giorno le litanie degli infermieri e delle suore, di notte solo il fruscio delle gonne delle suore che ci accudivano e che ci portavano il rosario per espiare la colpa di essere malati e di chiedere al bambinello di guarirci, di fare il miracolo...

Seduta a vita sulla carrozzella. Ma non c’era una colpa da espiare. Solo un ineluttabile destino in cui una dea cinica e bendata, sorellastra perfida della Giustizia, pesca a caso i suoi nomi da destinare alla sofferenza. Ed il mio era fra quei nomi.

La mia vita oggi si svolge praticamente in una stanza, tra le apparecchiature che i miei congiunti hanno voluto comunque comprare per un tentativo di recupero, mai avvenuto, e quelle di monitoraggio impostemi dal medico. Riesco ad essere, ormai, autonoma per quanto riguarda i miei bisogni fisici, mentre per quelli affettivi e morali devo prenderne il surrogato tramite internet, spesso fingendo di essere una strafiga che se la tira e che manda due di picche a quanti mi invitano ad uscire la sera... pensa se mai dovessi accettare un invito e presentarmi in carrozzella...

Credi che non mi attragga la parte che non ho potuto, ovviamente, mai realizzare? Le esperienze sessuali. Il fremito nel sentirmi desiderata, e poi presa, e poi amata, e poi desiderata ancora...

No. Non sono vergine. Qualcuno una notte decise di addormentarmi completamente. Un uomo, a me sconosciuto, ha giaciuto con me in un letto e mi ha usata come fossi una bambola gonfiabile, deflorandomi. Non posso, quindi, neppure ricordare il momento della perdita della mia verginita'. Non sapro' mai se il mio imene nell'aprirsi e' stato deflorato da un possente cazzo nervoso oppure da un dito esile e spaventato, intimorito...

E sono stata male quando l’ho saputo, perche' in quel preciso istante in cui venivo sverginata ero incosciente, perche' magari avrei potuto anche acconsentire, sia pure per curiosita', perche' sentirmi usata come un oggetto senza valore mi ha profondamente indignata ed offesa.

Ricordo lo sguardo atterrito della suora, al mattino, quando mi cambio' velocemente le lenzuola irrorate di sangue e la biancheria intima forse strappata. Ma mai nessuno mi ha raccontato o spiegato quali siano gli atti che si compiono in un rapporto amoroso, le dinamiche e le chimiche che si sviluppano in due corpi tesi al raggiungimento dell'orgasmo.

Ecco il motivo per cui a volte invidio la tua capacita' di essere donna, dominatrice oppure domata, sessualmente attiva e capace di pretendere l'appagamento della tua passione. A me resta solo la possibilita' di immaginare tante cose. Continuando ad abbeverarmi dalla bocca, dai pensieri e dalle tue provocanti immagini che scaturiscono dai racconti, sia che certe storie tu le abbia vissute, sia che tu abbia potuto sol anche immaginarle.

Attraverso di te, donna libera, disincantata, capace di riconoscere a fiuto, a pelle, gli esseri umani e le loro storie interiori, si e' potuto risvegliare il mio cuore.

50 commenti :

BellaDiGiorno ha detto...

"sovrastimate per elemosinare una manciata di emozioni a basso costo, ecco come potrebbe essere un blog qualora si scegliesse di dedicarlo non a se stessi"

Oggi con l'ultimo post mi sento di appartenere a questa categoria, ma senza vorgogna; capita a tutti di vacillare, piagnucolare, specialmente a me in quest'ultimo periodo...

Cerco di parlare anche di altro nel blog perchè mi fa piacere, per distrami... a volte ci riesco altre no, siete sempre voi a decidere quello che volete leggere.

Per quanto riguarda la storia che hai raccontato mi colpisce molto, perchè anche io sto affrontando un duro periodo della mia vita, che forse preferisco non raccontare, perchè si fa meno fatica a raccontare le stronzate che le cose che davvero ti hanno ferita, forse proprio per non autocommiserarsi e prendere tutto con leggerezza.... per cercare di relegare solo un piccolo angolo di cuore al dolore, quello vero che ci si porta dentro.

Giulio ha detto...

Certo Chiara che sei davvero modesta..critichi gli altri e poi sei la regina del patetico

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bella: Oggi con l'ultimo post mi sento di appartenere a questa categoria, ma senza vorgogna; capita a tutti di vacillare, piagnucolare, specialmente a me in quest'ultimo periodo...

Devo ancora leggerlo. Ti sapro' dire. :-)


@ Anonimo Giulio: Certo Chiara che sei davvero modesta..critichi gli altri e poi sei la regina del patetico

Ed invece io noto che tu sei collegato full time con il mio blog, tanto che appena e' uscito il post sei stato subito, li', pronto a commentarlo.
Questo ha un significato. Pensaci. :-)

J.T. ha detto...

La vita è proprio stronza(:

Giulio ha detto...

Non ti sopravvalutare così dai.. ma quale connesso stabilmente... giusto il tempo di dare un occhiata a qualche piagnisteo o raccontino semiporno che posti...e sia nell'uno che nell'altro genere non sei al top..in giro per il web c'e di meglio su:)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Giulio (che invia commenti anche col nick "bacillo", ma lui non sa che lo sgamo con l'IP, e che lo cestino):
Non ti sopravvalutare così dai.. ma quale connesso stabilmente... giusto il tempo di dare un occhiata a qualche piagnisteo o raccontino semiporno che posti...e sia nell'uno che nell'altro genere non sei al top..in giro per il web c'e di meglio su:)

Infatti non mi sopravvalutavo, e quando ho parlato di "significato", mi riferivo al fatto che tu sia sempre collegato full time con questo blog che reputi "mediocre". E mi chiedo: se fosse invece di qualita' che faresti?
Ecco, il significato secondo me e' che sei seriamente malato. Non solo sei collegato full time con qualcosa che ti schifa, ma soprattutto perche' commenti a ripetizione con nick diversi, sempre anonimi, scrivendo insulse idiozie i banali offese da demente.
Esattamente come fanno gli stalkers.
Compreso il significato? Caro Giulio, o Bacillo, o come cazzo ti chiami?
Puoi da ora in poi scrivere anche 1000 commenti, non ne passera' piu' neppure uno.
Tempo perso. Pero' se vuoi, portati pure a letto il pc... non sia mai che perdi il collegamento. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

... Ah, tanto per spiegare perche' certi troll sono degli idioti, sia che si firmino Giulio, Bacillo, Mario oppure Carla (che fantasia!)
Costoro, anzi costui (perche' e' una sola persona che nella vita ha a quanto pare ben poco da fare, forse un fallito o un disperato in crisi di nervi), non sa che io gli accessi, non li vedo attraverso i metodi classici che lascio a disposizione, quindi con Clustrmaps oppure Feedjit, che sono metodi piuttosto approssimativi e buoni solo per chi non ha necessita' di dettagli piu' precisi in grado di capire chi usa piu' nick. Io, di chi entra qui (non solo di chi commenta), vedo IP completo, configurazione del PC, schermo, sistema operativo, browser usato e se voglio, persino il colore delle mutande, grazie ad un programma che e' in uso a chi e' "amministratore" del blog al quale nessun altro, ovviamente, puo' accedere.
Se questo da' fastidio a qualcuno, la soluzione e' molto semplice: puo' anche non venirci piu' a sbirciare in questo blog e tutto e' risolto.
Sara' per questo che consento i Feed solo per le prime frasi e non per il post completo, e vi costringo a venire direttamente a leggerli per intero qui, senza dare la possibilita' di leggerli in Google Reader? :-)
Ma come e' fetente 'sta Chiara!
E chi lo avrebbe mai detto? :-)

Non esiste segretezza nel Web, soprattutto per chi di web non conosce una beata mazza. :-)

Anonimo ha detto...

Avevo delle remore, se scriverti o meno. Ma dopo aver letto che attraverso gli ip, comprendi chi ti ha lasciato un commento, mi sono decisa. Di certo ora vedrai da dove provengo. Quindi non sono una degli anonimi. Leggo da un po' il tuo blog, mi piacciono i tuoi modi diretti, ma non il tuo modo di ragionare, quasi mai, perché noto che spesso critichi e poi cadi nelle stesse banalità che rivendichi negli altri. Io credo che ognuno gestisca come crede il proprio blog. Trovo strano che una ragazza che non abbia mai conosciuto il sesso, descriva in modo così dettagliato i genitali maschili. Ah siccome mi interesso anche di informatica, non è molto corretto quello che hai detto. Se il tuo blog è molto visitato,puoi avere dei sospetti, non delle certezze. Ho dato un'occhiata nelle tue statistiche , ci sono diversi accessi uno dietro l'altro. Spero di non averti offesa, ho detto cosa pensavo, credo con educazione. Ciao
Carla

Anonimo ha detto...

Certo che racconti cazzate su cazzate, pubblica il mio commento se hai le 'palle'! Non quello che vuoi far credere. Sono stata educata e dicevo la verità. Il cazzo nerboruto ti ha fatto desistere vero? Quasi quasi mi apro un blog e documento quello che non hai pubblicato. Ah burgiardaaaaaaaaaaa!!!!!!!!! Stai troppo sgamabile te!

BellaDiGiorno ha detto...

A però! Di che colore ho i capelli?
E le mutandine in questo momento???
Quindi se "smezzo" il post è meglio.....?
Però così non c'è privacy... Ovviamente per chi ha da nascondere gli scheletri dei dinosauri!
Come si chiama questo programma? Che lo vorrei anche io.
Lo so che tanto non me lo dirai mai... scherzo. Farò una bella ricerca si internet, che tanto trovo anche Gesù!
Notte Chiara di notte!!!

BellaDiGiorno ha detto...

Mi sa che non vado a letto, voglio vedere come va a finire questa situazione "bollente"!!!!!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ContentA "Carla"? :-)

Allora, supponiamo che tu non sia il troll, supponiamo che tu sia una persona "vera", supponiamo che tu voglia solo esprimere il tuo giudizio sincero sul racconto in oggetto, supponiamo tutto il supponibile, ok?
Adesso ti chiedo: tu credi che quello che ho scritto sia tutto falso perche' nella storia sono contenuti due termini (come "cazzo nervoso") che secondo te non psono compatibili nei pensieri di una donna paralizzata?
Allora sai che suppongo?
Suppongo che sei pure scemA...
Sono in attesa del tuo blog, e di vedere come riuscirai ad essere piu' credibile di me.
Buona notte (e non dimenticarti del PC a letto) :-)

Anonimo ha detto...

Brava!
Io non sono Giulio o chi dici tu. Sono una che di informatica ne mastica. Ci sono IP dinamici e tanto altro, certe certezze solo la polizia postale può averle o chi è davvero all'altezza. Se poi fai parte di queste categorie, va bene. Dubito visto le tue precedenti inesattezze. A questo punto dubito di quanto scrivi.

BellaDiGiorno ha detto...

Ma Carla è quella che penso io?
Perdonami la curiosità.... e dell'indiscrezione....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Bella, per quanto riguarda i feeds, puoi anche tu consentirli a meta', ma cio' non ti permettera' piu' di usare il sistema di coommenti nuovo che hai attivato sul tuo blog che funziona solo con feeds completi.

BellaDiGiorno ha detto...

Ah ho capito... Comunque non so perchè ho trovato questa specie di commenti nel mio blog, devo aver toccato qualcosa nelle impostazioni, non sto mai ferma...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

A questo punto dubito di quanto scrivi.

Brava. Dubita.
Sempre dubitare di chi non si conosce.
Comunque NO, non sono della Polizia, se per caso questo ti preoccupa. Sono una semplice contadina.
Ti ricordo pero' che anche un IP dinamico resetta ad ogni connessione e non cambia ogni 3 secondi. Quindi se ci sono 3 commenti scritti a pochi minuti l'uno dall'altro che hanno lo stesso IP e la stessa configurazione (schermo, browser e sistema operativo), le possibilita' di sbagliarsi sono minime, anche con l'IP dinamico.
Non credi? :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bella: Ma Carla è quella che penso io?

Io non so chi sia chi pensi tu. Di sicuro non e' espertA di web, come dice di essere, altrimenti saprebbe che negli IP dinamici non cambia tutto il numero, ma solo le ultime cifre, per cui e' abbastanza semplice stabilire se si tratta dello stesso collegamento oppure no. Soprattutto in una serie continuativa di flames, in cui il troll difficilmente riesce a "resistere" alla tentazione di rispondere e di dimostrare di essere il piu' furbo (in fondo sono persone malate, non si puo' pretendere che abbiano il cervello che gli funziona bene).
Anche perche' l'informazione che si ha non e' solo basata sull'IP, ma su una serie di elementi, come ad esempio la configurazione del pc.

BellaDiGiorno ha detto...

Bah... vabbè, mi rendo sempre più conto che nemmeno nella vita virtuale si può stare in pace!
Qui sono tutti pazzi!
Notte Chiara (stavolta davvero)
Vengo a dare una ricontrollatina domani ;)

Anonimo ha detto...

Male non fare, paura non avere. Non temo nulla. Non millanto e non commetto azioni illecite. Non è il cazzo nerboruto ad avermi scandalizzata. Mi scandalizza di chi si serve di storie strappalacrime inventate come te. Chi sei tu che ti si debba credere per ogni cosa che scrivi? Compreso le cazzate sugli IP. Non ci prendo gusto a darti lezioni di informatica. Hai sparato con un cannone una mosca.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Male non fare, paura non avere. Non temo nulla. Non millanto e non commetto azioni illecite. Non è il cazzo nerboruto ad avermi scandalizzata. Mi scandalizza di chi si serve di storie strappalacrime inventate come te.

Stavolta non ti sei firmatA, ma io ti ho riconosciutA.

Anzi, potrei dire: chi non muore si rivede... :-)

Non ti e' ancora passata eh?

Vediamo se qualcuno dei miei lettori ti riconosce. :-)

Flyingboy ha detto...

Anonimo ha detto...

"Male non fare, paura non avere. Non temo nulla. Non millanto e non commetto azioni illecite. Non è il cazzo nerboruto ad avermi scandalizzata. Mi scandalizza di chi si serve di storie strappalacrime inventate come te. Chi sei tu che ti si debba credere per ogni cosa che scrivi? Compreso le cazzate sugli IP. Non ci prendo gusto a darti lezioni di informatica. Hai sparato con un cannone una mosca."


Ohhhh.. ma quel linguaggio, quelle parole, quel atteggiamento... e' come il DNA, sono come impronte digitali, non serve guardare i IP...
quanto tempo, credevo fossi gia' in qualche istituto mentale.. pazienza.. dopo.. quanti? 3? 4? anni.. ancora qui con stesso impulso, ah certe cose non cambiano MAI :)

Flyingboy ha detto...

Adesso capisco perche' il famoso "Anonimo" e' 24 su 24 attaccato al tuo blog Chiara.. e' sempre lui :)) Non so se' ridere o piangere, ancora qui e'...

che adesso dobbiamo aspettarsi il risorgimento del blog clone?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Flyingboy: dopo.. quanti? 3? 4? anni.. ancora qui con stesso impulso, ah certe cose non cambiano MAI :)

Ah, lo hai capito anche tu...
Magari ci sono un sacco di lettori che non lo conoscono. Se vuoi potremo parlare a lungo di costui, che dici?
Ma non qui, non stasera, non in questo post che questo tizio ha saputo pazientemente rovinare.
C'e' un post che lo riguarda, uno dei primi... che non ho mai cancellato perche' troooppo divertente. :-)

Ah, da questo momento il blog e' chiuso ai troll, ai pazzi che si fingono donne, e i pezzi di merda che craccano i blog e li clonano. Ed e' chiuso anche ai pizzaroli falliti. :-)

Flyingboy ha detto...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

" Ah, da questo momento il blog e' chiuso ai troll, ai pazzi che si fingono donne, e i pezzi di merda che craccano i blog e li clonano. Ed e' chiuso anche ai pizzaroli falliti. :-)"

Uff Chiara.. peccato, quasi quasi volevo ancora rotolarmi dal ridere leggendo le solite minacce di spaccature di gambe, di denti, ... per non parlare del arguto vocabolario veneto.. te' capi' ?

Anonimo ha detto...

Io non ti conosco :O. Paula! E' da stasera che millanti parentele strane.
Flyingboy, ci conosciamo? Pensate come vi pare, io ero davvero di passaggio. Dai che ti ho animato questo mortorio di blog!

Flyingboy ha detto...

Anonimo ha detto...

"Io non ti conosco :O. Paula!"

Oh passi da gigante, fino a ieri per anni chiamavi Chiara Paolo... che non ricordi? :)

Vabbe dai, gia' tropo tempo dedicato alle vecchie conoscenze, non voglio rovinare ulteriormente questo post.

uyenesa ha detto...

Cavoli, che storie. Pensare di fare pressing per poi chiedere di essere inserito in un contesto Asociale...

Sapevo della storia del blog clonato, ne ho visti alcuni pezzi, ne ho riso di gusto quando si è mostrato ridicolo, ed ora davvero lo ha colpito la storia della povera ragazza che descrive gli organi genitali così bene...

Amico, (perchè tu donna non sei), non ti è nemmeno sfiorato il dubbio che quella millantata ragazza potesse essersi collegata con siti porno ed abbia fatto in quei luoghi le sue conoscenze anatomiche?

Espert(o)a del web? Non credo che tu possa competere con chi del web ne ha fatto una professione e he conosce molto bene le dinamiche delle connessioni per motivi di difesa dal controspionaggio. Di certo non sei, per esempio, uno dei componenti del gruppo che ha attaccato in modo massivo il sito del governo, quello delle poste, quello della fiat, oppure quello di altre industrie farmaceutiche e istituti bancari.

Attaccare così l'intenzione di Chiara per ridicolizzarla o farle perdere le staffe è da vigliacchi. Sembri un bambino a cui la madre ha tolto il vasetto di nutella e che ora piange perchè non sa come sporcare la camicetta pulita che gli è stata imposta...

La storia riportata potrebbe anche essere frutto di fantasia (ma ho conoscenza diretta della vicenda e posso garantire che non lo è), ma il pregio di Chiara di Notte è stato quello di averlo portato all'attenzione del suo pubblico, in un modo molto semplice, con la voglia di raccontare uno degli stati d'animo possibili di una vittima di un sopruso.

Io credo di sapere il motivo per cui da anni non dai pace a questa donna. Sinceramente, dopo quanto letto nei tuoi inutili proclami demenziali, mi spiace che abbiano approvato la legge Basaglia sulla chiusura dei manicomi.

Adesso sfogati pure, so che Chiara non ti consentirà di prolungare la tua agonia, evitando di postare le tue farneticanti parole. Se vuoi una donna nel tuo letto, impara a rispettarla, a convincerla, a mostrarle che sai fare di lei una persona amata, coccolata, e soprattutto desiderata, perchè il tuo basso istinto di volerti portare a letto una semplice puttana non fa altro che farti rifiutare da quelle donne che hanno stima di se stesse.

@ Chiardinotte, se reputi non pubblicabile questo mio "pistolotto", non me ne vrò a male, perchè in casa tua tu decidi chi e quando ricevere gli ospiti. Specie se anonimi.

Con stima, Anonimo per esigenza.

BellaDiGiorno ha detto...

Ho letto un po' tutti commenti, della serie a volte ritornano. credo di essermi persa qualcosa.... Ma forse ancora non leggevo il blog tanto tempo fa, stavo ancora a casa a fare la fidanzatina... Ma chi è questo carla-giulio- paolo?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Flyingboy: fino a ieri per anni chiamavi Chiara Paolo...

E adesso mi chiama Paula e dice di essere passato qui per caso...
Quando li chiamavo "pisquani", non e' che fossi molto lontana dal descrivere la loro condizione demenziale.
Ora abbiamo "Carla l'informatica", alias di un fallito che si crede esperto del web solo perche' in vita sua ha disegnato qualche sito per le puttane (lo sanno ormai fare anche i bambini) e ha cercato di craccare il mio blog, senza per altro riuscire a tenerselo e questo la dice lunga sulla sua capacita' di hacker.
Ricordo ancora, quando da una tipografia milanese, questo demente invio' un fax alla direzione della societa' che gestiva la mia casella email, affermando di esserne "la legittima proprietaria", appunto, allegando un documento falsificato a nome "Chiara Dinotti", in cui aveva sostituito la foto con quella che circolava nel web ed attribuita a me ai tempi del famoso forum immondezzaio.
Roba da penale che' se solo avessi voluto avrei potuto procurargli guai tali che oggi sarebbe ancora li' a massaggiarsi il culo con la cremina antinfiammatoria e a pagare parcelle d'avvocato.
Fu solo perche' decisi di non infierire (avrei potuto farlo anche per via anonima) che la societa' provider a cui era giunto quel fax fasullo, non procedette con una denuncia penale.
Oggi scopriamo che il tipo (di cui non dico ne' il nome vero, ne' i tanti nick che ha usato, ne' le varie vicende della sua vita, tutte fallimentari), non ha mai abbandonato questa ossessiva volonta' di colpirmi. Con la menzogna, la calunnia, ed ogni mezzo possibile atto a screditarmi.
Come fanno gli stalkers malati.
E poi dice che non commette azioni illecite...
E' completamente fuori di testa.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Uyenesa: Io credo di sapere il motivo per cui da anni non dai pace a questa donna. Sinceramente, dopo quanto letto nei tuoi inutili proclami demenziali, mi spiace che abbiano approvato la legge Basaglia sulla chiusura dei manicomi.

Il contrasto fra me e questo tipo e' nato alcuni anni fa, quando stupidamente portavo avanti un'inutile battaglia contro i papponi virtuali che propagandavano le loro attivita' su internet, e scrivevano fingendosi donne (spesso le loro donne che battevano in appartamento mentre loro cazzeggiavano nei forum) allo scopo di adescare ignari puttanieri.
In mezzo a tutta questa merda (puttanieri malati di figa, papponi travestiti da puttane, amministratori di siti web che pubblicavano anninci di prostitute vere e anche false, cioe' quelle che chiedevano acconti per l'appuntamento e poi non si presentavano mai), sono capitata io...
Che ci facessi li'in quell'immondezzaio non so, ma tant'e'.
Ci sono rimasta solo il tempo di capire che ambiente borderline fosse, e per essere bannata.
Ma che fossi bannata a certi malati non bastava. Hanno voluto inseguirmi anche in questo blog, arrivando anche ad azioni illecite, come il tentativo di appropriarsi del mio account e la clonazione del blog, creandone un altro e spacciandolo per mio in cui si scrivevvano cose ignobili.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bella: Ma chi è questo carla-giulio- paolo?

Di sicuro e' un individuo malato e lo si capisce dai suoi interventi.
Comunque, a fasi alterne, questo demente nel tempo ha affermato piu' volte di avere le prove della mia identita': talvolta sono stata una vecchia prostituta brutta e pazza, talvolta un certo Paolo che abita (o abitava) a Milano, talvolta una escort croata che abita (o abitava) a Bologna... insomma per lui cambierei forma a seconda del suo umore e di quello che beve (o che sniffa) la notte.
Mai che gli sia venuto in mente la cosa piu' logica e naturale del mondo: che sono esattamente chi dico di essere.
Sono anni che 'sta storia va avanti. E' costantemente collegato col mio blog e commenta usando i nick piu' diversi. Sempre anonimi. Ieri, chissa' perche', ha voluto dare sfoggio delle sue capacita' dialettiche intervenendo sia con il nick Giulio, poi ha usato Bacillo, poi ha usato Mario, esprimendo concetti idioti e offensivi che ho prontamente rimosso. Comunque, solo per farti capire a che livello di patologia siamo eccoli qui i commenti cancellati.

Ore 22.41 - Bacillo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Voci di donne invisibili":

questo non è un blog... questa è una lunga parabola evangelica: orfani, paralitici,zoppi, ciechi, paralitici...


Ore 23.09 - Marco ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Voci di donne invisibili":

Ehy..a me Giulio non dispiaceva Chiara..perchè gli impedisci di scriverne altre???...sembra creativo a modo suo...io francamente preferisco più il filone semi porno - hard che i piagnistei delle paralitiche stuprate, ma si tratta di gusti personali..tra l'altro leggiucchiando qualcosa del tuo blog i raccontini porno sembrano biografici e questo ci mette un po' di pepe in più che non guasta..al riguardo volevo chiedere..hai cessato l'attività di escort?


Ore 23.14 - Giulio ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Voci di donne invisibili":

Scusa se te lo dico ma con Bacillo davvero...posso dirtelo di cuore..non ci hai capito un beneamato cazzo:) e non tirarmi fuori menate tipo excusatio non petita accusatio manifesta...di bacilli qui conosco solo gli streptococchi che mi infiammano leggermente la gola..ah già dimenticavo mannaggia ..non mi pubblichi... io il pc al letto comunque stasera posso cominciare a credere di portarmecelo:)


Se noti il modo in cui inserisce i puntini, puoi capire che sia Bacillo, che Marco, che Giulio sono sempre lo stesso individuo.

Comunque, del tizio puoi trovare un ampio estratto di alcuni suoi pensieri in un vecchissimo post del 2006:

http://chiara-di-notte.blogspot.com/2006/10/una-chat-con-gli-angeli.html

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Uyenesa: Di certo non sei, per esempio, uno dei componenti del gruppo che ha attaccato in modo massivo il sito del governo, quello delle poste, quello della fiat, oppure quello di altre industrie farmaceutiche e istituti bancari.

Ahahahah! Bellissima questa. :-)
No, non credo che il pisquano sia fra questa gente:

http://tinyurl.com/7bgsw6x

Al massimo lui sa disegnare qualche pagina web per le puttane oppure falsificare un documento e inviarlo via fax per riuscire ad entrare in possesso della mia mail e poter leggere le mie ciaccole con le amiche. :-)
Ah... no, dimenticavo, sa anche clonare i blog e rispondere ai commenti con frasi che sembrano scritte da un bambino di 5 anni.

Se vuoi capire chi ci troviamo di fronte, oltre a quel post che ho segnalato a Bella di Giorno, in cui si evince tutta quanta l'intelligenza e la sagacia che contraddistingue questo individuo, ti segnalo anche un post in cui cercavo, ai tempi, di spiegare cio' che stava accadendo:

http://chiara-di-notte.blogspot.com/2008/01/gli-emulatori.html

Ne e' passato del tempo, e credevo che l'ossessione gli si fosse un po' attenuata. Ma a quanto pare, certi disturbi mentali col tempo, invece di attenuarsi, si acuiscono.

Anonimo ha detto...

Hai scritto un cumulo di GRAN CAZZATE, rido a crepapelle! Io non sono Giulio e nemmeno Bacillo, e nemmeno il fantomatico persecutore. Ho espresso una mia opinione e tu confondi con falsi tuoi commenti di nick inventati per sostenere la tua causa. Racconti cazzate su cazzate. Di informatica non capisci nulla! Mi viene voglia quasi quasi di aprire un blog con la mia faccia per dimostrare quante fandonie racconti. Volevo capire davvero chi eri e ora l'ho capito senza ombra di dubbio. Puoi prendere per i fondelli chi ti pare, non me. E nemmeno chi ha un po' di materia grigia nel cervello. Cestina pure il mio commento o stravolgilo a modo tuo. Io e te intanto sappiamo la verità. Buon pranzo

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Cestina pure il mio commento o stravolgilo a modo tuo. Io e te intanto sappiamo la verità. Buon pranzo

Si'. La sappiamo la verita'. O almeno io la so. Forse tu no, dato che vivi nei tuoi deliri. :-)

Aspetto il tuo blog. Voglio proprio ridere. Sara' un blog originale oppure di nuovo un clone del mio? :-)

Che farai? Oltre a parlare dei tuoi orologi da 18.000 euro e le tue auto da 65.000, ci metterai anche la tua foto?

Quale? Una attuale, oppure una delle tante di 20 anni e 50 kg fa? :-)

Che il pranzo ti vada di traverso. Che fai? mangi pizza? :-)

uyenesa ha detto...

@ Anonimo alias Giulio, Bacillo, Marco, Paolo o come cavolo ti chiami:

Ma ancora continui ad insistere sulle tue capacità di informatico?

Bene, dimmi, allora, a chi appartiene questo IP (elimino le prime tre cifre, per rispetto alla normativa vigente sulla diffusione dei dati sensibili): XXX.240.210.237

A tua informzione, ti invio un articolo, tratto da internet, riguardo la generazione e la gestione dei codici IP.

Cosa è l'indirizzo IP (oppure IP address)?

L'indirizzo IP (Internet Protocol) è un indirizzo numerico assegnato al tuo computer ogni volta che ti colleghi ad Internet, sia che utilizzi un modem (USB/ethernet) oppure un router (adsl, hdsl, cdn,...).

Semplificando si può dire che è come un numero di telefono che serve al protocollo TCP/IP per instradare i pacchetti e fare in modo che le comunicazioni possano avvenire da e verso destinazioni differenti.

Molti abbonamenti Internet per privati offrono un indirizzo IP dinamico che varia ad ogni connessione, mentre in altre tipologie di collegamento alla rete è necessario almeno un indirizzo ip statico che non varia mai, spesso utile ad aziende che dispongono di un proprio server internet (web, mail, ftp, etc..).

Cosa significa reverse lookup?

E' un termine inglese che indica la trasformazione da indirizzo IP numerico ad indirizzo in lettere (detto anche indirizzo mnemonico).

Il vantaggio è che il nome in lettere è più facile da ricordare di quello numerico.

Se non disponi di un server proprio ma ti stai collegando ad Internet tramite un normale abbonamento con collegamento su linea telefonica/ADSL il dominio "testuale" è quello utilizzato dal tuo provider, e può essere utile anche per un'identificazione veloce.

Vuoi sapere quale indirizzo IP ti è stato assegnato tramite un tuo script in automatico? Se vuoi te lo spiego in altra sede, in privato, magari.

BellaDiGiorno ha detto...

Ho letto il post che mi ha segnalato.
ma lo fa con tutti o solo con te ha questa morbosità? Che paura....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Uyenesa: Ma ancora continui ad insistere sulle tue capacità di informatico?

Ah, si'. Uno dei suoi leitmotiv e' quello di proclamarsi grande esperto di web.
Ecco come lo definisce un'amica che mi ha inviato un messaggio privato:

"Questo è malato di mente. Riempito di psichofarmaci, inizia a credersi chi sa chi. Se la prossima volta si presentasse come Napoleone, non mi sorprenderebbe. L'unica cosa che funziona è l'indifferenza... se smetti di rispondergli, vedrai che non si divertirà più e se ne andrà fuori dalle palle a cercare altri blog da invadere con le sue seghe mentali."

Ma io, ogni tanto, sono buona e voglio aiutare i malati di mente. Magari se si sfoga su di me si placa, e non ha piu' bisogno di prendere gli psicofarmaci. :-)


@ Bella: ma lo fa con tutti o solo con te ha questa morbosità?

Come tutti gli stalkers che si rispettano, se la prende con una in particolare, e quest'una a quanto pare sarei io.
Pensa che e' collegato col mio blog "full time", anche la notte e la mattina prestissimo. Lo vedo dal rapporto connessioni che mi giunge.
Pare che nella vita non abbia una minkia da fare se non spargere merda nei blog e nei forum.
D'altronde i falliti e gli sfigati fanno proprio cosi': esprimono la loro "impotenza" facendo i bulli nel virtuale. :-)
Attenta pero' che se scopre che sei una bella ragazza e fai la prostituta, potrebbe cambiare bersaglio e prendersela con te.
Ma non temere, a parte le idiozie che spara, e' completamente inoffensivo per chi se ne sta a 1200 km di distanza. :-)

Anonimo ha detto...

I veri informatici ridono con me eheheheh.
Se fosse così semplice, la Polizia Postale si girerebbe i pollici e basterebbe chiedere a te e alla tua amica, che poi sei sempre tu!;)

https://en.wikipedia.org/wiki/Virtual_private_network
https://en.wikipedia.org/wiki/Proxy_server
https://en.wikipedia.org/wiki/Onion_routing

https://it.wikipedia.org/wiki/IP_spoofing
https://it.wikipedia.org/wiki/User_agent#User_agent_sniffing_e_spoofing

Allego una buona parte di informazioni. Prima di sparare cazzate, informatevi pivelli!

Giulio ( e Marco) ha detto...

Rieccomi,per fare solo un po' di luce su tutto quanto scritto, detto e stradetto in questa lunghissima serie di commenti:)
Io sono Giulio, poi sono anche il Marco di ieri sera:) ma di certo non sono Bacillo..non sono Mario...non sono Paolo...non sono Carla...non mi sono mai millantato esperto di informatica (anzi non ci capisco un cazzo:)).. non facevo il pappone o l'aspirante tale ( anche se oddio.. la professione potrebbe essere redditizia) e nel 2006 neanche sapevo cosa fosse un blog:) figuriamoci impadronirsene e clonarlo.
In ogni caso Klara posso dirti davvero con grande sincerità e trasparenza che..seriamente...da ieri sera...da quando è cominciata sta cosa divertentissima..tutte le illazioni..possibili similitudini e riconoscimenti di stili di scrittura..perizie callgrafiche, ecc, non hanno prodotto alcun risultato utile...insomma per dirla in altri termini...davvero Klara non ci hai capito un cazzo e non lo dico come depistaggio, non è nel mio stile..una menzione particolare nel festival delle cazzate credo spetti comunque, non avermene fratello, a Fly che sperando di compiacerti ha subito detto la prima cazzata che tu hai immediatamente avallato senza passare la cosa ad un minimo di verifica fatti:)..insomma ragazzi non so se mi pubblicate.. ma ve lo dico seriamente...di tutto quanto detto da ieri sera su Giulio (io), Marco (ancora io), Carla, Paolo, Bacillo, Mario, sui vari Anonimi che hanno postato commenti da ieri, non ci avete capito davvero, come dicevo già ieri, un beneamato cazzo:)..quindi resettatevi e al limite riavviate le vostre indagini e speculazioni, che sono state divertentissime e sono degne di replica giornaliera se fosse possibile...io sono pronto ad aiutarvi dicendo il proverbiale acqua acqua...fuoco fuoco:)
Vostro affezionato Giulio ( e Marco)

BellaDiGiorno ha detto...

al massimo si spara qualche sega davanti al mio blog ;)
vedo che comunque si è calmato, starà facendo un pisolino! ahah!!

Alex ha detto...

Davanti ad un post come questo si doveva solo riflettere....

Un lord inglese "raccontava" il suo modo di riconoscere la classe sociale delle persona che bussavano alla porta, talvolta, mal interpretando, si correggeva immediatamente appena aprivano la bocca....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Anonimo: I veri informatici ridono con me eheheheh.

Si', ok, adesso vai a prenderti lo psicofarmaco quotidiano che' hai rotto davvero le palle a tutti. :-)


@ Giulio & Marco e chissacchi': quindi resettatevi e al limite riavviate le vostre indagini e speculazioni, che sono state divertentissime e sono degne di replica giornaliera se fosse possibile

Si', hai ragione: Marco, non Mario. Avevo letto male. Ed hai ragione anche su un'altra cosa: non sei Luca lo stalker psicopatico. Devo dartene atto. Ma forse sei un suo compare. Magari un suo parente.
Insomma, una bella famigliola... :-)
Ebbene, non poter restare fuori dai luoghi nei quali non siete benvenuti? Allora veniteci pure, ma poi non sbraitate se vi ricoprono di letame.
Comunque, le tue insulse opinioni, qui non interessano a nessuno. Fattene una ragione.
Percio' se tu e "paparino" non
riuscite proprio a star fuori da questo blog (che vi fa schifo) e l'impulso di trollare e' troppo forte, allora ti consiglio di prendere lo stesso psicofarmaco che prende lui, ed insieme, magari in tandem, ve ne andate entrambi a fanculo in compagnia l'uno dell'altro, come ogni allegra famigliola che si rispetti. Oppure fondate un club, una squadra di ping pong. Insomma, fate che cazzo volete, ok? :-)

PS: comunque, devo dirvi che la vostra idiozia e' insuperabile. Un po' trash, ma per certi versi addirittura superiore a qualsiasi post io possa scrivere.
Per questo vi "ho tenuti": per divertire il pubblico con i vostri numeri da clonws. Pero', fra ieri e oggi avete gia' riempito abbastanza il web dei vostri escrementi, e come e' giusto che sia, da ora in poi non saranno piu' accettati vostri commenti o piagnistei da bimbiminkia dove mettete le mani avanti se non sarete pubblicati.
Addio. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bella: vedo che comunque si è calmato, starà facendo un pisolino!

No. Quella gente li' non si calma mai. Io lo so. E se sanno dove abiti, ti vengono anche a cercare. Sono dei malati mentali e contro la malattia mentale la ragione non funziona.
Ma loro lo fanno per ricevere considerazione da qualcuno, poverini. E in un certo senso fanno una gran pena.
Comunque, ho deciso che basta. Sono stata anche troppo disponibile e, se possibile, mi piacerebbe tornare a discutere con persone "normali".
Quindi da questo momento in poi, chiunque vorra' commentare senza usare cortesia ed educazione, oppure dicendo cose assurde frutto di delirio da psicofarmaco, verra' cancellato seduta stante. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: Davanti ad un post come questo si doveva solo riflettere....

Hai ragione. Ma come vedi c'e' chi dentro porta solo odio, e non puo' fare a meno di vomitarlo ad ogni occasione.
Sono persone che hanno preso il web per un luogo in cui possono scorrazzare liberamente, fottendosene di tutto e di tutti, non avendo rispetto mai di nessuno.

Flyingboy ha detto...

Giulio ( e Marco) ha detto...

"Rieccomi,per fare solo un po' di luce ....
Vostro affezionato Giulio ( e Marco)"

Avevo scritto una risposta lunga ed esauriente, ma non la publicero' :)
Non voglio piu' sporcare questo post di diatribe completamente inutili e sotto ogni livello di dialogo sensato e coerente.

Mi rivolgevo soltanto al ANONIMO (che conosco benissimo, piu' che lui puo' immaginare) e tu ti sei sentito offeso e chiamato in causa? Boh, sara' il mio Italiano...

Se' anonimo non eri tu, stai calmo e rilassati e non prendere in difesa chi non e' assolutamente da difendere. Manco fosse tuo padre :)

Flyingboy ha detto...

Anonimo ha detto...

"I veri informatici ridono con me eheheheh."

Anche io e miei amici della polizia postale :) su FRATELLO su', datti una calmata :)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Fly: Avevo scritto una risposta lunga ed esauriente, ma non la publicero'

Come si capisce che seri croato! :-)))

Comunque i due tipi, l'anonimo che si firmava Carla, e l'altro suo galoppino, colui che ama cambiare nome ad ogni commento, devono essere due analfabeti, tanto che non sanno leggere cio' che c'e' scritto nella policy di questo sito. Magari rinfresco loro la memoria. Hai visto mai che un barlume d'intelligenza riesca ad illuminare l'unico neurone che vaga solitalio e triste nel loro cervellino.

"Questo blog è incivile, moralmente inferiore, poco democratico ed oltretutto io sono anche una gran rompicoglioni. Mi prendo dunque la libertà di cancellare, quando voglio e come voglio, i commenti anonimi, i commenti idioti e quelli ritenuti inutili, e di bannare le persone non gradite. Eventuali lagnanze non serviranno a nulla. Se non vi piace questo blog, in rete ne trovate milioni che potrebbero interessarvi. In tal caso potete cliccare sulla X in alto a destra e non tornare mai più."

Capito pisquani?

PS: E' inutile che continuate a postare commenti idioti, perdendo tempo, fra l'altro dovendo ogni volta comporre il Captcha... i vostri commenti vengono letti solo nella prima riga, e una volta individuata la provenienza vengono direttamente inviati al nostro centro di smistamento che si trova di la', nella stanzetta del cesso. :-)

moreno mo ha detto...

Gentile Signora Klara
bella la Tua introduzione come pure il racconto (vero o inventato poco importa, dato che presenta situazioni purtroppo verosimili che restano sempre nell'ombra) che ci aiuta a riflettere sul nostro egoistico io col quale misuriamo giusto e sbagliato e attorno al quale vorremmo ruotasse il rest del mondo.
Peccato per la lunga fila di commenti fuori tema e di polemica sterile perchè priva di alcunchè di costruttivo. In genere leggo i commenti dei post trovando punti di vista diversi dai miei su cui riflettere , ma quì ne ho trovati ben pochi. Forse argomento troppo personale da trattare ? Un saluto a Te e ai commentatori "reali" con l'auspicio di una migliore "censura".

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ci sono dei malati di mente (e una donna blogger ne trova in gran numero), che diventano ossessionati e non si spiccicano piu'.
Neanche gli ex fidanzati mi sono stati cosi' "affezionati" dopo che li ho mollati.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics