mercoledì 2 giugno 2010

37
comments
Tutto quello che avreste voluto sapere sull’Ungheria e non avete mai osato chiedere

Ah, dunque sei romena…
No… ungherese…

Si’, va bene, ungherese, romena, bulgara…
No, ho detto ungherese. UN-GHE-RE-SE.

Quindi sei di Bucarest?
No, non sono di Bucarest. Che c’entra Bucarest?

E’ la capitale dell’Ungheria, no?
No, non lo e’. La capitale dell’Ungheria e’ Budapest. BU-DA-PEST.

Ah, certo... Budapest. Ma e’ vero che e’ una citta' divisa in due? Buda e Pest?
Guarda che non ci hanno costruito un muro, sai? In ogni modo si’, esiste Buda ed esiste Pest, che una volta erano separate dal Danubio, ma poi in seguito si sono fuse dopo la costruzione di un ponte. Miracoli della tecnologia! Buda, sulle colline, e’ rimasta antica, mentre Pest e’ la parte moderna, ed e’ il centro degli affari della citta’.

Ma come si pronuncia, Budapest o Budapesht?
Per la verita’, la pronuncia esatta sarebbe Budopesht, perche’ in lingua ungherese la “a” e’ molto chiusa, quasi come una “o”. E’ invece la "á" accentata che si pronuncia come una “a” italiana.

E tu vivi a Buda o a Pest?
Io veramente non vivo ne’ a Buda, ne’ a Pest. Sono un po’ misantropa, non mi piacciono molto le grandi citta’. Vivo in campagna.

Siete ancora comunisti?
Gli ungheresi sono stati i primi a ribellarsi ai sovietici nel 1956. La rivoluzione falli’ e fu repressa nel sangue. Ti assicuro che qui nessuno ama quello che viene chiamato il "cinquantennio". Anzi, oggi esiste addirittura un forte sentimento nazionalista e di destra che vorrebbe che l’Ungheria rientrasse in possesso di quei territori che col trattato di Trianon, dopo la Prima Guerra Mondiale, furono ceduti alle nazioni confinanti.

E' vero che siete i discendenti di Attila?
No Attila era un unno. Gli ungheresi non sono discendenti degli unni, bensi’ dei Magiari, la piu’ grande delle tribu’ degli Ungari. Pero’ molti uomini qui portano il nome Attila.

Esiste il salame ungherese?
Credi forse che in Ungheria sia vietato produrre il salame?

Ed il famoso Gulasch?
Gulasch e’ il termine tedesco. In magiaro e’ Gulyás e si pronuncia gujash. E’ per noi un piatto popolare, ma non lo mangiamo molto frequentemente. Al massimo sette, otto volte l’anno.

E' vero che in estate ci sono molti festival di musica?
Si’. Ai giovani ungheresi piacciono molto questi raduni. Quello piu’ famoso e’ lo Sziget Festival che si svolge ogni estate a Óbudai-sziget, una grande isola sul Danubio e dura una settimana. Ma festival di questo tipo ne trovi in tutta l’Ungheria. Anche dove vivo io, l’Hegyalja Festival, dove per quattro giorni giovani provenienti da ogni parte d’Europa, si divertono ascoltando musica dal vivo.

In Ungheria ce l’avete l’euro?
No, non ancora, e forse non l'avremo mai.

Ma li accettate i pagamenti in euro?
Tu in Italia li accetteresti pagamenti in forint ungheresi?

Li’ da voi la gente e’ povera?
L’Ungheria non e’ certamente un paese ricco, anche se fra i paesi dell’ex blocco sovietico e’, insieme alla Repubblica Ceca, quello dove la qualita’ della vita e’ migliore. Budapest, dove vive circa un terzo dell’intera popolazione ungherese, e’ una metropoli simile a qualsiasi altra metropoli nel mondo, dove trovi davvero tutto; rappresenta la parte dove e’ concentrata oltre la meta’ dell’attivita' economica del paese ed e’ una citta’ abbastanza ricca. Tutto il resto, invece, dal punto di vista di un italiano, puo’ apparire alquanto desolato.

Costa molto vivere in Ungheria?
Dipende dove. A Budapest le case hanno dei prezzi abbastanza elevati, ed anche il costo della vita e’ alto. In ogni caso e' sempre un buon 30% inferiore a quello di Milano.

Ci vivono molti italiani in Ungheria?
Nella mia piccola citta’ no. Pero’ a Budapest ce ne sono abbastanza. In centro i piu’ prestigiosi negozi di moda sono di proprieta’ di italiani. E poi ci sono ristoranti italiani un po’ ovunque. Anche nei piccoli centri, dove e’ diffusa la produzione di scarpe, trovi molti italiani, soprattutto veneti che hanno aperto fabbriche per produrre a basso costo.

Che cosa pensano gli ungheresi degli italiani?
Fino a qualche anno fa, ovvero prima della crisi, pensavano esattamente quello che voi pensavate una volta degli americani: soldi, bella vita, consumismo e grandi opportunita’ di ricchezza. Oggi tutto cio’ e’ decantato ed un po’ si e’ ridimensionato. Pero’ dell’Italia ci rimane ancora l’immagine di un paese pieno di persone allegre che parlano gesticolando con le mani, che amano le belle cose e mangiare bene. E poi e’ nota la passione che gli uomini italiani hanno per le belle ragazze.

Giusto! Parliamo un po’ delle ragazze…
Le ragazze ungheresi sono mediamente carine, secondo quelli che possono essere i canoni estetici attuali. A Budapest, Váci utca durante certe ore diventa quasi una passerella di moda da tante belle ragazze che ci sono. Come carattere, noi ungheresi siamo generalmente easy going, tanto che se paragonate con le italiane possiamo sembrare addirittura anche fin troppo disponibili. Se non siamo impegnate sentimentalmente, accettiamo volentieri gli inviti di chi ci piace e sa come comportarsi. Pero’ devi fare attenzione perche’ non tutte lo fanno solo per piacere. Molte, anche se non sono prostitute, sono pagate dai locali e night club per attrarre clientela. Ci sono ragazze che si fanno rimorchiare dai turisti e li portano nei posti dove questi possono essere spennati a dovere.

E tu che ci fai qui da sola?
Niente... mi sto annoiando. Senti, c’e’ un localino qui vicino che e’ l’ideale per parlare e per conoscersi bevendo qualcosa. Che ne diresti di accompagnarmi?

37 commenti :

Carlo ha detto...

Ma questo è un forum per italiani che vogliono rimorchiare ragazze ungheresi?

Carlo ha detto...

Ma non possiamo andare a casa tua?

Gio ha detto...

Klarissima, facciamo un esperimento?

Continuiamo questo discorso :D

Io, in questo caso, ti guarderei con il sorriso negli occhi e ti direi:

'Ma dimmi un po' ... non sarai mica una di quelle ragazze che rimorchiano i turisti e li portano a farsi spennare, eh?'

;-)

sbracu ha detto...

Scusami Chiara hai fatto una propria vera FAQ dell'Ungheria e ti te stessa quasi, chi ha la necessita di allargare le proprie conoscenze socio - politiche dell'Ungheria, per altro bella terra dalle antiche tradizioni, lo faccia altrove senza romperti, un tenero baciamano!!!!!!

Antonio ha detto...

koszonom, nem akarok semmit.

modesty ha detto...

...ho passato una estate bellissima a cavallo nella puszta.
indimenticabile.
uno dei die viaggi di nozze, pensa.

love, mod

Gio ha detto...

PS: il precedente messaggio è mio, ero loggato con un altro e-mail.
Ciao :)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Mod: uno dei dei viaggi di nozze, pensa.

Quanti ne hai fatti?


@ Gio: il precedente messaggio è mio, ero loggato con un altro e-mail.

Quale precedente messaggio?

modesty ha detto...

ne abbiamo fatto uno ogni anno. fino al 98. poi basta.

Gio ha detto...

Questo:

Klarissima, facciamo un esperimento?

Continuiamo questo discorso :D

Io, in questo caso, ti guarderei con il sorriso negli occhi e ti direi:

'Ma dimmi un po' ... non sarai mica una di quelle ragazze che rimorchiano i turisti e li portano a farsi spennare, eh?'

Ciao :-)

Alex ha detto...

Buongiorno Chiara,
scrivi:"Niente... mi sto annoiando. Senti, c’e’ un localino qui vicino che e’ l’ideale per parlare e per conoscersi bevendo qualcosa. Che ne diresti di accompagnarmi?"

con molto piacere....sono sicuro che ne varrebbe la pena:-)

Kameo ha detto...

@ Klara
Serbo molti bei ricordi della tua terra, anche recenti :-)

@ Modesty
Ho avuto un amore corrisposto con un Nonius ungherese balzano da tre.
Dopo di lui più nulla :-(

Bibi ha detto...

@ Chiara
Noooo "tu quoque Chiara"? Tu pure una rimorchiatrice di "kuriza"?
Ai miei tempi erano tutte nella zona adiacente il fiume , "Pesti also rakpart" ,ho riguardato con google ..mica me la ricoravo, ricordo solo dove c'era l'Hyatt, vicino al ponte delle catene, curioso albergo con un aereo nella hall.
Bastava uscire ed eri circondato da "rimorchiatrici" che si dividevano in "professioniste" che ti proponevano sesso in svariete forme e combinazioni ed appunto quelle che ti portavano nei locali più strani e che promettevano vizi e stravizi che neanche a Saigon alla fine della guerra erano noti.
Provai due di questi locali...uno era un penoso strip-bar con una tizia che molto annoiata cercava di rendere interessante il fatto che si fosse depilata integralmente e l'altro era una specie di rodeo-bar stile nashville con musica e cameriere con le tette di fuori.
I tedeschi apprezzavano molto queste cose, io decisamente meno.
Bei tempi..non fosse che per il fatto che avevo parecchi anni in meno.
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gio: Io, in questo caso, ti guarderei con il sorriso negli occhi e ti direi:

'Ma dimmi un po' ... non sarai mica una di quelle ragazze che rimorchiano i turisti e li portano a farsi spennare, eh?'


Sono certa che il sorriso dagli occhi ti sparirebbe al momento dell'arrivo del conto. :-)


@ Alex: con molto piacere....sono sicuro che ne varrebbe la pena

Idem come sopra.
A parole, qui nel blog, dove certe cose si possono dire senza rischi, e' molto facile atteggiarsi a splendidi, ma pur non avendo mai fatto la professione della ragazza che aggancia i clienti per i locali, pero' avendone fatta un'altra abbastanza simile dove mi capitava spesso di farmi invitare da qualcuno a cena, posso dirti che ho visto piu' di una faccia sbiancarsi di fronte ai conti dei ristoranti. Soprattutto quando il vino lo facevano scegliere a me. :-)


@ Kameo: Serbo molti bei ricordi della tua terra, anche recenti

Ben rientrata a casa. Spero che il cibo non ti abbia procurato dei problemi. :-)


@ Bibi: Noooo "tu quoque Chiara"? Tu pure una rimorchiatrice di "kuriza"?

Assolutamente no. Sono passata immediatamente al livello superiore. :-)

Nicole ha detto...

Tho...sto Carlo è comparso pure da me...

Ad ogni modo...Non sono mai stata in Ungheria, mi affascina.
Ci si va credo per tanti motivi, compreso il facile tra virgolette acchiappo, ma a certi livelli è solo roba per ricchi...ad alcuni forse rode proprio questo.

Carlo ha detto...

Ma non si va a casa tua?

Io non sono mai stato in Ungheria e non penso di andarci ma il salame ungherese non è male anche quando lo fanno in Italia.

fabio r. ha detto...

bellissima guida pret-a-porter contro i luoghi comuni! brava!
io ho visitato un po' di Ungheria l'anno scorso ed alcune delle domande stupide che hai citato quasi quasi avrei potuto farmele anch'io, sebbene poi non l'abbia fatto solo perchè ho appena un po' più a conoscenza dei paesi europei in generale.
Complimenti!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Nicole: Ci si va credo per tanti motivi, compreso il facile tra virgolette acchiappo, ma a certi livelli è solo roba per ricchi...ad alcuni forse rode proprio questo.

A meno che non le piacciano anche le ragazze, una donna che viene qua solo per l'acchiappo, resta delusa. Ci sono luoghi di vacanza assai piu' interessanti.
Per quanto riguarda Carlo, fra poco diro' cosa penso.


@ Fabio r: bellissima guida pret-a-porter contro i luoghi comuni! brava!

Avrei voluto scrivere di piu', ma non avevo tempo. Credo che prima o poi arrivera' la seconda parte. :-)


@ Carlo:
Allora, io non so chi tu sia e perche' tu abbia scelto di commentare i miei post. Non che ci sia niente di male; fin quando sarai educato potrai farlo senza problemi, ma ho come il sospetto che tu sia qualcuno di gia' conosciuto che non vuol firmarsi come era solito firmarsi. Anche in questo, niente di male: fin quando avrai rispetto e non ti comporterai da troll, sei il benvenuto.
Pero'... se vuoi ottenere una risposta da me, o interagire con qualsiasi altra persona, credo che commenti del tipo che tu stai facendo non siano molto adatti.
Guarda, a me va bene lo stesso, se non altro le tue visite incrementano il traffico su questo blog e male non fa, ma se il tuo scopo non e' solamente quello di scrivere 2 frasette cosi' tanto per fare, e vuoi invece dialogare e magari sviluppare delle discussioni, ti consiglio sinceramente di modificare l'impostazione e di attenerti al tema del post.
Cio' che avevo da dire te l'ho detto. Adesso sta a te farne buon uso. :-)

Carlo ha detto...

"Niente... mi sto annoiando. Senti, c’e’ un localino qui vicino che e’ l’ideale per parlare e per conoscersi bevendo qualcosa. Che ne diresti di accompagnarmi?"

"Ma non possiamo andare a casa tua?"

A me sembrava a tema.

Ma ti sei offesa?

I ragazzi ungheresi non sono interessanti?

modesty ha detto...

to kameo) ...balzano a tre...cavallo da re.
io ne ho avuto l'ultima "Trakehner" balzana quattro...cavallo tutto matto. ho dovuto cederla e mi si è spezzato il cuore. non camminava, danzava.

love mod

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Carlo: II tentativo.

"Ma non possiamo andare a casa tua?"

A me sembrava a tema.


A me non pare molto in tema. Comunque conosci molte ragazze che, appena incontrato un tizio per strada, lo portano a casa loro?
Le uniche che lo fanno (e non e' casa loro, fidati), sono quelle che ti chiedono i soldi subito, ed a Budapest ne trovi quante ne vuoi.

Ma ti sei offesa?

No, non mi sono offesa. E' solo che ho l'impressione che tu non sia una new entry.


I ragazzi ungheresi non sono interessanti?


Lo sono. Solo che a loro non manca cosi' tanto da bere da avere una sete perenne.

Carlo ha detto...

Che vuol dire "Il tentativo"?

"Comunque conosci molte ragazze che, appena incontrato un tizio per strada, lo portano a casa loro?Le uniche che lo fanno (e non e' casa loro, fidati), sono quelle che ti chiedono i soldi subito, ed a Budapest ne trovi quante ne vuoi."

Tu trovi improbabile quella domanda?

Non si va a casa solo per fare sesso!

Poi uno a volte chiede più di quello che si aspetta di ottenere oppure esagera per fare il cretino. Oppure è un modo di dire che non ha soldi o non si trova a suo agio a passare il tempo a bere o a mangiare in un locale anche se in piacevole compagnia.

Se va male, pazienza!

"Solo che a loro non manca cosi' tanto da bere da avere una sete perenne."

Bè, non credo che ci siano 2 miliardi di donne che vanno lì solo per l'acchiappo e che esauriscono tutti gli uomini che hanno la pazienza e l'altruismo di concedersi alle straniere disperate.

Da come l'avevi messo tu sembrava proprio brutto nei confronti dei tuoi connazionali.

Secondo me l'ambasciata dell'Ungheria in Italia non è contenta: fai sembrare tutte le ragazze ungheresi delle mercenarie e tutti i ragazzi ungheresi dei poverini.
Comunque ora hai rimediato, almeno per i ragazzi. :)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Carlo: Tu trovi improbabile quella domanda?

La trovo fuori luogo rivolta da un perfetto sconosciuto incontrato per strada.
E trovo assai fuori luogo che una che non fa il mestiere della prostituta, accetti la proposta.

Non si va a casa solo per fare sesso!

Si puo' andare per mille motivi, ma il problema non e' cio' che si fa a casa, na chi accettiamo di portarci.
Se fosse un amico, non vedrei problemi, ma una persona appena conosciuta per strada, francamente, ripeto, la vedo una cosa che fanno solo le prostitute.
A meno che tu, quando ti relazioni con le donne che incontri, non le consideri TUTTE prostitute, indifferentemente.

Poi uno a volte chiede più di quello che si aspetta di ottenere oppure esagera per fare il cretino. Oppure è un modo di dire che non ha soldi o non si trova a suo agio a passare il tempo a bere o a mangiare in un locale anche se in piacevole compagnia.

Ripeto: che cavolo c'entra?
Qui si sta parlando di una persona appena conosciuta per strada che, per quanto libera e disinibita, nessuna ragazza assennata porterebbe a casa propria senza rischiare brutte situazioni.

Se va male, pazienza!

Ti assicuro che in questo modo, ti va male il 99.99% delle volte, se le ragazze alle quali poni la domanda 10 minuti dopo che l'hai conosciuta per strada, non fa il mestiere.

fai sembrare tutte le ragazze ungheresi delle mercenarie

Ebbene, io credo che solo una ragazza che esercita il mestiere accetti di portare subito a casa sua uno sconosciuto. Se tu in Italia sei abituato a tali comportamenti (e ne dubito), allora vuol dire che non io ma tu, tacitamente, attribuisci alle tue connazionali quell'appellativo.
Essere libere sessualmente, avere un minore livello di inibizione, non significa essere delle incoscienti scriteriate. In Ungheria trovi le prime, sicuramente, ma le seconde le trovi forse piu' nel tuo paese, a quanto pare.

Carlo ha detto...

???

Non so quante volte ti sia capitato di ricevere da una persona con cui non hai mai parlato prima una serie di domande di quel tipo in 10 minuti.

Tutte di fila possono apparire in una pagina web ma non in un dialogo reale. Nemmeno nel dialogo di un film, almeno che non sia un film comico.

In italiano "mercenaria", anche al femminile, non è strettamente un sinonimo di prostituta. Quelle ragazze che portano i clienti nei locali costosi sono delle mercenarie anche se la loro attività non ha praticamente nulla a che fare col sesso.
La tipica PR dei locali fa una attività abbastanza simile. Generalmente lo fa in maniera più cristallina.

Il resto lo lascio a te. Non sono cose che mi appartengono. Spero non appertengano nemmeno a te. Ciao.

Alex ha detto...

Buongiorno Chiara,
posso tradurre?
preferirei essere "rapinato" da te che dal governo.
L'aspetto sbiancato sarebbe lo stesso, ma almeno saprei con chi scrivo:-)
ps eventualmente lavo i piatti:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Carlo: Quelle ragazze che portano i clienti nei locali costosi sono delle mercenarie anche se la loro attività non ha praticamente nulla a che fare col sesso.
La tipica PR dei locali fa una attività abbastanza simile.


Sono mercenari anche i consulenti finanziari?
E i telefonisti che rompono l'anima proponendo un'assicurazione oppure la nuova carta oro american express, sono mercenari?
Il mondo di oggi, gli affari, l'economia intera e' fatta da una massa di mercenari dei quali, probabilmente, se non sei un disoccupato e non lavori in proprio, fai parte anche tu.
Cosa fai nella vita? Non lo so, ma ammettiamo che tu faccia il commesso in un negozio di abbigliamento, nel momento in cui proponessi ad un cliente l'acquisto di un paio di jeans saresti un mercenario, oppure se fossi un ricercatore che lavora in un laboratorio di una casa farmaceutica, nel momento in cui ricevessi i soldi per il tuo lavoro che fa guadagnare soldi all'azienda, saresti un mercenario.
E' un mercenario il cameriere di un ristorante, come lo e' una modella che sfila su una passerella, come lo e' il direttore di una banca.
La parola "mercenaria" non offende. E' semplicemente banale attribuirla alle sole ragazze che mettono in gioco la propria sensualita, tralasciando il resto dell'umanita' composta principalmente da mercenari.

marco ha detto...

Tutto quello che avreste voluto sapere sull’ippica e non avete mai osato chiedere


Nonius: Cavallo da sella e tiro leggero originario dell'Ungheria. La razza trae origine dallo stallone Nonius (mezzosangue Anglo-Normanno), nato in Normandia e arrivato in Ungheria nel 1810, che venne incrociato con fattrici soprattutto Andaluse, Arabe, Kladruber, Normanne e Purosangue Inglesi. Cavallo molto allevato, è fra i progenitori del più famoso Furioso-North Star al quale assomiglia.
Eccellente monta rustica, robusto e infaticabile.

Balzano: Si dice balzano un cavallo che presenta delle macchie bianche (chiamate appunto balzane) sugli arti a partire dallo zoccolo.
Esistono quindi cavalli balzani "da uno", "da due", "da tre" o "da quattro", a seconda del numero di arti balzani che presentano.



(Accidenti, io avevo capito che Kameo si era innamorata di un signore ungherese, che chissà perchè viene chiamato Nonius, particolarmente matto. So niente di cavalli io)!

:-(

pisolo973 ha detto...

Grande Klara.....
hai sempre la risposta pronta...Carlo non hai ancora risposto a ciò che insinuava Klara...allora sei carlo o chi va in giro anche sugli altri blog a sparlare di lei...
saluto ad entrambi..
Spettatore curioso

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Pisolo973:

Io non so cosa faccia o dica o scriva Carlo. Forse tu lo sai meglio di me.
Credo pero', per evitare i vari carlo e i luciano, che prima o poi cambiero' il settaggio per i commenti e li permettero' solo a chi possiede un account registrato.

Gisy ha detto...

Mi è proprio piaciuto...
hai troppo ragione.

pisolo973 ha detto...

@ Klàra
non so nulla di carlo ma a primo impatto mi è sembrato il modo di scrivere di un "illustre" che voleva sapere a tutti i costi se chi ti ha intervistata su blog a 2 piazze ti aveva vista fisicamete xchè secondo lui era di fondamentale importanza..(poi vi siete scambuiati un po di compliment :-))..ma forse mi sbaglio ....anzi sicuramente si...
Non mi fate modifiche particolari xchè già ci ho messo tanto per fare il mio 1° commento su un blog...(questo è il 2°)..
Non sono molto pratico anzi scopro solo ora l' esistenza di blog molto interessanti ...(giuro)...
poi ci sono finito per caso.. è assurdo stavo cercando tutt' altra cosa che nn c' entra niente (volevo un idea per fare un regalo ad un amico che compie 40 anni)...Questo è il bello del web...è come se uno impostasse sul suo tom tom una bella località di montagna del nord e ti ritrovi a fare un bel giro sulle altrettante belle coste lungo il mare del sud...e la magia è che ti sei dimenticato che dovevi andare in montagna...
scusa i troppi puntini ma così non devo far molto caso alla punteggiatura visto che qui vado sempre di corsa, c'è sempre gente e devo scrivere sempre di getto.
ciao Klà...mò mi leggo il post su l' ometto beta ...son curioso lo so sono indietro ma recupererò..mi starò appassionando ahahah

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Pisolo973: non so nulla di carlo ma a primo impatto mi è sembrato il modo di scrivere di un "illustre" che voleva sapere a tutti i costi se chi ti ha intervistata su blog a 2 piazze ti aveva vista fisicamete xchè secondo lui era di fondamentale importanza... [...]

Non sono molto pratico anzi scopro solo ora l' esistenza di blog molto interessanti ...(giuro)...
poi ci sono finito per caso.. è assurdo stavo cercando tutt' altra cosa che nn c' entra niente


Ma dai...
Vuoi prendermi in giro, vero? :-))
Fra tutte le persone che hanno commentato, tu che capiti qui "per caso", fai dei collegamenti con un "certo illustre" che (fra parentesi) non ha neppure commentato qui, ma in un altro blog.

So riconoscere un "fake" (nel senso di persona che non la racconta giusta) gia' dal primo capoverso. Ma non preoccuparti, il problema non e' mio. Come ho detto anche a Carlo, se vuoi partecipare alla discussione sei benvenuto, basta che ti comporti con rispetto, ma se per caso vuoi approfondire di piu' con me o con qualcun altro/a, ti consiglio di guadagnarti una maggiore credibilita'.
A parte cio' (e non lo scrivo solo per te), non essere se stessi/e, recitare senza che lo si faccia per mestiere, possedere una multisfaccettatura della personalita' e' spesso sintomo di una grave patologia. E questa ai giorni d'oggi e' dovuta proprio all'eccessivo uso del computer, dei telefonini e del telecomando tv. Uno stile di vita in cui ci si trova spesso ad agire in modo multitasking, cioe' facendo piu' cose contemporaneamente oltre il limite che e' consentito al nostro cervello, almeno in questa fase della nostra evoluzione.
Infatti, da recenti studi sugli effetti di internet e' stato appurato che il massiccio uso del mezzo virtuale, soprattutto il multitasking in cui il nostro cervello e' costretto a fare piu' operazioni contemporaneamente, crea una sensazione di onnipotenza ed una concezione del se' in cui ci sembra di essere piu' efficienti ed intelligenti. In realta' tale sensazione e' finta. E' un'illusione creata da questa malattia. Crediamo di progredire quando in realta' ci si rimbecillisce.
Credo che su questo argomento ci scrivero' un post.
Buona giornata.

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
so che non te ne frega niente ma vado via qualche giorno:-) se trovo il tempo ti leggo:-)
neanche in ferie ti liberi di un rompi come me:-)

hai scritto di cambiare ip ad un tizio che non ricordo. Ho fatto la prova in ufficio una decina di PC collegando a myip ed esce lo stesso numero ora provo a far fare la prova con altre sedi e poi riferisco:-)

potrebbe anche essere che il tizio sia un altro anche se una "furba" come te lo riconosce dal modo di scrivere:-)
giusto??

Alex ha detto...

eccomi qua:-))
non ho proprio nulla da fare oggi:-)
Milano, Alessandria, aosta, brescia, cremona, genova, padova, torino, trento, treviso, udine e roma tutti con lo stesso IP quindi credo che almeno 1000 pc hanno lo stesso IP ma la dimensione finale dobrebbe essere di circa 10000 pc.
giusto per perdere tempo

pisolo973 ha detto...

@ Klàra
ahaha hai fatto un film...
dai te la dico tutta anche se non l' ho fatto prima xchè non mi sembrava il caso...
voglio regalare a quel mio amico (collega) un ora con una escort..ho visto un po di siti ed ovviamente la parola "escort" ha tirato fuori anche l' intervista su quel blog...(messo tra i preferiti insieme al tuo successivamente..gli unici per ora)..l' ho letta tutta d' un fiato compreso i commenti e mi divertiva il botta/risposta tra te e quello...
ho cliccato prima sul suo profilo e poi sul tuo ...e sono sbarcato qui.....
+ semplice di tutte ciò che tu possa aver immaginato.
Non ho patologie e non devo approfondire con nessuno...non mi devo fidanzare anzi sono sposato e non cerco amanti virtuali..tranquilla!!!!
Questa è la verità se non ci credi mi dispiace ...ho dato un' immagine sbagliata di me...ma cmq stanotte dormirò lo stesso :-))
Avevo solo scritto xchè mi aveva colpito il fatto di aver avuto la tua stessa impressione su un "commentatore" e mi ha colpito il fatto che cercavo un regalo e ho trovato tutt' altro!!! solo questo.
Uso pochissimo internet ..giusto un po a lavoro quando la giornata è "moscia"...ma soprattuto per giocare ad un gioco di calcio manageriale che si chiama Hattrick..ed ogni tanto butto l' occhio sui due blog...
ah..domanda ma xchè quando clicco pubblica commento la prima volta mi dice che ho sbagliato i caratteri la parola (erano giusti) e la seconda va bene??
ariciao
ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Pisolo973: voglio regalare a quel mio amico (collega) un ora con una escort

Regalare una escort potrebbe configurarsi in un reato. Quindi poni attenzione a cio' che fai.

Non ho patologie e non devo approfondire con nessuno...non mi devo fidanzare anzi sono sposato e non cerco amanti virtuali..tranquilla

Sono contenta per te. In ogni caso io sono tranquillissima.
Sulle patologie legate all'uso eccessivo del computer, di cui uno dei sintomi piu' evidenti e' la negazione dell'uso ripetuto del mezzo (quante volte si assiste ad affermazioni del tipo "no, non lo uso tanto... solo per lavoro"), ho detto che faro' un post a parte e credo che quello stimolera' molti commenti. :-))

Questa è la verità se non ci credi mi dispiace ...ho dato un' immagine sbagliata di me...ma cmq stanotte dormirò lo stesso

Questa e' la risposta giusta da dare. Inizio a credere alla tua verita'. Non sono infallibile nei miei giudizi, ed anche una tipica diffidenza caratteriale mi porta spesso a considerare le cose dal lato peggiore.
Se sapessi da quanti stalker ho dovuto proteggermi durante la mia vita, non solo nella realta' ma anche nella virtualita', capiresti che essere diffidente e' per me un modo efficace per non cadere nelle trappoline di tanta gente che non sta bene.

domanda ma xchè quando clicco pubblica commento la prima volta mi dice che ho sbagliato i caratteri la parola (erano giusti) e la seconda va bene??

Accade quando si sta troppo tempo a scrivere il commento. Per commenti brevi non accade mai, ma per quelli lunghi a volte avviene.

Anonimo ha detto...

cara Chiara, dico che mi dispiace per la triste immagine che si sta diffondendo all'estero e specialmente qui in Italia di Budapest proprio a causa della faccenda delle adescatrici di Vaci Utca e dintorni. Perchè di questo si tratta. E mi dispiace dirlo ma non sono semplici meretrici paragonabili ad altre categorie di "venditori" con pochi scrupoli. Sono meretrici particolarmente disoneste nonchè donne poco umane. Si tratta di vera e propria truffa organizzata. Nei baretti delle strade a lato di via Vaci, gestiti da organizzazioni criminali c'è il buttafuori che aspetta che arrivi il pollo da spennare..e se non paga.... sono dolori e la polizia è inutile perchè tanto prende bustarelle da loro. Ignari e spesso giovanissimi ragazzi stranieri che passeggiano vengono abbordati da due ragazze che una volta portati al locale ordinano un drink che non è presente sul listino. Poi dopo aver ordinato, fingendo di dover andare al bagno o qualche altra scusa se la danno a gambe e lasciano il malcapitato in balia del buttafuori. E questi ragazzi non sono quasi mai donnaioli in cerca di sesso facile, ma spesso solo giovani ingenui che si illudono di essere stati fortunati, almeno una volta nella vita

Sandro

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics