giovedì 1 aprile 2010

17
comments
Tutta la verita' su Second Life

Il video che vi mostrero' e' un documento eccezionale e unico che mi e' pervenuto da fonti che ovviamente non posso rivelare. Per le scene che vi sono contenute, consiglio la visione alle sole persone adulte e a chi non e' facilmente impressionabile.

Nel video c'e' la risposta all'eterno quesito che da sempre si pone chi frequenta Second Life, oppure altri luoghi virtuali similiari inclusi certi blog le cui autrici non sono ben identificabili: perche' nel virtuale esistono cosi' tante belle ragazze sexy, porcelle e disponibili quando invece la realta' pare essere assai diversa? Dove vanno a finire tutte queste stupende creature, sogni erotici di tanti uomini, una volta che il computer viene spento? Ecco, in questo incredibile documento che vi strabiliera', e che a caro prezzo sono riuscita a procurarmi, troverete finalmente la risposta all'inesplicabile mistero.

Ancora una volta raccomando la massima cautela perche' la sottoscritta declina ogni responsabilita' in merito a malesseri o a scompensi emotivi che possano derivare dalla visione in assenza di adeguate precauzioni.

17 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

un divertente pesce d'aprile. Però la storiella della strafiga dietro cui si nasconde una sfigato è molto vecchia. Ricordo che c'era un fumetto divertentissimo negli anni '60 in cui dietro una strafiga c'era un vecchio rincitrullito senza denti, gambe e bracci (usava protesi) l'occhio di vetro ecc. (mi sembra che la serie si chiamasse gulp fumetti in tv).

Ciao Davide

Gio ha detto...

AMAZING :D

Nicole ha detto...

:)L'avevo già visto...Hai proprio ragione...Volendo ci si può inventare di tutto. In effetti io non volevo dirlo, ma sono Charlize Theron in incognita;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Nicole: Volendo ci si può inventare di tutto

Le tematiche che riguardano le "finzioni" in Internet mi affascinano da sempre. Chiamalo un mio piccolo hobby.
E' divertente "sgamare" chi vuol dare di se' un'immagine d'eccellenza, spesso confidando sul fatto che non esiste modo di provare il contrario.
Ti assicuro che sono pronta ad accettare le cose piu' incredibili, non mi divertono "i film" recitati male e con sceneggiature assurde.
Se Internet e' un teatro allora si cerchi di renderlo un luogo dove ci si identifica e si partecipa esattamente come avviene guardando un bel film o leggendo un libro scritto bene.
Se il libro e' ben scritto e la storia e' avvincente oco m;importa di sapere se dietro lo pseudonimo dell'autore ci sta un uomo, una donna, un giovane o una vecchia.
In ogni caso, si sa, Internet e' anche il luogo dove i bugiardi possono avere il terreno ideale per proliferare. Alcuni dando vita a delle vere e proprie patologie alla Norman Bates, ed io stessa per onesta' intellettuale non mi escludo. A rigor di logica potrei essere chiunque (ovviamente per chi non ha possibilita' di verifica nel reale).
Nel web non esiste alcun modo sicuro al 100% per stabilire che l'identita' di chi scrive corrisponde alla descrizione che da' di se'.
Per assurdo anche se si mostrasse una foto inequivocabilmente autentica perche' riporta dettagli che possono appartenere solo a chi in un dato momento siede davanti ad uno specifico schermo, chi potrebbe mai dimostrare che quella foto e' realmente la sua?
Potrebbe essere di sua cugina che si presta a farsi fotografare in sua vece.
Tu non frequenti Second Life, Nicole, ma ti assicuro che i trucchi che taluni personaggi adottano in quel mondo per rendersi credibili (e questo avviene solo se hanno avatar femminili perche' l'onere della prova sull'aspetto fisico gli uomini non ce l'hanno) sono davvero fantasiosi.
Ma a questo punto mi chiedo: serve davvero sapere chi sta dietro un nick o un avatar?
Non e' che il "mistero" dia un tocco di colore in piu' al rapporto virtuale che, se lo si esamina crudemente, senza un pizzico di fantasia diventa noioso e insipido?

sono Charlize Theron in incognita

Fantastica! Credevo di essere io! :-))

Bibi ha detto...

Mah,... in fin dei conti non vedo niente di speciale nel video.
Ho sempre saputo che eri un ragioniere bergamasco e pure con i baffi.....
a.y.s. Bibi

Kameo ha detto...

Uhmmm .... mi pare di conoscere quelle due del ritratto .... non ricordo .... eppure sono sicura di averle già viste!

rossoallosso ha detto...

ora capisco del perche' le strafighe non me la danno mai !!!

marco ha detto...

Meno male che c'è wiki che mi dice che Norman Bates è un personaggio di Psyco.
Mai visto Psyco. Non ho mai visto neanche Via col vento e Il dottor Zivago, che non ho nemmeno letto, se è per questo...
Come ti dicevo l'altro ieri, durante la passeggiata sui navigli, non è tanto la verità e la menzogna che si cotrappongono nella stesura, nella trama o nell'ordito, dello svolgersi delle storie, reali o immaginate che siano, quanto, piuttosto, il mantenimento di una tensione narrativa, tanto nella realtà quanto nel gioco, che esso stesso, però, può essere reale, o tanto simile al reale da potergli essere sostituito.
Ne riparleremo se avremo occasione di rivederci. Ora devo andare, anche se ho un problema col sottomarino che ho parcheggiato nella darsena. E' periodo di asciutta primaverile e hanno tolto l'acqua. Sto provando a telefonare al magistrato delle acque ma mi risponde sempre un idraulico che mi chiede 500 Euro solo per l'uscita; come puoi ben capire la cosa non mi lascia indifferente, se mi metto a pagare 500 Euro ad ogni parcheggio non so dove andrei a finire.
Andrà a finire che prenderò l'aereo.
Qual che sarà il mezzo che userò ti sto scrivendo queste due righe mentre aspetto che Ev@ finisca di far la doccia.
Se non esce subito giuro che l'ammazzo.

F.to
Nemo (capitano o pesce, fate voi)

Nicole ha detto...

Eccomi, scusami ma ero impegnata sul set di un nuovo film...Mi sono rifatta bionda...niente a che vedere con le foto del mio blog, quella è una terruncella, che ho assoldato per l'occasione. Mentre tornavo a casa mi hanno rapita due alieni, mi hanno pure strapazzata un po'...e devo ammettere che ci sanno fare;). Stasera sono ad un party con la Canalis e George...Sai da vicino non è un granchè, ma non dirlo a nessuno.
Ora devo chiudere , ha bussato il postino e ha già suonato due volte, al terzo squillo devo essere già sul tavolo con la farina sparsa...Sai lo famo strano;)

Se non ci sentiamo Buona Pasqua con chi vuoi e come desideri:)

Baudelaire999 ha detto...

ahahahahaah
ma nn è sempre cosi... ci sono anche le belle vere (dentro e fuori SL...)

o no) :)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bibi: Ho sempre saputo che eri un ragioniere bergamasco e pure con i baffi.....

Sei rimasto indietro. Ormai e' tanto che li ho tagliati. :-)


@ Kameo: eppure sono sicura di averle già viste!

Dal vivo o solo nel ritratto? :-)


@ Rosso: ora capisco del perche' le strafighe non me la danno mai !!!

Perche', le altre si'? :-)
(battuta)



@ Marco: mentre aspetto che Ev@ finisca di far la doccia

Conoscendola appena un po', mi sa che che dovrai attendere ancora molto. :-)


@ Nicole: Mentre tornavo a casa mi hanno rapita due alieni, mi hanno pure strapazzata un po'...e devo ammettere che ci sanno fare

Ecco, questo m'interessa. Ricordati delle amiche ogni tanto. :-)



@ Baudelaire: ci sono anche le belle vere (dentro e fuori SL...)

Davvero???
Ne conosci per caso qualcuna? :-)

Ev@ ha detto...

Premesso che parlare di web o di internet è vago come dire “in televisione ho visto che”, si deve tener conto che Second Life, o Facebook, o altri, sono tutti dei precisi contesti che sono, tra loro, tutti molto differenti. Second Life, in particolare, non è un mondo senza regole perché ci sono eccome Terms Of Service. Nel rispetto del TOS è esplicitamente un luogo di assoluta fantasia. Dove si possono animare personaggi di qualsiasi sesso ti pare e piace, con sembianze umane, umanoidi, animali, mostri meccanici, cartoons e chi più ne ha più ne metta. Dietro un avatar, o diversi avatar, può non esserci una persona sola ma anche un “team” composto nel modo che può essere più fantasioso possibile. Tutto è lecito purché con intenti e fini non criminali.
Rimane sempre indeterminata una questione di identità e questo vale sia per Second Life che per altri luoghi “web”. A me, tutto questo, non dà problemi, però, senza scomodare Ludwig Wittengstein, se mi si chiedesse un’opinione in merito alla Certezza, posso affermare che è proprio questa a dare possibile alito a illusioni, che si deve tener conto, specie in Italia, che il web nella sua interezza è inteso come luogo di “aggancio” di disponibili “persone sole” e, forse proprio per quel fine, vi è uno sfoggio di cultura posticcia finalizzato a impressionare persone incomprese.

Lo so bene perché io sono la prima a farlo sistematicamente. Confesso: il mio intento è attrarre “fatalmente” un filosofo e “batto” il web sperando di incontrarlo e farlo invaghire di me. Personalmente non sono attratta dai filosofi e preferisco parlare di argomenti tipo il lotto o i “gratta e vinci”. Ma pare che io sia adattissima per “questo” che si dice attratto dalle donne pericolose... Boh! Però, dev’essere vero, sulle donne pericolose, intendo, perché penso sempre ‘sta cosa quando mi guardo allo specchio e questa da cui dovrei distrarre il filosofo pare sia l’ex-compagna di quel tipetto che mi paga per fare questa sporca operazione. Non so chi sia, però, perché quando ci ho parlato portava una maschera in plastica riproducente il viso di un personaggio famoso... in perfetto stile “Point Break”, pensai. Certo, per coprire il suo autentico (che ora, pure, sospetto vecchio e grinzoso)... Ma vabbé, nel mio sporco mestiere non si usa fare troppe domande. E’ solo concesso di contare le banconote perché te le passano sempre arrotolate o dentro pallosissime valigette nere che poi, io, rivendo sempre su eBay come “Handbag 24h - Pulp Fiction-Style”...

Dopo quest’outing, ricomponendomi, dico che mi colpisce la ricorrenza dell’estremo esempio che il filmato di Klara (è roba sua, eh, chissà dove la trova) propone. Ora, avendo ben presente che i cosiddetti modelli femminili sono comunque un’espressione culturale, che questa è indipendente dal sesso di chi la produce (anzi, per dirne due: la Gioconda è stata disegnata da Leonardo da Vinci, Brigitte Bardot era vanto -creatura- di Roger Vadim), la ricorrenza della contrapposizione sgradevole proposta dal video desta in me il dubbio che quel determinato modello femminile fatto di ammiccamenti, mossette e frustrazione sia un modello culturale riconducibile a qualche stilista dello spessore di quello espresso visualizzato dal “signore” pescato da Klara.

Non sorprendetevi. Sarebbe del trionfo di una certa “mentalità” che produce, in quella strada dove passa nel marciapiede di sinistra una donna slanciata e alta 175 ma in ciabatte, nel marciapiede di destra una rotondetta alta 150 ma con supporti (tacchi) da 15... la scenetta che tutti i maschi si voltano verso destra.

Questa cosa dovrebbe far riflettere sull’imponente componente feticista del desiderio maschile... ma gli “uomini” non si pongono il problema. La “destra” è figa. L’importante, è che siano tette vere e non di plastica.

Buona Pasqua a tutti...

Bye!

Ev@ ha detto...

@Norman... (Marco? Sei tu?)
No... Norman, non vengo a conoscere tua mamma... Nulla di personale, eh!?

@Klara (a proposito di doccia)
Come sarebbe? Mi dai già per morta? Che è successo che io non so? Oddio... parla... perché fai finta di non sentirmi, parla!
Perché è così buio qui?... coff-coff...
http://www.youtube.com/watch?v=NG3-GlvKPcg

marco ha detto...

ho provato a scaricare second life per farlo girare sotto ubuntu.
mi ha detto che il mio computer fa schifo.
sono offeso.

rossoallosso ha detto...

@chiara
anche per avere la "altre"devo penare cosi' tanto che arrivati al dunque mi dimentico di che cercavo!!;-)

ELDEXchange ha detto...

@marco In teoria, dovrebbe funzionare Second Life su Ubuntu. Prova a scaricare e installare questa versione: http://download.cloud.secondlife.com/Viewer-2/SecondLife-i686-2.0.0.203055.tar.bz2

Funziona? Se no, che errore ti da all'avvio?

Grazie,

- ELDEXchange

marco ha detto...

@ ELDEXchange

Per funzionare, funziona.
E' la mia macchina che ha giusto-giusto i requisiti minimi richiesti, nonostante il programma mi dica che non li ho.
Forse è la scheda video, ma per quello che uso il PC io...va bene qualsiasi scheda.
Gira lentamente, ovvio, tutta grafica pesante che non mi è mai capitato d'usare.

Grazie a te.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics