lunedì 16 gennaio 2012

18
comments
Non essere umani

Chi stupra un bambino, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi pratica la violenza fisica o morale sulle donne o su chiunque sia piu’ debole, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi divide le persone basandosi su razza, classe, nazionalita’, colore della pelle o disabilita’, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi odia, discrimina, giudica, distrugge e uccide in nome di una religione, di un’ideologia o di un'appartenenza etnica, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi inquina l'aria, la terra e l'acqua del mare, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi distrugge la natura e fa scempio di cio’ che appartiene all'intera comunita’ a proprio vantaggio, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi esercita il potere e applica la legge secondo i propri interessi, senza giustizia e con prevaricazione, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi opprime le persone che chiedono i loro piu’ elementari diritti politici e sociali, e toglie loro il diritto di parlare, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi incarcera, tortura e sopprime i suoi avversari, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi perseguita e uccide, poi predica la giustizia e l'integrita’, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi sostiene un dittatore, sia in segreto che in pubblico, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi aiuta a diffondere i pregiudizi e lo definisce “giustizia”, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi deride gli omosessuali, o le persone con un orientamento sessuale che non e’ il suo, e li maltratta, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi condanna le prostitute, ma si prostituisce in mille altri modi diversi, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi nega i farmaci a coloro che hanno bisogno di essere curati, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi sottrae allo studio e ai libri coloro che hanno desiderio di imparare, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi puo’ ma non impedisce l'eliminazione dell'analfabetismo, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi consente che esistano bambini senzatetto e affamati per le strade, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi si crede migliore degli altri, solo perche’ ha piu’ soldi, sia che li abbia accumulati legittimamente oppure con la frode, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi si fa eleggere per i propri interessi privati o a esclusivo beneficio di un particolare gruppo, setta o clan, non curandosi delle necessita’ del resto della comunita’, non merita di essere chiamato essere umano.

Chi ricoprendo un ruolo di responsabilita’ abbandona al loro destino le persone che gli si sono affidate, per salvare i propri privilegi o la propria pelle, non merita di essere chiamato essere umano.

C’e’ da chiedersi davvero quanti esseri umani esistano in quello che sembra essere un mare di mostri.

Io sono la mia forza
non quando distruggo gli altri,
ma quando distruggo me stessa e ricomincio da zero.
Non una volta,
non due volte:
Continuamente. Instancabilmente.
Non importa la paura per cio’ che sto per diventare,
Non importa la gloria di quello che sto lasciandomi dietro.

(Joumana Haddad)

18 commenti :

Dea ha detto...

Hai ragione, ormai dire essere umano è generazlizzare spudoratamente, anzi, mentire.

"Io sono la mia forza
non quando distruggo gli altri,
ma quando distruggo me stessa e ricomincio da zero."

e per questo chiedo scusa a chi, per istinto, m'aggrappo e magari graffio, mentre cerco di non farmi di nuovo male alle ginocchia mentre cado, rovinosamente... sta diventando un vizio, il mio.
baci, Klàra.

ventopiumoso ha detto...

dunque kiara non rimane nessuno...

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"C’e’ da chiedersi davvero quanti esseri umani esistano in quello che sembra essere un mare di mostri."

Leggendo tutti i casi che hai elencato, direi che sono davvero pochi.

C'è poco da fare, ma ognuno pensa per sè e se ne frega degli altri.
Credo che i santi esistano solo in paradiso e non su questa Terra.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Dea: sta diventando un vizio

Non credo sia un vizio, sai? Ma la caratteristica piu' affascinante delle donne.
Peccato che molte la usino solo per piangersi addosso, e cio' le rende deboli.


@ Ventopiumoso: dunque kiara non rimane nessuno...

Se non rimane nessuno, significa che anche tu sei uno di quelli che ho elencato?


@ Davide: C'è poco da fare, ma ognuno pensa per sè e se ne frega degli altri

Ognuno include anche te?
Oppure conosci qualcuno che pensa piu' agli altri che a se stesso?

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Ognuno include anche te?
Oppure conosci qualcuno che pensa piu' agli altri che a se stesso?"

Io facevo un discorso generale. Comunque io non ho mai detto che sono un santo.

Conosco anche qualcuno che pensa più agli altri che a sè. Però sono molto pochi. Viceversa quelli che pur di fare montagne di soldi venderebbero anche la propria madre sono molti.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Conosco anche qualcuno che pensa più agli altri che a sè. Però sono molto pochi

Mia nonna, che tu credevi che si chiamasse di nome Nagyanya :-), mi diceva sempre: "Quando devi cogliere un frutto, prendi solo quello che ti sembra buono, e lascia tutti gli altri sull'albero".
A volte ci capitava di tornare a casa con un piccolo paniere di albicocche, ma sapessi che buona era la marmellata che preparavamo...
Meglio poca ma buona...
Non e' cosi' che dite anche voi?


PS: non c'entra nulla con l'argomento, ma sarei curiosa di sapere chi e' quello che sta tutto il giorno collegato, dalla mattina fino a notte inoltrata, e da giorni sta leggendo tutti i miei post, vecchi e nuovi, anche ripetendo la lettura degli stessi piu' volte, ma non commenta mai. Il collegamento sembra provenire da Groningen, in Olanda, ma potrebbe essere un proxy.
Davvero, sarei curiosa, perche' un tale interesse nel mio blog finora non l'ho mai visto, se non nelle persone con le quali ho un rapporto un po' piu' stretto. Ma neppure loro arrivano a tanto.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"A volte ci capitava di tornare a casa con un piccolo paniere di albicocche, ma sapessi che buona era la marmellata che preparavamo...
Meglio poca ma buona...
Non e' cosi' che dite anche voi?"

Credo di sì. Purchè oltre che buona sia anche sufficiente. A volte bisogna prendere quello che passa il convento anche se non ci piace tanto.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: A volte bisogna prendere quello che passa il convento anche se non ci piace tanto

Ecco... qui non sono d'accordo, e forse e' in tema anche con quanto stiamo discutendo.
C'e' anche chi preferisce mangiare di meno, molto meno, pur di non doversi sorbire le schifezze.
Questione di come siamo stati educati, oppure di come abbiamo deciso di vivere la vita.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"C'e' anche chi preferisce mangiare di meno, molto meno, pur di non doversi sorbire le schifezze."

Purchè il meno sia sufficiente.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Purchè il meno sia sufficiente.

Sufficiente per cosa? Sufficiente per chi? Sufficiente in base a quali priorita'?
Sufficiente e' un concetto "soggettivo", ed e' anche per questo che ci differenziamo.
C'e' chi si fa bastare una ciotola di riso e chi, invece, pensa di non sopravvivere se non mangia tartufo ogni giorno.
Potremmo a questo punto aggiungere: "Chi ha un concetto di "sufficiente" che non tiene conto dei bisogni di tutti, e sovrastima le proprie necessita', sottovalutando quelle altrui, non merita di essere chiamato essere umano".

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"C'e' chi si fa bastare una ciotola di riso ....".

Questo intendevo per sufficiente.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Questo intendevo per sufficiente

No. Questo non e' il sufficiente. Questo era un esempio per indicare la soggettivita' del concetto di "sufficiente".
"Sufficiente", invece, come termine non puo' mai stare da solo, deve sempre essere abbinato a qualcosa.
Sufficiente per chi? Sufficiente per cosa? Con quali priorita'?
Se siamo in due e la ciotola di riso e' la stessa, qual'e' il sufficiente? E se siamo in tre?
Dicevo, e' anche da questo che si contraddistinguono coloro che meritano (o non meritano) di essere definiti essere umani.
Tu hai esordito con un concetto abbastanza chiaro: "C'è poco da fare, ma ognuno pensa per sè e se ne frega degli altri. Credo che i santi esistano solo in paradiso e non su questa Terra".
A me questo sembra (appunto) "sufficiente" per per capire la visione che hai del mondo e del vivere.
A meno che tu non dica che chi agisce in quel modo, non merita di essere chiamato essere umano.
Solo in tal caso, forse, potremmo concordare.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Tu hai esordito con un concetto abbastanza chiaro: "C'è poco da fare, ma ognuno pensa per sè e se ne frega degli altri. Credo che i santi esistano solo in paradiso e non su questa Terra".
A me questo sembra (appunto) "sufficiente" per per capire la visione che hai del mondo e del vivere.
A meno che tu non dica che chi agisce in quel modo, non merita di essere chiamato essere umano."

La mia era solo una constatazione, non certo un giudizio di valore.

Se poi non consideri umani quelli che pensano solo per sè, io concordo perfettamente.

Ciao Davide

rossoallosso ha detto...

@Chiara
non avresti fatto prima a scrivere l'essere umano non è un "essere umano" ma è solo la natura ad essere molto "umana" dalla quale osservandola dovremmo imparare ed invece più ce ne distacchiamo e più diventiamo uomini,che non significa "umani"
scusami è un po arzigogolato ma il concetto mi pare chiaro

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rosso: non avresti fatto prima a scrivere l'essere umano non è un "essere umano" ma è solo la natura ad essere molto "umana" dalla quale osservandola dovremmo imparare ed invece più ce ne distacchiamo e più diventiamo uomini,che non significa "umani"
scusami è un po arzigogolato ma il concetto mi pare chiaro


Fantastico...
Prima dici che "avrei fatto prima a scrivere...", e poi affermi che quello che hai scritto e' arzigogolato, ma il concetto rimane chiaro. :-)))
Sinceramente, ho provato piu' volte a decifrare, ma per me non e' chiaro un granche'.
L'unica cosa che mi viene in mente in questo momento, e' che il mondo si e' talmente capovolto che anche il piu' normale degli uomini, chi proprio non fa niente di speciale, puo' apparire un essere umano, o addirittura un eroe o un salvatore della patria, se paragonato alla merda umana che e' diventata consuetudine e alla quale la gente si e' abituata.

rossoallosso ha detto...

ciao permalosona,
comunque è vero mi hai preso in castagna,però sono contento errare mi rende molto umano :-)

uyenesa ha detto...

Non importa la paura per cio’ che sto per diventare,
Non importa la gloria di quello che sto lasciandomi dietro.


Ciao, son tornata da una vacanza imprevista, contornata da strani eventi del web e del modem.

Ora sembra tutto a posto, ma non si sa mai cosa l'elettronica ti possa far passare.

I tuoi post sono sempre così... disarmanti!
Pensavo di aver capito un pezzo di me stessa, invece stasera ho il dubbio di aver capito poco.

Non importa, perchè il bello di ogni anima dubbiosa è la ricerca della verità perduta. E ritrovandola, ci si sente molto felici, come quando si ritrova un fratello perduto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Uyenesa: I tuoi post sono sempre così... disarmanti!

Meglio disarmati che armati fino ai denti. :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics