domenica 22 maggio 2011

81
comments
Chi sapra’ farmi godere a Milano?

Uomo, donna, si sa, per me non fa alcuna differenza. Cerco chi sappia donarmi un attimo di sublime godimento. Un orgasmo come non ho piu’ da molto tempo, di quelli che poi mi lasciano senza energie, ansimante, con dentro quella sensazione di pace, appagamento, gratitudine e – perche’ no – anche un po' d'amore per la persona che ha soddisfatto la mia voglia. Non e’ qualcosa che avviene spesso, non e’ qualcosa che chiunque e' in grado di fare. Farmi godere nel modo giusto non e’ facile. Si devono possedere precisi requisiti. Adesso vi spiego…

Cio’ potrebbe sembrare un invito ad un appuntamento al buio, ad una notte di trasgressione, alla realizzazione di una perversa fantasia. Conoscendomi potrei anche esserne capace.

Non sarebbe la prima volta: un viaggio a Milano, un incontro in stazione, pochi preamboli, una cena a lume di candela e poi a casa mia o in qualsiasi altro luogo a dar sfogo all'animalita’. Ma alla fine sarebbe un orgasmo come tanti, di quelli che ho provato migliaia di volte. Cosa cambierebbe? La persona? Gli odori? Le sensazioni? Non credo. Sarebbe esattamente come le altre volte; una scopata, magari un po’ piu’ partecipata, piu’ intensa, piu’ violenta di altre oppure piu’ dolce, piu’ romantica, piu’ intrisa di tenerezza, ma comunque una normalissima scopata. L’orgasmo che voglio, invece, e’ qualcosa di piu’. Qualcosa che mi mandi via di testa facendomi volare.

Chi potrebbe farlo? Chi saprebbe essere cosi’ generoso da donarmi quello che voglio dedicandosi a me completamente per farmi sentire la donna piu’ importante e desiderata del mondo? Perche’ e’ questo che mi ci vuole per andare in visibilio, e’ questo che mi eccita piu’ di ogni altra cosa, e’ questo che mi rende davvero disinibita, spudorata… troia. Sentirmi importante, amata, desiderata al punto che l’altra persona per me farebbe qualsiasi cosa. Proprio qualsiasi, arrivando a fare cio’ che non farebbe mai con nessun’altra.

C’e’ chi sostiene che per questa mia sete inesauribile, che non si placa fin quando non ho ottenuto cio’ che voglio, io sia per certi versi troppo impegnativa. Una donna che pretende troppo. Sembra che ogni partner, con me, sia costantemente sottoposto a stress. Non so se sia realmente cosi’. Anche se lo fosse, questo non sarebbe un mio problema, ma un problema di chi volesse eventualmente starmi accanto. Posso dire pero’ che non potrei mai provare un sentimento, d’amicizia, amore o altro, per chi non mi desse tutto cio’ di cui fosse capace.

Questo significa pretendere troppo? Essere pesante, difficile, impegnativa? Non lo so, ma in altro modo non saprei essere. Sono cosi’ e basta e chi vuol stimolare il mio interesse deve saperlo fin da subito: nell’amicizia, come nell’amore ed anche nel sesso, non mi accontento di poco, del minimo indispensabile, di cio’ che normalmente “viene dato a tutti” e che “tutti possono avere". No. Io desidero di piu’… molto di piu’. L’uomo o la donna che, quindi, vorra’ rendere concreta e vera questa mia fantasia, non potra’ essere una persona qualunque. Dovra’ essere speciale.

Ovviamente, come ho specificato nel titolo, e’ indispensabile che sia di Milano. Altra caratteristica che richiedo e’ quella che non abbia l’originale intenzione di votare per Pisapia domenica prossima al ballottaggio. Chi avesse intenzione di dare il suo voto alla Moratti sarebbe l’ideale, ma andrebbe bene anche chi avesse deciso di non votare.

C’e’ chi dice che sono perversa, ed ha ragione. Al solo pensarci le dita mi scendono da sole in grembo e cominciano a muoversi automaticamente, e come ogni volta sento quella piacevole sensazione di formicolio dentro la pancia. La mia esigenza nasce pero’ da un motivo ben preciso: per raggiungere l’orgasmo che voglio io, pieno, completo, soddisfacente fino alla fine, Pisapia dovra’ ottenere almeno un voto in piu’ della Moratti. Solo cosi’ mi si vedra’ andare in estasi e vi assicuro che quando accade, me lo dicono tutti, sono uno spettacolo: la mia libido si scatena, divento folle, perdo ogni freno inibitorio, un’assatanata che non si placa se non dopo aver goduto una, due, tre volte…

Ebbene si’, se ancora non lo si fosse capito, sono anche multiorgasmica. Ma solo con chi ci sa fare.

Lo so, potrei farlo anche da sola. Potrei salire su un treno, arrivare a Milano, ritirare il certificato elettorale, raggiungere il seggio e mettere la croce sul mio candidato preferito, che e’ Pisapia, ma purtroppo ci sono dei problemi seri che m’impediscono di allontanarmi da casa in questo momento. Considerati i tempi di viaggio, per venire a Milano a votare impiegherei come minimo tre giorni, e questo non posso proprio permettermelo. E poi, a pensarci bene, messa nel modo in cui l’ho messa, assomiglierebbe piu’ ad una masturbazione ed invece avrei voglia di ben altro…

Chi sapra’ dunque farmi godere a Milano? Chi vorra’ donarsi a me completamente? Chi fara’ per me cio’ che non farebbe mai per nessun’altra? Chi riuscira’ a farmi sentire cosi’ importante da farmi bagnare le mutandine al solo pensiero? Chi votera’ Pisapia, donando quel voto a me che non posso farlo? Chi, seppur per un'unica volta, mettera' da parte le sue convinzioni politiche per rendermi felice portandomi al godimento sublime?

Sarebbe una cosa bellissima, qualcosa di nuovo, un dono che non ho mai ricevuto, una sensazione mai provata che mi farebbe struggere dentro fino a liquefarmi completamente. Tuttavia, so che, nonostante questo sogno, e’ molto difficile che esista qualcuno con tutte le caratteristiche che ho elencato, che sia cioe’ in grado di realizzare completamente i miei desideri. Pero’, vorrei credere che questa persona esista e che lanciando il mio messaggio nel mare del web qualcuno da qualche parte, chissa’, possa raccoglierlo e decida che farmi godere valga piu' di qualsiasi altra cosa.

81 commenti :

Gio ha detto...

Le stanno provando tutte quei porci.
Il voto di scambio, quell'indecente mercanteggiare alla luce del sole, traghettato nella 'Milano bene' puzza come una fogna a cielo aperto.

Proprio oggi pensavo alla mia città: sindaco ex metallara, lesbica dichiarata, di sinistra.

E si vede.

Ciao Klarissima, la prossima campagna elettorale spero l'affidino a te ;-)

rossoallosso ha detto...

si potrebbe organizzare un unico,epocale orgasmo simultaneo via web se avvenisse ciò che auspichiamo,una virtuale orgia alla quale tutti possono partecipare,non si rischia nulla e non serve nemmeno guardarsi le spalle ;-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gio: Proprio oggi pensavo alla mia città: sindaco ex metallara, lesbica dichiarata, di sinistra.

Eh, Gio... non hai i requisiti per farmi godere. Non sei di Milano e Pisapia lo avresti votato comunque. Peccato! :-)


@ Rosso: e non serve nemmeno guardarsi le spalle

Non vi capisco, uomini, state sempre a guardarvi le spalle perdendovi il bello di un'orgia. Una situazione orgiastica dove si sta continuamente in ansia e' un incubo. Meglio evitare.
Invece quell'aspetto li', per chi ha una sessualita' "completa", in cui si riescano a vedere tutti i colori, e' addirittura eccitante.
In questi casi, non conviene essere "daltonici". :-)
Anche tu non sei di Milano, poi avresti votato Pisapia in ogni caso. Quindi neanche tu hai i requisiti. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Le stanno provando tutte quei porci.
Il voto di scambio, quell'indecente mercanteggiare alla luce del sole, traghettato nella 'Milano bene' puzza come una fogna a cielo aperto.


La tecnica e' quella tipica del "votami cosi' smetto di bastonarti".
Credo che in Italia, sia ormai un sistema che "paga": durante gli anni in cui governo, ti riduco alla canna del gas. Poi ti prometto di concederti un po' d'aria se mi rivoti.
Praticamente, la questione dell'Ecopass e le multe che verrebbero cancellate, rispecchiano proprio questo metodo.
Qualcuno dovrebbe chiedersi se convenga credere alla Moratti oppure a me.
I miei orgasmi, diversamente dalle promesse di certa gente, si sono sempre verificati. :-)

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"poi avresti votato Pisapia in ogni caso. Quindi neanche tu hai i requisiti"

Io non avrei certo votato Pisapia, però non sono di Milano e sono quindi fuori gioco. Peccato.

Comunque nel caso in esame mi sembra che la Moratti sia alla canna del gas. Accusare falsamente qualcuno di aver rubato un'auto, oltre ad essere un reato, è un'idiozia perchè con i casellari giudiziari informatici si può essere smentiti immediatamente.

Ora la Moratti prova ad agitare lo spauracchio degli zingari e dei mussulmani ma sono armi spuntate.

Ciao Davide

Kameo ha detto...

Il passaggio dalla Milano da bere alla Milano da godere sembra quasi un miracolo a Milano

http://www.youtube.com/watch?v=xX-QCeqISZk

Xtc ha detto...

Non tutti sanno che Lui ha la residenza a Milano, e non ad Arcore. Pensa che orgasmo se la Moratti perdesse per un voto. Il Suo. :-)
Come amatore pare sia fuori quota, per quanto vinca barando.
Però ci vuole uno stomaco non eccessivamente delicato

rossoallosso ha detto...

@Chiara
non ho esperienza in merito ma credo che più che colori si possano definire dolori,eppoi basta un dito per chiudere un occhio ;-)

@Kameo
Ai tempi di De Sica i poveri erano poveri consapevoli di esserlo,ora i poveri sono convinti di essere ricchi perchè hanno l'auto,il telefonino,la tv, ecc ecc senza rendersi conto che sono schiavi.
Grazie del link,un gran film di cui mi ero dimenticato.

@Xtc
Pure io avevo pensato a simile soluzione ma non so se Chiara in tal caso garantirebbe l'orgasmo,credo più ad uno scoppio di ilarità vedendo il nano smontare le protesi una ad una ;-)

carlos ha detto...

Quanta munifica generosità! :)

Ogni voto vale, per cui lascia stare il consiglio di Xtc, il voltastomaco lo darebbe a molti tuoi lettori credo. Se poi si trattasse di fare come la biblica Giuditta allora le cose cambiano.

Mi auguro e credo e scongiuro che tanto olocausto (perché tale sarebbe prestarsi alle voglie di un imperterrito morattiano) non sia necessario. Quell'infima "sindachessa" cadrà. Deve cadere, e con lei tutti i suoi accoliti, la sua ipocrita corte. Pur in maniera masturbatoria ne godrei come un gorilla, fino allo sfinimento.

"Piu' di qualsiasi altra cosa."

Sei esemplare.

Xtc ha detto...

carlos,
non era un consiglio, era un adynaton.

L'adynaton è una figura retorica il cui nome deriva dal greco ἀδύνατον e significa "impossibile". Esso è un metalogismo che consiste nel citare una situazione assolutamente irrealizzabile attraverso il confronto con un'altra, descritta con una perifrasi iperbolica e paradossale.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Io non avrei certo votato Pisapia, però non sono di Milano e sono quindi fuori gioco. Peccato.

Ma se fossi stato di Milano avresti votato al mio posto?
Sii sincero. :-)


@ Kameo: Il passaggio dalla Milano da bere alla Milano da godere sembra quasi un miracolo a Milano

Ti assicuro che se accadra' cio' che mi auguro, e che auguro a chi non ne puo' piu' di una politica vecchia che dura da quasi 20 anni (sono arrivata in Italia e ho trovato Berlusconi e me ne sono andata che c'era sempre lui), avro' un orgasmo tale che lo sentirete anche li' dove siete voi. :-)


@ Xtc: Non tutti sanno che Lui ha la residenza a Milano, e non ad Arcore.

Si'. Fra l'altro in una zona neppure tanto "altolocata". Ma lui, da perfetto parvenu, si vergogna. Se perdesse per un voto, sarebbe orgasmo doppio, anzi triplo e forse anche quadruplo.
Roba che inzuppo anche il materasso. :-)


@ Carlos: Quell'infima "sindachessa" cadrà.

Il nervosismo che rilevo fra coloro che fino a poche settimane fa dichiaravno di essere berlusconiani, e' palpabile. Molti iniziano gia' a mettere le mani avanti dicendo che si'... forse qualcuno del PD... potrebbe essere anche votabile.
Tipico di un popolo che ha sempre iniziato una guerra alleato da una parte e l'ha finita alleato con l'altra.
Un trasformismo a cui si assistera', credo, nei mesi che seguiranno qualora a Milano si verificasse quello che spero.
E posso dire che per una volta dopo tanti anni sono positiva. Penso che Pisapia possa farcela.
E poi, la Moratti nel voto di scambio e' davvero una pippa...
Molto meglio io. :-)

carlos ha detto...

Xtc: te tu c'hai il mortara garavelli incorporato. :))

Klàra:
Sono convinto anch'io delle possibilità di Pisapia di vincere a Milano. Soprattutto se nessuno gli spara alle spalle dal lato sinistro, come è stato fatto con Renato Soru.

Conterà penso anche l'atteggiamento dei ciellini e di Formigoni, finora per lo meno ambiguo (d'altronde è la loro viscida natura che glielo impone). Se davvero pensano che la caduta della Moratti significhi anche dare un colpo definitivo alla leadership del dominus di Arcore, arriveranno al punto di consegnare Milano a Pisapia. Perché ambiscono a vedere uno di loro, il verginone stesso, a capo del Paese. E forse pensano che i tempi siano maturi.

Vittoria o no, il carattere politico e "morale" di Milano non credo sia cambiato così di punto in bianco, non mi farei troppe illusioni. Semplicemente la moglie del petroliere è una nullità assoluta e rovinosa, e questo neppure i fin troppo pragmatici milanesi possono più permetterselo.

Duval ha detto...

Tipico di un popolo che ha sempre iniziato una guerra alleato da una parte e l'ha finita alleato con l'altra

Le stanno provando tutte quei porci.


Hai ragione; occorre essere fermi nelle ideologie; meditare, ponderare, essere "grigi" non è da gente seria; o bianco o nero; e così sia.

Io voto Lega ma mi dicevo che se vincerà Pisapia significa che la maggioranza dei milanesi lo ha scelto e in democrazia la maggioranza ha ragione; così mi dicevo ma sbagliavo.

Voi di sinistra avete sempre sputato giudizi infamanti su chi ha votato Berlusconi o la coalizione che lo sosteneva , è giusto che io faccia lo stesso, siamo in guerra no? Quindi se vincerà il sinistro Pisapia, invece di pensare semplicemente che c'è chi non la pensa come me, dirò che chi l'ha votato è uno stronzo.

Intanto mi godo il mio orgasmo; ieri pomeriggio una amica spagnola mi ha detto: devo lasciarti, vado a metterlo in culo a quei porci dei socialisti e a quel bastardo di Zapatero. E' successo! (grande popolo gli spagnoli ...)

Va bene così? Sono un italiano tutto d'un pezzo?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Duval: Voi di sinistra avete sempre sputato giudizi infamanti su chi ha votato Berlusconi o la coalizione che lo sosteneva

Io sono di sinistra, e rispondo solo per cio' che ho scritto io. Mi spieghi cosa c'e' d'infamante in questa frase?

"Tipico di un popolo che ha sempre iniziato una guerra alleato da una parte e l'ha finita alleato con l'altra".

I guerra mondiale 1914-1918. Gli italiani, alleati dell'Austria-Ungheria nel 1914, finiscono la guerra alleati della Francia.

II guerra mondiale 1939-1945. Gli italiani, alleati della Germania nel 1939, finiscono la guerra alleati dell'Inghilterra.

rossoallosso ha detto...

@Chiara
e per finire con Gheddafi

@Duval

io non ho mai votato nè PD,nè tantomeno PDL,e ancor meno Lega,
non voterei nemmeno Pisapia sebbene io di estrema sinistra, non mi sento certo rappresentato dal futuro sindaco di Milano checchè se ne dica, però sono uno che da sempre critica l'operato sia del governo che dell'opposizione e anche verso partiti o leader che dovrebbero rappresantarmi ed è lo stesso comportamento che mi aspetterei da un leghista visto le decennali promesse(te le devo elencare?) mai mantenute dal tuo "partito" che partito non è.
La realtà è sotto gli occhi di tutti per chi la vuol vedere e qui non capisco a quali accuse infamanti ti riferisci.

senza rancore,solo dialettica politica

Melina ha detto...

Che triste mescolanza fra sesso e politica...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Melina ha detto...
Che triste mescolanza fra sesso e politica...


Ciao Melina. :-)
Secondo te la mescolanza fra politica e affari e' forse migliore?
Si parla di "voto di scambio". La Moratti dice: "Tu mi dai il voto io ti abbuono le multe". Berlusconi dice: "Voi milanesi mi date il voto io porto 2 ministeri a Milano".
Questo abbinamento va bene?
Allora tanto vale che un po' di voto di scambio lo faccia anch'io: tu dai il voto al candidato che non posso votare per ragioni di distanza, ed io ti do il mio orgasmo.
Secondo te, che differenza c'e' fra il mio orgasmo e la promessa elettorale del PDL?
Io credo nessuna... ma scommetto che molti preferirebbero il mio orgasmo.
In ogni caso e' interessante la critica che fai perche' apre il varco per una discussione: cosa c'e' di cosi' "sacro" nel sesso da non poterlo mescolare con politica, affari o quant'altro?
Dove sta l'immoralita' che attira il termine "tristezza"?
Se il sesso lo si puo' fare per soldi o per convenienza, perche' non farlo per un ideale?
Non e' forse una ragione piu' nobile?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

La realtà è sotto gli occhi di tutti per chi la vuol vedere e qui non capisco a quali accuse infamanti ti riferisci.

Forse si riferisce a questo. Guardarlo tutto fino alla fine.


http://youtu.be/sMgCFf31isg

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Carlos: il carattere politico e "morale" di Milano non credo sia cambiato così di punto in bianco, non mi farei troppe illusioni.

Stai scherzando vero?
Finalmente noi zingari potremo avere la nostra capitale. Vuoi che non parteggiamo per Pisapia? :-)

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/milano-zingari-fattucchiere-865868/

Kameo ha detto...

"(...)avro' un orgasmo tale che lo sentirete anche li' dove siete voi"

Una cosa tipo questa?

http://video.corriere.it/news/mondo/index.shtml?videoid=15d16216-f32b-11df-8691-00144f02aabc

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Una cosa tipo questa?

Anche di piu'.
Ho detto: sono multiorgasmica. :-)

Se poi anche a Napoli dovesse andar bene, parto per Budapest e vado a festeggiare. :-)

Per caso, anche tu pensi sia triste se uso il sesso per parlare di politica? :-)

rossoallosso ha detto...

@Chiara
ho visto tutto ,già sapevo e già sapevo anche dell'imbarazzo di taluni, in seno alle forze dell'ordine, costretti a simili comportamenti,imbarazzi che per fortuna esistono anche nelle alte sfere e che finora ci hanno salvato da una deriva fascista ancor più accentuata.
Voglio sottolineare a proposito della disfatta di Zapatero il diverso comportamento che ha l'elettore di sinistra verso i suoi rappresentanti,se questi falliscono o deludono vengono immediatamente bocciati,diverso avviene per l'elettore di centrodestra che si comporta come un appartenente ad una lobby o peggio ad una setta,il guru è il guru qualsiasi nefandezza possa egli compiere e questi rimane sul piedistallo imperituro e impenitente.

P.S.
ineccepibile la risposta a Melina ;-)

gatsby ha detto...

@Chiara

Mi spiace, non risiedo a Milano....
Ad ogni buon conto sono tristemente arrivato alla conclusione che, chiunque vinca, non cambierà nulla.
Nè a Milano, nè in Italia.
Pisapia e la Moratti, come la sinistra e la destra, sono due facce della stessa medaglia.
E' tutto il sistema politico italiano, nel suo insieme, ad aver fallito.
Comunque, riguardo alla possibilità che tu possa "volare" lunedi sera, dopo lo spoglio, io ci andrei cauto.
Anzi, l'istinto mi dice che dovrai ricorrere ai metodi tradizionali..
Che bello se arrivasse, un giorno, sulla scena politica italiana, un uomo con "un cuerpo con poca sangre, pero con dos corazones", come nella poesia di Gongora ( tiriamo fuori la Spagna, visto che Duval - che saluto - l'ha citata per segnalare il crollo di Zapatero)

Kameo ha detto...

"Per caso, anche tu pensi sia triste se uso il sesso per parlare di politica?"

Si dice che in guerra e in amore tutto è lecito e qualcuno aggiunge anche in politica!

P.S. certo che quell'orgasmo non ha portato fortuna ai socialisti spagnoli e i maligni sussurrano che è stata sbagliata la scelta della modella ;-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rosso: Voglio sottolineare a proposito della disfatta di Zapatero il diverso comportamento che ha l'elettore di sinistra verso i suoi rappresentanti,se questi falliscono o deludono vengono immediatamente bocciati,diverso avviene per l'elettore di centrodestra che si comporta come un appartenente ad una lobby o peggio ad una setta,il guru è il guru qualsiasi nefandezza possa egli compiere e questi rimane sul piedistallo imperituro e impenitente.

Questo dovrebbe avvenire in ogni paese civile dove la popolazione ha un minimo di senso civico (avviene persino nella barbara Ungheria) e non ha un'educazione di tipo familiar-mafioso. Su questo punto mi piacerebbe scrivere un post a parte quando avro' tempo, in quanto in piu' di una occasione ho discusso e persino litigato dicendo che, qualora un componente della mia famiglia - fosse anche mia madre - commettesse un reato grave o qualcosa di ignobile, sarei io la prima a non proteggerlo. Diversamente da alcuni miei interlocutori che, invece, solo per un senso di appartenenza "familiare" coprirebbero tutto.
Questo senso di "appartenenza" che tende a perdonare tutto, ma proprio tutto, ai componenti del proprio gruppo, squadra o famiglia, e' qualcosa che proprio non riesco a condividere.
Ma qui credo che non sia il caso di Duval che, invece, criticava chi demonizza o insulta l'avversario oltre il limite che, secondo lui, e' consentito.
Un limite che di questi tempi e' assai basso, mentre quando Berlusconi ed i politici della sua parte definivano "antropologicamente diversi" gli oppositori era altissimo.
Ma forse, lui non si riferiva tanto al clima politico in generale, quanto al nostro ristretto gruppo di persone, sostenendo che sarebbe errato portare anche qui il brutto clima che esiste "fuori".

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gatsby: Ad ogni buon conto sono tristemente arrivato alla conclusione che, chiunque vinca, non cambierà nulla.

E' un'obiezione che molta gente sta facendo: "Sono tutti uguali, non cambia niente, eccetera."
Chi la fa, stranamente, ho notato, e' persona di destra. Forse cerca di esorcizzare in questo modo il timore di una sconfitta della sua parte politica. Una parte politica che ha garantito per quasi 20 anni illegalita' e privilegi sicuri solo per un gruppo ristretto di persone. E' ovvio che chi ha fatto parte di questo gruppo che ha ottenuto privilegi, adesso si senta andar via il terreno sotto i piedi, temendo che cambiando radicalmente le cose dal punto di vista politico, se la sinistra vincitrice un domani applicasse le stesse regole applicate dalla destra, per queste persone non esisterebbe alternativa che l'ostracizzazione e forse - dato il clima di odio e contrapposizione che si e' creato negli ultimi anni, la cui responsabile non e' certo la sola sinistra - potrebbe accadere anche peggio...
Conosco la cattiveria che si annida anche dentro l'uomo piu' mite. Un giorno forse vi raccontero' la storia di Zeno, uno zingaro mite che sopportava ogni angheria, anche la piu' terribile, fino a quando...
No. Non lo dico. Rimandero' il tutto a quando raccontero' la storia. Per il momento mi limito a dire che l'essere umano possiede "un istinto", come ogni animale, e questo istinto gli dice quando arriva il pericolo. E quando cio' avviene, ha due alternative: diventa aggressivo o si fa prendere dal panico.
Ma l'istinto agisce anche all'inverso e l'essere umano avverte anche quando, invece, il clima si rasserena ed il vento sta cambiando.
Questo vento di fiducia, che solo chi e' di sinistra puo' avvertire, lo sento anche io a centinaia di chilometri di distanza, sperduta nella campagna magiara.
Sono tranquila ed ho fiducia che tutto andra' bene. Penso in positivo.
Ho gia' detto: e' la prima volta in moltissimi anni che mi sento cosi'.

Comunque, riguardo alla possibilità che tu possa "volare" lunedi sera, dopo lo spoglio, io ci andrei cauto.
Anzi, l'istinto mi dice che dovrai ricorrere ai metodi tradizionali..


In tal caso, le mie palline non falliscono mai. E comunque un povero disgraziato, anche lui di sinistra, che mi soddisfi, lo trovo sempre. Magari per consolarci della sconfitta. :-)

rossoallosso ha detto...

""Ma forse, lui non si riferiva tanto al clima politico in generale, quanto al nostro ristretto gruppo di persone, sostenendo che sarebbe errato portare anche qui il brutto clima che esiste "fuori".""

Naturalmente ,eccheccazzo ci mancherebbe,però noi forse si potrebbe dimostrare che si può parlare di politica educatamente,serenamente ,senza torpiloquio.

visto che oramai ho un'età che mi altero solo se passano troppi giorni tra una scopata e l'altra(paura inconscia che mi cada l'attrezzo?)
mi inchino al volere della padrona di casa,non vorrei rovinargli l'eventale orgasmo ;-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rosso: mi inchino al volere della padrona di casa,non vorrei rovinargli l'eventuale orgasmo

Non e' il volere mio. Ho solo cercato di intuire cosa stesse dietro al duro commento di Duval. Ho da tempo deciso di censurare solo i troll, quelli che vengono qui solo per rompere le palle e non per discutere, e sono anni ormai che non banno piu' nessuno. Si dice che mi sia rammollita, o forse e' per via dell'eta', che anche per me non torna certo indietro. O, addirittura, per "altri motivi" per i quali ci si rende conto che in fondo non merita arrabbiarsi per le cazzate virtuali, considerandole piu' importanti di cio' che davvero conta: la vita reale. :-)

Gio ha detto...

Sventurato un paese in cui cani e porci si presentano alle elezioni.

E Berlusconi e i suoi, assai più che non i legaioli per altro, sono cani e porci, ma di certo non perchè 'non di sinistra'.

Flyingboy ha detto...

leggendo Duval mi venero in mente 2 personaggi...

http://www.youtube.com/watch?v=AKXlhpeb6wI&NR=1

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Fly: mi venero in mente 2 personaggi...

A me, invece, i tuoi due personaggi hanno fatto venire in mente questo. :-)

http://youtu.be/mYaQ2QjyMtM

Kameo ha detto...

Su su su buoni ragazzi ... un po' di rispetto per gli anziani brontoloni e/o porcaccioni ;-)

davide ha detto...

Carissima Chiara,

"Ma se fossi stato di Milano avresti votato al mio posto?
Sii sincero. :-)".

E perchè dovrei mentirti. Non mi sono mai fatto problemi a dirti dove votavo anche se a te non piaceva.

Comunque nel caso in esame mi sarei astenuto, ma per fare un piacere a te non avrei avuto problemi a votare Pisapia.

Ciao Davide

rossoallosso ha detto...

questa è fantastica ;-)

http://www.larena.it/stories/Cronaca/252442__mi_dicevano_vai_che_sei_primo_che_beffa/

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rosso: ineccepibile la risposta a Melina

Melina ha esposto legittimamente e con educazione il suo punto di vista. La mia risposta ha tenuto conto che il mio modo di vedere le cose e' solo mio, e magari di qualche altra persona che si sente a me affine, ma anche la posizione di chi la pensa diversamente merita rispetto.
Ho cercato dunque di stimolare un confronto sul tema da lei sollevato, cioe' la "tristezza" che, secondo lei, ci sarebbe nel mio post.
Sinceramente non ho capito quale sia stato il problema, per Melina.
Il collegamento sesso-politica?
Se fosse stato Sesso-verdura sarebbe stato meno triste? Vorra' dire che il prossimo post trattera' sesso e verdura e lo dedichero' proprio a lei.
Non c'e' niente di terribile nell'abbinare sesso a politica oppure sesso a verdura. E' il fatto di tenerlo sempre abbinato all'amore e alla procreazione che e' terribile. E' quella gabbia in cui gli uomini ci hanno costrette per gestire ed appropriarsi della nostra sessualita'. Per non farci essere piu' "nostre".
Ebbene, io quella gabbia l'ho aperta da tempo, e me ne sono uscita, libera. E sono molto triste nel vedere che c'e', invece, chi decide di restarci dentro per tutta la vita.
Oppure il problema e' stato il discorso sul voto di scambio? Come dire: il sesso non e' una cosa che si scambia.
Tutte le volte che qualcuno mi fa questa obiezione, racconto l'episodio biblico di Sodoma, e di Lot che offri’ le sue due figlie vergini al posto degli ospiti (che poi erano angeli) alla folla che tumultuava fuori dalla sua porta. Non era anche quello un offrire sesso in cambio di altra cosa? E dire che Lot era pure ispirato da Dio!
Ma forse Melina pensa che il sesso usato per raggiungere i propri scopi non sia un'azione moralmente accettabile. Ma e' forse meglio se si usa il cervello? Se si usano le mani? Le corde vocali?
Varie parti del nosto corpo, cervello, mani, gambe, corde vocali, sono usate ogni momento della nostra vita per raggiunbere i nostri scopi e nessuno ci vede niente di male, niente di moralmente ignobile... o triste. C'e' forse qualche differenza fra ugola e vagina?
Entrambi sono organi formati da tessuto cellulare, biologicamente identici dal punto di vista anatomico. Come possono essere considerati diversi? In base a quale "verita'" si puo' affermare che ottenere i propri scopi cantanto e' diverso dall'ottenerli scopando?
E' questa una cosa che non riesco proprio a comprendere. Se qualcuno me la spiegasse, con argomenti logici e non con panzane religiose, ne sarei grata. E non riesco a comprendere come sia possibile che nel terzo millennio, persone intelligenti, illuminate, che hanno studiato e si presume non siano piu’ schiave della superstizione e dell’ignoranza, pensino ancora a dividere il corpo umano in parti “morali” ed altre “immorali”, come se i peccati e le virtu' si concentrassero non tanto nei comportamenti e nelle intenzioni, quanto in punti precisi localizzati all'interno del nostro involucro corporeo.

rossoallosso ha detto...

@Chiara
io condivido il tuo pensiero,il sesso è una forma naturale di espressione corporea che però non viene considerato nei famosi 5 sensi.Come tu dici,la vagina e il pene non sono forse organi atti a recepire così come gli occhi,le orecchie,il naso,ecc ecc? penso nasca da qui il problema,come se fosse un senso da nascondere,di cui vergognarsi e da qui il diverso trattamento morale nel pensiero comune.
Naturalmente c'è chi ne abusa nella stessa maniera in cui un petulante ti scassa i cabasisi oppure uno ti fissa in maniera fastidiosa e c'è invece chi dei nostri sensi ne fa un arte, ma il sesso si fa fatica a vederlo in questi termini,ci vuole una grande apertura mentale per fare ciò(se permetti in maggior percentuale fra le donne),secoli di oscurantismo ci hanno indotto che il sesso è tabù e non una ricchezza.
voglio spezzare una lancia a favore di Melina,rivoltando la frittata forse intendeva per "tristezza" accomunare una cosa sublime come il sesso alla bassezza della politica ;-)Solo lei può rispondere, chissà se mai lo farà...

carlos ha detto...

Mah... ancora non ho capito se tira più la politica o il multiorgasmo. Secondo me Duval non vota a Milano.
Poi comincio a non biasimare troppo certe provocazioni di Klàra, se, proprio come mi aspettavo, provocano soprassalti di orgoglio tricolore anche in un fiero leghista. Ovvio che pur sempre di provocazioni si tratta: il tricolore magiaro ha sventolato al di sopra di un popolo che via via festeggiava despoti nazisti, poi comunisti e poi ancora fascisti, tra l'altro pure con venature simpaticamente revansciste mi pare. Festeggeranno un po' meno i magiari di Romania, credo. Però sono provocazioni che colgono nel segno, sui "tradimenti" italiani Klàra ha pienamente ragione: è storia. "Siamo" anche piuttosto spudorati, perché Klàra, forse per decenza, ha dimenticato l'ultimissimo, che penso sia da Guiness dei primati pure per la rapidità del voltafaccia. Ad appena tre mesi dagli accordi con Gheddafi, dal baciamano del nano al beduino, ecco che gli bombardiamo in casa. "Siamo" davvero impagabili. Prima le convenienze e poi, semmai, l'onore. Anche grazie a questo genere di abilità politica si è formata l'Italia unita e non ci trovo poi niente di vergognoso. Solo gli imbecilli non cambiano mai idea.
Insulti a parte, valuta, Duval, se senti più affine a te, e al tuo animo leghista, la miliardaria azzimata che sa tutto del bridge e quasi niente dei problemi dei milanesi, oppure quel galantuomo di Pisapia. Valuta se la Moratti ha governato degnamente la città e se merita una riconferma.

Xtc ha detto...

"Il ballottaggio è più forte di una pallottola." Abraham Lincoln

Tra cenere e terra ha detto...

Be' Chiara, che dire ? Senti, ti faccio una proposta. Potremmo seguire lo spoglio elettorale insieme, e se non trovi nessuno di Milano... ;) Prometto che arriverai all'orgasmo anche se vincesse la Moratti. ;) ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rosso: penso nasca da qui il problema,come se fosse un senso da nascondere,di cui vergognarsi e da qui il diverso trattamento morale nel pensiero comune.

Non e' proprio cosi'. La questione non viene trattata allo stesso modo per i due generi. Esiste una doppia morale ipocrita. Per i maschi il sesso (il pene) diventa un simbolo di "potenza". I maschi non si vergognano della loro "attivita'" sessuale. Anzi chi piu' ne fa, piu' viene considerato "uomo". Non esiste per il maschio l'infamia (o la tristezza) di veder legata la sua attivita' sessuale a qualcosa di "vergognoso". Non esiste per il maschio l'obbligo all'amore e alla procreazione. E se qualcuno ne abusa, al massimo viene etichettato come "satiro" e non come "troia" nel senso piu' dispregiativo del termine.
E' un discorso che in questi giorni sto affrontando molte volte e sotto vari punti di vista.
Mi chiedo: se questo post fosse stato scritto da un uomo, sarebbe stato ugualmente etichettato come "triste"?
Molte donne, perche' intrappolate dalla logica che il sesso debba fare tutt'uno con l'amore, calate in una dimensione di illusione alla quale sono state abituate, con questa immagine da fidanzatini di Peinet, con il loro comportamento vanno avanti a spargere ancor di piu' questa doppia morale ipocrita. Credono sia naturale. Credono cioe' che la Natura abbia imposto questa legge per cui lo schema e' uomo che gestisce il potere (anche sessuale) la donna lo subisce, ma avendo l'illusione di essere lei che in qualche modo guida le scelte maschili.
Ma non e' cosi'.

forse intendeva per "tristezza" accomunare una cosa sublime come il sesso alla bassezza della politica

Non esiste fine piu' nobile, per il sesso, che il raggiungimento di un ideale. Sinceramente credo che far sesso finalizzato ad un ideale "ampio", sia di gran lunga piu' onorevole che farlo rinchiudendosi concentrati solo sui propri egoistici bisogni.
E' come se si cantasse in un grande teatro per beneficenza, oppure se si cantasse solo fra le 4 mura della propria casa per compiacere solo il proprio marito.
Forse, se s'inizia a considerare questo, s'iniziano ad intravedere figure (femminili) che magari, prostituendosi, non lo facevano solo per se stesse, ma avevano in mente qualcosa di piu' "ampio". E qui, la prostituzione, assume un colore tutto diverso da quello che la gente comune e' abituata a vedere.
In questo vorrei indicare anche un "esempio" a suo modo considerato "negativo", che pero' negativo non e' se si considera la finalita' del gesto: una donna che fa sesso per aiutare il proprio paese. Per intendersi come Anna Chapman, Anna "la rossa".

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Carlos: il tricolore magiaro ha sventolato al di sopra di un popolo che via via festeggiava despoti nazisti, poi comunisti e poi ancora fascisti, tra l'altro pure con venature simpaticamente revansciste mi pare.

Ha sventolato anche nel 1956. Il popolo ungherese, con i sovietici, non ha mai avuto un buon rapporto. Era una questione di carri armati se il tricolore sventolava, e non di reale sentimento. Ma vi assicuro che con i carri armati piu' di un popolo farebbe sventolare il suo tricolore sulle cose piu' immonde.
Il fatto bizzarro e' che il tricolore italico, per sventolare allegramente, molte volte non ha avuto bisogno neppure dei carri armati.

Klàra, forse per decenza, ha dimenticato l'ultimissimo, che penso sia da Guiness dei primati pure per la rapidità del voltafaccia.

Devo confessare che avevo inserito anche questo episodio fra gli esempi. Poi l'ho cancellato, appunto, per decenza ma anche perche' ancora non si sa come andra' a finire. Magari, se Gheddafi resiste, e' anche facile vedere un'altro voltafaccia del governo italico.


@ Xtc: "Il ballottaggio è più forte di una pallottola."

Ti assicuro che il mio orgasmo sara' piu' forte del ballottaggio. Quindi, per proprieta' transitiva, posso dire che il mio orgasmo e' piu forte di una pallottola. :-)


@ Tra Cenere e Terra: Prometto che arriverai all'orgasmo anche se vincesse la Moratti.

Eh... quante certezze. Con me non puoi assicurare nulla. E poi azzardi un po' troppo. Magari neppure ti piaccio. :-)

rossoallosso ha detto...

@Chiara
Guarda che involontariamente mi dai ragione,nel senso che come tu esponi il problema che lo analizzi dal punto di vista femminile confermi che tra entrambi i generi il sesso viene vissuto in maniera errata,se alle elementari insegnassero ai bambini che i nostri sensi sono 6 e non cinque non credi che sia maschi che femmine vedrebbero la cosa sotto una prospettiva differente, più ugualitaria?Il resto ne verrebbe di conseguenza,questa è una mia opinione naturalmente,un diverso approccio verso il sesso così come un qualsiasi altro senso che accomuna i generi aprirebbe spazi finora occultati.
Tu non sei "troia" io non sono "macho" ma persone che si realizzano attravero i propri sensi, compreso il sesso.

P.S.
non sarai per caso una spia russa?
Peccato che non ho segreti ;-)

Xtc ha detto...

Klára,
se vincerà Pisapia mi concederò un extra-bonus di prosecchino fresco.

In effetti la fase post-orgasmica mi si risolve invariabilmente in una leggera depressione, e se vince Pisapia col cavolo che voglio essere depressa!

Il prosecchino invece non mi fa nulla :-))

J.T. ha detto...

Ciao Klara,
se sapevo quanto ci tenevi, avrei giocato le mie carte in modo differente:-)))

Melina ha detto...

Melina ha detto...
Che triste mescolanza fra sesso e politica...

Ciao Melina. :-)
Secondo te la mescolanza fra politica e affari e' forse migliore?
Si parla di "voto di scambio". La Moratti dice: "Tu mi dai il voto io ti abbuono le multe". Berlusconi dice: "Voi milanesi mi date il voto io porto 2 ministeri a Milano".
Questo abbinamento va bene?
Allora tanto vale che un po' di voto di scambio lo faccia anch'io: tu dai il voto al candidato che non posso votare per ragioni di distanza, ed io ti do il mio orgasmo.
Secondo te, che differenza c'e' fra il mio orgasmo e la promessa elettorale del PDL?
Io credo nessuna... ma scommetto che molti preferirebbero il mio orgasmo.
In ogni caso e' interessante la critica che fai perche' apre il varco per una discussione: cosa c'e' di cosi' "sacro" nel sesso da non poterlo mescolare con politica, affari o quant'altro?
Dove sta l'immoralita' che attira il termine "tristezza"?
Se il sesso lo si puo' fare per soldi o per convenienza, perche' non farlo per un ideale?
Non e' forse una ragione piu' nobile?

Risposta: Hai alzato un gran polverone, io vlv dire solo che, premettendo che sono Apolitica, trovo squallido parlare di politica mescolandola al sesso e viceversa!
Se vogliamo parlare di sesso facciamolo senza tirare in ballo un mondo che non dovrebbe avere nulla a che fare con orgasmi e roba varia...
Poi è una mia semplice considerazione, nulla di più!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Melina: Risposta: Hai alzato un gran polverone

Ma no. E' interessante, invece. Riflettere serve anche a me. Mi aiuta a conoscere quello che ancora non conosco. :-)

trovo squallido parlare di politica mescolandola al sesso e viceversa!
Se vogliamo parlare di sesso facciamolo senza tirare in ballo un mondo che non dovrebbe avere nulla a che fare con orgasmi e roba varia...


Si', qusto l'ho capito, cioe' che tu non vedi di buon occhio la mescolanza del sesso con la politica, pero' non ho ben chiaro il perche'.
Per me il sesso e' come cibarsi. Lo posso mescolare con tutto. Non ho difficolta' a cibarmi parlando di politica oppure di fisica quantistica. Non lo vedo come qualcosa di "sacro" o immacolato da preservare. Preservare da cosa? Per chi?
Tu parli di "un mondo" cioe' la politica che non dovrebbe avere a che fare con orgasmi e roba varia.
Amche qui vedo un giudizio morale sulla politica come se si trattasse di qualcosa che potrebbe "sporcare" cio' che tu ritieni debba restare "immacolato".
Sesso immacolato, quindi. E politica sporca.
Mi spieghi come fai a classificare le attivita' umane in "pulite" e "sporche" oppure in "compatibili" e "incompatibili"?
Esiste un prontuario che potrei andare a consultare? Oppure qualche studioso o filosofo che ha fatto uno schema, un elenco.
Non e' sarcasmo, il mio; e' che davvero sono curiosa di comprendere la vostra cultura, i vostri valori, i vostri principi, perche' i miei sono del tutto diversi e a leggervi resto confusa.
Se qui a casa mia dicessi, ad esempio, che il sesso non lo si puo' mescolare, che so... con la pittura, oppure con la gastronomia, oppure con qualsiasi altra cosa, mi riderebbero in faccia, perche' come me non capirebbero. Mi chiederebbero: perche'?
Ed io non saprei rispondere.
Capisci il motivo per cui te lo chiedo? :-)

Anonimo ha detto...

"(...) una donna che fa sesso per aiutare il proprio paese"

Uno storico esempio in tal senso lo abbiamo con la Contessa di Castiglione, che fu inviata alla corte francese dal cugino Camillo Benso di Cavour, a perorare la causa dell'alleanza franco-piemontese, divenendo l'amante di Napoleone III.

Kameo

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Xtc: Il prosecchino invece non mi fa nulla

Invece, a me, un paio di bicchieri mi tolgono le residue inibizioni. Pensa tu!
No, meglio che non beva, altrimenti...


@ JT: avrei giocato le mie carte in modo differente

Quali carte?
Comunque se ti qualifichi come candidato, a me sta bene. Sappi solo che la mia proposta non finisce con te. Sono pronta a dare il "mio ministero" a chi mi dara' il voto al mio candidato partendo dall'intenzione originale di non darlo.
Se la gente si e' fidata finora di quei buffoni come Bossi, Berlusconi e la Moratti, allora a maggior ragione puo' fidarsi anche di me. :-)


@ Kameo: Uno storico esempio in tal senso lo abbiamo con la Contessa di Castiglione

Beh, diciamo che la piu' famosa in assoluto nel campo del sesso unito alla politica (del tempo) e' stata Cleopatra.

enea88 ha detto...

Milano è una città di professionisti e sciure, nessuno trova mai il tempo per godere. Troppe partite iva e poco sentimento.
Uno dei pochi che ancora riesce ad eccitarsi senza l'aiuto del commercialista ha un piccolo garage adibito a trappola per tope in via washington, fermata wagner.(CIT.)
Fossi in te mi segnerei l'indirizzo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Uno dei pochi che ancora riesce ad eccitarsi senza l'aiuto del commercialista ha un piccolo garage adibito a trappola per tope in via washington, fermata wagner.(CIT.)
Fossi in te mi segnerei l'indirizzo.


E che me ne faccio?

enea888 ha detto...

leggi il titolo del tuo post

Chiara di Notte - Klára ha detto...

enea888 ha detto...

leggi il titolo del tuo post


E' vero. Potrebbe essere interpretato anche cosi'. Ma non e' il solo modo in cui lo si puo' intendere. O almeno non e' questo il senso del mio post. :-)

davide ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
davide ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Chiara di Notte - Klára ha detto...

La storia degli italiani traditori è una stupidaggine.
Intanto traditori possono essere degli uomini e non degli stati.


Davide, la parola "traditori" l'hai infilata tu. Io ho solo detto cio' che ho detto. Niente di piu', niente di meno:

"I guerra mondiale 1914-1918. Gli italiani, alleati dell'Austria-Ungheria nel 1914, finiscono la guerra alleati della Francia.
II guerra mondiale 1939-1945. Gli italiani, alleati della Germania nel 1939, finiscono la guerra alleati dell'Inghilterra"

Gli italiani sono famosi in tutto il mondo per essere un popolo che inizia la guerra con un alleato e la finisce alletato con la fazione opposta.

davide ha detto...

Chiarissima Chiara,

sopra ho riscritto il commento perchè con i taglia incolla ho fatto dei pasticci.

"I guerra mondiale 1914-1918. Gli italiani, alleati dell'Austria-Ungheria nel 1914, finiscono la guerra alleati della Francia.
II guerra mondiale 1939-1945. Gli italiani, alleati della Germania nel 1939, finiscono la guerra alleati dell'Inghilterra"

Che gli italiani fossero traditori era implicito.


L'Unione sovietica negli anni trenta aveva stipulato dei trattati di amicizia e non agressione con Polonia e Finlandia. Poi nel 1939 ha aggredito questi due stati.

Quindi i russi dovrebbero essere traditori. In realtà la storia è più complicata.

Avrei tante cose da dire al proposito, ma qui c'è un sole bellissimo e vado subito nei boschi.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

c'è un sole bellissimo e vado subito nei boschi.

Vai nei boschi alle 7 di sera?
Qui, di solito, alle 7 si ritorna dai boschi. :-)

davide ha detto...

Chiarissima Chiara,

"I guerra mondiale 1914-1918. Gli italiani, alleati dell'Austria-Ungheria nel 1914, finiscono la guerra alleati della Francia.
II guerra mondiale 1939-1945. Gli italiani, alleati della Germania nel 1939, finiscono la guerra alleati dell'Inghilterra"

La storia degli italiani traditori è una stupidaggine.
Intanto traditori possono essere degli uomini e non degli stati.
Gli stati sono costruzioni complesse con interessi contrastanti.
Per quanto riguarda le alleanze prima del 1914 si trattava di accordi di comodo che non significavano molto.
Durante l'allenza con l'Italia l'Austria costrui lungo il confine italiano un gigantesco sistema di fortificazioni. Al mio paese ci sono tre enormi forti austro-ungarici. Se l'Austra avesse creduto che l'Italia era veramente un'alleata perchè avrebbe costruito una delle più possenti fortificazioni della storia?
La dichiarazione di guerra all'Austria fu decisa dal re e da pochi ministri senza consultare nessuno.
I socialisti italiani e i cattolici italiani erano contrari alla guerra. Ebbene cattolici e socialisti erano la grande maggioranza della popolazione (i cattolici lo erano da soli) e nessuno consultò il popolo.

davide ha detto...

La guerra alla Francia fu decisa da un solo uomo,Mussolini. Essendo un dittatore si guardò bene dal consultare il popolo.
Anche in questo caso parlare di tradimento non ha molto senso.
Mussolini non tradì, perchè l'armistizio (cioè la resa incondizionata) fu decisa da Badoglio che aveva imprigionato Mussolini.
Faccio notare che l'8 settembre Badoglio non dichiarò guerra alla Germania, ma solo la resa dell'Italia. Fu poi la Germania che invase l'Italia per bloccare l'avanzata degli americani.
Comunque l'Italia non passo dalla parte dei vincitori. Fu considerata uno stato sconfitto a tutti gli effetti; fu costretta a pagare i danni di guerra e perse molti territori nazionali.
Quanto all'accordo di amicizia con la Libia si trattava solo di un accordo in cui noi pagavamo alla Libia 5 miliardi di euro per danni di guerra (danni di guerra che abbiamo già pagato dieci volte) e Gheddafi in cambio non ci mandava più immigrati.
L'Italia questa guerra non la voleva perchè ha tutto da perdere.
Il problema è che l'Italia è vincolata alle decisioni dell'ONU ma soprattutto alle decisioni della NATO.
L'Italia come paese sconfitto è rispetto alla NATO un paese a sovranità limitata.
Se la NATO chiede le basi militari l'Italia non può opporsi.
All'inizio della guerra l'Italia ha chiesto che la guida delle operazioni militari fosse della NATO e non della Francia, minacciando di non concedere le basi. Però è subito arrivata la richiesta della NATO e l'Italia è stata obbligata a concedere le basi.
A questo punto per Geddafi siamo subito diventati dei traditori, anche se per l'Italia questa guerra non la voleva perchè per noi (comunque vada a finire) è un disastro.

Poi se il Nanetto si fosse risparmiato i baciamani, le amazzoni e le altre buffonate sarebbe stato molto meglio.

Ciao Davide

davide ha detto...

Chiarissima Chiara,

"I guerra mondiale 1914-1918. Gli italiani, alleati dell'Austria-Ungheria nel 1914, finiscono la guerra alleati della Francia.
II guerra mondiale 1939-1945. Gli italiani, alleati della Germania nel 1939, finiscono la guerra alleati dell'Inghilterra"

Sopra ho fatto l'esempio dell'Unione sovietica, ma di stati che hanno violato i trattati è pieno il Mondo.

Bisogna vedere come nascevano questi trattati e che valore ne davano gli stati. Se l'Austria avesse creduto che l'Italia era veramente alleata non avrebbe costruito fortezze lungo tutti i confini dell'Italia.

Quanto alla seconda guerra mondiale l'8 setembre Badiglio non dichiarò guerra alla Germania, ma la resa dell'Italia mascherata da"armistizio".

Subito dopo scappò con il re nei territori occupati dagli americani, perchè sapeva che se i tedeschi lo avessero preso lo avrebbero scannato.

Mussolini liberato costitui al nord Italia uno stato che si batte fino alla fine al fianco dei tedeschi.

Al sud si formò un governo sotto tutela americana che dopo alcuni mesi dichiarò guerra alla Germania.

Ma quale governo rappresentava l'Italia?

In realtà l'Italia era disintegrata, perchè al nord comandavano i tedeschi e al sud gli americani.

Per questo parlare di tradimento dell'Italia non ha senso.

Ciao Davide

Duval ha detto...

@Davide:
Per questo parlare di tradimento dell'Italia non ha senso.

A parte il casino che hai fatto con i commenti :), non ha senso parlare in generale di politica qui.

Ci si attorciglia solo attorno alle solite massime generiche derivate da un servizio TV, da un giornale o dal web; di destra o di sinistra.

Le lettere di Enrico Vezzalini spariscono al cospetto delle dichiarazioni di Ruby Rubacuori o degli sproloqui di Stracquadanio e di Travaglio; non fanno audience.

Flyingboy ha detto...

@Davide e Duval

http://www.businessinsider.com/why-the-situation-in-italy-is-so-frightening-2011-5

http://www.businessinsider.com/debt-gdp-world-rankings-2011-04#8-italy-8

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
Milano,
astenuto,
già cambiato idea:-) per fortuna un mio carissimo amico mi ha avvisato:-)
Sarò il primo a votare:-) Pisapia:-) ovviamente
un sorriso

J.T. ha detto...

Da quando qualcuno impone qualcosa a Chiara?

Se fotografo il voto, ho qualche bonus aggiuntivo???:-) tipo direttamente la patatina?:-)

Ops..... Ma sei carina???

mi fido di te.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex & JT: Ma qwanti candidati!

Per cio' che riguarda invece mio aspetto fisico, essere qwello che voi benissimo potete immaginare. Perfetto se a voi piace donna non giovane, non bella e con occhiali molto, molto spessi come due fondi di bottiglia.
Qwando voi incontrare me, prego venire ad appuntamento con vaschetta di gelato! :-)

Alex ha detto...

Immaginavo una fregatura.....
questa storia del gelato complica tutto.......non riesco a resistere al gelato, rischio di mangiarlo tutto per poi arrivare in ritardo all'appuntamento(:

J.T. ha detto...

Ciao Chiara,
se vengo con due vaschette?????:-)
e se ci troviamo direttamente in gelateria:-)
un sorriso

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: non riesco a resistere al gelato, rischio di mangiarlo tutto per poi arrivare in ritardo all'appuntamento

Non solo. A mangiarne troppo da soli i maschietti rischiano di diventare ciechi :)


@ JT: e se ci troviamo direttamente in gelateria

A me sta bene. Ci troviamo direttamente domani pomeriggio alle 15.30 da Häagen-Dazs a Budapest. Preferisci in Kerepesi útca oppure in Aréna Plaza? :)

J.T. ha detto...

Sei furba:-))

bel trucco per non farmi più votare(:
e quindi non pagare il pegno:-))

Visto l'epilogo, voto Pisapia perchè ho promesso ma non voglio nulla in cambio:-))

Chiara di Notte - Klára ha detto...

bel trucco per non farmi più votare

No, scusa. Perche' trucco?
Hai detto tu che preferivi una gelateria. Ho scelto quella di Budapest. Cosa c'e' che non va?
Avrei potuto dirti quella di Miskolc che fra l'altro e' anche piu' vicina.
Credevi Milano?
Ma se avessi potuto recarmi a Milano, secondo te avrei chiesto a qualcun altro di votare al mio posto? Lo avrei fatto direttamente io, non credi?
Comunque, ho capito: eccone un altro che ama latinloveggiare solo virtualmente. :)

J.T. ha detto...

Non era una campagna per prendere voti?
Ricordo, se non erro, che il mega super orgasmo era per tutti quelli che votavano, indistintamente, e con i tuoi tempi:- )))
Quando avrò una certezza arrivo....tutti viaggiano....e per vedere la nona meraviglia del mondo (così dicono) si deve pure fare qualche sforzo.....no?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non era una campagna per prendere voti?
Ricordo, se non erro, che il mega super orgasmo era per tutti quelli che votavano, indistintamente, e con i tuoi tempi


Si'. Ogni voto in piu' e' importante non solo per far godere me (e lo faro' come ho promesso), ma anche per dare speranza all'Italia.

J.T. ha detto...

:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non so se questo post ha contribuito a dare un voto o due in piu' a Pisapia. Se lo ha fatto... beh, allora sono felice. Come felice credo che sia la gran parte dei milanesi in questo momento.
Mi preparo anch'io per i festeggiamenti, a mio modo, pur non potendo essere li'.
Voglio solo dire che stasera mi vestiro' per l'occasione: un vestitino appena comprato e mai indossato, leggero, nero a fiorellini con disegno provenzale, scollato e con gonna corta, ampia svolazzante. Niente calze - fa troppo caldo -, sandali allacciati alla caviglia e, ovviamente, niente reggiseno e mutandine. Sotto il vestito, dunque, niente, pronta per l'orgasmo, come ho promesso. :-)

carlos ha detto...

Sei stata di ottimo auspicio. Goditela, oggi è davvero una splendida giornata. Forse si riuscirà a voltare pagina e magari anche a costruire un'alternativa. Sarebbe ora.

davide ha detto...

Chiarissima Chiara,


"Mi preparo anch'io per i festeggiamenti, a mio modo, pur non potendo essere li'."

Questo mi fa piacere, perchè vuol dire che ci vuoi bene anche se ci critici spesso.

Non so se il tuo post abbia fatto guadagnare voti a Pisapia, ma credo che l'impegno profuso da tantissimi blogger abbia contribuito.

Per il resto il centro destra ha fatto tutto per perdere. Sbandierare il pericolo degli zingari, quando ci sono un'infinità di inchieste che dimostrano che le organizzazioni mafiose si stanno infiltrando dappertutto a Milano e in Lombardia, vuol dire non avere il senso della realtà.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Questo mi fa piacere, perchè vuol dire che ci vuoi bene anche se ci critici spesso.

Non criticare significa "voler bene"?

Neelps ha detto...

Ciao,

Sono andato a votare, entrambe le volte, ho provato disagio perchè non è cosa a cui sono abituato, non fa parte della mia concezione politica partecipare in questa modalità, la trovo persino alienante.
Ad ogni modo, Pisapia rappresenta quello di cui Milano come città ha bisogno, chi ieri è passato da piazza del duomo dovrebbe aver capito il motivo, silenzioso, entusiasta, che soffiava con il vento.

Ma questa vittoria non è la vittoria della sinistra, la sinistra non esiste più, è incapace non di governare ma di avere una visione futura coerente. C'e' chi vive nell'illusione del riformismo e chi nel ricordo sterile del passato. La sinistra parlamentare, ringalluzzita dalla conquista di Milano è una carogna morta che puzza, è la pelle temporanea di una nuova fase del capitalismo europeo.

Ma sono contento per la mia città perchè Pisapia è una brava persona.

Oggi, al lavoro ho sentito molti commenti, è imbarazzante, davvero, al limite della decenza, ascoltare come certe persone siano capaci di ragliare, imboccate a suon di propaganda da bassifondi.
Non so se a questi ragli bisogni rispondere con il bastone o con lo scherno. Ma una selezione bisogna farla.

Neelps

davide ha detto...

Chiarissima Chiara,

"Non criticare significa "voler bene"?"

Dipende. Per quanto riguarda le critiche bisogna distinguere le critiche costruttive da quelle che non lo sono.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ho goduto tanto!

Nessuno puo' immaginare quanto!

Un orgasmo cosi', giuro, mai avuto!

Le mie urla sono state sentite persino da 5 km di distanza.

Ringrazio chi ha reso possibile tutto cio'.

Adesso vorrei fare il bis col referendum. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

http://tinyurl.com/6zxkhyw

"ha detto Pisapia. «Quest’Italia, questa Milano chiede a gran voce innanzitutto di essere protagonista della scelte della città e, quindi, di partecipare attivamente alla vita collettiva; e chiede, a chi è stato eletto, coraggio nell’immaginare, e nel costruire, un futuro migliore per tutti; il che significa anche saper rinunciare a quei piccoli privilegi che hanno contribuito a creare un fossato tra i cittadini e i loro rappresentanti». «Non vi saranno nel nostro Comune, auto blu. Abbiamo delle piccole Punto bianche in condivisione, e ne faremo uso con la dovuta sobrietà»"


"«Vai a casa», le hanno urlato più volte e «ladra, ladra», è stato il grido partito da alcune persone quando la signora Moratti ha affrontato il tema dello stato delle casse comunali."


Aaaaahhh...
credo che avro' un altro orgasmo... anzi, altri due...
Oooohhh...
non finisce piu'... e' continuo... :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics