venerdì 2 aprile 2010

20
comments
Nagypéntek

Credo che la notizia dalla quale oggi sono rimasta piu' colpita, sia quella relativa all'invio di ispettori alla Procura di Milano per verificare se le dichiarazioni rese ieri in un'intervista dal pubblico ministero Pietro Forno siano o no diffamatorie. Il pm, in un'intervista rilasciata al Giornale, aveva infatti dichiarato quanto segue: "Nei tanti anni in cui ho trattato l'argomento non mi e' mai, e sottolineo mai, arrivata una sola denuncia ne' da parte di vescovi, ne' da parte di singoli preti, e questo e' un po' strano".

Com'e' ovvio le code di paglia hanno iniziato immediatamente a prendere fuoco ed il ministro, scrupoloso come sempre, ha fatto l'unica cosa plausibile e giusta in un paese che si appresta a contendere il primato di teocrazia persino ai talebani. Non sia mai che gli italici siano secondi a qualcuno. E cosi', com'e' avvenuto anche per le intercettazioni di Trani, gli agenti del ministero sono stati sguinzagliati con un compito ben preciso: stroncare il dito a chi si e' azzardato ad indicare la luna. Situazione che QUESTO GIOCHINO descrive alla perfezione.

Vi racconto solo un episodio. Qualche tempo fa, in una piccola citta' in Ungheria, un prete cattolico fu accusato di violenze sessuali nei confronti di adolescenti che frequentavano la sua parrocchia. Il ministro ungherese dovette inviare anche lui gli agenti. In quel caso per togliere il prete dalle mani della gente che altrimenti lo avrebbe linciato. Il prete fu preso poi in consegna dalle autorita' ecclesiastiche e trasferito in altra sede meno pericolosa. Per lui. Sospetto fortemente che adesso si trovi da qualche parte in Italia.

Insomma, paese che vai, ministro che trovi. Pero' devo riconoscere una cosa: l'Italia e' cosi' avanti, cosi' progredita, cosi' civile rispetto all'Ungheria che talvolta non riesco a capire come il piccolo paese magiaro riesca a far parte della stessa Unione Europea di cui fa parte anche l'avanzatissimo belpaese. Figuratevi che siamo cosi' barbari che da noi la RU486 viene tranquillamente usata senza che nessuno, ne' al governo ne' all'opposizione, osi fare una qualsiasi contestazione in merito.

Comunque, a parte tutto, volevo dirvi che sto respirando nuovamente l'aria mefitica di Budapest, tutt'altra cosa rispetto alla stupenda aria, pulita e salubre che si respirava a Milano, e che da vera non osservante, evitando la nagyböjt che imporrebbe di non mangiare carne, stasera mi consolero' con dell'ottima vincellér módra. Poi, come nella miglior tradizione, dissolvenza...

20 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

se la maggioranza governativa ha conquistato il Lazio e il Piemonte lo deve al super impegno della curia romana che ha scagliato tuoni e fulmini contro le abortiste Bonino e Bresso.

Questo l'astuto Silvio lo sa e ora paga il pegno ai boss del Vaticano.

Alla Chiesa non interessa nulla che il capo del governo sia un super puttaniere (basta che si confessi ed è apposto), ma che si batta contro l'aborto.

In America la Chiesa è senza beni perchè i giudici la hanno costretta a vendere tutto per risarcire le vittime degli abusi sui minori.

In Italia i partiti e i cittadini fingono di non vedere.

Non ci resta che piangere.

Ciao Davide

Gio ha detto...

Siamo al delirio mia cara.

Uno scambio di favori tra potenti, alla faccia dei poveri cristi.
Un abbraccio,

Gio

Clelia ha detto...

La vergogna della pedfilia negli ambiti ecclesiastici dovrebbe essere urlata a gran voce, ed invece tutto viene coperto dal silenzio imposto dal vaticano! Una vergogna senza precedenti!

rossoallosso ha detto...

Chiara noi siamo cosi' avanti che abbiamo gia' sdoganato i giovin culetti,la figa e' roba vecchia ;-)
mi soege anche spontanea una domanda ,ma la figa e' di sinistra e il culo di destra?
vedi come noi italiani siamo anche bravi a portare i grandi temi nella politica? ;-)

rossoallosso ha detto...

@chiara
se posso chiederti un favore,vorrei che provassi a linkare questo sito:

http://www.dongiorgio.it/,ho paura che sia stato cancellato.
grazie e scusa il disturbo.non e' necessario che pubblichi cio,mi basta la risposta.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Non ci resta che piangere.

Siete troppo avanti! Noi barbari non riusciremo mai a capire tali finezze. Farsi alleato Dio per giustificare qualche piccolo vizietto e' da veri geni.
Ma Dio lo sa di essere alleato?


@ Gio: Uno scambio di favori tra potenti, alla faccia dei poveri cristi.

Peccato. La gente per bene avrebbe il modo di mettere alla gogna questa casta di delinquenti, ma di gente per bene, come hai visto, n'e' rimasta ben poca.
A Budapest c'e' un sole magnifico. :-)


@ Clelia: Una vergogna senza precedenti!

Una vergogna solo italica, Clelia, mi dispiace dirlo. In ogni altro paese del mondo non si fanno sconti.


@ Rosso: ,ma la figa e' di sinistra e il culo di destra?

No no, a me pare che in Italia sia tutto bipartizan.

http://www.dongiorgio.it/,ho paura che sia stato cancellato.

Si', pare non esista piu'. Pero' era attivo fino al 30 marzo scorso. Ecco cosa si ricava dalla cache:

http://209.85.229.132/search?q=cache:_wxILfzSZ0sJ:www.dongiorgio.it/+http://www.dongiorgio.it/

Pupottina ha detto...

Buona Pasqua anche a te
^________________^

Nicole ha detto...

Che dire...Non per far bastian contraria, ma Belgio e Italia si contendono la palma. Ma è un affare di Chiesa, e la Chiesa è molto potente. Ho lavorato per loro e li conosco bene.
Ho mal di testa per argomentare oltre...

leggiti questo e fatti due risate:

http://precariosan.blogspot.com/

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Nicole: Si' sono molto avanti anche in Belgio.
Ma in Italia la differenza fra un pedofilo "laico" e uno "religioso" e' la seguente: il primo puo' essere sputtanato (a meno che non goda di lodi e legittimi impedimenti), mentre del secondo non sai mai niente (conosci ad esempio qualche nome di prete coinvolto?)
Se fosse stato un romeno qualsiasi ad aver semplicemente sorretto una bambina, magari per impedirle di cadere per strada, sarebbe stato linciato, di lui avresti saputo tutto, nome cognome e faccia su tutti i tg. I preti, invece, sono da sempre protetti. Stuprano in silenzio e i bambini (e anche le bambine che non si accontentano dei soli maschietti) che osassero infamarli sarebbero immediatamente ostracizzati insieme ai loro genitori. Ed e' questo il vero schifo, il vero odore nauseante che fuoriesce dalla fogna che si sta scoperchiando e che qualche ministro particolarmente diligente ed obbediente cerca di tenere ben chiusa.
Ed alla fine basta abituare i videorimbambiti che, come le minorenni a palazzo grazioli, si tratta solo di peccatucci veniali ed il gioco e' fatto.

rossoallosso ha detto...

grazie Chiara,
son riuscito a trovarlo sul suo sito di youtube,dice che ha problemi tecnici.


"No no, a me pare che in Italia sia tutto bipartizan."
concordo, difatti la mia e' solo una sciocca provocazione.

Nicole ha detto...

Il potere della Chiesa è immenso, nessuno si metterà mai contro di loro. Portano voti, portano intrallazzi vari.
Sai, lavorando per loro, ho scoperto che tra di loro si scannano, si fanno guerre assurde. Ma se dall'esterno uno solo di loro viene preso di mira, si ricompattano a tartaruga e penetrare tra le loro maglie è impossibile. Ci sono dei bravi preti e delle brave suore ne ho conosciuti. Ma sono anche'essi isolati e tenuti ai margini di ogni potere decisionale. Ma solo in Italia come dici tu, hanno un potere enorme, ed è vergognoso che uno Stato laico almeno sulla carta, permetta tutto ciò. Non è scandaloso che la Chiesa sbraiti e proclami anatemi, in fondo fà il proprio lavoro, pessimo ma lo fa. E' scandaloso tenerne conto e decidere delle leggi in base al loro umore o interessi.

Riguardo la pedofilia poi, non ho parole per esprimere il mio sdegno. Magari noi ci affanniamo a parlarne ed è invece anche un disegno al loro interno per farsi 'fuori' qualcuno. Come mai si sta scoperchiando questa pentola?

Ev@ ha detto...

Videorimbambiti?

Ma che dite... alllora, mi sono divertita a guardare un TG, oggi. Come filmati sula "violenza metropolitana" facevano vedere immagini di una telecamera di sorveglianza che faceva vedere:
-uno che passa e da una manata a un lampione;
-gruppetto di ragazzi che accenna ad azzuffarsi;
-uno che piscia contro il muro;
-uno che nota la telecamera e gli mostra il dito medio;
e altre cose dello stesso genere, mostrate per sottolineare il generico "degrado".

Insomma, nulla di più terrorizzante per chi abita nei suburbi e che "per fortuna" vive lontano dai "pericoli" della città... Il messaggio politico è: io so tutto fin nei minimi dettagli, votatemi e disciplinerò questa marmaglia.

Ora, viene da sè che il target ha tutta la voglia di perdonare tutti quelli facenti parte del movimento di questo leader ogniscente, di cui le telecamere di sorveglianza sono propaggini tentacolari.

Beh.. ci sarebbe da parlare per ore... Tra un po' esco e mi faccio un giretto nel territorio, visto che c'è il sole. Chissà quanti teledipendenti incotrerò. Oh, gioia!

Ciao

rossoallosso ha detto...

@nicole
ci sono forti sospetti che dietro tutto sto' casino ci sia lo zampino degli israeliani.
per il momento non so dirti di piu',non ho avuto modo oggi di approfondire.

Gio ha detto...

Grazie Klara :-)
Di cosa?
Del sole bellissimo.
L'ho sentito anch'io.

A presto,

Gio

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

poichè Gesù è morto anche per te, ti faccio tanti auguri di buona pasqua.

Ciao Davide

rossoallosso ha detto...

questo e' un chiarimento per Nicole:
"Da una fonte autorevole, Martin Van Creveld, professore di storia militare alla Hebrew University di Gerusalemme e consulente dello Stato Maggiore, apprendiamo. Poche settimane fa il premier israeliano Netaniahu era in visita da Putin a Mosca. Gole profonde riferiscono che ci fu un’animata discussione sull’esitazione russa di imporre nuove sanzioni all’Iran. Fuori di sé il caporione israeliano invitò il capo del governo russo a non stupirsi se nel cielo di Tehran si fossero sollevate nuvole a forma di fungo. C’è chi precisa: “nel cielo di Mosca”. Putin rispose, mentre lo trascinava fuori dalla stanza: “A noi bastano 24 ore per trasformare Israele in un posacenere”. Lo scambio si concluse con un consiglio di Netaniahu ai russi: “Paratevi il culo”.
Iniziò subito una serie di attentati, tra cui uno alla base dei servizi segreti russi (di cui Putin era stato capo) e uno attribuito ai soliti ceceni (del resto fin dagli anni ’90 al servizio degli USA). E se non si fosse capito, di ieri sono i superbotti terroristici nella metro di Mosca, 40 concittadini di Putin uccisi, il primo di nuovo vicino alla sede dei servizi (di cui Putin era capo), il secondo al Ministero degli esteri (dove non si vuole addentare l’Iran). Mettono in campo ceceni dinamitardi in Russia, tsunami mediatici contro il Vaticano sulla base di pandemie pedofile svelate da 60 anni (protagonista il New York Times, organo Usa della lobby ebraica)"

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,


"Da una fonte autorevole"

Francamente mi sembra una ricostruzione fumettistica.

Ciao Davide

Nicole ha detto...

@rossoallosso
Grazie...
Non so cosa pensare francamente, ad ogni modo quello che avviene realmente in determinate stanze di potere non lo sapremo mai..E credo tutto sia possibile,la realtà spesso supera la fantasia.

rossoallosso ha detto...

@davide
posso capire i tuoi dubbi,vista la forma confidenziale in cui viene esposta la tesi,cio' e' dovuto al fatto che non esistono,ed e' chiaramente comprensibile, per il momento documenti ufficiali in merito,ma ti garantisco che la fonte e' sicuramente attendibile.

rossoallosso ha detto...

@nicole
a me l'unica cosa che vien da pensare e' che siamo uomini nelle mani di altri uomini, che hanno su di noi potere di vita e morte senza distinzione di razza ,religione o quant'altro e che noi consapevoli di cio' invece di renderci una vita "piu' vita" ci organizziamo come meglio possiamo per farci ancora piu' male.
non so se ho reso l'idea ma mi e' venuta cosi' ;-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics