martedì 10 novembre 2009

23
comments
Affidereste vostro figlio a certa gente?

Ignazio La Russa: «Non ho strumenti per accertare, ma di una cosa sono certo: del comportamento assolutamente corretto da parte dei carabinieri in questa occasione»

Angelino Alfano: «Riribadisco fiducia nell'operato della Polizia Penitenziaria che, ogni giorno, svolge i suoi delicati compiti con abnegazione e in contesti difficili»

Carlo Giovanardi: «Era in carcere perche' era uno spacciatore abituale. La verita' verra' fuori, e si capira' che e' morto soprattutto perche' era di 42 chili»

Stefano Cucchi, Deceduto nell’ospedale Sandro Pertini, a Roma, sei giorni dopo l’arresto per possesso di droga.

23 commenti :

ets ha detto...

si commenta tutto da se...il solito schifo...

Willyco ha detto...

Il ministro Angelino Alfano, quindi, sa che i responsabili sono nella polizia operativa, e non nella polizia penitenziaria?

Ricordo che l'anoressia nervosa è una pesante malattia mentale; l'anoressia privativa risulta solo un sintomo di un quadro patologico di disturbi della personalità assai più complesso. La reazione di un/a anoressico/a ad una qualunque limitazione della libertà è profondamente patologica; evoca la fortissima aggressività che è dietro a ciascun ammalato di questo tipo, nonchè le sue tendenze autodistruttive e l'incapacità di rendersi pienamente conto delle situazioni ambientali in cui si trova. E' tremendo quando questa patologia si scontra con il potere, consapevole della propria forza e (sostanziale) impunità; con persone che vivono le frustrazioni del proprio lavoro (soprattutto con i superiori, i magistrati, i politici migliori che tendono a dare ordine alle loro manifestazioni di "forza autorizzata", limitandole e regolandole) e, quindi, tendono a sfogarsi con chi sentono più debole, con chi, anche nella ragione, potrà sempre essere sputtanato e trasformato in un indifendibile.
Ricordo come mi trattavano gli agenti della polstrada quando mi fermavano sulla cinquecento a 19 anni; ricordo come mi hanno sorriso sei mesi fa quando sono passato davanti a loro in Jaguar, con un Missoni di buona stoffa, anche se ero davanti al tribunale di Parma, in piena zona ZTL, senza autorizzazione, in un giorno in cui il traffico era interdetto e contromano.

La mia compagna è anoressica; so benissimo che basta un nulla, e dovrò andarmela a riprendere, dopo qualche giorno, in un'obitorio qualsiasi, e so bene che mi diranno che è caduta per le scale.
Per questo vorrei uno stato più civile, e delle teste pensanti nei posti di responsabilità.

Gio ha detto...

No comment su La Russa e Alfano.

Mia sorella, avvocato, per anni si è occupata di diritto dei minori.
In un convegno o simili, ebbe modo di avere a che fare con Giovanardi.
Lei è molto gentile e tranquilla, non esprime mai giudizi roboanti su nessuno.
Mi disse semplicemente 'è un idiota'.

Concordo.

E' un idiota.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gio: "E' un idiota."

Ma cosa stai a dire?
Coa offendi?
Perche' ti comporti sempre come un comunista invidioso?
Non lo sai che nessun papiminkia servo del nano puo' essere idiota?
E se non ti va bene, lo scriveranno nella costituzione.

Gio ha detto...

Hai ragione Klara, sono stato ingiusto.

Non è solo lui l'idiota.

Idioti sono anche i miei concittadini che l'hanno votato, visto che il suo collegio elettorale è proprio la mia città. Città che, non soddisfatta d'aver dato i natali a Formigoni, Castelli e la Brambilla, ha deciso anche di 'importare' le migliori menti da fuori.

davide ha detto...

Caro amico Gio,

"Lei è molto gentile e tranquilla, non esprime mai giudizi roboanti su nessuno.
Mi disse semplicemente 'è un idiota'."

Quello che è successo a questo ragazzo è gravissimo e va fatta piena luce, però credo che sia sbagliato definire Giovanardi un idiota.
Intanto Giovanardi ha avuto l'umilta di chiedere scusa alla famiglia di Cucchi per quello che ha detto (almeno così ho sentito alla radio questa mattina).

Per il resto credo che Giovanardi sia uno dei politici del popolo delle libertà più intelligenti: non si può giudicare un politico solo perchè una volta ha detto una fesseria.

Ciao Davide

modesty ha detto...

no no, lo si giudica per tutte le cagate che ha detto nel corso degli anni.

poi è infantile dire prima cagate e poi chiedere scusa e pensare che "passa tutto".

e poi non chiamare gio "mio caro amico".

klara: no, che non glieli affiderei a quelle persone mio figlio. spero tanto che non finisca mai nei guai qua in italia ma neanche altrove.

Gino il Troll ha detto...

Sì, senza alcun dubbio!

marco ha detto...

Ah be'...allora trolleggio un po' anch'io.

@klara.
Comunista invidioso è un pleonasmo.
I poveri sono invidiosi dei ricchi perchè vogliono arricchirsi. I comunisti per arrichirsi vogliono fare la rivoluzione invece di fare come i ricchi e poveri che hanno mandato la Brunetta a fare il ministro, che ci pensa lui a mettere a posto le cose. Metterà i tornelli alle carceri così si saprà chi entra e chi esce e se succederà qualcosa di strano ci saranno i tabulati a dimostrarlo senza fare di tutta l'erba un fascio.
Ho detto un fascio?

@Davide
Giovanardi è più bello che intelligente.

@Gino il troll con la t maiuscola.
La domanda era rivolta ai genitori.


Finirà con la solita storia che in America, e dico America mica Russia, è molto peggio: lì la polizia ti spara per strada se non hai un bell'aspetto. Finirà che diranno che il sistema funziona e che le poche mele marce, se riusciranno a dimostrare che ci sia stato pestaggio, sono comunque state tolte dal cesto di ottima frutta...
Che dopo Genova, dopo quell'altro ragazzo immobilizzato per strada e poi morto, dopo quell'agente che sparò ad un ragazzino in motorino... qualche dubbio che non sia un problema delle mele ma del cesto a me è venuto.

saluti

Bibi ha detto...

@Gino il Troll
evvai che ne abbiamo trovato uno nuovo..!!!
ti prego chiara...non lo bruciare questo, promette grandi soddisfazioni!
a.y.s. Bibi

gullich ha detto...

@willyco "Per questo vorrei uno stato più civile, e delle teste pensanti nei posti di responsabilità."

mi stupisce che tale affermazione arrivi proprio da te, che hai sempre mostrato acume e capacità di analisi non comune.

Io vorrei semplicemente uno stato democratico.

Non ci stiamo accorgendo che le cose vengono vuotate dall'interno. Sono rimasti solo i nomi, le definizioni, i concetti privi di alcun contenuto e di ogni attuazione pratica.

Non solo non vi sono teste pensanti, ma le posizioni di potere, dall'ultimo posto di assessore al comune di fanculo al posto di governatore di una regione è spartito, smazzato, gestito secondo logiche clientelari e di gestione autoreferenziale del potere.

segue

gullich ha detto...

Lo stesso vale per le nomine di alti magistrati, di primari ospedalieri, di resposnabili dei servizi.

Tutti appartengono ad una qualche corrente politica, quella corrente che ha spazzato via questo paese...

La recente questione del governatore della campania docet.

e questa logica occupa, trasversalmente, ogni scheramento, senza alcuna distinzione fra destra centro e sinistra.

http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2376971

In questo paese il potere alimenta esclusivamente se stesso, erodendo ogni spazio di condivisione e partecipazione di chi non sta nella corrente.

Guardate dove stanno Falcone e Borsellino e guardate dove sta chi all'epoca trattava con la mafia la pax

sempre i soli nomi, le solite facce, i soliti salti mortali per stare a gestire potere e denaro. D'alema esce dalla finestra e adesso è il futuro leader della sinistra europea.

D'alema, quello che parlava al telefono delle questioni unicredit. E quella sarebbe l'alternativa.

L'italia è una repubblica fondata sul lavoro e tutti siamo uguali davanti alla legge: sono ormai scritte vuote che stanno solo sulla carta.

perchè nella vita di tutti i giorni noi vediamo scritto, ovunque, che l'italia è una dittatura marcia e decadente, dove vale il ricatto, il sopruso, lo spregio del prossimo, lo sberleffo e la legge del più forte.

Ma vent'anni di dittatura mediatica e di rincoglionimento culturale e di gelmine a gestire l'istruzione hanno portato il popolo di questo paese (già geneiticamente ben predisposto ad essere stronzo e bue) a non percepire più nulla di quello che sta sotto la superficie.

peraltro attenzione alle jaguar in ZTL, perchè a me trattavano meglio a vent'anni sulla renault 5.

L'ostentazione della ricchezza da noia a certe frange delle forze dell'ordine che non si fanno scappare l'occasione di sanzionare qualcuno che loro ritengono trombone e riccone. Non sono la jaguar e missoni che tengono buoni, è la tessera che hai in tasca... se sei amico di amici o se ti pone gerarchicamente - anche in senso lato - sopra di loro o con loro ... altrimenti sono legnate.

Non apprezzo Giovanarndi perchè chiede scusa dopo aver detto minchiate solenni, vorrei semplicemente un governante che omettesse di dir stronzate semplicmente perchè è uno dei migliori del paese e per questo forma la classe dirigente.

quindi, non solo non affiderei i miei figli a questa gente, anzi dico : il primo che si avvicina a mio figlio è un uomo morto... almeno fino a chè ci riesco.

Alla fine, comunque, è anche sciocco demonizzare a 360 le forze dell'ordine di questo paese, perchè in mezzo ad una moltitudine di microcefali pericolosi e pronti a correre e a menare dove vuole il padrone vi sono un sacco di persone in gamba che fanno il loro lavoro nell'ombra, sottostimati, sottopagati, mettendoci del proprio in termini di tempo ed energia e che hanno più neuroni e capacità di chi porta stellette sopra le loro o di chi li dirige da qualche procura.

E non lo dico ne per patriottismo nè per militarismo ma semplicemente per diretta esperienza.

Solo che in questo paese, ed è sempre stato il suo vero problema, accanto a vette altissime di coraggio di abnegazione, di senso civico ed a sacche anche consistenti di coscienza critica vi è una massa di cialtroni sterminata.

per un Primo Levi, un Ambrosoli, un Falcone, un Impastato (complimenti alla Lega...) vi sono centomila stronzi pronti a incularsi il vicino pur di fregargli il posto all'ultimo concorso del comune di vattelapesca.

Così è, se vi pare.

ciao Chiara :o)

wgul

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Bellissimo commento Gullich. Ben tornato.

Gio ha detto...

In calce al primo commento di Gullich: non so quanti di voi conoscano Massimo Fini.
Sto leggendo un libro che comprende varii suoi articoli scritti tra il 79 e il 90 (circa).
Ce ne sono alcuni che si focalizzano proprio sul rapporto 'partiti'-'posizioni di privilegio'.
Ormai questo è un metodo, e sono cosi' tanti a beneficiarne che non fa piu' scandalo.
A patire sono sempre gli spiriti liberi, che non rientrano in queste logiche di potere e non barattano la propria anima con una tessera-benefit tipo esselunga.

davide ha detto...

Cara amica Modesty,


"e poi non chiamare gio "mio caro amico"."



Perchè non posso???



Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Marco,

"@Davide
Giovanardi è più bello che intelligente."

De gustibus non disputandum est.


Scherzi a parte si può non essere d'accordo con le idee politiche di qualcuno senza insultarlo.


Se la sinistra avesse politici intelligenti come Giovanardi non sarebbe ridotta così male.


Ciao Davide

Willyco ha detto...

@gullich
Io vorrei semplicemente uno stato democratico.

Potrei essere d'accordo, se credessi nella possibilità di una democrazia vera, qui, in Italia.

Ricordo a memoria un'osservazione dai "Quaderni dal carcere" di Gramsci.
Egli ammoniva: "se tu sei un intellettuale che ha studiato a lungo la società ed i suoi problemi, potresti essere portato a pensare che il tuo voto non può valere quanto quello di un contadino che si è preoccupato solo di temere la grandine e di sperare nella giusta quantità di pioggia. Invece devi pensare che la tua più approfondita conoscenza può consentirti di convincere quel contadino delle tue opinioni, facendo contare la tua opinione per tanti voti".

Quale possibilità ho io, oggi, di convincere gli altri, quando l'accesso agli strumenti che creano informazione, opinione e consenso sono riservati al potere?
Questa piccola anomalia, non viene, forse, ad inficiare proprio la base del sistema democratico?

Ev@ ha detto...

Non ho eroi, nella pur ampia e spaziosa vetrina di cui le foto in apertura di questo post sono un campione, parte di un espositore sviluppato in orizzontale, motivo per cui si dice che abbia una destra e una sinistra.

Quanto alla domanda-titolo rispondo che io, a "mio figlio”, in genere, ‘sti tizi li addito… loro e altri, tutti sintesi della mentalità che pretende ricondurre il mondo alla sola varietà offerta dai mercati. Non vorrei essere fraintesa: io adoro i mercati, solo che sono capace di pensare e immaginare e fantasticare, per cui, tra le tante cose, ritengo scontato che vi sia altro, oltre il solo vendere e il solo comprare, che sono due attività certamente migliori se attorno ad esse si sviluppa non solo packaging ma un minimo di discorso appena appena umano.

Immagini e parole di supporto ai fautori, stimolano la paura dell’insolito ed è per questo che la politica che risulta è solo conservazione. Quanto alla voce secondo la quale le cose possono andare solo peggio, per chi ha strizza, voglio essere rassicurante: il peggio non deve avvenire, è già avvenuto. Le rovine sono fatte di una realtà che pullula di gente che ammette candidamente di non capirre un accidente di niente e altro non sa fare se non radunarsi in ameni gruppi, tutti accomunati dalla caratteristica di improntare discussioni tese a trasformare ogni mosca in un bel dirigibile.

Tra i tanti tonfi collaterali che ciò implica, un vero disastro è stato che ciò ha distolto risorse per i veri dirigibili, che quindi, nella solita urgenza, si è trovato geniale classificare come mosche. Secondo la leggenda che se “una rondine non fa primavera, basta una legge e una rondine, allora, farà primavera.” No?

Si, invece! E il risultato terrificante, di cui non abbiamo avuto paura, è che sopra di noi girano indisturbati strani insettoni giganti. Siamo confusi, perché abili designers li hanno dipinti con alucce, occhioni simpatici et voilà, tocco finale, uno con una bella boccona sorridente, che nonostante abbia dimensioni decisamente spaventose rispetto alle grandi bocche della storia (tipo quella del Lupo di Cappuccetto Rosso), a noi ‘sta cosa vorremmo contagiasse il sorriso. Beh, la vediamo da lontano, tutto sommato. Il pregio è che da tutto ciò emergono dei veri duri. Sono quelli che dicono: “nel caso, è sufficiente fare una legge che proibisca l’uso dei binocoli.”

Ma non ci sarà bisogno di questi estremi. Prevarrà il sorriso degli allegroni. Lasciamo il tempo e saranno ispirati da quella spensieratezza speciale che hanno momentaneamente perso nel cammino, colpa delle pessime strade fatte da chi c’era prima di loro. Ci vorrà la riacquistata genuinità del divertirsi con cose semplici e rivoluzionariamente dissacranti, come, che so, quel bello spirito che ispira azioni tipo agitare la lattina di birra lasciata incustodita da quello che si è alzato dal tavolo… o quella trovata che consiste nell’aggiungere “additivi burleschi” ai bigné o ai babà al rhum altrettanto incustoditi.

Sarà allora impagabile ricordare il fesso che definì la birra uno scherzo di cattivo gusto, rispetto ai dolci, invece, “veramente speciali”. Il problema è, che quando tu non ci sei, gli altri ricordano sghignazzanti che la metà dei “dolci” se li era mangiati proprio la tua fidanzata, che era venuta di nascosto, saltando la cena, per farti una sorpresa.

Saluti.

marco ha detto...

@ Davide

Scherzi a parte si può non essere d'accordo con le idee politiche di qualcuno senza insultarlo.
Era un complimento.


Se la sinistra avesse politici intelligenti come Giovanardi non sarebbe ridotta così male
Questa è cattivissima, al confine del sadismo estremo.

saluti

Gio ha detto...

Davide

'Cara amica Modesty'

... non dovevi farlo ...

;-)

Sono stupito che tu riconosca a Giovanardi tanta intelligenza, per me è un perfetto idiota, lo vedo davvero in difficoltà in ogni circostanza.

davide ha detto...

Caro amico Gio,


"Sono stupito che tu riconosca a Giovanardi tanta intelligenza, per me è un perfetto idiota, lo vedo davvero in difficoltà in ogni circostanza,"

Diciamo che abbiamo idee diverse.

Però ho l'impressione che per chi la pensa come te, chiunque sostenga Berlusconi sia un idiota a prescindere.

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Willyco,

""Quale possibilità ho io, oggi, di convincere gli altri, quando l'accesso agli strumenti che creano informazione, opinione e consenso sono riservati al potere?
Questa piccola anomalia, non viene, forse, ad inficiare proprio la base del sistema democratico?""


Che l'Italia abbia tanti problemi e storture è verissimo, però credo che esageri nel dipingere l'Italia come una semi dittatura.

Che i giornali in Italia siano bugiardi e menzogneri è vero però consento un certo pluralismo.

Personalmente mi è capitato più di una volta di inviare lettere a giornali locali e devo dire che sono sempre state pubblicate.

Anche le televisioni locali (per non parlare delle radio), almeno nella mia Regione (il Trentino Alto Adige) trasmettono molte trasmissioni in cui permettono al pubblico di intervenire da casa: in genere per fare domande ai politici o per fare considerazioni di vario genere.

So bene che nostra democrazia è fragile, ma mi sembra che forse sei un po' troppo pessimista.


Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Che l'Italia abbia tanti problemi e storture è verissimo, però credo che esageri nel dipingere l'Italia come una semi dittatura.

E' peggio. Se accadono certi fatti che coinvolgono un po' tutto il sistema, e soprattutto fanno emergere il sentimento del "mene frego", e' peggio di una semi dittatura. E' una merda!

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/le-sette-stazioni-del-chi-se-ne-frega-che-ha-ucciso-stefano-cucchi-288398/

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics