sabato 16 aprile 2011

8
comments
Buon compleanno Charlie Chaplin!

"Mi piacerebbe aiutare tutti, gli ebrei, i gentili, i neri, i bianchi. Tutti vogliamo aiutarci reciprocamente. Noi esseri umani siamo fatti cosi'. Vogliamo vivere per la felicita' e non per la disgrazia degli altri. Non vogliamo odiarci o disprezzarci gli uni con gli altri. In questo mondo c’e' posto per tutti..." (Charlie Chaplin)

Centoventidue anni fa, in una carovana di romanichals (i sinti/rom inglesi), il 16 aprile, nasceva sir Charles Spencer Chaplin, noto come Charlie Chaplin. Per ricordarlo Google, nella pagina principale del motore di ricerca, ha inserito un video con cui omaggiare l'attore, regista, sceneggiatore, compositore e produttore britannico, autore di oltre novanta film e considerato tra i piu' importanti cineasti della storia.

Il personaggio attorno al quale Chaplin ha costruito larga parte delle sue storie e' quello del "vagabondo". "The Tramp" in inglese; "Charlot" in italiano, francese e spagnolo ("Charlie" oppure "Chaplin" in magiaro - n.d.r.): un uomo gentile, vestito di una stretta giacchetta, pantaloni e scarpe piu' grandi della sua misura, che indossa una bombetta e porta un bastone da passeggio. Particolari tipici del personaggio anche i baffetti e l'andatura ondeggiante (indimenticabile anche la sua parodia di Adolf Hitler ne "Il grande dittatore" - n.d.r.)

Poche settimane fa, in un’intervista alla BBC, Michael Chaplin ha dato la notizia del ritrovamento di una lettera che conteneva un segreto: Charlie Chaplin non ha aperto gli occhi a Londra, ma in una carovana di romanichals nel Black Patch di Smethwick. Michael ha anche affermato che in casa Chaplin erano sempre circolate voci delle loro origini romanichals. La lettera conservata prima da Chaplin poi dalla moglie e' stata ritrovata chiusa a chiave nel cassetto della sua scrivania.

Tutti sapevano che la madre di Chaplin apparteneva ad una famiglia di artisti itineranti, lavoro tradizionale delle famiglie sinte in Europa, ma ad oggi rimaneva ancora nebulosa la nascita del grande protagonista del secolo passato. Infatti, non era mai stato ritrovato il suo certificato di nascita. Oggi sappiamo che uno dei maggiori cineasti di tutti i tempi era un appartenente alle minoranze sinte e rom.[1]

Lacio bers mengor pral Charlie!

[1] Articolo tratto da: U Velto - Il Mondo, notizie ed immagini dai mondi sinti e rom.

8 commenti :

Mariska ha detto...

Me encanta Charlie Chaplin, he visto todas sus películas!
Feliz Sábado, dulce Klara
Beso

marco ha detto...

Grande Charlie Chaplin. Quando ero bambino c'era, mi pare al sabato quando tornavo da scuola,un programma intitolato "oggi le comiche". Credo che sia stato lì che l'ho visto per la prima volta, mentre interpretava quel vagabondo di cui parli.

Solo una cosa, leggendo questo :

http://www.repubblica.it/politica/2011/04/16/news/berlusconi_insegnanti-15008540/

Ecco, io alcuni li aiuterei...Come dire?
Gli darei un diverso tipo di aiuto. Essì, ai diversamente onesti, un diverso tipo di aiuto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Mariska e Marco: grazie per essere stati gli unici ad aver fatto gli auguri a Chaplin. :-)

rabbah ha detto...

Si, grande attore sto Chaplin. E se lui e proveniente da una famiglia di romanichals questo conferma che dai inglesi pure gli zingari sono dei Lords.

carlos ha detto...

Boh, sta cosa di fare gli auguri ai morti... mah, sarà un'usanza mitteleuropea. L'orchestra di Bregovic in sottofondo non ci starebbe male per il più grande attore comico della storia.
Non sapevo delle origini zingare di Chaplin e finora pensavo che sinti e rom fossero "tribù" distinte all'interno di un'unica nazione.
Poi, di certo non ricordi, mi promettesti un post tanto tempo fa. Dai, che non c'ho biblioteche vicine. Sii buona con me. :)

carlos ha detto...

Due elle mittelleuropea? Mi sa di sì.
:)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

mi promettesti un post tanto tempo fa

Su cosa?
Sugli zingari?
Vai qui e scorri indietro i post: trovera tutti gli articoli che ho scritto sugli zingari.

http://chiara-di-notte.blogspot.com/search/label/Zingari

carlos ha detto...

Oh... trovato, m'era sfuggito, l'hai scritto durante il mio letargo. Grazie davvero.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics