martedì 23 febbraio 2010

41
comments
Se sei un papiminkia non continuare a leggere...

Te lo dico con la massima onesta', non leggere, passa oltre. Dopotutto ci sono migliaia di blog piu' interessanti di questo, perche' vuoi insistere? E poi, se proprio non puoi farne a meno, se proprio non riesci a resistere a leggere cio' che scrivo, ci sono altri post, ne ho scritti a centinaia e puoi sbizzarrirti con quelli, ma non rovinarti la giornata con questo, fermati qui, non proseguire adesso che sei ancora in tempo...

Che fai? Continui a leggere? Non dirmi poi che non eri stato avvisato! Pero', se vorrai andare avanti, da questo momento la responsabilita' di quello che potra accaderti sara' soltanto tua. Quindi, qualora ci restassi male, dovrai evitare di dirmi che sono stata scorretta, che ti ho ingannato, che ti ho preso a tradimento perche' tutto cio' che dovevo fare per evitarti un'incazzatura lo sto facendo.

Allora? Ci hai pensato bene? Sei sicuro di voler proseguire?

Guarda, voglio darti ancora una possibilita', ma e' veramente l'ultima: interrompi qui la lettura e vai a leggere qualcos'altro, quello che piu' ti e' congeniale, tipo il Giornale di Feltri oppure il Libero del Bel-pietro.

Si', lo so che noi che critichiamo la parte politica alla quale appartieni, noi giustizialisti, noi intrisi d'odio ed invidia, diciamo spesso cose che tu non riesci a condividere, e' normale, ma mi e' stato segnalato ed ho letto questo articolo sul quotidi-ano di Vittorio Feltri, colui che le notizie non se le inventa mai. Cosi', per curiosita', sono andata anche a guardarmi su Youtube l'episodio di Anno Zero al quale si riferiva, ed ho scoperto cose un po' diverse da quelle descritte nell'articolo. Oltretutto, andando ad ascoltare anche l'altra campana, quella di Marco Travaglio, al quale consiglio anch'io di indossare in certe occasioni la T-shirt di F&V (Fedina & Vacanze), ho potuto definitivamente appurare, infatti, che quanto descrivono quei due giornali garantisti che leggi tu, caro papiminkia, altro non sono che delle grandiose quanto evidenti menzogne.

So che secondo l'analisi che a volte fai quando tenti di screditare chi non condivide le tue idee politiche, assumendo l'atteggiamento da psicologo d'accatto che, come ho gia' evidenziato altrove, in Internet e' tipico di chi soffre di gravi disturbi mentali, ti appaio come un'antiberlusconiana sfegatata il cui odio toccherebbe il campo della psichiatria, ma sono e resto sempre piu' convinta che chi legge certi quotidi-ani, e li porta addirittura ad esempio di informazione corretta ed equilibrata, e' proprio perche' ha un quoziente intellettivo che oltre ad un certo livello non riesce ad arrivare. Fra l'altro, se ci fai caso, neppure la carta e' abbastanza morbida...

41 commenti :

andreacamporese ha detto...

eh già :)
Saluti

Moon81 ha detto...

Grazie per aver apprezzato la t-shirt F&V...:))
Ho paura che sia veramente l'unica soluzione!!

liubee ha detto...

ti appaio come un'antiberlusconiana sfegatata il cui odio toccherebbe il campo della psichiatria

ma figurati, ti accuserebbe soltanto di essere una COMUNISTA!

neppure la carta e' abbastanza morbida...

peccato, perché sappiamo bene l'unico utilizzo possibile di questi giornali! :D

Gio ha detto...

Klarissima, l'immagine del duo delle meraviglie nuoce assai ai non papiminkioni ;)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Andreacamporese: Appunto... guarda che se il papiminkia ti vede con quell'abbigliamento "sinistrorso" dice che anche tu hai problemi psichiatrici. :-)

@ Moon81: Magari si potrebbe creare una griffe... :-)

@ Liubee: Gia' provata anche tu, la carta? Io non sono rimasta particolarmente soddisfatta. Credo che tornero' volentieri alla doppio velo che uso di solito. :-)

@ Gio: Effetti collaterali del post che non si possono evitare. :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

anche se non guardo molto la televisione, Annozero è con l'Infedele e Ballarò una delle trasmissioni che guardo sempre.

Che Feltri e Belpietro siano faziosi è vero, però di giornalisti non faziosi in Italia ne conosco pochi.

Il fatto è che in Italia i giornali fanno gli interessi dei loro padroni (non esiste da non un giornalismo veramente indipendente come c'è nei paesi veramente democratici), con la conseguenza che i giornali fanno propaganda anzichè informazione.

Come sai sono stato papiminkia alle elezioni politiche, mentre alle europee ho votato per Casini. Probabilmente alle prossime elezioni non andrò a votare.

Che Berlusconi sia in crisi è sicuro, ma quello che non è chiaro è quale sia l'alternativa. Bersani è un galantuomo ma conta come il due di picche, perchè regge un partito dove regna l'anarchia. Non a caso il saggio Prodi si chiede: ma chi comanda nel PD? La risposta è nessuno.

Non voglio neanche parlare dello squallido e opportunista Di Pietro.

Non so come andrà a finire in Italia, ma ho come l'impressione che finiremo dalla padella alla brace.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ho come l'impressione che finiremo dalla padella alla brace.

Siete gia' nella brace, la padella era Bettino.
Dopo la brace cosa c'e'?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Dopo la brace cosa c'e'?"

Non lo so. Ma so che al peggio del peggio non c'è mai fine.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non lo so. Ma so che al peggio del peggio non c'è mai fine.

Io non volevo dirlo cosa c'e' dopo la brace...
Dovete solo sperare che non arrivi l'onda. :-)

guggenheim ha detto...

Ci trasferiremo tutti in una nazione che non è l'italia.
Cosa proponi cara Chiara?

Prosit
;-)

Gugge

Neelps ha detto...

@Davide

Non voglio neanche parlare dello squallido e opportunista Di Pietro.


perche' dici cosi?

@Chiara
Dopo la brace cosa c'e'?

Ci sono le SpA quotate in borsa accusate di riciclaggio...oltre che evasione fiscale ma a quest'ultima ci si e' gia' abituati...

Cioe' mani-pulite era una bazzecola! :-/

davide ha detto...

Distinta Chiara,

vporrei postare un commento che mi sembra in tema

L'affarismo è il nuovo terrorismo
di Giampaolo Pansa

Come è orrendo questo inverno 2010! L’Italia si guarda allo specchio e scopre di essere mangiata dai vermi. Sono vermi famelici, mai sazi, capaci di fare strazio di tutto, pur di guadagnare, di arricchirsi, di diventare sempre più grassi, di dominare il campo, di spazzare via chi non ci sta a farsi divorare. È quello che si intravvede dall’inchiesta sugli appalti della Protezione civile. Finiti nelle mani di affaristi che mi ricordano i terroristi degli anni Settanta e Ottanta.

I primi sparavano e mettevano bombe, accoppando centinaia di cristiani. I secondi rubano, corrompono, arruolano politici, magistrati, alti dirigenti dello Stato. E distruggono ogni fiducia nella Repubblica, intesa nel suo significato più vero: cosa pubblica, patrimonio di milioni di cittadini onesti, che si rendono conto di essere sfregiati dai mostricciatoli del tangentismo.

Confesso che non avevo voglia di scrivere questo Bestiario. Negli anni di Tangentopoli, avevo raccontato con puntiglio quanto accadeva. L’inizio dell’indagine. Il suo sviluppo terrificante. La morte di quasi tutti i partiti. La caduta di leader che sembravano eterni. La gloria dei magistrati inquirenti, angeli con la spada da elevare agli altari.

Ero convinto che la punizione dei tangentari, anche se gonfia di eccessi e viziata dalla parzialità politica, sarebbe servita a fare dell’Italia un paese decente.

Ma oggi ho la conferma che tutto è ricominciato. Come allora, peggio di allora. Qui non voglio parlare dell’indagine giudiziaria iniziata dalla Procura della Repubblica di Firenze, poi passata a Roma, quindi a Perugia e adesso estesa all’Aquila terremotata. Leggo dodici quotidiani al giorno. Mi immergo nelle paginate che citano migliaia di intercettazioni. Guardo i talk show televisivi dedicati all’inchiesta. E mi rendo conto di sapere ben poco di quanto è accaduto. La verità che cerco, che cercano tanti cittadini angosciati quanto me, mi sfugge ancora. Un’araba fenice che non si lascia afferrare.

Guido Bertolaso è colpevole o innocente? Devo credere o no a quanto va dicendo nei processi che si celebrano davanti alle telecamere? Noi giornalisti stiamo mettendo il fango nel ventilatore o cerchiamo di fare un po’ di luce? Esiste o no la Spectre di affaristi-terroristi che rapinano le casse dello Stato, ovvero i soldi versati anche da noi pochi contribuenti onesti? Facendo strame del principio che tutti hanno gli stessi doveri nei confronti della legge?

Però esiste una cosa che vedo con una chiarezza: la presenza dei vermi che divorano quanto gli serve per ingrassare. Sono ben di più che negli anni di Tangentopoli. Non si annidano nei partiti, ma dentro la società italiana. Per questo sono più forti, più numerosi, più famelici. Anche perché i partiti sono scomparsi. È un partito il Popolo della libertà, subito travolto da correnti e clan personali, guidato da un premier, Silvio Berlusconi, ormai debole e incapace di decidere qualsiasi cosa? È un partito quello Democratico, dove non comanda nessuno e che si allea con chi punta a svuotarlo?

davide ha detto...

continua

Ecco perché il tangentismo è diventato uguale al terrorismo. Non cancella soltanto la supremazia della legge e il senso dello stato, cardini di qualunque democrazia. Come ha ben spiegato Marco Vitale sul Corriere della sera, spegne, umilia e distrugge ogni spinta a fare bene. E incita a fare male. Manda avanti i peggiori. Induce a pensare che con il denaro si possa conquistare qualunque cosa. E che sia possibile comprare la politica. Per mutarla in una escort a pagamento e impedirle di fare il suo dovere.

Ma a mio parere il terrorismo tangentaro fa anche di peggio. Diffonde i vermi dall’alto in basso. In questi giorni abbiamo visto piccoli politici e funzionari statali periferici incassare buste di denaro contante per tradire i propri doveri. Sapete quale è stato il commento degli italiani senza potere? Se i pesci piccoli si comportano così, chissà quel che faranno i pesci grossi. È in alto che l’impunità diventa uno scudo d’acciaio. Il pesce marcio puzza sempre dalla testa. Un tempo si usava dire: tutto è mafia, dunque niente è mafia. Oggi quel motto si è rovesciato: se il vertice è mafioso, perché la base non dovrebbe esserlo?
Tanti anni fa, il terrorismo delle Brigate rosse è stato sconfitto da magistrati coraggiosi e, soprattutto, da forze dell’ordine capaci e decise. Allora gli italiani avevano compreso che non ci potevano essere mezze misure. Valeva il principio che, se tu uccidi, io ti uccido per evitare che tanti cittadini per bene siano destinati alla tomba. Ce lo ricordiamo il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa? È uno degli eroi che hanno salvato l’Italia, per poi finire assassinati dal terrorismo mafioso.

Esiste un nuovo Dalla Chiesa in grado di fermare l’assalto dei vermi tangentari? Temo di no. Il mio timore si fonda su una convinzione: che la politica non abbia nessuna voglia di mandare in campo uomini come lui e dotati degli stessi poteri. Per volerlo, l’Italia del 2010 avrebbe bisogno di altri partiti, di altri leader, di altri governi. Non vedo nulla di simile all’orizzonte. Anche perché manca la volontà di uscire dalle parzialità faziose che si esauriscono nei cortei di questo o quel colore, e nelle risse televisive.
Non siamo soltanto un Paese di corrotti, ma anche di impotenti, di dormienti. Prima o poi, ci sveglieremo sotto le raffiche di altri vermi, di un nuovo terrorismo armato. Ma allora sarà troppo tardi. La corruzione avrà divorato tutto. E non resterà più nulla da salvare.

rossoallosso ha detto...

quando noi "comunisti"si diceva che e' una vergogna avere un parlamento che in generale ozia e che quando decide di legiferare lo fa solo pensando a come salvare se stesso, oppure,cosa ben peggiore,per salvare un signore che ha impostato la sua carriera sia politica che privata sulla corruzione e il malaffare e nel frattempo l'italia va a scataFASCIO.bene quando noi si diceva questo siamo sempre stati accusati come minimo di paranoia cronica,altrimenti come pericolosi eversivi che vogliono infangare il "buon nome" dell'italia.
ora siamo arrivati alle strette e tutti si accodano per urlare il loro sdegno,tutti a cercare soluzioni che puzzano di mera propaganda preelettorale lontano un miglio.dire che e' uno schifo e' dir poco.
compreso il signor pansa,la bibbia di david,(non sapevo che esistesse)dice la sua mettendo come al solito tutti nello stesso calderone per non incolpare nessuno,dargli dell'ipocrita e' un complimento.

rossoallosso ha detto...

questo e' giornalismo,informazioni supportate da fatti concreti:
http://www.byoblu.com/post/2010/02/23/Il-pelo-nelluovo-di-Bertolaso.aspx

modesty ha detto...

...la padella e la brace.....che bella risposta che hai dato a coso....come si chiama!

ho letto pansa.
sembra tutto cosi ben ragionato.
eppure.
a pura pelle.
mi sta là (mod indica bocca dello stomaco)

...vai a sapere perché.

love, mod

rossoallosso ha detto...

silvio parla,feltri e belpetrio fanno da risonanza e pansa dice "si pero' lo ha detto anche....?(AGI) - Roma, 24 feb. - "Gli italiani devono scendere in campo e sostenere le nostre campagne elettorali. Il nostro Governo e' rispettato nel mondo mentre l'opposizione e' anti nazionale e anti italiana. Non si fa scrupolo di propagandare un'immagine negativa del nostro Paese". Lo ha detto Silvio Berlusconi durante la presentazione dell'iniziativa 'Promotori della liberta''.
(AGI) - Roma, 24 feb. - "Tutti gli italiani che non si riconoscono nella sinistra" scendano in campo, a formare "l'esercito del bene contro l'esercito del male e dell'odio", un nuovo "movimento che nasca dal basso" e difenda la liberta'.
Lo ha detto Silvio Berlusconi riferendosi alle prossime elezioni regionali. .

Ev@ ha detto...

Non insinuo colpevolezze e non sono tifosa di politici o magistrati. I discorsi che citano sempre gli anni ’70, il prima e il dopo, il Craxi e il non Craxi sono solo espressione della speranza che tutti ragioniamo solo per giudicare, esercizio che ci mette un “niente” a diventare sommario e quindi controllabile tramite l’insinuazione di sensi di colpa.

Ripetere che in Italia ci vorrebbe una rivoluzione copernicana al riguardo dell’approccio con la cosa pubblica, semplicemente mi annoia. Parlare dell’uomo carismatico che risolve la situazione mi ricorda la storia di Don Chisciotte e mi fa, come quell’opera, un effetto “de pansa”: solennemente lassativo.

Chi invece mi dice di non votare per protesta, penso mi sta concretamente pigliando per i fondelli. Costui OFFENDE il mio impegno ad andarci sempre, a votare, l’intelligenza che sa valutare benissimo che la vera protesta è, semmai, rendere nulla quella scheda. Magari disegnandoci uno scarabocchio che, se senza fantasia, possiamo copiare dalle pareti dei cessi.

Ecco, proprio il partito dei non votanti è un chiaro esempio di come si possa fare quella finta opposizione che siamo soliti osservare facendo finta di non capire. La presunta confusione è solo una bella scusa che salvaguarda la nostra pigra astensione, fisica e mentale. Un dramma della politica nostrana avere tante magagne? Ma, seriamente, cosa gli si pretende?

Hanno a che fare con un popolo che se non vede la pubblicità della roba da mangiare muore di fame… che scambia la politica per spettacolo e lo spettacolo per politica… l’artista per una fotocopiatrice e la contabilità per una tela da colorare e riempire…

In un ambito così balengo… (e che Hannah Arendt mi perdoni per quello che sto per dire) dobbiamo rispettare i personaggi come quelli nella foto del post, perché sono uomini che, in fondo, fanno solo il loro lavoro. Se il “mondo” cui fanno riferimento fosse diverso, forse anche loro sarebbero diversi. E ciò vale, probabilmente, anche per me (ma sì, facciamo gruppo, dai).

Insomma, questo mio intervento non è “contro” loro. Io ce l’ho con il pubblico lagnoso, pauroso, bigotto e incapace di dire un mezzo “bah!” su quali siano le sue reali preferenze. E questo, non è responsabilità di un singolo “capo” ma dei singoli, soprattutto di quelli così intimamente passivi come tanti che ce ne sono. Celati.

Ma a queste latitudini, non succede nulla di drammatico. Qui è instaurato, almeno dal 1943, il regno della ridicolaggine patetica ma, a mio infimo parere, quella a seguire non sarà come si spera: da film di Totò o Sordi... sarà... come… si… evoluzione di scene come quella dei funzionari del Museo di Chicago quando acquistarono per 5.000 dollari il più bello scheletro di Tirannosaurus Rex esistente al mondo, da un contadino di non so dove in quel beneamato grande paese…

Come avrei voluto essere la mosca che volava nel soggiorno dove si firmavano quelle carte! E poi… nella macchina dei funzionari al rientro e, la sera, svolazzante sopra la tavola del contadino riunito con la famiglia…

(Ev@, wanna be sedated)

http://www.youtube.com/watch?v=wMD7Ezp3gWc&feature=related

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Il nano, essendo uomo di pubblicita' e sondaggi, ha capito che persino i suoi papiminkia, quelli piu' cerebrolesi dalle sue panzane, stavolta, potrebbero non andare a votare. Per questo sta chiamando il suo popolo ad una "Crociata" contro il male.
Purtroppo per lui, la Storia ci ha dato altri esempi dell'ingloriosa fine di chi, andando via di testa, si e' sentito investito come salvatore del mondo.
Secondo me, alla fine, se dovessero andargli male le elezioni, o scappa o lo ricoverano.

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/berlusconi-voglio-un-esercito-di-paladini-della-liberta-sinistra-vuole-invasione-stranieri-258293/

Gio ha detto...

Ci sono segnali, numerosi, che sembrano anticipare una tempesta.
Montezemolo e Marcegaglia che parlano di corruzione, Pisanu idem, la Corte di Conti rincara la dose ... perfino la CEI parla senza mezzi termini di politica e mafia ...

Ehy Klara, hai il pop corn pronto? ;-)

Un abbraccio per te.

Gio

gullich ha detto...

@eva "Chi invece mi dice di non votare per protesta, penso mi sta concretamente pigliando per i fondelli. Costui OFFENDE il mio impegno ad andarci sempre, a votare, l’intelligenza che sa valutare benissimo che la vera protesta è, semmai, rendere nulla quella scheda. Magari disegnandoci uno scarabocchio che, se senza fantasia, possiamo copiare dalle pareti dei cessi"

quoto, e apprezzo molto anche il resto dello scritto...

tuttavia io non credo che in questo paese anche un pubblico non pigro e non lagnoso potrebbe esprimere libere prefernze. Il meccanismo selettivo della classe dirigente è nelle mani della politica e degli interessi (Sporchi) ad essa connessi, ed è completamente svincolato da quello che doveva essere un meccanismo democratico...


siamo illusi di votare, come i pulcini di allevamento sono illusi di mangiare, ma rispondiamo solo ad uno stimolo gestito da altri.

vado a votare solo per sfogare la mia rabbia e manifestare formalmente il mio dissenso, perchè spererei in un milione di schedefanculo, ma so che così non servirà comunque a niente ...

e ne ho molta paura perchè i rovesciamenti dell'impero non sono mai da popcorn... semmai sono da corpetto balistico.

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,

"quando noi "comunisti"si diceva.."

Più che guardare a quel che dicevate, bisognerebbe guardare a cosa avete combinato nei paesi che avete governato.

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Neelps,

"perche' dici cosi?"

Perchè considero Di Pietro un demagogo populista.

Ciao Davide

davide ha detto...

Cara amica Eva,

"Chi invece mi dice di non votare per protesta, penso mi sta concretamente pigliando per i fondelli."

Non so se ti riferisci a me (sopra ho detto che probababilmente non andrò a votare), ma se per caso fosse così ti assicuro che non volevo prendere per i fondelli nessuno.

Ho solo detto cosa probabilmente farò io e non ho dato consigli a nessuno.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

@Eva

Ecco, proprio il partito dei non votanti è un chiaro esempio di come si possa fare quella finta opposizione che siamo soliti osservare facendo finta di non capire. La presunta confusione è solo una bella scusa che salvaguarda la nostra pigra astensione, fisica e mentale.


Trovo sinceramente un po offensiva (nel senso buono) questa tua affermazione.
Ci sono molti motivi per astenersi dal voto e trovo sempre inadeguato ed imbarazzante chi si scaglia contro il non-voto spacciandolo per menefreghismo o quant'altro.
Semmai, suona come un monito alla partecipazione "democratica", al sostentamento di questo involucro politico, dove si spaccia la democrazia per una X messa su un pezzo di carta ogni tot anni.
Il tuo monito tende ad ingabbiare le scelte in una rigida prigione priva di qualsiasi senso, ancora peggio e' quando questo monito arriva da quella parte sinistroide che ha la memoria cosi corta o la piu' maligna malafede verso chi presuntuosamente, con voce stridula, dice di rappresentare.
Come se questa rappresentanza debba per forze maggiori passare dall'istutuzione parlamentare.

Allora, e' vero che molti che non votano sono semplicemente dei fessi, ma come del resto molti che votano.

Il voto non conferisce nessuna superiorita' morale/razionale nei confronti di chi, invece, non vota.
Anzi, io avrei da aggiungere molto altro nei confronti di chi, invece crede, nella sua piu' vuota ingenuita', nella partecipazione democratica, e avrei anche da aggiungere scortesi parole se queste idee derivano da quei partiti a deviazione sinistroide, perche' e' proprio li che si gioca piu' sporco.


con stima,
Neelps

rossoallosso ha detto...

@ davide
ho virgolettato la parola comunisti per inglobare tutti coloro che in un certo modo manifestano il loro dissenso nei confronti di questo governo e che vengono indiscriminatamente etichettati cosi' da silvio e i suoi scagnozzi senza considerare le ragioni del dissensoche alla resa dei conti si e' mostrato piu' che giustificato
te capi'?
poi io non so dove hanno governato i comunisti ,io so che sto a reggio emila dove governano dal '46 e anche se non tutto e' perfetto per quel che riguarda il sociale,il lavoro l'assistenza ti diro' che non sto male,sicuramente meglio di alcune citta' statunitensi

Rez ha detto...

Sul perché l'italiano medio continui ad accettare certe cose e a sostanziarle con il proprio voto, anche se non è un papiminkia consiglio di guardare la puntata del TG3 Linea Notte del 24/02/2010.

Riferimento specifico all'intervento di Vittorino Andreoli su paura, rassegnazione e stupidità...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide:Piu' volte mi hai chiesto spiegazioni sulla situazione dell'Italia e perche', ancora, le mie pessimistiche previsioni non si erano realizzate, ed io piu' volte ti ho risposto che contrariamente ai falsi dati che i vostri governanti davano sulla situazione economica, la realta' era ben diversa, e che era solo questione di tempo prima chi i nodi venissero al pettine.

Leggi un po' qui:

http://www.blitzquotidiano.it/economia/new-york-times-le-banche-americane-scommettono-sul-fallimento-della-grecia-260492/

Amico di Silvio il Grande ha detto...

Anche i giudici onesti assolvono Silvio da accuse infondate e infamanti: forse rode a qualcuno la verità delle sentenze?
Con amore e tolleranza

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Amico di Silvio il Grande ha detto... una serie di cazzate.

Eccolo, e' arrivato quello che parla senza capire niente di giurisprudenza, neppure di quella elementare e si basa su cio' che gli viene inettato nel cervello.
Sarei idiota come lui se mi mettessi qui a spiegargli che un reato prescritto non significa "inesistente" e che la Cassazione "non assolve", ma con la prescrizione cancella la sentenza per un vizio procedurale senza entrare nel merito dell'innocenza o della colpevolezza dell'imputato.
Lascio il suo commento perche' possa essere esempio del pensiero tipico dei papiminkia.
E' ovvio che un esempio basta ed avanza, perche' ci da' la misura di come l'idiozia sia diffusa fra i papiminkia, ed i successivi deliri saranno archiviati dove e' giusto che vengano archiviati. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

PS: Ah, per chiarire, l'idiota di cui sopra, quello che spara cazzate, non e' altro che Luciano61. Il suo IP ormai me lo ricordo a memoria.
Si vede che oggi non ha preso le solite gocce.

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,

"poi io non so dove hanno governato i comunisti ,io so che sto a reggio emila dove governano dal '46 e anche se non tutto e' perfetto per quel che riguarda il sociale,il lavoro l'assistenza ti diro' che non sto male,sicuramente meglio di alcune citta' statunitensi"

Quando parlavo di paesi intendevo gli stati, non comuni o province.

Ciao Davide

davide ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
rossoallosso ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
rossoallosso ha detto...

@chiara
sono le parole "amore e tolleranza" che non risco a inquadrarle nel post di luciano61.
forse non ne conosce il significato?
probabile,anzi,plausibile ;-)

gullich ha detto...

""Sarei idiota come lui se mi mettessi qui a spiegargli che un reato prescritto non significa "inesistente" e che la Cassazione "non assolve", ma con la prescrizione cancella la sentenza per un vizio procedurale senza entrare nel merito dell'innocenza o della colpevolezza dell'imputato"

:o) nessun vizio, il semplice decorso del tempo estingue il reato. La formula di proscigliemnto è "non doversi procedere per essersi il reato estinto per intervenuta prescrizione"

ciò che non viene speigato alla gente è che alla prescrizione si può rinuciare e farsi assolvere nel merito, con accertamento dei fatti.

Ma pare che ai galantuomini, nonostante le accuse infondate e infamanti, non convenga :o)

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,


OK. Io cancello il mio e tu cancella il tuo.



Ciao Davide

rossoallosso ha detto...

ok,fatto.
grazie.
pero'questo lo lascio.
@davide
lo sapevo che mi avresti risposto cosi',perche' sei monocorde,ma ti voglio rispondere lo stesso e ti dico che io invece so benissimo dove ha governato il fascismo,si',proprio qui a casa nostra,ma nonostante tutte le atrocita'e i soprusi di cui si e' macchiata l'italia di quel periodo c'e' ancora chi si ostina a votarlo portandolo addirittura al governo,percui non fare la morale a me.

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,


"@davide
lo sapevo che mi avresti risposto cosi',perche' sei monocorde,ma ti voglio rispondere lo stesso e ti dico che io invece so benissimo dove ha governato il fascismo,si',proprio qui a casa nostra,ma nonostante tutte le atrocita'e i soprusi di cui si e' macchiata l'italia di quel periodo c'e' ancora chi si ostina a votarlo portandolo addirittura al governo,percui non fare la morale a me."

Premetto che io non ho mai avuto la benchè minima simpatia per il fascismo italiano o di qualsiasi altro posto.

Però sono convinto che lo stalinismo sia stato peggiore del fascismo italiano (pure pessimo comunque).

Ciao Davide

rossoallosso ha detto...

@davide
sicuramente la storia del fascismo,soprattutto per noi italiani,e' stata di parecchio scremata e a tal proposito ti consiglio di vedere questo documentario della BBC"fascist legacy" lo trovi su youtube.
poi che stalin lo si possa accomunare ad hitler non ci sono dubbi,pero' credo anche che non si possa quantificare l'orrore,

davide ha detto...

Caro amico Rossoalloso,


""@davide
sicuramente la storia del fascismo,soprattutto per noi italiani,e' stata di parecchio scremata e a tal proposito ti consiglio di vedere questo documentario della BBC"fascist legacy" lo trovi su youtube.
poi che stalin lo si possa accomunare ad hitler non ci sono dubbi,pero' credo anche che non si possa quantificare l'orrore""


Torno a ripetere che io non ho mai avuto simpatia per nessun tipo di fascismo, perchè condanno in modo assoluto ogni forma di dittatura di qualsiasi colore sia.

Non credo che Berlusconi vogia istaurare una dittatura fascista, ma piuttosto crede di governare uno stato come se fosse un'azienda.

Probabilmente è sceso in politica solo prechè temeva che un governo di sinistra (nel 1994 la vittoria delle sinistre era quasi certa) gli avrebbe nazionalizzato le sue televisioni.

Ciao Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics