sabato 10 aprile 2010

50
comments
L'Ungheria sterza a destra

Domani saro’ chiamata a dare di nuovo il mio contributo elettorale. Stavolta per il paese in cui sono nata. Anche se so bene che il mio voto non cambiera' niente perche’ ormai i giochi sono fatti, lo scopo per me e per la mia gente non e' tanto quello di far vincere un partito o l'altro, bensi' mandare in Parlamento (che noi chiamiamo Országgyűlés - Assemblea Nazionale) i rappresentanti che tengano vive le istanze della nostra minoranza.

In ogni caso e' scontato che i socialisti di MSZP perderanno queste elezioni ed i conservatori di Fidesz le vinceranno. I sondaggi sono chiari ed annunciano una forte vittoria del partito conservatore attualmente all'opposizione con il ritorno al governo, dopo otto anni, del suo leader Viktor Orban. Ma cio' che piu' mi preoccupa e' che l'estrema destra nazionalista, superando per la prima volta lo sbarramento del 5%, entrera’ in Parlamento.


La coalizione di governo formata da socialisti e liberali e' ormai logora e screditata agli occhi di tutti a causa della politica di tagli alla spesa messa in atto come contrasto alla crisi. Una politica che a mio parere ha dato i suoi buoni frutti perche' ha permesso al governo tecnico di Gordon Bajnai di risanare i conti pubblici e di riportare il deficit sotto il 4%. L'effetto di questo risanamento e' stato il rafforzamento del forint ungherese sull'euro del 15% che ha portato di fatto il Paese fuori dal rischio di bancarotta, in quanto capace ormai di finanziarsi da solo. Ma i risultati positivi ottenuti da Bajnai non sono sufficienti per creare negli elettori la voglia di votare nuovamente per i socialisti a causa anche della totale perdita di credibilita’ imputata al vecchio governo di Ferenc Gyurcsany, bollato dalla destra come governo comunista. Oltre a cio’ i liberali, sebbene siano stati i principali protagonisti della svolta democratica nel 1989, sono praticamente spariti dalla scena politica e il loro simbolo non figurera' piu' neppure sulla scheda elettorale.

Ma la vera partita politica viene giocata tutta a destra fra i due partiti che oggi la esprimono, quello moderato di Fidesz e quello estremista e razzista di Jobbik. Tutto sta, infatti, se Fidesz riuscira' a conquistare una maggioranza di due terzi in Parlamento, poiche' attribuendo la Costituzione ungherese poteri straordinari a chi ha la maggioranza assoluta, cioe’ di due terzi, Orban potra’ in tal modo realizzare quelle riforme strutturali di cui il Paese ha necessita’. Riforme che non sono state fatte dai socialisti in quanto non avevano una maggioranza sufficiente.

Parlare di riforme ungheresi in questi giorni in cui lo stesso tema e’ presente anche nella politica italiana e' un’occasione per poter fare delle similitudini, ma si tratta di riforme completamente differenti. Le riforme di cui i magiari hanno bisogno non sono affatto i lodi ad personam, le intercettazioni, i processi brevi, le depenalizzazioni, i legittimi impedimenti oppure i presidenzialismi alla francese dei quali alla gente non interessa una beata fava, quanto riforme che supportino l’economia ed aiutino il Paese ad uscire piu’ velocemente dalla crisi. Quindi proseguire sulla strada di una ristrutturazione dell’apparato statale in modo da renderlo piu’ efficiente di quanto sia, migliorare il sistema pensionistico, quello sulle tutele sociali, quello scolastico, riformare la giustizia ma solo per rendere piu' snello il processo civile, incentivare la ricerca, introdurre norme che rendano appetibile per i capitali stranieri gli investimenti in terra magiara e cose del genere.

Si tratta quindi di riforme che, anche se richiederanno delle modifiche costituzionali, non incideranno fortemente sulla struttura delle istituzioni poiche’ L’Ungheria non ne ha davvero bisogno essendo gia’ dal 1989, anno in cui e’ stata modificata la vecchia Costituzione del 1949, una repubblica che ha allineato la propria struttura istituzionale a quella dell’Europa, ovvero ai principi della separazione dei poteri, alla democrazia parlamentare ed alla difesa dei diritti umani. La Costituzione ungherese e’ infatti una delle piu’ sintetiche e meno ingarbugliate del mondo e regola solo due aree specifiche e fondamentali: l'amministrazione dello Stato (governo nazionale, governi locali e organizzazioni per la tutela dei diritti umani) ed i diritti fondamentali dei cittadini.

Ad ostacolare la strada di queste riforme, pero’, c'e' il partito dell'estrema destra razzista il cui leader Gabor Vona, che per la prima volta otterra' i voti per entrare in Parlamento e la cui ideologia si ispira a quella dei nazisti delle croci frecciate, ha gia' sfidato Orban. "Non vedo l'ora che ci confrontiamo in Parlamento sulla rapina delle multinazionali, le devastazioni dell'Unione europea, la criminalita' tzigana, la corruzione, e la proprieta' della terra ungherese" ha detto sicuro del suo successo.


Jobbik alle ultime europee ha infatti ottenuto quasi il 15% dei voti raccogliendo la frustrazione delle persone piu' becere, ignoranti, violente e meno disposte alla tolleranza, e promette di ribaltare tutto cio' che di buono e' stato fatto negli ultimi vent’anni, facendo leva sullo scontento generale, aizzando all'odio razziale contro gli tzigani, gli ebrei, gli omosessuali, i comunisti e gli stranieri.

Sono mezzo milione gli elettori che non hanno ancora deciso se votare Fidesz o Jobbik, e saranno loro a far pendere l'ago della bilancia da una parte o dall'altra.

50 commenti :

Kameo ha detto...

Nell'ipotesi più nera, sarà la volta buona che ti vedremo tornare nell'italico paese, dove alle zingare come te fanno ponti d'oro o le bruciano al rogo :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

interessante questo articolo. Però, non che non mi fidi te, ma prima di intervenire nello specifico voglio sentire l'opinione del mio amico poliglotta al riguardo.

Ciao Davide

Ev@ ha detto...

Amica mia, questa è una brutta storia che cominciò in quel momento che, per mettersi al riparo dagli errori, l’umanità a cominciato ad affidarsi ai numeri, che si ritenevano affidabili in quanto erano il risultato di formule.
Io non voglio dire che le formule erano sbagliate o giuste, o parzialmente sbagliate o parzialmente giuste... semplicemente osservo che a un certo punto, si è preso ad affidarsi a proposizioni e questo, nel tempo, ha ucciso la capacità di giudizio facendo sì che il momento irrazionale al servizio delle anime nere abbia valenza “rivoluzionaria”.
L’immaginazione e la fantasia si preparavano quindi a soccombere e ciò produsse una certa agitazione nel cimitero dove ero solita recarmi per piangere, per nulla rassegnata, sulla tomba dell’amore.
Anche l’amore era morto, ben prima, anch’esso vittima di proposizioni. E io soffrivo del lutto.
Ma non voglio cambiare discorso, però, ecco, potei e non potrei sapere... ma mettiamo di sì: chi si fiderebbe di me?
Nessuno... appunto.
Eppure ci sono già due elementi importanti. Percorso non lineare... nessuna proposizione... Certo manca roba. Ma chi ha voglia di vedere e capire cosa? Nessuno perde tempo... tutti vengono a chiederti: hai la formula?
Se dici di no, ti girano le spalle e se ne vanno. Sembra strano, ma anche in amore accade la stessa cosa.
Per questo so che viviamo un mondo di singoli e che tutti sono soli e che resteranno tali. Il dramma è che io, devo pure riprendere a vendermi. Ma, sinceramente, me lo aspettavo che prima o poi sarebbe accaduto.
Vuol dire che è nel vizio che troverò la mia dignità... ovvero quella cosa che le formule, per loro intima essenza, mi negano.
Saluti

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Kameo: Magari mi bruciano direttamente sul ponte d'oro. :-)


@ Davide: Bravo. Sempre informarsi meglio. Pero' dai una lettura anche al Giornale di Feltri... solo per sentire una "campana attendibile". :-)


@ Eva: Tutto chiaro! Allora secondo te chi e' che vince? :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"@ Davide: Bravo. Sempre informarsi meglio. Pero' dai una lettura anche al Giornale di Feltri... solo per sentire una "campana attendibile". :-)"

Grazie, ma preferisco il Riformista di Polito.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

:-O

Un partito di estrema destra ha il 15% ???? E la destra moderata il 57% !?!?!?

Giusto per avere una visione piu' chiara della situazione, corrisponderebbe, a grandi linee, a Forza Nuova oppure alla Lega?
Te lo chiedo perche' per me c'e' una grande differenza tra i due.

ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: corrisponderebbe, a grandi linee, a Forza Nuova oppure alla Lega?

Non conosco Forza Nuova, ma se parli di Jobbik i suoi collegamenti con i leghisti italici erano piuttosto forti negli anni scorsi.
Jobbik e' pero' piu' nazionalsocialista. Ti ho detto che le sue linee guida (ed anche i suoi simboli) si rifanno a quello che era il partito delle croci frecciate i cui membri ed i loro metodi di tortura e eliminazione gli avversari facevano impallidire persino le SS.
Non credo che Jobbik avra' mai la forza per entrare in un qualsiasi governo. Non si puo' mai dire, ma e' piu' probabile che Fidesz scelga i socialisti come eventuali interlocutori che non quelli di Jobbik, che pero' e' servito a Fidesz per contrastare i socialisti per contrapposizione, cioe imputando il successo dei nazisti alla politica troppo di sinistra dell'attuale governo".
Fidesz e' il partito dei conservatori moderati e non e' uguale al PDL anche se nel Parlamento europeo stanno insieme nello stesso gruppo. Direi che potrebbe essere equiparabile all'ala finiana del PDL.

Neelps ha detto...

ciao

Appunto non conosci Forza Nuova perche' ha un consenso molto basso. Ma se un partito come quello raggiungesse il 15% un pochetto mi preoccuperei pure io, che solitamente, sono molto tranquillo.
Da quanto ho capito questo Jobbik e' piu' simile a Forza Nuova che alla lega. La Lega da noi, chiacchera molto, ma nella sostanza, e' "moderata".

Allora buona fortuna, al massimo puoi sempre tornare qui da noi ;)

ciao

Gio ha detto...

Mi sembra di capire che il tizio di cui parli tu Klara, emerga da una 'lunga' tradizione di imbecillità.
La Lega, viceversa, si sta inabissando in territori ancora vergini.
La storia della Lega è recente, la sua deriva razzista-xenofoba confusa e ancora in bilico.
Bell'articolo Klara, sei proprio versatile :-)

Gio

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Direi che potrebbe essere equiparabile all'ala finiana del PDL."

Mi sembra una destra accettabile.

Solo una domanda. Il 57% dei consensi è tantissimo e mi sembra strano che ce li abbia un partito solo. Forse il Fidesz più che un partito è una coalizione di partiti?

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Gio,

"La storia della Lega è recente, la sua deriva razzista-xenofoba confusa e ancora in bilico."

Io ho seguito con attenzione la Lega fin dall'inizio.

Ricordo che la prima Lega (fra gli anni '80 e '90) parlava solo di federalismo e si considerava la vera erede dei partigiani che avevano combattuto il nazi fascismo.

Solo nei primi anni '90 ha cominciato a prendersela con gli immigrati ruba lavoro. Però non ho mai capito se lo fa perchè ci crede veramente o perchè rende in termini di voti.

Comunque mi sembra Jobbik sia peggio anche di forza nuova.

Ciao Davide

Ev@ ha detto...

@Klara "secondo te chi è che vince?"

Ahimè... temo vincano ancora una volta (in ordine assortito): individualismo, avidità, brama, frustrazione, rabbia, libidine violenta, insincerità, ingiustizia... anche la solitudine la vedo bene e il dolore se la caverà benissimo.
Il cinismo... ah quello sarà un vero "plus", e voglio vedere come se la caveranno, perché i cinici sono sempre preoccupatissimi di non apparire come tali. Vorrei rassicurarli: conosco un sacco di gente che ha ottime potenzialità di farcela facendo finta di essere sensibile. E sarà il grande show di gente apparentemente depilata ma con lo stomaco dotato di pelo fitto fitto e grosso come fil di ferro.

Soprattutto, comunque, vinceranno i soldi...

Beh.. questo è quello che si pensa che accada ed accadrà, perché di immaginazione ce n'è tanta solo a chiacchiere ma a fatti è merce più preziosa del plutonio. Ci sarànno caos e zuffe tra gente piena di certezze.

Ecco, questa è la parte comica... perché la certezza è solo un tono... che è tanto più convinto quanto più ci si ritiene bravi a ripetere la "formula".

E quando vedo i sorrisi incrinarsi e gli sguardi rapaci incrinarsi... ecco, allora, lo ammetto, io comincio ad avere brividi di piacere. Uff... si, mi faccio schifo quando mi ricordo di essere così. Che palle, vorrei essere diversa, essere in un altrove migliore... ma ogni sforzo è sempre stato vano e quindi mi sono un po' rinchiusa, in attesa di tempi migliori. Avevo anche io finito le idee (cazzo!)

Però non ho mai smesso di sperare che ogni volta sia quella buona. Mi piacerebbe, sai? Per questo mi danno sempre perdente... che tristezza.
A volte per non prendere delusioni, preferisco non muovermi...

Ma se ti raccontassi per filo e per segno come funziona, sarebbe una formula e ciò trasgredisce le mie convinzioni... Insomma, quella storia del non lineare e niente formule, che sono solo frutto di proposizioni. Io vorrei vivere, almeno con la mente, un mondo che proposizioni ne ha il meno possibile. Solo così sarei felice davvero.

Si, è astruso, a c'è un perché: è all'amore che sto pensando. Mica alla politica.

Per certi versi ha dinamiche simili. Che casino!
Oh, mio povero cuore...

:))))

Un abbraccio.

rossoallosso ha detto...

io la vedo cosi',e' sufficente che berlusconi,visto la sfiga che porta,si dichiari amico del vostro prossimo primo ministro e vedrai che prima o poi anche il suo aereo cadra'

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Solo una domanda. Il 57% dei consensi è tantissimo e mi sembra strano che ce li abbia un partito solo. Forse il Fidesz più che un partito è una coalizione di partiti?

E' un partito nato da l'unione di liberali e cristiano democratici.
Il 57% l'ha avuto alle europee del 2009. Adesso, come ho scritto, punta a oltre il 66%.
L'antagonista principale di Fidesz non e' il partito socialista bensi' Jobbik.
Comunque, se vuoi saperne di piu', prima di chiedere al tuo amico leggi qui:

http://it.wikipedia.org/wiki/Fidesz_-_Unione_Civica_Ungherese


@ Rosso: e' sufficente che berlusconi,visto la sfiga che porta,si dichiari amico del vostro prossimo primo ministro e vedrai che prima o poi anche il suo aereo cadra'

Fra Viktor Orbán che diventera' premier e il vostro Silvietto c'e' un abisso come spessore e capacita' politica. Tanto che io stessa non avrei alcuna difficolta' a votarlo se solo in passato non avesse strizzato, forse per opportunita' politica del momento, un po' troppo l'occhio a Jobbik.
Quindi mi non auguro sicuramente che sia il suo aereo a cadere.

rossoallosso ha detto...

>Fra Viktor Orbán che diventera' premier e il vostro Silvietto c'e' un abisso come spessore e capacita' politica<

son sicuro sia cosi',e ci riesce senza il minimo sforzo.
tu parlavi di politica,io tirando in ballo il nanerottolo parlavo di fantapolitica,nel senso che ci vuole fantasia a chiamare berlusconi politico.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Il 57% l'ha avuto alle europee del 2009. Adesso, come ho scritto, punta a oltre il 66%."

Un partito che prende il 66% dei voti mi mette un po' paura.

Personalmente preferisco partiti che non abbiano mai la maggioranza assoluta e che siano costretti a fare delle coalizioni. Lo so che questo comporta delle difficoltà di governabilità, ma lo considero il male minore.

Quando un solo partito ha troppo potere c'è il rischio che ne abusi.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Quando un solo partito ha troppo potere c'è il rischio che ne abusi.

Tipo decreti legge votati a maggioranza con la fiducia?
Tipo leggi palesemente incostituzionali senza che il Presidente della Repubblica le rimandi indietro? Tipo una stampa asservita all'esecutivo che attraverso di essa demonizza gli altri poteri dello stato, in special modo quello giudiziario?
Si', comprendo benissimo. Ma a quello serve la Costituzione.
Un partito puo' governare senza detive dittatoriali anche se ha il 90% dei consensi purche' non esistano conflitti d'interesse, potere mediatico eccessivo accentrato in un'unica persona, legge elettorale in cui gli eletti sono indicati dagli elettori e non dai partiti e, soprattutto, ci siano equilibri di pesi e contrappesi, come ad esempio una vera divisione dei poteri ed organi di controllo come una stampa libera, che garantiscano la democrazia che, nel caso dell'Ungheria e nonostante il 15% dell'estrema destra e' ancora molto forte.
Per questo motivo a volte mi incalmo con voi italici che pare non abbiate ben capito il rischio al quale andate incontro. Ed il rischio non e' che un partito prenda il 66% dei voti, quanto un annullamento sistematico di tutte le regole di garanzia. Dalle piu[' piccole che paiono insignificanti alle piu' grosse.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Per questo motivo a volte mi incalmo con voi italici che pare non abbiate ben capito il rischio al quale andate incontro. Ed il rischio non e' che un partito prenda il 66% dei voti, quanto un annullamento sistematico di tutte le regole di garanzia. Dalle piu[' piccole che paiono insignificanti alle piu' grosse."

Naturalmente io facevo un discorso generale non riferito nè all'Italia, nè all'Ungheria.

Quando un solo partito ha la maggioranza assoluta credo che ci siano sempre dei rischi.

Quanto all'Italia Berlusconi non ha mai avuto la maggioranza assoluta e ha sempre dovuto dividere il potere con altri partiti (Lega, movimento autonomie di Lombardo ecc.).

Poi nel caso dell'Italia Berlusconi non ha mai avuto un vero partito nel senso classico della parola. Se questa notte Berlusconi morisse d'infarto domani il PDL si disintegrerebbe.

Ciao Davide

modesty ha detto...

ma quanto mi piace la klara impegnata!

bell'articolo. lo ho linkato agli amici, và.

un errore che si fa spesso in italia è che qui se ne fregano di quello che fanno/dicono all'estero.

invece è fondamentale, secondo me, informarsi. per esempio questa nuova e inquietante virata verso destra in quasi tuttà l'Europa mi preoccupa non poco.

love, mod

Neelps ha detto...

@Chiara

Ed il rischio non e' che un partito prenda il 66% dei voti

Non sono molto d'accordo.
Se l'estrema destra prende il 15% significa che quelle idee sono penetrate e sono state accettate, anche se superficialmente, da ben il 15% dell'elettorato.
E se questa non e' soltanto una sbandata dovuta a particolarita' legate al momento politico/economico, e' cosa ancora ben piu' grave perche' tendono a formare un pensiero, suppur superficiale e senza fondamenti, che ha una sua continuita' e solidita' a cui possono seguire fatti.
Questi fatti, che magari prima potevano essere considerati gravi, potrebbero essere percepiti un po meno gravi e cosi via...
Un po come succede in italia, prima fare falso in bilancio era un fatto grave, adesso lo e' ancora, ma un po meno.

@Davide

Solo nei primi anni '90 ha cominciato a prendersela con gli immigrati ruba lavoro.


Si infatti prima gli immigrati non c'erano, se la prendeva con i terroni, se ricordi bene...
Io me lo ricordo, facevo la prima media, sentivo sempre mio padre discutere con gli amici che venivano a casa di questa questione. Un giorno andai di nascosto con un mio amichetto, ad una festa della Lega in provincia.
C'erano Miglio e Bossi. Mi ricordo che quando inizio a parlare, disse una serie di cose cosi volgari che all'epoca suscitarono in me un po di entusiasmo perche' era la prima volta che sentivo una persona adulta urlare senza vergogna insulti contro altre persone senza preoccuparsi di risultare sgradevole a tutti quelli che aveva davanti che invece lo acclamavano come fosse una rockstar.


ciao!

rossoallosso ha detto...

vedi Chiara com'e'piccolo il mondo, critichi giustamente noi italiani di non sapere cosa stiamo rischiando,pero' vedo anche che,per ora,un 15% di ungheresi vota estrema destra,che e' molto per un paese che e'uscito da pochi anni dal giogo di un regime dittatoriale seppure di parte avversa.
come vedi la memoria corta non l'abbiamo solo noi.
bisogna sempre tenere alta la guardia perche' spesso le meraviglie si attaccano.

marco ha detto...

Ma si, lo scrivo.

Ma non di politica. Anche perchè la situazione ungherese non la conosco proprio, al massimo molto poco.
E' di egoismo, del mio.
Del perchè sono qui a leggere, volentieri.
Forse è un po' come il Decameron. Fuori infuria la peste e qui si è al riparo, almeno finché non arriva. Speriamo che non arrivi mai. Ma dalle mie parti si dice che chi vive sperando muore cagando, non ho mai compreso bene cosa voglia dire.
Del perchè io, che ho sempre pensato che vedere un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto sia solo un modo per spostare l'attenzione dal contenuto al contenitore, perchè "so" la formula per calcolare la capacità e "so", dunque, che il volume del liquido è sempre lo stesso, possa, egoisticamente, pensare di essere anche fin troppo ottimista quando leggo quello che Ev@ ha scritto. Nonostante io "sappia" che una formula è un'idea stenografata e che, quello che per alcuni è un palo a cui ancorare i propri pensieri, per altri, le formule, sono la bussola che li guida nei loro viaggi.
Non sono, quasi mai, viaggi d'amore. Potrebbero esserlo, sempre.

Non chiederci la parola

Cari saluti e, lo dico sottovoce anche se vorrei urlarlo, vi amo.

Ev@ ha detto...

Scusami amica mia e scusatemi tutti per la mia "astrusità"... però, prendendo a pretesto il commento di Mod, vorrei dire che tantissimi esprimono "preoccupazione" per le svolte a destra e tantissimi si dissociano da certi "movimenti"... e, per quanto ne so io, anche molte persone che votano per i partiti moderati (eufemismo che si usa per dire "voto centro-destra ma non voglio essere coinvolto/a in beghe di discussioni") a volte mi sembrano sinceramente sconcertati da quanto avviene... per esempio, in Italia, è imminente lo smantellamento della stato sociale, tutto premesso dal tam-tam che tanti invalidi sarebbero falsi... senza riflettere sul fatto che certe parole, se dette da un esponente delle istituzioni, che vuole apparire come uno che c'è da un paio di giorni mentre saranno vent'anni che ci sta, o con un titolo o con un altro... ecco, queste parole sono soltanto l'espressione dello stato che si dissocia da se stesso: fatto che da solo è un fatto inquietante non indifferente.

Al di là della furbizia con cui ogniuno, privatamente, pensa di cavarsela (che la dice lunga sull'egoismo che impera) il problema, secondo me, è prima di tutto culturale: cioè noi ci aspettiamo una soluzione perfetta come il risultato di una formula (matematica). Perché vogliamo esibire sicurezza... e sbaragliare gli interlocutori.

E' chiaro che una sicurezza del genere non esiste nè esisterà mai... perché le strade si trovano per tentativi (nella storia, la strada tracciata l'hanno avuta solo il nazismo o altre politiche dalla fine derelitta) però la nostra "cultura" è propensa a pensarlo, che noi siamo "per la libertà" (perché c'è scritto così) e siccome tutto è espresso da numeri e altre certezze, ogni alternativa ci sembra impossibile.

Per parallelo, pensateci, noi siamo così anche in amore: ma chi è che si presenta nudo/a davanti a un altra persona? Nessuno... tutti ci arrabattiamo a inventare trucchi destinati a renderci il più possibile "oggetto del desiderio" né più nè meno della merce che viene esposta in questo mondo mercificato (non a caso). Il motivo: la certezza di fare centro. Da formula matematica, perché il ragionamento è: se io sono così, funziono senz'altro.

Invece, se fossimo sinceri, dovremmo riconoscere che le persone davanti alle quali accettiamo di stare in completa nudità... sono veramente poche.

E dire: io ho pochi partners.. anzi.. dire che "se ci penso bene i miei veri partners li posso contare sulle dita di una mano"... è o non è una cosa che fa definire degli assoluti..?

Chi indovina la parola?

Per aiutarvi, dico solo che ogni volta la si pronuncia, il regista manda le risate registrate.

Saluti.

davide ha detto...

Caro amico Neepsl,

"Si infatti prima gli immigrati non c'erano, se la prendeva con i terroni, se ricordi bene..."

Tieni conto che la moglie di Bossi è siciliana e Bossi ha già designato il figlio Renzo (la trota) a succedergli alla guida della lega.

Tra un po' i leghisti saranno governati da un terrone. Comunque diventerà titolo d'onore essere bocciati tre volte a scuola.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Se l'estrema destra prende il 15% significa che quelle idee sono penetrate e sono state accettate, anche se superficialmente, da ben il 15% dell'elettorato.

Neelps, la situazione in Italia non e' che sia molto diversa da quel punto di vista. Non sottovalutare il razzismo dei leghisti; i bambini lasciati a pane e acqua, il famoso "bianco Natale, le distruzioni dei campi nomadi senza dare alla gente una sistemazione alternativa, la criminalizzazione clandestino che viene punito assai di piu' di chi ruba miliardi alla comunita', e tante altre belle invenzioni del partito padano unite a cio' che dicono certi ceffi che popolano il PDL ed altri partitini di destra non rendono il belpaese molto diverso dall'Ungheria.
Credi che in Italia non esista un buon 15-20% di fascisti razzisti?
E con questo rispondo anche a Rossoallosso.

rossoallosso ha detto...

l'italia e' la patria del fascismo,che sono molti di piu' che 15%,perche' l'italia e' fascista,lo e' sempre stata.
il fascismo,nel concetto piu' estremo del termine non se ne e' mai andato,altrimenti come definire la lega.
con l'avvento della repubblica e' stato fatto un grave errore,non aver chiuso definitivamente col ventennio,anzi e' stato semplicemente riciclato dalla vecchia dc,lasciando un sottofondo culturale fascista in apparenza ma in realta' ben presente nei luoghi di potere,che ora grazie allo sdoganamento berlusconiano si puo' manifestare senza timori.

Kameo ha detto...

@ Marco : "Ma dalle mie parti si dice che chi vive sperando muore cagando, non ho mai compreso bene cosa voglia dire."

... dalle mie parti si dice che muore cantando. Magari così il significato ti è più chiaro.
Un caro saluto e fatti vedere più spesso :-)

Gio ha detto...

Ho visto i risultati: assurdo!
Ma dimmi Klara, come mai ci sarà il ballottaggio?
Il partito che ha vinto è già al 54%!
Disfatta socialista terrificante.

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,

"con l'avvento della repubblica e' stato fatto un grave errore,non aver chiuso definitivamente col ventennio,anzi e' stato semplicemente riciclato dalla vecchia dc"

Mi sembra davvero una ricostruzione grossolana della nostra storia.

La DC ha preso in mano un'Italia arretrata e completamente devastata dalla guerra e ne ha fatto uno degli stati più ricchi del mondo.

Dire che non c'era libertà e democrazia in Italia durante il periodo in cui ha governato la DC lo trovo fuori luogo.

E' vero che c'era un piccolo partito neo fascita (MSI), ma non ha mai contato niente.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gio: Il secondo turno non e' un ballottaggio. Ecco come funziona la legge elettorale magiara.

http://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_in_Ungheria

Se gli exit poll saranno confermati, dopo il secondo turno Fidesz otterra' 270 seggi (ben oltre i 2/3 richiesti per avere la maggioranza assoluta e sarebbe la prima volta che tale condizione si verificherebbe nella storia dell'Ungheria democratica).
Ai socialisti andranno 55 seggi, a Jobbik 49 ed ai verdi 12

Scusatemi se non sono molto presente oggi, ma sono molto presa dalla tv e dai vari commenti dei politici.

marco ha detto...

Oggi elezioni in Ungheria, sul corriere della sera piccolo trafiletto, meno di 100 parole, in fondo a pag. 15.

A pag. 19 un trafiletto un po' più lungo, SCIOLTO NELL'ACIDO DAL DATORE DI LAVORO, dopo tre anni hanno arrestato l'assassino di Ivan Mesu, scomparso tre anni fa. Il movente sarebbe il furto di qualche litro di benzina.
Articoletto disperso in cronaca.

Poco fa sento il ministro frattini.
Io, fin che si poteva, vedevo il TG svizzero. MI ricordo come reagiva il governo svizzero quando volevano estradare un loro concittadino. Quando volevano arrestare il ex BR Lojacono lo chiamavano con il cognome della madre, Baragiola perchè è il cognome della madre, lei svizzera, lui con doppia cittadinanza. Il messaggio era chiaro, un cittadino svizzero prima di essere estradato, deve avere contro di sè un gran carico di prove altrimenti viene difeso dalla sua patria, a prescindere.
Non parliamo degli americani!
I francesi difendono i residenti, ora un po' meno, dottrina Mitterand o non dottrina Mitterand.
Sento frattini e che dice a proposito dei tre italiani, rapiti o arrestati in afghanistan?
Che l'Afghanistan ha un ordinamento giudiziario diverso... che la responsabilità giuridica è individuale...che sono solo stati fermati...Il succo è che ha detto "CAZZI LORO".
Il significato è che chi non è con noi, democrazia export spa, si fotta. Perchè mai dovremmo difendere chi non si adegua agli ordini del capo? La cittadinanza; fuffa.

Desolatamente vostro
marco

rossoallosso ha detto...

@davide
vai al minuto 26' di questo video,trasmesso interno alla mezzanotte di ieri, ore dopo che ho postato il mio commento.
non ne sapevo nulla e non dire che ho copiato.

rossoallosso ha detto...

@davide
questo il link
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-916137fc-f583-4f21-a4a5-1916cc91b21b.html?p=0

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Marco: Io leggo anche questo:

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/ha-la-tessera-sanitaria-scaduta-e-le-negano-le-cure-muore-cosi-una-bimba-di-13-mesi-322358/

Roba da barbari!
E poi c'e' chi al governo s'incazza tanto per la RU486!

Come vuoi che giudichi certi comportamenti? E soprattutto come vuoi che giudichi chi affida a certa gente la propria vita?

Se non altro in Ungheria i certi partiti non hanno ministri. Anche col 20% possono solo sbraitare e marciare, e certe cose aberranti negli ospedali non accadono. E se accadono i responsabili vengono puniti immediatamente dalla Giustizia.
Altro che processi brevi e legittimi impedimenti. I colpevoli vengo messi in galera ed i processi non durano 10 anni grazie ai quattrini di chi si puo' permettere di pagare collegi d'avvocati.
Inoltre, sia che ci sia la destra al governo o la sinistra, l'aborto viene praticato senza troppi impedimenti e senza che le "tonache" si intromettano nelle decisioni private di chi, se puo' votare, puo' anche decidere in tutta coscienza di come predisporre la propria vita.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

oggi al lavoro il mio amico poliglotta mi ha confermato quello che hai detto ieri.

Mi ha confermato che quel partito neo nazista è infame. Come vedi noi abbiamo i nostri idioti e voi i vostri.

Però mi ha detto anche che gli ungheresi sono più seri di noi italiani.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

@Chiara

Neelps, la situazione in Italia non e' che sia molto diversa da quel punto di vista. Non sottovalutare il razzismo dei leghisti;

Credi che in Italia non esista un buon 15-20% di fascisti razzisti?


Ciao Chiara,
Il punto della questione sta nel fatto che qui da noi non esiste un partito fasciata o razzista che sia, ben organizzato, capace di raccogliere consensi di quella portata.
La Lega, e' ben capace di esprimere idee simili, ma rimane nella sostanza disorganizzata da un punto di vista strategico per queste cose, quindi non costituisce una minaccia seria perche' usa il "razzismo", se cosi lo possiamo chiamare, per cavalcare il consenso.
Altra cosa invece sarebbe avere un partito fascista organizzato, come per esempio Forza Nuova.
L'organizzazione e la strategia, in un partito, sono tutto.

Non so se mi sono spiegato bene.
Dopodiche' e' possibile che ci sia un 15-20% che simpatizzano per idee xenofobe, ma finche' queste idee non si fondono con una logica piu' strutturata ed organizzata, rimangono sciolte ed in balia del vento del momento, quindi, relativamente, innocue.


ciao!!
neelps

marco ha detto...

E soprattutto come vuoi che giudichi chi affida a certa gente la propria vita?

Sì, la propria vita.
La tessera sanitaria avrebbe potuto essere la mia, che ne so , potrei averla persa e aver trovato uno zelante funzionario al pronto soccorso che , vedendo chiari sintomi di NON morte imminente, e sospettando che sia un pericoloso immigrato clandestino in cerca di cure gratis ( si sa che l'immigrato è tanto infido da arrivare a parlare bene l'italiano pur di non pagare ) o, più facilmente, un italiano che cerca di farsi fare qualche esame saltando la fila, oppone resistenza perchè non posso dimostrare di aver diritto ad usufruire di quel servizio.

Durante un viaggio in Gran Bretagna avemmo un incidente in macchina e un mio compagno di viaggio ebbe bisogno di cure in quel luogo, senza averne diritto. Non avevamo fatto i ducumenti necessari per estendere l'assicurazione sanitaria nazionale a tutta la comunità europea, colpa nostra, ci si pensa sempre dopo.
Fu visitato e curato.
Ricevette a casa il conto, neanche tanto salato. Pagò, non so quanto volentieri ma pagò.

Mah...forse in Italia, anche qui nella ricca Lombardia, il pronto soccorso è inteso come servizio di lusso che va pagato in anticipo.

Neelps ha detto...

@Marco

Mah...forse in Italia, anche qui nella ricca Lombardia, il pronto soccorso è inteso come servizio di lusso che va pagato in anticipo.


No scusa ma che significa?
Non si puo' trarre da questo fatto una regola generale di come funziona la sanita' in italia.
Episodi come questo accadono certamente, non e' mia intenzione metterlo in dubbio, ma non e' un comportamento sistematico.
E' come quando sento dire che negli USA se non hai la CC e stai morendo non ti soccorrono. Beh non e' proprio cosi....

Il sistema sanitario italiano e' ottimo, seppur sia sepellito da una marea di burocrazia rimane nella sostanza ottimo, di gran lunga superiore a quello Usa, e garantisce cure mediche a tutti, indipendentemente dal proprio reddito o cittadinanza.

Il medico in questione ha sottovalutato l'urgenza? vero
Forse se ne e' anche approfittato vedendo che aveva davanti a se' un immigrato? probabile.
Ma il comportamento di un medico, non determina, seppur spiacevole che sia, il funzionamento di tutto il sistema sanitario nazionale.
E' un medico incompetente forse, probabile, di questo pero' dovremmo discuterne anche a proposito del fatto che in quella zona, c'e' un ospedale generico ogni paese, in un range di 20Km ci sono forse piu' di 10 ospedali, incluso probabilmente uno dei migliori ospedali di tutta la lombardia, io lo trovo un ottimo modo per spendere tanti soldi e disperdere la professionalita', cmq questo e' un'altro discorso :-)


ciao

rossoallosso ha detto...

@chiara
leggendo i commenti che ti arrivano capisci ora perche' vince berlusconi?

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,

ho provato ad andare sul sito che hai detto, ma mi ha segalato pericoli al PC e non lo ho aperto.

Ciao Davide

marco ha detto...

@Neelps
E' sempre un errore umano quando il sistema funziona e succedono gli incidenti, quando si afferma che il sistema funziona.
Ma io non parlavo né del sistema né della sanità, né di come questa dovrebbe essere finanziata e organizzata.
Trovo che una struttura come il pronto soccorso dovrebbe prima accertare l'urgenza e solo successivamente il diritto di servirsi di questa. Non per una questione di organizzazione, solo per umanità.

saluti

Neelps ha detto...

@rossoallosso
leggendo i commenti che ti arrivano capisci ora perche' vince berlusconi?


sai si sa che a sinistra sono tutti grandi intellettuali con un immensa levatura morale !!

rossoallosso ha detto...

@neelps
ti sembrera' strano ma sono completamente daccordo con te,se facessimo meno gli "intelligenti"meno i moralisti e piu'i realisti forse il nano non sarebbe dov'e'.
poi mi dovete spiegare perche' la questione morale debba risolverla la sinistra,una destra che governa non dovrebbe farne anche lei una questione di base?
l'elettore di sinistra non vota perche' chi la rappresenta non e' moralmente accettabile,l'elettore di destra continua a votare a destra perche'la morale non e' sua questione.
chi e' peggio?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Come vedi noi abbiamo i nostri idioti e voi i vostri.

Ogni paese ha i propri idioti, ma la questione secondo me e' piu' seria: l”Italia, a differenza dell'Ungheria e’ invivibile. E ti spiego il perche’.
Avete i redditi fra i piu' bassi d’Europa ed i prezzi fra i piu' alti. Anche la corruzione e' fra le piu' alte, e cosi’ si puo’ dire della pressione fiscale ma soprattutto della sua RIPARTIZIONE fra i ceti che e’ fra le piu’ inique esistenti. Il governo e’ immerso in un perenne conflitto d’interessi che lo spinge a truccare i conti sull'economia e sulla disoccupazione: la disoccupazione REALE infatti e' ben al di sopra di quella che vi propagandano e la crisi economica sta colpendo l'Italia molto di piu' duramente di quello che vi stanno raccontano. I soldi sono quasi finiti e quando in cassa non ci saranno piu’ quelli necessari per pagare i LORO emolumenti, la famosa mano in tasca vedrai che ve la metteranno. Anzi, piu’ di una mano si trattera’ di qualcos’altro dentro ad un diverso pertugio; stanno gia’ iniziando a spalmare la vaselina.

http://www.blitzquotidiano.it/economia/supertassa-casa-federalismo-325865/

La mancanza di regole chiare, l’assenza di liberismo vero, la giungla delle tariffe, dei monopoli, delle lobby, stipendi e pensioni da FAME, precariato, la piu' bassa protezione sociale del mondo occidentale, l'ignoranza, la disinformazione, la caduta verticale dei valori, morali, etici, di convivenza, la forbice fra ricchi e poveri che si allarga sempre di piu’, il razzismo e decine di altre cose stanno creando in Italia una societa’ fra le peggiori esistenti. Solo che, come ogni cosa che viene iniettata lentamente, non ve ne accorgerete se non quando ormai sara’ tutto distrutto.
Niente da paragonare all'Ungheria, Davide.
Il vostro e’ un premier che pensa solo a proteggere se stesso dai processi che lo vedono coinvolto in ogni sorta di malaffare ed e’ circondato da maggiordomi e lecchini di ogni risma che lo assecondano in tutto, e per QUATTRINI persino l’opposizione si e’ venduta.

(Continua...)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Di Orban e dei suoi uomini si potra' dire tutto ma vuoi mettere il loro spessore etico e politico rispetto a quello dei mestieranti che siedono nel vostro Parlamento?
Orban, io non l’ho votato, ed anche se le sue ricette non rispondono totalmente alle aspettative di chi ha idee progressiste, sono piu’ che sicura che attuera' il suo programma. Di sicuro e' uno dei conservatori la cui onesta’ non puo’ essere messa in dubbio. Ed anche le opposizioni glielo riconoscono.
Tu dimmi quali saranno le prossime mosse del vostro governo… sai dirle? Quali? Impedire che si facciano le intercettazioni? Evitare al nano di presentarsi ai processi? Quali?
Il compito del prossimo governo ungherese, invece, sara’ quello di aumentare sensibilmente la competitivita’ del paese in modo tale da garantire entrate fiscali per un rafforzamento della sicurezza sociale. Questo lo ha detto Viktor Orban ad una conferenza stampa Lunedi’ scorso. "Non possiamo portare avanti alcuna razionalizzazione del bilancio se non mettiamo l'economia ungherese in un percorso di crescita. L'obiettivo e’ quello di ridurre il deficit", ha detto senza troppi fronzoli e frasi propagandistiche. E non ci credono solo i suoi. Ci credo anche io, pensa un po’. Procedera’ con una politica di tagli fiscali, una riduzione delle spese della burocrazia e sara’ severissimo contro la corruzione. Severissimo, capisci? E se non conosci gli ungheresi non puoi neanche immaginare cosa significhi tale termine.
Questi saranno i primi provvedimenti del nuovo governo. Altro che processi brevi. Sara’ la crescita economica al centro della sua politica. Altro riforma della Consulta.
Oltre a tutto cio’, Orban e’ il primo a voler tenere fuori dal potere la destra di Gabor Vona. Lui, diversamente dal miglior presedelcons degli ultimi 150 anni, non deve salvarsi il culo dagli scandali. Quindi non e’ RICATTABILE dai fascisti o dai leghisti.
E’ percepita la differenza?
Se si deve parlare di idioti, dunque, prima ancora dei partiti iniziamo a parlare di chi a questi partiti da’ il suo voto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Dopodiche' e' possibile che ci sia un 15-20% che simpatizzano per idee xenofobe, ma finche' queste idee non si fondono con una logica piu' strutturata ed organizzata, rimangono sciolte ed in balia del vento del momento, quindi, relativamente, innocue.

Ah... e' innocuo che il 15% composto da gente che ha idee xenofobe, razziste, clericali e guerrafondaie sia al governo con ministri e sottosegretari?
Interessante...


@ Marco: Durante un viaggio in Gran Bretagna

Stessa cosa in ogni altro paese europeo. Solo l'Italia va per conto suo e alla gente non lo dicono.
Parlo per esperienza personale. Ero in Germania alcuni mesi fa e mi capito' di farmi male ad un polso. Andai all'ospedale. Non avevo alcuna tessera sanitaria con me, pero' mi visitarono. Non attesi neppure 10 minuti prima che i medici (erano due) mi vedessero; mi curarono, mi dettero persino dei farmaci per il dolore. L'unica cosa che fecero burocraticamente fu quella di chiedermi il nome e il domicilio. Non mi fecero neppure pagare. Dopo tre mesi mi arrivo' a casa un bollettino di 32,50 euro da pagare alla posta. Stop.
Dico solo che se non l'avessi voluto pagare, quel bollettino, avrei anche potuto farlo.
Cosi' fanno in Germania. E lo fanno con tutti, bianchi, neri, biondi, bruni, alti, bassi, cristiani o islamici.
Ma e' chiaro che chi e' abituato a passare la sua vita davanti al grande fratello e ai reality delle tv mediaset, oppure a guardare in Rete le foto delle puttane, tutto questo non lo sa, e se esprime un'opinione sulla Germania dice solo: "mammamia! si mangia cosi' male! vuoi mettere come facciamo noi la pastasciutta?"


@ Neelps: Non si puo' trarre da questo fatto una regola generale di come funziona la sanita' in italia.

Dipende. Dipende se non e' accaduta anche a te la stessa cosa. A qualcuno che conosco io e' accaduta.
Prova un giorno a recarti nell'ospedale di una qualsiasi piccola cittadina ungherese per qualsiasi problema ed avrai un'idea di cosa significa efficienza sanitaria per la gente comune.
E' ovvio che da voi, dove di gente comune non ce n'e' (a parte gli sfigati, e' ovvio), i tanti ricchi e benestanti che sono milioni e milioni, diversamente da qui che siamo tutti pezzenti, hanno altre esigenze.


@ Rosso: leggendo i commenti che ti arrivano capisci ora perche' vince berlusconi?

No, non capisco. Sono tonta. ;-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Ogni paese ha i propri idioti, ma la questione secondo me e' piu' seria: l”Italia, a differenza dell'Ungheria e’ invivibile. E ti spiego il perche’......."

Di per se posso condividere tutto quello che hai detto. Quello che non condivido sono le cause.

Il declino italiano è una cosa che ha radici antiche (è iniziato molto prima che Berlusconi scendesse in politica) e le responsabilità sono molteplici.

Come ben sai io credo che le responsabilità maggiori siano della sinistra, ma tutti abbiamo le nostre responsabilità.

Questo governo avrà le sue colpe ma ha tenuto sotto controllo la spesa pubblica: io ho analizzato con attenzione le proposte dell'opposizione e nel 90% dei casi comportavano uno sfondamento della spesa pubblica.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

@Chiara
l”Italia, a differenza dell'Ungheria e’ invivibile.
Avete i redditi fra i piu' bassi d’Europa ed i prezzi fra i piu' alti. Anche la corruzione e' fra le piu' alte, e cosi’ si puo’ dire della pressione fiscale ma soprattutto della sua RIPARTIZIONE fra i ceti che e’ fra le piu’ inique esistenti.


Mah, non so se fare un paragone tra Italia ed Ungheria sia propriamente corretto perche' sono entrambe ad uno stato di sviluppo differente, l'italia e' in fase di declino(relativo si intende) mentre forse possiamo considerare l'Ungheria in ascesa.

Redditi bassi, prezzi alti, verissimo.Pressione fiscale alta, si vero anche questo ma non e' che ci discostiamo cosi tanto dagli altri paesi dell'EU.

Pero' su questa affermazione non sono affatto d'accordo "la piu' bassa protezione sociale del mondo occidentale". Ritratta "del mondo occidentale".

Cmq, bisogna considerare anche altri fattori importanti, per esempio che la maggiora parte delle famiglie sono proprietari di casa e che i genitori svolgono una funzione di paracadute sociale non indifferente. Ma forse, questo stesso fatto e' indicativo del declino relativo.
Ad ogni modo insisto, esiste un segnale di fondo, tra il rumore, che e' comune a tutte le potenze in declino relativo.
Poi noi ovviamente abbiamo le tutto cio' che hai elencato tu, con le nostre belle singolarita' colorite ;)

Pero' addirittura invivibile ??

ciao

Neelps ha detto...

@Chiara
Ah... e' innocuo che il 15% composto da gente che ha idee xenofobe, razziste, clericali e guerrafondaie sia al governo con ministri e sottosegretari?
Interessante...


Senti, non fare la furbetta, ho scritto relativamente innocuo. Hai anche capito cosa intendevo dire, credo.

@Chiara 2

Ero in Germania alcuni mesi fa e mi capito' di farmi male ad un polso. Andai all'ospedale. Non avevo alcuna tessera sanitaria con me, pero' mi visitarono.


Ma scusate, perche' qui invece la procedura com'e'? ti chiedono nome,cognome e residenza/domicilio.
Ti visitano per accertare il problema e poi ti fanno fare eventualmente l'esame specifico in altri reparti. Poi, se la cosa non viene reputata urgente da pronto soccorso ti fanno pagare un ticket, se non lo paghi te lo mandano a casa con un bollettino.
E cmq, la tessera sanitaria non e' vincolante al pronto soccorso, perche' se uno si taglia un dito mentre taglia il prato, non e' che sta a perdere tempo a cercare la tessera sanitaria, mentre il sangue sgorga dalla mano,vai e ti danno tutta l'assistenza del caso. Altrimenti che Pronto Soccorso e'?!


Se poi volete dire che spesso e volentieri, sia i medici che il personale, in molti ospedali, sembrano sempre incazzati con il mondo e sono scorbutici e maleducati, che non si capisce mai una cazzo dove bisogna andare, che le indicazioni e le informazioni sembrano organizzate da un analfabeta, e' tutto vero.
Ma nel complesso la sanita' italiana non e' affatto male ed e' prestata a tutti gratuitamente (*vedi nota).


(*)nota: per gratuito ovviamente si intende senza pagare extra oltre quello che si paga implicitamente nelle tasse. Quindi, si, per alcuni e' proprio gratuita, invece per i lavoratori dipendenti, diciamo un po meno gratuita....


Dipende. Dipende se non e' accaduta anche a te la stessa cosa.


E' chiaro Chiara, ma parliamoci chiaro :) da un caso negativo non puoi derivare che il sistema non funziona. Altrimenti dovremmo dire che siccome di aspirina muoiono 1 persona ogni 2ml (non so), allora l'aspirina non funziona. Ma che roba e'? Non metterla sul personale perche' e' ovvio che in quel caso entrano in gioco altre componenti.

Il sistema sanitario italiano, se fosse condito con un po di educazione e organizzazione lato "cliente" sarebbe davvero uno dei migliori al mondo, e gia' cosi, con tutti i suoi problemi, non e' affatto lontano.

Con questo pero' non voglio dire che e' giusto che capiti l'errore, non lo e' mai, e da li bisogna sempre cercare di migliorarsi, ed e' vero che per migliorarsi bisogna sapersi criticare aspramente.

ciao
neelps

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Pero' addirittura invivibile ??

Invivibile, invivibile, fidati.
C'e' solo un paio di cose che rimpiango dell'Italia: il cibo ed il clima. Ma tutto si ferma li'. A Budapest trovi tutto cio' che c'e' a Milano ed anche di piu', pero' a prezzi assai inferiori.

da un caso negativo non puoi derivare che il sistema non funziona.

Da un caso negativo no. Da molti casi negativi si'.
Vuoi forse dire che la morete di quella bambina sia unico ed isolato?

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics