mercoledì 22 settembre 2010

27
comments
Gambe lunghe, anzi lunghissime

Osservate attentamente la foto in alto e dite quale dei due volti e’ quello che piu’ vi attrae. Se scegliete quello di sinistra, condividete i gusti della maggior parte degli uomini eterosessuali che hanno fatto il medesimo test. Entrambi i volti sono stati realizzati utilizzando la tecnica del “morphing”, cioe’ unendo le caratteristiche di diversi volti fondendole in uno. Quello di sinistra e’ stato ottenuto dai volti di otto donne che, come caratteristica, avevano le gambe piu’ lunghe della media. Il viso a destra, invece, con i volti di otto donne con le gambe meno lunghe della media.

A

Dal test risulta quindi che le donne con le gambe lunghe hanno anche volti che piacciono di piu’ agli uomini un numero di volte otto volte maggiore di quelle con le gambe corte, almeno a coloro che hanno preso parte all’esperimento. Da cosa dipende questo? Dipende dal fatto che le gambe lunghe, come dei marcatori, indicano un'infanzia della donna piu’ sana e benigna. Marcatori che, in modo subliminale, vengono individuati dal cervello maschile. Tutto cio’ e’ emerso da uno studio effettuato dal professor Jeremy Atkinson dell’ Universita’ di Albany.

B

I biologi e gli psicologi, infatti, hanno individuato come lo stress e la cattiva alimentazione durante lo sviluppo fetale e l’infanzia influiscano sui livelli degli ormoni sessuali che sono la causa di una puberta’ precoce. E cio’ puo’ lasciare le donne che arrivano allo sviluppo molto presto relativamente basse di statura e piu’ robuste fisicamente, mentre quelle che hanno avuto un'infanzia piu’ sana e benigna continuano a crescere piu’ a lungo, e raggiungono un piu’ sottile, piu’ stereotipato normotipo femminile, sia nel volto che nel corpo - poiche’ volto e corpo sono plasmati dagli stessi ormoni - che la maggior parte degli uomini trovano piu’ attraente.

C

La stessa ricerca, utilizzando pero’ volti maschili al posto dei femminili, e’ stata anche fatta chiedendo alle donne le loro preferenze, solo che al posto delle gambe il parametro su cui erano stati ottenuti i volti tramite il “morphing” riguardava la lunghezza del busto. Si e’ stabilito cosi’ che i volti degli uomini con un busto piu’ lungo risultano piu’ gradevoli.

D

Ma non e’ del busto maschile che vorrei parlare, quanto delle gambe femminili, micidiali armi di seduzione di massa. Infatti, se oltre che lunghe sono anche ben fatte e proporzionate, le gambe determinano, assai piu’ di un seno prosperoso, l’appartenenza alla categoria “alfa” di quelle donne che hanno la fortuna di possederle.

E

Sappiamo quindi come gambe lunghe inviino messaggi e richiami di tipo ancestrale e psicologico ai quali gli uomini non riescono a sottrarsi. Cio emerge anche da uno studio dell'Universita’ di Breslavia in Polonia, dove gli psicologi, intervistando dei volontari, tra maschi e femmine, e chiedendo loro di indicare tra le immagini mostrate le donne e gli uomini più attraenti, hanno stabilito che le gambe slanciate rendono piu’ attraente sia un uomo che una donna.

F

Le foto presentavano infatti persone della stessa altezza, ma con gambe di diversa lunghezza: uguali alla media e superiori almeno del 5% rispetto alla media. Le scelte cadevano maggiormente su chi aveva le gambe piu’ lunghe. Il professor Boguslaw Pawlowski a capo di questa ricerca, ha confermato dunque il dato emerso dallo studio effettuato con l’utilizzo del “morphing e in un’intervista alla rivista britannica New Scientist ha dichiarato che le gambe lunghe sono sinonimo di salute, soprattutto nelle donne. Significa cioe’ che quando erano bambine hanno ricevuto un'alimentazione equilibrata e sono cresciute in un ambiente sano. Entrambi elementi positivi per la fertilita’.

G

A tutto cio’ si aggiunge anche un altro studio del professor Junti Fun dell'Universita’ di Hong Kong che per definire il criterio esatto che determina la bellezza di una donna, ha coniato il valore "Vhi" (Volume height index), che significa: piu’ sono lunghe le gambe, relativamente alla taglia del corpo, piu’ una donna e’ attraente.

H

A vantare le gambe piu’ lunghe del mondo, oggi, e’ la nuotatrice ceca Yvetta Hlavácková con 126 centimetri, seguita dalla sua connazionale, la modella Adriana Sklenarikova, 124 centimetri, poi la brasiliana Ana Hickmann, 120 centimetri, e Vera Grafon, mannequin tedesca con 119 centimetri.

I

Le gambe sembrano essere dunque l’arma femminile per antonomasia. A loro spetta da sempre il primato di sex appeal. Incarnano l’arte di ammaliare, intrigare, incantare, stregare, di illudere e far innamorare. Sono alla base della seduzione e dunque fondamentali nelle relazioni sessuali e sentimentali. Ma oltre che di ammirazione, possono essere anche fonte di grande invidia. Pare infatti che per molte donne le gambe rappresentino una vera ossessione e spesso sono addirittura fonte di vera frustrazione, nonostante le cure e gli accorgimenti che vi dedicano.

J

Purtroppo, diversamente dal seno che con protesi e chirurgia estetica puo’ essere in qualche modo corretto, per avere gambe belle bisogna avere qualcosa che solo Madre Natura puo’ regalarci e che nessun chirurgo, per quanto bravo, potra’ mai essere in grado di uguagliare. Ma come devono essere le gambe femminili per essere davvero perfette?

K

I canoni estetici attuali le impongono rotonde, carnose, toniche, affusolate, con l'assottigliamento verso il basso ed i malleoli armoniosi. Ma non e’ tutto. I polpacci devono essere snelli, sottili e proporzionati al resto dell'arto, e devono avere non meno di quindici e non piu’ di diciotto millimetri di grasso.

L

Poi ci sono anche altri requisiti giudicati sempre fondamentali. L'articolazione del ginocchio, ad esempio, deve essere poco distinguibile ed il passaggio dalla gamba alla coscia deve evidenziare una curva tenue ma regolare.

M

Non meno importante e’ la giusta proporzione che deve esserci tra la lunghezza e la larghezza della coscia. Misurando infatti la parte laterale della coscia dal punto trocanterico, ossia il punto in cui si sente la sporgenza della testa del femore, a quello in cui il ginocchio si piega, la distanza deve essere uguale alla circonferenza che si misura nel punto medio della coscia, tra inguine e ginocchio.

N

Pero’ non basta averle lunghe, snelle e proporzionate. Perche’ siano davvero attraenti le gambe devono avere una loro forma ben definita: devono essere dritte, ma con una sottile separazione fra la destra e la sinistra. Quando sono unite, infatti, le caviglie, la parte interna dei polpacci, delle ginocchia e delle cosce devono combaciare perfettamente, ma non essere troppo aderenti l'una con l'altra, presentando cosi’ tre buchi: uno tra le cosce ed il ginocchio, uno tra il ginocchio ed i polpacci, uno tra i polpacci ed i malleoli.

O

Percio’, sia per la loro estetica che per il fatto di evidenziare ad un maschio una buona genetica e quindi quale sia la donna piu’ adatta con la quale condividere il proprio patrimonio genetico, due belle gambe sono qualcosa che ogni donna vorrebbe avere perche’ elemento fondamentale della sua capacita’ attrattiva sull’altro sesso e non solo.

P

Nel 1994 arrivai in Italia giunta dall’est. Avevo con me soltanto settecento dollari, risparmi che per me rappresentavano tutto cio’ che possedevo, oltre ad una grande voglia d’avventura, tanta spregiudicatezza e le mie gambe.

Q

27 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

mi fa piacere sapere che hai avuto un'infanzia felice e che questo ha reso le tue gambe ancora più belle: ti sembrerà strano ma io ho sempre avuto una curiosità per la tua prima infanzia e mi dispiace che da tempo non pubblichi più le storie che tua nonna ti raccontava quando eri bambina.
Tra il resto l'avatar che uso, lo ho scelto perchè così io ti immagino da adolescente.

Anche per me le gambe sono la parte più attraente per una donna.

Peccato che le minigonne non siano più di moda perchè rendevano le donne ancora più belle.

Ciao Davide

Kameo ha detto...

Se ho ben capito il gioco è come la battaglia navale fatta sulla carta: si combinano lettere e numeri (P3,L7,K2,B13....) e si cerca di affondare la .... bambolina :-)))

Lazlo ha detto...

Tutto questo a livello inconscio ovviamente giusto? Perchè dovessi pensare tutte le volte che mi piace una donna ad individuare le caratteristiche elenzate passerei la vita con il mal di testa. Detto questo io sono stato attirato dal volto di destra.. e adesso? Che vuol dire? Eppure le gambe lunghe mi piacciono. Questo tuo post però mi suggerisce qualcosa di ben più importante.. ci sono le tue gambe fra le foto? :)
Nel caso.. io gioco.. scelgo la foto G!

carlos ha detto...

Saran belli gli occhi neri, saran belli gli occhi blu, ma le gambe...

Mah... non è che mi convinca poi molto 'sto test del professor Atkinson. Sarò banale, ma anch'io trovo assai più attraente il viso di sinistra, però credo che le gambe c'entrino poco.

Infatti il volto di sinistra mi pare più vicino, in primo piano, mentre a quello di destra forse si poteva anche dare un colpo di spazzola in più ai capelli. Il viso di sinistra ha labbra più carnose, gli occhi sembrano più grandi e il naso appare più affilato e un po' all'insù. Inoltre il viso a destra sembra un tantino più pieno (lasciando pensare che anche il corpo sia di conseguenza più cicciotto).

Sono un estimatore delle gambe femminili, non disdegno un bel paio di tette e spesso ho il brutto vizio di voltarmi per dare una sbirciatina anche al culo.
Tuttavia, ciò che reputo più seducente in una donna è l'espressione del viso, gli occhi e il modo di guardare, la bocca e il sorriso.

Forse in questo mi trovo in minoranza tra gli uomini?

Nicole ha detto...

Mi spiace dirtelo, ma io ai test credo pochissimo. Un campione di uomini e donne che non rappresentano la maggioranza globale. I gusti variano da persona a persona.L'attrazione scatta per meccanismi di varia natura.
Conosco molti uomini attratti da un bel viso, altri dal culo...gambe, tette.
Alla maggioranza piace di sicuro la caviglia sottile e i polpacci armoniosi.

Sono alta 1,63 nella mia famiglia sono la più bassa e ti assicuro di esser stata nutrita più che bene:). Ma le mie gambe sono proporzionate al fisico e ho una bella caviglia.
E'vero le gambe sono un aspetto estetico importante,ma contano le proporzioni e l'armonia nell'insieme.
Ci sono gambe lunghe che sembrano stecche da biliardo, ci sono gambe più corte che sono armoniose e viceversa.
Quindi questo test lo trovo come il bugiardino dei medicinali. E anche se non sono un uomo, preferisco il volto sulla destra.

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
sinceramente non mi attrae nessuno dei due volti.
Le gambe in foto le ho divise in ordine partendo da quelle più belle:

1 A e B
2 G e L
3 Q,P,L,D,F,I,K e M
4 O,E,H,J e N
tutte comunque molto gradite anche perchè dipende molto dalla prospettiva ritratta.

Credo che i "modi" in una donna dicano tutto di lei:-)
Sarò strano, ma guardo molto portamento oltre a mani e denti.

Mi è venuta voglia di misurarmi le gambe se non trovo un sito di riferimento per i dati antropometrici maschili ti scrivo:-)
Grazie

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Peccato che le minigonne non siano più di moda perchè rendevano le donne ancora più belle.

Come non sono piu' di moda???
Allora mi hanno fregata???
Sono cosi' demode'???


@ Kameo: è come la battaglia navale fatta sulla carta: si combinano lettere e numeri (P3,L7,K2,B13....) e si cerca di affondare la .... bambolina

Dovresti sapere, cara amica, che certe bamboline sono inaffondabili. In ogni caso le possibilita', oggi che ho dato una nuova indicazione, sono una su 272.
O forse qualcosa di piu', dato che ho detto che almeno una foto e' mia, e cio' non esclude che ce ne sia piu' di una. :-)


@ Lazlo: Tutto questo a livello inconscio ovviamente giusto?

Esatto. Ci sono dei recettori biologici che trasmettono al cervello le informazioni. Non possono essere comandati, agiscono in automatico e agisce in base alla tua predisposizione biologica che e' sempre alla ricerca di cio' che per te' e' "migliore" dal punto di vista di "condivisione" di patrimonio genetico. In fondo l'essere umano lo si puo' anche interpretare come un insieme d'impulsi biochimici. In tal caso - e solo in tal caso - e' possibile accettare per veritiere certe sperimentazioni come quelle esposte in questo articolo. Per tutto cio' che riguarda "l'anima", invece, non esiste sperimentazione che possa essere valida e condivisibile.

Detto questo io sono stato attirato dal volto di destra

La tua scelta e' plausibile. Non sei stato il solo. Infatti ci sono stati anche uomini che fra le due hanno scelto la foto di destra. Solo che sono stati 8 volte di meno di quelli che hanno scelto quella di sinistra.

Nel caso.. io gioco.. scelgo la foto G

Bella la G. E' una di quelle che anche io preferisco. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Carlos: Il viso di sinistra ha labbra più carnose, gli occhi sembrano più grandi e il naso appare più affilato e un po' all'insù. Inoltre il viso a destra sembra un tantino più pieno (lasciando pensare che anche il corpo sia di conseguenza più cicciotto)

Ma in effetti l'esperimento si basa proprio su questo. Non so se sia abbastanza chiaro, ma il "morphing" dei volti che hanno come caratteristica le gambe lunghe, denotano una maggiore delicatezza dei tratti perche' le persone hanno raggiunto la puberta' molto piu' tardi. Una puberta' che giungendo precoce blocca la crescita e irrobustisce anche nei tratti del volto. Questa puberta' precoce arriva di solito - non sempre, ma di solito - se all'interno dell'organismo sono presenti determinati ormoni sessuali in grande misura, e questi ormoni sono piu' presenti in chi ha avuto uno sviluppo fetale ed un'infanzia meno sana e piu' stressata - non dico insana, ma meno sana - di chi invece ha una minore quantita' di questi ormoni e percio' giunge alla puberta' molto piu' tardi mantenendo tratti piu' delicati.

Tuttavia, ciò che reputo più seducente in una donna è l'espressione del viso, gli occhi e il modo di guardare, la bocca e il sorriso.

Su un campione di circa 700 uomini

* il 41% per prima cosa in una donna guarda il seno
* il 23% preferisce poggiare lo sguardo sui glutei
* il 16% si lascia sedurre da un bel paio di gambe affusolate
* il 12% contempla il volto di una donna
* il restante 8% studia il giro vita

Tu fai parte di quel 12% :-)


@ Alex: Credo che i "modi" in una donna dicano tutto di lei:-)
Sarò strano, ma guardo molto portamento oltre a mani e denti.


I "modi" in quella statistica indicata sopra, non sono contemplati. E sai perche' non lo sono? Perche' non sono elementi valutabili. Non significa niente dire "i modi". Che modi? I modi di che?
Invece, le mani e i denti sono contemplati. Probabilmente i denti sono inclusi nel viso, mentre le mani - come i piedi - sono qualcosa a se', che denota un po' di feticismo. Piu' psicologia che ha a che fare con il vissuto individuale e meno biologia. :-)

Alex ha detto...

Si parlava di gambe ed ho espresso i miei pensieri aggiungendo che di fatto oltre a guardare gambe e culi guardo anche altre cose.
Se non mi trovi daccordo non so cosa dire.
Comunque un esempio, mai visto delle signorine molto carine che masticano con la bocca aperta? magari in qualche bel ristorante? come ti trovi con un uomo così? ti sentiresti a tuo agio?

le statistiche trovano il tempo che trovano, ho i miei dati antropometrici e quindi credo sarei un gran figo secondo le statistiche, di fatto sono normalissimo e neanche troppo a posto di testa visto il lavoro, che di fatto o per obbligo, mi son scelto....

Lazlo ha detto...

Non c'entra nulla ma siccome sono uno che non tiene nulla per se (non è vero, non del tutto) lo dico lo stesso. Ma lo sai che mi entusiasma il tuo modo di interagire qui sul blog? Certo detto così e da uno sconosciuto non può voler dire molto ma oggi sono allegro e mi andava di dirtelo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Nicole: Mi spiace dirtelo, ma io ai test credo pochissimo. Un campione di uomini e donne che non rappresentano la maggioranza globale. I gusti variano da persona a persona.L'attrazione scatta per meccanismi di varia natura.

E perche' mai ti dispiace dirmelo? Non sono mica studi che ho fatto io. Io ho solo riportato cio' che e' stato sperimentato in tre Universita' poste in tre diversi punti del globo: negli Stati Uniti, in Polonia e in Cina.
Ecco qui gli articoli da cui ho tratto i dati:

http://www.milliongossip.com/116887-jeremy-atkinson-men-like-women-with-small-feet

http://www.newscientist.com/article/mg19726395.100-long-legs-really-are-more-sexy.html

http://psychologyofbeauty.wordpress.com/2009/05/25/volume-height-index-and-female-bodily-attractiveness/

Vorrei premettere una cosa: io non scrivo mai qualcosa solo perche' si attaglia a me o a qualcuno che conosco. Il fatto che io sia molto alta non afferisce al fatto che abbia studiato da biologa e, per deformazione professionale, che sia anche affascinata da certi argomenti. Avrei scritto un articolo simile anche se avessi le gambe corte e storte.

Conosco molti uomini attratti da un bel viso, altri dal culo...gambe, tette.
Alla maggioranza piace di sicuro la caviglia sottile e i polpacci armoniosi.


Certo. L'ho scritto anche rispondendo a Lazlo. Non ho mai asserito - e del resto neppure le ricerche citate lo asseriscono - che tutti quanti preferiscano o si comportino come invece si comporta la maggioranza. Ma se alla maggioranza piacciono determinate cose, e questo e' provato da studi e ricerche, e' qualcosa che non si puo' negare e non ha niente a che vedere con cosa siamo o come siamo noi singolarmente che' sarebbe stupido trarre motivo di autostima - o disistima - per cio' che si legge sulle riviste scientifiche.
Oltre a cio' ho pure scritto che non basta che una gamba sia lunga per inviare nei maschi della specie i messaggi subliminali, deve anche avere proporzione ed una forma che rispecchia il canone estetico.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Sono alta 1,63 nella mia famiglia sono la più bassa e ti assicuro di esser stata nutrita più che bene:). Ma le mie gambe sono proporzionate al fisico e ho una bella caviglia.
E'vero le gambe sono un aspetto estetico importante,ma contano le proporzioni e l'armonia nell'insieme.
Ci sono gambe lunghe che sembrano stecche da biliardo, ci sono gambe più corte che sono armoniose e viceversa.


Infatti, come scrivo, non e' che chi e' piu' basso di statura abbia avuto un'infanzia insana, ma da certi studi - che sono una roba seria che vien fatta nelle universita' e pubblicata su riviste scientifiche che poi raggiungono gli studiosi di tutto il mondo - emerge che certi ormoni sessuali, che portano precocemente alla puberta', si sviluppano maggiormente in chi ha avuto un'infanzia meno benigna. E cio' non puo' essere stabilito dalla persona che si sente coinvolta per ragioni sue, la quale comunque raccontera' sempre la sua storia filtrata dalla sua psicologia. Purtroppo la scienza e' altra cosa. Si basa su dati certi, misurabili e su campioni statistici che possono essere piu' o meno vasti, omogenei o disomogenei.
Ti assicuro che MAI troverai uno studio scientifico basato sulla TOTALITA' degli esseri umani, come mai troverai una una sperimentazione sugli alberi che riguardi tutti gli alberi del pianeta oppure sugli atomi che riguardi ogni singolo atomo esistente nell'universo.
Se ad esempio si sperimenta l'effetto di un farmaco che cura l'influenza, lo si fa su un campione. Puo' darsi, poi, che ci sia chi a quel farmaco e' refrattario, se non addirittura allergico, ma cio' non significa che quel farmaco non curi l'influenza nella maggioranza dei casi trattati.

Quindi questo test lo trovo come il bugiardino dei medicinali.

E cosa c'e' di sbagliato nei bugiardini dei medicinali? Preferiresti medicinali che non indicassero quello che curano o le controindicazioni o la posologia?

E anche se non sono un uomo, preferisco il volto sulla destra.

Esattamente come Lazlo. Ma questo non evita che la maggioranza degli uomini - 8 volte di piu' - scelga quella di sinistra.

Buona giornata, cara amica, ci vediamo presto. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: Si parlava di gambe ed ho espresso i miei pensieri aggiungendo che di fatto oltre a guardare gambe e culi guardo anche altre cose.
Se non mi trovi daccordo non so cosa dire.


Non ho mai detto che non sono d'accordo. Non c'era nulla su cui essere o non essere d'accordo e cio' che ho scritto non era una critica. Era semplicemente una diversa visione che io ho rispetto a chi non capisce le differenze che ci sono fra meccanismi biologici - che sono incontrollabili come e' incontrollabile il fatto che il cervello funzioni ed il sangue scorra nelle vene - e meccanismi psicologici e determinati dalla volonta' individuale.
Si pensa che le scelte vengano fatte con la volonta' e questa convinzione che i meccanismi inconsci o biochimici non c'entrino e' un'idea assai diffusa che spesso ci aiuta ad avere sicurezza che niente sfugge al nostro controllo (una specie di onnipotenza psicologica autoconvinta). Ma quanto questa convinzione corrisponde al reale?
Io credo ZERO. Tu forse hai altra opinione.

Comunque un esempio, mai visto delle signorine molto carine che masticano con la bocca aperta? magari in qualche bel ristorante? come ti trovi con un uomo così? ti sentiresti a tuo agio?

Quello che fai e' un esempio improprio. Io sarei intollerante anche verso chi mi fuma davanti, magari tu no. I "modi" che tu indichi afferiscono ad una condivisione di usi, costumi, gusti che puoi avere con qualcuno e con altri no, ma dal punto di vista antropologico-scientifico, non hanno senso.
Gli eschimesi offrono le loro donne - come facevano anche in certe tribu' di amerindi - agli ospiti importanti. Per loro cio' rappresenta "buone maniere". Tu faresti altrettanto?
La globalizzazione non ci da' solo l'opportunita' di acquistare le scarpe fatte in Cina o il petrolio nigeriano a minor prezzo, ma ci impone di fare i conti con molte piu' culture rispetto a 20-30 anni fa. Il mondo non gira piu' intorno al "localismo padano", al "campanilismo senese" o alla "famigghia siciliana". Oggi puoi anche incontrare anche una ragazza russa, ma ricordati che quella ragazza ha dentro meccanismi culturali che sono differenti dai tuoi e non potrai attribuirle "brutti modi" se fa una cosa o agisce in modo che per te non e' giustificabile in quanto sei abituato a tutt'altro.
Se si vuol "allargare" la nostra esistenza oltre i confini imposti da una tastiera e da uno schermo si deve capire che il mondo, fuori, e' molto piu' vasto e complesso di quello contenuto nell'hard disk del pc.

Perche' cazzo ti ho fatto tutta questa pappardella non lo so, ma dato che l'ho scritta non la cancello. :-)

le statistiche trovano il tempo che trovano, ho i miei dati antropometrici e quindi credo sarei un gran figo secondo le statistiche, di fatto sono normalissimo e neanche troppo a posto di testa visto il lavoro, che di fatto o per obbligo, mi son scelto....

Quello che scrivi e' un controsenso: se non sei a posto con la testa - e lo affermi - probabilmente tutto il tuo ragionamento soffre di un vizio di fondo e magari e' giusto l'esatto contrario. In ogni caso, quella di rifiutare le statistiche e' solo una manifestazione di qualcosa che a livello psicologico significa tutt'altro. Come anche accettarle completamente e basare completamente la propria vita su di esse.
Le statistiche sono come dei "segnali di indicazione localita' turistica". Li hai mai visti viaggiando con l'auto? Non hanno una vera funzione nell'ambito del codice della strada. Se vuoi ti fermi, altrimenti tiri dritto.

Gio ha detto...

Passo ora solo per il gioco.

Abbiamo ovviamente la vincitrice: C.

Ciao :D

mod ha detto...

gio...quei sandaletti li avevo già visti prima....solo che la mia memoria fa cilecca come il pisello di un leghista d'avanti a una puttana nigeriana incazzata!

;-) love, mod

Alex ha detto...

Chiara scrive:"che spesso ci aiuta ad avere sicurezza che niente sfugge al nostro controllo (una specie di onnipotenza psicologica autoconvinta). Ma quanto questa convinzione corrisponde al reale?
Io credo ZERO. Tu forse hai altra opinione."

Sono d'accordo con te.

scrivi:"Quello che fai e' un esempio improprio. Io sarei intollerante anche verso chi mi fuma davanti, magari tu no......"

Non sopporto chi fuma in ambiente chiuso e lo dico, a meno che non sia qualche amico che per quieta amicizia sopporto mal volentieri.

I modi di essere dei popoli che si integrano non hanno nulla a che vedere con le scelte personali. Personalmente, indistintamente che una sia mongola o italiana per me non fa assolutamente nessuna differenza, si troverà uno che mangia anche lui la gomma con la bocca aperta, però ci sono delle caratteristiche proprie ed improprie che per piacere una donna deve avere altrimenti non mi interessa, un pò come quella ragazza tua amica che non degna di sguardo chi non sa scrivere oppure scrive male.......se ero una persona disponibile all'integrazione aiuterebbe la persona...magari poi gli piace?? o sbaglio?
Gli eschimesi possono offrire la loro donna, rispetto le loro tradizioni, sicuro che "io" non sono padrone di nessuna, quindi non la offrirei, basta essere molto chiari nelle relazioni ed ognuno può fare quello che vuole.
Il non essere a posto con la testa che affermo, è un modo di dire, ho avuto ed ho tutt ora la possibilità di fare altro, per rispetto e per cuore sicuro e convinto di far bene, i soldi sono relativi quando hai il giusto per vivere, eventualmente si lavora un pò di più. Come dire perchè fare volontariato senza essere pagati? qualcuno pensa che chi lo fa non è a posto di testa però son sscelte.
Azz prendi tutto alla lettera:-)

Le statistiche vanno bene su calcoli matematici su altezze, pesi etc, forse un pò meno sulle persone, poichè uno/a con gran fisico e pure bello/a può tranquillamente non piacere ma qui mi addentro in discorsi troppo lunghi e complicati da scrivere in pochi secondi.
Un sorriso
ps statisticamente dovresti essere la C D G I J M P senza usare il pc:-)

Alex ha detto...

Ho sempre pensato, e non so perchè, che il volto sulla destra sia parte di te, anche se, conoscendoti, l'avresti messo a sinistra:-)

gullich ha detto...

@chiara "Le statistiche sono come dei "segnali di indicazione localita' turistica". Li hai mai visti viaggiando con l'auto? Non hanno una vera funzione nell'ambito del codice della strada. Se vuoi ti fermi, altrimenti tiri dritto."

bella :o)

wgul

Neelps ha detto...

Ciao,

Io trovo piu' attraente quella di sinistra, senza dubbio. Rientro cosi nella perfetta distribuzione di Mr.G :-)

Questi studi, se sono ben fatti, e non ho ragione di credere il contrario, non sono delle stupidate. Il loro scopo non e' quello di riuscire a classificare a tutti i costi e in tutti i casi ma quello di individuare dei pattern comuni in grado di spiegare dei comportamenti entro una certa confidenza d'errore.
Esprimono una media, dove l'errore e' rappresentato dalla distanza del soggetto X al valore della media.
Ci saranno dei soggetti lontanissimi dalla media, in alcuni casi potremmo chiamare questi soggetti delle "anomalie", degli outlier :-)

Cmq, prime cose che guardo in una donna :

1. Volto
2. Glutei
3. Gambe
4. Girovita

Le gambe? sicuramente mi attraggono, le guardo subito se sono "fuori media" altrimenti non sono soggetto immediato di attenzione :-)

Ho notato avere preferenze differenti a seconda delle finalita'.

:-)
ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: Come dire perchè fare volontariato senza essere pagati? qualcuno pensa che chi lo fa non è a posto di testa però son sscelte.

Ah... in Italia il volontariato viene pagato altrimenti si e' presi per dementi?
Interessante...
O vuoi dire che chi fa volontariato e' in Italia considerato demente?
Che strana idea del volontariato che esiste in Italia. Oppure e' soltanto la tua idea?
Secondo me il volontariato e' uno di quei fiammiferi che vanno accesi per consentire alla candela di accendersi. Ma che sia "vero" volontariato e non l'avere una tesserina di qualche associazione e poi stare tutto il tempo a cazzeggiare in internet, ma sentirsi comunque la coscienza pulita per aver versato qualche euro.
Qualcuno ha scritto, commentando proprio in questo blog che i volontari in Italia sono milioni... ma e' vero?
Sete davvero cosi' tanti che dedicate parte del vostro tempo per aiutare materialmente le persone mettendoci tempo, energia, denaro?
Che popolo di virtuosi...

Ho sempre pensato, e non so perchè, che il volto sulla destra sia parte di te

Ma di quale volto sulla destra stai parlando? Quello del test?



@ Neelps: Le gambe? sicuramente mi attraggono, le guardo subito se sono "fuori media"

Allora immagino come guarderesti il ministro Brunetta. :-))

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
sotto i più commentati.
Comunque non hai capito nulla di quello che ho scritto.
Un sorriso

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: sotto i più commentati.

Ah, ho capito. Quel mezzo volto. Se ti dico che e' parte di me e' un bene o un male? :-)

Alex ha detto...

è indifferente.....
ma visto che immaginare non è un reato, e che, preferisco quel volto a quello di un bergamasco, milanese od altro.....

giuseppe perani ha detto...

Non c'è bisogno di un test per capirlo, mi si legge in faccia e temo che Laura se ne sia ormai rassegnata.
Quando mi trovo davanti a due lunghe, lunghissime e bellissime gambe, il mio piccolo e solitario neurone si ritira sconfitto.
E' la mia debolezza!
Ci sono anche le tue tra quelle in foto?
ciao Klára

Giuseppe

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ci sono anche le tue tra quelle in foto?

Ovviamente si'. :)

giuseppe perani ha detto...

Scelgo l'opzione L, sono le stesse ritratte nel post "dubito ergo sum" e visto lì fai riferimento alle tue gambe...
Se ho indovinato, sappi che le ho accarezzate con gli occhi tutto il pomeriggio, con le mani rigorosamente dietro la schiena altrimenti la mia chica me le tagliava.
Se ho sbagliato...non dirmelo, lasciami l'illusione, almeno è stato un bel pomeriggio.
Non ti preoccupare, ho lavorato tutto il giorno, ho messo la foto come sfondo del desktop e sbirciavo.
...sono quelle vero?
ciao bellissima Klára!
Giuseppe

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Se ho sbagliato...non dirmelo

E infatti, non te lo dico.
Dico pero' che non e' "galante" parlare continuamente di un'altra quando si discuute con una signora.
Spero che tu non lo faccia anche con la tua chica, parlandole sempre di me.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics