mercoledì 23 giugno 2010

34
comments
Segni particolari: praticamente nessuno… o quasi

Oggi vorrei trattare un argomento leggero: tatuaggi e piercing. Voi cosa ne pensate? Vi piacciono? Li ritenete volgari? Intriganti? Ne avete qualcuno? Anche se da sempre sono attratta da questo genere di decori - alcuni sono davvero delle straordinarie opere di body art - quella che era la mia professione non mi consentiva di disegnarmi la pelle come avrei desiderato.

Draghi cinesi disegnati sul fondoschiena, anelli infilati nel naso o cose del genere, anche se sarei stata curiosa di provare per vedere come stavo, di certo non mi si addicevano. Il motivo? E’ molto semplice: una cortigiana che voglia mantenere una clientela danarosa non deve mai farsi tentare da certe tendenze del momento che la possono dequalificare. Soprattutto se, come nel caso dei tatuaggi, una volta fatti non possono esser cancellati senza che ne resti traccia.

Mi sono sentita dunque in obbligo di mantenere la mia pelle piu’ intatta possibile, pulita e senza alcun segno particolare, come un foglio bianco sul quale ogni persona potesse avere l'impressione di essere la prima a scriverci. Oltre a cio’, e ad una questione che riguardava una mia fisima - essere ricordata in giro per “quella con il serpente disegnato sul culo” non era invero esaltante - i riscontri avuti parlando con le persone incontrate mi avevano resa ben consapevole che tatuaggi o piercing, fossero da evitare ad ogni costo, anche per quella reazione di diffidenza istintiva che provocano facendo immaginare strane corrispondenze con l’uso di sostanze stupefacenti, oppure con stili di vita ben lontani da quello che, per clienti di un certo tipo, una cortigiana d’alto bordo dovrebbe avere.

Sappiamo benissimo che non e’ vero e che si tratta solo di un pregiudizio, di un luogo comune. Tatuaggi e piercing non etichettano una persona come drogata oppure malavitosa. Oggigiorno e’ un fatto legato alla moda, ma credo sia impossibile evitare la correlazione che l’inconscio crea fra il buco del piercing ed altri buchi fatti con la siringa, oppure fra un tatuaggio decorativo e quei tatuaggi di chi ha passato troppo tempo in galera. E talvolta puo' crearsi la sensazione di avere a che fare con una persona che conduce un’esistenza a tinte fosche. Sono convinzioni del tutto fuori luogo, da gente con mentalita’ piccolo borghese, ma poiche’ la mia clientela era quasi tutta proveniente quell’ambiente, cio’ avrebbe significato una notevole riduzione del mio giro d’affari.

Tatuaggi troppo evidenti – che fra l’altro sono antiestetici quando s'indossa un vestito elegante o da sera - oppure piercing esasperati e troppo particolari - che possono essere anche un eccessivo numero di buchi nelle orecchie – oltretutto non rendono per niente una donna sexy, ne’ la ringiovaniscono come credono alcune, ne' sono adatti a corpi che non siano piu’ che perfetti dal punto di vista fisico, ma soprattutto creano in molti un’indefinibile sensazione di diffidenza, quando invece durante un incontro dovrebbe essere tutto il contrario, in quanto l’obiettivo primario di una professionista e' quello di rendere la persona che incontra il piu’ possibile rilassata.

Un uomo, soprattutto la prima volta che conosce una ragazza, e’ sempre un po’ teso. Anche se non lo da’ a vedere, dentro di se’ e’ continuamente in uno stato di grande agitazione dovuto a quei fattori che in definitiva sono comuni ad ogni “primo appuntamento”: la curiosita’, l’eccitazione, l’ansia… anche da prestazione. Aggiungere un ulteriore elemento di stress puo’ dunque risultare controproducente.

Se qualcuno avesse quindi in mente oggi di esaminare il mio corpo alla ricerca di tatuaggi o piercing ne troverebbe? Potrei dire di no, ma forse mentirei. Infatti, a parte tutto cio' che ho scritto, credo che talune cose, se sono minuscole, quasi invisibili, possano essere veramente sexy. Non devono pero’ palesarsi a chi osserva con occhi distratti o superficialmente. Quello che rende certi dettagli intriganti e’ che devono essere cercati, portati alla luce come tesori nascosti, inaccessibili ai piu’, ma che solo pochi riescono ad individuare e quindi ad ottenere al di la’ del fatto che una donna che esercita l’antico mestiere si conceda a chiunque la paghi. E sono proprio queste piccole cose da poco, nascoste, invisibili che fanno la differenza. Sembra incredibile, ma e’ cosi’. La bellezza di un corpo per quanto straordinaria a volte significa meno di un dettaglio, perche’ in quella piccola cosa che puo’ sembrare di poca importanza e’ spesso racchiusa un’intera storia.

Adesso lo posso confessare: anch’io ho un minuscolo tatuaggio. Individuarlo non e’ facile per chi non lo sa. E' piccolissimo e per trovarlo bisogna cercare molto attentamente, scendendo giu’ fino ai piedi. Si trova all’interno dell’alluce e vi sono indicate le iniziali del mio nome. Si' lo so, pare incoerente da parte mia se si tiene conto di tutto quello che ho scritto finora riguardo ai tatuaggi, ai fogli bianchi, alla pelle intatta e a tutto il resto, ma farmelo e’ stato come un gioco, una sfida, ed il motivo per cui ho voluto le mie iniziali invece di una qualsiasi altra cosa e’ perche’ ho pensato che chi avesse pazientemente cercato e fosse arrivato a conoscermi fino a quel punto, avrebbe meritato anche di sapere come mi chiamo.

34 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

personalmente ho sempre avuto una certa avversione verso i tatuaggi (di certo io non me ne farei mai fare uno), anche se riconosco che dei tatuaggi possono conferire un non so che di fascinoso ad alcune persone. Invece non mi piace chi si buca la pelle con anelli, chiodini o altre schifezze.

Per quanto riguarda le escort devo dire che non mi sono mai piaciute quelle troppo tatuate, mentre qualche piccolo tatuaggio può essere piacevole. Qualche volta mi è capitato di incontrare delle escort che avevano dei tatuaggi in zona paperetta: confesso che ho sempre trovato la cosa eccitante.


Ciao Davide

Lady ha detto...

hahahah wow!Misteriosa a tal punto da celare il tuo vero nome!Io ho un pircing sul labbro inferiore,al centro..e per quanto questo tipo di pircing possa sembrare banale per me ha un significato particolare..l'ho fatto 4 anni fa quando ero ancora una piccola ragazzina scema..me lo sono fatto da sola con una spilla da baglia sterilizzata col fuoco e 3 cubetti di ghiaccio,l'ho fatto nella mia stanza,da sola.Lo desideravo a tal punto da rischiare una cosa del genere..Ce l'ho ancora adesso e ci sono affezionata!è una mia decorazione a cui ormai non rinuncerei..Adesso punto ad un tatuaggio,lo farò dietro la schiena,al centro un po più in alto delle scapole,dietro al collo diciamo.L'ho disegnato io,e sarò pronta ad accogliere anche lui come un'altra piccola parte di me!

Neelps ha detto...

@Chiara

Voi cosa ne pensate? Vi piacciono? Li ritenete volgari? Intriganti?


A me piacciono, ma devono avere armonia con il corpo. Molti sono senza alcun senso, non affogano nel corpo lasciando una sensazione ruvida antiestetica, quindi volgare.

Conoscevo una ragazza di origine asiatica che aveva un grosso tatuaggio su braccio, spalle e parte della schiena. Visto cosi era semplicemente un bel disegno colorato, ma le cose, tutte, vanno bevute assaporandone tutti i gusti, e quel bel disegno contornato da modi di fare gentili e da un carattere timido, assumeva un particolare aroma armonico che mi e' rimasto impresso nella mente e, forse, nel cuore.


Sono convinzioni del tutto fuori luogo, da gente con mentalita’ piccolo borghese


Si, da provinciali, ma considera che il tatuaggio non fa parte della nostra cultura, e' entrato prepotentemente grazie a tanti fattori senza essere accompagnato dalla sua venatura artistica.

Io per esempio non sopporto i disegni tribali tatuati sulle braccia, li trovo banali, scontati e persino volgari nella loro inutilita' estetica. Senza contare il fatto che richiamano ormai una serie di luoghi comuni decisamente nauseanti, trovo forse piu' nauseanti questi stereotipi che la mentalita' provinciale e paesanotta, perche' alla fine e' proprio il provincialismo paesanotto che ha partorito l'esigenza del rincorrere stereotipi meschini, chi con tatuaggi, chi con l'abbigliamento, chi con il modo di parlare e l'appariscenza degli oggetti posseduti (persone incluse).

E' una mentalita' che racchiude in se' l'annullamento della sostanza per cercarsi un vestito poco elegante, e scorre come un fiume in piena, da destra a sinistra, da nord a sud, cavalcando l'onda del declino generale.

Tornando a noi, si, i tatuaggi mi piacciono, me ne farei uno o forse ne ho gia' uno ;)
Ma il punto cardine e' il disegno, quale disegno? cosa dovrebbe esprimere? potrebbe essere vivo? espandersi, bianco o nero, colori? cosa ? dove? perche'?

Per esempio io rabbrividisco all'idea di scegliere un disegno su un catalogo, cosa sto facendo? comperando un paio di scarpe al supermercato? Il disegno copia-incollato e' di una freddura sconcertante, mi mette a disagio il solo pensiero di avere sulla pelle un simile marchio indelebile.
Un brivido disgustoso, e' come avere adosso il fango putrido in cui l'aureola e' andata del tutto persa!

Preferisco pareti nudi e vuote, piuttosto che ricoperte con stampe o dipinti da supermercato, disegnati e dipinti in serie da stampini umani che hanno percepito in quello che fanno solo il gusto del guadagno e nulla riguardo l'intrinseco egoismo del creare una cosa viva. Una parete vestita di queste sciempiezze ti ragliera' adosso in ogni istante della giornata rendendoti sempre piu' anestetizzato al gusto del bello.


Ti sei focalizzata sul dove, che e' un particolare importante, ma vorrei sapere anche Che cosa, quale disegno?

ciao
Nlps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: avevano dei tatuaggi in zona paperetta

Che banalita'!
Credo che la maggior parte delle escort che si fanno un tatuaggio, lo facciano proprio li'. Magari pensando di essere incredibilmente uniche e speciali :-)
In ogni modo, non solo il soggetto del tatuaggio, ma anche il punto del corpo dove lo si vuol posizionato indica molte cose a proposito della personalita'.


@ Lady: me lo sono fatto da sola con una spilla da baglia sterilizzata col fuoco e 3 cubetti di ghiaccio,l'ho fatto nella mia stanza,da sola

Ouch!!
Mi hai fatto provare un brivido.
Sara' che sono sempre stata scrupolosa nei confronti del mio corpo, ma io non ci sarei riuscita a farlo. Hai rischiato di sfregiarti a vita, lo sai?
Per il tatuaggio non saprei che dirti. Sei ovviamente libera di farlo come credi, ma io sono piu' propensa per le cose uniche e discrete. Il mio piccolo tatuaggio gia' ce l'ho. Oltre a quello ogni altro sarebbe superfluo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Ti sei focalizzata sul dove, che e' un particolare importante, ma vorrei sapere anche Che cosa, quale disegno?


Come quale disegno?
L'ho detto: le mie iniziali.
Sono una persona semplice, con poca fantasia.
E poi quel giorno avevo pochi soldi per fare qualcosa di piu' elaborato. Piu' di due iniziali non mi potevo permettere. :-)

Neelps ha detto...

@Chiara

L'ho detto: le mie iniziali.


Ma no, intendevo se volessi farne un'altro, cosa sceglieresti di fare? che disegno? per esprimere che cosa?

E' come quando si decide di attaccare un dipinto ad una parete, in base a che cosa lo si sceglie, se potessi creare un disegno, un dipinto, come lo vorresti fare? cosa vorresti rappresentare? perche'? e' la stessa cosa, ma e' meglio porre questa domanda focalizzando sul tatuaggio perche' e' implicita l'importanza della cosa dal fatto che e' un disegno che non puoi piu' togliere dalla parete, un vestito eterno, sulla sua pelle nuda del muro.


Sono una persona semplice, con poca fantasia.


La fantasia e' un qualcosa che bisogna allevare con cura, non casca dal cielo, si inizia copiando e pian piano si aggiungono i propri particolari finche' ad un tratto, senza accorgerti, ti troverai piu' fantasiosa di quanto tu creda di essere.
E poi la semplicita' non e' mai sinonimo di mediocrita', anzi tutt'altro.

KISS ;)

Nlps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: intendevo se volessi farne un'altro, cosa sceglieresti di fare? che disegno? per esprimere che cosa?

Ma io non voglio farne altri. Mi basta cosi'. :-)

La fantasia e' un qualcosa che bisogna allevare con cura, non casca dal cielo, si inizia copiando e pian piano si aggiungono i propri particolari finche' ad un tratto, senza accorgerti, ti troverai piu' fantasiosa di quanto tu creda di essere.

Grazie.
Seguiro' i tuoi consigli e cerchero' di farne tesoro. :-)

Neelps ha detto...

@Lady

l'ho fatto nella mia stanza,da sola


sei stupida, ma la scelleratezza di questo gesto mi piace, e' inutile negarlo, ne sono attratto ;)

Nlps

Neelps ha detto...

@Chiara


Ma io non voglio farne altri. Mi basta cosi'. :-)


Ufffaaaaaa ma mettici un po di fantasia!! ;-P
Io volevo portarti su discorsi che esulano dal tatuaggio in se'...

@Chiara
Seguiro' i tuoi consigli

Magari non ne hai bisogno.
A volte e' difficile rendersi conto della propria situazione finche' non si fanno paragoni.

Sai, spesso trovo persone che credono di fare benissimo una cosa e altre che credono di farla in modo "discreto" ma non buono.
Alla prova pratica accade sempre che quelli che dicevano di essere discreti sono sempre meglio degli altri, perche' non si permettono mai di raggiungere la meta quindi sono costantemente sollecitati al miglioramento.

Nlps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Ufffaaaaaa ma mettici un po di fantasia!!

Ti ho detto. Non ne ho.
E poi non saprei dove nasconderlo senza essere banale. :-)

Magari non ne hai bisogno.

No no. Ne ho bisogno.
Eccome se ne ho bisogno.
Sapessi quanto ne ho bisogno.
Meno male che tu sei cosi' gentile da istruirmi. :-)

A volte e' difficile rendersi conto della propria situazione

Essi'. Hai proprio ragione. Sai qual e' il mio problema? Che non mi rendo conto della mia situazione.
Mi piacerebbe rendermene conto come ad esempio fa tanta gente... come credo fai anche tu.
Si' perche' tu dai veramente l'idea di rendertene conto. Sei fortunato. :-)

Sai, spesso trovo persone che credono di fare benissimo una cosa e altre che credono di farla in modo "discreto" ma non buono.

Immagino che tu sappia dare dei pareri abbastanza adeguati sulla capacita' delle varie persone. Che tu sappia giudicare quando qualcuno sa fare oppure no. Sei forse un critico?

Alla prova pratica accade sempre che quelli che dicevano di essere discreti sono sempre meglio degli altri

Ma dai...
Davvero le cose stanno cosi'?
Se ne impara ogni giorno una nuova.
Certo che avendo esperienza si individuano subito certe persone.
Purtroppo io non ne ho. :-(

Ti piace dialogare con me?
Visto come riesco a saltare di palo in frasca?
Dai tatuaggi siamo passati a parlare della tua capacita' analitica. Sono davvero dispersiva ed inconcludente, vero? :-)

modesty ha detto...

tatuaggi no. è roba per marinai e galeotti.
piercing sì. ne ho uno da 20 anni. un anello.
no, non in faccia e neanche all'onbellico.
non mi piace "esibire" certe cose.

love, mod

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
per me nessun tatuaggio(:

un periodo volevo tatuare il drago con le fauci aperte a 4 denti, simbolo di dove mi allenavo, presente in quasi tutti, purtroppo esiste una clausola, nel posto dove lavoro che prevede l'allontamento in presenza di tatuaggi(:, che sfiga, sinceramente della clausola non che me ne frega molto, se non lavoravo li, anzi lavoro, ero da un altra parte, ma la parola l'avevo data.
Comunque ad un certo punto, decido di tatuare il drago sulla pianta del piede, solo per me, dimenticando una cosa importante, che soffro il solletico in modo sconsiderato, ed essendo un gran fifone non ci sono riuscito(:

Scrivi:
Non ho fantasia:-)

speriamo solo per i tatuaggi:-)))))

Concordo con te che il tatuaggio può essere abbinato a tante situazioni delinquenziali, ma basta guaradare la persona per capire il tatuaggio e spesso il suo significato.

Kameo ha detto...

"E poi non saprei dove nasconderlo senza essere banale."

Nascondilo sotto la lingua ... se non hai timore che qualcuno te la tagli per portarlo via ;-)

UIFPW08 ha detto...

La vita va affrontata con le attenzioni che merita.Le scelte sono personali, io gradisco sempre la naturale bellezza del corpo, gia bella di suo, poi se la malizia ci mette lo zampino una cosina piccola ed indiscreta puo anche andare bene. L'arte del sedurre non ha bisogno di nulla se non dell'estro e della fantasia.
Il mio saluto
Maurizio

UIFPW08 ha detto...

Dimenticavo..la fotografia è bellissima, il tuo vero nome..lo sogno.
Ciao Kiara.

enea88 ha detto...

io ho una piccola torre di babele tra il medio e l'anulare della mano destra; ogni volta che la guardo mi ricorda che che non tutti gli erranti sono perduti e che sarebbe comunque utile rischiare di far crollare tutto di nuovo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Modesty: non mi piace "esibire" certe cose

Anche perche' suppongo che se lo esibisci ti arrestano. :-)


@ Alex: una clausola, nel posto dove lavoro che prevede l'allontamento in presenza di tatuaggi

Strana clausola. Sicuro che rispetti la Costituzione?


@ Kameo: Nascondilo sotto la lingua

Cribbio che doloreeee!!!
Ma ce l'avete con me?
Sono sensibile...
Prima Lady con il suo auto-piercing, adesso tu che mi proponi il tatuaggio sulla lingua; anzi no: sotto.


@ UIFPW08: L'arte del sedurre non ha bisogno di nulla se non dell'estro e della fantasia

Proprio quello che manca a me... uffa! :-(
Anzi no, una volta al mese una delle due cose mi viene. :-)

il tuo vero nome..lo sogno.

Sono solo incubi. Dovresti smetterla di mangiar pesante alla sera. :-)


@ Enea88: mi ricorda che che non tutti gli erranti sono perduti e che sarebbe comunque utile rischiare di far crollare tutto di nuovo

E' un tatuaggio ermetico? Te l'ha consigliato Montale o Ungaretti? :-)

modesty ha detto...

Anche perche' suppongo che se lo esibisci ti arrestano. :-)

...non è detto. :)))))))))))))))))

Kameo ha detto...

Uhmmm ... a mio avviso la Mod ha il piercing sul capezzolo :-)
Non affannatevi a cercare su di me tattoo o piercing perchè non ne troverete ;-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Kameo: a mio avviso la Mod ha il piercing sul capezzolo

No no... secondo me sbagli... :-))

Neelps ha detto...

@Modesty

tatuaggi no. è roba per marinai e galeotti.


Che ingiusta che sei! :)
Non e' forse affascinante il marinaio?

Nlps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non e' forse affascinante il marinaio?

E il galeotto, invece?

http://4.bp.blogspot.com/_t__mPtAaeRw/Sryw_Z287dI/AAAAAAAAD24/SoNBN5seZeE/s1600-h/mani.jpg

Neelps ha detto...

@Chiara

Si' perche' tu dai veramente l'idea di rendertene conto. Sei fortunato. :-)


Ma vaffanculo! ;P


Ti piace dialogare con me?
Visto come riesco a saltare di palo in frasca?
Dai tatuaggi siamo passati a parlare della tua capacita' analitica. Sono davvero dispersiva ed inconcludente, vero? :-)


Possiamo parlare della mia capacita' o incapacita' analitica quanto ti pare se vuoi, non sono certo il tipo che manca di autocritica, rispondo a tutte le tue domande, anche se dense di questo tono da sfottio :)

PS: non ti offendere!

ciao
Neelps

Neelps ha detto...

@Chiara

E il galeotto, invece?


Mah, non tanto.
Poi quelle mani hanno le dita tozze, non mi piacciono, a te si?

Nlps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

PS: non ti offendere!


Per quale ragione mi dovrei offendere? :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Poi quelle mani hanno le dita tozze, non mi piacciono, a te si?

A me si'. Molto. :-)

http://chiara-di-notte.blogspot.com/2009/09/mani.html

modesty ha detto...

...della serie chi indovina vince un tostapane....LOL

neelps said: Che ingiusta che sei! :)
Non e' forse affascinante il marinaio?

1) s', tanto ingiusta! :)
2) il marinaio è un uomo in perenne fuga....:) love, mod

Vandana ha detto...

@Chiara: ho pensato che chi avesse pazientemente cercato e fosse arrivato a conoscermi fino a quel punto, avrebbe meritato anche di sapere come mi chiamo.

Ah funziona cosi?!?prima si esplora il corpo e poi ci si presenta!sempre se si esplora fino in fondo!

E poi quel giorno avevo pochi soldi per fare qualcosa di piu' elaborato. Piu' di due iniziali non mi potevo permettere. :-)

Ma sei seria o stai scherzando?non l' ho capito. Un tatuaggio fatto a risparmio non l ho mai sentito.

La tipa di ieri nella foto "oggi mi sento un po cosi" è la stessa della foto del post??
Hanno i piedi uguali...orrendi!!!

guggenheim ha detto...

Ho, scritto in cinese, il nome di una persona per me importante.
Anche se ormai è una persona del passato.


Gugge

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Mod: della serie chi indovina vince un tostapane

Mi sa che l'ho gia' vinto. :-))


@ Vandana: prima si esplora il corpo e poi ci si presenta!

Secondo te una prostituta si presenta al cliente col proprio nome?

Ma sei seria o stai scherzando?

Tu che pensi? :-)

La tipa di ieri nella foto "oggi mi sento un po cosi" è la stessa della foto del post??
Hanno i piedi uguali... orrendi!!!


Orrendissimi!
Ma di lei non posso dire niente.
E' una questione di privacy, :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ho, scritto in cinese, il nome di una persona per me importante.
Anche se ormai è una persona del passato.


Io invece volevo scrivere in cirillico il nome di una persona giapponese che aveva un nome di origine pakistano conosciuta in Finlandia, ma che adesso vive in Brasile.
Poi, siccome mi stava venendo il mal di testa, ho optato per le mie iniziali. :-))

guggenheim ha detto...

Chiara@: Poi, siccome mi stava venendo il mal di testa, ho optato per le mie iniziali. :-))

egocentrica
:-)

Vandana ha detto...

@Chiara: Secondo te una prostituta si presenta al cliente col proprio nome?

Ignoravo il tuo passato!

Orrendissimi!
Ma di lei non posso dire niente.

Sono gli stessi allora. Ci ho visto bene!

Alex ha detto...

Buon giorno Chiara,

scrivi: "Strana clausola. Sicuro che rispetti la Costituzione?"

Ci sono persone che sono considerate di serie "B", queste persone non hanno gli stessi diritti di qualsiasi altro cittadino è scritto nella Costituzione, ora non chiedermi dove ma ti garantisco che è così.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics