mercoledì 30 novembre 2011

25
comments
Compleanni

E cosi’ un altro anno e’ quasi trascorso…

E quindi? E quindi non posso far altro che prenderne atto. D’altronde, se tutto restasse immobile, immutabile, cristallizzato, non sarei viva.

Una cosa e’ certa: ora intravedo le prime rughe intorno agli occhi. In vita mia, e’ vero, ho riso molto, ed ho anche pianto molto. Ho vissuto molto. Il meglio deve ancora arrivare, lo so, ed ho ancora tanta voglia di vivere, di ridere, di piangere. Sara’ dunque la mia pelle che alla fine paghera’ il prezzo della mia avidita’? Non ha importanza, mi sta bene cosi’. Perche’ anche se in questo momento sono sola, sono molto meno sola di quando avevo il volto completamente liscio. Adesso, i frutti, non li desidero piu’. Li divoro. E lo faccio con gli occhi bene aperti.

Una cosa e’ certa: ora mi accorgo dei primi capelli grigi sulla mia testa. In vita mia, lo confesso, ho visto un sacco di cose: buone, cattive, belle, brutte. Ho combattuto molto. A volte ho vinto, altre ho perso. Saranno dunque i miei riccioli d’ebano che alla fine pagheranno il prezzo della mia tenacia? Non ha importanza, mi sta bene cosi’. Perche’ non ho bisogno di tingermi i capelli per sentirmi giovane. Il fuoco della passione che ho dentro si prendera’ cura di loro, ed e’ talmente rosso che non diventera’ mai grigio.

Una cosa e’ certa: ora sto molto piu’ attenta quando corro e salto. Pero’ ancora riesco a correre e a saltare, sapete? Anche quando non c'e’ nessuno che mi insegue e vuol catturarmi. In fondo, riesco benissimo a catturarmi da sola. Lo faccio da sempre. Mi spezzero’ forse qualche osso? Va bene, non ha importanza. Spezzero’ il cuore a qualcuno oppure qualcuno spezzera' il mio? Non ha importanza, mi sta bene cosi’. Perche’ le strade sbagliate sono l’unico percorso che conduce a nuove scoperte, ed io non voglio smettere di viaggiare verso l'ignoto. Sempre. E le mie ginocchia ammaccate sono piu’ forti di quello che sembrano.

Una cosa e’ certa: ora ho molto meno fiducia negli altri di quanto avessi una volta. Pero’ mi resta ancora un po’ di fiducia. Anche quando sono terrorizzata. Perche’ ho imparato che chi veramente perde nella vita e’ chi inganna, non chi e’ ingannato. Ogni tanto mi capita di prendere qualche schiaffo? Ogni tanto vengo pugnalata alle spalle? Non ha importanza, mi sta bene cosi’. Perche’ sono orgogliosa delle cicatrici che ho e delle mie ferite sempre aperte. E piu’ sanguinano, piu’ ho voglia di bere dal calice della vita.

Una cosa e’ certa: ora non credo piu’ in molte cose. Ma ancora credo in qualcosa: nella liberta’, nell’amore, nell’amicizia, nel mistero, nel desiderio, nella sorpresa, nelle parole, nei silenzi, nella dignita’, nell'essere umili e nel possedere poco, nel donare che e’ piu’ gratificante che prendere. E soprattutto credo in me stessa. A volte mi vengono dette bugie? A volte mi lascio ingannare? Non ha importanza, mi sta bene cosi’. Perche’ la vera crudelta’ e’ mentire a se stessi, non agli altri. E la meritata punizione, chi mente a se stesso, la porta gia’ dentro di se’.

In effetti, un altro anno e’ quasi trascorso [1]... pero’, nonostante tutto, dentro di me un’adolescente ancora gioca, ride, corre. E a lei non frega niente delle rughe, dei capelli grigi, di rompersi le ossa o di spezzarsi il cuore. Lei non si preoccupa dell’inganno, della paura, degli schiaffi, delle coltellate e delle cicatrici. E’ come la luce, come l'acqua, come la luna, incurante di tutto come una poesia che ancora nessuno ha scritto.

...E non ha intenzione di invecchiare tanto presto.

Non fatevi ingannare dal rossetto,
lei e' una bambina.
Il suo gioco preferito? Nascondersi e poi cercarvi.
Non fatevi ingannare dalle scarpe da ginnastica,
lei e' una donna matura.
Il suo gioco preferito? Cercarvi e poi nascondersi.
(Joumana Haddad)

[1] Esistono usanze in alcuni popoli, e in special modo in alcune comunita’ particolarmente attaccate a tradizioni antiche, che possono sembrare bizzarre. Per indicare la propria eta’ non viene preso come riferimento il giorno di nascita, ma un unico giorno, che puo’ essere una ricorrenza, una festivita’ religiosa, il passaggio di data sul calendario dall’anno vecchio a quello nuovo oppure, piu’ frequentemente, un fenomeno della Natura, come ad esempio un solstizio o un equinozio. E’ l’individualismo che cede il passo alla collettivita’. E’ far sentire tutti parte di un tutto. Cosi’ accade che le persone della comunita’, sebbene nate in momenti diversi, festeggino il compleanno tutte insieme, lo stesso giorno, ed un bimbo appena nato compia il suo primo anno di eta’ in quella particolare data.

25 commenti :

ventopiumoso ha detto...

beh, deduco che è giunto il momento di farti gli auguri, per il prossimo giro di giostra :)

giosby ha detto...

Hey, niente malinconie, ok?
Wow

Kameo ha detto...

.... e chi non brinda con me, peste lo colga!
;-)

Fabrizio ha detto...

Era da un po' che volevo capire quando cadeva il 31 settembre.

rossoallosso ha detto...

ti faccio gli auguri donandoti ciò che più ti piace:

Nel deserto pianeta,
tra dune di sabbia
arse da un sole
morente,
solo lo scorpione vigila
perché la poesia non torni mai più
a turbare cuore e coscienza dei superstiti.
Senza speranza lotto
contro lo scorpione
che mi ha reso cieco,
avendo fatto dei miei occhi la sua torre di vedetta sulle rovine,
che mi ha reso sordo,
avendo fatto delle mie orecchie il suo nido,
che mi ha reso muto,
avendo fatto della mia lingua letto ai suoi spietati giochi,
che mi ha reso trasparente e più fragile di vetro sottile,
avendo preso forza e nutrimento dalle mie illusioni,
dai miei sogni infantili.
Quasi più non sono
se non brezza
che non dà più refrigerio
e questo è il rantolo
prima che lo scorpione
faccia del mio cuore
il palazzo per celebrare il trionfo.

Tra cenere e terra ha detto...

Tanti auguri, affascinato dal tuo ritratto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ tutti: Mi fate gli auguri, ed e' giusto. Vi ringrazio. Gli auguri andrebbero fatti sempre, anche senza un motivo. Gli auguri prescindono una ricorrenza. Nel libro di Alice si festeggia il "non compleanno".
Purtroppo, cio' che avviene e' che sempre piu' ci si ferma a guardare dito, e non si va oltre. La luna, resta percio' nascosta dietro al dito che la indica.
In ogni singola parola esiste un significato piu' profondo di quello che appare. Le parole, usate come ingredienti, compongono pietanze dove, scoprire i sapori, diventa un esercizio che solo coloro dotati nel "gusto" possono completare.
E a volte, le parole vengono sparse... come il sale, sperando di azzeccare nella quantita'.
Non uso mai il misurino per il sale. Solo le dita.
Oppure le centellino, accuratamente.
Chi e' in grado di gustare davvero quei "piatti" che talvolta preparo con "amore"?

fatina ha detto...

Pregiatissima Chiara,

per prima cosa auguri.

Però ho provato un po' di tristezza a leggere questo post.

Lo so che il tempo è inesorabile e tutti diventiamo vecchi e nessuno sfugge alla morte. Meglio non pensarci.

Ciao Davide

fatina ha detto...

Pregiatissima Chiara,

volevo avvisarti che per i problemi che sai per un po' uso un altro avatar. E' solo una situazione provvisoria.

Ciao Davide

fatina ha detto...

Pregiatissima Chiara,

mi sono dimenticato di dirti che questo dipende da un problema di passwor. Quella che usavo per l'altro avatar era la stessa dell'email che mi hanno craccato.

Domani mi faccio cambiare le pasword da un amico esperto in informatica e poi uso nuovamente il mio vecchio avatar davide.


Ciao Davide

Kameo ha detto...

Oh Davide! Che tenera fatina sei :-)))

rossoallosso ha detto...

@chiara
non so se ho capito ma ti scrivo lo stesso perchè il tempo speso con te è ben speso,tu sai,anche se non è il tuo caso ancora ;-)che con l'avanzare degli anni le risorse fisiche e soprattutto nervose sono preziose e che impari a gestire grazie alla esperienza accumulata che ti dice quando il gioco vale la candela e questo ti porta ad essere più saggio e meno impulsivo,non scambiarla per resa,chiamala se vuoi,come un buon vecchio contadino, ottimizzazione delle risorse ;-)
un bacione

rabbah ha detto...

Meno male che almeno tu te ne accorgi del passare del tempo. molti non se ne accorgono neppure quando si cambia la stagione, figurati se osservano quando passano gli anni hahahahaahaha
La cosa grave e` che per molti questo passar del tempo non lascia nessuna traccia, o per dirla meglio, l`unica traccia che si intravede e quella biologica, perche del resto tutto rimane un immenso silenzio :))))))

Giosby e rimasto con l`impressione che tu sei un po malinconica invece di capire che non si tratta per niente di questo. al contrario, piu passano gli anni piu sei preparata a riceverli nel loro splendore consciente della loro indubitabile potenza formativa, cristalizzante.

Davide e rimasto in una floscia tristeza :))))))) e ti consiglia "meglio non pensarci" invece di sugerirti a pensarci ora piu che mai, perche solo l`eta matura ti da il privilegio di diventare piu riflessivo, piu completo e piu te stesso.
La gioventu e bella, senza dubi, ma la maturita e bella ancor di piu.
Tra tutti che hanno lasciato un comento qui, Kameo mi sembra l`unica persona piu applicata :)))
CIN CIN a tutti!!!

davide ha detto...

Cara amica Kameo,


"Oh Davide! Che tenera fatina sei".

Essere una fatina azzurra è sempre stato il sogno.

Comunque adesso ho risolto i miei problemi (dei pirati informatici mi avevano rubato l'email per fregarmi i soldi di una carta play senza comunque riusirci) e posso usare il mio avatar.

Ciao Davide

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

ho solo una curiosità. I pirati informati che hanno cercato (senza riusirci) di suotarmi il conto, hanno per caso cercato di contattarti spacciandosi per me?

Te lo chiedo perchè so che hanno inviato delle mail spacciandosi per me allo scopo di acquisire informazioni per entrare nei miei conti.

Ciao Davide

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

ho una curiosità. Perchè non rispondi alla domanda di cui sopra?

Basta un sì o un no.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ho una curiosità. Perchè non rispondi alla domanda di cui sopra?

Ho ricevuto, ma il mio antivirus l'aveva bloccata.
Non mi ricordavo che quella mail fosse la tua, e siccome c'era un link sospetto, era stata eliminata.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Ho ricevuto, ma il mio antivirus l'aveva bloccata.
Non mi ricordavo che quella mail fosse la tua, e siccome c'era un link sospetto, era stata eliminata."

Grazie. Io di informatica non capisco niente. Però i sistemi di protezione delle carte di credito play sono ottimi.

Nonostante mi abbiano rubato la mia email non sono riusciti a svuotarmi il conto.

Ciao Davide

Pinocchio ha detto...

Cara Fatina,
da molto ti cerco,
ti pensavo tutta azzurra,
con i capelli biondi e,
sinceramente,
un po carina,
invece, deluso, mi accorgo che
nenahce le fiabe sono a lieto fine
e tu sei un uomo
Permetti un desiderio???
grazie

J.T. ha detto...

Bello festeggiare tutti insieme un compleanno,
nessuna diversità e grande feste anche per i perenni esclusi:-)

Anonimo ha detto...

Straordinario il tuo commento rivolto a tutti.
Sei sempre più brava!!!! ;-)
Ancora mail craccate?!?!?
Ma e' vero????
Davide non si può leggere :-D
Mat

davide ha detto...

Caro amico Pinocchio,

"Cara Fatina,
da molto ti cerco,
ti pensavo tutta azzurra,
con i capelli biondi e,
sinceramente,
un po carina,"


Niente capelli biondi, ma invece barba grigia.

Quanto al carino lasciamo perdere.

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Mat,


"Ancora mail craccate?!?!?
Ma e' vero????
Davide non si può leggere :-D
Mat"

Per quel che mi riguarda era la prima volta che mi craccavano la mail.

Comunque non avevo niente di interessante fra la posta. Solo qualche lettera di saluti ai parenti in Brasile e in Argentina.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Per quel che mi riguarda era la prima volta che mi craccavano la mail.

Davide, Mat si riferisce a quando la mail la craccarono a me. Non lo ricordi che con quella riuscirono a prendermi per qualche giorno anche il blog?
Oggi, date le misure di protezione che ci sono, sarebbe alquanto piu' difficile, ma a quei tempi ero assai ingenua.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Davide, Mat si riferisce a quando la mail la craccarono a me. Non lo ricordi che con quella riuscirono a prendermi per qualche giorno anche il blog?
Oggi, date le misure di protezione che ci sono, sarebbe alquanto piu' difficile, ma a quei tempi ero assai ingenua".

Capisco. Io non ho preso particolari misure di protezione, anche perchè fra le mie mail non c'era niente di interessante. Però d'ora in poi starò più attento.

Ciao Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics