venerdì 11 dicembre 2009

15
comments
Il lancio del nano

Il lancio del nano (dwarf tossing) e’ un passatempo nato in Australia. Lo scopo e’ quello di lanciare il nano il piu’ lontano possibile. Perche’ la misura sia omologata occorre che il nano sia consenziente e quantomeno che non emetta alcun suono durante il volo e al momento dell'impatto. Di questa disciplina esistono diverse varianti: il lancio attraverso la vetrata, il lancio attraverso il cerchio di fuoco, il lancio del nano saponato ed altre ancora. Il record finora stabilito appartiene a Jimmy Leonard, che ha lanciato Lenny the Giant alla ragguardevole distanza di 9 metri e 15 centimetri. E’ tuttora comunque in corso un contenzioso sulla conformita’ di tale pratica alla Dichiarazione Internazionale dei Diritti dell'Uomo. Il Consiglio di Stato francese ha infatti deciso di proibirla, come e’ anche proibita in alcuni Stati americani.

Una disciplina barbara ma sofisticata, dunque, che ha creato un vespaio di polemiche: da una parte chi la ritiene ignobile perche’ lesiva alla dignita’ umana e dall’altra chi invece pensa di avere il diritto di lanciare i nani come quando gli pare, purche’ siano consenzienti. In Italia non e’ ancora diffusa, ma si pensa che, fra non molto, sara’ possibile praticarla anche con i nani non consenzienti ma che facciano di tutto per farsi lanciare. In tal caso abbinandola al lancio dello sterco di mucca assai popolare in Irlanda.

15 commenti :

Gio ha detto...

MERAVIGLIOSA!

Ev@ ha detto...

FIgata!

E li si può impugnare come si vuole i nani? Oppure ci sono dei regolamenti in proposito? In tal caso, i regolamenti consentono che gli si possono applicare delle impugnature? Oppure...
Insomma, qui bisogna giocare scientificamente, è roba seria questa!

Saluti

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Eva: E li si può impugnare come si vuole i nani?

Si'. Anche per le palle. :-)

Dolce-Alexia ha detto...

La "perversione" umana non ha limiti.
Da domani inizio praticare i salti mortali sui clienti, chissà, magari avrò il successo. :-)

Apprendista Nocchiero ha detto...

Ritengo possa trattarsi del prossimo sport nazionale...

rossoallosso ha detto...

ma il casco e' obbligatorio?

Kameo ha detto...

Ho fatto il giochino da te proposto :-)
Non sono riuscita ad oltrepassare il quarto livello :-(
Ma una volta imbarcati tutti i nani sulla carretta del mare, che fine faranno?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alexia: Da domani inizio praticare i salti mortali sui clienti

Perche'? Gia' non li fai?
Io li facevo. :-)


@ Rossoallosso: ma il casco e' obbligatorio?

Volendo no.
Dipende... :-)


@ Kameo: Ho fatto il giochino da te proposto

Cavolo!
Hai tutto questo tempo da perdere? :-)

Gio ha detto...

BASTAAAAAAAA :D

Non ne posso piu' di lavorare giorno e notte, e nei week end!

Scusate lo sfogo, ma mi mancate ;-)

Dolce-Alexia ha detto...

Si, ma ho un metodo nuovo.
Il lancio dal armadio sul letto. E come se tanti si credono campioni del sesso, vediamo, se riescono a fare una penetrazione al volo.
E' una nuova perversione mia. :-)

Kameo ha detto...

@ Gio

Strano ... nessuno se n'è accorto che mancavi tu :-D
Scherzoooooooo !!!
Fai una pausa Gio e torna tra noi, ci sono novità ;-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alexia: Il lancio dal armadio sul letto

Io invece ero brava nella disciplina del "lancio del portafogli": loro me lo lanciavano pieno ed io lo restituivo vuoto. :-)

rossoallosso ha detto...

un consiglio agli amici australiani,attenzione a maltrattare i nani che poi, pur di vendicarsi, son capaci di diventare premier e/o ministri ;-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

attenzione a maltrattare i nani che poi, pur di vendicarsi, son capaci di diventare premier

Ma no, dai, che' poi dicono che ce l'hanno tutti quanti con loro.

Kameo ha detto...

@ rossoallosso

Ho capito dove finiscono tutti i nani imbarcati .... in Australia(!!!) ... se non li rimandano indietro :-P

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics