giovedì 9 luglio 2009

49
comments
Le donne lo corteggiano

"Si', le donne mi corteggiano molto ora che sono ministro, ma anche prima". Anche prima... Questa dichiarazione la voglio proprio tenere. I "grandi personaggi" sono sempre cosi' pieni di se': convinti di essere irresistibili quando occupano posizioni di potere, ma pronti a scappare via veloci con le loro zampette corte quando poi, la gente, stanca di loro ed incazzata, li rincorre con i forconi.

A parte che io un uomo cosi' bello, simpatico, intelligente e modesto, qualora fosse gratis e solo per il fatto che e' ministro, non lo toccherei nemmeno da lontano usando una canna di bambou, sarei curiosa di vedere se, nel momento in cui gli venisse presentato il conto in monetine, ci sarebbe ancora qualcuna che avesse lo stomaco per corteggiarlo.

49 commenti :

Morto di fame :( ha detto...

Cose da pazzi :)

Alex ha detto...

I gusti son gusti e poi, non possono innamorarsi tutti di lui:-)

Gio ha detto...

Una buona occasione per iniziare un discorso che mi sta a cuore (se pure ne ho ancora uno).
Quali possibilità ha uno storpio di fare breccia nel cuore di qualcuno?

La mia vita è stata singolare: per forza di cose lo sarebbe stata, dalla nascita, quando quella piccola catena di nucleotidi imbizzarriti ha deciso il mio fato.
Mi hanno sorpreso le parole di diversi amici che mi hanno confessato il loro 'amore' (in senso lato). C'è chi mi ha detto 'sei la persona più importante della mia vita'.
Incredulo e sgomento, perfino addolorato, allora mi chiedo: se non è per pietà che mi dicono questo, perchè sono sempre stato solo come un cane?
Neppure per un istante ho avuto complicità o indicibili segreti!

L'unica possibile risposta è che sia troppo orrido (e neppure si vede se sono vestito, si intuisce solamente credo)?
Oppure c'è qualcosa addirittura di molto peggiore in me?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

tu sei certamente un'eccezione, ma ho notato che molte donne sono attratte dagli uomini di potere.

Personalmente Brunetta mi è simpatico anche se credo che sia una disgrazia per Berlusconi.

Tutte le volte che parlava di dipendenti pubblici fannulloni e di licenziamenti dicevo ai miei amici: vedrete il partito di Berlusconi che batosta che prenderà alle elezioni europee nel sud e in particolare in Sicilia dove l'impego pubblico è la prima "industria" (cosa che poi si è regolarmente verificata).

Spero pertanto che qualcuno spieghi a Brunetta che i dipendenti pubblici in Italia sono milioni e votano. In caso contrario regalerà alla sinistra una massa di voti enorme.

Ciao Davide

Salazar ha detto...

Caro amico Davide,
lasciando perdere le opinioni su Brunetta, quello che hai scritto vuol dire che a te va da papi (ops!) che in tutta Italia, e in special modo al sud, gli impiegati statali non facciano un cazzo, vadano a spasso tutti i santi giorni invece di lavorare, e vengano tranquillamente pagati per questo con i soldi di tutti gli italiani – anche con i tuoi – basta che votino per Berlusconi, unica cosa importante.
Chiedo scusa per la domanda, ma non è che per caso hai una figlia minorenne?, perché quello sarebbe il prossimo passo, no?

Dolce-Alexia ha detto...

Mi fa ridere il "belloccio", perchè mi ricorda un personaggio che anche tu conosci dal forum con le sue "perle di saggezza". Indovina chi è?
Avevo un incontro con quel signore e la sera mi ha portato a cena dove c'erano i suoi amici. Uno di loro mi chiesi:"Ma cosa hai trovato in lui?" Ho risposto:"Beh, sarà l'altezza che mi ha colpito"
Non so se erano consapevoli di chi fossi io e se questa sera, se ero al tavola, di certo non gratis. :-)

Yuna90_42 ha detto...

molte donne sono attratte dagli uomini di potere.

Personalmente piuttosto bacio in bocca un criceto :-)

Personalmente Brunetta mi è simpatico anche se credo che sia una disgrazia per Berlusconi.

No, a Berlusconi fa comodo, così pensiamo ad altro :-)

Ma con tutti gli imprenditori che ci sono in Italia sono ancora i dipendenti pubblici a fare notizia?

Coloro i quali ci governano attualmente, sono solo la proiezioni fisica del nostro livello culturale medio, estetica compresa, quasi quasi cambio nazione, aggiungo anche un lol :-),
anche se probabilmente c'è ben poco da ridere!

Yuna

gatsby ha detto...

@Chiara
Per quanto concerne l'attività di ministro, Brunetta a me non dispiace.
Tutti quelli che lavorano nel settore privato si applicano a ritmi molto piu' sostenuti della media del pubblico.
Le sparate di Brunetta hanno quindi un fondamento logico.
E' vero altresì che Brunetta non ha ancora risolto come premiare invece tangibilmente chi nel settore pubblico si fa "un mazzo" per prtare avanti la baracca e compensare le lacune e le imperizie dei colleghi che si limitano a timbrare il cartellino.
Quanto alla versione latin lover del ministro, beh...gli uomini ne sparano di cazzate.
Ma tanto è innocuo..lasciateglielo credere.
E' ovvio alla vista di chiunque che Brunetta abbia di che lamentarsi con Madre Natura.
Per una fatale legge di compensazione, forse dentro di sè ha bisogno di credere a cio' che dice, forse ci crede veramente...
La cosa non mi sorprenderebbe.

Alex ha detto...

Buongiorno Chiara:-)

Brunetta non è il massimo fisicamente ed esteticamente (a parer mio), purtroppo, per il momento non si può ancora decidere di nascere belli e fisicamente perfetti.

Però almeno il buon gusto di vestire bene, vuol tagliare tutto alla P.A., dovrebbe iniziare con i suoi vestiti.

Comunque sono daccordissimo sugli sprechi della P.A..

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gio: Quali possibilità ha uno storpio di fare breccia nel cuore di qualcuno?

Moltissime se ha dentro una carica umana di un certo spessore, non e' uno sbruffone, non e' astioso e possiede generosita' e la capacita' di comprendere l'altra persona.
Se invece e' "simpatico" e "modesto" come il ministro, allora puo' far breccia solo grazie al suo portafogli.
E' ovvio che la "breccia" puo' essere di tipo sentimentale o sessuale o totale. Ciascuno deve anche capire fino a che punto puo' aver la capacita' di interessare l'altra persona e, nel caso, accontentarsi di cio' che in quel momento la vita e' in grado di concedere.

@ Davide: tu sei certamente un'eccezione, ma ho notato che molte donne sono attratte dagli uomini di potere.

Non sono un'eccezione. Infatti ci sono uomini di potere come Brunetta e Papi oppure uomini di potere come Obama.
E' ovvio che essendo sana di mente preferisco i primi due. :-)


@ Alexia: mi ricorda un personaggio che anche tu conosci dal forum con le sue "perle di saggezza". Indovina chi è?

Cavolo sorellina, non sara' per caso quel tipo romantico e raffinato?


@ Alex: vuol tagliare tutto alla P.A., dovrebbe iniziare con i suoi vestiti.

Soprattutto dovrebbe targliare la cravatta che gli arriva alle ginocchia. :-)

Gio ha detto...

Chiara, riformulo la domanda: quanti storpi hai visto amati? E non intendo dire di un amore fraterno, o amicale - ma proprio 'amore' (sentimento). Ok, sto trascendendo ;-)

Gio ha detto...

Argh, una cosa volevo aggiungere! Ho letto attentamente la tua risposta. Fin da bambino ho dovuto fare i conti con un concetto - quello della 'rinuncia'.
Ho imparato a 'rinunciare' a qualcosa, o qualcuno, per due motivi, o per una combinazione degli stessi.
Ho rinunciato per evitare di far del male a me, e per evitare di fare del male agli altri.
La mia stessa presenza puo' dar fastidio, o addolorare. - ho fatto venire i capelli bianchi al mio babbo (temo), ho fatto piangere mia madre, preoccupare i miei fratelli e amici. Almeno per questi primi 30 anni non penso di essere mai stato astioso, o di aver voluto condividere con gli altri il mio male. Nessuna dolce fanciulla ha mai voltato il suo animo nella mia direzione, ma chissa, forse sarei stato capace di 'rinunciare', non vedo questo come un'ipotesi cosi' remota. Questo prolungato digiuno pero' temo mi stia facendo impazzire ora. Pero' hai ragione: nessuna pietà per Gio, se tra 10 anni, fosse ancora vivo ;-), diventasse un pirla. Epicuro l'aveva letto!

genomaxycopy ha detto...

Paradossalmente Brunetta rappresenta,"l'uomo duro e puro" che portera' a compimento un progetto di cui non possiamo che gioire.(Ognuno di Voi avra' avuto a che fare con un ufficio pubblico....non c'e' bisogno di ulteriori spiegazioni)Brunetta,purtroppo fa parte di una cricca di uomini che ha portato il nostro paese ad un decadimento culturale sociale e politico.Il progetto degli anni 80/90 denominato "Propaganda 2(saldatura programmatica tra polica e criminalita' organizzata)si e'concluso col grande contributo dato da Berlusconi e Tremonti.Oggi ricostruire una egemonia culturale seppur liberal-socialista e' una chimera.Un paese che si vuole risollevare dalla crisi economica mondiale a livello interno non si comporta negando la crisi:la quale esiste,ma non nei bilanci della criminalita' organizzata.Secondo me questo portera' alla rovina definitiva del nostro paese,poiche' il denaro sporco lavato stirato e profumato andra' a pieno titolo a sostenere l'economia pulita.Non e' fanta-politica rileggetevi Giuseppe Fava,Sciascia,Carlo Alberto Dalla Chiesa,Moro,Berlinguer ecc.La gente nel nostro paese ha insita nel proprio dna il malaffare,la sopraffazione,la scorciatoia per arrivare ad un determinato obbiettivo sia esso quello di fare la velina e compiacere all'uomo di potere di turno(yes girl) o di fare il deputato europeo o nazionale (yes men).L'uomo, la sua cultura,la sua formazione,la sua liberta'sono calpestate dalla cultura della televisone,si nota un imbarbarimento generale,poiche' la gente e' impegnata alla propria sopravvivenza e quindi alla propria liberta'.Perche' una donna ed un uomo senza denaro non e' libera/o pensate che anche un uomo come Brunetta(ignaro burattino) c mi ricorda la canzone di Faber recito a memoria:perche un nano e' una carogna di sicuro;perche' ha il cuore troppo...troppo..vicino al buco del culo.

Dolce-Alexia ha detto...

Hai indovinato, sorella!:-)
A parte romantico e raffinato, comunque è simpatico.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alexia: Hai indovinato, sorella!

Ho indovinato si'...
A proposito, avra' perso l'abitudine di togliersi il "gommino" all'insaputa delle escort?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Gio ha detto...

Chiara, riformulo la domanda: quanti storpi hai visto amati
?

Personalmente nessuno. Almeno dal punto di vista che intendi tu. Ma cio' non toglie che ci sia chi ne ha visti.
Personalmente non sarei contraria ad un rapporto del genere a patto che la persona fosse un po' come il Conte di Peyrac.

Gio ha detto...

Chiara, ma esisti su questa terra o hai dimora nell'Iperuranio? ;-)

Come si dice ... 'Spassiba'?
Il mio russo è sempre stato pessimo, e ormai me lo sono dimenticato tutto.

davide ha detto...

Caro amico Salazar,

""lasciando perdere le opinioni su Brunetta, quello che hai scritto vuol dire che a te va da papi (ops!) che in tutta Italia, e in special modo al sud, gli impiegati statali non facciano un cazzo, vadano a spasso tutti i santi giorni invece di lavorare, e vengano tranquillamente pagati per questo con i soldi di tutti gli italiani – anche con i tuoi – basta che votino per Berlusconi, unica cosa importante.
Chiedo scusa per la domanda, ma non è che per caso hai una figlia minorenne?, perché quello sarebbe il prossimo passo, no?""

Guarda che hai male interpretato quello che ho detto.

Non ho detto che i dipendenti pubblici sono fannulloni. Ho solo sottolineato che sono una forza elettorale enorme che non va regalata alla sinistra.

Per il resto a me, almeno dal punto di vista finanziario, va molto bene.

Ciao Davide

P.S. non ho figlie minorenni.

davide ha detto...

Cararissima coccolona Yuna,

"Ma con tutti gli imprenditori che ci sono in Italia sono ancora i dipendenti pubblici a fare notizia?"

Torno a ripetere che mi sono spiegato male. Il mio intervento non aveva nessun intento polemico contro i dipendenti pubblici. Ho solo fatto delle riflessioni sulle conseguenze elettorali delle politiche di Brunetta.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Non sono un'eccezione. Infatti ci sono uomini di potere come Brunetta e Papi oppure uomini di potere come Obama.
E' ovvio che essendo sana di mente preferisco i primi due. :-)""

Non sarai un'eccezione, però io resto convinto che molte donne sono attratte dagli uomini di potere. Naturalmente il potere da solo non basta, ma può comunque essere un fattore che aiuta in certe cose.

Ciao Davide

fabio r. ha detto...

però., dai.... non è male avere un amante/fidanzato da pochette no? quando ti serve, voilà, lo tiri fuori dalla borsa e fai la tua (porca?) figura...

p.s. ultimamente sono un po' blurker ma ti leggo sempre con piacere!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Gio ha detto...
Chiara, ma esisti su questa terra o hai dimora nell'Iperuranio? ;-)
Come si dice ... 'Spassiba'
?

Si scrive "spasibo".
Comunque, se vuoi incontrarmi, mi trovi in Second Life. :-)

Neelps ha detto...

GENOMAXY scrive:

Brunetta,purtroppo fa parte di una cricca di uomini che ha portato il nostro paese ad un decadimento culturale sociale e politico.


Non sono d'accordo.
Il decadimente del nostro paese, come di tutti gli altri paesi "industrialmente sviluppati", chi piu' chi meno, ha basi molto piu' profonde.
Inizia con la diffusione di una certa ricchezza apparente e finisce con l'89 e la fine di Yalta.


La gente nel nostro paese ha insita nel proprio dna il malaffare,la sopraffazione,la scorciatoia


Non sono d'accordo. Ma capisco che, dato il tuo alias, tu possa vedere le cose in questo modo :-)
Anche perche' affermare che le dinamiche di cui parli siano una caratteristica esclusivamente italiana mi pare davvero esagerato.


L'uomo, la sua cultura,la sua formazione,la sua liberta'sono calpestate dalla cultura della televisone


Capisco quello che vuoi dire,ma non riesco ad essere d'accordo.Mi spiace.

Ma che c'entra la televisione?
E che sara' mai sta televisione!
Io mi ci diverto pure.

Hai fatto dei nomi che non voglio ripetere. Beh, appartengono al passato.
Chi c'e' oggi ? ci sono quattro sfigati che non fanno che litigare, dividersi e criticare "i nani" del governo perche' sono bassi, brutti, perche' hanno le televisioni e cicca cicca buh!

Non voglio nemmeno pensare a fare un paragone tra il personaggio che hai nominato tu e l'attuale "leader" dell'attualissimo nuovo "partito" (lo scrivo proprio tra virgolette perche' altrimenti non so come identificarlo). E non azzardiamoci a spostarci un pochetto piu' a sinistra dove c'e' un grande cervello vuoto che pulsa con grande fragore.

E poi, questi nanetti qua', che devono fare una sfilata di moda?
Politicamente parlando, il nanerottolo della PA, puo' esser basso quanto vuole, brutto, grasso etc etc, ma che me ne frega? Questo si che e' un modo molto "televisivo" di criticare.
Molto diffuso, di una classe dirigente politica che e' incapace di andar oltre, perche' dopo l'89 gli sono rimasti in mano solo le macerie polverizzate, almeno se avessero conservato qualche mattone...

Se invece si esclude il "politicamente parlando" allora su questo nanerottolo della PA si puo' dir tutto cio' che si vuole e ci si fanno pure grasse risate.

E ancora, se i modelli sociali odierni sono quelli che sono (veline, calciatori, TV e blah blah blah),
non penserete davvero che sia colpa di questi "nanetti" e soprattutto che sia un fenomeno soltanto italiano.
Perche' se pensate davvero che sia cosi allora e' un problema molto facile da risolvere.

:-)
ciao
neelps

Neelps ha detto...

Davide scrive:

Non ho detto che i dipendenti pubblici sono fannulloni. Ho solo sottolineato che sono una forza elettorale enorme che non va regalata alla sinistra.

Ah ecco. Quindi se c'e' un problema nella PA, lasciamo stare perche' altrimenti si rischia di rovinare l'elettorato.

Questa e' una logica molto gettonata anche a sinistra dove pur di non perdere un voto raggruppano insieme una cozzaglia di idee tra loro incompatibili, l'importante e' far numero, la sostanza non importa, tanto siamo nell'era della televisione, quello che conta e' l'immagine.


e via cosi!

Gio ha detto...

Sono riuscito con incredibile facilità a installare SL sul mio sistema Linux. Peccato sia lentissimo,e l'editing del mio avatar è mooolto approsimativo ;-)
Ho cercato sul tuo blog dettagli circa la tua presenza in SL ma non ne ho trovati.
A dirla tutta mi sono subito smarrito, come capita a molti neofiti direi, in questo grosso mondo che gira a 10 frames al secondo sul mio vetusto portatile ;-)

Salazar ha detto...

@Davide
Ah! Capisco, sei stato frainteso.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Se invece si esclude il "politicamente parlando" allora su questo nanerottolo della PA si puo' dir tutto cio' che si vuole e ci si fanno pure grasse risate.

Ed infatti dal mio punto di vista non voleva essere un post "politico", ma era solo per mettere in mostra la boria di chi, nanerottolo fuori e dentro, si sente un gigante solo in virtu' di un ruolo che, in una democrazia, dovrebbe essere solo demandato e non acquisito.
Se poi devo metterci un pizzico della mia piccola esperienza personale come "conoscitrice di uomini", posso dire che sono proprio i piu' piccoli che dentro di se' hanno quella specie di bramosia di apparire dei grandi. Quella che si chiama "sindrome di Napoleone".
Peccato che l'umilta' sia una di quelle doti che maggiormente ammiro ma che, allo stesso tempo, pochissime persone hanno.

modesty ha detto...

...adoro danny de vito. simple as that.
alle volte non è questione di politica.
o di potere.
a volte è che l'aspetto esteriore non conta un cazzo e ti arrapa una persona semplicemente per quel che ti trasmette.

l'idea che danny mi passi con la testa rovesciate indietro (!) tra le mie cosce senza doversi piegare mentre io sorseggio....chessò ....del vino....bè, mi attizza e come.
;-)

davide ha detto...

Caro amico Neelps,

""Ah ecco. Quindi se c'e' un problema nella PA, lasciamo stare perche' altrimenti si rischia di rovinare l'elettorato.""

Non ho detto proprio questo. L'Amministrazione pubblica si può riformare ma i toni che usa Brunetta sono percepiti dai pubblici dipendenti come vessatori.


In ogni caso io non sono entrato nel merito dei provvedimenti di Brunetta, ma ho solo detto che se continua così il suo partito perderà una fetta importante di elettorato.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

DaviNode scrive:
...ma i toni che usa Brunetta sono percepiti dai pubblici dipendenti come vessatori.

Dici? io non credo sia solo una questione di "percezione". Ad ogni modo mi interessa poco.
La PA non funziona bene, punto e basta.


In ogni caso io non sono entrato nel merito dei provvedimenti di Brunetta, ma ho solo detto che se continua così il suo partito perderà una fetta importante di elettorato.


Quale partito? bisogna usare un altro termine per identificare quei surrogati che stanno in parlamento da qualche decennio a questa parte.
E questo spiega anche tutta questa attenzione a non fare troppo per non scontentare l'elettorato e/o l'opposizione.

ciao

Neelps ha detto...

Modesty wrote:
a volte è che l'aspetto esteriore non conta un cazzo

Si appunto. "A volte" ;-)

Neelps ha detto...

Klara dell'Est scrive:
Ed infatti dal mio punto di vista non voleva essere un post "politico",


E chi ti ha detto niente?! :-P


della mia piccola esperienza personale come "conoscitrice di uomini", posso dire che sono proprio i piu' piccoli che dentro di se' hanno quella specie di bramosia di apparire dei grandi.


Non saprei, ma mi fido di te.
Anche se solitamente non mi piace questo approccio, un metro di valutazione sommario basato su caratteristiche fisiche, biologiche e altro lascia sempre il tempo che trova.

Non posso negare che questo nanetto della PA sembra proprio un coglione.
Pero' bisogna anche riconoscere che non e' proprio il primo passante preso per la strada, insomma in vita sua ha pubblicato cose interessanti, poi da li ad essere d'accordo e' un'altra questione.

E' ovvio che quello che ha detto sulle donne e' davverso spassoso. A volte pero' non sempre queste cose sono dette con ingenuita', spesso hanno altri fini che vanno quasi sempre a segno.

Non lo dico rivolto a te, ma quando si affrontano gli avversari su questo piano significa essere proprio alla frutta. Guardalo il "popolo della 'sinistra'" come e' conciato. Mi fa una gran pena.

ciao
neelps

Kameo ha detto...

modesty ha detto...
l'idea che danny mi passi con la testa rovesciate indietro (!) tra le mie cosce senza doversi piegare (...)


Avevi in mente la scena fra Danny DeVito e Kathleen Turner nel film "La guerra dei Roses" quando lei si reca nello studio dell'avvocato piccoletto e tenta di sedurlo?

genomaxycopy ha detto...

Bah.....allora saro' un marziano!!!!Quello che sostengo caro Collega e' la mia opinione, avvalorata da letture e indagini della magistratura.Continuate a nutrirvi della spocchia del potere da buoni yes men.Io sono diverso....

modesty ha detto...

no kameo.
sono assolutamente egocentrica: avevo in mente proprio danny e ME.

un giorno lui lesse delle poesie in una libreria. e io lo ascoltai ammirata. mi trasmise una gran capacità di emozionarsi e di "concedersi" a queste emozioni. cosa che non è facile per un uomo ma neanche per una donna. alla fine della lettura sorrise quasi in imbarrazzo, ma poi, firmando autografo su autografo alle signore accorse in tante, strizzava l'occhio a ognuna e sembrava un folletto malizioso e giocherellone.

;-)...cosi....

davide ha detto...

Caro amico Neelps,

"Guardalo il "popolo della 'sinistra'" come e' conciato. Mi fa una gran pena."

E' vero che fa pena, ma fa anche un po' di rabbia.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: A volte pero' non sempre queste cose sono dette con ingenuita', spesso hanno altri fini che vanno quasi sempre a segno.

Cioe'?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: ma fa anche un po' di rabbia.

Perche'?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Perche'?""

Sarebbe un discorso molto lungo, ma per sintetizzare posso dire che non riesce a costiture una alternativa seria alla maggioranza (comunque pessima) che ci governa.

Una sinistra così divisa e settaria ci costringe (putroppo) ad ingoiare la merda meno peggio.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

Klara wrote:

Cioe'?

Cioe' ne stiamo parlando.
E il personaggio costruito si rafforza, si rafforza la sua personalita' mediatica.
Che se ne parli bene o male non ha alcuna importanza perche' sui contenuti la gente tende a dimenticare, ma l'immagine mediatica rimane.

Avevo letto un paper sull'argomento dove si dimostrava che la popolarita' di una prodotto era fortemente correlata alla capacita' di quest'ultimo di essere ricordato in base a certi eventi, siano essi positivi e/o negativi.
Si dimostrava anche il fatto che la negativita' e la positivita' degli eventi spesso veniva dimenticata dagli acquirenti che, durante la scelta del prodotto, si basavano esclusivamente sul fatto di averlo gia' sentito.
Il fatto di "averlo gia' sentito" veniva automaticamente associato a qualcosa di positivo e la volonta' di acqusitare quel prodotto erano sempre maggiori rispetto a prodotti, qualitativamente migliori, ma sconosciuti.

L'ho buttata li un po cosi, in realta' era molto piu' preciso e complicato
Purtroppo non ricordo ne' gli autori ne' il titolo, dovrebbe essere classificato sotto marketing e pubblicita', ma la ricerca era sempre in ambito matematico/statistico.

ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Neelps: Il fatto di "averlo gia' sentito" veniva automaticamente associato a qualcosa di positivo e la volonta' di acqusitare quel prodotto erano sempre maggiori rispetto a prodotti, qualitativamente migliori, ma sconosciuti.

Vuoi dire che se scegliessi, come nome per un ristorante a base di carne, "Hannibal Lecter" oppure per una compagnia aerea "11 settembre" oppure per un agriturismo "Auschwitz", avrei un gran successo?

Ok, lo so che possono sembrare delle battute e che la mia puo' apparire come una provocazione, ma (guardando la foto) non metterei mai nome "Brunetta" ad una marca di cravatte.

Non credo assolutamente al luogo comune italico che dice " che se ne parli bene o male l'importante e' che se ne parli".
Spesso si crede di diffondere saggezza con certi luoghi comuni inventati ad arte per giustificare ogni schifezza (un'altra aberrazione e' ad esempio "il fine giustifica i mezzi") quando invece con cio' non si fa altro che diffondere solo un bieco cinismo, facendolo diventare modus vivendi e cultura incoraggiando l'egoismo come modo di intendere la vita. Una filosofia dannosa in quanto poi si giunge progressivamente a situazioni umanamente distorte alle quali poi si deve assistere spinamente senza poter fare piu' niente.

E poi, se vogliamo dirla tutta, Brunetta e l'altro nano affetto da satiriasi in fondo sono stati scelti da un popolo che si sente degnamente rappresentato da loro. Anche come immagine.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Perche'?""



""Che l'opposizione sia allo sbando completo, è evidente già da tempo; camminano come ubriachi, senza una direzione che non sia quella del precipizio elettorale e diciamo anche culturale, anche se per alcuni di loro, parlare di cultura mi pare proprio esagerato.

Argomentazioni politiche zero; vere proposte politiche nessuna. Sono solo stati capaci di fare gossip da osteria, inventarsi un mignotta-gate che si è solo rivoltato contro esponenti del PD, noemi-gate inventati, e fotografie rubate pseudo scandalose che di scandaloso, oltre all'uso che ne hanno fatto, non hanno nulla.

L'ultima cigliegina è l'uso interno al PD dello stupratore seriale pidiessino; fanno tutto da soli, usano gli stessi mezzucci infimi e un pochino bastardi con gli avversari politici, come con gli avversari interni al PD. Parlano di "questione morale" di berlingueriana memoria, ma di morale non hanno proprio nulla; parlano di cultura, ma la loro cultura è costruita su Novella 2000 e sulle "verità" di partito costruite in stile sovietico. Per non parlare di quello che fa l'Italia dei Valori Immobiliari con il suo leader bugiardo e delirante. Sono fuori dalla realtà.

Pubblicato da Nice 'n' Nasty

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""luogo comune italico che dice " che se ne parli bene o male l'importante e' che se ne parli".


Non è un luogo comune italico, ma americano.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""E poi, se vogliamo dirla tutta, Brunetta e l'altro nano affetto da satiriasi in fondo sono stati scelti da un popolo che si sente degnamente rappresentato da loro. Anche come immagine.""

Non tutti siamo piccolini. Io ad esempio sono grande e grosso.

Ciao Davide

Neelps ha detto...

Klara wrote:

Non credo assolutamente al luogo comune italico che dice " che se ne parli bene o male l'importante e' che se ne parli".
Spesso si crede di diffondere saggezza con certi luoghi comuni inventati ad arte per giustificare ogni schifezza
...


Guarda che il paper di cui parlavo era di ricercatori statunitensi non italici, non ho ne' tempo ne' voglia di mettermi a cercarlo, cmq credo che se cerchi un po in rete troverai molti studi a riguardo.
Poi e' ovvio che quando si parla di queste cose, essendo fenomeni statistici, non hanno valenza assoluta (vedi i casi da te citati).

Io non ho parlato di alcun luogo comune, una pubblicazione scientifica (paper in volgare) puo' anche fondarsi su un luogo comune, ma il suo fine e' di trovare se la tesi iniziale e' validata o no.

E' un po come l'utilizzo del linguaggio del corpo per incrementare le vendite.
C'e' una grande documentazione in rete a riguardo ed e' stato largamente dimostrato che i venditori che usano il linguaggio del corpo per "assecondare" l'acquirente hanno ben piu' successo dei loro colleghi che non lo fanno.

Che c'entra la saggezza in tutto questo?

Che scontrosa che sei! :-P
(lo dico col sorriso neh!)


... sono stati scelti da un popolo che si sente degnamente rappresentato da loro. Anche come immagine.


Credo proprio sia cosi. E quindi?
Non voglio mica dire che questi vincono esclusivamente perche' usano mezzi "pubblicitari occulti", me ne guardo bene. Ho solo risposto al tuo "cioe'".

:-) ciao

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Spesso si crede di diffondere saggezza con certi luoghi comuni inventati ad arte per giustificare ogni schifezza (un'altra aberrazione e' ad esempio "il fine giustifica i mezzi") quando invece con cio' non si fa altro che diffondere solo un bieco cinismo, facendolo diventare modus vivendi e cultura incoraggiando l'egoismo come modo di intendere la vita. Una filosofia dannosa in quanto poi si giunge progressivamente a situazioni umanamente distorte alle quali poi si deve assistere spinamente senza poter fare piu' niente.""

Anche il detto "il fine giustifica i mezzi" non è un'esclusiva italica.

Tra il resto non è vero (cosa che tu hai più volte detto) che sia una frase detta da Macchiavelli.

So che tanti attribuiscono questa frase a Macchiavelli, ma si tratta solo di una banalizzazione del pensiero di Macchiavelli.

In realtà si tratta di un concetto (ignobile) che si trova anche nelle epoche più antiche.



Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

(scusa prima ho sbagliato a scrivere il nome di Machiavelli)


""Spesso si crede di diffondere saggezza con certi luoghi comuni inventati ad arte per giustificare ogni schifezza (un'altra aberrazione e' ad esempio "il fine giustifica i mezzi") quando invece con cio' non si fa altro che diffondere solo un bieco cinismo, facendolo diventare modus vivendi e cultura incoraggiando l'egoismo come modo di intendere la vita. Una filosofia dannosa in quanto poi si giunge progressivamente a situazioni umanamente distorte alle quali poi si deve assistere spinamente senza poter fare piu' niente.""

Anche il detto "il fine giustifica i mezzi" non è un esclusiva italica.

Tra il resto non è vero (cosa che tu hai più volte detto) che sia una frase detta da Machiavelli.

So che tanti attribuiscono questa frase a Macchiavelli, ma si tratta solo di una banalizzazione del pensiero di Machiavelli.

In realtà si tratta di un concetto (molto banale) che si trova anche nelle epoche più antiche.



Ciao Davide

PS ho specificato quanto sopra, perchè tendi spesso ad attribuirci frasi che non sono nostra esclusiva.

Dolce-Alexia ha detto...

Chiara di Notte - Klára ha detto...
A proposito, avra' perso l'abitudine di togliersi il "gommino" all'insaputa delle escort?

Non ci scommetterei, sorella. Avrà cambiato solo il forum o nick, del resto, credo, è rimasto solito "filosofo" in cerca di attenzioni. Però mi mancano le sue "perle di saggezza", da tanto che non mi fanno ridere.:-)

AccesoSpento ha detto...

Spezziamo una lancia a favore di Machiavelli. Se la classe politica esistente fosse in grado di capire anche una sola riga del Principe non saremmo di sicuro in questa situazione. Contrariamente a quello che si crede (basta leggerlo) il Principe non è una raccolta di nefandezze. E' un lucido esame di una situazione politica (quella esistente all'epoca) e di quello che sarebbe servito all'Italia per uscirne. Poi si può essere d'accordo o meno su alcuni metodi o idee (su molte di esse, per esempio, non sono personalmente d'accordo), ma è un libro di politica che ti forza a ragionare seriamente dal punto di vista politico. Se la gente ragionasse seriamente di politica, Berlusconi sarebbe sparito da un pezzo, in quanto tutti si renderebbero conto che la cosa più cretina che si possa dire è che Berlusconi è un "leader".


Circa Brunetta probabilmente è ancora preda della parte rettiliana del suo cervello ferma all'equazione maschio dominante = riproduzione. Evidentemente è in piena crisi ormonale e cerca femmine a cui interessano caratteristiche genetiche stampate dalla FED o dalla BCE.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics