lunedì 16 novembre 2009

43
comments
Me and "Belle"

«Belle de Jour» si rivela: sono una scienziata. «Non sono piu' anonima». Domenica 15 no­vembre, sei del mattino: «Belle de Jour», apre il suo sexy-blog, quello che ha fatto perdere la te­sta agli inglesi e racconta la veri­ta'. «Belle e la persona che ha scritto di Belle sono rimaste per troppo tempo separate, dovevo ricongiungerle». Sembra un gio­co di parole e non lo e'. Dietro a «Bella di Giorno», ex bellissima squillo che incon­tra gli uomini, che scrive un best-seller, dietro a questa Bel­le de Jour che si e' ispirata al film con Catherine Deneuve protagonista e Luis Bunuel regi­sta (1967), dietro a questa mi­steriosa firma dell’erotismo in­ternettiano c’e' un fior di scienziata. «Sono io Belle de Jour». Nome: dottoressa Brooke Ma­gnanti. Prima professione: escort, ragazza da accompagna­mento e da letto. «Quanti clien­ti? Alcune centinaia, trecento sterline a serata».

Seconda pro­fessione: narratrice che si e' pre­sa burla di critici letterari capa­ci di filosofeggiare e conclude­re che «Belle de Jour» era un uo­mo. Terza professione, la vera e ultima: ricercatrice impegnata sul fronte del cancro e degli ef­fetti che producono i pesticidi. In laboratorio al mattino: ovve­ro Brooke Magnanti, scienziata. Poi a casa davanti al computer: «Belle», ricordando il tempo che fu da escort, riportandolo all’oggi come se presenza e cor­po fossero ancora in vendita. Il mistero e' svelato. La ex pro­stituta che, ricorrendo allo pseudonimo, ha fatto da sogget­to alla serie televisiva trasmes­sa da Itv e da Sky, titolo italiano Diario di una squillo, l’inquie­tante Belle, colei che nessuno sapeva chi fosse, ha deciso che basta, era il momento di alzare il velo. Nemmeno la giornalista In­dia Knight del Sunday Times riusciva a credere che «Belle» fosse quella affascinante bion­da, davanti a lei per la confes­sione. Poi si e' arresa e ha steso il racconto per il giornale della domenica. E Belle all’alba, sem­pre della domenica, ha annun­ciato nel suo blog: «Ho sempre pensato che la parte della mia vita di cui ho scritto sarebbe un giorno evaporata. Che l’avrei cacciata in una scatola. Total­mente separata dal real me, dal mio essere reale».

Voleva tener­selo dentro, sotterrarlo, trasfor­marsi da Belle in dottoressa Ma­gnanti, passare da un’identita' all’altra uccidendo lentamente la prima. Impossibile. «Belle sa­ra' sempre una parte di me». Ed ecco, alla fine, lo scoop-rivela­zione. Come comincio'? Per noia, per provocazione, per soldi. Brava studentessa d’universita', ormai alla tesi, Brooke, di buo­na famiglia, voleva mantenersi. E allora contatto' l’agenzia Bar­barella, facile capire cio' in cui era specializzata. Un colloquio di lavoro. E lo riportiamo con l’avvertenza che e' un po’ sopra le righe, ma che persino il Sun­day Times non lo ha censurato. «Hai fatto gli A-levels? ». Per chi non lo sapesse gli A-levels , a grandi linee, sono gli esami conclusivi della scuola superio­re. «Oh certo, molti anni fa». So­spiro della «datrice di lavoro». La «A» stava per «anal». «Oh, giusto...». E cosi' nacque Belle che si laureava, si specializzava e la sera si accompagnava. Naturalmente la carriera da escort duro' per un po’, fino a che la dottoressa Magnanti arri­vo' al laboratorio, il Bristol Ini­ziative for Research of Child He­alth.

E li' la scienziata penso' che forse quel passato avrebbe po­tuto incuriosire chissa' quanti inglesi: allora via al blog, al li­bro, alla serie televisiva. In inco­gnito. Un caso editoriale. Con giornali e commentatori, esper­ti di letteratura erotica, a chie­dersi: chi e' mai? Ipotesi fanta­siose e deliranti. Un segreto che dal 2003 nessuno ha infranto. Forse negli ultimi giorni la mamma aveva intuito che nel­l’aria c’era una fiaba, una farsa, con una sexy-blogger e scien­ziata protagonista. La figlia le aveva sussurrato: «Sentirai par­lare di qualcosa di importan­te ». Alla giornalista del Sunday Times Belle ha parlato in una stanza d’albergo a Soho, distesa su un letto. Domenica, 15 no­vembre, ore 6. Sul suo blog si e' congedata con una parola: «Lo­ve».

Articolo di Fabio Cavalera - Corriere.it


Mi e' stato chiesto un commento su questa "importantissima" notizia che sta facendo il giro di tutte le agenzie del mondo (ne parla persino il Sole 24ore), molto piu' di quella relativa al fatto che oggi moriranno di fame piu' di 17 mila bambini e che poco faranno per risolvere il problema coloro che oggi, riuniti a Roma per il vertice FAO, si ritroveranno probabilmente a cena nei migliori ristoranti della Capitale.

Essi', perche' questa "rivelazione" pare essere davvero qualcosa di epocale e, sono sicura, mettera' in pace alcuni lettori di Belle de Jour da anni affetti da compulsione masturbatoria che, nella tristezza del loro post coitum pipparolo (Post coitum omne animal triste est), probabilmente si ponevano dei dubbi sul fatto che a scrivere, invece di una stragnocca (a giudicare dalle foto neppure cosi' tanto - ndr), poteva esserci un peloso ragioniere londinese. Meno male! Adesso costoro potranno finalmente guardare in faccia i loro figli con orgoglio e dire: "Sappiate che vostro padre non e' gay!"

Immagino che anche qualcuno dei lettori che frequenta questo blog abbia fatto dei parallelismi fra me e "Belle" ed immagino che, in parte, la notizia che la blogger londinese non sia un uomo lo rincuori. Non credo sia edificante pensare di essersi masturbati (mentalmente ma anche no) leggendo le esperienze sessuali fantasticate da un "ipotetico ragioniere bergamasco con i baffi", e questa confessione di "Belle" in qualche modo da' la speranza che anche io sia cio' che dico di essere da quasi dieci anni. Magari non cosi' stragnocca come voglio far credere, ma almeno donna!

Pero' i parallelismi fra me e "Belle" non sono poi cosi' numerosi come sembrano essere a prima vista. Se si escludono tre o quattro cose in comune (l'avere un blog, un passato da prostituta, studi abbastanza simili ed un nickname composto), tutto il resto diverge, e non di poco. Prima cosa il motivo che ci ha portate, me e lei, ad esporre in pubblico i nostri pensieri, raccontando le nostre intimita' e mettendo al corrente dei perfetti estranei di fatti che, normalmente, non si direbbero neppure alle persone piu' vicine. E poi c'e' la finalita', il risultato che ciascuna di noi voleva raggiungere. Una finalita' per me ancora indistinta, fumosa; per lei, invece, abbastanza palese.

Buona fortuna "Belle", che la vita possa offrirti tutto cio' che non ti ha potuto dare in passato e che tu, da oggi, possa sentirti a posto con te stessa e con gli altri. Perdonami pero' se in questo giorno in cui rinunci al tuo anonimato, vengo assalita da una sottile malizia. Sono da sempre convinta che le persone si identifichino e valgano per cio' che fanno e non per cio' che raccontano in un blog, e sinceramente credo che la tua "confessione" sia stata dettata piu' da esigenze di copione e commerciali che da altro.

43 commenti :

Alex ha detto...

un pò come Chiara:-)

Ev@ ha detto...

Un epilogo stupendamente commerciale. Capisco...
Adesso avverrà la virtualizzazione vera e propria, in perfetto accordo con i tempi, che anche altrove "esistono". Mai però così esasperati come quelli italiani.

Saluti

gullich ha detto...

devo dire che questa mattina, quando ho letto un pò di sfuggita questa notizia, ho sorriso... per una serie di motivi molto vari.

Condordo con te: non una notizia planetaria e sembra, molto, una mossa dettata da meri fini di lucro.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mai però così esasperati come quelli italiani.

Certo, Eva. Ed il pruriginoso raggiunge il culmine massimo quando, nell'articolo, il giornalista parla di "A-level".
A volte mi sorprendo di quanto gli italici siano cosi' "fintamente" pudici... oserei dire quasi ipocriti.
E dire che, oramai, non passa giorno che non lo prendano nel culo. :-))

Anonimo ha detto...

Mi scuso per aver banalmente depistato questo blog, seriamente impegnato nelle sue campagne etico-politiche, verso una notizia frivola come la devirtualizzazione di Belle.
C'è chi si rivela, ma ora abbiamo capito che lo fa soltanto per biechi motivi commerciali e chi, come te, Chiaretta, si riqualifica, sfumando dolcemente il proprio clichè di stupenda ex-escort (mica come quel carciofino di Belle), per dedicarsi sempre più ad un ruolo di ponderata moralizzatrice, di femmineo difensore (difenditrice mi suonava male) dei deboli e degli oppressi.
Eppure a me sarebbe piaciuto approfondire le motivazioni della tua incrollabile virtualità, per rapporto a quella di Belle.
Noto viceversa che l'argomento dà quasi fastidio, non solo a te ma anche ai tuoi lettori.
Che invidiabile coerenza simbiotica...

Aurevoir

il tuo siggy

Gio ha detto...

Klara sei magnifica :D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ anonimo sedicente Siggy: Grazie per le gentili parole dalle quali si evince la tua ammirazione per me neanche venata da quel tipico sarcasmo che rivela qualcosa che ancora ti brucia. Il tuo astio e' divertente ed io so come assaporarlo e nutrirmi di esso quasi fosse nettare, credimi. :-)
Non credevo comunque che, a distanza di cosi' tanto tempo, tu fossi sempre assiduo lettore delle stronzate che racconta questa insulsa, quasi inconcludente, tzigana moralizzatrice nonche' nota bastonatrice dei puttanieri piu' ipocriti.
Se il tuo scopo e' solo quello di vedere le tue parole stampate all'interno di questo blog (che sono sicura leggerai soltanto sporadicamente quando non hai nient'altro da fare) per ostentare quell'ego che, probabilmente, e' rimasto ferito da antichi rancori, sappi che per queste stronzate non ho tempo da perdere e ti consiglio quindi di andare a cazzeggiare altrove, magari insieme ai tuoi antichi, quanto obsoleti, compagni di merende: illustre e Zwallyz.
Se invece vuoi farmi delle domande SERIE, che non siano intrise di quel rancore che porti dentro solo perche', ahime', ai tempi non ho voluto incontrare nessuno di quella banda di personaggi di cui una volta facevi parte (ed ho fatto bene), come si dice nei film: ne hai facolta', purche' siano poste in modo rispettoso ed educato.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

ho letto questa notizia e anch'io ho avuto l'impressione, come ha osservato giustamente l'amico Gullich, che si tratti di una mossa dettata da meri fini di lucro.

Ciao Davide

Anonimo ha detto...

Astio?... chi era costui?
Avrei voluto sottoporre alla tua attenzione questa citazione dell'intervista di Belle "...being anonymous is no fun".
Ma se sei così incazzata con me, lasciamo perdere.
Dopo tutto l'outing di Belle non è altro che un'operazione commerciale.
Il mio IP di casa è Fastweb ma quello che sto usando adesso è il solito IP aziendale, quindi non darmi più del seducente, te ne prego...(ooppps, che lapsus!!!)

affettuosi bacetti

il tuo siggy

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""sappi che per queste stronzate non ho tempo da perdere e ti consiglio quindi di andare a cazzeggiare altrove, magari insieme ai tuoi antichi, quanto obsoleti, compagni di merende: illustre e Zwallyz.""


Mi sembra che l'amico Siggy ti ha proposto di discutere un articolo che pensava ti interessasse in buona fede: almeno così l'ho interpretato io.
Francamente non riesco a capire perchè tendi ad arrabbiarti così facilmente.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Gio ha detto...
Klara sei magnifica :D


Per cosa, Gio?
Non ho fatto niente di speciale. E poi sono persino stanca dal viaggio che mi ha ricondotta a casa, quindi neanche tanto accurata nelle mie risposte. Almeno non quanto vorrei.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Mi sembra che l'amico Siggy ti ha proposto di discutere un articolo che pensava ti interessasse in buona fede: almeno così l'ho interpretato io. Francamente non riesco a capire perchè tendi ad arrabbiarti così facilmente.

Infatti non lo devi capire tu. Basta che lo capisca io.
Comunque Siggy (dato che si tratta proprio di lui e non di qualcuno che ha preso il suo nick come invece e' accaduto ad Illustre in Escort Forum), fra i tre amici al bar non era certamente il peggiore, e non mi sono arrabbiata per la sua proposta di discutere di Belle de Jour, quanto del suo commento successivo.
E adesso rispondo anche a lui... :-)


@ Siggy: Avrei voluto sottoporre alla tua attenzione questa citazione dell'intervista di Belle "...being anonymous is no fun".

Chi lo dice che essere anonima non e' divertente? Lo dice "Belle" e allora? La stessa cosa deve valere per chiunque?
Io credo, invece, che l'anonimato sia alquanto divertente, ed il fatto che io sia qui, dopo quasi 10 anni, a discutere di questo con chi ancora non sa rassegnarsi alla mia virtualita', lo dimostra. Ma ti diro' di piu': oltre che divertente lo ritengo INDISPENSABILE per non avere problemi che potrebbero derivare da psicotici che frequentamente affollano il web e che si nascondono fra coloro che si fingono "normali".
Ora tu dirai che psicotici siamo noi che restiamo anonimi (o anonime), ma se ci pensi bene agiamo solo su quel che e' nostro e non facciamo subire a nessuno gli effetti delle nostre scelte: non assilliamo nessuno, non rompiamo le palle a nessuno, non ci proponiamo insistentemente a nessuno. Restiamo qui, nel nostro inconcludente anonimato a far discutere da 10 anni chi l'anonimato non lo sopporta.
Ma poi mica crederai che io sia davvero un'entita' virtuale tout court come puo' ad esempio esserlo un programma di AI, vero?
Io esisto, vivo, relaziono al di fuori del web. Come fanno tutti. Come fai anche tu. E fuori del web non sono certo anonima. Solo scelgo io con chi stabilire un qualsiasi tipo di relazione e sinceramente non capisco il motivo per il quale dovrei rivelare la mia identita' proprio a chi non mi va...
A chi serve? Chi ci guadagna? Perche' dovrei farlo?
Per trovarmi sputtanata dopo 3 secondi come e' gia' accaduto in passato con altre ragazze che lo hanno fatto? Suvvia... non crederai che io sia cosi' stupida.
E poi sono troppo venale per espormi sulla pubblica piazza senza avere alcun tornaconto.
Persino "Belle de Jour", se lo ha fatto, lo ha fatto per un valido motivo.
Tu dammene uno che sia altrettanto valido.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Persino "Belle de Jour", se lo ha fatto, lo ha fatto per un valido motivo.
Tu dammene uno che sia altrettanto valido.""

Farti dare dall'amico Duval una montagna di soldi.
A propistito che fine ha fatto l'amico Duval che è un po' che non si vede. Non sarà mica stato bannato. Spero che ritorni presto perchè era l'unico che correggeva i miei errori di ortografia.


Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Farti dare dall'amico Duval una montagna di soldi.

Che cavolo di discorso e' questo? Perche' mai qualcuno dovrebbe darmi una montagna di soldi? Per cosa?
Ho smesso di fare la escort nel 2001... non mi faccio piu' pagare per la mia compagnia.

Duval non e' bannato. Forse non ha piu' voglia di scrivere qui.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Che cavolo di discorso e' questo? Perche' mai qualcuno dovrebbe darmi una montagna di soldi? Per cosa?
Ho smesso di fare la escort nel 2001... non mi faccio piu' pagare per la mia compagnia.""


Naturalmente stavo scherzando. Comunque mi riferivo al fatto di quando l'amico Duval ti offriva tanti soldi (non mi ricordo più a quanto era arrivato), solo per incontrati senza altro scopo.

Ciao Davide

Gio ha detto...

"A volte mi sorprendo di quanto gli italici siano cosi' "fintamente" pudici... oserei dire quasi ipocriti.
E dire che, oramai, non passa giorno che non lo prendano nel culo. :-))"

Dati i tempi che corrono, non si è mai abbastanza espliciti.
A presto Klara.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Comunque mi riferivo al fatto di quando l'amico Duval ti offriva tanti soldi (non mi ricordo più a quanto era arrivato), solo per incontrati senza altro scopo.

Come senza altro scopo?
Lo scopo, forse, se non il sesso potrebbe essere la mia compagnia, quindi un ingaggio come hostess accompagnatrice, giusto?
Ecco, appunto: ho smesso di fare la escort, la hostess, l'accompagnatrice o in qualsiasi modo tu voglia chiamare una certa professione in cui si viene pagate per accompagnare un'altra persona che desidera "conoscerci".
Quel mio percorso si e' concluso nel 2001. Stop. E non ci ritorno sopra.
Hai da propormi altri motivi validi per i quali dovrei rinunciare al mio anonimato mettendo a rischio un po' anche la mia sicurezza personale?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Hai da propormi altri motivi validi per i quali dovrei rinunciare al mio anonimato mettendo a rischio un po' anche la mia sicurezza personale?""

Se c'è di mezzo la sicurezza personale meglio non rischiare.

Ciao Davide

gullich ha detto...

@chiara "Hai da propormi altri motivi validi per i quali dovrei rinunciare al mio anonimato mettendo a rischio un po' anche la mia sicurezza personale?"

no, non ne hai Chiara...

apprezzo la tua posizione, era ovvio che di fronte ad un fatto che SEMBRA così "simmetrico" alla tua figura si sarebbero scatenati i soli commenti delle solite teste.

Ma non si possono mai giudicare sino in fondo da fuori le esigenze che governano le vite altrui.

belle de jour ha fatto una scelta dirigendosi verso qualche soldo facile. Apprezzabile? discutibile? censurabile?

saranno un pò affari suoi. Sa di mossa commerciale, qui può e deve fermarsi la mia valutazione molto superficiale verso una persona che non conosco e di cui non posso valutare le scelte.

Tutto il resto, dalle proposte di Duval ai siggy è fuffa, come diceva qualcuno.

regards

wgul

Gio ha detto...

Ok.
Domani Klara fa un post e dice

Mi chiamo ## ##,
vivo a ## ##,
di mestiere ora faccio ## ##
ecco un po' di mie foto ## ##
Il mio numero telefonico è ## ##

Bene: CHI SE NE FREGA di come Klara si chiama?
Cosa me ne faccio del suo indirizzo-professione-book fotografico-numero di telefono?
Cosa me ne faccio quando qui abbiamo il 95% di quello che Klara è? Cioè le sue incazzature, i suoi sentimenti, a volte mi pare di intravedere le sue lacrime, altre volte di indovinare i suoi sorrisi.

Klarissima, forse mi sbaglio, e me ne scuso a priori.
Non credo che la sicurezza sia il principale, o il solo motivo, che ti spinge alla sacra riservatezza.

Tu, che hai conosciuto più di noi le bassezze degli omuncoli, ora vuoi la prova che nei tuoi interlocutori ci sia altro che non ormoni e brama di possesso, vuoi credere davvero alle parole che qui diciamo.

Mia carissima, non stiamo tentando ridicolmente di arruffianarci le tue grazie ;-)
Noi siamo qui per quel 95% di Klara che esiste qui, anche qui, anche senza foto-telefono e così via.

Un abbraccio

Chiara di Notte - Klára ha detto...

no, non ne hai Chiara...

Ma io lo so, Gullich. Infatti sono quasi 10 anni che attendo qualcuno che mi dia un motivo valido e l'unico che finora mi sono sentita proporre e': "Per conoscere me!"
Cioe' io dovrei rinunciare al mio anonimato solo per conoscere lui... o lei... cosi' diversi... cosi' unici... cosi' speciali...
E perche non anche l'altro, o l'altra ancora? E perche' non tutto il condominio, il quartiere, la citta', la nazione...
C'e' gente convinta che la felicita' risieda nella notorieta'. Insegna ai propri figli a diventare il piu' possibile famosi, che per essere felici si deve essere alla ribalta, partecipare ai grandi fratelli, alle varie isole o fattorie... cosa che, probabilmente, anche la bella "Belle" fara'.
Talk show, interviste, foto sui giornali, magari anche una particina in una finction televisiva; mostrarsi come un'animale allo zoo solo perche' i curiosi hanno il morboso "prurito" di conoscere i cazzi altrui e pagano per farselo grattare.
Chi crede questo di me, chi crede che ci sia specularita' fra il mio agire e quello di "Belle", non ha capito una beata fava e non ha la minima coscienza di cosa siano i "valori" e le convinzioni che ciascuna persona porta dentro di se'. Forse perche' oggi si vive troppo in totale assenza di valori.

Neelps ha detto...

Gio scrive: Bene: CHI SE NE FREGA di come Klara si chiama?

Sono molto d'accordo.
Alla fine, che importa se esiste davvero,se e' uomo o donna, se si chiama Chiara o altro.
Che importa chi e cosa sia, se con i suoi post e le sue "isterie" mi cattura a leggere e a rispodere rendendomi il tempo meno noioso?!

Alex ha detto...

Non sono curioso, ma sinceramente, mi piacerebbe conoscere Chiara:-)

modesty ha detto...

...marò....e io che stavo aspettando la prossima fiaba!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

modesty ha detto...
...marò....e io che stavo aspettando la prossima fiaba!


Arriva fra qualche minuto... :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ecco qua una notizia per Siggy, qualora non voglia essere preso per il culo da qualcuno che si sta spacciando per Illustre su EF.

http://illustre-1966.blogspot.com/

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Alla fine, che importa se esiste davvero,se e' uomo o donna, se si chiama Chiara o altro.

Beh... a questo punto e' d'obbligo la mia confessione...
Ebbene, mi chiamo Donato e sono un cavallo. :-)

Anonimo ha detto...

All'astio ed al rancore si lega il sarcasmo.
L'ironia, invece, può anche convivere con l'affetto.
Non capisco, non avendone ricordo, se il sarcasmo di Gullich dipenda da qualche scazzo passato o se sia invece una categoria dello spirito discendente dall'invidiabile simbiosi di cui sopra...
Comunque, dato che la mia modesta proposta argomentale suscita cotali relazioni, ve salutooooo

il vostro Siggy

Anonimo ha detto...

Ciao Klàra
Tutto bene?
Gugge

gullich ha detto...

@siggy "Non capisco, non avendone ricordo, se il sarcasmo di Gullich dipenda da qualche scazzo passato o se sia invece una categoria dello spirito discendente dall'invidiabile simbiosi di cui sopra..."

ti sopravvaluti un pò siggy, la mia riflessione era generica, priva di astio rancore e sarcasmo (non avrei motivo di manifestare nessuna delle tre cose nei tuoi confronti, antichi scazzi? ma ancora legati a ste cose siete, belin.... :o) semmai esprimo pareri sui tuoi interventi attuali qui sopra...) e non era diretta a te ma legata strettamente al tema del topic :o)

regards

wgul

Anonimo ha detto...

"Tutto il resto, dalle proposte di Duval ai siggy è fuffa, come diceva qualcuno"

"ti sopravvaluti un pò siggy, la mia riflessione era generica"

Caro Gu',

a me non sembra generica, e non mi sembra nemmeno una riflessione...

Chiedo scusa a Chiara per il disturbo

il vostro Siggy

gullich ha detto...

senti Siggy, per riflessione per caso intendi un fenomeno fisico legato alla luce?

perchè se parli di quello, effettivamente la mia non lo era.

Ho postato qualche riflessione (commento, se preferisci) su ciò che mi ha fatto venire in mente la notizia di Belle, sulle possibili assonanze, sui post che precedevenao il mio, sulla reazione sfavata di Chiara e sulla opportunità e utilità di uscire dall'anonimato.

A margine di tali riflessioni (o commenti, sempre se vuoi) concludevo con un'ultima riflessione (commento, sempre se preferisci tale termine) in cui trovavo le argomentazioni sin qui espresse sulla sua possibile devirtualizzazione una solenne messe di cazzate.

Una piccola, banale, ininfluente opinione che mi piaceva scambiare con Chiara.

Ho ritenuto di sintetizzare con tutto il resto è fuffa in omaggio agli epici e trionfali tempi di ier e ai suoi roboanti, bellissimi, magniloquenti e intriganti frequentatori.... (forse, se lì vi hai colto un pelino, ma proprio un pelino di sarcasmo, non hai del tutto errato...).

Così va meglio?

Non ho astio, non ho rancore, non ho scazzi con chichessia ... tantomeno con i roboanti.

Chiara è stata una persona con cui ho scambiato un sacco di impressioni ed emozioni - in passato - su un mondo che conoscevo poco e sul mondo in generale: ogni tanto mi piace molto farlo ancora.

Ho imparato dal suo guardare il mondo prospettive diverse e sconosciute, anche se nons empre condivise, da cui guardarlo anch'io.

per me quello rappresenta un valore. tanto da continuare a leggerla con regolarità, anche se intervengo meno per un sacco di ragioni che qui rilevano nulla.

regards

wgul

Vincenzo " Zerov " Salvo ha detto...

Prevedibile, ho letto il libro ma ho sempre pensato si trattasse di una storia di fantasia...non lo dico per pavoneggiarmi pero' ho avuto questa impressione, ho fatto il callo con questo tipo di "fenomeni" tutto quello che sembra pazzesco, trasgressivo, shockante, secondo me nasconde sempre o quasi sempre meno di quanto si possa pensare.
Complimenti per il blog :)
Vincenzo

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gugge: Ciao Klàra
Tutto bene?


Certo. Tutto bene, grazie. :-)



@ Siggy: Chiedo scusa a Chiara per il disturbo

Non disturbi, Siggy. Se sei davvero tu, siediti pure e smetti di fare il permaloso.
A proposito, come va su EF con il falso illustre e la perla-giulias-zwallyz-di-notte?
Essi', fin dai tempi in cui il povero genovese si fingeva me (senza molto riuscirci, del resto, dato che l'ignoranza crassa non si puo' essere celata dietro ad un nick) c'e' sempre stata questa ossessione di imitarmi... ogni tanto, in quel forum di gente sfigata, appare una figura al "femminile" che tenta di riattizzare i pruriti dei pochi pipparoli rimasti.
Tu che sei il padre della psicanalisi non credi che tutto cio' sia comportamento da persona disturbata?



@ Gullich: Ho imparato dal suo guardare il mondo prospettive diverse e sconosciute, anche se non sempre condivise, da cui guardarlo anch'io.

Non ci fai un guadagno. Sono miope. :-)



@ Vincenzo " Zerov " Salvo: ho sempre pensato si trattasse di una storia di fantasia

Beh, la tendenza automatica che normalmente si ha oggi quando ci si trova davanti a questi fenomeni ricorrenti (in questi ultimi anni i blog di sedicenti prostitute, cortigiane, ex prostitute, eccetera sono nati e proliferati come i funghi), e' quella di pensare a mere operazioni commerciali, oppure a esternazioni di ego smisurato da parte di chi (soprattutto maschietti travestiti da donne) ha una sua particolare visione erotico-onanistica di un certo mondo che ruota intorno alla prostituzione.
Pero', nel caso di Belle de Jour, credo che quando e' nato il suo blog, in tempi non sospetti, tutta questa strana moda di vivere in una "pelle" non propria non c'era.
Intorno ai primi anni 2000 il web era un luogo assai piu' ingenuo, meno frequentato dalla gran massa di persone che oggi riempiono il loro vuoto interiore "mascherandosi" da chi non sono ne' saranno mai.
E nell'ingenuita' di quei tempi potevi trovare tanta spontaneita' che oggi, ahime, non esiste piu'.
Forse, nel caso di Belle, tutto e' partito in modo spontaneo e naturale, e solo successivamente, in seguito anche alla pubblicazione dei suoi libri e ad un successo crescente che ESIGEVA che lei togliesse almeno i dubbi sul suo genere femminile, e' stato corrotto dall'odore dei soldi.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: A propistito che fine ha fatto l'amico Duval che è un po' che non si vede.

L'amico Duval, forse, si e' accorto di aver completamente sballato il suo giudizio su di me e quindi, forse, non se la sente piu' di scrivere qui.
Qui, forse, era il luogo ove egli cercava di "prendermi in castagna" e, forse, oggi che di me ha tutt'altra opinione, credo non mi farebbe piu' quel genere di proposte che in passato hanno fatto discutere. :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,



"L'amico Duval, forse, si e' accorto di aver completamente sballato il suo giudizio su di me e quindi, forse, non se la sente piu' di scrivere qui."

Grazie per la risposta. Però mi dispiace che non scriva più qui, perchè ho sempre trovato interessanti le cose che diceva.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Però mi dispiace che non scriva più qui, perchè ho sempre trovato interessanti le cose che diceva.

Magari non scrive ma legge. Prova a fargli un offerta in denaro per vedere se ti accompagna a cena. :-))

davide ha detto...

Distinta Chiara,



""Magari non scrive ma legge. Prova a fargli un offerta in denaro per vedere se ti accompagna a cena.""

Spiacente, ma a me piace la paperetta e niente altro.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Spiacente, ma a me piace la paperetta e niente altro.

Interessante... pensa che stavolta, con la tua affermazione, sei persino in tema con l'argomento del post, anche se in modo indiretto.
Cioe' vuoi dire che per te un qualsiasi incontro, una qualsiasi conoscenza con qualsiasi persona non ha senso se non c'e' la paperetta di mezzo?
Vuoi dire che, anche nel caso di un incontro con una donna, cio' che di lei ti interessa, al di fuori del suo organo sessuale finalizzato a contenere il tuo, e' il niente?
Talvolta, parlando con alcuni maschi che la pensano cosi', mi chiedo quale sia lo scopo di una vita in cui l'unico pensiero davvero che conta e' la paperetta, e quanto questa vita si discosti in fondo da quella di un protozoo.
Non offenderti Davide, lo sai che mi sei simpatico, ma il tuo commento mi ha indotta a riflettere.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Non offenderti Davide, lo sai che mi sei simpatico, ma il tuo commento mi ha indotta a riflettere.""

Lo sai bene che io non mi offendo.

Naturalmente la frase riferita alla "paperetta" era ironica. Tu mi hai chiesto di uscire con Duval ed io ti ho risposto che ho altri gusti.

Mi sembrava evidente che stavo solo scherzando e che non volevo certo offendere le donne.

Ciao Davide

P.S. comunque non sapevo che ti ero simpatico e devo dire che la cosa mi fa molto piacere. In genere nei commenti sono molto pedante e pensavo di rendermi antipatico.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Non offenderti Davide, lo sai che mi sei simpatico, ma il tuo commento mi ha indotta a riflettere.""

Poichè non è la prima volta che io dico delle cose con l'intento di scherzare e tu le recepisci in modo diverso, mi chiedo da cosa dipendano questi equivochi.

Per esempio tempo fa rispondendo ad un commento di Francesca avevo detto: voi della sinistra avete rovinato l'Italia e dovete pagare i danni di guerra, voi donne in natura.

Mi sembrava evidente che non poteva che essere uno scherzo: anche perchè i più stretti collaboratori di Berlusconi vengono dalla sinistra (Sandro Bondi e Giuliano Ferrara erano dirigenti comunisti, mentre Fabrizio Cicchitto o la Boniver erano dirigenti socialisti). Anche tra gli alleati di Berlusconi non mancano gli ex comunisti: Umberto Bossi era un militante comunista e Maroni era addirittura un esponente dell'estrama sinistra ecc.

La lista potrebbe essere molto lunga ma mi fermo qui.

Per questo quando hai preso seriamente le mie battute sui danni di guerra mi sono molto stupito.

Quello che non capisco è se sbaglio io ad esprimermi o se sei tu che tendi a prendere troppo sul serio quello che dico.

Cioa Davide

Gio ha detto...

Davide, ti metto a conoscenza di un segreto: le battutine dicono molto di una persona.

Alex ha detto...

Buongiorno Chiara,
scrivi...Beh... a questo punto e' d'obbligo la mia confessione...
Ebbene, mi chiamo Donato e sono un cavallo. :-)

Non ci posso credere!!!!
ma sei un Pony oppure uno di quei cavalli grandi grandi???

Pensavo di essere l'unico un pò strano qui:-)


Secondo me, Duval (anche se non si dovrebbe parlare di chi non è presente), ti stima e ti stimava, si capiva da come scriveva, indipendentemente dal fatto che dava o non dava ragione. Sempre molto lineare nelle sue posizioni (da apprezzare) e molto logiche.

Se qualcuno apprezza quello che scrivi, ovvio che abbia voglia diconoscerti, altrimenti, se pensa che non hai peso, spessore o qualsivoglia altra qualità dopo poco si dimenticherebbe di te.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics