lunedì 12 aprile 2010

40
comments
Guida pratica per uccisori di bambini

Per prima cosa assicuratevi di stare dalla parte giusta: quella dei buoni. Non dovete assolutamente sbagliare, anche se i cattivi sono facilmente riconoscibili essendo tutti quanti sporchi, brutti, barbuti, e sono noti per costringere loro donne a ricoprirsi dalla testa ai piedi con un orribile ed assurdo velo.

Da che mondo e’ mondo le guerre contro i cattivi che istigano all’odio, oltre che giuste sono anche sante e quindi benedette. Se ammazzate il nemico, quindi, non vi aspettano solo gli onori e le medaglie, oltre ovviamente ad un po’ di quattrini che male non fanno, com’e’ giusto che sia, ma in tal modo vi garantite anche il perdono eterno, esattamente come chi mille anni fa si reco’ in Terra Santa per riconquistarla agli infedeli.

E se invece del nemico vi capita di ammazzare dei bambini, non fatevene un cruccio. Oltre a trattarsi di probabili futuri terroristi sporchi, brutti e barbuti, voi non avete alcuna colpa. Non avrebbero dovuto trovarsi in quel posto. Che ci facevano li’ quei bambini? E’ forse colpa vostra se ci sono dei paesi barbari e sottosviluppati dove c’e’ la guerra? E dove c'e' la guerra, la gente muore. Sfiga per loro!

Voi i vostri figli, giustamente, li proteggete. Non li lasciate indifesi in mezzo ai proiettili vaganti. Li mandate a scuola, se possibile in una di quelle gestite dai preti. Per questo motivo il vostro contributo dell’otto per mille lo date volentieri alla Chiesa e non a quei talebani di Emergency. Con i talebani di Emergency i vostri figli imparerebbero solo ad odiare, mentre con i preti imparano i principi della tolleranza, dell’amore, e tante altre belle cosine…

L’importante, qualora vi accadesse di ammazzare un bambino, e’ che evitiate in ogni modo di turbare le coscienze delle tante brave persone che a casa in tv vi acclamano come eroi, e che in coro cantano l’inno nazionale con la mano sul cuore sventolando felici le bandierine. Non dovete assolutamente allarmarli con notizie tendenziose che creano solo disfattismo, e che non vi aiutano di sicuro nella vostra opera di estirpazione del male e di diffusione della democrazia.

E se per caso c’e’ qualcuno che vi denuncia perche’ ha visto quello che avete fatto, non un e’ problema: e’ sufficiente che mettiate su un bel casino dove lo incastrate accusandolo di essere un fanatico amico dei terroristi, magari mettendogli in tasca una bella pistola carica che lo dimostri. Se poi certi ministri vi danno pure una mano, il resto viene da se’. Ricordatevelo sempre: voi siete i buoni, gli altri i cattivi.

40 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

di questo argomento abbiamo parlato più volte su questo blog e il nostro disaccordo è sempre stato totale (all'inizio non volevo neanche intervenire).

Purtroppo il terrorismo non si può combatterlo con i fiori.

Naturalmente c'è anche chi crede alle favole dei complotti sull'11 settembre e in questo caso la discussione è inutile.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

naturalmente mi riferisco esclusivante all'Afganistan, perchè tu sai benissimo che io ho sempre disapprovato la guerra contro l'Irak (perchè non sono mai state fornite prove serie che l'Irak sostenesse il terrorismo).

Ciao Davide

euz ha detto...

Ciao Chiara,
sappiamo benissimo che "la gente" preferisce l'accomodante menzogna dei media alla "tua" scomoda verità!
Mimmo

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Euz: La mia scomoda verita'? Suvvia... dico solo banalita'. Sono una persona semplice, cosi' banale e scontata che a differenza di chi vuol proporsi come l'Oracolo vivente, mi accontento di dire "piove" quando piove e "c'e' il sole" quando invece e' sereno.
Se tutti facessero cosi' invece di arzigogolare con elucubrazioni psichedeliche, forse questo mondo sarebbe migliore.
Pane al pane e vino al vino, si dice da voi, no? Ma la gente preferisce negare l'evidenza dei fatti. E' piu' comodo far finta di niente e pensare a come fregare il prossimo prima che lui freghi noi.
Ed i ragionamenti poi... mi lasciano basita.
Un prete pedofilo?... e' solo una povera persona malata e di lui non si deve divulgare il nome, anzi lo si protegge affinche' il suo vizietto non sia noto.
Un romeno accusato di essere uno stupratore?... e' un delinquente, anche se non e' lui il colpevole non importa, lo si fa confessare a forza e la sua faccia e' schiaffata su ogni giornale.
Un extracomunitario che ruba un pacco di biscotti?... e' un ladro e come tale viene sprangato a morte.
Un presidente del consiglio che truffa il fisco per miliardi?... e' un perseguitato dalla magistratura e merita lodi e leggi ad personam.
Tutto e' cosi' ormai. Non esiste piu' logica, non esiste piu' ragione, non esiste piu' un punto di appoggio per un ragionamento che contempli una cosa semplice semplice che in ogni altro paese civile ha un nome: convivenza pacifica.
Il problema, secondo me, e' l'egoismo unito all'imbecillita' e all'ipocrisia. Un mix micidiale che crea mostri e forse anche malati di mente. Anzi, sicuramente malati di mente.
Il papiminkismo, ad esempio, fenomeno tutto italico che ha avuto modo di svilupparsi a dismisura in un paese sempre piu' popolato da egoisti imbecilli ipocriti, e' secondo il mio modesto ed umile parere di zingara ignorante, l'emblema di di tutto cio'.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Tutto e' cosi' ormai. Non esiste piu' logica, non esiste piu' ragione, non esiste piu' un punto di appoggio per un ragionamento che contempli una cosa semplice semplice che in ogni altro paese civile ha un nome: convivenza pacifica."

Giusto! Però per avere la pacifica convivenza bisogna essere in due.

Se qualcuno ti mette le bombe in casa e uccide le tue sorelle mi spighi cosa fai.

@EUZ.
sappiamo benissimo che "la gente" preferisce l'accomodante menzogna dei media alla "tua" scomoda verità!"

In questo caso non si tratta solo dei media italiani, ma di tutto il mondo libero.

Immagino che ci sarà certamente un complotto mondiale, gestito da qualche grande vecchio, che distorce le cose.


Ciao Davide

Nicole ha detto...

Penso e senza ombra di dubbio, che siano innocenti. Li hanno fermati perché scomodi o testimoni di qualcosa di più scottante del solito.
Penso che questo mondo non è sempre facile da sopportare. Troppe ingiustizie, troppe verità nascoste. Troppi colpevoli in giro a piede libero.

siggy ha detto...

Personalmente non affiderei mai a Gino Strada la mia sicurezza.
Nè dal punto di vista della cosiddetta "intelligence" nè dal punto di vista medico-sanitario.
Tuttavia trovo ammirevole la sua dedizione alla causa dei più deboli.
Dovrebbe però decidere se vuol fare il medico o il politico.
Nel primo caso potrebbe ispirarsi a Medicine sans frontieres che opera in tutto il mondo senza ergersi a detentrice della verità.
Nel secondo caso dovrebbe rinunciare a nascondersi dietro una croce rossa, pretendendo di poter interferire con un governo che è quanto di meglio l'Afghanistan possa permettersi oggi.
Una volta l'emerito Strada disse che il segno del fallimento dell'invasione americana in Afghanistan stava nella comparsa della droga e della prostituzione.
Mi pare che l'integralismo contenuto in questa affermazione non meriti alcun commento.

Il tuo siggy

Nicole ha detto...

@siggi
Dissento...

E' proprio vero che nessuno è: Nemo propheta in patria.

marco ha detto...

Sì, certo, vivo nel mondo libero dove l'Afghanistan ha il meglio di quello che può permettersi...Dove sparano ma non si deve dire...Il problema diventa G. Strada che si permette di avanzare qualche dubbio.

Qualcuno mi può spiegare perchè medecins sans frontiere ha ritenuto necessario rimarcare la sua distanza da qualsiasi governo, come fa anche emergency.

http://www.medicisenzafrontiere.it/msfinforma/news.asp?id=2302

A nessuno viene il dubbio che sia la "politica" che tenta di entrare nelle tende di quegli ospedali per portare la guerra anche lì?

siggy ha detto...

Il problema, insanato ed insanabile, dell'essere umano è la contraddizione tra l'individuo e la specie.
In un formicaio, in guerra verso un altro formicaio, la vita di alcune formiche viene spesa senza indugi per salvare il maggior numero di individui.
Gli esseri umani, ogni essere umano, ha l'insopportabile superbia di ritenersi più importante della specie.
Per giustificare questa superbia, cercando così di dotarla di una patente di egualitarismo, difende anche la cosiddetta sfera individuale degli altri individui.
Vorrei, a questo punto, chiarire che io stesso, nella vita quotidiana, non mi sottraggo a questa logica.
Solo, non riesco ad esimermi dal notare la di lei intrinseca contraddizione, che sta alla base di quasi tutti i problemi del genere umano.

Il Vostro Siggy

PS se è vero che nessuno è nemo propheta in patria allora tutti sono profeti in patria...

scusate il sillogismo ma volevo impressionare Gatsby...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Giusto! Però per avere la pacifica convivenza bisogna essere in due.

Ma davvero?
Io la penso in modo un po' diverso, ma si sa, sono anarchica, talebana, comunista, matta e pure un po' puttana (guarda che bella rima). Come la penso io tu non lo capiresti mai, fidati, e come se ti parlassi nell'antica lingua di mia nonna. Quindi non perdo neppure tempo.
D'altro canto c'e' chi, anche se non lo parlo, conosce benissimo il mio pensiero e lo condivide.
Vedo che in Italia ormai manca la capacita cognitiva, manca l'empatia, il buon senso, l'onesta', la correttezza, la coerenza che vorrebbe il potente che ruba tanti soldi ed il prete pedofilo in galera, con aggravanti perche' entrambi si approfittano del loro ruolo, mentre il romeno innocente ed il disperato che non ha soldi per i biscotti aiutati e supportati dalla comunita'.
Un paese in cui i bambini vengono messi a pane e acqua mentre la corruzione ed il malaffare continuano a spolpare le tasche di tutti, non merita alcun rispetto da parte mia.


@ Siggy: Personalmente non affiderei mai a Gino Strada la mia sicurezza.

Se invece l'affidi ai cialtroni che adesso sono al governo della tua bella Italia e che hanno ridotto il tuo paese a livello del secondo mondo (il terzo e' imminente, ma arrivera') credi di essere piu' intelligente?
Io ho sentito parlare Gino Strada piu' volte. Forse e' un grande attore, pero' mi dispiace dirtelo, parla quella lingua che molti di voi non riuscirebbero a comprendere, e c'e' un abisso come integrita' morale fra lui e i tanti salvatori della patria (ma soprattutto del loro conto in banca frutto dei soldi che hanno rubato) in doppiopetto.

Il problema, insanato ed insanabile, dell'essere umano è la contraddizione tra l'individuo e la specie.

Perche' io non agisco come descrive la tua teoria sulla specie? Che cosa sono io, un'aliena?
Perche', molte persone non agiscono in quel certo modo? Sono ultracorpi?
No. Il problema di ALCUNI, MOLTI esseri umani non e' la contraddizione, quello e' un giochetto verbale che serve a tacitare la coscienza. Il problema, il vero problema e' la merda che queste persone hanno dentro la cui puzza si sente anche da fuori.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Come la penso io tu non lo capiresti mai"

Lo so benissimo come la pensi tu: non sei l'unica, conosco tanti che la pensano come te su questi argomenti (anche il mio amico poliglotta, per eseempio, sulla guerra in Afganistan la pensa in modo molto simile a te).

Io invece la penso diversamente e sostengo con convinzione (anche Obama la pensa come me) la lotta contro il terrorismo.

Ciao Davide

siggy ha detto...

@ marco: dissociarsi dai governi è una cosa (figurati che me ne dissocio pure io) fare politica attiva è un'altra. Chi fa politica non deve essere nè medico nè militare. O forse il politico medico è meglio per definizione del politico militare? Secondo questa logica il politico sacerdote è il massimo in assoluto dato che ha una linea diretta col capo...

@ chiara: supposto anche che il tuo comportamento non sia avverso alla specie, non capisco questo cosa dimostri.
Tra l'altro questa insanabile contraddizione sta alla base del fallimento di tutte esperienze egualitariste (comunismo, anarchia ecc.) mentre costituisce il fondamento del capitalismo e dell'accumulazione. Così si critica il capitalismo dimenticando che esso si fonda sulla natura umana medesima.
Quanto al governo che ci ritroviamo non c'è nessuno che ne pensi più male di me ma il problema è sempre lo stesso: gli italiani hanno quello che si meritano...

Gio ha detto...

Klarissima, sono un po' preso e non ho seguito il tuo blog negli ultimi giorni.

Hai letto la lettera del cittadino che ha pagato la mensa per i bimbi morosi?

E' linkata qui

http://www.corriere.it/cronache/10_aprile_13/lettera-imprenditore-adro-non-vado-in-tv_f302461e-4719-11df-be6f-00144f02aabe.shtml

Vorrei tanto sapere il tuo pensiero a riguardo.

Un abbraccio.
Ti penso anche quando non passo di qui :-)

Gio

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: la lotta contro il terrorismo.

Scusa Davide, ma hai mai provato a guardare le cose con gli occhi di chi ha avuto le gambe maciullate da una bomba gettata (ovviamente per errore.. sempre per errore, non sia mai) sui civili?
Non credi che per lui i terroristi possano essere altri? Non credi che per lui ed i suoi figli lo scopo vero della vita sia far saltare in aria ogni italia, inglese, americano, israeliano o pincopallino qualsiasi che non e' musulmano? Non credi che invece di esportare la Democrazia, il piu' grande criminale di guerra dopo Hitler e Stalin, vale a dire George W. Bush abbia in realta' esportato il terrorismo?
Oltre ovviamente ai capitali nei paradisi fiscali.
In fatto che in Afghanistan ci siano gli eserciti piu' potenti del mondo, e prima ancora ci fossero i russi, che i piu' cattivi del mondo, e nonostante questo accanimento terapeutico da decenni nessuno sia riuscito a piegare quella gente brutta sporca e barbuta (pare infatti che tuttora il 70% del territorio sia in mano ai talebani), mentre Hitler nonostante la sua incredibile macchina bellica fu fatti fuoro in 5 anni, non ti pone qualche dubbio?
Qualche piccola domanda tipo: ma davvero la vogliono vincere la guerra e portare la pace, o soltanto vogliono farla DURARE?
La guerra non e' la soluzione ai problemi. E' IL PROBLEMA. E chi la fa, non la fa perche' finisca tanto presto. Mica rischia la sua di vita. Lui se ne sta sui campi da golf ed i suoi figli studiano ad Oxford, cacchio!
Vuoi sapere cio' che davvero penso? Penso che la guerra in Afghanistan sia il simulacro della classe dirigente marcia e corrotta che l'ha iniziata. Quando da Kabul i militari scapperanno appesi agli elicotteri, anche in occidente, in piu' di un paese, ci sara' chi verra inseguito con i forconi. Le due cose sono intimamente connesse.

@ Siggy: non capisco questo cosa dimostri.

Dimostra che cio' che dici non e' una regola. Come non e' una regola quanto esprimi qui:

questa insanabile contraddizione sta alla base del fallimento di tutte esperienze egualitariste (comunismo, anarchia ecc.)

Tutte tutte no. Mi pare che ti sia dimenticato del Cristianesimo, altra esperienza egualitarista, anzi quella che lo e' piu' di tutti. O lo dai per fallito?


@ Gio: Hai letto la lettera del cittadino che ha pagato la mensa per i bimbi morosi?

L'avevo letta ieri, ed avevo anche scritto un mezzo post. Poi il mal di testa mi ha messa KO. Oggi sono io che non sto molto bene, Gio. :-)

Gio ha detto...

Riguardati amica mia.
Qui è tornato il freddo, e ha portato con sè pioggia, vento, colpi di tosse e starnuti.

Un abbraccio

Gio

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Non credi che invece di esportare la Democrazia, il piu' grande criminale di guerra dopo Hitler e Stalin, vale a dire George W. Bush abbia in realta' esportato il terrorismo?"

Io non ho mai parlato di esportare la democrazia, ma di combattere il terrorismo.

Per questo io ero contrario alla guerra all'Irak, perchè non c'era nessuna prova che sostenesse il terrorismo.

Invece sono stato favorevole all'intervento in Afganistan, perchè li c'erano tonnellate di prove che sosteneva il terrorismo.

Che poi nella guerra in Afganistan siano sati fatti tanti errori è vero.

Però quasi sempre quando ci sono morti civili è perchè i terroristi si fanno scudo dei civili inermi per aizzare l'odio contro la coalizione internazionale che combatte il terrorismo.

Ciao Davide

marco ha detto...

@ siggy
Giuro che non ho capito quello che hai scritto e cosa c'entri con quello che ho scritto.

Comunque, in questo caso "dissociarsi" significa non prendere soldi dai governi per non essere sottoposti ad un possibile ricatto. Sul perchè queste ONG si comportino così...Chiedere a loro.
Tu ti dissoci e non prendi soldi dal governo? Sei una ONG?

Riguarda ai politici militari, non mi sembra che Napoleone c'entri una fava.

Sui politici medici a chi ti riferisci?
Forse a Scapagnini, ex medico del Berlusca, ex sindaco di Catania?
Lo Scapagnini che ha lasciato un buco in bilancio tale che non c'erano più i soldi per pagare le bollette e alcune strade di Catania rimanevano al buio?

Sacerdoti-politici, qui il riferimento è chiaro.
Stai parlando di Talleyrand, quello che Napoleone, che continua a non c'entrare una fava, apostrofò come una merda in calze di seta.
Beh...rispetto a quelli che ci sono qui adesso mi viene solo da pensare che almeno lui le calze le aveva.

Neelps ha detto...


da una bomba gettata (ovviamente per errore.. sempre per errore, non sia mai) sui civili?


Ma diciamo anche che spesso le "bombe" e i "missili" non sono lanciati deliberatamente contro i civili. A volte si, ma spesso no.

Il problema e' che quando si lancia un missile, uno di quelli "intelligenti" intendo, nella maggior parte dei casi non va sempre tutto come deve andare.
Ci sono tanti fattori, vento, punto di partenza(aerei piuttosto che piattaforme) etc etc che ne determinano la "rotta".
Questa rotta, che in molti casi si autoaggiusta tende ad ottimizzarsi da sola, e' quindi soggetta a molte variabili e lievissime variazioni esterne possono comportare variazioni di decine di metri, se non di centinaio di metri in casi proprio sfigati.

Ora se tu lanci un missile in un edificio di una citta', 20-30mt nel caso fortunatissimo, gia' non sono pochi.

Senza poi contare il fatto che quando il missile arriva a terra, provoca il rimbalzo di una serie di detriti che vanno a coprire una zona molto estesa tutto intorno.
Questi frammenti sono ovviamente pericolosissimi per tutti quelli che si trovano li attorno, anche a distanza di 100-200 metri.

Non che non siano progettati bene questi missili, vantiamo un ingegno notevole in questo settore, senza fare nomi, questi sono missili "intelligenti", lasciamo stare quelli stupidi.

Inoltre, su alcune specifiche tecniche, il fatto che l'esplosione all'impatto provochi effetti distruttivi per un raggio di X, non e' necessariamente un punto a sfavore.

NO, dico questo, giusto per fornire un inquadratura migliore. Se usi dei missili, dico quelli intelligenti, in un centro abitato, si sa benissimo cosa e chi si va a colpire, voglio dire, poi il resto e' marketing aziendale :)

Se invece usi i missili "stupidi" e' come cercare di lanciare la pallina nel vasetto del pesciolino con gli occhi bendati.

"intelligente", per chiarire, sta a significare che, siccome la tecnologia costa un sacco, facci risparmiare un po di soldi, a volte ho la sensazione che i giornalisti abbiano frainteso con un altro significato.... ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Il problema e' che quando si lancia un missile, uno di quelli "intelligenti" intendo, nella maggior parte dei casi non va sempre tutto come deve andare.
Ci sono tanti fattori, vento, punto di partenza(aerei piuttosto che piattaforme) etc etc che ne determinano la "rotta".
Questa rotta, che in molti casi si autoaggiusta tende ad ottimizzarsi da sola, e' quindi soggetta a molte variabili e lievissime variazioni esterne possono comportare variazioni di decine di metri, se non di centinaio di metri in casi proprio sfigati.

Ora se tu lanci un missile in un edificio di una citta', 20-30mt nel caso fortunatissimo, gia' non sono pochi.

Senza poi contare il fatto che quando il missile arriva a terra, provoca il rimbalzo di una serie di detriti che vanno a coprire una zona molto estesa tutto intorno.
Questi frammenti sono ovviamente pericolosissimi per tutti quelli che si trovano li attorno, anche a distanza di 100-200 metri.

Non che non siano progettati bene questi missili, vantiamo un ingegno notevole in questo settore, senza fare nomi, questi sono missili "intelligenti", lasciamo stare quelli stupidi.

Inoltre, su alcune specifiche tecniche, il fatto che l'esplosione all'impatto provochi effetti distruttivi per un raggio di X, non e' necessariamente un punto a sfavore.

NO, dico questo, giusto per fornire un inquadratura migliore. Se usi dei missili, dico quelli intelligenti, in un centro abitato, si sa benissimo cosa e chi si va a colpire, voglio dire, poi il resto e' marketing aziendale :)



Si'... capisco... bim bum bam... x y z.. la rotta, la collisione... marketing aziendale...
Hai ragione, non ci avevo pensato. Cerchero' di spiegarlo a chi ha perso tutta la famiglia per un errore di calcolo x y z e sono certa che capira'.
Adesso quella persona dormira' sogni tranquilli sapendo che e' stato tutto un banale incidente di marketing aziendale.

siggy ha detto...

@marco: Napoleone? Talleyrand? Scapagnini? Mangiato pesante?
Da povero carmelitano ci riprovo:
1) Emergency e MSF sono enti profondamente diversi:
Emergency fa propaganda di tipo politico contro i governi di alcuni paesi in cui opera, MSF no, si limita ad aiutare.
2) O si aiuta o si fa politica. Se si fa politica in quanto benemeriti disinteressati si vive un conflitto di interessi (astenersi battute).
3) Gli onesti (esisteranno mai?) fanno politica proponendo delle soluzioni ai problemi contingenti e chiedendo che le loro soluzioni vengano giudicate per le conseguente che comportano sulla situazione pregressa (pragmatismo).
I disonesti (politicamente) popongono delle soluzioni a priori perchè sono "buone", sono "correct", sono "suggerite da Dio" (il politico-sacerdote non deve avere per forza preso gli ordini), indipendentemente dalle conseguenze che comportano (moralismo).
4) Strada è uomo buono e giusto, cura i bambini straziati dalle bombe occidentali e quindi deve avere ragione per forza. Le ragazze lapidate dai talebani chi le cura?

Sono stato spiegato meglio? Ce l'ho fatta?

@ Chiara:
il cristianesimo????
Mi parli di cristianesimo come di dottrina egualitaria?
Il cristianesimo è quanto di meno egualitario ci sia al mondo.
Divide gli esseri umani tra coloro che hanno la fede e coloro che non ce l'hanno.
Cosa ho fatto di male io per non avercela questa cazzo di fede?
E per quale motivo i signori che questa cazzo di fede ce l'hanno vogliono legiferare contro le mie libertà.
Perchè Dio lo vuole...
Prima mi disprezzi le truppe dell'Isaf come i nuovi crociati e poi mi citi il cristanesimo?
Boh...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Siggy: Il cristianesimo è quanto di meno egualitario ci sia al mondo.
Divide gli esseri umani tra coloro che hanno la fede e coloro che non ce l'hanno.


Le divisioni le fanno, allora, anche le altre dottrine egualitarie, come ad esempio il comunismo.
Non e' affatto una questione di Fede. Chi e' pragmatica come me non puo' credere agli asini che volano, ma sai perche' assimilo il cristianesimo al comunismo? Perche' da noi veniva insegnato il secondo esattamente con la stessa finalita' con la quale da voi veniva e viene insegnato il primo.
Ma quando parlavo di egualitarismo forse mi riferivo ad altro. Non sono molto preparata sull'argomento, e neppure molto intelligente. Spero mi perdonerai. :-)

A parte questo, pero', so che non agisco secondo quella logica della specie da te espressa. E come me fanno molte altre persone (guarda ad esempio quel brav'uomo che ha tirato fuori i soldi per pagare la mensa ai bambini di Adro).
Sono gesti che non mi sono estranei e che comprendo benissimo perche' io stessa ed altre persone con me agiamo con il medesimo spirito e subiamo la stessa ostracizzazione da chi invece preferirebbe che a dominare fosse il cinismo; coloro che, come iene incazzate, criticano questi comportamenti perche' si sentono scoperti nella loro schifosa natura ipocrita ed egoista, e vorrebbero un mondo cosi', a loro immagine e somiglianza. Cosi', ad ogni gesto da cui trapela quella che io reputo autentica bonta', li vedi insorgere e gridare "all'untore".
Dimmi se esiste un altro termine per descrivere questa gente se non "merda".

rossoallosso ha detto...

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6955

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Io non ho mai parlato di esportare la democrazia, ma di combattere il terrorismo.


Le matrici del terrorismo hanno tutte quante un punto di collegamento fra un'ideologia e l'essere umano che si presta a compiere un certo atto.

Sull'ideologia il discorso sarebbe assai lungo e dispersivo, ma se manca lo "strumento" cio' l'essere umano che si rende disponibile a compiere una strage a costo di farsi addirittura uccidere, il terrorismo non esisterebbe.

E tu credi che il terrorista sia un individuo che una mattina si sveglia e dice "oggi voglio fare un attentato"?

Il terrorismo nasce come nascono le faide. Ma le faide hanno un punto d'inizio: un torto che viene recepito ingiusto e che quindi esige una vendetta.

Tu credi che un soldato che uccide un bimbo non faccia di suo padre un potenziale terrorista? O viceversa non renda un bimbo un futuro terrorista se vede la sua famiglia massacrata?

Mi pare che molta gente si riempia la bocca di nozioni, guardando sempre agli effetti e mai guardando le cause.

La guerra, come dice anche Gino Strada, e' una causa di terrorismo e quindi di altre guerre e non, come dici tu, l'effetto del terrorismo.

C'e' gente che su quella guerra e su tutta la propaganda intorno sta spolpando l'osso, come fanno gli sciacalli. E l'osso vale qualche miliardo. Sono le lobby che hanno in mano tutti gli affari connessi al mestiere della guerra: da chi costruisce elicotteri e fucili, a chi rifornisce di cibo le truppe.


Vuoi sapere cosa frega a quella gente delle vittime del terrorismo?

Una beata fava!

Anzi se si accorgessero che la guerra stesse per terminare non ci penserebbero due volte prima di far esplodere una bella bombetta "terroristica" da qualche parte.

Tu pensi che chi costruisce le armi o chi traffica in oppio abbia qualche difficolta' a procurarsi l'esplosivo?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Mi pare che molta gente si riempia la bocca di nozioni, guardando sempre agli effetti e mai guardando le cause."

Ero sicurissimo che mi avresti risposto in questo modo: come ti ho detto sopra su certe cose lo so benissimo come la pensi tu.

Tra il resto i ragionamenti che hai fatto sopra li ho sentiti fare tantissime volte.

Negli anni '70 avevo degli amici che giustificavano il terrorismo delle brigate rosse, perchè combattevano contro il mostro del capitalismo. Per loro il terrorismo delle brigate rosse era solo una giusta reazione contro l'ingiustizia del capitalismo: finche non si abbatteva il mostro del capitalismo era giustificato il terrorismo delle brigate rosse.

Quando c'è stato l'attacco alle torri gemelle io ho sentito degli arabi e mussulmani che hanno approvato l'azione degli attentatori perchè, dicevano loro, gli americani sono nemici dell'islam.

Di esempi come quelli sopra potrei fartene tantissimi.

In genere le presunte cause che generano il terrorsmo sono solo fissazioni che si basano sul niente.

Spesso chi parla di ingiustizie mondiali lo fa su basi irrazionali.

Tempo fa tu avevi detto che la povertà dei paesi poveri è in parte causata dai paesi ricchi. Io ti avevo sfidato a portare una prova del fatto che l'Italia, la Francia, la Germania o un qualsiasi stato occidentale rubino anche un solo centesimo ai paesi poveri. Ebbene sono passati anni e non ho mai avuto risposta.

Se poi mi dici che i paesi ricchi fanno pochissimo per aiutare i paesi poveri sono daccordissimo. Però questa è un'altra questione.

Ciao Davide

Nicole ha detto...

Tutto bene, stai meglio? Volevo solo lasciarti un saluto...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Te lo dico sinceramente: mi sono rotta di risponderti. La tua logica mi e' aliena, cosi' come lo e' la mia per te. Sei convinto di quanto dici? Bravo!
Anche io sono convinta di quanto dico e con te mi sembra di sprecare il mio tempo, quindi ti lascio a discutere da solo o con chi avra' voglia.


@ Nicole: Grazie del saluto. Mal di testa passato, ma ho molte cose in arretrato che devo assolutamente portare a termine e quindi sto tralasciando un po' il blog e mi limito a rispondere ai commenti nei quali sono chiamata in causa direttamente. E' un momento di riflessione. Divento sempre piu' misantropa e non e' un buon segno. Vedo un mondo che mi piace sempre di meno e sono sempre piu' tentata di rinchiudermi nel mio eremo inaccessibile a tutti se non a poche persone.

Nicole ha detto...

ti comprendo...è un periodo che anche io penso alle stesse cose.

marco ha detto...

@ siggy

Sì, ti sei spiegato.
Se, oltre che ad affermare che è evidente che il sole gira intorno alla terra, mi punti anche una pistola alla tempia potrei arrivare a darti ragione, forse.

O si aiuta o si fa politica...bella questa.


No, non so chi cura le donne lapidate dai talebani.
So solo che il corano c'è da svariate centinaia di anni, i talebani da poche decine e, mi chiedo, da dove vengano i talebani.

rossoallosso ha detto...

@davide
e' sufficente smettere di leggere "topolino" o "libero" o il "giornale" oppure "chi" e girare un po' in rete per cercare tutte le prove che vuoi.
http://www.storicamente.org/07_dossier/migrazioni-rekacewicz-14.htm
questo link dovresti leggerlo a meno che tu non abbia un computer che suona l'allarme quando visiti siti che trattano argomenti diversi dal gossip

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"La tua logica mi e' aliena, cosi' come lo e' la mia per te. Sei convinto di quanto dici? Bravo!"

Lo so. Però io continuerò a battermi contro il terrorismo, per difendere te e le tue sorelle.

Ciao Davide

siggy ha detto...

@ marco: lungi da me l'idea di voler convincere qualcuno...

@ chiara: in effetti mi preoccupi... ti sento molto sottotono... ti auguro sinceramente di tornare presto in forma

Chiara di Notte - Klára ha detto...

in effetti mi preoccupi... ti sento molto sottotono... ti auguro sinceramente di tornare presto in forma

Obbella!
Non credevo che tu mi conoscessi cosi' bene! :-)
Anyway, e' solo legato alla stanchezza. Forse a te pare che non faccia niente tutto il giorno e che tutto il mio tempo sia dedicato solo a sparare cazzate nel web, ma ti assicuro che non e' cosi'.
Ultimamente ho dormito un po' poco e devo recuperare, poi sento la necessita' di leggere di piu' (ho diversi libri che attendono solo che io mi dedichi a loro), le persone alle quali sto vicina richiedono sempre piu' la mia attenzione, e la primavera m'invita anche a passeggiate fuori casa.
Con il cellulare posso moderare i commenti, non c'e' problema. Mi arriva un messaggino in cui mi si avvisa che c'e' un commento in attesa di moderazione, premo il tasto dell'OK ed il gioco e' fatto, ma scrivere risposte oppure post e' complicato. Pensa che per inviare un semplice sms ci metto 20 minuti, poi cancello tutto e preferisco telefonare. Figurati, dunque, se si tratta di scrivere cose complesse. Percio', se devo dedicarmi ad un post un po' piu' elaborato, preferisco farlo da seduta davanti al pc, comodamente, come sono adesso. Di solito ne ho occasione la sera, terminati tutti gli impegni, ma a quel punto mi prende la stanchezza e rimando tutto al giorno dopo.
Prometto pero' un bel racconto a breve.

Ev@ ha detto...

La mancanza di empatia di cui tu parli in una delle tue risposte, la osservo anche io. E’ uno dei tanti “segnali” che mi allarmano.
Per quanto ne so, la situazione italiana, è piuttosto estrema se osservata facente parte di un contesto più vasto.
C’è dentro una crisi che impoverisce dei settori mentre altri settori si sono arricchiti ed altri ancora pensano di essere arroccati oltre mura invalicabili e chi più ne ha più ne metta, ma tanti-tanti sentono di avere in mano carte vincenti. Anche se il nervosismo dilaga. Evidentemente tutti questi “tanti” non sono così certi come vorrebbero far credere. Per questo sono cattivi e caparbi nel perpetuare lo schema che viene a loro suggerito e che essi, privi di idee, applicano pieni di assurda fede.

In ogni caso, secondo me, occorre essere veramente dei sonnambuli per non capire che sopra tutto ciò aleggia un qualcosa di… sinistro.

Che sarebbe un po’ più palese, se si prestasse orecchio a quella storia per cui non solo il 13 (o il 17) portano sfortuna. Ma tutti i numeri indistintamente, portano sfortuna.

Il perché è semplice. I numeri sono solo simboli e, per loro conto, non esprimono nessuna logica. E a furia di badare a loro, si perde il senso della questione, per cui, una volta perso il senso, è ovvio che si perde l’orientamento e si finisce a rotoli.

Per fare un altro esempio più “laico”, diciamo che noi siamo seduti sull’autobus guidato da uno che ormai guarda solo il navigatore satellitare e tralascia del tutto ciò che vede dal parabrezza. Per ora siamo ancora nella strada. Poi chissà…

Com’era quel film? Mi pare… “Speed”, giusto? Chi si vuole regalare la visione si divertirà… Poi c’è anche Dennis…

Eh!

:)

rossoallosso ha detto...

ma noi non siamo andati in iraq per cacciare il truce saddam? colui che ha osato sperimentare armi chimiche,di distruzione di massa?
in base a questo:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6958

come ci dovremmo considerare? dottori che hanno sbagliato terapia?

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,


"questo link dovresti leggerlo a meno che tu non abbia un computer che suona l'allarme quando visiti siti che trattano argomenti diversi dal gossip"

Ho letto l'articolo che hai citato e ho trovato solo banalità senza senso.

Comunque ti rispondo in dettaglio.

"In cambio, l'Africa dà petrolio e minerali."

Vedi l'Africa non è uno stato ma un continente.

Ci sono stati che hanno il petrolio come la Libia (lì la gente vive nell'ozio grazie al petrolio: trovi pochi libici che lavorano in Libia grazie al petrolio) e stati che di petrolio ne hanno poco o pochissimo.

Lo stesso vale per le altre materie prime.

Comunque ti ricordo che noi il petrolio agli africani lo paghiamo il prezzo di mercato.

Il petrolio della Libia o del Gabon viene venduto allo stesso prezzo (variazioni ci sono per le qualità) del petrolio inglese o norvegese.


"In Mali, all'inizio del 2006, una radio ha messo in scena un falso processo alla Banca mondiale e al Fondo monetario internazionale (FMI)."

Ti ricordo che sono i paesi poveri che chiedono i presti alle grandi banche. Poi in genere non riescono a pagare neanche gli interessi e devono intervenire i paesi occidentali per ripianare i debiti dei paesi poveri.

Se poi i paesi poveri chiedono nuovi prestiti alle banche è chiaro che queste pongono delle condizioni: le banche non sono enti di beneficenza.

Sia ben chiaro che prestare dei soldi non vuol dire rubare.

Il fatto è che le banche hanno prestato grosse somme ai paesi poveri negli ultimi decenni e questi (causa corruzioni interne) gli hanno sempre sperperati.

Per quanto riguarda il Mali ricordo che negli anni '80 quello stato era uno di quelli che riceveva più aiuti economici dall'Italia: a quel tempo l'Italia si impegnava discretamente nell'aiuto ai paesi poveri.

Se quegli stati non decollano è soprattutto a causa della crescita demografica. Poi, sia in Mali che negli stati del sara, le scuole, invece di insegnare a lavorare, sono in mano a fanatici religiosi che insegnano l'odio per i cristiani e l'occidente.

L'unica cosa sicura è che in quell'artico non c'è una prova concreta (tranne tanta demagogia) che noi rubiamo qualcosa ai paesi poveri.

Ciao Davide

rossoallosso ha detto...

@davide

http://www.youtube.com/watch?v=RFJWoxGsonE&feature=player_embedded

Neelps ha detto...


Adesso quella persona dormira' sogni tranquilli sapendo che e' stato tutto un banale incidente di marketing aziendale.


Il marketing aziendale sta nel fatto di cercare di chiamare il missile intelligente con lo scopo di divulgare il fatto che non si vogliono colpire i civili ma solo i "cattivi", e' una giustificazione a cui i giornalisti in generale scondinzolano come cani addomesticati. (non tutti ovviamente)

Cmq sei sempre agguerrita, incazzosa e prevenuta, pero' mi
stai un sacco simpatica ;)

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,



"http://www.youtube.com/watch?v=RFJWoxGsonE&feature=player_embedded"

Lo sapevo che eri un grandissimo bricchino.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: pero' mi
stai un sacco simpatica


Ho sempre detto di essere simpaticissima. Solo che moltissime persone non sanno intravedere questo mio lato. Mi prendono troppo sul serio quando invece, dentro di me, c'e' sempre un pizzico d'ironia.
Forse perche' nelle risposte nel blog manca tutta una serie di elementi che fanno intravedere quando scherzo e quando invece sono incazzata sul serio.
Da questo punto di vista rendo assai meglio nelle chat oppure in Second Life...
Altrimenti nell'altro lato. :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics