martedì 4 maggio 2010

116
comments
Zingari, risentimento e razzismo

Esiste un proverbio nella nostra lingua che tradotto dice piu’ o meno cosi’: “Se c’e’ chi ti disprezza, anche tu vorrai disprezzare qualcuno”. E’ come se, con queste parole gli tzigani vogliano giustificare quel risentimento che hanno nei confronti di chi zingaro non e’. Sono parole dure e forse in un passato non molto lontano anche io le ho condivise, ma oggi non riesco piu’ ad accettarle ed in tutti i modi cerco di contrastarle, perche’ un bimbo che cresce con questa convinzione, difficilmente da grande riuscira’ a liberarsene.

Il disprezzo puo’ creare ferite non rimarginabili. Si rischia di diventare ostili, ribelli, ed aggiungo anche arroganti, ma allo stesso tempo avviliti. Cio’ puo’ risultare incomprensibile a chi, in vita sua, il disprezzo non lo ha mai subito. La nostra forte identita’ tzigana e’ un misto di caratteristiche positive, ma anche negative. C’e’ l’orgoglio e la fierezza di appartenere al nostro popolo, ma al tempo stesso anche la vergogna. Ed e’ a causa di questo conflitto interiore che l’autostima a poco a poco s’indebolisce ed origina quei comportamenti discutibili che sfociano nel risentimento. Di questo me ne rendo conto, e mi rendo conto anche dei gravi problemi che tutto cio’ comporta. E’ per tale motivo che da anni mi batto perche’ i bambini Rom si liberino fin subito da questo sentirsi disprezzati e dal sentimento di vergogna. Anzi, se possibile, in loro non abbia mai modo di nascere.

Per chi e’ gia’ una persona adulta, invece, non e’ semplice uscire da un certo schema. Capita anche a me di attribuire continuamente le responsabilita’ di tutto cio’ che la mia gente subisce a coloro che da sempre hanno gestito il potere, e spesso, generalizzando, metto sul banco degli imputati persino tutta quanta la popolazione di un Paese sol per il fatto che accetta in silenzio che certe ingiustizie siano commesse. Anche perche’, non so come la pensiate, ho l’impressione che la visione che avete degli zingari sia molte volte formata da situazioni stereotipate, dettate dal pregiudizio o che sono facilmente manipolabili da chi detiene i fili dell’informazione, e la vostra reale opinione si dibatte comunemente tra l’essere attratti dal nostro mondo e dal provarne repulsione.

Da sempre chi non e' Rom ci considera come un problema sociale, culturale, etnico e criminale da risolvere subito e con il minimo sforzo, quando invece tutti ci si dovrebbe impegnare a trovare il metodo per convivere pacificamente. Sarebbe bello se fosse cosi’, ma guardandomi intorno capisco che e’ pura utopia, e piu’ cresce la distanza tra la nostra scala di valori che si sta progressivamente disgregando e la societa’ civile che fa sempre piu’ fatica ad accettarci, piu’ il distacco fra noi e voi diventa incolmabile. E per avere l’illusione di raggiungervi, le nuove generazioni tendono sempre piu’ spesso a non disdegnare l’uso di un comportamento illecito, scavando un solco sempre piu’ profondo. Cosi’ la frattura tra gli zingari e la maggioranza della popolazione che gia’ e’ grande in modo quasi inaccettabile, rischia di crescere all’infinito, soprattutto se chi governa e’ intenzionato a dare sempre piu’ forza ai pregiudizi per puro scopo elettorale.

Per quanto riguarda il problema dell’integrazione, l’Ungheria si trova in una situazione assai migliore rispetto ad altri paesi europei. Dove vivo io, le parole di odio verso gli zingari non sono poi cosi’ comuni ed a parte alcune pubblicazioni che fanno capo a Jobbik, sui giornali ed in tv non compare mai materiale esplicitamente razzista, mentre in altri paesi sui giornali gli articoli che incitano contro gli zingari sono sempre piu’ numerosi. Parlo della Romania e della Repubblica Slovacca, ma anche della Croazia dove alcune minoranze che ci vivono sono colpite da gravi forme di discriminazione.

Sembra pero’ che la situazione peggiore sia in Italia, anche se su questo punto i mass media del vostro paese fanno finta di niente, come estranee al problema sembrano le varie parti politiche comprese quelle d’opposizione, e cio’ m’intristisce ancor di piu’ perche’ mi convinco che in fondo agli italici interessi di piu’ trovare il modo per non farsi mancare il nuovo modello di telefonino, oppure la sorte della propria squadra di calcio, piuttosto che occuparsi seriamente della questione dei Rom. E che le cose in Italia vadano proprio male lo testimonia persino l’eurodeputata ungherese Mohácsi Viktória che dopo aver fatto un lungo giro ed aver osservato personalmente le condizioni in cui vivono gli zingari in Italia, ha riferito al Parlamento Europeo accusando il governo italiano di aver agito manipolando le informazioni al solo scopo di giustificare una politica discriminatoria e repressiva nei confronti dei Rom ai quali, nel completo disinteresse di tutti, vengono addirittura sottratti i figli (l’intervista in italiano rilasciata da Viktória la si puo’ vedere in due parti QUI e QUI, mentre il suo intervento a Strasburgo, per chi conosce l’inglese, e’ disponibile QUI).

La soluzione ideale e definitiva sarebbe quella di darci la possibilita’ di ritrovare l’unita’ che riteniamo di aver perso da molto tempo e spiegarci, se possibile, per quale ragione dovremmo essere svantaggiati e discriminati da un punto di vista sociale. Solo in questo modo, se davvero lo si vuole, avrete modo di aiutarci a mettere fine ad una situazione che si protrae da oltre mezzo millennio, cosi’ da permetterci di entrare a far parte della vostra societa’ in modo paritario, da esseri umani liberi e non da liberti, cosicche’ anche noi possiamo abbandonare definitivamente un sentimento che solo in apparenza puo’ sembrare razzismo, ma che e’ solo quel rancore che prova chi la Storia ha reso eterna vittima nei confronti di coloro che giorno dopo giorno assumono sempre di piu’ atteggiamenti da carnefici.

116 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

in un post precedente un tuo commentatore ha chiesto: chi sarebbe contento di avere un campo nomadi vicino a casa sua?

Pensavo che alcuni commentatori avrebbero detto (ipocritamente) che sono contenti di ciò solo al fine di ben apparire ai tuoi occhi.
Invece non ho visto nessuno che si è detto contento di avere un campo nomadi vicino a casa sua.

Ho detto quanto sopra non per divagare dal tema del post, ma per mettere in evidenza che non si può affrontare questo tema dividendo l'Italia in buoni e cattivi.

Nel post precedente ho evidenziato (suscitando le tue ire) che l'ostilità verso gli zingari in Italia è un fenomeno recente: quando ero bambino (anni sessanta) era un fenomeno quasi inesistente, come spiega molto bene l'articolo di Lupoalburino.

Quello che non capisco è cosa è successo per ridurci nella situazione in cui siamo adesso.

Ciao Davide

Duval ha detto...

Chiara sta alla penna come Beccafumi stava al pennello; era andato a scuola di disegno certo, ma il "giallo Beccafumi" esiste ancora.

Sui Rom non si può fare altro che ascoltare, credo che nessuno qui abbia frequentato uno o più Rom tanto da poterne discutere con cognizione di causa.

Altra cosa sono le condiderazioni generali su argomenti attinenti il razzismo, il rifiuto del diverso, ecc ...

Qualcuno, in Italia o altrove, ha mai trattato "diversamente" la Rom Chiara ?

norman ha detto...

La situazione in Italia è via via peggiorata negli ultimi 20 anni con la comparsa della "lega" e la vittoria di berlusconi, si è creato un clima di odio generalizza
to e la Sinistra si è via via "sgon
fiata".Prima era diverso, con mag
giore tolleranza anche se non vi era molta simpatia verso i Rom frutto di un secolare pregiudizio ma non vi erano comportamenti persecutori come avviene ora, contesto però che nessuno interven
ga a difesa dei Rom quando vengono perseguitati e discriminati dai leghisti(di merda),molti Sacerdoti si prodigano per aiutarli e sopratutto far studiare i loro bambini e la stampa, vedi Repubblica, non manca mai di denun
ciare i torti loro inferti.
Da parte mia nelle discussioni puntualizzo sempre che i Rom sono sempre stati nomadi e calderai ambulanti di mestiere,in Italia almeno,e alcuni giostrai, ma ora le pentole in cucina non sono più di rame e nessuno ha bisogno di farle riparare, di cosa possono vivere ora? non possono più essere nomadi lo Stato deve occuparsi di loro ed integrarli, in più una volta i Rom erano solo Italiani, quindi pochi, poi con la guerra nei Balcani ed il crollo dell'Est ne sono arrivati tantissimi, insie
me ad altre nazionalità, è chiaro che i problemi sono aumentati e le politiche di destra hanno fatto lievitare i comportamenti delinquen
ziali che si potevano arginare con manovre di integrazione.
Un anno fa ho assistito ad una conferenza di Moni Ovadia in difesa dei Rom con la recita di poesie Rom ed un documentario sulla loro condizione, eravamo in tanti nella sala(in S.Babila)ma la sala era piccola, 100/150 persone,
fuori la Milano berlusconiana/le
ghista, sazia,indifferente e feroce
Norman

Ev@ ha detto...

Se fossi un idealista, direi che la situazione italiana è peggiorata con l'omologazione dovuta alla commistione di consumismo e politica fusi in una sola entità... cosa che noi chiamiamo, erroneamente, ad avviso dell'ipotetica presuntuosa idealista, conflitto di interesse. Perché l'interesse non è affatto in conflitto ma in squisita armonia ed è convogliato a giuste ed opportune nozze. L'oppositore che si credeva sottile come i suoi baffi, invece si è comportato come quello che, al matrimonio "che gli rompe" tira il riso sperando che i chicchi finiscano negli occhi degli sposi.. o che i cocci dei piatti facciano forare le gomme della limousine con i vetri oscurati, dietro i quali...

Vabbè a noi non ce ne frega nulla, di cosa accade dentro la limousine. O no? Ok, anche se frega, faccio finta di nulla e proseguo ipotizzando che l'idealista sia dell'avviso che, viste le alternative scadenti, ci si sia quindi tuffati in un americanizzazione sconsiderata, senza che da nessuna parte fosse detto esplicito che "americano" era o non era quello che s'intendeva in questi paraggi, dove le cose le si sapeva dallo "zio". Che è una figura sviluppata a partire dalla figura dello "zio di Roma", cioè un individuo che a Napoli faceva la comparsa, pagata, ai funerali per dare un tono alla famiglia in lutto. Così i cuoriosi potevano commentare: "ma chi era qeul signore distinto che era in disparte?" "mah.. uno zio che sta sempre a Roma..."

Pertanto, in mancanza di voci più convincenti, assetati, ci siamo bevuti quello che raccontava la buonanima di Mike Buongiorno. Che forse, per questo suo merito d'ambasciatore, è stato seppellito non molto tempo fa con imponente funerale di stato.

Comunque, l'idealista potrebbe pensare che tutto ciò ha portato all'attuale, che è omologato in un consumismo da ipermercato fitto di status symbol ... che però, guardacaso, fuori dalla "cortina di ferro" rappresentata dalla cappa degli italici spot pubblicitari, non riconosce nessuno. Poi si potrebbero esprimere fantasie sul fatto che questi spot sono la tassa più occulta di tutte le gabelle che le famiglie italiane si sobbarcano ma la si tirerebbe davvero per le lunghe.

Questo, si potrebbe ipotizzare che faccia dell'italiano un popolo che desidera solo omologazione, perché è nell'omologazione che parrebbe vi sia l'uguaglianza democratica e la felicità di quel sorriso e di quella gestualità espressa dagli "attori" che la televisione propone in ogni modo possibile e immaginabile. Come in America, ci dicono. E noi diciamo: visto che gli americani hanno sconfitto nazismo e comunismo, tutto ciò va sicuramente bene. E paghiamo, felici. Ma i conti non tornano...

Invece, tornando nei binari, dico che non sono affatto idealista ma sicuramente se la zingara (e non voglio fare nomi) è tolleratissima se veste l'abituccio "x", che gli sta proprio bene, specie con le scarpine "y" e se si trucca in quel modo che le valorizza qeusto e quello... ma se si azzarda a dire "ma io..." invece scassa le palle... non dipende da tutto ciò di cui l'idealista blatera ma è solo una questione di "caratteri" e di capire "come si vive".

Certo, infatti anche a me, capita che mi si dica che "ho finalmente capito come si vive" quando faccio spassare la gente che "può"... mentre se dico "ma io" e scasso le palle con la mia storiella dell'idealista, vengo presto definita "quella troia"... e via, poco dignitosamente, discorrendo.

Me lo merito, perché sono davvero lunatica.

Saluti

rossoallosso ha detto...

chiara ,ci rinuncio.
ammetto che la colpa e' principalmente mia,essendo non in grado di capacita' di sintesi nell'esprimere la mia,credo sia anche la tua,visione "ignorante" del mondo.tua ,perche' in te insita,mia perche' abbracciata fin da ragazzo.
rinuncio anche perche' ho notato,soprattutto in chi ha studiato,un rifiuto preconcetto di questa visione,riportando il tutto ad un individulismo che io non condivido,come se nel dna di ognuno fosse gia' scritto tutto.
ritengo che nessuno nasca razzista,e che sia la societa'in cui vivi che condiziona i comportamenti di ognuno.di esempi se ne potrbbero fare a migliaia.

Flyingboy ha detto...

bellissimo articolo, con una precisazione:

ma anche della Croazia dove alcune minoranze che ci vivono sono colpite da gravi forme di discriminazione.

Klara, credo che qui posso parlare in merito e dirti che non puoi fare una opinione generalizzando basata su UN fatto (Oršuš and Others vs. Croatia) che d'altronde i Rom croati stessi hanno affermato che era strumentalizzato e si sono dichiarati a supporto dello stato di Croatia.

Tutte le minoranze in Croatia hanno un rappresentante in parlamento per la legge, e cosi anche i Rom.

A scuola elementare avevo 4 (nella mia class) 4! compagni di qui un amico con quale giocavo a casa sua.

"GRAVI FORME DI DISCRIMINAZIONE" ?

Non ho mai sentito nessuno parlare di questo e in Croatia interloquo solo con intellettualmente onesti, percio' mi stupisce questa affermazione. Mi potresti citare qualche fonte.. grazie

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: in un post precedente un tuo commentatore ha chiesto: chi sarebbe contento di avere un campo nomadi vicino a casa sua?

E' sempre la stessa storia: c'e' chi vorrebbe le centrali nucleari, pero' non vicino a casa sua. L'ipocrisia e' tipica di certe popolazioni. Non e' genetica, e' solo trasmessa culturalmente dai genitori ai figli per generazioni.
Devo dire che oggi in Italia, in quanto ad ipocrisia, e' stata raggiunta l'apoteosi.
Comunque, se io fossi una nomade, non andrei mai in Italia. Sceglierei altri posti. quindi con me il problema non si porrebbe.
E dico di piu',anche se fortunatamente ormai dall'Ungheria nessuno esce piu' per andare all'estero a cercare migliori condizioni di vita, se fossi un'emigrante, qualsiasi lavoro o servizio offrissi, dal pulire i cessi, a fare la badante, la cameriera, l'operaia o la prostituta, ma anche la ricercatrice, l'architetto, l'artista o qualsiasi altra cosa, andrei da tutt'altra parte, ma non in Italia.


@ Norman: La situazione in Italia è via via peggiorata negli ultimi 20 anni con la comparsa della "lega" e la vittoria di berlusconi, si è creato un clima di odio generalizzato

E di questo hanno colpa solo Berlusconi e la lega o hanno colpa gli italiani in generale?


@ Eva: direi che la situazione italiana è peggiorata con l'omologazione dovuta alla commistione di consumismo e politica fusi in una sola entità... cosa che noi chiamiamo, erroneamente, ad avviso dell'ipotetica presuntuosa idealista, conflitto di interesse.

Ho dovuto usare il dizionario ben 5 volte. :-(


@ Rosso: come se nel dna di ognuno fosse gia' scritto tutto.

Da secoli, non si fa che parlare di "libero arbitrio" e di "predestinazione", concetti filosofici e religiosi di cui si dibatte continuamente.
Che cos'e' la "predestinazione" se non una grezza concezione di cio' che tu hai accennato?
Il carattere, le attitudini, le doti artistiche, l'umore ed anche la predisposizione verso gli altri, cio' che si chiama empatita, e' comprovato, sono in gran parte il risultato di reazioni biochimiche che avvengono all'interno del corpo umano, silenziose, che fanno parte di una struttura gia' progettata e che tu chiami dna.
Anche la capacita' d'innamorarsi piu' o meno facilmente rientra in questo progetto. Ci sono persone che piu' di altre sono suscettibili a certe sostanze che vengono prodotte e che scatenano l'innamoramento in modo piu' intenso, e quindi sono piu' soggette ad innamorarsi di altre. E se cio' e' vero per l'innamoramento perche' non potrebbe esserlo anche per l'odio?
E l'odio e' all'origine del razzismo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Flyingboy: basata su UN fatto (Oršuš and Others vs. Croatia)

Proprio a quella mi riferivo.

http://antonellamascia.wordpress.com/2010/03/21/discriminazione-nelle-classi-separate-per-bambini-rom-nel-caso-orsus-e-altri-c-croazia-la-grande-camera-della-cedu-ha-accertato-la-violazione-degli-articoli-6-%C2%A71-e-14-della-convenzione-e-2-del/

Comunque nel caso della Croazia, posso togliere l'aggettivo "gravi", anche se casi di discriminazione esistono ancora contro donne di etnia serba e Rom.

https://trade-esplora.export-entreprises.com/it/schede-paese/croazia/ambiente-imprenditoriale

Spero che non mi toglierai il saluto per questo. So che la Croazia da questo punto di vista, anche se non e' al livello dell'Ungheria, e di gran lunga piu' tollerante di moltissimi altri paesi, ma la mia piccola precisazione era solo per far vedere come da nessuna parte esista davvero una COMPLETA ed INDISCUSSA non discriminazione per il mio popolo.

Flyingboy ha detto...


Proprio a quella mi riferivo.

http://antonellamascia.wordpress.com/2010/03/21/discriminazione-nelle-classi-separate-per-bambini-rom-nel-caso-orsus-e-altri-c-croazia-la-grande-camera-della-cedu-ha-accertato-la-violazione-degli-articoli-6-%C2%A71-e-14-della-convenzione-e-2-del/


Conosco benissimo il caso , o parlato con 2 rom addirittura di questo a suo tempo. E loro come tanti GIUDICAVANO il comportamento di QUELLI rom e la causa che hanno fatto allo stato di Croatia. Bisogna precisare un paio di cose:

1) In Croatia le lezioni si tengono in lingua Croata, come lo si fa' in ogni paese, anche se' ci sono dei licei (come quello italiano a fiume/Rijeka) dove le lezioni si ascoltano principalmente in linuga italiana. I bambini Rom spesso non conoscono neppure la lingua croata da piccoli o al limite molto male. Mettere un bambino che non capisce la lingua in una classe dove si parla SOLO croato, sarebbe giusto per il bambino? Formare una classe separata con il programma adatto e magari usando ANCHE la lingua comprensibile per loro non e' piu' giusto? Piu' efficacie?

Comunque ERA un caso sporadico. Quei bambini, come altri bambini ROm in classi non segregate (migliaia) (si stima che ci sono 40000 rom in Croatia) hanno una educazione e libri pagati dallo stato. Esatamente come un bambino qualsiasi registrato sul teritorio croato.

2) Tutte le corti in Croatia e magiorita' in Europa hanno respinto questa causa, finche non e' arivata (dopo 9 anni) alla corte di Strasburgo.

Dove 9 dei deputati hanno dichiarato favorevole alla accusa e bada bene 8! contro!

3) Devi tener presente che siamo nel 2010 quando IN EUROPA ce' forte odore di xenofobia e razzismo. Questo ha favoregiato molto alla accusa (malapena oltre 50%), perche' influenzati dai avenimenti in quali Croatia non centra niente, ma anche per dare esempio.

Il caso, giusto o no, e' stato strumentalizato. E quello che si evincie dai titoli dei media e come fu presentato non rende la giustizia alla vera situazione in Croatia.

Beh che dire, i Croati sono rimasti sorpresi che formare le classi speciali sia un reato e i stessi rom croati pure.

(e non ti dico poi che come ben sai ci sono rom e rom, come ci sono i croati e croati, e quello che i rom STESSI dicevano della famiglia che ha tirato in ballo la causa e che il unico loro motivo era il profitto)

Tutto questo per dire, che tra formare UNA classe apparte per bambini con problemi di comprendio della lingua e "GRAVI FORME DI DISCRIMINAZIONE" ce' un mare.

anche se casi di discriminazione esistono ancora contro donne di etnia serba e Rom.

non sono d'accordo, e se esistono sono dei casi sporadici come che ci sono i casi sporadici di discriminazione a base dalla citta di provenienza, squadra per quale si fa tifo, aspetto fisico, orientamento sessuale, modo di vestire... e un miliardo di discriminazioni piccole che risiedono nelle menti offuscate di gente come individui.

Per quello che riguarda la etnia serba, nessuno ci crederebbe quanta tolleranza ce' mentre ancora (10 anni dopo ) i corpi di giovani croati e donne violentate dai serbi durante la recente guerra non si sono ancora raffreddati.

Flyingboy ha detto...

COMPLETA ed INDISCUSSA non discriminazione per il mio popolo.

Questa non esiste per NESSUN popolo, neppure per me CROATO che lavora in Italia. Ma non la pretendo. La gente e' quella che e' ed e libera di pensare quello che vuole, afinche' mi porta rispetto come lo offro io a loro.

Flyingboy ha detto...

Spero che non mi toglierai il saluto per questo. So che la Croazia da questo punto di vista, anche se non e' al livello dell'Ungheria,

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-europa/ungheria-nomadi-mille-rom-in-piazza-a-budapest-contro-discriminazione-121220/

Flyingboy ha detto...

Spero che non mi toglierai il saluto per questo.


Szia :)

Per una cosa cosi' mai. Il saluto lo tolgo per ben altre cose.

In tutto quello che osservo cerco la VERITA' delle cose, non quella imposta, strumentalizzata, manipolatoria... e credo che la verita' delle cose dovrebbe essere il scopo principale di ogni pensiero costruttivo e punto di partenza per una coscienza elevata.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Flyingboy: Questa non esiste per NESSUN popolo

E' vero. Ma per alcuni popoli esiste di piu'... anzi molto di piu'.
Secondo te in Europa (e qui includo anche l'Ungheria) trova piu' facilmente lavoro come colf chi e' Rom o chi e' Croata, Francese, Inglese, Svedese, eccetera?
Una provocazione: tu credi che certi clienti, a parita' di livello estetico, pagherebbero piu' volentieri 1000 euro ad una finlandese o ad una zingara?
Per quanto la si giri, per quanto tutti i popoli non siano esenti da pregiudizi, per chi e' Rom esiste un "trattamento speciale".
Neanche immagini, in Ungheria, quante ragazze di etnia Rom, bellissime, fanno le modelle senza far conoscere le loro reali origini (e'' assai frequente poiche' una ragazza su dieci e' tzigana) perche' temono di essere discriminate, e questo riguarda appunto quell'ambivalenza di sentimenti di cui parlo nel post. Fierezza e vergogna.

La manifestazione dei mille nomadi a Budapest. E' vero, c'e' ultimamente un aumento del sentimento xenofobo, ma tieni presente che, fra i Rom esistono appunto i nomadi (la fascia piu' povera e meno incline a lasciarsi integrare, quella con la quale anche io spesso discuto per certe usanze arcaiche e disumane che esistono e che vanno sradicate) e chi e' stanziale da generazioni, ha la laurea, una professione, e conduce una vita non molto diversa da quella che conduci tu.
E poi, pensaci bene, in quale altro paese 1000 "straccioni", come verrebbero chiamati, avrebbero la possibilita' di manifestare in quel modo consegnando addirittura nelle mani del capo dello stato, che li ha ricevuti, una petizione.
Ce li vedi tu, 1000 nomadi in Italia andare al Quirinale ricevuti da Napolitano?
In Ungheria cio' e' stato possibile.
Per quanto riguarda l'altra notizia che mi hai inviato in privato, e' completamente falsa. Una bufala che e' significativa di come l'informazione in Italia sia "pilotata" e manipolata in modo da far apparire il governo italico "non peggiore" di altri.
La stessa operazione la fanno quando parlano della Spagna e di Zapatero che deve essere dipinto come un perfido, bieco, incapace ed ingannatore del suo popolo. La tecnica del fuscello e della trave nell'occhio, lo schema che hanno sempre utilizzato i mascalzoni, cioe' attribuire agli altri le magagne in modo da minimizzare o far scomparire le proprie.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Per quanto riguarda l'altra notizia che mi hai inviato in privato, e' completamente falsa.

Una precisazione: Non e' falso l'articolo, che dice molte cose giuste, e' falso quando dice che i Rom sono indesiderati in Ungheria. I dati scolastici inoltre risalgono al 92-93 e parla soprattutto della parte "nomade" della popolazione Rom.

rossoallosso ha detto...

@chiara
sei sicura che cio' che affermi sia vero ?
se cosi fosse perche' prendersela coi razzisti,e' come prendersela con chi e' alto, oppure basso, oppure ha il naso grosso.
ammetto che ci possa essere qualche predisposizione in alcuni indivdui,ed e' proprio qui che dovrebbe entrare in gioco la societa' civile per emarginare questa ed altre devianze.

Flyingboy ha detto...

@Klara

Concordo con tutto da te espresso nel ultimo commento, e per quello che riguarda il articolo, beh, esattamente come quel articolo sulla sentenza di Strasburgo.

Cosa ci insegna questo?

Che non possiamo basare la nostra visione del mondo semplicemente solo leggendo un - due articoli senza andar in fondo della questione. Ce chi si sofferma solo sul Titolo del articolo, e come sapiamo in Italia tutti iniziano con...

"Arrestato Rom..", "Rumeno stupra..", "I Rom.." , "2 Rumeni...".... e cosi via...

Non importa SOLO leggere, serve ragionare, e la stampa italiana sa' benissimo il potere suo e la manipolativeza del individuo.

Ce' poi chi crede ancora che le Torri gemelle le ha abatuto il fantomatico Bin Laden.. mah

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rosso: sei sicura che cio' che affermi sia vero ?

Che l'attrazione, l'innamoramento, l'empatia e molti comportamenti umani siano solo effetti della biochimica e della genetica.
Certo che sono sicura. Se non lo fossi, non sarei qui a scriverlo.
Tu invece sei sicuro che le cose non siano come affermo io?
Comunque c'e' una certa differenza fra chi ha solo gli occhi azzurri oppure ha nei geni qualcosa che ne fa un grande artista, e chi invece si diletta a stuprare bambini o donne oppure a bruciare esseri umani. E' chiaro che ai primi dovrebbe essere dato spazio, mentre i secondi dovrebbero essere messi in condizione di non nuocere.
Non e' razzismo, questo, in quanto tale problematica non e' diffusa solo in una etnia, ma le coinvolge tutte.
Il razzismo e' altro, e' quello di chi se la prende solo con qualcuno, ad esempio con chi abita al piano terreno e non nell'attico, e cerca in tutti i modi di sterminarlo, culturalmente e fisicamente.
E' cio' che e' accaduto col nazismo e che rischia di ripetersi oggi se certi pazzoidi non vengono indicati immediatamente come persone da "curare". O come minimo non essere messe in grado di nuocere magari dando loro il modo di poter premere il pulsante di "arma di fine di mondo".

Un'ultima considerazione che e' in qualche modo collegata anche se esce un po' dal tema: cio' che sta accadendo in Grecia, adesso, di cui avevo gia' anticipato qualcosa in tempi non sospetti, quando ancora di Grecia in Italia nessuno ne parlava,

http://chiara-di-notte.blogspot.com/2008/12/la-sindrome-greca.html

indica che l'Europa sta arrivando ad una svolta epocale in cui la lotta fra due diverse concezioni dell'esistenza (chiamala lotta di classe, chiamala come vuoi, io la chiamo semplicemente la lotta fra chi sta di la' e chi sta di qua), raggiungera' il suo apice e sara' il punto da cui avra' inizio una diversa era. Di quale tipo, dipendera' ovviamente da chi avra' la meglio. Se potessi azzardare, direi che questi sono gli inizi di quella che sara' un'autentica rivoluzione al pari delle altre ricordate dalla Storia e spero che la parte a cui anche io mi sento di appartenere, riuscira' a mettere fuori gioco l'altra.

Flyingboy ha detto...

indica che l'Europa sta arrivando ad una svolta epocale in cui la lotta fra due diverse concezioni dell'esistenza (chiamala lotta di classe, chiamala come vuoi, io la chiamo semplicemente la lotta fra chi sta di la' e chi sta di qua), raggiungera' il suo apice e sara' il punto da cui avra' inizio una diversa era. Di quale tipo, dipendera' ovviamente da chi avra' la meglio. Se potessi azzardare, direi che questi sono gli inizi di quella che sara' un'autentica rivoluzione al pari delle altre ricordate dalla Storia e spero che la parte a cui anche io mi sento di appartenere, riuscira' a mettere fuori gioco l'altra.

dalle tue labbra alle orecchie di gran Manitu'.

rossoallosso ha detto...

chiara ,credo che stiamo dicendo le stesse cose ,solo partendo da strade diverse.
c'e' una cosa che ci differenzia ed e' che tu diciquesto:
>E' chiaro che ai primi dovrebbe essere dato spazio, mentre i secondi dovrebbero essere messi in condizione di non nuocere<
ma non dici da chi.e poi:
>oggi se certi pazzoidi non vengono indicati immediatamente come persone da "curare".<
ma non dici da chi.e poi:
>indica che l'Europa sta arrivando ad una svolta epocale in cui la lotta fra due diverse concezioni dell'esistenza (chiamala lotta di classe, chiamala come vuoi, io la chiamo semplicemente la lotta fra chi sta di la' e chi sta di qua), raggiungera' il suo apice e sara' il punto da cui avra' inizio una diversa era.<
ma non dici da chi o come cio' possa avvenire.
io ho indicato ,nei miei post precedenti una soluzione che nessuno,ne tu ,ne gli altri commentatori, hanno preso in considerazione.sembra che tutto cio' debba accadere come per magia,come se tutto ad un tratto ci fosse un risveglio di coscienza da parte di tutta o buona parte di gente e che questi si riversassero in strada a fare la rivoluzione.
ma per portarci dove?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ma per portarci dove?

La Rivoluzione e' come una pallina impazzita che rimescola ogni cosa e non sai mai alla fine cosa esce fuori. In alcuni casi e' fisiologica, necessaria quando un organismo ormai asfittico non ha piu' alcuna possibilita' di sopravvivere senza fare danni sempre peggiori.
Non sono una teorica delle rivoluzioni, pero' da tanti anni mi appassiono, come ogni brava zingara, a cercare di capire in quale direzione va il mondo e quale sara' il futuro.
Non uso tarocchi ne' sfere di cristallo, solo la logica ed una buona capacita' di sintesi che ritengo di possedere
E chi ipotizza il futuro e ci azzecca, puo' anche sperare di avere un miglior presente.
Non sono artifici assurdi ed inutili, ti ci puoi esercitare anche tu se vuoi: immagina diverse possibilita' e ipotizza quella che ritieni piu' probabile, basandoti sui dati passati e soprattutto su quelli presenti.
Si tratta pur sempre di previsioni statistiche che, chi e' dotato di maggior intuizione e capacita' analitica, puo' azzeccare un numero di volte superiore a quello che normalmente azzecca chi nella sua vita procede "a caso", "per sentito dire" o, peggio, in base a convinzioni e pregiudizi.
Dovrei a questo punto raccontarti alcuni aspetti della mia vita e delle scelte che mi hanno portata da escort di alto bordo a diventare una semplice contadina, barattando tutte le belle cose che avevo e la vita agiata che potevo permettermi, con un'esistenza piu' umile basata sulla concretezza della terra e sui forti rapporti personali tali dal ricondurli ad una comunita' chiusa e limitata a non molte persone. Ma non ho intenzione di raccontarti il mio presente, ed inoltre ho gia' detto anche troppo.
In ogni caso, credo che avere un proprio pezzo di terra dove coltivar patate ed allevare conigli sia qualcosa che, ben presto, chi vive considerando il valore della propria vita solo in base al numero di elicotteri posseduti, oppure al numero di escort che ha pagato, invidiera'.
Ma di rivoluzione si parlava, e come al solito mi sono allontanata dall'argomento...
Ebbene, ti chiedo, ti sei mai trovato davvero in una situazione simile a quella che oggi stanno passando i greci?
Io non credo, ma quando ti ci troverai, forse avremo modo di comprenderci di piu'.
Ed io sono pronta ad azzardare che, in un futuro molto prossimo, ti ci troverai.

Nicole ha detto...

Chiedi la luna Klara, la chiedi ad un Paese unito solo sulla carta...ci discriminiamo tra di noi...Noi del sud, siamo visti come parassiti, un peso.
Immagina tutto il resto...Ciò non toglie che il tuo post sia giusto e onesto. Ma è amaro tutto questo, molto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ciò non toglie che il tuo post sia giusto e onesto. Ma è amaro tutto questo, molto.

Non posso non notare come le mie sensazioni siano percepite imediatamente da una donna del sud, piuttosto che da un uomo del nord Italia. Tu non hai bisogno di chiedermi tante spiegazioni. Lo sai cosa significa essere in un certo senso, considerate non per cio' che siamo, dimostriamo, esprimiamo, ma solo per il fatto di essere nate in un posto piuttosto che in un altro.
E poi, le persone che da sempre sono abituate a fare cosi', quelle che dentro di se inveiscono contro chi e' "terrone", oppure zingaro, sono quelle che piu' di tutte, se arriva una stronza come me che dice "italici", si incazzano e mi attribuiscono l'epiteto di razzista.
E' fantastico il frappe' di ipocrisia che gli italici sono riusciti a fare con la propria morale.
Mi dispiace se qualcuno si offende, ma oggi come oggi, al di la' dei tanti che la pensano come me e come Viktória Mohácsi, il resto della popolazione italica non e' che mi dia un'immagine tanto edificante. Anzi, se devo essere sincera ritengo questo come il momento piu' basso che sta attraversando la societa' italiana dopo il ventennio del fascismo.
Ma non e' razzismo il mio. Solo rabbia e delusione nel vedere che le mele marce sono piu' numerose di quelle sane. Non teorizzo campi di sterminio per nessuno e sono pronta a ricredermi qualora vedessi un sussulto di orgoglio in un popolo al quale per meta' anche io appartengo.

rossoallosso ha detto...

chiara, siamo piu' simili di quanto tu non creda.
tu pensi che ti stia criticando,in realta' ti sto supportando.
ti adoro per cio' che hai appena scritto ed allora;
w la rivoluzione!! ;-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"In ogni caso, credo che avere un proprio pezzo di terra dove coltivar patate ed allevare conigli sia qualcosa che, ben presto, chi vive considerando il valore della propria vita solo in base al numero di elicotteri posseduti, oppure al numero di escort che ha pagato, invidiera'."

Su questo ti do ragione.

Io ho delle baite con attorno molta campagna. Tante volte mi sono arrivate proposte di acquisto.

Io ho sempre risposto che dove ho le baite non vendo niente, perchè adesso i tempi sono quelli che sono ma potrebbero un giorno cambiare. In quel caso avere delle baite con attorno decine di etteri di ottima campagna potrebbe tornarmi molto utile.

Ciao Davide

Kashmir ha detto...

molti uomini del nord italia hanno sangue del sud nelle loro vene, quindi, come qualcuno che è mezzo "italico", le questioni dell'Italia (tutta) forse le capiscono anche meglio di altri ;)

p.s. il termine "italici" non offende nessuno, se non chi lo utilizza...dato che è obiettivamente errato ;)

Chiara, senza offesa, ma spesso fai dei ragionamenti sopraffini (che mi inducono a leggere spesso il tuo blog e a ritenerlo uno dei più interessanti tra quelli in cui mi sono imbattuto) quando non tiri fuori i luoghi comuni, i paradossi e gli slogan pur di avere ragione.
Avrai sicuramente letto Schopenhauer..e anche per questo, complimenti ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Chiara, senza offesa, ma spesso fai dei ragionamenti sopraffini (che mi inducono a leggere spesso il tuo blog e a ritenerlo uno dei più interessanti tra quelli in cui mi sono imbattuto) quando non tiri fuori i luoghi comuni, i paradossi e gli slogan pur di avere ragione.

Potrei sapere esattamente quali sono i luoghi comuni che tiro fuori?
A me pare che il luogo comune ormai sia solo quello di accusarmi di utilizzare luoghi comuni.
Comunque, a me pare che ci sia da parte tua una certa propensione, quando non hai altri argomenti, ad accusare gli interlocutori di dire banalita'. E' gia accaduto e non e' un buon modo di discutere.
In ogni caso, cercare di aver ragione non fa parte del mio carattere. Se con la logica riesco a convincere, sono soddisfatta, ma non mi occorre leggere un libercolo di 30 pagine per vincere una contesa dialettica. Anche perche' di vincere non me ne frega una B.F. Non sono qui a fare una gara ed inoltre sto attraversando un periodo in cui sono assai fredda, inamovibile. Praticamente una sfinge. :-)
Noto, invece, anzi ho sempre notato, che gli italici ci mettono un sacco di passione, tanto che riescono a creare su tutto una disputa. Anche quando non ce n'e' alcun bisogno. Fa parte del loro carattere, credo, e se mi permetti da cio' si ravvisa anche una volonta' di vincere a tutti i costi, anche tramite artifici e furberie che e' tipica di chi, incosciamente, sa di non avere altre armi che le furberie per riuscire ad ottenere il suo scopo.
"L'arte di ottenere ragione", cosi' come "L'arte di inculare il prossimo", cosi' come "L'arte di tradire il partner ed apparire sempre una persona per bene", sono i libercoli e concetti che, scommetto, fra gli italici vanno molto di moda.
Conosco Schopenauer per altre opere e mi dispiace dirtelo, i vari libercoli sulle "arti", da quello per ottenere ragione, a quello per trattare le donne, a quello per essere felici ed altre cazzate, li ho sempre ritenuti materiale per chi voleva illudersi di conoscere la filosofia leggendo robetta da poco, tanto per darsi un "tono".
Se proprio vuoi Schopenauer, non perderti nei manualetti in voga fra coloro che vogliono imparare in fretta a"L'arte della vita" e perdi un po' piu' di tempo leggendo qualcosa su come egli concepisce ad esempio la Morale. "La liberta' del volere umano", e' piu' attinente al tema che trattiamo in questo post.

PS: non so se il termine "italici" sia errato. A me non da' fastidio usarlo. Lo ritengo perfetto, quasi onomatopeico per certa gente. :-)

Kashmir ha detto...

tutta la parte su Schopenauer rientra in quei ragionamenti sopraffini di cui parlavo, e rinnovo i complimenti.
a tutto il resto preferisco non replicare, in primis perchè sarei ripetitivo, in secundis perchè desidero poter commentare ancora su questo tuo bel blog (fino a quando sarò ancora "sempre il benvenuto")

p.s. per essere precisi, ho interloquito solo con te ;)

Anonimo ha detto...

Ance tu Rom? anche io Rom, inutile dirti... tutti pensano che abitiamo nei campi, che non abbiamo studiato, che portiami i capelli lunghi... ti seguirò.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Anonimo: Benvenuto, ma preferirei ti firmassi con un nome. :-)

Neelps ha detto...

@Chiara
ho sempre notato, che gli italici ci mettono un sacco di passione, tanto che riescono a creare su tutto una disputa. Anche quando non ce n'e' alcun bisogno. Fa parte del loro carattere, credo,


Beh? E' cosi e non e' affato una connotazione negativa. E' una caratteristica comune a molti popoli del sud ( spagnoli, greci, sudamericani, francesi del sud).
L'essere pasticcioni, il non fermarsi entro certi limiti ha consentito in molte occasioni di spiccare notevoli balzi in avanti, perche' e' dal pasticcio, dallo strabordare, dalla confusione, dal caos, che nasce La novita'. E' una particolarita' che addirittura puoi trovare in personaggi che hanno avuto un ruolo centrale nella storia dell'umanita', nelle scienze e nelle arti.

Forse, abbiamo ereditato queste caratteristiche dai nostri predecessori, il nostro DNA e' stato infettato da questo meraviglioso morbo, di chi, quando sente la testa girare per il troppo vino, non si ferma, va oltre, finche' non sviene a terra vomitando. Perche'? perche' pochi attimi di ignota felicita' valgono molto piu' di svariati giorni lucidi, tu questo lo capisci? Tu, ROM, questo lo capisci?
Dimmi, non sono forse i popoli del nord, piu' timorosi ad oltrepassare le colonne d'ercole? Ma noi no, forse perche' siamo meno intelligenti, forse perche', alcuni di noi, hanno davvero poco rispetto delle tavole dei valori.

Nel bene e nel male.

Cosi, questo nostro disordine o disorder, se preferisci, puo' esser causa di molte attuali spiacevoli situazioni, ma e' stato e sara' causa ancora, di altre meravigliose scoperte. Nonostante tutto.

In tutto cio' che ho scritto il sottolineare la nazionalita' e' soltanto una stupida variabile senza senso che mi hai costretto ad usare, solo per provocazione, forse infantile, in risposta ai tuoi toni, forse altrettanto infantili, che provocatoriamente usi nei confronti degli abitanti di questo elegante stivale.
Se mi sono espresso bene, e non ho motivi per credere il contrario, non c'e' bisogno di nessuna replica polemica tirando in mezzo i soliti personaggi, ogni parola ha il suo peso ed il suo significato che non finisce entro i limiti di questo banale, mio , commento.

:) ciao
Neelps

rossoallosso ha detto...

http://www.dazebao.org/news/index.php?option=com_content&view=article&id=9966:rom-schedati-in-italia-in-slovacchia-spuntano-i-razzisti&catid=39:opinioni&Itemid=156

Rez ha detto...

Cara Chiara,

http://www.repubblica.it/cronaca/2010/05/06/news/viaggiatori_rom_schedati_sui_treni_i_controllori_si_ribellano_razzismo-3849525/

*loro* sono gli italiani, quelli che con la bandiera ci si fanno igiene personale.

Non c'è alcuna speranza di cambiamento per il BelPaese.

Un fiumano del '43 che italiano non è.

Ciao.

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,

"SLOVACCHIA - Sotto lo slogan “Non diamo da mangiare a chi non vuole lavorare” campeggia la foto di un appartenente all’etnia Rom ritratto seminudo, tatuato e con una robusta catena d’oro al collo. Un mix di luoghi comuni davvero duro a morire. L’idea è del Partito Nazionale Slovacco, noto per il suo atteggiamento xenofobo e ultranazionalista che ha deciso di puntare sull’odio verso i rom per vincere le elezioni generali del prossimo 12 giugno. D'altronde già altri ci sono riusciti.

UNGHERIA - Anche nella vicina e “nemica” Ungheria la recente campagna elettorale è stata caratterizzata dalle continue provocazioni degli esponenti dello Jobbik - Movimento per un’Ungheria migliore, guidato da Gábor Vona - che hanno fatto dell’antisemitismo, del razzismo e dell’odio per i Rom la loro bandiera. Una tattica vincente che li ha portati a diventare la terza forza politica del Paese e ad ottenere 16,67% dei consensi – addirittura il 25% nelle regioni confinanti con la Romania e la Slovacchia o in quelle in cui risiedono comunità rom numerose – con 48 seggi in Parlamento.
LA VALANGA “NERA” - Un preoccupante scenario xenofobo e razzista che accomuna buona parte dell’Europa. Dall’Italia, alle prese con la prepotente avanzata della Lega alle scorse elezioni regionali, all’Austria, dove la candidata del partito Fpoe, Barbara Rosenkranz, dichiaratamente filo-nazista, ha conquistato il 15% dei consensi, passando per l’Olanda, con la significativa vittoria nelle amministrative di marzo scorso, della destra xenofoba del partito della Libertà (Pvv) guidato dal leader anti-Islam Geert Wilders.
Una valanga “nera” che tocca anche il Belgio, alle prese con la crescita del maggiore partito di estrema destra, il Vlaams Belang, che ha raggiunto nelle ultime elezioni Europee il 9,85% di voti, che lambisce la Francia, dove il Fronte Nazionale di estrema destra di Jean Marie Le Pen ha ottenuto nelle regionali del marzo scorso l'8,7% dei voti al livello nazionale, con punte del 20% in alcune regioni, e che addirittura sconfina nell’ex Europa comunista."

Mi sembra che l'articolo che hai segnalato dimostra che il "DNA italico" è ben diffuso anche nel resto d'Europa.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: L'essere pasticcioni, il non fermarsi entro certi limiti ha consentito in molte occasioni di spiccare notevoli balzi in avanti, perche' e' dal pasticcio, dallo strabordare, dalla confusione, dal caos, che nasce La novita'. E' una particolarita' che addirittura puoi trovare in personaggi che hanno avuto un ruolo centrale nella storia dell'umanita', nelle scienze e nelle arti.

Ho capito.
In pratica serve essere dei cialtroni. E piu' cialtroni si e' e piu' si crea progresso.
Interessante teoria. :-)

il nostro DNA e' stato infettato da questo meraviglioso morbo, di chi, quando sente la testa girare per il troppo vino, non si ferma, va oltre, finche' non sviene a terra vomitando. Perche'? perche' pochi attimi di ignota felicita' valgono molto piu' di svariati giorni lucidi, tu questo lo capisci?

Mi par di capire che oltre ad essere dei cialtroni si deve anche essere degli ubriaconi...
Sepoi siamo anche affetti da turbe psichiche e' anche meglio.
Sempre piu' interessante.. :-)

Tu, ROM, questo lo capisci?

Fantastico questo "esortativo interrogativo". :-)
Comunque dovresti sapere che i Rom non capiscono una beata fava. Sono ignoranti come delle capre dementi. Forse non sono abbastanza cialtroni, chissa', (anche se si mettono davvero d'impegno per esserlo), ed il vino che bevono e' sicuramente robaccia rispetto al vostro. :-)
In cialtronaggine ed alcolismo vincete sicuramente voi la coppa. Almeno, dopo gli scarsi successi in ogni altro campo "umano", dallo sport alla cultura, una qualche medaglia vi arriva. :-))

Dimmi, non sono forse i popoli del nord, piu' timorosi ad oltrepassare le colonne d'ercole?

A parte che il popolo Rom non e' un popolo nordico. Poi ti ricordo che i primi ad arrivare sul continente americano sono stati i vichinghi, non i milanesi.
Quando ti passa la sbornia magari ti documenti su entrambe le cavolate che hai detto. :-)

Cosi, questo nostro disordine o disorder, se preferisci, puo' esser causa di molte attuali spiacevoli situazioni, ma e' stato e sara' causa ancora, di altre meravigliose scoperte. Nonostante tutto.

Si si... come no...
Continuate ad illudervi che' altro ormai non vi rimane. Se non faceste un po' di pena ci sarebbe quasi da ridere da quanto siete ridicoli.
Se non prendete coscienza delle vostre debolezze invece di ostentare sempre che siete i migliori in tutto, farete la fine dei greci. Forse anche peggio.
Ma per un popolo che io ho definito di idioti tutto questo e' difficile da capire, perche' anche se alcuni lo capiscono (e ce ne sono, non lo nego) la quasi totalita' della gente e' imbacuccata di idee come le tue. Ahime'.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: in risposta ai tuoi toni, forse altrettanto infantili, che provocatoriamente usi nei confronti degli abitanti di questo elegante stivale

Adesso smetto di essere diplomatica e dico le cose come stanno. Preparati a considerarmi una povera matta, ma sappi che cio' che sto per dirti e' chiaro in ogni parte del mondo (persino fra i Rom ungheresi, pensa tu), fuorche' ai diretti interessati, cioe' agli italici.
Forse non ti rendi conto che siete ormai solo dei pezzenti, altro che "elegante stivale".
Avete finito i soldi. Fra poco in cassa non ci sara' piu' un becco di un quattrino ed allora, per pagare le loro spesucce, i vostri eletti inizieranno ad attingere ai vostri risparmi.
Si si... tu non ci credi, vero? Tu non credi che da un giorno all'altro ci sara' chi, andando a ritirare i soldi al bancomat trovera' la cassa chiusa? L'oligarchia (fra l'altro una fra le piu' ricche del mondo) che vi comanda ed alla quale leccate il culo, attraverso le tv e l'azione subliminale della propaganda, vi convince che siete i migliori, vi sventola davanti bandierine e scudetti, vi assicura che gli "altri" sono peggio di voi, per cui non avete niente da temere, che' tanto ci sono loro li' a vigilare sui vostri interessi, e intanto vi nascondono che avete le PEZZE AL CULO.
La diversita' fra i Rom e gli italici pezzenti,illusi e boriosi?
Semplice: i primi ci sono abituati alla miseria, e passeranno i prossimi anni ne' piu' ne' meno come li hanno passati negli ultimi sei secoli. Quindi da schifo. Mentre per i secondi, bambini viziati ed immaturi in una societa' che invece richiederebbe maturita' e presa di coscienza del proprio fallimento, saranno davvero cazzi acidi.
I vostri amministratori, i vostri governanti, quelli che vi assicurano che l'azienda va bene e che presto sarete tutti ricchi e che tutto tornera' ad essere come prima MENTONO. Hanno truccato i conti, vi presentano bilanci falsi, come hanno gia' fatto anche con l'Europa, e con un po' di panem (neanche tanto e senza companatico) e tantissimi circences, vi tengono calmi e buoni a discutere di inter, di lazio, di milan, di veline, di grandi fratelli, di rom che rapiscono i bambini, e di chi ce l'ha piu' lungo...
Mentre intanto loro hanno gia' dato ordine ai loro domestici di preparare la villa alle Cayman dove si trasferiranno a breve.

@ Davide: Mi sembra che l'articolo che hai segnalato dimostra che il "DNA italico" è ben diffuso anche nel resto d'Europa.

No. Persino chi e' idiota capirebbe che cio' che hanno dimostrato Rez e Rosso e' che, mentre negli altri paesi il razzismo e' qualcosa che appartiene ad un gruppo isolato di persone, un partito, per quanto xenofobo e violento, che non e' al governo, in Italia e' invece una cosa di Stato. E' formalizzato, istituzionalizzato, legale.

http://www.meltingpot.org/articolo5294.html

Rez ha detto...

Per tutti gli italiani con il DNA giusto e patriottico qualcosa tratto da "Il viaggio più lungo - L'Odissea dei migranti italiani" di Gian Antonio Stella.

Parlando di definizioni, ben inteso rivolte agli italiani, ben inteso.

ANALFABETI
Ai nostri emigrati è stato per molto tempo rinfacciato di essere più ignoranti rispetto a quelli di altri Paesi europei. I dati, del resto, non lasciano dubbi. Stando ai censimenti la percentuale di analfabeti nel nostro Paese, ancora del 21 per cento nel 1931, negli anni della Grande Emigrazione era spaventosa: 67,3 per cento nel 1881; 73 per cento nel 1871; 78 per cento al momento dell'Unità d'Italia nel 1861. Uno studio sulle liste dei passeggeri dei transatlantici di Ira A. Glazier e Robert Kleiner, del resto, dice tutto: su due navi a caso arrivate negli USA nel 1910, gli immigrati analfabeti sbarcati dall'italiana "Madonna" erano il 71 per cento, quelli russi scesi dalla "Lithuania" il 49 per cento: 22 punti in meno. Quanto ai lavoratori specializzati, i nostri erano 7 su 100, i russi 40.

IGIENE
"La verità si è che nella maggior parte dei nostri operai non è per nulla sviluppato il sentimento della pulizia e della decenza che le loro condizioni di vita all'estero rispecchiano fedelmente le loro condizioni di vita in patria. L'operaio che viene dalla Basilicata o dal Napoletano, dove abita in piccole, poverissime case simili ad alveari, talvolta scavate sotto terra (...); o dalle campagne venete e lombarde, ove abita in casolari intessuti di fango e vimini; o dalle pendici alpine; (...) l'operaio, dico, che arriva da questi luoghi ha dei bisogni limitatissimi da soddisfare; egli non sente nessuna necessità di elevarsi un po'. (...) Domandate un po' a questi operai perché vivono così male ed essi vi risponderanno, invariabilmente che a casa loro vivevano assai peggio."
(Gli italiani in Germania, rapporto del 15 novembre 1914 del regio ispettore dell'Emigrazione Giacomo Perle.)

Non riporto queste note al fine del melenso anche noi eravamo come loro.

No.

Voi. Veri italiani.

Voi. Veri padani.

NON siete cambiati se non forse per il prezzo dell'abito che mettete che forse, ma non sempre, ora è pulito.

Qualcosa che non è solo un opinione di un fiumano del '43:

http://www.terranews.it/sos-territorio/2009/12/l%E2%80%99inquietante-ritorno-dell%E2%80%99analfabetismo-italia-di-gianpaolo-silvestri

http://www.gennarocarotenuto.it/10265-sud-e-nord-egoismo-leghista-o-analfabetismo-di-ritorno/

http://www.pri.it/17%20Novembre%20Internet/VitaAnalfabetiIndagine.htm

http://www.italianisticaonline.it/2005/analfabetismo-di-ritorno/

http://www.indire.it/content/index.php?action=read&id=1291

come dite si parla del sud?

No no. Si parla di Voi, come la Trota Bossi ha confermato con le sue eccelse performance scolastiche.

Meditate.

Anzi no.

Pensate.

Anzi no.

Non fate nulla.

Ma proprio nulla però, che almeno non fate danno.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"No. Persino chi e' idiota capirebbe che cio' che hanno dimostrato Rez e Rosso e' che, mentre negli altri paesi il razzismo e' qualcosa che appartiene ad un gruppo isolato di persone, un partito, per quanto xenofobo e violento, che non e' al governo, in Italia e' invece una cosa di Stato. E' formalizzato, istituzionalizzato, legale."

Questo lo dici tu. Io dall'articolo
dell'amico Rossoalloso ho tratto ben altre conclusioni. Comunque io volevo solo evidenziare che l'Italia ha i suoi problemi, ma altri non sono messi molto meglio.

Ciao Davide

Flyingboy ha detto...

Avevo detto un anno fa’, come peggiora la situazione economica cosi si rinforza la ultradestra e cresce il razzismo e xenofobia. La politica “del terrore” si basa sul trovare, inventare il colpevole per spostare la attenzione dal vero problema, e il popolo drogato dai media segue come le pecore.
Il problema vero resta e si accumulano i altri, intanto il tempo passa e le cose peggiorano.

La cosa che mi rattrista di piu’ della umanita’ e che sono in grado di distruggere le vite altrui che non hanno una minima colpa solo per non rinunciare alla scopata con escort da 400 euro ora o il nuovo modello di cellulare.
Popolo viziato, meschino, ipocrita, senza il minimo senso di giustizia ne morale. Sono disgustato da quello che ho letto sulla faccenda di Ferrovie DELLO STATO, delle ragazze rom denudate in strada. DISGUSTATO!!

Italia vergogna!

Amiro I ferovieri e la studentessa che ha fotografato e denunciato, piccole goccie nel mare di tristezza.

Per il resto chiedo a tutti… e’ questa Italia che volete???

Mi guardo in giro, in machinna ascolto le solite cazzate sulla radio e gente che manda i messaggini sui sondaggi riempiti di cazzate, cartelloni che pubblicizzano la felicita’ consumeristica, la mafia che ride sotto i baffi e i politici che derubano il popolo scanandosi sulla TV come delle ceche isteriche.

Stasera faro’ la valigia, non guardero' nessuno in faccia, non vedo ora di rientrare a casa per weekend.

Italia come ora e’ il posto piu’ schifoso che esista in Europa. Torno al mio paese “barbaro”.

Mi scuso con la gente intellettualmente sana che commenta qui, sento ancora un dolore fisico mischiato con forte disgusto e sensazione di vomito dopo aver visto il articolo sulle ragazze denudate in strada.

Chiunque dice si ma.. si pero’.. si guarda che.. d’altrove… e cosi via e intellettualmente ritardato, e merita di affondare con la vergogna di un paese che del umano ne ha sempre di meno.

Flyingboy ha detto...

@Kashmir e Neelps

Non infastidisce tanto la ignoranza davanti alle cose ovvie quanto la arroganza e egotismo in sopraelevarsi e mitizzarsi negando quello che a tutto il mondo e ovvio. E qui non parlo solo di declino economico Italiano ma quello morale, etico.

I vostri battibecchi e argomenti che fanno tristezza in quale e solo importante dire "io ce l'ho piu' lungo" e per dimostrartelo ti daro' 1000 argomenti, uno piu' ridicolo del altro.

Italia che divinizzate e morta, le responsabilita' del declino Italiano la ha gente come voi, milioni di gente come voi. Avete scelto il governo che vi rappresenta e compatisco solo con le persone oneste e fiere che ancora esistono in Italia ma aihme' in minoranza.

Troppo facile dare le colpe a Mussolini adesso quando si e' visto che fascismo e fallito, troppo facile, le colpe le hanno i italiani che lo hanno abbracciato che hanno pigramente spento il cervello, che con le domeniche in chiesa a confesare i pecatti della morale non hanno mai capito niente, fermi e manipolativi, invece di alzare la voce, di ribellarsi. Un domani sara' Berlusconi..

La storia si ripete, e poi ce' chi ancora dubita sul discorso di DNA.

Flyingboy ha detto...

davide ha detto...
Questo lo dici tu. Io dall'articolo
dell'amico Rossoalloso ho tratto ben altre conclusioni. Comunque io volevo solo evidenziare che l'Italia ha i suoi problemi, ma altri non sono messi molto meglio.


E basta Davide.. basta!

Se' la tua figlia o sorella venisse spogliata in mezzo alla strada in Germania solo perche' Italiana, avresti questi "argomenti" ?

Diresti.. si ok.. ma lo hanno fatto anche in Italia...

rossoallosso ha detto...

@neelps
guarda che chiara ha ragione,gli avvoltoi son gia' ben appostati,se entro due anni non cambieremo rotta, dal punto di vista economico e non solo,non ci saranno cazzi che tengano,la grecia sara' anche qui.nonostante cio' che vogliono farci credere ci sono in italia un sacco di banche ,piu' o meno piccole,a debito,con prospettive di peggioramento nell'immediato ,non nel futuro.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Comunque io volevo solo evidenziare che l'Italia ha i suoi problemi, ma altri non sono messi molto meglio.

Si', e' vero.
In Grecia stanno messi peggio. Cosi' dice Moody's.
Anzi no, come liberta' di stampa ne hanno di piu'. Ma la liberta' di stampa non conta in questo contesto.
Insomma... vediamo un po' chi sta messo peggio del'Italia fra i paesi cosiddetti "civili"... vediamo un po' quali ferrovie dello stato hanno i moduli che riportano lo spazio apposito per "segnalare" i Rom... vediamo da quali altre parti fanno denudare i mendicanti per strada...
Uhmmm... non mi viene in mente nessun luogo. In Ungheria sicuramente no. Fai un atto di fede e credimi che e' la verita'. Se in Ungheria un poliziotto facesse denudare un Rom verrebbe linciato.
Credo neppure nella Bielorussia di Lukashenko (grande amico di chi sappiamo noi). Quindi dove?
Per trovare qualcosa di simile, senza andare troppo indietro nel tempo ed alle stelle gialle applicate sui vestiti, si deve arrivare all'Argentina dei militari. Quella che, come ha detto il signor berlusconi pieno d'ammirazione, mandava i dissidenti a giocare a pallone fuori dall'aereo che sorvolava l'oceano.
Pero' alla fine si e' visto che fine ha fatto l'Argentina, e solo oggi, dopo decenni, si sta risollevando finalmente dallo schifo in cui una classe politica molto simile a quella che oggi avete in Italia l'aveva gettata.
Mi dispiace dirtelo Davide, so che cerchi in tutti i modi di "rimuoverlo", ma fra tutte le nazioni la vostra e' quella che sta messa peggio. Siete ultimi quasi in tutto, avete un'azienda che non riesce piu' a vendere niente perche' cio' che fabbricate (nonostante alla tv minzolini vi dica il contrario) non lo vuole piu' nessuno, perche' troppo caro e di qualita' inferirore. I vostri dipendenti sono i meno pagati e gli amministratori sono i piu' corrotti.
Mi piace e mi diverte il modo in cui relazioni con me, come se fossi una ragazzina stupida che dice le cose senza senso. Io te lo faccio credere, sorrido, e penso a quanto tu sia lontano dalla verita', quanto in realta' tu non sappia neppure minimamente immaginare di cosa si possa occupare un'umile contadina tzigana... :-)
Intanto, nel mio piccolo, mentre tu, da vero italico, ti convinci sempre di piu' di cio' che stai dicendo, cioe' che non siete gli ultimi in classifica e che, come dice il vostro allenatore, vincerete il campionato, io e la mia famiglia di zingare ignoranti (siamo tutte donne) mettiamo in pratica un vecchio e saggio insegnamento: conviene sempre essere un po' pessimisti, perche' se saremo in errore, non potremo che gioirne, ma se avremo ragione sapremo come pararci il culo.
Vogliamo parlare di chi in Grecia oggi, grazie anche alle vecchie leggi, evadendo il fisco e fregando il suo paese ha messo da parte ingenti capitali in possedimenti immobiliari e terrieri? Costoro si illudono forse che la povera gente alla fine sopporti di essere ulteriormente presa per il culo senza che, fra poco, si metta giocare a bowling (come dice Lameduck) con le loro teste?
In Grecia e' solo l'inizio. Ancora i responsabili della crisi si illudono di riuscire a restare in sella, ma alla prima testa che rotolera' verso i birilli, si assistera' ad un fuggi fuggi generale. Chi con gli elicotteri carichi di valige di dollari, chi con i furgoni stipati di oggetti d'antiquariato, perche' le case ed possedimenti, ovviamente, nessuno potra' portarli con se'. I primi arriveranno senza problemi alle loro ville alle Cayman, e continueranno come al solito a gozzovigliare in barba alla miseria della gente. I secondi, invece, verranno fermati a Dongo.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Si', e' vero.
In Grecia stanno messi peggio. Cosi' dice Moody's.
Anzi no, come liberta' di stampa ne hanno di piu'. Ma la liberta' di stampa non conta in questo contesto.
Insomma... vediamo un po' chi sta messo peggio del'Italia fra i paesi cosiddetti "civili"..."

Moody's ha detto che peggio dell'Italia stanno Portogallo, Spagna e Irlanda, mentre l'Inghilterra è al pari dell'Italia.


"vediamo un po' in quali ferrovie dello stato i modulo riportano lo spazio apposito per "segnalare i Rom... vediamo da quali altre parti fanno denudare i mendicanti per strada..."

Devi capire che per la legge italiana sulla riservatezza è un grave reato chiedere l'appartenenza etnica a qualcuno e quindi i ferrovieri non avrebbero potuto chiederla in nessun modo.

Quanto alla questione del mendicante denudato si tratta di un abuso che sarà punito dalla giustizia: comunque di abusi ce ne sono in tutto il mondo, anche in Croazia.

"Mi piace e mi diverte il modo in cui relazioni con me come se fossi una ragazzina stupida che dice le cose tanto per dire. Io te lo faccio credere, sorrido, e penso a quanto tu sia lontano dalla verita', quanto tu in realta' non sappia neppure minimamente immaginare di cosa si possa occupare un'umile contadina tzigana... :-)"

Guarda che io ho solo detto la mia opinione; mi chiedo: è ancora possibile dissentire dalla padrona del blog???

"In Grecia e' solo l'inizio. Ancora i responsabili della crisi si illudono di riuscire a restare al potere, ma alla prima testa che rotolera' verso i birilli, si assistera' ad un fuggi fuggi generale. Chi con gli elicotteri carichi di valigie di dollari, chi con i furgoni stipati di oggetti d'antiquariato, perche' le case ed possedimenti, ovviamente, nessuno potra' portarli con se'. I primi arriveranno senza problemi alle loro ville alle Cayman, e continueranno come al solito a gozzovigliare in barba alla miseria della gente. I secondi, invece, verranno fermati a Dongo."

Si e poi vivranno tutti felici e contenti. Ti ricordo che la Grecia è una democrazia e chi ha rovinato il paese è stato eletto liberamente dal popolo greco e non dai marziani.

Ciao Davide

Kashmir ha detto...

a proposito di moody's:
http://www.corriere.it/economia/10_maggio_07/crollo-wall-street-ordini_8e4c7e86-599f-11df-8cbf-00144f02aabe.shtml

e per quanto attiene l'odiosissima vicenda delle donne (rom o italiane, per me farebbe poca differenza) spogliate in quel modo barbaro, vi vorrei far notare, per chi, come sempre, non ha la pazienza di leggere con attenzione, che è un fatto che risale al 2005 e che i colpevoli sono stati adeguatamente puniti.

cosa che non sempre succede invece
http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2629

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Moody's ha detto che peggio dell'Italia stanno Portogallo, Spagna e Irlanda, mentre l'Inghilterra è al pari dell'Italia.


Si si... certo... come no...
Eheheheheh :-)))


e quindi i ferrovieri non avrebbero potuto chiederla in nessun modo.

Si', immagino che abbia sbagliato la tipografia. :-))

comunque di abusi ce ne sono in tutto il mondo, anche in Croazia.

Sugli abusi croati credo che ti rispondera' Fly. Pero' il tuo discorso, ancora una volta pare ricalcare il solito schema dei ladri di polli ed i ladri di miliardi messi tutti sullo stesso piano.
Gli abusi accadono ovunque, ma solo da alcune parti vengono fatti passare come qualcosa di poco conto. Un abuso del genere in Ungheria avrebbe significato le dimissioni di un ministro.
Ma vedo che voi italici dal vostro schemino non riuscite proprio ad uscire. Ne siete imprigionati: e' tutto di poco conto cio' che accade al di fuori della famiglia berlusconi. La povera gente puo' essere ammazzata di botte (vedi caso cucchi), denudata per strada, schedata sui treni... ma se solo qualcuno si azzarda a controllare il telefonino di papi mentre lui parla con le sue puttane, l'Italia dei papiminkia insorge. Cazzo che popolo di merda!
Oltre che di idioti, ovviamente. :-)

mi chiedo: è ancora possibile dissentire dalla padrona del blog???

Certo che puoi. Ti sto forse censurando i commenti?
Non mi pare.
Pero' sappi che le contadine tzigane a volte possono riservare delle sorprese. Possono conoscere la finanza, l'economia e la politica meglio di quanto la possa conoscere una qualsiasi ministra del governo per il quale tu ed i tuoi amici avete votato. Se non fosse cosi', se non avessi constatato di persona che persino una Romni' ignorante come me riesce a capire cose che non capisce neppure l'elite del vostro popolo, i migliori, quelli che vengono scelti perche' piu' capaci, non avrei mai parlato di popolo di idioti.
Perche' se quelli li' sono i migliori, mi immagino il resto. :-)))

e chi ha rovinato il paese è stato eletto liberamente dal popolo greco e non dai marziani.


E chi dice il contrario?
Anche da voi accadra' la stessa cosa. E sai cosa prevedo? Che saranno proprio quelli come te, che a certa gente hanno dato il loro voto che starnazzeranno di piu quando arrivera' il momento di pagare il conto.
Vedrai come diventerai di sinistra...
Lo sarai molto piu' di me, ti assicuro. :-)
A meno che tu, col furgoncino, non decida di andartene in qualche altro posto e sempreche' qualcuno non ti fermi a Dongo. :-)

Se hai bisogno di ospitalita', noi Rom, qui a Tokaj, siamo disposti a dartela. Ovviamente dovrai accontentarti di cio' che abbiamo. :-)

Flyingboy ha detto...

davide ha detto...

bla bla bla

Davide lasciati dire, non ce' speranza. Rifiuti continuamente la verita' ma sopratutto onesta intellettuale. Invece di disgustarti e di CONDANNARE senza alcun ripensamento un attacco sulla DIGNITA di essere umano, tu continui con le cazzate.

"Quanto alla questione del mendicante denudato si tratta di un abuso che sarà punito dalla giustizia: comunque di abusi ce ne sono in tutto il mondo, anche in Croazia."

Non ho parole Davide, non ho parole.
Ormai ho forti dubbi sulle tue buone intenzioni. Non posso crederci che un uomo "adulto" raggiona come te.


Leggi un po', leggi qualcosa che non sia il Topolino, leggi o taci:

http://www.meltingpot.org/articolo5427.html

Kashmir ha detto...

a Rez, che parla di italiani con il DNA giusto ..di veri padani, con tanta disinvoltura, vorrei solo ricordare il titolo - molto eloquente - di un libro che sicuramente lui conoscerà
"Ci chiamavano fascisti. Eravamo italiani. Istriani, fiumani e dalmati: storie di esuli e rimasti"

forse l'odio etnico e le accuse generalizzate, di cui lui si è fatto ambasciatore nel suo commento, non sono la strada migliore per risolvere i problemi ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

a proposito di moody's:

Gia'.
Mi sa che, oltre a non avere chiaro come si svolgono i processi per direttissima a carico dei disgraziati, tu non abbia ben chiari neppure i meccanismi che muovono la speculazione, e come le notizie e le contronotizie finanziare facciano muovere gli indici in modo che chi sa come fare surf sulle onde del grafico possa arricchirsi.
Vedremo chi, fra un'umile contadina tzigana, e Moody's riveduto e corretto nelle ultime 24 ore, avra' ragione. :-)


che è un fatto che risale al 2005 e che i colpevoli sono stati adeguatamente puniti.

Puniti come?
Magari li hanno messi dietro la lavagna a scrivere cento volte: "Non si denudano le persone per strada"?
E poi chi sono i responsabili?
Gli stessi che hanno permesso il pestaggio a Parma di Manuel?
Quelli dell'omicidio di Cucchi? Dell'omicidio Aldovrandi?
Chi sono i responsabili?
Quelli dei fatti di Bolzaneto?
Si si... una nazione in cui la democrazia e' il fulcro principale e non esiste neppure una vena di fascismo.
Ed e' la gente come te la piu' pericolosa: quella che giustifica questi fatti, e giustificandoli crea il terreno fertile perche' il fascismo attecchisca sempre di piu'.
Fino a quando, dopo gli zingari, i comunisti e gli omosessuali, non ci sara' piu' nessuno da portare via. Ed allora porteranno via te.
Io solo attendo che cio' accada. Per sentire quel giorno la gente come te gridare al vento chiedendo l'aiuto di qualcuno, quando nessuno ormai sara' rimasto.
Credimi, fai tu stavolta un atto di fede. Torna a giocare con l' Ipod che' e' meglio. :-)

Flyingboy ha detto...

Davide "comunque di abusi ce ne sono in tutto il mondo, anche in Croazia."

sono degustato dal tuo commento Davide, degustato

Klara: "Sugli abusi croati credo che ti rispondera' Fly."

Ti metto il link del ultimo.
http://www.index.hr/vijesti/clanak/pritvoren-policajac-koji-je-brutalno-premlatio-20godisnjeg-ajkica/483998.aspx

non ho tempo per tradurerre ma il riasunto:

Il poliziotto brutalmente picchia un ragazzo (rom) per averlo insultato. Le foto dicono tutto.

TUTTA la croatia ha espresso il disgusto e CONDANATTO la polizia (anzi il poliziotto) TUTTI i media, TUTTI...

Risultato, la polizia e' spiacente, 3 polizioti sospesi e 1 quello che pichiava apparte dimesso aspetta il PROCESSO PENALE.

Saluti da un paese BARBARO alla civile italia.

Kashmir ha detto...

non capisco perchè, quando ti trovi a corto di argomenti, la butti sempre sul personale e sulla rissa...
è la tua parte italica che prende il sopravvento??

la cosa mi diverte, per carità..anche più dell'ipod forse ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

la cosa mi diverte, per carità..anche più dell'ipod forse

Divertiti pure.
E' gratis.
In questi tempi di ristrettezze e viste le prospettive che avete, ti conviene approfittarne.
Solo che le cazzate a lungo non le sopporto, e mi viene di dirlo.

Flyingboy ha detto...

Kashmir ha detto...

non capisco perchè, quando ti trovi a corto di argomenti, la butti sempre sul personale e sulla rissa...
è la tua parte italica che prende il sopravvento??

la cosa mi diverte, per carità..anche più dell'ipod forse ;)


Fantastico sto Kashmir, sarebbe anche divertente quanto Benny Hill se' non cercasse di fare il Superman e si tratterebbe dentro i suoi limiti.

Centinaia di parole contro la generalizzazione per poi dire che la butti sul personale. Generalizzo a dire che e tipico di molti italici? O magari Kashmir preferisce che dico che e ridicolo SOLO lui? Poco importa, non si salva.

Ma se' ne rendono conto della pochezza intellettuale e argomentazione ridicola?

PS: Schopenhauer si stara' ribaltando nella tomba

Chiara di Notte - Klára ha detto...

PS per Kashmir: quando ti trovi a corto di argomenti, la butti sempre sul personale e sulla rissa...

Invece i tuoi sarebbero argomenti?
Ahahahahahah!!! :-))))
Suvvia, tornatene all'Ipod... avvocato!
Ahahahah!!! :-)))

PPS per gli altri: Certo che ce n'e' di gente cazzona in internet. Credo che questo fenomeno debba essere studiato a fondo perche' e' qualcosa di nuovo e di soprattutto italico.
Vi giuro, non esiste qualcosa di simile e di cosi' smaccatamente marcato quanto fra di voi.
E' persino divertente ed e' per tale motivo che, quando mi sento annoiata, mi faccio un giro nell'incommensurabile cultura di un popolo che in Internet sarebbe capace di vincere ogni Premio Nobel (a parole), ma che nella realta' e' uno fra i piu' ignoranti, meno istruiti e piu' disinformati in Europa.
Erudizione ricavata solo tramite il "sentito dire", e divulgata con la prosopopea di un accademico. Ecco il ritratto che mi sono fatta dei maestri di vita che popolano forum e blog.
Sono pronta a scommettere che fra coloro che anche qui vogliono apparire dei gran sapienti, in realta' la stragrande maggioranza conosca la trama dei libri non perche' li abbia letti, ma perche' ha consultato google oppure perche' ha visto il film.

Flyingboy ha detto...

Kashmir ha detto...


e per quanto attiene l'odiosissima vicenda delle donne (rom o italiane, per me farebbe poca differenza) spogliate in quel modo barbaro, vi vorrei far notare, per chi, come sempre, non ha la pazienza di leggere con attenzione, che è un fatto che risale al 2005 e che i colpevoli sono stati adeguatamente puniti.


Ah si? Ah SI? La tua solita milanteria senza nessun riferimento. Devo darti atto di fede? Sei ridicolo Kashmir, solo ridicolo e offendi chiunque e' onesto e commenta qui usando la propria testa.


http://www.meltingpot.org/articolo5427.html

Tu da "avocato" sicuramente hai altre fonti a qui DOBBIAMO dare tutti fede. Prego, atscoltendo in ansia...

Kashmir ha detto...

:) ormai sei un disco inceppato che si ripete all'infinito.

la noia sta prendendo il sopravvento.
sì, stavolta hai ragione, molto meglio l'ipod ;)

ciao ciao ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

la noia sta prendendo il sopravvento.
sì, stavolta hai ragione, molto meglio l'ipod


Infatti mi chiedevo come potesse una persona si' intelligente e preparata come te, che ha letto nientepopodimenoche' "L'insostenibile leggerezza e blablabla'" restare qui a perdere tempo con me. :-)
Sono solo una stupida, ignorante, da poco, umile e senza arte ne' parte contadina zingara. Cosa mai potrei dirti di nuovo che tu gia' non sappia?

Spendi meglio il tuo tempo. Con l'Ipod oppure viaggiando...

E se ti mancasse dove andare, posso assicurarti che Zhopinsk e' il posto giusto che fa per te. Fidati. Fai un atto di fede. Ti piacera'.
Solo che non so se li' potrai prendere la quattordicesima laurea consultando Google.
Buon viaggio, avvocato. :-)

Flyingboy ha detto...

@Kashmir

Visto che arriva l'estate e anche se' se' siamo un paese "barbaro" ma con splendide isole e mare, io ti suggerire un bel posto solare, e ti suggerire di andare a Kurac.

Buone vacanze Kashmir

davide ha detto...

Distinta Chiara,

" ha detto che peggio dell'Italia stanno Portogallo, Spagna e Irlanda, mentre l'Inghilterra è al pari dell'Italia.
Si si... certo... come no...
Eheheheheh :-)))"


premesso che sei stata tu a tirare in ballo Moody's, ti riporto un articolo do oggi del Sole 24 ore.

Ciao Davide


Moody's promuove l'Italia:
«Non è tra i paesi più a rischio»

L'Italia non è tra i paesi più a rischio fra quelli colpiti dalla crisi, perchè non è stata «in prima linea durante la crisi finanziaria globale» e non lo è neanche ora che «la crisi finanziaria si trasforma in crisi del debito pubblico». Lo scrive l'agenzia di rating Moody's nel suo rapporto dedicato all'Italia e intitolato "La sfida italiana: contenimento del debito con bassa crescita», presentato oggi a Milano. Moody's motiva il fatto che l'Italia non sia stata tra i paesi maggiormente esposti «durante la crisi finanziaria globale» grazie a un «sistema bancario meno esposto» e al fatto che «meno risorse pubbliche siano state messe a sostegno del settore finanziario ed economico». Ora che l'attenzione si sposta sulla «crisi del debito pubblico» degli Stati, i fattori che giocano a favore del nostro paese - per l'agenzia di rating - sono un minor indebitamento privato che incide sul bilancio dello Stato, un maggior risparmio, la compatibilità degli aggiustamenti di bilancio con i trascorsi storici, la presenza di un modello economico «abbastanza robusto» e «una buona credibilità sui mercati». Moody's invita però a fare attenzione al fatto che «la crisi globale ha cambiato l'ambiente». Il giudizio sull'Italia di «relativa stabilità» e «qualche vulnerabilità». Per Moody's l'outlook (le prospettive) per il 2010 si conferma «stabile».

Chiara di Notte - Klára ha detto...

premesso che sei stata tu a tirare in ballo Moody's, ti riporto un articolo do oggi del Sole 24 ore.

Vedi, caro Davide, ora sono costretta ad abbandonare per un attimo la raccolta delle patate, pulirmi bene le mani sul grembiule, inforcare gli occhiali e ticchettare su questa tastiera cercando di spiegarti come stanno le cose, cioe' quello che tutte le contadine tzigane me conoscono da quando erano piccole.
Le agenzie di rating (come Moody's o S&P oppure Fitch) sono agenzie private che, ovviamente, mirano solo a fare il loro business. Ti faccio un esempio: tu sei collezionista di francobolli. Ammettiamo che tu possieda un francobollo e che tu voglia conoscerne il valore... non so... qual e' il francobollo piu' raro in Italia? Il Gronchi rosa?
(Cito a memoria, e senza Google giuro, perche' ho il papa' che in queste cose si dilettava, ok? Quindi se commetto un errore mi perdonerai, tanto non sono importanti i dettagli quanto il concetto).
Il valore del francobollo puo' essere ricavato in due modi: il primo e' prendere per buono quello che si trova sul catalogo (mi pare sia il Bolaffi), l'altro e' affidarsi al "mercato", metterlo in vendita e vedere quanto gli altri collezionisti sono disposti a pagarlo.
Ecco, le agenzie di rating sono "i cataloghi". Sono i "Bolaffi" dei titoli. Esse esprimono un valore che e' in parte legato alla loro conoscenza dei bilanci nazionali (che possono essere falsificati come si e' visto), ed in parte legato ad un giudizio "personale". E tale giudizio personale puo' essere "pilotato" a seconda delle convenienze politiche. Ad esempio, se sono la premier di un Paese come l'Italia e so che la prossima asta dei CCT puo' essere per me vitale per non essere ghigliottinata dai miei elettori incazzati, posso anche arrivare a fare qualche regalino a qualcuno, chi deve valutare il rating dei miei titoli, invitandolo a fornire un outlook positivo.
E' cio' che e' accaduto, ad esempio, con Lehman Brothers, che fino al giorno prima del fallimento aveva un rating di tripla A.

(continua...)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Continua...

Quindi, per continuare l'esempio filatelico, se il sig. Smith possedesse una grossa quantita' di Gronchi Rosa e desiderasse venderli al miglior prezzo, farsi assegnare una buona valutazione da Bolaffi sarebbe utile, non credi?
Poi esiste il mercato... e qui casca l'asino. Perche' per quanto il sig Smith sia amico del sig. Bolaffi, e per quanto sul catalogo il Gronchi rosa sia valutato tantissimo, poi alla resa dei conti quello che veramente accade e' che quel francobollo viene comprato al prezzo che il mercato decide. A meno che come acquirenti non ci sia una massa di buoi (cosa su cui fanno affidamento i signori Smith ed i premier delle nazioni in fallimento).
Ora, qual e' il vero valore di mercato di un titolo di Stato? O almeno quello piu' vicino al reale?
Tu, caro Davide, lo conosci?
Non credo. Tu come tutti vai in banca e chiedi al tuo direttore e credi che il direttore sia una persona sapiente ed esperta, mentre e' li' solo per fregare la gente... mi segui?
Quindi lui ti dira' il valore che leggera' sul catalogo.
Invece, i biechi zingari che non si fidano dei direttori di banca, e neppure dei bolaffi, per sapere il prezzo piu' vicino al reale e sapere se in quel momento ci vogliono fregare oppure no, usano un sistemino facile facile che si impara su Google in 5 minuti o forse anche no...
(qui mi verrebbe da ridere, ma continuo ad essere seria)
Allora... sai che esiste qualcosa che ha una sigla strana e che indica l'effettivo rischio finanziario di un qualsiasi titolo, compreso un CCT emesso da uno stato?
Non lo sai?
Se non lo sai te lo dico io. Si chiama CDS, ed e' l'acronimo (mammamia che parola difficile per una che non ha studiato una beata fava) di Credit Default Swap.
Se hai tempo di leggere, vai a guardare qui:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/100-parole/Economia/C/Credit-default-swap-Cds.shtml?uuid=002b2ab8-5806-11dd-93cb-a54c5cfcd900

Hai capito quindi che piu' i CDS sono alti, piu' il rischio di default e' alto.
Ecco, adesso che sai come stanno le cose (una roba che qui in Romlandia sanno persino i bambini di 5 anni, fidati) posso dirti che ieri i CDS portoghesi sono schizzati a 366 punti base da 284 che erano, mentre i CDS greci si sono invece ristretti leggermente, a 698 punti base, anche se rimangono ancora su livelli eccezionalmente alti. IL CDS della Repubblica Italiana invece (udite udite) e' salito alla chiusura delle borse europee sui massimi storici!!!
Adesso sarai curioso e vorrai conoscere il valore del CDS italiano, ma io sono perfida e te lo faccio dire dal tuo direttore di banca.
Posso solo dirti che non e' molto inferiore a quello portoghese ed e' ben piu' alto di quello inglese.
Sono stata chiara? Si'?
Visto come si impara bene la finanza raccogliendo patate?
Adesso torno al mio lavoro nei campi. :-))

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Vedi, caro Davide, ora sono costretta ad abbandonare per un attimo la raccolta delle patate, pulirmi bene le mani sul grembiule, inforcare gli occhiali e ticchettare su questa tastiera cercando di spiegarti come stanno le cose, cioe' quello che tutte le contadine tzigane me conoscono da quando erano piccole."

Vedi come sono fortunato ad avere una maestrina come te.

Però ritornando seri vorrei porti solo una domanda.

Durante questa crisi il governo italiano ha tenuto severamente sotto controllo la spesa pubblica subendo l'accusa di fare macelleria sociale. Invece le opposizioni di sinistra (non Casini che ha sempre tenuto un atteggiamento prudente) continuavano a fare proposte che avrebbero dilatato la spesa pubblica.

Mi piacerebbe sapere secondo te chi dei due aveva ragione o almeno meno torto.

Ciao Davide

PS. di Moody's non è che mi importa molto.

Alex ha detto...

Egregia Chiara sono stati i contadini giapponesi ad interessarsi di borsa tanti anni fa, quindi x una contadina ungherese è normale essere conoscitrice di questi mercati, quindi, con attenzione seguo le tue indicazioni:-) sempre precise
Mi chiedo solamente come mai i "compagni" ricchi non dividano le proprietà con quelli poveri come me:-))
Tutti preoccupati io che ho solo debiti sono molto felice in questo momento.... oppure ho perso qualche cosa....??????

davide ha detto...

Caro amico Flyngboy,

Ti riporto qui sotto un abuso della polizia croata. Questo per dimostrarti che gli abusi non ci sono solo in Italia ma anche nel tuo paese.

Ciao Davide



Nel mese di luglio, si dava notizia di come la Corte Europea dei Diritti Umani, avesse deciso di intervenire per il caso di Giuseppe Monsurrò, napoletano in vacanza in Croazia, che nell'agosto 2007, venne arbitrariamente arrestato, malmenato dalla polizia croata e liberato solo a seguito del pagamento di una cauzione (?) di 40 mila euro. Nello stesso periodo, iniziava il calvario di un altro italiano, arrestato anche lui dalla polizia croata.


Torture
La sera del 22 agosto 2007, mentre alcuni ragazzi del gruppo si erano riuniti in uno dei bungalow assegnatigli per visionare un film, la security del villaggio croato dove Monsurrò con alcuni amici trascorrevano un periodo di vacanze, sarebbe entrata con forza e li avrebbe invitati, in modo maldestro, a raggiungere ognuno il proprio alloggio, con la motivazione che, nel villaggio, dopo le ore 22, doveva « calare » il silenzio.

La security, dopo aver rivolto parole di stampo razzistico nei confronti dei suddetti ragazzi, si sarebbe avvalsa della polizia antisommossa, munita di giubbetti antiproiettile e manganelli, al fine di aggredire quasi tutti i componenti del gruppo presenti nel bungalow.

Successivamente, sei ragazzi sarebbero stati arrestati e avrebbero subito l’uso della forza e della violenza psicologica all’interno della caserma dove, tra l’altro, sarebbero rimasti per due giorni senza né bere, nè mangiare.

Il mattino seguente i familiari ed alcuni amici dei ragazzi arrestati sarebbero stati invitati a presentarsi al posto di polizia, al fine di deporre in loro favore, ma, una volta giunti al commissariato, sarebbero stati immediatamente arrestati anche loro e rilasciati, il giorno seguente, dietro pagamento di una cauzione di circa 2.500 euro.

Il primo gruppo di arrestati, invece, dopo essere stato trasferito nel carcere di Pola, sarebbe stato ascoltato dal magistrato di competenza, che ne avrebbe disposto il rilascio, ad eccezione del giovane Giuseppe Monsurro` che sarebbe stato trattenuto in carcere con l’accusa di lesioni nei confronti di un poliziotto.

Alla luce delle testimonianze rese dai presenti, il motivo dell’arresto dei giovane sarebbe legato semplicemente all’utilizzo della propria telecamera amatoriale nel momento in cui sarebbe esplosa, nel suddetto bungalow, la rissa tra la polizia croata e i giovani italiani; per circa 40 giorni, Giuseppe Monsurrò sarebbe stato trattenuto in carcere e rilasciato solo dietro la corresponsione, da parte della famiglia, di un cauzione pari a 40.000 euro.

A seguito dell’accaduto, venne presentata anche un interrogazione parlamentare, con la quale si chiedeva al Ministro pro tempore, quali iniziative urgenti intendesse assumere, al fine di accertare se fossero stati violati, da parte delle autorità di polizia croate, i diritti fondamentali dei cittadini italiani arrestati; quale assistenza il Consolato Generale d’Italia a Fiume avesse assicurato ai nostri connazionali, a tutela dei loro diritti.

Fonte. ATTI PARLAMENTARI - CAMERA DEI DEPUTATI - XV LEGISLATURA — ALLEGATO B AI RESOCONTI — SEDUTA DEL 20 NOVEMBRE 2007 (3-01443)

davide ha detto...

Caro amico Flngoby,

ti riporto un altro caso di abuso della polizia croata (ci sono varie prove che lo provano) che riguarda un altro italiano. Questo non per fare polemica, ma per ristabilire la verità.

Ciao Davide

Un maresciallo dei carabinieri, di stanza a Reggio Emilia, insieme alla moglie, in vacanza in Croazia, si è ritrovato sequestrato, letteralmente torturato con abusi fisici gravissimi tanto da arrivare allo svenimento e certificati da successive visite mediche, costretto a firmare, sotto minaccia di ritorsioni verso la moglie, documenti e dichiarazioni mai fatte.

All’origine del sequestro, il fatto che un poliziotto croato aveva notato casualmente il suo tesserino di carabiniere.

È stata sufficiente l’appartenenza all'Arma dei Carabinieri, per fare andare in escandescenze il poliziotto, il quale ha iniziato ad inveire contro l’Arma dei Carabinieri.

Allo scopo di umiliare il maresciallo e rimarcando l’assoluto disprezzo per l’Arma, all’uomo, le impronte digitali sono state prese non con l’inchiostro, ma con gli escrementi.

Durante la raccapricciante prigionia, il maresciallo dei carabinieri è riuscito a contattare il Consolato di Fiume che nell'occasione si è presentato con il Console Onorario, dott. Tiziano Sosic, e con la dott.ssa Cocciolone del Consolato Generale di Fiume.

Nonostante abbiano constatato visivamente gli abusi subiti dall'uomo e ascoltato dalla sua viva voce il racconto delle torture alle quali era stato sottoposto, non risulta che sia ancora stata fatta una protesta formale contro la Croazia da parte della nostra diplomazia.

QUESTA bruttissima storia, deve indurci a riflettere e porre una maggiore attenzione sulla scelta dei luoghi dove trascorrere una “piacevole” vacanza, ma, deve servirci anche da sprono a pretendere da chi ci governa una maggiore tutela nei confronti dei nostri concittadini all’estero.

Purtroppo, dobbiamo anche evidenziare come i media sulle due vicende succitate, non abbiano svolto il loro ruolo di informazione, che sarebbe forse potuto servire a costringere le forze politiche italiane e croate, a trovare nell’immediato una soluzione ad un problema, che se causato a cittadini di altre nazioni, avrebbe certamente avuto ben diverse conseguenze, evitando nel contempo, che altri nostri cittadini, possano ritrovarsi a dover subire analoghe esperienze.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Durante questa crisi il governo italiano ha tenuto severamente sotto controllo la spesa pubblica subendo l'accusa di fare macelleria sociale. Invece le opposizioni di sinistra (non Casini che ha sempre tenuto un atteggiamento prudente) continuavano a fare proposte che avrebbero dilatato la spesa pubblica.
Mi piacerebbe sapere secondo te chi dei due aveva ragione o almeno meno torto.


A me invece piacerebbe sapere dove prendi le tue notizie. Su Topolino?
Chi lo dice che con il governo Berlusconi (e con Tremonti) la spesa pubblica e' diminuita?
Intanto ecco una tabella che va fino al 2007, che mostra sull'asse delle ordinate (la linea verticale) la percentuale di Spesa pubblica rispetto al PIL:

http://sphotos.ak.fbcdn.net/photos-ak-snc1/v2420/87/70/1476331580/n1476331580_30219389_4085.jpg

Come si evince durante tutto il primo governo berlusconi (mi pare ci fosse sempre Tremonti), il rapporto e' cresciuto, e solo con Prodi (2006-2007) e' diminuito leggermente.
Tu adesso ti chiederai: "Ok, ma in questi ultimi due anni?"
Ebbene, tu credi che tale rapporto sia sceso o sia rimasto stabile?
Dimmi la verita', cosa credi?
Se credi che non sia cresciuto sei un pollo.
Infatti dal 2008 in poi ha ripreso a crescere ancor piu' rapidamente ed oggi e' al 48% del PIL. Si' hai capito bene: 48%!

http://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:adJdgXaT-4QJ:www.nens.it/_public-file/2009-08-05%2520Spesa%2520pubblica%25202009.pdf+spesa+pubblica+italiana+aumentata+2008+2009&hl=it&gl=it&pid=bl&srcid=ADGEESiDRxqBfQwq7MyzERZdIM6PSIg-LrwSXa3PAJ7vonjvSgY-T8-c3k-y13ccZGZyEaxOi3iV1dTwLEqROK-4xpCfrNuw0VgxX4PNOetA41iKCGwUa07w4FSLV3oWR0a_uGDI00wB&sig=AHIEtbTByWnQCJIB4rfWy5GPEHisZVlYbQ

Quindi, a questo punto se conosci un po' il sistema cartesiano, puoi divertirti a disegnarla tu la linea sulla tabella, cosi' capisci se la spesa pubblica con Tremonti sia diminuita.
Il fatto e' che purtroppo la propaganda di papi, i suoi giornali, le sue televisioni, i suoi giornalisti leccaculi, continuano a dirti che Tremonti (come Bertolaso) hanno fatto bene il loro lavoro.
Certo che lo hanno fatto bene.
Lo hanno fatto bene per lui e per coloro che appartengono alla papicricca.
Infatti, se avessero accolto le richieste della sinistra, cioe' di dare i soldi alla scuola, alla ricerca, ai servizi, per rilanciare i consumi e tutto cio' che combacia con una ripresa economica e con un innalzamento della qualita' della vita, tale spesa sarebbe aumentata, hai ragione.
A meno che...
A meno che non avessero tolto soldi alle cricche dei vari Anemone e mafiosi associati, ed a tutta quella commistione di malaffare e politica su cui si regge il sistema economico oggi in Italia, compreso quel clientelismo burocratico ricompensato con compensi altissimi ad amministratori pubblici il cui numero e' ormai quasi superiore a quello delle persone che devono essere amministrate.
Ma com'era possibile che uno Scajola qualsiasi rinunciasse al suo "mezzanino" al Colosseo? Non era possibile!
Quindi, se la spesa pubblica in Italia e' quasi al 50% del PIL e non al 60%, il merito e' ovviamente tutto di Tremonti. :-)



@ Alex: Mi chiedo solamente come mai i "compagni" ricchi non dividano le proprietà con quelli poveri come me

Non so chi siano i tuoi compagni. Ma purtroppo io da dividere non ho piu' niente. Ho gia' diviso tutto quello che avevo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

riporto un altro caso di abuso della polizia croata

Una cosa che avete voi italici e' quella di ispirarvi sempre a dei modelli.
Cio' mi induce a pensare che anche voi ritenete il vostro "civilissimo" paese molto piu' simile alla ex yugoslavia (dove c'e' stata ricordo una guerra sanguinosa le cui ferite sono ancora aperte), piuttosto che a paesi come ad esempio la Svezia.
E bello vedere quali siano i vostri "modelli" di riferimento. E' interessante capire qual e' il percorso che volete fare...
Ed anche comprendo perche' il vostro presidente frequenti personaggi del calibro di Lukashenko, Putin... Geddafi.
Gli mancano solo gli ustascia da invitare a Palazzo Grazioli. :-)

Flyingboy ha detto...

@Davide,

Ci rinuncio, ci rinuncio, ci rinuncio.. non ho tempo per le idiozie. Stai deliberatamente andando OT, ovvio che tutti i casi sporadici da te descritti erano giudicati severamente dai media e non TACIUTI (Soprattutto a fronte del fatto che i media locali hanno ignorato l’accaduto , nonostante siano stati più volte contattati, limitandosi a riportare la versione fornita dagli agenti.
Presenti anche numerosi immigrati dell’associazione Razzismo Stop, che hanno voluto portare personalmente la propria solidarietà alla giovane donna Rom.
) http://www.meltingpot.org/articolo5353.html
come IN TUO BEL PAESE.

Qui si parla di RAZZISMO verso i ROM in ITALIA.

TUTTO il mondo ne parla , TUTTO, allarme razzismo in Italia, e tu Davide che fai? Scrivi cazzate arrampicandosi sui specchi.

Davide, se' vuoi mantenere un minimo di rispetto che ho nei tuoi confronti ti prego di pensare 2 volte prima di scrivere, e lo dico per te.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mi autoquoto: Cazzo che popolo di merda!

http://video.libero.it/app/play?id=9c3c59fe055f917277634d37f5c48859

50 chili di merda davanti alla casa del berlusca.

:-))))

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Cio' mi induce a pensare che anche voi ritenete il vostro "civilissimo" paese molto piu' simile alla ex yugoslavia (dove c'e' stata ricordo una guerra sanguinosa le cui ferite sono ancora aperte), piuttosto che a paesi come ad esempio la Svezia."

Guarda che io ho solo risposto alle osservazioni dell'amico croato Flymgeby. Non mi sarei mai permesso di andare in casa d'altri a dar lezioni. Però se qualcuno fa osservazioni in casa mia io poi vado a vedere come stanno le cose in casa sua.

In ogni caso volevo evidenziare che l'Italia, purtoppo, non è il solo paese dove la polizia compie abusi. L'importante è punire i responsabili di detti abusi.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

L'importante è punire i responsabili di detti abusi.



E in Italia li punisce? :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

la mia domanda era precisa ed era riferita a questi due anni.

Comunque per quanto riguarda il passato è vero che durante il governo Berlusconi 2001 - 2006 il debito pubblico è aumentato. Però questo è dovuto al fatto che il periodo 2001 - 2006 è coinciso con un periodo di recessione economica.

Stesso discorso per questi due ultimi anni, dove il governo Berlusconi è coinciso nuovamente con un periodo di forte crisi economica: quando c'è la crisi ecomica le fabbriche chiudono e aumenta la spesa per la cassa integrazione.

Però se sei onesta non puoi non ammettere che questo governo si è impegnato notevolmente per tenere sotto controllo la spesa pubblica.

Per il resto corruzione e ruberie ci sono state sotto tutti i governi sia di centro destra che di centro sinistra.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"E in Italia li punisce?"

Io so di molti processi contro membri delle forze dell'ordine responsabili di reati. So anche che ci sono state delle condanne.

Naturalmente il funzionamento della giustizia italiana è pessimo in generale: comunque questo è un altro discorso.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Ma com'era possibile che uno Scajola qualsiasi rinunciasse al suo "mezzanino" al Colosseo? Non era possibile!
Quindi, se la spesa pubblica in Italia e' quasi al 50% del PIL e non al 60%, il merito e' ovviamente tutto di Tremonti. :-)"

Oggi dei giornali hanno spulciato gli acquisti immobiliari di vari politici. Ne è emerso che sono molti i politici (SIA DI DESTRA CHE DI SINISTRA) che hanno acquistato immobili in modo poco chiaro.

Però mi dispiace che una persona intelligente come te, quando si discute di queste cose tende a scivolare nella demagogia.

Ciao Davide

PS: demagogia non è assolutamente un insulto, ma è qualcosa che è presente nel DNA dei sinistrodi italici.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Però mi dispiace che una persona intelligente come te, quando si discute di queste cose tende a scivolare nella demagogia.

I soldi non c'erano per le politiche sociali, ma non mancavano per i politici e per la cricca.
C'e' chi la chiama "demagogia". Io invece la chiamo "idiozia di chi gli da' il voto".

Neelps ha detto...


Mi par di capire che oltre ad essere dei cialtroni si deve anche essere degli ubriaconi...
...
Poi ti ricordo che i primi ad arrivare sul continente americano sono stati i vichinghi, non i milanesi.
...
Ma per un popolo che io ho definito di idioti tutto questo e' difficile da capire, perche' anche se alcuni lo capiscono (e ce ne sono, non lo nego) la quasi totalita' della gente e' imbacuccata di idee come le tue.


Chiara, perfavore, rileggi quello che ho scritto, dai peso ai termini che contano ed elimina il disturbo delle altre parole, di condimento.
Ti prego di prestare piu' attenzione al significato che attribuisco alle parole, non tutte le scrivo ad impulso, ma le scelgo con cura, come ROM, ad esempio, che svolge un ruolo rafforzativo di tutto il mio commento, marcando persino l'ultima parte dove svelo l'inganno provocatorio.
Sei stata tu ad insegnarmi il significato di questo termine, anche se non lo sai. Potrei scrivere piu' chiaro forse, ma non otterrei soddisfazione, gusto personale, quindi cesserei di scrivere del tutto.

Non e' di mio interessa sapere chi, fisicamente o geneticamente, e' andato piu' lontano, non e' quella la lontananza a cui mi riferivo.

Inoltre, non sottovalutare l'importanza, dell'essere, sempre, ubriachi...

@Chiara
Preparati a considerarmi una povera matta,

Non fa parte del mio carattere.


Forse non ti rendi conto che siete ormai solo dei pezzenti, altro che "elegante stivale".


Guarda il mondo dall'alto, la conformazione rocciosa di questo lembo di terra e', davvero, elegante, possiede una bizzarra singolarita', e' il pezzo di terra, piu' umano, che ci sia. Ma hai ragione, queste sono solo chiacchere.

ciao
Neelps

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"I soldi non c'erano per le politiche sociali, ma non mancavano per i politici e per la cricca.
C'e' chi la chiama "demagogia". Io invece la chiamo "idiozia di chi gli da' il voto"."

Come ben sai io sono (in questo momento) per il non voto e quindi la cosa dell'idiozia non mi tocca.

Però sai benissimo che i privilegi dei politici (sia di destra che di sinistra) incidono relativamente poco sul gigantesco bebito pubblico italiano.

Come ben sai il debito pubblico italiano è dato da milioni di beby pensionati e falsi invalidi. Poi la spesa corrente è un fiume incontrollabile. Se anche si impiccasero tutti i politici italici (so che a te piacciono i forconi) il gigatentesco debito pubblico italiano quasi non ne risentirebbe.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

@Flyingboy

Italia che divinizzate e morta, le responsabilita' del declino Italiano la ha gente come voi, milioni di gente come voi.


Ciao, non ho compreso se ti stai rivolgendo a me.
A volte ho l'impressione che spesso si tenda ad interagire soltanto con Chiara, come se fossimo abbagliati dalla sua luce divina :) perdendo la memoria in tutto cio' che la circonda. E' un blog, ci sono tanti partecipanti, ognuno con le sue caratteristiche, bisogna imparare a conoscersi meglio. Fare uno sforzo, andare oltre la prima barriera.
Sai, io non credo all'imprinting di carattere genetico, ne' nella vita reale, ne' in quella virtuale.

ciao
Neelps

Neelps ha detto...

@Rosso

guarda che chiara ha ragione,gli avvoltoi son gia' ben appostati,se entro due anni non cambieremo rotta, dal punto di vista economico e non solo,non ci saranno cazzi che tengano,la grecia sara' anche qui.nonostante cio' che vogliono farci credere ci sono in italia un sacco di banche ,piu' o meno piccole,a debito,con prospettive di peggioramento nell'immediato ,non nel futuro.


Ciao Rosso, non era di mio interesse discutere di faccende economiche, se lo fosse stato avrei usato tutt'altra terminologia.
Io parlavo del combustibile dell'umanita', quella passione repressa, che quando esplode illumina tutto cio' che gli sta attorno, di quel sentimento nascosto che non puoi reprimere in nome di una moralita' che disegna fitte sbarre di ghiaccio, parlavo di quell'attitudine ad oltrepassare il conosciuto, l'esplorazione, senza meta, senza paure, senza timori, senza rimpianti, senza rimorsi.
Non parlavo del bambino ubbidiente che riscuote successo a scuola, ma del disperato che non studia entro i limiti fisici del libro, entro i limiti geografici di uno stato disegnato su una cartina. Quest'attitudine, zingara nello spirito, che ha dimorato negli animi piu' nobili e piu' moralmente discussi, ha prodotto le piu' grandi meraviglie che il mondo abbia mai conosciuto. Chiedevo, provocatoriamente, se quest'attidutine senza rispetto dei buoni e dei giusti e delle loro tavole dei valori, nel suo arrogante e benefico egoismo, sia maggiormente presente nei popoli dove la luce del sole penetre nei cuori come il vento alimenta l'orgoglio del marinaio.
Ma la storia dimostra, che questa attidutine e' apolide e nasce qua' e la', accumunata soltanto, in certe epoche storiche, a causa dal background culturale, cosi come e' stato nella grande Grecia, in Italia per svariate epoche, in Francia, in Germania, negli Stati Uniti d'America, e chissa' dove altro nel prossimo futuro.

Quando le stelle finiscono di riplendere, lasciano il posto ad infertili ammassi rocciosi, perche', per risplendere bisogna bruciare.

Con questa banale citazione di John Giorno, ti saluto augurandoti una buona serata :)

Neelps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Però sai benissimo che i privilegi dei politici (sia di destra che di sinistra) incidono relativamente poco sul gigantesco bebito pubblico italiano.

No. Io so benissimo un'altra cosa che e' completamente diversa da quella che cerchi per spacciare per verita'. Quindi mi chiedo se tu prenda davvero le tue notizie da Topolino oppure bastino i Feltri e i Belpietro (che poi e' la stessa cosa) a darti certe convinzioni.
Tecnica di propaganda, la stessa di "Tremonti e' bravo", "Bertolaso e' un eroe", "la colpa della spesa pubblica sono i baby pensionati di sinistra" (che poi scommetto che ce ne sono un ugual numero di destra, dato che coloro che le percepiscono sono politici, amministratori pubblici e gente a loro collegata).

Cazzate!!!
Ripeto: CAZZATE!!
Perche' sono cazzate?
Te lo spiego...

La spesa pensionistica in Italia (tutta, quindi quella per pensioni di vecchiaia ed anzianita' insieme) e' il 15% del PIL, di cui le baby pensioni assorbono il 30% (quindi il 4.5% del PIL).

Invece il prezzo della corruzione, quello da cui prendono i quattrini gli Anemone, gli Scajola e i bertoladri vari e' il 7% del PIL ogni anno!
Il 7%!!!
70 miliardi di euro, soldi sottratti ogni anno alle infrastrutture, al welfare, alla formazione ed alla ricerca.

Documentati meglio invece di venire qui a sparare cazzate. E cambia letture.

marco ha detto...

Però se qualcuno fa osservazioni in casa mia io poi vado a vedere come stanno le cose in casa sua.

Mah... se un rubinetto a casa mia perde e qualcuno me lo fa notare, cerco di ripararlo, e non vado a casa sua per vedere se ha rubinetti che perdono di più.

Non so se ce l'ho scritto nel DNA questo comportamento, ma, il continuare a cercare il peggio da un'altra parte quando si parla dell'Italia, mi sembra un comportamento prevalentemente destoide, non so se per cause genetiche o ambientali. Qualcuno dice che l'Italia non va bene e gli si risponde che Atlantide è affondata mentre l'Italia galleggia ancora. E tira, tira , tira, si arriva al finchè c'è la salute...!
No, no, non volevo tirare in ballo la sanità, se n'è già parlato

Che a me solo una volta è capitato che mi chiamassero sinistroide; ho risposto con un sorriso luminoso come il sole dell'avvenire :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"la colpa della spesa pubblica sono i baby pensionati di sinistra"

Non ho mai detto che i pensionati sono solo di sinistra (ci sono pensionati di destra, sinistra e centro).

Le leggi sui pensionamenti facili negli anni '70 sono state votate da tutti i partiti, anche dai comunisti (quando c'era da sperperare soldi pubblici tutti i partiti erano d'accordo, ma i comunisti erano sempre un passo avanti).

Sopra parlavo della spesa pubblica italiana in generale, non solo delle pensioni.

Comunque io non ho mai difeso la corruzione; ho solo fatto notare che è trasversale e riguarda tutti i partiti.

Anche riuscendo a trasformare tutti gli italici in angioletti (cancellando totalmente ogni forma di corruzione), il debito pubblico italiano resterebbe comunque gigantesco.

Non capisco perchè tu ti rivolgi a me come se fossi un berlusconiano, quando a me di Berlusconi non me ne frega assolutamente niente.

Ciao Davide

modesty ha detto...

Però se qualcuno fa osservazioni in casa mia io poi vado a vedere come stanno le cose in casa sua.

marco risponde: Mah... se un rubinetto a casa mia perde e qualcuno me lo fa notare, cerco di ripararlo, e non vado a casa sua per vedere se ha rubinetti che perdono di più.

marco, sei ge-nia-le! :)))
quasi quasi ti vogòio un po' bene-

love, mod

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Marco: Qualcuno dice che l'Italia non va bene e gli si risponde che Atlantide è affondata mentre l'Italia galleggia ancora. E tira, tira , tira, si arriva al finchè c'è la salute...!

Ed il rubinetto continuera' a versare in eterno...


@ Davide: Anche riuscendo a trasformare tutti gli italici in angioletti (cancellando totalmente ogni forma di corruzione), il debito pubblico italiano resterebbe comunque gigantesco.

Cerchi di confondere le cose come al tuo solito. Prima hai scritto:

Come ben sai il debito pubblico italiano è dato da milioni di beby pensionati e falsi invalidi. [...] Se anche si impiccasero tutti i politici italici (so che a te piacciono i forconi) il gigatentesco debito pubblico italiano quasi non ne risentirebbe

Se ne deduce che per te il debito pubblico e' maggiormente imputabile alle baby pensioni che alla corruzione. Ecco, pur non difendendo le baby pensioni che' comunque mi paiono RUBATE, sinceramente questa tua idea e' una cazzata. Con i miei dati ti ho dimostrato che fra le due fasce di spesa, quella che incide di piu' sil PIL e' la seconda. Incide di quasi il doppio rispetto alla prima.
Adesso, alla luce di quanto ti ho spiegato, rispondi alla domanda: chi e' piu' responsabile del debito pubblico, il baby pensionato o il politico corrotto?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Adesso, alla luce di quanto ti ho spiegato, rispondi alla domanda: chi e' piu' responsabile del debito pubblico, il baby pensionato o il politico corrotto?"

Il corrotto.

Comunque io sopra ho detto che: "Anche riuscendo a trasformare tutti gli italici in angioletti (cancellando totalmente ogni forma di corruzione), il debito pubblico italiano resterebbe comunque gigantesco."

Torno a ripetere che io non ho mai difeso la corruzione e il debito pubblico italiano non dipende solo dalla corruzione.

Ciao Davide

Ciao Davide

davide ha detto...

Pregiatissima Modesty,

"marco, sei ge-nia-le! :)))
quasi quasi ti vogòio un po' bene"

Guarda che sono molto geloso.

Ciao il tuo Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Cerchi di confondere le cose come al tuo solito. Prima hai scritto:
Come ben sai il debito pubblico italiano è dato da milioni di beby pensionati e falsi invalidi. [...] Se anche si impiccasero tutti i politici italici (so che a te piacciono i forconi) il gigatentesco debito pubblico italiano quasi non ne risentirebbe"


No, io sopra ho scritto:


"Come ben sai il debito pubblico italiano è dato da milioni di beby pensionati e falsi invalidi. Poi la spesa corrente è un fiume incontrollabile. Se anche si impiccasero tutti i politici italici (so che a te piacciono i forconi) il gigatentesco debito pubblico italiano quasi non ne risentirebbe."

Non capisco perchè hai tolto "la spesa corrente è un fiume incontrollabile."

Ti ricordo che la "la spesa corrente" è spesa pubblica e non riguarda solo le pensioni.

Ciao Davide

Alex ha detto...

notte Chiara,
vorrà dire che in caso di necessità ti aiuterò:-)))

Il Governo ha tagliato molto per cercare di ridurre la spesa pubblica come non ha aumentato gli stipendi al P.I. i quali pesanp moltissimo nel debito pubblico soprattutto per quello che rendono....
Per i conti siamo gli unici idioti che litigano e si fanno dare le multe da Bruxelles mentre gli altri li "taroccano" e poi noi li dobbiamo aiutare.
Mi stupisce molto il ragazzo volante come riesca a far finta di dimenticare quello che hanno fatto dalle sue parti, vicende che avrebbero fatto accapponare la pelle ai più grandi tiranni, per venire a commentare tranquillamente a casa nostra, io non saprò scrivere, sarò giovane, mentre qualcuno dovrebbe pensare che quando si superano determinate età forse la testa perde cokpi e ci si dimentica troppo facilmente di tante cose.
Ultima cosa, nelle forze dell'ordine in Italia può succedere il caso isolato di violenza, spesso dovuto alla situazione contigente, lo stress del momento può creare dei problemi, ma al perosnale non viene più permesso di avere certi atteggiamenti una volta scoperti ed in ognicaso subirebbe processi penali civili e penali militari con doppia condanna dove previsto.

Vedi Chiara e facile parlare male degli altri mentre poi si è pronti a difendere a spada tratta oppure far finta di niente su un fatto comme quello avvenuto al CC in Croazia, così si dimostra esattamente quello che si è

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Vedi Chiara e facile parlare male degli altri mentre poi si è pronti a difendere a spada tratta oppure far finta di niente su un fatto comme quello avvenuto al CC in Croazia, così si dimostra esattamente quello che si è

Ah capisco...
Il CC gocciola di piu' di una povera Rom denudata...
Si' si', bene bene...

Le faide fra poliziotti in questo momento non mi interessano. Non sono qui a difendere il poliziotto croato perche' ha malmenato un collega italico, come non farei l'inverso. Si tratta comunque di un fatto isolato e non istituzionalizzato, cioe' completamente al di fuori della legge.
La discriminazione e le violenze contro i Rom in Italia, invece, sono istituzionalizzate. Sono tollerate dal Ministero degli interni, dai sindaci, dagli organi di polizia. Lo dimostrano decine di episodi. Soprattutto lo ha dimostrato l'europarlamentare Viktória Mohácsi. Alla quale credo ciecamente.
Ai Rom in Italia vengono sottratti i bimbi e di questi non si sa piu' niente, se ne perdono le tracce, ed io lo ritengo un fatto assai piu' grave di una faida tra poliziotti.

rossoallosso ha detto...

@neelps
attacchiamoci alla nostra buona stella,anche se di sole se ne vede poco,speriamo nella pizza e nel mandolino.

Alex ha detto...

Sei un politico italiano

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: quindi x una contadina ungherese è normale essere conoscitrice di questi mercati, quindi, con attenzione seguo le tue indicazioni:-) sempre precise

Ma quale conoscitrice? Io non ci capisco nulla. Solo che, ogni tanto, tirando ad indovinare ci azzecco. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Ti ricordo che la "la spesa corrente" è spesa pubblica e non riguarda solo le pensioni.

Infatti era una ripetizione del concetto, per questo l'ho tolta.
L'importante e' che adesso tu non vada piu' in giro a dire cose inesatte, e cioe' che responsabile del debito pubblico italico, siano le baby pensioni.
Esse concorrono certamente, ma solo per un 4.5% del PIL, ma molto di piu' concorre il sistema di corruzione e l'illegalita' che succhia risorse per il 7% del PIL.

Quindi, prenditela pure con il primo baby pensionato che incontri per strada se tu, come imprenditore, sei (almeno sulla carta) costretto a pagare molte tasse, pero' assai di piu' prenditela con chi da' ampio spazio al sistema di corruzione ed illegalita' del quale, guarda un po', gli imprenditori sono fra i protagonisti principali.

Altro problema che contribuisce ad affondare l'Italia, molto piu' delle baby pensioni, e' anche l'evasione e l'elusione fiscale. Tu come imprenditore hai qualcosa da dire su chi evade le tasse?
Ecco, io credo che gli italici, prima di discriminare i Rom, indicarli come l'origine dei guai, denudarli per strada oppure creare sistemi per segnalarli se salgono sui treni, dovrebbero guardarsi bene allo specchio, ma proprio bene e domandare sinceramente a se stessi se sono degli ipocriti oppure no. Poi rispondersi e nel caso denudarsi e segnalarsi da soli.

Io riacquistero' nuovamente la stima negli italici allorquando il piu' fortunato, abbiente e potente di loro, cioe' colui che meno di tutti ha bisogno, avra' come primo pensiero la vita ed il benessere del meno fortunato, cioe' di colui che piu' di tutti ha bisogno.
Solo in questo modo un popolo si riscatta agli occhi di se stesso e del mondo e miei.
E non dirmi che e' utopia perche' al piu' potente in assoluto degli italici costerebbe davvero poco aiutare il piu' disgraziato in assoluto. Ma anche questo semplice atto, che costerebbe assai meno di qualsiasi campagna propagandistica, non viene fatto perche' e' completamente inconcepibile per chi sta di la', dall'altra parte della linea. E chi invece ci ha provato, come ad esempio l'imprenditore di Adro che ha pagato per la mensa per i bambini, anche se ha dimostrato di essere al di qua di quella linea immaginaria, come si e' visto e' stato immediatamente insultato, ostracizzato ed allontanato dalla societa' che ormai e' quasi completamente collocata dall'altra parte della linea. Dalla parte di coloro che pensano solo al proprio tornaconto, e considerano qualsiasi altra cosa al di fuori del proprio culo come un fastidio da eliminare.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"L'importante e' che adesso tu non vada piu' in giro a dire cose inesatte, e cioe' che responsabile del debito pubblico italico, siano le baby pensioni."

O sono io che mi spiego male o sei tu che non capisci.

Io non ho mai detto che il debito pubblico è dato solo dalle beby pensioni e dinfatti sopra ho parlato di spesa corrente (stipendi, acquisti, sussidi ecc.).

Se ho citato le pensioni beby e i falsi invalidi, lo ho fatto solo perchè sono pecugliarità solo italiche. Ma so benissimo che la spesa pubblica è fatta da un'infinità di altre voci (tu sai benissimo che io sono un funzionario pubblico che si occupa di appalti e di contabilità e quindi certe cose le so bene).

Sulla corruzione sono daccordissimo con te che è un cancro per l'Italia. Ho forse mai detto qualcosa a favore della corruzione?

Sopra ho solo evidenziato che anche abolendo la corruzione il debito pubblico italiano resterebbe enorme. Per quanto riguarda il debito pubblico italiano tutti i partiti hanno le mani sporche nessuno escluso.

Per quello che riguarda il presente credo che questo governo avrà tantissime colpe, ma io gli riconosco il merito di aver tenuto sotto controllo la spesa pubblica.

Sono convinto che se due anni fa avesse vinto quell'incapace di Topo gigio e quel demagogo di Tonino saremmo noi ora nelle condizioni della Grecia.

Ciao Davide

Alex ha detto...

Chi lavora la terra, ha le basi per capire i mercati, per quello spesso "indovini":-) dovresti averlo capito ormai:-)

Mi aspettavo sicuramente di più da questo Governo, non mi aspettavo il comportamento vergognoso assolutamente indegno di rappresentarci e nonostante credo nessunodei contendenti potesse fare meglio a livello finanziario, vedere queste piccole corruzioni, che secondo me sono la punta di un iceberg , mi fanno preoccupare perchè il problema Grecia è nato dalla grande corruzione presente in quel paese....quindi, anche se vedo una buona stabilità, qualche dubbio mi attraversa.
E io sono ignorante per davvero mica come te che fai finta:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Sono convinto che se due anni fa avesse vinto quell'incapace di Topo gigio e quel demagogo di Tonino saremmo noi ora nelle condizioni della Grecia.


Fantastica questa!
Denota tutta quanta l'incoerenza e la contraddizione (a questo punto inizio a ipotizzare che sia genetica) di cui e' impregnata una certa logica italica e che si riassume in una frase: "cio' che vale per te, non vale per me".
Infatti, in altro post, mi pare che parlando di Storia io abbia detto qualcosa del genere: "Se non fosse esistito Gesu' di Nazareth, oggi l'umanita' sarebbe diversa". E tu mi hai risposto: "Per saperlo dovremmo avere la contrprova".

Adesso fai questa affermazione e ti attendi che io non ti faccia la medesima osservazione?
"Esiste la controprova?"
E chi ce lo dice che l'Italia con Topo Gigio (ma anche col Gatto Silvestro o Roger Rabbit, che' secondo me qualsiasi cartone ci capisce piu' di papi nell'argomento "far funzionare una nazione per i cittadini e non solo per se stessi") non sarebbe stata messa meglio?

Sai Davide, il tuo discorso mi ricorda molto quello del tizio che, in procinto di essere ghigliottinato dice al boia: "Meno male che ci sei tu. Se avessero eletto l'altro avrei rischiato l'impiccagione".

E poi, te lo ripeto, Tremonti non ha tenuto a bada un cazzo di niente. Ha solo ripartito i soldi in modo che quelli della sua cricca intascassero di piu' facendo pagare il conto chi della cricca non faceva parte.

- ha favorito i grandi evasori con lo scudo fiscale, facendo pagare loro una sciocchezza in confronto a quanto avevano evaso.
- ha favorito gli amici di Alitalia regalando loro 3 miliardi
- ha tolto l'ICI a chi avrebbe potuto permettersi di pagarla (1 milardo e mezzo) perche' appartenente alla fascia piu' ricca della popolazione.
- ha messo in moto tutta una deregulation sugli appalti pubblici che sono stati affidati, senza alcuna trasparenza e controllo, agli amici degli amici.
- Ha aumentato a dismisura i costi della politica ed i soldi ricevuti dai politici.

Per tutta sta gente i soldi non erano un problema. Non mancavano.

Ovviamente per dare sti soldi alla gente di cui sopra ha dovuto tagliare da altre parti. Sulla scuola, sulla ricerca, sul welfare, sulle pensioni, sulla sanita', sui servizi... Tutta roba che invece della cricca dei possessori di elicotteri riguardava la gente normale. Quella che non conta un cazzo.

Se questa secondo te non e' macelleria sociale, operata a sfavore di un popolo di idioti che cosa e'?

Oltre che in galera per gli scandali, la corruzione ed il malaffare, il papi e tutti i suoi uomini dovrebbero passar processo anche per circonvenzione d'incapaci.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Adesso fai questa affermazione e ti attendi che io non ti faccia la medesima osservazione?
"Esiste la controprova?""

Guarda che ho solo espresso un'opinione. La controprova per me (è una cosa assolutamente soggettiva) sta nella storia personale dei suddetti personaggi.

Torno a ripetere che è solo una mia convinzione e tu puoi benissimo non essere d'accordo.

Ciao Davide

Alex ha detto...

Niente da eccepire tutto sacrosanto ma si deve avere il 51 per cento compreso il tuo voto e siamo nella stessa barca

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: Chi lavora la terra, ha le basi per capire i mercati, per quello spesso "indovini"

C'e' qualcosa che e' alla base di tutto a cui, chi e' ormai troppo preso a pensare ai modelli di telefonini, al calcio, ai culi ed alle tette in tv, non pone piu' attenzione. Anzi, credo che tale concetto in molte persone non sia mai entrato a far parte della loro cultura "di plastica".
Parlo della "ciclicita'" di ogni cosa.
La ciclicita' e' sicuramente legata alla terra, alla natura, alle stagioni, ma e' anche qualcosa di molto femminile. E' per tale motivo che ritengo che la societa' migliore che sia mai apparsa su questo pianeta, per quanto arcaica e non ancora progredita, fosse quella matriarcale dei primordi.
Ma non e' questo il punto. Il punto e' che non avere ben chiaro che tutto nella vita (e la vita stessa) ha un ciclo ben definito, e non si tratta una linea che si allontana senza mai far ritorno al punto di origine, e' senz'altro il motivo per il quale alcune persone, pensando solo in termini di "immediato", di soddisfazione subitanea dei propri bisogni, non avendo l'idea che quella linea possa tornare indietro, non pianificano alcunche' e, come si dice normalmente, vivono alla giornata.
Tutto cio' ha dei contraccolpi sulla societa' perche' se le persone che hanno una tale visione esprimono poi i governanti, poi tutto quanto si muovera' seguendo la stessa linea.
Non avendo quindi una visione lunga dell'esistenza, non facendo progetti se non per situazioni immediate, non investendo sul futuro, questi governanti rallentano il progresso ed i loro paesi si trovano ad essere piu' arretrati rispetto a quelli che invece, hanno appunto una visione ciclica.
E' infatti dalla ciclicita' che nasce l'energia che muove tutto. Ogni cosa per poter progredire ed evolvere deve avere un movimento "circolare", o meglio "a spirale".
Ogni aspetto dell'esistenza tende a ritornare. Magari non nel solito punto esatto, ma molto vicino. In una posizione piu' esterna della spirale (evoluzione) oppure piu' interna (involuzione) e chi ha la capacita' di vedere chiaramente questo percorso, questo ciclo eterno, ha la possibilita' di cogliere il futuro, quindi di progettare soluzioni delle quali magari lui non beneficera', ma saranno i suoi figli a poterlo fare.

(continua...)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

(continua...)

In una societa' consumistica e tendente al breve periodo come quella capitalistica attuale, in cui ogni persona e' isolata nel suo egoismo e lotta contro tutte le altre per riuscire ad arrivare al domani (cio' che io chiamo l'aspetto "maschile" in cui gli individui si comportano esattamente come se fossero spermatozoi che se non arrivano all'obiettivo cessano di esistere e devono arrivarci prima di tutti gli altri), non e' importante cio' che e' avvenuto nel passato (per questo si ravvisa anche una "caduta" dell'interesse per certe discipline come la Storia o la Filosofia) perche' tutto cio' che e' reputato importante si svolge all'interno della singola, breve esistenza degli individui.
In una societa' invece piu' "femminile" (parlo di concezione femminile e non necessariamente guidata dalle donne), le esperienze antiche assumono una maggiore importanza. Per chi ha una concezione femminile, l'esistenza non ha la sua massima espressione nei bisogni immediati del singolo individuo, ma in qualcosa che coinvolge la collettivita', intesa non solo come generazione presente, ma includendo ovviamente anche le generazioni passate, da cui si traggono gli insegnamenti, oltre a quelle future, vero motivo della nostra esistena attuale.
Per tornare al tuo attribuirmi la conoscenza dei mercati, caro Alex, l'economia, la politica, la Storia e tutto quanto seguono percorsi ciclici. A spirale. Per tale motivo e' facile, volendo, destreggiarsi anche nella finanza. Oppure nei rapporti umani.
Tutto cio' che ho detto, fra l'altro, lo porto nel significato mio nome, quello vero.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mi aspettavo sicuramente di più da questo Governo, non mi aspettavo il comportamento vergognoso assolutamente indegno di rappresentarci

Il vostro governo non se la prende soltanto contro le liberta' delle minoranze, ma sta facendo un'azione repressiva a tutto campo. E' un governo che pensa solo nell'immediato, quindi fortemente caratterizzato da una componente maschile e tendente a soddisfare i propri bisogni, come ad esempio il mantenimento dei propri privilegi a costo di rigettare l'intera societa' nell'oscurantismo e nella divisione in caste.
Adesso, con la scusa della privacy e delle intercettazioni, si sta attivando perche' all'informazione venga davvero messo un bavaglio.
Se passera' la legge che in sordina stanno preparando, credo che molte persone chiuderanno i loro blog.

http://www.byoblu.com/post/2010/05/09/La-fine-dei-blog-italiani.aspx

Flyingboy ha detto...


http://www.byoblu.com/post/2010/05/09/La-fine-dei-blog-italiani.aspx


E la storia si ripete.

http://www.youtube.com/watch?v=jF5kMVIolYw

Terrificante. Non ci sono piu' dubbi, la era del nuovo fascismo italiano prende sempre piu' forma.

Schedature, lavaggio cervello, blocco delle informazioni...

E voi cari italici continuate a dire che a Zimbabwe si sta' peggio...

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"E' per tale motivo che ritengo che la societa' migliore che sia mai apparsa su questo pianeta, per quanto arcaica e non ancora progredita, fosse quella matriarcale dei primordi."

Il problema è che noi non sappiamo quasi niente della società matriarcale (poichè si è svolta millenni prima della scoperta della scrittura) e pertanto definirla la società migliore non ha molto senso.

Purtroppo il presente non offre molte alternative: il comunismo è completamente fallito e il capitalismo crea disequaglianze.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: Vedi Chiara e facile parlare male degli altri mentre poi si è pronti a difendere a spada tratta oppure far finta di niente su un fatto comme quello avvenuto al CC in Croazia, così si dimostra esattamente quello che si è

Sono i paesi sani che i cittadini di una nazione dovrebbero prendere a modello e non difendere a tutti i costi la propria malattia.

Allora...
Guarda un po' qui. Capita proprio giusto per spiegare quali possono essere le differenze fra um paese malato ed uno sano.

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/roma-seattle-la-polizia-e-quelle-manganellate-troppo-facili-366383/

Neelps ha detto...

Ciao,

Intervengo in questa noiosa diatriba solo per dire 2 cose:

1)
@Chiara

Sono i paesi sani che i cittadini di una nazione dovrebbero prendere a modello e non difendere a tutti i costi la propria malattia.


Se gli altri non presentano gli stessi sintomi non significa affatto che sono sani, ma solo che la malattia non e' allo stesso stato di avanzamento.
Poi non voglio essere polemico e ho capito cosa intendevi dire, ma mi piace puntualizzare.

2) @Davide
Da piccolo quando mi hanno regalato la bicicletta, non ho imparato subito ad andarci, c'e' voluta un po di pazienza e qualche ginocchio e gomito sbucciato, tanto tanto sangue. Pero' dopo qualche primo tentativo maldestro, ho pian piano imparato a mantenere l'equilibrio e via ! adesso sono capace anche di guidare la macchina!!! non male no?! sono precessi a geometria frattale ;)


ma ci aggiungo anche un 3) per @Flyingboy e @Chiara:
Voi dell'est siete proprio degli attaccabrighe!!














;-PPPPPP
Ciao!!

Neelps ha detto...

@Chiara

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/roma-seattle-la-polizia-e-quelle-manganellate-troppo-facili-366383/


Era decisamente meglio se non postavi questo esempio perche' se vuoi dirmi che gli USA sono un modello "sano" allora hai decisamente le idee confuse.
Certo dopo quello che e' successo negli anni passati, hanno imparato che questi casi vanno "puniti", ma mica tanto per una questione di giustizia sai? informati sulla percentuale dell'elettorato ispanico da quelle parti, o piu' in generale dell'elettorato non bianco-caucasico.

ciao!!

Flyingboy ha detto...

Neelps ha detto...

Ciao,

Intervengo in questa noiosa diatriba solo per dire 2 cose:


1) perche' intervenire se' noiosa?
2) perche' non dare il proprio contributo vero e parlare OnTopic e cercare di renderla meno noiosa invece di aggiungere altra noia?

Voi dell'est siete proprio degli attaccabrighe!!

"Noi del est" ci attacchiamo ai concetti e non alla forma.

Qualcuno si ricorda di cosa parlava il post?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Era decisamente meglio se non postavi questo esempio perche' se vuoi dirmi che gli USA sono un modello "sano" allora hai decisamente le idee confuse.

Sicuramente piu' sano della merda che esiste in certi paesi. Merda alla quale le persone ormai si sono abituate e se c'e' qualcuno che la fa notare, si incazzano come delle iene.

Ma se preferisci ti mostro un altro esempio. L'esempio di un paese con il quale alcuni migliori premier degli ultimi 150 anni intrettengono rapporti di grande amicizia.

http://www.crimeblog.it/post/4127/russia-arrestato-per-disturbo-della-quiete-pubblica-il-giornalista-konstantin-popov-viene-torturato-ed-ucciso

La violenza da parte della polizia esiste ovunque. In Ungheria, in Croazia, in Usa, in Cina, in Australia.... ovunque.

La differenza sta solo in un fatto che e' DETERMINANTE per capire se un paese e' di merda oppure no: i poliziotti colpevoli di violenze vengono o non vengono puniti? Sono sbattuti in galera o vengono promossi?
Il punto e' tutto qui. Il resto sono solo chiacchiere da tifoseria.

Carlo Fronteddu ha detto...

Ti adoro Chiara quando parli di politica!
Salut..

Alex ha detto...

Buongiorno Chiara,
scrivi:"paese e' di merda oppure no: i poliziotti colpevoli di violenze vengono o non vengono puniti? Sono sbattuti in galera o vengono promossi?
Il punto e' tutto qui. Il resto sono solo chiacchiere da tifoseria."

Ogni Corpo ha la sua mentalità.

Si parlava di Carabinieri e tiri fuori la Poliza italiana e americana. Ora potresti anche tirare fuori da internet tutto quello che vuoi anche sull'Arma.

E' vero quello che scrivi, un tutore dell'ordine è il rpimo che deve rispettare le leggi e non approfittare della posizione che occupa. Non è facile in un corpo così grande come quello dei CC. (110000 circa in Italia e all'estero), dove ragazzi a 17 anni, magari di poca cultura, che si trovano in strada, armati ed equipaggiati con un "grande potere", essere consapevoli di come è giusto comportarsi. L'istituzione, quando avvengono episodi poco chiari, in tutto il mondo, cerca di tutelare, almeno inizialmente, il personale, ma le indagini interne, senza la presenza di "esterni" non hanno tregua e compassione x chi ha infangato il nome e soprattutto perchè ha violato i diritti sanciti dalla costituzione. Ora non conoscendo la struttura molto bene, qualcuno può immaginare, perchè mentalmente distorto o pieno di complessi, le cose più assurde, ma nessuno e nessuno la passa liscia da carabinieri a generali e le promozioni anche se dovute, vengono automaticamnete bloccate fino a che la magistratura civile e militare non riscontra la totale e assoluta innocenza. Lealtà e onestà sono prerogative invalicabili per farne parte, più il reparto è di elite e più è richiesto questo indiscutibile elemento.

Ora, il solito pirla saputello potrà cotrobattere, ma rimarrò zitto solo se a controbattere le mie tesi sarà solamente un Carabiniere VERO!!
Dimenticavo anche tu che essendo James Bond collabori con loro:-) quindi sai come funziona

Alex ha detto...

Chiara scrive:
"Parlo della "ciclicita'"

credo che dovrò rileggero alcune volte perchè quello che hai scritto è molto profondo, inetressante e vero.

beh quando hai ragione non posso che dirti hai ragione.

Concordo nella mia ignoranza sulla ciciclità, le varie ere hanno rappresentato sempre le stess ecose solo più modernizzate, le cose si ripetono, si dovrebbe imparare per essere migliori invece, taluni, ne approfittano per cercare, nella loro avidità, di avere qualcosa in più. Ma non sanno che di fatto non hanno nulla, anche se, per non avere nulla, tolgono la libertà alle persone più "deboli"/oneste".

Flyingboy ha detto...

Alex ha detto..

Ora, il solito pirla saputello potrà cotrobattere,.

eccomi :)

Allora Alex, come spesso si perde o non vuole capire il vero significato della questione.

La rendo semplice.. se' quella donna denudata e umiliata fosse' la tua sorella, avresti stessi "argomenti"?

Ecco,caro Alex, tutti i esseri umani, siamo tutti fratelli e sorelle. Esiste solo il giusto e quello che non lo e'. E per la ingiustizia non esiste NESSUNA giustificazione. NESSUNA.

Oggi sono i rom.. e domani?

Rifletti Alex, e cerca di appoggiare la divisa della nazionale al chiodo per unattimo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Voi dell'est siete proprio degli attaccabrighe!!

Che adesso "dell'Est" sia diventata addirittura una classificazione per indicare persone con determinate peculiarita', e' addirittura ridicolo da chi mi critica perche' chiamo "italici" gli italici. :-)
Dell'Est significa cosa?
A est di Trieste?
Ma molte regioni del sud Italia sono ad est di Trieste.
Allora "dell'Est" significa forse "di origine slava"?
Ma non tutte le persone che stanno nell'Est sono di origine slava.
Quindi puo' voler dire "ex comunisti"?
Ecco questo se mai potrebbe essere l'unica cosa che accomuna uno sloveno con un lituano. Per il resto i due non avranno proprio niente in comune.
Invece chi vive all'interno della stessa nazione, parla la stessa lingua, vota gli stessi governanti, guarda la stessa televisione, legge gli stessi libri, frequenta le stesse scuole, viene curato negli stessi ospedali, porta i soldi nelle stesse banche, fa la spesa negli stessi supermercati... beh, e' tutt'altra questione.
Insomma un siciliano ed un lombardo sono ITALICI, perche' comunque, che che se ne dica, sono nati e cresciuti all'interno dello stesso sistema politico, sociale, economico e quindi educati ad uno "stile di vita" molto simile.
All'est invece, esistono solo alcune peculiarita' che sono conseguenti a chi e' nato e cresciuto sotto il comunismo, e sono limitate solo a chi era gia' nato durante gli ultimi tempi di quel periodo, mentre tali peculiarita' sono del tutto assenti nelle nuove generazioni, quelle formate da persone con meno di 20-25 anni.
Mi pare strano che una persona si' preparata faccia davvero di tutta l'erba un fascio mettendo insieme un croato ed un'ungherese.
Che fra l'altro, proprio a dirla tutta, non sono neppure ungherese del tutto. Ti stupiresti di come potrei essere "italica" se solo lo volessi.


@ Carlo Fronteddu: Ben ritornato. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: Si parlava di Carabinieri e tiri fuori la Poliza italiana e americana. Ora potresti anche tirare fuori da internet tutto quello che vuoi anche sull'Arma.

Ho impropriamente chiamato "polizia" cio' che invece volevo indicare come "agenti preposti al mantenimento dell'ordine".
Posso includere anche la guardia di finanza, oppure i vigili urbani.
Cio' che li accomuna e' la "divisa" indossata da persone che, invece di essere al servizio del cittadino, a volte si trasformano in vessatori o aguzzini.
Esistono paesi, come ad esempio la Russia, in cui gli agenti sono dei veri e propri "sgherri" che posso fare tutto cio' che vogliono senza alcun controllo, ed altri come ad esempio in Finlandia, dove il loro operato e' sottoposto ogni momento al controllo del cittadino, e nonostante anche li' possano verificarsi episodi di "devianza", esistono leggi e meccanismi che impediscono la prevaricazione impunita.
Qui sta un altro tassello che indica la civilta' di uno stato (non del corpo di polizia in se'): mettere il cittadino in condizione di non essere ne' vessato ne' prevaricato da alcun poliziotto.
Alla luce di cio', e dopo i fatti di Bolzaneto, Cucchi, Aldovrandi, Manuel di Parma e decine di altri, secondo te l'Italia occupa una posizione piu' vicina alla Russia o alla Finlandia?
Secondo me, tale posizione si sta spostando sempre di piu' verso quella che una volta veniva chiamata "sudamericana", in riferimento a certi stati dove le persone venivano picchiate dagli agenti (e anche fatte sparire) senza che da parte dei cittadini vi fosse alcun modo per ottenere giustizia.

credo che dovrò rileggero alcune volte perchè quello che hai scritto è molto profondo, inetressante e vero.

Sono dispiaciuta solo di un fatto: che la faida da tifoseria abbia impedito di approfondire questo argomento che, secondo me, e' assai piu' interessante dello stabilire se da' piu' manganellate la polizia croata o quella italiana.

Neelps ha detto...

@Chiara e @FlyingBoy

@ Neelps: Voi dell'est siete proprio degli attaccabrighe!!


Oh ma?!! era una battuta!!! ma daii!! ma ci ho messo pure la faccina con le linguette multiple!!
Cioe' qui bisogna intendersi, se metto la faccina con la lingua :-P o variante occhiolino con linguetta ;-P significa che ho fatto una battutina/frecciatina ma per scherzare un po.
Dai che se fate cosi poi mi inibite ;-PP

Riguardo ai CC, gia' arrivano da una storia che, poveri loro, non gli fa certo onore, cmq quello che volevo dire e' che anche negli USA, che tu porti ad esempio, ci sono voluti dei passaggi violenti che sono poi sfociati ora, nella denuncia di questi abusi. Io credo che noi, siamo ancora indietro e spero proprio non dovremmo percorrere la stessa strada, magari partiamo un pochino piu' avanti, magari.

Mi ha fatto specie che hai portato l'esempio USA per due motivi particolari: il primo e' che li la polizia non scherza, nel senso che ci vanno generalmente giu' pesanti. Il secondo e' che di storie come queste, li ne sono successe a migliaia, alcune sfociate addirittura in sommosse urbane molto violente e generalmente il problema "razzismo" e' molto sentito perche' negli ultimi decenni le varie comunita' hanno man mano guadagnato potere quindi possono esercitare pressioni di carattere politico. Penso per esempio alla comunita' latino a Los Angeles che e' molto vasta, etc etc...

Dico questo non per parlare a vanvera ma per sottolineare come alla fine si tratti di un problema di equilibrio di poteri.

Vorrei anche far notare che, il termine razzista secondo me non e' esatto. Secondo me i soprusi che vengono esercitati nei confronti di immigrati, etc etc non sono guidati dal fattore razza, quella puo' essere una colorita coincidenza, ma hanno una fortissima base economica.
Questa secondo me e' la vera componente da considerare e che dimostra, ancora una volta, la "classificazione" sociale e le forze che agiscono su di essa.

Un negro vestito Armani, agli occhi nostri, diventa un afro-americano.
Non so se mi sono spiegato.
Questa e' una sottigliezza molto importante.

Non siete d'accordo?
Certo le cose non sono cosi ben definite, come e' ovvio la realta' e' un po un intreccio caotico di infinite storie differenti, ma io credo che anche qui sia possibile trarre un comportamento comune che, guarda caso, e' determinato dall'ambiente in cui viviamo.

;)
ciao
neelps

Alex ha detto...

FlyingBoy scrive:
"eccomi :)"

Ogni tanto mi sembri il fratello di Chiara:-) nel senso che giri il discorso come vuoi.

A me da fastidio anche "solo" vederla nei film la violenza contro donne e bambini, dicevo solo che conosco bene l'ambiente e ti garantisco e se vuoi lo metto su carta che una violenza su una donna da parte di un CC non sarbbe ammessa, lo prenderebbero a "calci in culo" scusa il termine gli stessi colleghi.
Permettimi di dire una cosa, sei una persona intelligente, scrivi delle cose giuste, però te la prendi troppo, le tue parole dette in modo diverso avrebbero un impatto diverso. Credo, e dico credo, che essnedo all'interno di uno spazio altrui, che ci permette di confrontarci, dovremmo essere più tranquilli, soprattutto chi è tenuto molto in considerazione da Chiara che dovrebbe :-) aiutarla a fare da moderatore
Ti ho pure fatto la paternata:-))) scusa mi è uscita ora una anche a Chiara:-)

giuseppe perani ha detto...

"E’ per tale motivo che da anni mi batto perche’ i bambini Rom si liberino fin subito da questo sentirsi disprezzati e dal sentimento di vergogna. Anzi, se possibile, in loro non abbia mai modo di nascere."

Questo è stato un bel post. Spero che il tuo impegno ti stia dando ottimi risultati. E comunque è uno dei tuoi migliori aspetti.
brava

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics