giovedì 8 ottobre 2009

14
comments
Il ritratto di Silvian Gray

 
I puntata

Il famosissimo pittore Licious Geller mostra al suo amico Lord Marcel Dellutrix la sua ultima opera: il ritratto di un giovane imprenditore che in quel momento sta passando vari guai con la giustizia. Lord Dellutrix e’ talmente colpito dalla bellezza del ritratto che chiede a Licious di conoscere di persona colui che e’ raffigurato. Il pittore cede ed e’ costretto a presentargli il bellissimo e giovane Silvian Gray.

Il giovane ed innocente Silvian lega subito con il navigato ed esperto Lord Dellutrix, incantato dall'oratoria del suo interlocutore, il quale invita il giovane a non gettare al vento il dono della bellezza e della gioventu’, e di sfruttare le sue doti per iniziare una vita piena di nuove esperienze.

Questi spinge quindi Silvian ad esprimere, in verita’ per gioco, un desiderio: che, insieme alle preoccupazioni legate a problemi economici e giudiziari, anche i segni della vita e dell'eta’ scompaiano dal suo volto, per comparire invece su quello del ritratto, cedendo in cambio la propria anima. Ma quello che e’ nato per scherzo, si avvera.

Via via che il giovane Silvian perde la sua innocenza, ed accumula ricchezze ed esperienze non sempre edificanti, il suo ritratto si modifica acquistando una ruga, o un'espressione sempre piu' maligna. Silvian, quando se ne accorge, ne e’ spaventato e nasconde il ritratto in soffitta affinche’ nessuno debba mai sapere quanto e’ sporca la sua anima. Quell'anima resa visibile dal ritratto.

Dopo molti anni e molte travagliate vicende, fra cui una tormentata unione con un’attrice di teatro, che terminera’ col divorzio, la corruzione di Silvian arriva al punto massimo. I personaggi di cui si circonda sono sempre piu’ abietti e privi di moralita’ e lo spingono di continuo a compiere azioni immorali e nefaste ma lui, nonostante tutto, conserva ancora una faccia innocente che gli procura la simpatia della gente…

(La conclusione nella II puntata… oppure, meglio, concludetelo voi!)

14 commenti :

Anonimo ha detto...

Ciao cara, ti scrivo solo per farti godere un pò, io ho goduto avendo sempre avuto la certezza e la pazienza di aspettare che i nodi vengano al pettine, leggi: http://www.davidebrunati.com/index1.php/?p=2671#comments

un caro saluto da chi ti legge sempre.
Laly.
p.s. io stò benone felicemente sposata e conduco una vita "normalmente meravigliosa" come spero per te.
Baci.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Laly: Che contenta che sono di sapere che stai bene :-)

Non sapevo nulla delle novita' ed adesso le leggo anche io qui:

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/chiusi-15-siti-di-escort-on-line-poliziotto-tra-i-quattro-arrestati/2111911

Spero che li abbiano chiusi davvero tutti quei forum da vomito.

Willyco ha detto...

Uuuuuu.... beeeeelllloooooo
tra l'altro da poco sono riuscito a postare qui....
Un brindisi con Chiara ed un abbraccio a Laly (contentissimo della tua vita meravigliosamente normale).
Sto leggendo con la mia compagna, che voi sole sapete chi è...;-))
Un saluto ed un abbraccio anche da lei

Anonimo ha detto...

Un saluto a voi da VOSTRO odiato Luka
Spero stiate bene tutti/e...
Buona vita. ciao
Un semplice saluto.

Anonimo ha detto...

Willy, se la tua compagna è colei che spero che sia dalle un abbraccio forte forte. CinCin..
Laly :-)

Anonimo ha detto...

Chiara perdonaci se abbiamo usato il tuo articolo per i nostri comodi...
Laly

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Laly: Chiara perdonaci se abbiamo usato il tuo articolo per i nostri comodi...

Non c'e' alcun problema, cara Laly. Mi fa piacere ritrovare persone con le quali ho condiviso un piccolo tratto di strada, se pur virtuale.
Come vedi non sei la sola ad essere riapparsa in questa occasione. Anche altri lo stanno facendo, compresi quelli che a suo tempo, nei mei e nei tuoi confronti, non si sono comportati proprio in modo cristallino. Ma, come ben sai, panta rei ed il tempo contribuisce anche a far far sembrare certi episodi privi ormai d'importanza.
Ho piacere di sapere che stai bene e che hai trovato il tuo equilibrio, come ho piacere per Willy e per la sua compagna ai quali auguro un mondo di felicita'.
Per quanto riguarda invece certi vecchi personaggi, ecco qui alcuni aggiornamenti.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/dal-canile-alla-prostituzione-on-line/2112021

Adesso si capisce come faceva qualcuno a stare tutto il giorno collegato ai forum, rovesciando immondizia sulle persone, senza aver bisogno di lavorare.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

Immagino che ogni riferimento a Oscar Fingal O'Flaherty Wills Wilde sia casuale, mentre quelli a Gelli e Dell'Utri siano voluti.

Comunque davvero divertente la parabola del Silvius che hai fatto nel racconto. Non vedo l'ora di sapere come finisce il nostro piccolo grande (e un po' porco) eroe.


Ciao Davide

Willyco ha detto...

Grazie a Chiara per l'ospitalità. Resto in curiosa attesa della seconda parte. Nel frattempo ho riletto l'opera originale: che fatica riuscire ad inserire nei panni del pur pessimo Dorian Grey gli echi del nostro nanetto. Dorian ray era uno che se ne fotteva degli altri,e nulla più; questi, temo si creda davvero un benefattore dell'umanità. Leggevo un bello studio psicologico: i migliori truffatori sostengono a spada tratta le proprie finzioni malandrine, perchè se ne autoconvincono.
Ricordo un vecchietto che andava per la pianura reggiana con la sua 500 giardinetta. Arrivato al distributore di benzina chiedeva da chi potesse comprare del buon grana stagionato. Ovviamente il benzinaio gli consigliava un suo amico, e lui si faceva scrivere l'indirizzo su un foglietto, perchè aveva poca memoria e non ci vedeva bene con gli occhiali da lontano. Poi si recava da costui e prendeva due o tre forme di parmigiano, gli mostrava il biglietto del caro amico comune, "quello che fa il benzinaio", poi chiedeva qualche minuto per andare al bancomat a prelevare i soldi... e spariva col formaggio.
Al processo insultò con tutta la sua indignazione il benzinaio, perchè non si aspettava che un così caro amico deponesse contro di lui. E, si badi, il benzinaio non si chiamava nemmeno Putin.

PS 1 - La mia compagna è colei che Laly spera che sia, e contraccambia con un abbraccio forte forte. CinCin a tutti.

PS 2 - sembra che sia andata bene: dopo il "chi si loda, s'imbroda", già temevo per "morto un lodo se ne fa un'altro"

Anonimo ha detto...

@Chiara...come ben sai, panta rei ed il tempo contribuisce anche a far far sembrare certi episodi privi ormai d'importanza.



Carissima, si il tempo ha stemperato un pò la rabbia
per quel che mi hanno fatto subire i falsi amici e amiche
i nemici e gli uomini che ho incontrato, quelli che, palesemente
infelici della loro vita di relazione, ho consolato e risollevato
ricevendo palate di sterco in cambio.
Ho perdonato ma non dimentico facilmente la violazione che
tutti e dico TUTTI hanno fatto del mio privato, del mio "sacro!".
Si sono permessi di tirare in ballo i miei affetti più cari
turbando la mia vita.
Mi è stato consigliato di andare a lavorare, di pulire i cessi dei fast food

e di smettere col meretricio "PER IL MIO BENE"!
Mi è stato dato in dono un lampione....
La mia privacy data in pasto ad un manipolo
di ragazzini idioti, quelli che scrivono con il k al posto del ch in "quel" blog di m...

Sono stata derisa, umiliata, minacciata, GIUDICATA.
Giudicata, con quale diritto poi, da quali pulpiti si elevavano
giudizi nei miei confronti? Riguardo questa domanda stenderei un pietoso
e misericordioso velo.
Andare a lavorare... pulire i cessi...
Dio solo sà...Come lo sanno i miei familiari quanto io abbia lavorato e
studiato contemporaneamente,
12-14-16-20 ore al giorno senza riuscire mai a far quadrare i conti
e senza mai riposare, MAI,
perchè qualcuno con cui avevo scambiato promesse di amore
rispetto e aiuto reciproci invece ha pensato bene di inguaiarmi
con firme false lasciandomi nella merda. Lui era il re dei puttanieri
ed io avevo solo 19 anni.
Ho sgobbato, mi sono spezzata la schiena per anni ed anni ed anni...
Fino a che, stufa, decido di fare come Maria Maddalena e mi sono tolta
dai guai finanziari in cui navigavo per colpa di "quel puttaniere",
con l'obbiettivo di smettere quando avessi pagato l'ultimo debito.
E così ho fatto, incontrando sulla mia strada quello che io chiamo la ricompensa
delle mie sofferenze: Il mio amato marito.
Stò dimenticando, piano piano, rientro in un mondo normale.
Mi mancava la normalità, vivere in situazioni border-line logora.
Ho chiuso con tutti, questo non vuol dire che non voglia ancora bene
a persone come Willyco e la sua compagna, a Cleo, a topogigioca
sono stati amici sinceri, pochissimi ma buoni, tutti gli altri
sono stati un passaggio burrascoso...
Non sono felice per la fine che ha fatto chi sai tu,
non ho mai augurato il male di nessuno ma si sà, a furia di tirarla
la corda si sfibra e si spezza.
Spero solo che non possano mai più nuocere a nessuno
e che paghino il conto che ora la vita gli stà presentando.

Con affetto e stima.
Laly
P.s. Willyco: YUHUUUUUUUUU!!!:-)
P.s. Chiara: Grazie ancora per l'ospitalità. :-)
P.s. per gli altri lettori: scusatemi se il mio commento non è inerente all'articolo di Chiara.

"Un tocco di Rosa" ha detto...

Scusami Chiara di questo commento fuori luogo, ma non so come avvisare una amica che si é aggiunta a seguire il mio glog, che non si riesce ad entrare nel suo blog.I suoi Titoli sono: "guidami" e "VinnieGame". Se qualcuno riesce a comunicare con questa amica che ha come figura di riconoscimento un segno di bandiera italiana,sarebbe molto gentile. Chiara, complimenti per il tuo blog, sembra moltissimo interessante e divertente, mi aggiungo anche io ai tuoi lettori. il mio é: http://untoccodirosa.blogspot.com/ A proposito dell´italiano con o senza Kappa. passa da me e vedrai che ho aggiunto un posto proprio su questo discorso. ciao e buone cose a tutti.
Rosa

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Willyco: Resto in curiosa attesa della seconda parte.

Non ci sara' seconda parte. Mi attendevo che foste voi a concludere il racconto.
In ogni caso bisogna dire che, il rINCOstituzionale, e' davvero l'emblema, l'effige, il simbolo dell'italietta pregna d'ignoranza e di malaffare che lo ha votato. Ma quando i messaggi subliminali, quelli che di sicuro lui ha nascosto nel venticinquesimo fotogramma degli spot trasmessi sulle sue reti, altrimenti non sarebbe spiegabile tanta idiozia diffusa fra coloro che gli hanno dato il voto, avranno cessato i loro effetti nefasti, quando la gente che finora lo ha seguito, credendolo un grande uomo, potra' vedere quel ritratto che lui tiene, coperto con un drappo, gelosamente nascosto in soffitta e che lo mostra per cio' che in realta' e', allora potro’ scrivere un nuovo post intitolato: “Forse gli italici non sono del tutto un popolo di idioti”.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Laly: La mia privacy data in pasto ad un manipolo
di ragazzini idioti, quelli che scrivono con il k al posto del ch in "quel" blog di m...


Conosco la storia. Come ben sai, ero presente ed ho assistito. Ho assistito soprattutto a come, certe persone di cui ti ti sei fidata che con te hanno mostrato una faccia pulita ed amichevole, si siano rivelate poi, in realta', per cio' che sono: dei frustrati, falliti ed invidiosi della vita altrui. In poche parole: dei malati di mente.
Ti auguro tutto il bene possibile, consigliandoti di ignorare perche', in certi casi, e' meglio che portare rancore.
Spero che questa tua visita non sia soltanto sporadica e di vederti ancora commentare in questo blog.

marco ha detto...

...ma tutto questo ancora non gli bastava. Sì, aveva ottenuto tutto quello che voleva, non era stato difficile, una busta qua, una spintarella là e la potenza del denaro gli avevano assevito buona parte del paese.
Lui voleva di più, di più!
Voleva essere amato, desiderato financo concupito.
Guardarsi sempre in quel ritratto ogni giorno più orrendo lo spaventava.
Se l'incantesimo finisse?
Fu questa paura che lo spinse nella sterminata biblioteca di Lord Dellutrix a cercare un libro di magia di cui si mormorava l'esistenza ma nessuno poteva affermare di aver mai letto.
Il libro del magnifico mutamento in cui vi era l'incantesimo per trasformare l'uomo nell'essere più desiderabile dell'intero universo.
Passò anni Silvian a cercare, scaffale per scaffale, mensola per mensola, quel libro e un fortunato giorno lo trovò. Trepidante sfogliò quelle vecchie pagine scritte con un inchiostro rosso, forse col sangue. Lesse decine di fantastiche magie finché trovò quella che cercava. Pronunciò quelle sacre parole che nessuno mai prima di lui aveva osato pronunciare e l'incantesimo avvenne.

Silvia Gray, lunghi capelli mori con meches biondo platino, una slanciata figura dall'alto del suo tacco 12, la potete ascoltare cantare il suo repertorio di canzoni napoletane sulle navi da crociera in tutti i mari del mondo.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics