sabato 8 maggio 2010

92
comments
L'ometto beta e altri sfigati

Ho scovato per caso in un forum un articolo molto interessante attribuito ad un certo Andrea Vigna. Ho cercato l'originale in giro per il web, ma non l'ho trovato, per cui non ho avuto modo di verificare se l'attribuzione sia giusta. In ogni caso, la prima cosa di cui sono rimasta colpita e’ che proprio un uomo sia riuscito ad esprimere, meglio di qualunque donna, quei concetti che a tratti sono emersi qualche settimana fa nei vari post dedicati agli ometti beta.

Dico il vero, non sono piu’ entrata nel loro blog. Ci ho provato un paio di volte quando ancora c’era Nicole che, come Orazio Coclite, tentava strenuanente di difendere quel minimo di ragionevolezza fronteggiando da sola un branco di lupi arrabbiati. Ma alla fine ho capito che star li’ a leggere tutte quelle farneticazioni di gente in palese crisi d’astinenza di figa era tempo perso. Percio' ho abbandonato e di loro mi ero persino dimenticata.

Quando pero' ho letto Andrea Vigna che ridicolizza un certo tipo di maschio, mi e’ subito tornato in mente l'ometto beta classico. Quello che, pieno di pretese, detesta le donne se non acconsentono a soddisfare i suoi bisogni primari (leggi: sesso). Ciononostante, in un conflitto perenne in cui si dibatte fra odio viscerale e desiderio, e' continuamente alla ricerca di qualcuna che lo noti, che lo desideri per quello che lui ha "dentro" da donare (non si sa ancora bene cosa, ma pare che Indiana Jones si sia gia' messo in ricerca) e che quindi, affascinata da tanta personalita', gliela smolli possibilmente gratis perche’ le vacche di questi tempi sono assai magre...

Una missione quasi impossibile per chi, oltre che di cervello e di denaro, si presume carente anche sul piano fisico, costretto quindi alla pratica autoerotica compulsiva sulla quale elabora a volte bizzarre tecniche e teorie per il miglior raggiungimento della felicita’ “in solitario”. Praticamente il perfetto stereotipo dell'onanista sfigato ed astioso, emblema universale della pena infinita che nessuna donna sana di mente vorrebbe mai.

***

Non sapevo chi fosse questo “rino barnart”, l’ho cercato sul web e mi sono trovato davanti ad un fantomatico “movimento maschile” che già nel nome è tutto un programma: movimento “maschile” !!! uauu!

Dopodichè, dopo il primo “oh, madonna!” che mi è scappato quasi senza accorgermene, ho letto un po’ qua e là le lamentele di questi maschi “oppressi” e devo dire che, al contrario di quello che mi capita da sempre con i movimenti femministi, questi più li leggevo e più mi facevano un po’ sch… ehm, chiamiamolo “disagio”?

Insomma, questi qui si sono rotti le palle, naturalmente dopo decenni di perfetto accordo con i movimenti di emancipazione femminile e pieno sostegno, ma ci mancherebbe, di tutte queste donne che ormai hanno alzato la cresta e lo tartassano da tutte le parti, fanno le furbe, si pensano le più fighe, lo prendono in mezzo se hanno figli e gliene fanno di tutti i colori mentre dall’altro lato sostengono che lui sia sempre il solito emerito stronzo, che non capisca una mazza perchè non gli conviene per niente capire, che faccia il furbo per non pagare il dazio da quando è nato ed altre “ingiustizie” del genere che decisamente il maschio “non si merita”.

Ora come non parteggiare immediatamente per lui mi sono domandato? Con delle streghe del genere è il minimo, anche se non capivo perchè contemporaneamente, proprio mentre leggevo e più continuavo, più pensavo esattamente le stesse cose dette dalle donne senza che nemmeno me le avessero suggerite. Boh?

Forse sarò troppo di parte, mi sono detto, troppo influenzato anch’io da quelle disgraziate lì, senz’altro è così, ma quei pensieri aumentavano e si insediavano sempre di più.

Eppure sono un maschio anch’io, e nemmeno tanto effemminato, anche se devo dire che il maschio l’ho patito da sempre solo a guardare come si comportava, già soltanto a vederlo mentre inebetito si piazzava davanti a quel televisore di merda a vedere quel branco di bambini idioti che si contendevano un pallone, o quando lo vedevo fare branco nei bar per rompere i coglioni alle ragazze sghignazzando dietro di loro ogni sorta di sconcezza e via dicendo, ma questo pensavo fosse solo un mio “limite” e che invece ci fosse dell’altro “sotto”, ben altro.

Solo che quest’altro non ero mai riuscito a trovarlo. Boh?!?

Vedevo invece sempre e soltanto il mondo pieno dei soliti branchi di coglioni che si pensavano furbi e che corrispondevano esattamente, anzi molto in peggio, a quello che le donne più sveglie dicevano di loro, e non mi ero mai capacitato di come poi riuscissero pure a scoparsi qualcuna di loro, magari non proprio la più sveglia diciamo, ma comunque in qualche modo ci riuscissero invece di essere presi a calci nel culo come si sarebbero ampiamente meritato.

E fin qui la mia storia.

Dopodichè qualcuna che ha cominciato a mollarglieli questi calci nel culo è finalmente arrivata, alla buon’ora, e adesso mi trovavo davanti il coro di questi mezzi froci (ovviamente non nella penosa accezione affibbiata agli omosessuali da sempre) che si lamentava che gli avevano fatto male.

Poverini!!! Qui allora bisogna fare qualcosa, e allora cominciamo un po’ a vedere queste loro “teorie”, questo parto miracoloso delle menti maschili migliori tutte riunite assieme, allora…


La fine del Senso di Rino Barnart (cioè “la fine del senso” e basta, non “la fine del senso di rinobarnart”, e quando mai ne ha avuto uno?)

Qui si afferma che il maschio, dopo essersi accorto di non servire più a niente, di non essere più “indispensabile” per cacciare quel cazzo di bufalo, di essere diventato superfluo e scontato, portatore di una sottocultura vecchia come il mondo, e per questo addirittura mal sopportato e sempre più “sospetto”, si sente felice come una pasqua e leggero perchè è finalmente finita l’era dell’utilità (ma perchè? prima c’era?).

Adesso potrà fare ancora più il coglione di prima - lui lo chiama “autosenso” - perchè è arrivata “l’età del gioco”!!!! Adesso solo più bar, stadi e partite e nessuna gli sfrugugli più la minchia che ne ha pieno diritto.

Tu donna sei stata cattiva? Hai voluto fare tanto la furba? E allora goditela! Io maschio “vero” finalmente ti faccio vedere quello che sono e sono sempre stato nella realtà: e cioè proprio quel cazzo di niente che dicevi tu! Tieh!

In pratica l’Übermensch di Nietzsche calzato e vestito!

E fin qui ok, (cominciamo bene…)


Stupro. Due prigioni e due libertà di Rino Barnart

Dopodichè passiamo allo stupro, e qui, poverino, è un vero disastro. Con queste qui che prima vogliono e poi non vogliono - vorrei e non vorrei, mi batte forte il core - che prima ti dicono che ci stanno, che sei un eroe, l’unico uomo degno di questo nome, e dopo, non appena si accorgono di quello che sei sul serio, si farebbero a pezzi da sole soltanto all’idea di avertela data. Insomma qui non si può più vivere.

Ti ritrovi in galera con l’accusa di stupro come niente e in tutti i casi. Che bastarde!!!

E poi vagli a raccontare che non era soltanto la figa quella che volevi, che era proprio lei tutta intera, che più che altro erano i suoi occhi quelli che ti prendevano e il resto poteva anche non esserci, che mai avresti nemmeno osato pensare di fartela in qualsiasi modo raccontandole qualsiasi stronzata, ma sempre e soltanto per amore, solo per amore e basta.

Queste dannate vipere, insieme alla loro avvocatesse peggio di loro, non ti crederanno mai! Bastarde!!!

Ma purtroppo (e per fortuna per le donne) il consenso NON SI PUO’ PROVARE, in qualsiasi momento lei può denunciarti per averle estorto con la truffa e la frode, quando non con la droga o con l’alcool, un consenso che LEI NON AVEVA NESSUNA INTENZIONE DI DARTI, per cui mettiti l’anima in pace e magari comincia pure a prendere in considerazione la possibilità di cambiare e di farti finalmente furbo sul serio che è più che ora.

Se no saranno sempre più cazzi tuoi e della tua mano. La vita è ingiusta, ma puoi sempre fondare un movimento “maschile”, fosse mai, tu prova.


L’utero ferito e la maternità delle macchine di Rino Barnart

E dulcis in fundo arriva l’utero artificiale! E qui, secondo il nostro eroe, la donna crollerebbe distrutta e pentita come San Paolo a Damasco.

Solo che non è affatto così, per il semplice fatto che lei se ne frega degli uteri artificiali o meno, sa lei come fare in queste cose e non sono di certo cazzi del maschio; non lo sono mai stati figuriamoci adesso che finalmente non è più il figlio lo scopo centrale e unico della vita di una donna ma la vita stessa: LA SUA VITA!

E qui altro che “fauci del Niente sulla Grande Matrice”; qui finalmente non c’è più né “matrice” né il niente che ne è sempre derivato alla donna dall’esserlo stata. Adesso potrà finalmente cominciare ad essere quello che PUO’ e poteva da sempre essere, e possiamo essere certi che sarà sempre mille volte meglio di quello che mai avrebbero potuto essere “questi” uomini qui. Questo è poco ma sicuro.

Per cui, anche qui cari “maschi”, non state lì a menarvela tanto con questioni che NON vi riguardano e non vi hanno MAI riguardato e morta lì.

E allora andiamo a vedere che cos’è poi questo fantomatico “deserto del senso” verso il quale saremmo entrambi diretti, maschi e femmine, in una infinita quanto inesorabile apocalisse segnata dall’avvento del Male Universale!

E qui vediamo subito che questo “deserto” non è poi niente male, che qualcuno lo chiama Postmoderno e magari corrisponde proprio, o almeno abbastanza da vicino, a quello che Nietzsche ci aveva indicato come la condizione di base per il superamento di quella fase idiota dell’uomo - la corda tesa tra l’animale e l’Oltreuomo, appunto - connotata dalla necessità; necessità che si dava appunto come unico “senso” possibile mentre non lo era per niente.

C’erano ben altri sensi da scoprire, ben più articolati e complessi, soprattutto nei confronti di quell’irrisolto rapporto natura/cultura di cui non sappiamo ancora un beneamato cazzo.

Sappiamo soltanto che mentre la Donna costituisce “da sola” il senso del mondo (di per sé), e lo esprime in tutta la sua “Entità” ponendosi da sempre come punto di “partenza” dell’intero genere umano e sua espressione più “naturale”, il maschio, al contrario, è ancora tutto da inventare e definire.

E questo proprio per il fatto che il maschio dovrebbe costituire il punto di “arrivo” della razza umana - ma attenzione! NON QUESTO MASCHIO QUI, per carità - la massima espressione della sua “Essenza” nei termini di quella prerogativa ontica che è il pensiero quale massima espressione della vera “naturalità” del genere umano e del suo “naturale” darsi.

Ma qui è ovvio che non è che questo voglia dire disimpegno da parte del maschio perchè è terminata l’era dell’utilità e iniziata quella del cazzeggio perenne, ma al contrario vuol dire impegno molto maggiore sia nei confronti della Cultura espressa dai secoli precedenti che della Donna che sono SECOLI che aspetta che il maschio si decida A DIVENTARE FINALMENTE UOMO!

In questo momento, e come sempre, è lei che gli offre su un piatto d’argento la possibilità di diventarlo, vedremo questo eterno coglione cosa saprà fare di questa ennesima occasione.

Secondo Nietzsche avrebbe dovuto trattarsi della nuova “Aurora” del senso, a me, invece, scappa da ridere solo a immaginarmi i risultati se i primi sono questi.

Andrea Vigna

Articolo tratto da QUI

92 commenti :

Alex ha detto...

Buon giorno Chiara,
secondo me il tipo uomo beta è meno in astinenza di Andrea Vigna :-)

i motivi potrebbero essere svariati dalla legge delle medie a quello che chi parla molto poi fa pochi fatti...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Buon giorno Alex. Questa e' l'unica cosa che vedi nell'articolo di Andrea Vigna?
Non vedi altro?
:-)

Alex ha detto...

Ho messo gli occhiali:-)

era una piccola provocazione la mia:-)))

sembra un tuo clone:-)

condividendo in parte, generaliizza tutto ilcomportamento maschile, quando esistono cuori che battono e uomini che metterebbero in un piedistallo le donne che amano cercando di dare prima di ricevere. Molte donne non lo capiscono.....scappo, finito di lavorare, ora vado ad aiutare i bambini poveri:-))

Chiara di Notte - Klára ha detto...

secondo me il tipo uomo beta è meno in astinenza di Andrea Vigna

Secondo me fra i due non avrei dubbi a chi regalare il mio interesse. Se quindi Andrea Vigna incontra donne come me, in astinenza ci sta poco.

Alex ha detto...

Secondo me finiresti con un beta:-) per il solo fatto che i "Vigna" del caso sono molto rispettosi, non scemi, almeno inizialmente non ci proverebbero tanto meno sapendo anche come la pensi, resisterebbero anche se provocati:-)))) anzi (:

rossoallosso ha detto...

sicuramente non generalizza,stronca sul nascere un movimento che di emancipato non ha nulla,che e' solo un inconscio inno allo schiavismo della "figa" inteso come oggetto.
stigmatizza il comportamento di uomini cresciuti a prosecchino e marlboro,che si fanno stirare la camicia dalla mamma e si guardano continuamente allo specchio aggiustandosi il ciuffo,esiste comportamento piu' omosessuale di questo?
non contenti di questo ,non solo non fanno autocritca ,ma danno la colpa alla donna dei loro fallimenti,denunciando cosi' un infantilismo perenne dal quale non si smarcheranno mai.

Alex ha detto...

Magari siamo noi stessi e non ce ne accorgiamo.....

chi si riflette in quest essere perfetto?:-)
scommetto nessuno!!!!

luciano61 ha detto...

"Vai dalle donne? Porta la frusta!"
(F. Nietzsche)
... e funziona davvero!
:-)

davide ha detto...

Caro amico Luciano,

""Vai dalle donne? Porta la frusta!"
(F. Nietzsche)
... e funziona davvero!"


Certo funziona, se paghi 500 euro ogni volta alla Mistress che ti frusta.

Ciao Davide

Flyingboy ha detto...

Racconto ai amici in Croatia di questo "movimento" maschile tipico italico, e ci sbellichiamo TUTTI dal ridere, uomini e donne. Ridicoli.

Argomentazioni e "filosofia" ridicola che non trova senso in nessuna delle categorie ne scientifiche ne filosofiche.

In croato usiamo spesso del slang, e una parola che era usata da TUTTI quelli con chi ho affrontato il discorso, era LOOSERS.

E LOOSERS rimarranno.

luciano61 ha detto...

@ davide
... a volte sono le donne a pagare e/o a pregare per la frusta...
Credimi :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

a volte sono le donne a pagare e/o a pregare per la frusta...
Credimi


Credigli Davide...
Fai un atto di fede...
Lui lo sa bene...
Ha visto sua madre.

Flyingboy ha detto...

luciano61 ha detto...

@ davide
... a volte sono le donne a pagare e/o a pregare per la frusta...
Credimi :-)


Maa.. il 61 attaccato al nick .. e' la data di nascita (che tristezza immensa per un 49enne, o il numero di neuroni rimasti vivi che servono per mantenere le funzioni di base

1 respirare
1 mangiare
1 andare a cesso
58 digitare sulla tastiera

Bibi ha detto...

@ flyngboy

non ho tempo per il post di Chiara (ci torno un'altra volta) ma posso soddisfare la tua curiosità su luciano qui:
http://bibiebibo.com/?p=1866
a.y.s. Bibi

davide ha detto...

Caro amico Flyingboy,

"Racconto ai amici in Croatia di questo "movimento" maschile tipico italico, e ci sbellichiamo TUTTI dal ridere, uomini e donne. Ridicoli."

Non si tratta di un'invenzione italiana.

Tempo fa ho visto un'inchiesta sugli Stati Uniti dove si mostrava che i movimenti maschili che combattono contro la perfidia delle donne sono molto diffusi.

Ciao Davide

luciano61 ha detto...

... 61 sono le 'prede' prese con la mia 'frusta'...
Ma quanto siete seriosi e noiosi!
Brutto non saper ridere e non aver un po' di ironia: il femminismo è ormai anacronistico e, per nostra comune fortuna, sepolto nel precedente 'Secolo breve': meditate femmine, meditate!
Con grande tolleranza :-)

rossoallosso ha detto...

@alex
perche' chi ha scritto e' un essere perfettissimo?
da che lo deduci.
io trovo sia solo una persona che analizza e sorride verso alcuni comportamenti discutibili.
poi uno nella vita fa cio' che vuole, ma e' ridicolo fare sfoggio di vittimismo fino a creare un movimento che di ridicolo ha persino il nome.

Neelps ha detto...

@Flyingboy

Racconto ai amici in Croatia di questo "movimento" maschile tipico italico, e ci sbellichiamo TUTTI dal ridere, uomini e donne. Ridicoli.


Pero' devo dire che, a lungo andare, continuare a ricevere insulti sul proprio paese di origine, specialmente in questo modo, mi mette un po a disagio.

E dire che io non sono per nulla affetto da nessun tipo di nazionalismo o che altro, su questo visto che non mi conosci, devi credermi sulla parola.

Non so, perche' un conto e' dire cio' di cui scrivevate precedentemente riguardo l'attuale classe politica ed un conto e' scadere nell'insulto senza nessuna ragione, tra l'altro con una dubbia forzatura che rimarca costantemente l'origine geografica, cosa che, non mi lascia indifferente.
Se l'intenzione e' quella di cercare un dialogo con noi "italici" bisogna avere la sensibilita' di fermarsi e di lasciare il giusto spazio per la discussione.

Non so se mi sono spiegato, se vuoi te lo traduco in inglese, visto che gia' hai una certa padronanza dello slang...

:)
Neelps

modesty ha detto...

scusa klara, sono tedesca, un po' rozza e poi sono femmina e ignorante e dominante....quindi la frusta la uso con un elegante movimento del polso ....ma la lingua non la so usare tanto bene, quindi ti domando: ma posso dire a lucidacoso62 "ma va a cagare!" (ironicamente e scherzosamente, s'intende) o sarebbe forse un tantino troppo volgare?!

notte klarushenka, siamo circondate, ma jolie

love, mod

Flyingboy ha detto...

@ Davide


Non si tratta di un'invenzione italiana.

Tempo fa ho visto un'inchiesta sugli Stati Uniti dove si mostrava che i movimenti maschili che combattono contro la perfidia delle donne sono molto diffusi.


Lo so Davide lo so'. Ma tra i movimenti come:
http://en.wikipedia.org/wiki/Men%27s_rights
http://en.wikipedia.org/wiki/Men%27s_movement

e i bambiminkia gne-gne, nessuna me la da tutte se la tirano, piagnistei con quali alimentano il loro "lato maschile" contrabatendo OGNI donna a quale non si avvicinano nemmeno minimamente con il quoziente di intelligenza (perche' questo offende il loro maschilismo betino) con dei argomenti ridicoli, beh.. ce' una bella diferenza non credi?

ecco.. quando mi trovi un "movimento" simile a quel betino italico, in qualsiasi parte del mondo.. fammi un fischio.

Flyingboy ha detto...

@Neelps
Pero' devo dire che, a lungo andare, continuare a ricevere insulti sul proprio paese di origine, specialmente in questo modo, mi mette un po a disagio.

Neelps, se' non ti senti di rientrare nella categoria non dovresti sentirti offeso. Accentuando il termine "italico" si vuole mettere allarme a un degrado generale di un paese che a sua volta si era conquistato giustamente il aggettivo "Bel". Ma a oggi come oggi, non mi pare sia piu' il aggettivo adatto, non credi?

Quello che uno dice, crede o pensa sono cavoli suoi che io posso detestare ma rispettare. Ma quando la idiotagine influisce sulle vite altrui allora lo gudico e senza badare alla forma ma accentuando la sostanza.

In questo caso dei betini, beh , ce solo da compatirli o ridicolizzarli. Quello0 che io giudico severamente sono il razzismo, sessismo, xenofobia e ingiustizie tipiche in quali i ladri di polli finiscono dietro le sbarre pestati dalla polizia mentre evasori fiscali di milioni di euro sono icone immagini di imprenditoria Italiana di oggi.

Ho tanti amici in italia e loro per me prima di tutto sono esseri umani, ma esattamente quanto la donna rom denudata e umiliata dalla polizia ITALICA che se' ne cavata impunita.

Con termine ITALICO, descrivo tutto quello marcio che sovrasta il paese Italia, e la cosa e' allarmante.

Poi, se' li chiamiamo italici, italiani, pizzaioli, bambiminchia.. poco cambia. La puzza e sempre uguale.

PS: la parola di verifica prima di postare questo post e "incul" giuro!

Flyingboy ha detto...

@Neelps
Pero' devo dire che, a lungo andare, continuare a ricevere insulti sul proprio paese di origine..

Non so' quando ci sei stato per ultima volta ma ti posso assicurare che le cose sono assai cambiate. In peggio. Io ci sono da 11 anni, percio se' non sei nazionalista (e ti credo sulla parola) tu credi un pochino a me quando ti dico queste cose.

Croatia essendo vicinissima e avuto storicamente forti legami forse tra tutti i paesi stranieri vede le cose un po' meglio al di fuori della sfera magica che ha costruito Berlusca aiutato dai suoi media. Poi, io in Italia ci lavoro da 11 anni.

E non sputo nel piato da quale mangio (cosi evitiamo battute scontate che potrebbero seguire dai certi commentatori), ma sputo in facia a tutto quello che e' ingiusto, amorale (e non mi riferisco al sesso come i idolatori di Vaticano), che influisce e toglie liberta' altrui, e sfortunatamente Neelps, questa e aria che tira in Italia oggi.

Io vorrei vedere le cose cambiare, non solo per Italiani in buona fede, ma tutti esseri umani con buone intenzioni che vivono in Italia, neri, gialli, verdi e azzuri.. e perche' no? anche i rossi :)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ma posso dire a lucidacoso62 "ma va a cagare!" (ironicamente e scherzosamente, s'intende) o sarebbe forse un tantino troppo volgare?!

Non fare complimenti, Mod. Approfitta pure.

Jovan Raskovic ha detto...

I Croati, feminilizzati dalla religione cattolica, soffrono di complesso di castrazione che li porta ad una totale incapacità di esercitare la minima autorità.

Umiliazione che compensano con la loro grande cultura.

Quanto ai Musulmani di Bosnia Erzegovina e delle regioni vicine, sono vittime, direbbe Freud (il noto cocainomane), di frustrazioni rettali che li inducono ad ammassare ricchezze e a rifugiarsi in comportamenti fanatici. Infine i Serbi, ortodossi: popolo edipico che tende a liberarsi dell'autorità del padre. Risiede in questa capacità di resistenza il loro coraggio di guerrieri, sono i soli in grado di esercitare una reale autorità sugli altri popoli della Jugoslavia. Non deve stupire che si sviluppi in questi paesi una situazione di odio totale e paranoia".

E' stato scritto:

"in una conversazione, che doveva rimanere segreta il nostro mitico eroe sostiene al proprio interlocutore: "..... i Serbi sono un popolo di pazzi, se lo lasci dire da uno psichiatra!"

Non si può scaricare la propria rabbia e responsabilità sugli altri perchè si è sporchi dentro.

Passo storico" Dopo l’invasione nazista della Jugoslavia avvenuta nel 1941, i fascisti alleati all’Asse crearono uno “Stato Indipendente della Croazia”. I programmi di “purezza razziale” sono stati responsabili della morte di 600.000 serbi, ebrei, zingari ed altri gruppi etnici. Ispirati dal Führer, i croati hanno commesso le atrocità che i fanatici serbi hanno recentemente usato per giustificare i loro stessi crimini.

E' migliore degli altri colui che aiuta in silenzio chi ha bisogno, soprattutto se ha subito delle grandi umilizioni, stupido colui che ride e scarica il proprio odio nei confronti degli altri.

Uomini, mezzi uomini, ominicchi e quaqquaraqua......

Ogni uomo ha diritto di credere.

Kashmir ha detto...

se Atene piange, Sparta non ride
http://www.zeroviolenzadonne.it/index.php?option=com_content&view=article&type=news&id=7999

p.s. sottoscrivo il commento di Neelps

Rez ha detto...

Niente da fare.

Nessuno che cerchi di mantenere memoria e imparare dagli errori passati, per migliorare il futuro.

Questi signori sarebbero d'accordo con quanto imposto dagli uomini alle donne e discusso qui:

http://www.motalakatradio.com/

Appena ci sarà la versione italiana una volta a settimana ci dedicherò del tempo.

A tutti quegli uomini che con enorme intelligenza (della testa di sotto, che non conta quanto sia grossa) un bell'invito al ritorno alla fase anale della propria scoperta della sessualità; per farla semplice, andate a cagare che è meglio.

Scusa Chiara, ma ne ho approfittato anche io pur se di sesso maschile.

Bibi ha detto...

parte seconda

Attenzione, non è solo questo il pensiero. Ci sono problematiche molto serie come la questione della situazione tra i divorziati che nel nostro paese (ma non solo) non è certo risolta nel migliore dei modi. Insomma, le difficoltà di coesistenza tra i generi ci sono ed è inutile negarlo ma l'aspetto che viene spesso focalizzato nel movimento resta sempre e comunque quello: la gnocca.
Per dirla con altre parole: ci hanno sta fissa scolpita in testa.
Provocatoriamente ho chiesto in un mio intervento cui non ho ricevuto risposta alcuna, come mai alla fine si parlava sempre di trovarsi nel letto "una giovane bella ragazza" e mai nessuno invece si accontenta di un modello un pò più anzianotto con qualche rotolo di cellulite (il testo era diverso ma il senso era questo..almeno..spero che l'abbiano capito).
Sì perchè è facile dire che "le belle donne non la danno a tutti, solo agli alfa" però anche tu beta ...mica ti accontenti della vicina scorfano e vuoi trombarti il modello "cucinotta".
Il problema è serio non è da poco. E' indubbiamente vero che esistono difficoltà nel confronto e nel relazionarsi tra uomini e donne, è indiscutibile ma io noto che è in generale difficile relazionarsi con gli altri al di là di generi. La società è spersonalizzata, l'uomo (inteso come essere umano) conta sempre meno, i ragazzi non sanno più scrivere una lettera, devono cercarla tra i modelli di word.
Le ragazzine a 13 anni fanno i video porno con i telefonini per pagarsi la discoteca. Cosa ci si può aspettare se le basi sono queste? Un "sano" rapporto uomo-donna su basi paritarie?
Il pericolo è che non ci saranno proprio più basi su cui costruire i rapporti, si tornerà ai vecchi casini (tanto rimpianti dai benpensanti e proposti come soluzione finale) e tutto finirà lì.
Bene...ho finito di scrivere puttanate. "Troppo prolisso e dispersivo" sarebbe il giudizio della mia cara professoressa di italiano delle superiori che mi seguiva con attenzione perchè a lei piaceva come scrivevo ma aveva notato la mia tendenza a perdermi nei pensieri ed ha buttare giù tutto seguendo quelli e non una logica ferrea di struttura. Aveva ragione ma sotto sotto era proprio questo che le piaceva delle mie cose.
a.y.s. Bibi

Bibi ha detto...

Avevo detto che con calma ci sarei tornato sul post ed eccomi e premetto che sarà roba lunga, quindi Chiara siediti e prendi un the.
Per prima cosa devo confessare che il mondo degli uomini beta già lo conoscevo. Allora non era ancora un "movimento" o forse sì...non ricordo bene ma circa un quattro o cinque anni fa girando una pagina a destra ed una a sinistra mi trovai nel mondo degli "Uomini 3000" da cui forse trae origine anche il mondo beta...o no..ma poco importa, la solfa è più o meno la stessa.
In quel periodo ero allo spartiacque tra la mia "carriera" di puttaniere ed il pensionamento ed onestamente quando mi sono letto il "manifesto", ho pensato che dovevano averne presa tanta di roba e pure buona per scrivere cotante cazzate e tutte in una volta sola.
Feci pure un post in quello che rimaneva di IER, forum di puttanieri e quindi non so se popolato da alfa, beta o teta o molto più probabilmente scarsamente popolato perchè non ne venne fuori niente.
Ora, a distanza di anni seguendo questo blog ho trovato "il movimento degli uomini beta".
Ed quindi sono entrato in quel mondo per capire un pò come stanno le cose, quale sia il malessere che porta a determinate conclusioni.
Onestamente ho trovato un mondo un pò strano. Resto stupito dal fatto che molti sono pure istruiti e laureati eppure sostengono tesi con argomentazioni che pure un bambino (alfa o beta non importa) riconoscerebbe come pretestuose ed inconsistenti. Se ti azzardi a far notare le incongruenze sei subito "un provocatore".
Il tutto viene "condito" partendo dai concetti di classismo tipici di una sinistra d'annata: i poveri e gli oppressi (i beta) da una parte ed i ricchi (gli alfa) dall'altra e le donne ovviamente la danno solo agli alfa.
Questa è la sintesi del pensiero del movimento sulla questione "sesso"; si ricerca il sesso equo e solidale e cioè le donne dovrebbero darla a tutti equamente senza distinzione in modo "gioioso" e "ludico" in quanto il sesso è un bisogno primario e necessario dell'uomo (maslow applicato alle scopate..).

Fine prima parte

Alex ha detto...

Ciao RossoalRosso,
scrivi"perche' chi ha scritto e' un essere perfettissimo?
da che lo deduci.

Chi scrive, cioè io, non è molto sveglio e un pò ignorante, a volte anche molto, quindi ti chiedo in anticipo scusa se non ho ben compreso.

Volevo solo dire che potrei essere io stesso quello che si fa stirare dalla mamma e che passo il mio tempo al bar a perdere tempo malboro e aperitivo, solo che non mi riconoscerei e in ogni caso non lo direi, quindi era una provocazione in generale nulla contro nessuno, forse e dico forse, anche noi non sappiamo prendere coscienza della situazione. Sicuramente, in generale, la decadenza del nostro paese è indirettamente e direttamente colpa nostra.
Dimmi se ho capito male. Grazie

Flyingboy ha detto...

Jovan Raskovic ha detto...

bla bla bla

Le malatie del we. Inventarsi un nome e cognome per lanciare offese eaccuse non sensate. Che carino, adesso Jovan, (che in fondo e' solo uno dei commentatori qui e' ho gia' la idea chi, che crede che qui siamo tutti scemi per crederci a questo teatrino) mi rispondera' in nostra lingua:

Dakle jovane, reci malo, ne da se ne slažem sa tvojim teorijama, od kada pratiš ovaj blog i koliko si dosada pročitao? Eto, bilo bi lijepo razmijeniti iskustva i mišljenja na jednoj multikultularnoj razini, bez vrijeđanja i omalovažavanja, držeći se činjenica. U nadi da ćemo imati još prilika...

Flyingboy

:)

Buona giornata :)

Flyingboy ha detto...

@Jovan Raskovic

Ah, si , quasi dimenticavo caro TROLL, inventarsi un nome e cognome serbo per dire ai altri che hanno la coscienza sporca per via dei loro antenati, e' un po' contraddittorio non crede?

Magari prossima volta prima di inventarsi questo teatrino, ripassa MEGLIO la storia recente di territorio ex Jugoslavia e venga con un nome e cognome Islandese, che e' meglio.

D'altronde caro Troll beta, e' divertente leggerla, e non fa' altro che confermare le mie teorie basate sulla osservazione dei comportamento di CERTI MASCHI ITALICI, che le fa parte.

Non ha fatto altro che aggiungere il peso alle mie osservazioni, e per questo la ringrazio.

ugodan dan :)

PS: Milan o Inter? La vedo gran tifoso..

Flyingboy ha detto...

@Jovan the Troll

http://www.youtube.com/watch?v=LhkaQdzhm8s

Jovan Raskovic 1990, agitazione prima che ha iniziato il masacro:

La massa: "ubit čemo Tuđmana" (ammazzeremo Tuđman (presidente al suo tempo di Croatia))
Jovan Raskovic: "Hvala vam, hvala vam" (vi ringrazzio, vi ringrazzio)

"nemojte od mene tražit oružje, ali ako treba oružja, valjda će se naći netko ko će vam ga dati" (non cercate le armi da me, ma se' serve, si trovera' qualcuno che ve li da')

In una intervista Jovan dice: ""I feel responsible because I made the preparations for this war, even if not the military preparations. If I hadn’t created this emotional strain in the Serbian people, nothing would have happened."

Caro Troll, preparatevi meglio in materia prima di fare questi teatrini.

luciano61 ha detto...

... inoltre adoro le femmine e le difendo (sempre con la mia 'frusta'!): sono pure iscritto al WWF!
Baci a tutte :-)

Flyingboy ha detto...

@Bibi

Bell' commento, equilibrato, educato e sensato.

In effetti, un movimento maschile come dici tu dovrebbe rivedere le cose che citi tu, come lo fanno i movimenti maschili altrove, ma come hai notato tu, e come ho gia' spiegato a Davide, tra quelli movimenti e il movimento Bettino, ce un mare in mezzo.

Provocatoriamente ho chiesto in un mio intervento cui non ho ricevuto risposta alcuna, come mai alla fine si parlava sempre di trovarsi nel letto "una giovane bella ragazza" e mai nessuno invece si accontenta di un modello un pò più anzianotto con qualche rotolo di cellulite (il testo era diverso ma il senso era questo..almeno..spero che l'abbiano capito).

esatto, tutta la differenza e' li

e come ho gia' chiesto a Davide, sfido chiunque, di trovarmi un simile "movimento" dei bamboccioni sfigati gne gne, con argomentazioni ridicole di quali unico scopo e piangersi sulle spalle perche' le donne non gliele danno.

http://www.youtube.com/watch?v=WVQSkQD4QVA

rossoallosso ha detto...

intanto saluto chiara,penso sia stia facendo grasse risate alle nostre spalle :-)
ciao alex,
credo che l'incomprensione sia nata da me ,dal non aver capito a chi era rivolto l'aggettivo "perfettissimo",che pensavo rivolto all'autore dello scritto e non al soggetto.
ma ti dico anche che questi soggetti sanno benissimo chi sono e cosa fanno e che dietro il loro comportamento si nasconde tutta una "filosofia"(se cosi' si puo' definire) ben descritta nel loro"statuto",inventandosi un movimento che ha avuto come unico "pregio" di creare un altro genere di insulto(omino beta),subito adottato da mia moglie ;-),che anche se detto in maniera goliardica, non posso negare che mi dia un certo fastidio,molto piu'dele parole di chiara quando si riferisce agli italici,perche' se si vuole si puo' discuterne della forma,ma sul contenuto come dargli torto?

Anonimo ha detto...

ZZZZZZZZZZZ.....

Gugge

Chiara di Notte - Klára ha detto...

... inoltre adoro le femmine e le difendo (sempre con la mia 'frusta'!): sono pure iscritto al WWF!

Luciano61, fai tanto il gradasso, ma scommetto che ti caghi sotto se ti propongo di incontrare un mio amico croato.
Che ne dici? Solo un breve incontro. Non devi neppure muoverti da Udine. Non abita molto distante. Ti raggiunge lui. E non scordare di portarti dietro la frusta che sicuramente un utilizzo lo trovate.


Ps: sono certa che adesso blablabla, tanti discorsi, ma alla fine, come accade sempre con gli italici internettiani che fanno gli sbruffoni, il tipo declinera' l'invito. Dopotutto e' solo un buffone da tastiera. :-)

luciano61 ha detto...

Un amico?!?
Frequento e incontro solo amiche con loro grande piacere: il mio tipo di 'frusta' non si confà alle specie maschili... ma solo a quelle femminili, sempre 'bisognose' di particolari 'cure'.
Sorry :-)

modesty ha detto...

un buffone da tastiera un po' stitico, secondo me.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Frequento e incontro solo amiche con loro grande piacere: il mio tipo di 'frusta' non si confà alle specie maschili...

Come volevasi dimostrare. :-)
Il solito sbruffoncello brufoloso che gioca a fare i figaccione.
Magari l'amico croato potrebbe portare con se' un'amica ungherese.
Ha anche lei una bella frusta... che ne dici?
Vedi, c'e' una differenza fra me e te: io posso rilanciare all'infinito perche' non mi manca il capitale. Tu invece sei solo un povero stronzo che non ha alcunche' da mettere sul piatto e puo' solo flatulenzare al di la' dello schermo.


@ Modesty: un buffone da tastiera un po' stitico, secondo me.

Fanno tutti cosi'. Sai quanti ne ho conosciuti? Blablabla sulla tastiera poi alla resa dei conti si cagano sotto.
Non sono capaci neppure di andare a vedere un bluff...
Non hanno il coraggio neanche di quello perche' hanno il timore che potrebbe non essere un bluff.
Comunque se il pisquano di Udine che fa tanto lo smargiasso vuol incontrare la coppia dell'Est, non ha altro che da comunicare il suo numero di telefono che gli fisso un appuntamento. :-)

modesty ha detto...

uhm....vengo anch'io!!!

coscienza critica ha detto...

Cazzo, ma quando la smetti di rifornirti di banner dal nostro blog? E dire che hai anche tu la licenza Creative Commons!
Un po' di rispetto per il lavoro altrui, cazzo!!!!

coscienza critica ha detto...

Le tue Avve®tenze
Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autrice del blog che provvedera' alla loro pronta rimozione.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Coscienza critica: A quale immagine ti riferisci? Al disclaimer?
Guarda che fosti proprio tu a scrivermi questo il 18/6/2009:

"Perché ci rubi l'immagine del disclaimer?
va bè, per stavolta ti perdoniamo :-) "

http://chiara-di-notte.blogspot.com/2009/06/stuprare-conviene.html?showComment=1245356563304#c3518451953356891033

Quindi mi spieghi il motivo ti tanta incazzatura?

Comunque non c'e' problema. Lo rimuovo immediatamente.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Modesty: uhm....vengo anch'io!!!

Anche tu con la frusta?
Comunque non credo che lo sbruffone accettera'. Inventera' qualche altra scusa. :-)

davide ha detto...

Cara Modesty,

"vengo anch'io!!!"

No tu no.

Ciao Davide

coscienza critica ha detto...

Uno va bene, ma anche quello del documentario sull'anarchia mi sembrava davvero troppo (Quando l'anarchia verrà). Ma vedo che adesso hai tolto anche quello.

Neelps ha detto...

@Flyingboy

Neelps, se' non ti senti di rientrare nella categoria non dovresti sentirti offeso. Accentuando il termine "italico" si
...
Con termine ITALICO, descrivo tutto quello marcio che sovrasta il paese Italia


Mah insomma, tu e @Chiara non me la fate mica bere cosi. Il vostro stratagemma letterario, questo tecnicismo dell'usare il termine "italico" non lo mando giu' :-) non sono mica un balocco :-P
Perche' e' chiaro che il discorso fila via liscio, ma l'offesa, se non in toto, rimane.

Non ci prendiamo in giro, sono sicuro che voi vi sentite altrettanto offesi quando io uso il termine "sinistroide". Dai lo so! lo faccio apposta per ottenere reazioni. Non mi dire che la divisione "di sinistra" e "sinistroide" e' cosi netta e pulita da non farti vibrare un pochetto i nervi.

Credo che avete compreso benissimo quello che voglio dire...

;-) ciao
neelps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Coscienza critica: Uno va bene, ma anche quello del documentario sull'anarchia mi sembrava davvero troppo (Quando l'anarchia verrà). Ma vedo che adesso hai tolto anche quello.

Visto come sono stata brava? Ho rimosso tutto, ma proprio tutto. Comunque hai ragione. Era veramente troppo!
Mi sono accorta di essere stata una vera ladra (sai le origini Rom...), per cui faccio abiura e mi pento. Mi dispiace tantissimo e non accadra' piu'. Prometto! :-)

Neelps ha detto...

No scusa non riesco a trattenermi!
:)))


Uno va bene, ma anche quello del documentario sull'anarchia mi sembrava davvero troppo (Quando l'anarchia verrà).


Ma Chiara ma che cazzo combini?!!
Non lo sai che anarchici e sinistroidi sono sensibili al diritto d'autore?!?
Non farti spiegare sempre tutto cazzo!!!!

;-PPPPPPPP

Neelps ha detto...

@Chiara

Comunque hai ragione. Era veramente troppo!


Cioe' gli dai una mano e si prendono il braccio......sti cazzo di zingari!

:-PPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP

senti censurami tu perche' questa Coscienza Critica e' meglio di una sbronza!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Non lo sai che anarchici e sinistroidi sono sensibili al diritto d'autore?!?
Non farti spiegare sempre tutto cazzo!!!!


Io non lo so cosa siano o non siano i sinistroidi italici. Neanche mi interessa. Invece so che fra i Pirati svedesi questi problemi non ci sarebbero, come non ci sono all'interno della blogsfera Rom dove capita di scambiarci immagini quando la finalita' e' comune. Dopotutto quello di aver preso quel banner per inserire anche io il link al programma sull'anarchia di Minoli, mi pareva una "valorizzazione" e non un furto. Pero' rispetto i diritti altrui ed acconsento quando le cose vengono chieste gentilmente.
E quel "Un po' di rispetto per il lavoro altrui, cazzo!!!!", mi e' sembrato cosi' gentile e carino che non ho potuto rifiutare. :-)

A tal proposito chiedo se fra i miei lettori c'e' qualcuno che sa disegnare bene e mi regala un banner carino per il disclaimer.

Alex ha detto...

Chiara sei tu che insegni che non si deve usare violenza?????

predichi bene e razzoli male:-)))))

ti provocano e ti arrabbi:-) non si dicono certe cose, lo sai che sei proprio una bambina monella!!!!

ti vedrei bene, comunque, con la frusta e quell'abitino attillato nero:-)

Alex ha detto...

@rosso

devi essere contento di avere una moglie che sa cogliere le sfumature:-)) e poi le parole vanno interpretate :-) quindi, dipende sempre con che tono le pronuncia:-)

Pero come non darti ragione, qualche giorno fa un mio conoscente commercialista commentava come impazzisce a cercare di far quadrare i conti delle aziende dove i figli sostituivano i genitori, raccontava come in pochi anni riescono a far fallire aziende solide che esistono da decenni questa è realtà.

rossoallosso ha detto...

sono italico,sinistroide,ateo,tollerante,ho fatto per alcuni anni lo zingaro girovagando senza meta col mio furgone,forse sono gay,ma non lo so,so leggere e scrivere,difficilmente mi lascio condizionare,durante il servizio militare son stato pure degradato per intolleranza alla divisa,raramente le parole mi offendono e per non farmi mancare niente sono pure interista.
ho pensato di buttarmi sotto ad un treno ,ma siccome son pure egoista ,mi sono detto,perche' far felice tanta gente?,gente che e' messa peggio di me,visto che sono padani,destroidi,cattolici,razzisti,capitalisti,del machismo han fatto una ragione di vita,hanno trote analfabeta come leader,amano lasciarsi indottrinare, indossando divise,perche' non sanno nemmeno decidere da soli come vestirsi e sicuramente tifano pure per moggi,perche' amano la furbizia,l'arte tutta italiana di fregare il prossimo e son ben contenti di farsi fregare.
tirando le somme direi che sono orgoglioso di essere italico sinistroide ;-)

modesty ha detto...

klara) frusta, mani, piedi...non faccio la difficile....lo sai, no?!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: ti vedrei bene, comunque, con la frusta e quell'abitino attillato nero

Non e' il mio genere di abbigliamento. Ti fai troppi film mentali su di me. Sono assai piu' semplice di quanto pensi.
E poi, guarda, il ruolo della mistress non mi si addice proprio.
Per certi ruoli bisogna esserci portate. E' quasi una vocazione.
Tutte le volte che, invece, mi sono trovata a farlo io per esigenze professionali, dopo sono stata una settimana a ridere. :-)


@ Modesty: frusta, mani, piedi...non faccio la difficile.

Senti... non credo che il pisquano accettera'. Nel frattempo, mentre lui pensa a cosa inventare per non fare una figura di cacca,, perche' intanto noi due non ci incontriamo in Second Life?
Poi, da cosa nasce cosa... :-)
Se accetti ti invio tutte quante le info.
Buona giornata.

Nicole ha detto...

Ho letto di tutto un po'. Un po' di OT, ma è inevitabile quando gli argomenti sono 'spinosi'.

Gli uomini beta e il falso problema per come la penso io...

Vi piaccia o meno a tutti, ma io l'ho detto in tutte le lingue del mondo.
'Si disprezza' ciò che si desidera spesso...Gli Uomini Beta( non tutti tutti) in realtà sono come gli uomini che disprezzano.Dategli soldi, potere e un aspetto fisico possibilmente gradevole e faranno peggio di chi criticano. Amano lo stesso tipo di donna che criticano...solo che non possono averla.
Poi se vogliamo parlare di uomini e donne seriamente è un altro discorso. Io mi adeguai al loro modo di ragionare...avoglia a condirlo di paroloni e citazioni, e riferimenti storici e cazzi e mazzi. La verità salta subito agli occhi! Dove c'è un tentativo di prevaricazione anche verbale, c'è sempre frustrazione.
E chi crede di avere verità assolute in tasca in realtà non ha un cazzo.
Uomini , donne, italici, non italici per me tutto il mondo è Paese. Non ho trovato nessuna isola perfetta a parte virtuale.
Per me ci sono persone e storia, la storia siamo noi e il nostro modo di rapportarci, ma la storia è anche guardarsi indietro per evitare ancora errori e orrori. Io vedo solo omologazione e frustazione e la vedo ovunque, solo che forse molti miei connazionali non ne sono ancora consapevoli. Libertà, libertà individuale e capacità di far funzionare il proprio cervello, forse è questa l'unica salvezza!

Yuka ha detto...

@ Luciano61: “Brutto non saper ridere e non aver un po' di ironia: il femminismo è ormai anacronistico e, per nostra comune fortuna, sepolto nel precedente 'Secolo breve': meditate femmine, meditate!”

Ma perché ogni volta che apro un blog e leggo dei commenti, becco qualcuno simile a te? Ma state progettando di invadere la terra con la vostra idiozia? No, ti prego avvisami, così almeno mi preparo per bene a ridervi in faccia!
Sepolto nel precedente secolo breve? Ti spiego il mio pensiero: non c’è bisogno di andare in giro ad urlare a squarcia gola di essere femminista; non c’è bisogno di scrivere libri, canzoni, articoli, ecc (o meglio, il bisogno c’è visto che esiste la gente come te, però io personalmente non lo reputo necessario per la mia esistenza).. Per me il femminismo vive in ogni donna o almeno in me, vive! Le donne che ci hanno precedute hanno dovuto lottare per ottenere molto: rispetto e dignità negata.. A noi tocca custodirli gelosamente per permettere alle donne che prenderanno il nostro posto di non dover più tornare agli anni ’60 del 20esimo secolo e di dover aver a che fare con degli asini..
Ma finché esisteranno degli uomini come te (cit. “il mio tipo di 'frusta' non si confà alle specie maschili... ma solo a quelle femminili, sempre 'bisognose' di particolari 'cure'”), il femminismo non può e non sarà mai sepolto!
Quindi, penso proprio che sei tu ad aver bisogni di “particolari cure”.. Medita maschio, medita!

@ Bibi: “Questa è la sintesi del pensiero del movimento sulla questione "sesso"; si ricerca il sesso equo e solidale e cioè le donne dovrebbero darla a tutti equamente senza distinzione in modo "gioioso" e "ludico" in quanto il sesso è un bisogno primario e necessario dell'uomo (maslow applicato alle scopate..)”

Nel pensiero della stragrande maggioranza di uomini (devo ammettere non tutti) il sesso equo non esiste.. L’idea è veramente che “le donne dovrebbero darla a tutti equamente senza distinzione”, però nemmeno questo è abbastanza.. La logica degli uomini è contraddittoria: non te la do – faccio la preziosa; te la do – sei un macho, sei riuscito a portarmi a letto (però sotto sotto, sono comunque una puttana perché te l’ho data troppo facilmente); la do a qualcun altro – sono una puttana; la do a te e a qualcun altro – sono una grandissima troia.. E secondo la logica del “movimento”, siamo comunque noi le stronze e loro quelli giusti.. Quindi compatiamoli poveretti, lo meritano davvero perché si, siamo troppo cattive!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Nicole: Dategli soldi, potere e un aspetto fisico possibilmente gradevole e faranno peggio di chi criticano.

Allora, secondo te, il loro comportamento e' dettato dall'astio. Parlano in quel modo perche', appunto, sono sfigati, sanno di esserlo e sono consapevoli che cio' che desiderano non lo avranno mai.
E quindi lo detestano perche' e' irraggiungibile per loro; situazione simbolizzata perfettamente nella favola della volpe e dell'uva.

Uomini , donne, italici, non italici per me tutto il mondo è Paese.

In questo, te l'ho detto piu' di una volta, abbiamo opinioni diverse; non tutto il mondo e' paese. Ci sono molteplici cose che differenziano le popolazioni, e molte di queste cose afferiscono a come le persone intrattengono i rapporti con gli altri.
Non e' forse vero che le donne italiche hanno un determinato tipo di carattere, tramandato sicuramente per cultura, che le rende spesso "gatte morte" come le chiami tu? Cioe' assai predisposte alla maldicenza ed all'intrigo?
Beh... non tutte, e' ovvio, ma questo tipo di comportamento fra le mie sorelle non l'ho mai notato. Per questo, quando mi racconti certe cose, cado dalle nuvole.
E' pur vero che noi abbiamo altri tipi di comportamenti che possono essere assai peggiori, ma quello che tu individui nelle tue connazionali mi e' davvero estraneo, e ti assicuro che non si tratta solo di me perche' io sono particolare. E' proprio che non esiste nel nostro modo di relazionare. Non esiste nella nostra etica.
Potrebbe esserci una spiegazione a questa diversita'. Dopotutto il complotto ed il tradimento fanno parte della diplomazia, che e' un'arte che si affina nel tempo, generazione su generazione, e da quando il mondo e' mondo ci sono sempre state culture che hanno basato la loro esistenza sulla praticita', piu' sul fare e meno sul parlare, mentre altre, magari piu' dedite al commercio, l'hanno basata molto sul sul parlare e quindi sull'ingannare.



@ Yuka: Ma perché ogni volta che apro un blog e leggo dei commenti, becco qualcuno simile a te?

So che mi ripeto, ma cio' accade perche' i blog che apri sono soprattutto italici a quanto pare. Ti assicuro che in Italia certi personaggi abbondano come abbondano le auto blu ed i politici mai contenti dei loro privilegi. E' proprio un fenomeno nazionale che non ha riscontro altrove.

modesty ha detto...

klara) detesto SL. c'ho prvato ma mi annoia. come tutti i video giochi e ogni specie di artificial environment. anything else goes. :) love, mod

Yuka ha detto...

"ma cio' accade perche' i blog che apri sono soprattutto italici a quanto pare"

Si, lo sono.. Sono abbastanza nuova in questo mondo e quelli non italiani purtroppo non mi capitano spesso.. Quelli russi poi, lasciamo stare..
Sta di fatto che veramente leggo di quelle cose ogni tanto che mi domando dove certa gente cresce, in città o nella giungla..

Alex ha detto...

Nessun film od altro, avevi scritto:
"Magari l'amico croato potrebbe portare con se' un'amica ungherese",
abbinando la tua foto e un pò di goliardia:-))

Ps se devo fare un film su di te, ti vedo così 90 kg, giovane, ti piace interpretare il ruolo di escort, un p ò psicologa:-), gentile ma non troppo , buona di cuore, leonessa di segno eccco il film
quindi tutt altro che lattice e frusta:-)

Ev@ ha detto...

@Mod

Ti ribadisco l'invito di Klara... quelle virtuali sono situazioni molto differenti, l'interpretazione è variabile da persona a persona. Non si tratta, insomma, solo ed esclusivamente di "artificial-envirnonment".

Per certi versi, posso dire che si tratta di un "viaggio" all'interno della fantasia? (E per fantasia intendo quella possibilità tutta umana di possedere un immaginario, tenendo presente che tutto quanto è realtà, prima esiste nell'immaginario. Ecc. ecc.)

Chiedo conferme...

Saluti.

Bibi ha detto...

@ yuka

Concordo che il sesso "equo" non esiste; si è provato negli anni 60 con le comuni ma non ha funzionato ed aggiungo...meno male.
Purtroppo nella filosofia beta è vissuto come un "bisogno" e posso anche concordare con questo ma il bisogno non deve diventare un "obbligo" per la controparte. A mio avviso hanno una visione un pò naif e retrò (che bell'accoppiata di termini del cxxxo...) di un mondo dove si va al bar, si vede una, aperitivo e vai di trombata e poi si torna dagli amici a parlare di calcio o magari di filosofia (perchè alcuni sono anche acculturati..mica ignoranti come me). Soddisfatto il bisogno primario del pisello si passa al bisogno secondario dell'intelletto. Ed alla donna questa cosa dovrebbe pure piacere...
a.y.s. Bibi
P.S.
"Ma perché ogni volta che apro un blog e leggo dei commenti, becco qualcuno simile a te? Ma state progettando di invadere la terra con la vostra idiozia?"
No ..tranquilla è sempre lui ..solo che usa svariati nick ma la matrice neuronica è la stessa.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Modesty: Non e' un videogioco. Noi lo usiamo come strumento di comunicazione (vale a dire come chat al pari di messenger, solo un po' piu' coinvolgente e divertente perche' animato). Basta avere questa concezione e si puo' creare una specie di ambiente in cui piu' persone possono ritrovarsi pur vivendo in luoghi diversi nel mondo.
A me e ad altre persone che anche tu un po' conosci, sta riuscendo benissimo.


@ Yuka: Parlo ovviamente di ambienti (forum e blog) anglosassoni in cui le persone sono normalmente assai meno isteriche e competitive, sgomitano di meno per ritargliarsi il proprio spazio e soprattutto non si credono tutti degli dei in terra solo perche' possono bluffare al riparo dell'anonimato. In quasi tutti gli ambienti virtuali italici ho rilevato il tipo di atteggiamenti che tu denunci, aggressivo, individualista estremizzato, borioso, tanto da far pensare ad una vera e propria tara genetica.
Il pc fa infatti regredire queste persone al livello fetale.
Ah... un paio di considerazioni, cosi' puoi farti un'idea: la maggioranza di questi dementi appartiene al genere maschile (se trovi una donna che si comporta in quel modo e' perche' spesso e' un uomo che si finge donna), e quasi tutti costoro votano per il Pdl o la lega.


@ Alex: non hai indovinato neppure i 90 kg. In realta' sono 150! :-))))

Gio ha detto...

Sei morbidissima Klara :D

modesty ha detto...

ripeto klara, non fa per me. figurati, già nel mondo reale cerco di schivare la maggioranza delle persone e l'idea di una "chat al pari di messenger, solo un po' piu' coinvolgente e divertente perche' animato" non mi fa venire nessuna voglia. detesto chattare in linea generale. conto le persone (a parte famiglia e amici ovviamente) sulle dita di una mano con cui "chatto" volentieri, la maggior parte la scaccio rudemente dopo 4 minuti e mezzo). die SL mi infastidisce che la grafica che secondo me è peggio di un cartone giapponese in un certo senso, ti fa dolere gli occhi dopo poco. poi il fatto di poterti comperare vestiti ecc e crearti un look supersexy ecc mi ricorda di quando ero bambina e le altre bambine volevano sempre e solo giocare alle bambole. io no invece. mi annoiavo a morte.
per quanto concerne la stimolazione della immaginazione e della fantasia avrei piùttosto neccesità di un "frenante" che di un "catalizzatore" - e poi tenete presente, klara ed eva, che ogni volta che posso cerco il gioco "in real". si può dire che quello è un po' il mio hobby :)
ma ripeto ragazze, se un giorno vi va una birra or whatever dal vivo, ci sto, salute permettendo.

e, per evitare fraintendimento, non ritengo SL assolutamente una cosa sciocca o brutta, anzi, trovo bello che esistano cose per ogni gusto! e vi ringrazio anche d'avermi invitata. non succede spesso. :)

love, mod

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Modesty: Certo Mod, nessun problema. Era solo un modo per avere un rapporto piu' diretto e non filtrato dai commenti, ma comprendo le tue ragioni. :-)

Alex ha detto...

Buongiorno Chiara,
scrivi:"non hai indovinato neppure i 90 kg. In realta' sono 150! :-))))"

pensavo di aver almeno indovinato una delle due foto, che delusione che sono(:

penso non potrò mai invitarti a cena, non ho abbastanza risorse(:

ps scrivi sul post..."carente anche sul piano fisico" pensavo fosse una prerogativa dell'uomo beta il piano fisico:-)

Yuka ha detto...

@ Bibi: “Purtroppo nella filosofia beta è vissuto come un "bisogno" e posso anche concordare con questo ma il bisogno non deve diventare un "obbligo" per la controparte.”

Il bisogno sessuale è un bisogno naturale.. C’è poco da fare, teoricamente siamo programmati per riprodurci e quindi dobbiamo comportaci come i ricci.. Però poi ci sono i casi delle persone che non fanno sesso per tutta la vita e sopravvivono bene.. Non saranno pienamente appagati perché si perdono parecchio divertimento, ma è un’altra questione questa..
Concordo con te nel fatto che questo bisogno non deve diventare un obbligo.. Però il punto è che il “movimento” (mi piace proprio questo termine che hai utilizzato) non lo vede come un obbligo (perché quelle cattive sono le donne, non dimenticarlo.. sono le donne che obbligano gli “uomini” beta a subire questo ingiusto destino.. loro non obbligano nessuno a fare niente), ma come un dovere.. Come se le donne fossero obbligate per natura, o dalla legge, a starci con il primo al quale gli si drizza.. E dov’è qui quella giustizia che tanto vorrebbero avere?

“No ..tranquilla è sempre lui ..solo che usa svariati nick ma la matrice neuronica è la stessa”

Mi stai rassicurando veramente tanto.. Un attacco “alieno” ora non mi ci vorrebbe proprio..


@ Chiara: “… ambienti (forum e blog) anglosassoni in cui le persone sono normalmente assai meno isteriche e competitive, sgomitano di meno per ritargliarsi il proprio spazio e soprattutto non si credono tutti degli dei in terra solo perche' possono bluffare al riparo dell'anonimato”

Il tentativo di ritagliarsi il proprio spazio in una società che teoricamente dovrebbe essere democratica, ma effettivamente non ti permette di aprire bocca, lo posso capire.. Ma è l’atteggiamento da saputelli estremamente cafoni ed aggressivi che mi fa irritare.. Quel loro modo tanto spavaldo di presentarsi e di esporre i propri argomenti, quando sotto sotto come minimo è un’ idea copiata da qualcun altro o qualche opinione condivisa nel “branco” di amici, nemmeno compresa fino in fondo..
Tutti dovrebbero avere la possibilità di esprimere il proprio parere e i blog danno la possibilità di farlo.. Ma non bisogna nemmeno sparare idiozie semplicemente per “farsi vedere” e per sentirsi realizzati..
Sta storia dell’anonimato poi ancora non l’ho capita.. La toglierei proprio come funzione.. Se esprimi un’idea, abbi la decenza di farti vedere e di accettare le conseguenze che ne derivano..

Bibi ha detto...

@ yuka

per la carità...il termine "movimento" è loro, ne hanno il copyright, giammai che ne rivendichi la paternità (o "beternità).
A proposito di anonimato..beata fanciulla, avendo 20 anni (e supponendo che ciò sia vero ma un tale candore mi fa propendere per il sì..) partirei anch'io con la lancia in resta con a fianco il mio fido scudiero e demolirei tutti i mulini a vento eco-compatibili ad energia pulita che incontrassi sulla mia via...
Mi piacerebbe ma la realtà è un più crudele e mi costringe a celare la mia identità sotto le spoglie di due birbantelli se voglio continuare ad avere una moglie.
E Chiara pure ha i suoi buoni motivi per starsene dietro un nick.
a.y.s. Bibi

Neelps ha detto...

@Chiara

vale a dire come chat al pari di messenger, solo un po' piu' coinvolgente e divertente


Si, ma non e' molto comodo pero', nel senso che msn, gtalk e altri, li puoi tenere tranquillamente in background, ma questo SL da solo si ciuccia un sacco di risorse solo per lui. Cioe' e' generalamente piu' impegnativo, sul divertente non saprei ma immagino che lo sia.


forum e blog) anglosassoni in cui le persone sono normalmente assai meno isteriche e competitive
quasi tutti costoro votano per il Pdl o la lega.


Probabilmente dipende dai forum, ma io non mi ci trovo molto in questa tua affermazione, poi che votino tutti per pdl e lega men che meno!
Anche perche' ci sarebbe da chiedersi gli altri cosa ci fanno con il computer oltre che collegarsi a youporn ;-))

Yuka ha detto...

@ Bibi:
No aspetta, allora non mi sono fatta capire.. Io per anonimato non intendevo il tipo di anonimato che utilizzi tu, la chiara o io stessa.. Non è che ho messo la mia faccia sullo sfondo del blog e ho pubblicato l'indirizzo di casa e il numero di telefono..
Io intendo quell'anonimato che utilizza soltanto un nomignolo e poi quando vuoi capire di che persona si tratta, leggere il suo blog e le sue riflessioni, non ti si apre un beato niente perché questo lui o lei ha postato il commento senza lasciare nessuna traccia..
E' questo che io intendevo dicendo "farsi vedere" perché comunque considero il blog "la faccia di una persona".. O almeno il mio blog mi rappresenta e quindi se posto un commento, sono in grado di far capire che persona sono..

siggy ha detto...

"...Se quindi Andrea Vigna incontra donne come me, in astinenza ci sta poco."

Il tuo sopravvalutato Vigna sta presumibilmente aprendo un sito web, "currently under construction", chiamato ONANIX, perdon... ONIX: Ontological Network Instinctuality Xenon.
Sarà pur vero che l'Italia è intasata dagli ometti beta, tuttavia, a mio parere, voi femminucce fareste meglio a diffidare dalle enunciazioni un pochino overstated dei maschietti femministi.

Il tuo (terribilmente geloso) Siggy

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Siggy: voi femminucce fareste meglio a diffidare dalle enunciazioni un pochino overstated dei maschietti femministi

Non posso rispondere a nome delle "femminucce", ma solo per quanto riguarda me.
Quando mi intrattengo con qualcuno, posso dirti che, pur diffidando, faccio le mie considerazioni.
Se tizio mente, caio mente e sempronio mente, non me ne puo' fregare di meno. In fondo il mio scopo non e' mica di sposarmelo, ma e' quello di passarci una serata piacevole, e la menzogna, l'ipocrisia e l'inganno riguardano solo lui, non me.
So che questo concetto e' un po' difficile da comprendere, ma essendo pratica, non m'illudo di essere infallibile nel giudicare le persone. Parto quindi dal presupposto che le possibilita' siano 4.

a) c'e' chi mente assecondandomi esprimendo modi e comportamenti vicini al mio ideale. Lo fa per ottenere qualcosa? Non lo so, ma lo fa talmente bene che io lo credo sincero e crea in me il desiderio di un rapporto piu' ravvicinato.

b) c'e' chi non mente e sinceramente ha idee e comportamenti talmente vicini al mio ideale che anche se diffido e penso che lo possa fare per ottenere qualcosa, crea in me il desiderio di un rapporto piu' ravvicinato.

b) c'e' chi mente per assecondarmi, ma lo fa talmente male che insulta la mia intelligenza, e crea in me la voglia di mandarlo a fanculo.

c) c'e' chi non mente, pero' non esprime modi, opinioni e comportamenti vicini al mio ideale. Percio' non sento alcun bisogno di avere un rapporto piu' ravvicinato.

Questo discorso appena fatto vale solo su base ideale, non tenendo conto del fattore fisico che, comunque, ha la sua importanza.

siggy ha detto...

" Lo fa per ottenere qualcosa? Non lo so, ma lo fa talmente bene che io lo credo sincero e crea in me il desiderio di un rapporto piu' ravvicinato..."

Uau!! ma allora sei umana e puoi capire uno dei miei più gravi vizietti...

S

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Uau!! ma allora sei umana e puoi capire uno dei miei più gravi vizietti...


Cioe' mentire e recitare una parte cosi' bene da ingannare?
In tal caso perche' dovresti pagare?
A meno che tu sappia benissimo di non essere un bravo attore ed allora il pagamento sia solo un ricompensare il pubblico perche' applauda ugualmente nonostante la recita faccia schifo.
Il guitto che paga il pubblico perche' stia li' ad annoiarsi pero' fingendo di essere entusiasta...
Triste! :-(

siggy ha detto...

"Cioe' mentire e recitare una parte cosi' bene da ingannare?"

No. Godere di una finzione ben recitata, in tuo favore, per ottenere qualcosa da te.
E' esattamente quello che tu hai detto di tollerare da parte di quelli che mentono ma esprimono concetti a te affini.
Mi identifico più con il pubblico che paga il biglietto piuttosto che con un guitto. E se l'attrice mi strappa le lacrime od un sorriso, ne godo appieno, anche se so che, rientrata in camerino, tornerà ad essere sè stessa, e cioè tutt'altra.
Ma credo che su questo argomento non arriveremo mai ad un accordo.

il tuo Siggy

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
Scrivi:"Questo discorso appena fatto vale solo su base ideale, non tenendo conto del fattore fisico che, comunque, ha la sua importanza."

Ma non avevi detto che l'aspetto fisico non è importante?

Forse perchè uomo (inteso come differenza fra uomini e donne), i 4 punti non li ho mai considerati...
Per me esiste il piacere di stare in compagnia con qualcuno oppure no, capisco che per una donna è molto divers soprattutto se carina....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Siggy:
No. Godere di una finzione ben recitata, in tuo favore, per ottenere qualcosa da te.


Non ho capito. Cioe' tu paghi per godere di una finzione ben recitata per ottenere qualcosa da da chi? Da una eventuale attrice che ti sta di fronte?
Scusami se sto facendo confusione, ma io la capisco cosi', dato che hai parlato di vizietto e lo ricollego al fatto che i tuoi soldi ti piace spenderli, quando capita, con prostitute.
Ma in tal caso non comprendo il collegamento con me e con le 4 situazioni che ho sopra esposto.
A quale categoria di uomo fra quelle 4 appartieni?
Forse a nessuna, dato che pagando ottieni automaticamente i favori, ma questo cosa c'entra col discorso che stiamo facendo?
Non ti pare di mischiare due cose diverse?
Se ho sbagliato interpretazione, mi scuso.


Ma non avevi detto che l'aspetto fisico non è importante?

Non ho mai detto che sia totalmente ininfluente. A parita' di situazione influisce. Pero' la prima cosa che attrae (almeno una matta come me) di un uomo non e' certo l'aspetto fisico che raramente, molto raramente, ho visto collegato ad un bel cervello.

Per me esiste il piacere di stare in compagnia con qualcuno oppure no

Il piacere di stare in compagnia di qualcuno lo si puo' anche comprare. Un sacco di gente lo fa, ed un sacco di professionisti e professioniste operano in questo settore proprio per soddisfare determinate esigenze.
Ma in ogni caso tutto parte da noi, da come ci comportiamo, come ci mostriamo, come pensiamo, come ci esprimiamo. Se tutto cio' e' piacevole per l'altra persona, ecco che allora anche dall'altra parte arriva un contraccambio.
Se pero' non si e' sinceri, se recitiamo e mentiamo solo per arrivare ad un obiettivo ingannando chi ci sta di fronte, allora e' meglio saperlo fare bene, proprio bene, perche' altrimenti si rischia di essere mandati a fare in culo.

siggy ha detto...

Essendo che tu, per tua stessa affermazione, decidi di credere a chi, per tua stessa affermazione, mente, mi sono permesso di cooptarti, obtorto collo, nella medesima categoria di coloro che (come me) decidono di credere e quindi godere delle menzognere arti del meretricio. Arti le quali, per tua stessa affermazione, essendo menzognere non possono essere fonte di vero godimento.

Così è più chiaro?

Udv
Siggy

Ps: ma ti risulto forse aggressivo?
Se si ti chiedo venia.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Essendo che tu, per tua stessa affermazione, decidi di credere a chi, per tua stessa affermazione, mente, mi sono permesso di cooptarti

Ok. Adesso e' piu' chiaro...
Anzi no... non lo e'...
Io non pago per credere a chi mi sta di fronte. E se lo pagassi, come potrei credere alla sua sincerita'?
Posso credere pero' a chi non pago, ma recita talmente bene da ingannare tutta quanta la mia diffidenza.

Alex ha detto...

Ciao Chiara,
scrivi: "A parita' di situazione influisce"

Non sono d’accordo per me l’aspetto fisico conta quanto la simpatia, l’educazione, la gentilezza e l’intelligenza a volte per attirare l'attenzione anche di più. Se qualcuno scrive che non è vero "non la racconta giusta" oppure, detto in altri termini, dice qualche cazzata:-)))

"Il piacere di stare in compagnia di qualcuno lo si puo' anche comprare."


I soldi fanno smarrire la ragione e spesso aprono molte porte ed altro:-)))))
Fatto sta che chi ha "soldi" viene visto più bello di uno che non ne ha:-) anzi (: sempre a parità di situazioni intendo:- )))
Altro lato della medaglia, se non ne hai probabilmente sono interessati a te per quello che sei.

"Un sacco di gente lo fa, ed un sacco di professionisti e professioniste operano in questo settore proprio per soddisfare determinate esigenze"

Possiamo anche dire che è un termine grosso dire "un sacco di professionisti" direi che una svariata e molteplice quantità di persone con tantissime situazioni precarie ci provano, poche/i, capendo gli errori, riescono a migliorarsi nel tempo e diventare professioniste/i

"Ma in ogni caso tutto parte da noi, da come ci comportiamo, come ci mostriamo, come pensiamo, come ci esprimiamo. Se tutto cio' e' piacevole per l'altra persona, ecco che allora anche dall'altra parte arriva un contraccambio.”

Adesso capisco:- )))) grazie Chiara
(non ti sto prendendo ingiro premetto)
aggiungo che il "contraccambio" è recirpoco e non è solo da un lato, credo sia anche la massima espressione di un amicizia che va a fuoco:-)

"Se pero' non si e' sinceri, se recitiamo e mentiamo solo per arrivare ad un obiettivo ingannando chi ci sta di fronte, allora e' meglio saperlo fare bene, proprio bene, perche' altrimenti si rischia di essere mandati a fare in culo."

Troppa fatica per una patatina:-)

Lo fanno quelli che di professione sono ometti Alfa:-)
se beta.... sei sfigato e non vai da nessuna parte o sbaglio?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Continuano i commenti su di me sul blog degli ometti beta. Eccone uno abbastanza eloquente di Luka Cage, personaggio di spicco e grande personalita' che evita (come dice lui) di leggere il mio blog, e che dimostra l'alto livello culturale di chi fa parte del clan degli sfigati:


Luca Cage scrive...

Come è triste la Klaretta.
Intanto a Galatea e a psycho-Lameduck nessuno ha dato della troia, forse perchè non hanno esercitato tale mestiere.
Vorrei sollecitarti a fare attenzione a chi ti sta avvicinando: il web è pieno di gente stramba e chi si presenta con aria complice “aggiungendoti sul suo blogroll” non è detto che abbia nulla da spartire con te.
Ho letto in passato qualcosa sul blog di “Chiava di Notte”, una zingara italo ungherese lesbica che si autodefinisce bisex (nulla di male su tutta le linea, sia chiaro), col dente avvelenato nei confronti degli italiani (dopo tutti i clienti che ha avuto,che ingrata) e che non manca nei suoi post di lanciarsi in deliranti apologie sulla superiorità morale e soprattutto sessuale delle donne, circondata da uno stuolo fisso di devoti cortigiani che pendono dai suoi scritti.
Per quel che riguarda Fabrizio Marchi non soffermarti sulla “questione delle seghe” che la poveraccia utilizza oramai come unico argomento per delegittimarlo (dato che chi si occupa di Questione Maschile è uno “sfigato segaiolo” ,come ama definirci, senza ironia ovviamente).
Quando si conduce un’esistenza prevalentemente virtuale, tra blogs (dice sempre,”sono finita sul tuo blog per caso”) e Second Life (di cui la nostra è cultrice) non si riesce più a distinguere se si ha che fare con persone vere oppure no (infatti un tema caro alla poveretta è proprio quello della sincerità,di cui però non sa che farsene visto il fango che va in giro a spargere).
Pertanto se hai intenzione di dar spazio sul sito di Femminismo Plurale a questo personaggio preparati ad assistere ad alcune delle più becere e volgari espressioni nazi-sessiste, altro che machilismo.

Fantasma ha detto...

A volte lo scarso sonno ti porta a esplorare la rete senza una meta precisa, e capita, seppur raramente, di imbattersi in qualcosa di interessante da leggere. Se poi è inframmezzato anche da (artistiche) foto di belle ragazze è normale che catturi l'attenzione. Chi sono non ha importanza, è probabile che non sia che un lampo la mia partecipazione a questo dibattito. Sono giovane, piuttosto giovane, uno studente, e questo credo possa bastare a far pendere la tacca del radar puntato su di me verso "arrapato cronico", o non so, quache cosa del genere. Non è, tristemente, così lontano dalla realtà. Non per raccontare la storia della mia vita, ma oh già detto che studio. Storia per l'esattezza.
E non posso fare a meno di notare il riproporsi di un conflitto millenario ormai, che già mi assale dalle pagine dei miei libri, e ora anche da quelle virtuali di un blog trovato per puro caso. Forse alcuni penseranno "è troppo giovane, che ne sa..",altri "ma chi è questo..", tutte cose condivisibili..
..ma cmq sarò breve, ripeto, per quanto il concetto di brevità nn si addica ad uno che mastica libri dalla mattina alla sera..perdonate se sono prolisso.
Io ho una teoria: discutere di aria fritta è inutile. Assolutamente fine a se stesso. Rivangare una polemica vecchia di 350mila anni (si, le donne e gli uomini litigano da allora), è assolutamente sterile, e non porta a niente, tranne che ad issare barricate sempre più alte e insormontabili. Con questo non critico l'aprezzabilissimo sforzo di discussione intrapreso da tutti quelli che partecipano in questi casi al confronto..tuttavia trovo che continui ad essere, seppure profondo e ricco di tematiche essenziali, un esercizio sterile.
Io non mi categorizzo, non sono mai stato bravo. Non saprei definirmi ne femminista ne maschilista. Se femminista vuol dire rispettare nella maniera più elevata le donne, il loro straordinario apporto in tutti i campi e a tutti i livelli della cultura umana, la loro incredibile, miracolosa opera di sostegno dell'intero genere umano in 18 secoli di storia, la loro imperitura pazienza, abilità, forza d'animo nel sorreggere la famiglia, il vero fulcro della società, allora sono femminista. Se essere maschilisti vuol dire apprezzare le belle donne, ammirarle per ciò che sono e che rappresentano, sognarle e identificarle come termine massimo dei mie desideri allora sono maschilista.
Credo che la verità alberghi nel mezzo. In quella regione grigia in cui pochi si avventurano, tristemente troppo occupati a spararsi colpi di mortaio da una trincea all'altra, immersi nel fango della loro rabbia, risentimento, paura o invidia ( e non parlo dei partecipanti, la mia è un'allegoria), magari generato da esperienze personali che mutano, forgiano, fondono, martellano il carattere fino a temprarlo in qualcosa che è unico, da uomo a donna, a donna a uomo, qualcosa di assolutamente irripetibile. Io so per certo una cosa, non ho amato le donne che mi hanno ferito, ma non per questo detesto la categoria, come ho amato follemente quelle che mi hanno ricambiato, e nemmeno per questo sono qui ora, visto che sono da solo, a piangermi addosso reclamando indietro l'onore di maschio sconfitto dalla brutalità femminile.
Non siamo nemici, ma solo diversi. Sarà banale, forse da fastidio sentirlo, ma siamo comunque, che ci piaccia o no, due facce della stessa medaglia.
Se c'è una cosa che non capitrà mai è che io perda l'enorme rispetto per la donna, la donna vera, quella che ha fatto la storia..mai , nemmeno ora che, secondo alcuni potrei addirittura essere legittimato a farlo. Da soli non è bello, ma non per questo vi odio. Anzi, nonostante so che può essere addirittura controproducente, continuerò ad essere un fermo sostenitore del romanticismo, del corteggiamento, di quell' "amor cortese" che tanti, troppi secoli fa, affascinava, e ora perde smalto. Molto smalto.
Pazienza, non importa..
Meglio che mi dissolva come suggerisce il mio nome ora, anche se ci sarebbe molto da scrivere..buonanotte

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Fantasma: Meglio che mi dissolva come suggerisce il mio nome ora, anche se ci sarebbe molto da scrivere..buonanotte

Buonanotte a te (anche se adesso e' giorno), e grazie per il contributo. :-)

Vandana ha detto...

Conosci Luca Cage?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Vandana: Certo che lo conosco (virtualmente) e' un testa di cazzo che scrive in preda al raptus di odio verso le donne. Un poveraccio che, non potendole avere a quanto pare, come la volpe con l'uva le disprezza.

Vandana ha detto...

Azz...va giù pesante il tipo!!!

Comunque, parliamo di cose serie!!!ho un po di articoli sui Rom, se ti possono interessare te li mando!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ho un po di articoli sui Rom, se ti possono interessare te li mando!

Certo!
Mi farai un favore.

pier luigi ha detto...

Un fine critico post-strutturalista recensito in un blog femdom.
Meeenghia!

Poi incuriosito vai sul motore di ricerca...digiti "Andrea Vigna".
Nulla.

Digiti "Andrea Vigna post-strutturalista"
Nulla

Digiti "Andrea Vigna post-strutturalismo"
Nulla

Digiti "Andrea Vigna personaggio famoso"
Nulla

Digiti "Andrea Vigna premio nobel del post-strutturalismo"
Nulla

Poi digiti.....

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics