lunedì 27 luglio 2009

19
comments
Il "giochetto" dell'euro

La norma sullo scudo fiscale contenuta nella legge anticrisi che il governo italico si appresta a varare, che secondo alcuni, avrebbe come scopo quello di far rientrare in Italia gli ingenti capitali che adesso sono custoditi nei paradisi fiscali, mentre per altri servirebbe solo ad aiutare evasori fiscali e mafiosi di ogni genere, non e' altro che un'abile operazione di facciata finalizzata ad aiutare solo le banche, e che in sostanza non avra' quegli effetti che vengono dichiarati, sia da una parte che dall'altra.

Il motivo per il quale gli imprenditori, gli investitori e gli speculatori (compresi i mafiosi), che negli scorsi anni hanno occultato parte dei loro introiti illeciti all'estero, non riporteranno i soldi in Italia e' molto semplice: in Italia, a parte alcune aziende "particolari", come Impregilo e Finmeccanica, nessuno ha piu' intenzione d'investire un solo euro perche' altrove le possibilita' di ritorno in termini economici sono maggiori.

E non occorre recarsi tanto lontano; nella stessa Europa esistono tutt'oggi Paesi nei quali e' possibile ripetere il famoso "giochetto" che nel 2001 e' stato fatto in Italia con l'introduzione dell'euro e che ha, in brevissimo tempo, raddoppiato i prezzi facendo guadagnare cifre inimmaginabili a chi, fino al giorno prima, aveva acquistato in lire.

Prendiamo ad esempio la Bulgaria, Paese che pur facendo gia’ parte della Comunita’ Europea al momento non ha ancora introdotto l’euro come valuta nazionale, e dove i prezzi sono ancora espressi nella moneta nazionale: il lev.

Attualmente il cambio e’ 1 euro = 2 levi. Tutto cio’ non vi ricorda qualcosa di gia’ accaduto? E la certezza che anche in Bulgaria, come in altre nazioni che si accingono ad entrare in Europa (a proposito sapete quanto e' il cambio euro e lira turca? 1 euro = 2 lire turche... strano, vero?), verra' presto ripetuto il "giochetto" del raddoppio dei prezzi, mi viene confermata dal fatto che la nuova moneta da 1 lev appena coniata e’ quasi uguale, come forma, peso, dimensione e colore a quella da 1 euro e d e’ quindi molto facile confondere le due monete (ricordate com'era fatta la moneta da 1000 lire?).

Chi crede che certi fatti avvengano per caso e non siano invece programmati, forse non conosce bene l'essere umano e come, per avidita', si affidi sempre e comunque agli stessi meccanismi per fregare il suo prossimo: dallo schema Ponzi, alle operazioni valutarie di questo tipo in cui un popolo ignorante, disinformato, e tenuto abilmente sotto scacco da altre problematiche magari di tipo razziale, resta inerme a farsi depredare mentre una ristretta cerchia di furbacchioni si arricchisce a dismisura.

Sono certa che il prezzo di un bene che in Bulgaria oggi costa 1 lev, quando sara’ introdotto l’euro passera' a 1 euro grazie anche al fatto che la popolazione sara’ gia' abituata psicologicamente a dare 1 moneta di quel tipo per quel certo bene .

I grandi speculatori, in questo momento, conoscendo il giochetto che verra’ fatto sulla pelle degli ignari bulgari, come a suo tempo e’ stato fatto su quella degli italici, stanno investendo nella grande distribuzione, accumulando scorte di beni alimentari e di prima necessita', oppure in proprieta’ immobiliari, soprattutto nelle aree in cui si prevede un alto sviluppo turistico, che oggi costano ad esempio 100.000 levi (50.000 euro) e che un domani potranno tranquillamente (e legalmente) essere rivendute a 100.000 euro con una plusvalenza immediata del 100%.

Ecco perche’ in Italia i soldi, quelli almeno di chi sa bene come impiegarli per guadagnarne molti di piu', non ritorneranno mai.

19 commenti :

Cloroalclero ha detto...

eh ho capito.
Ma non si puo fare un cazzo per prevenire che per esempio in Bulgaria non se la bevano?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Cloroalclero ha detto...

eh ho capito.
Ma non si puo fare un cazzo per prevenire che per esempio in Bulgaria non se la bevano?


Quando ero li', ho provato a spiegarlo alla gente con la quale ho avuto modo di parlare che dovevano far tesoro dell'esperienza italica. Ma non hanno creduto. Anzi, hanno detto che un popolo che si fa infinocchiare in questo modo e' proprio un popolo d'idioti...

:-)))

Sinceramente, se nel 1999 ti avessero detto che l'avresti preso nel culo cosi', ci avresti creduto?

William Wilson ha detto...

Ciao, innanzitutto complimenti per il blog e mille scuse per la deviazione dall’argomento principale, ma vorrei fare due considerazioni a proposito di scudo fiscale e dintorni. In effetti lo scudo fiscale, non dissimile nella sostanza e nei principi ispiratori da un volgarissimo condono fiscale, è una misura assurda e immorale in un paese che registra un’evasione di dimensioni bibliche: se anche un provvedimento del genere dovesse portare ad un provvisorio aumento delle entrate, come ha giustamente osservato la corte dei conti, danneggerebbe gravemente la credibilità del governo nella lotta all’evasione. Si potrebbe forse obiettare che, dopo le patetiche menzogne delle ultime settimane, qualunque persona sana di mente non accorderebbe la minima credibilità al Papi, né tantomeno alla sua strategia di lotta all’evasione fiscale. Una simile obiezione, temo, metterebbe in grave imbarazzo alcuni bravi e onesti elettori, meglio sorvolare. Faccio riferimento alla corte dei conti per ricordare che, oltre ai pochi mezzi di informazione non allineati, fortunatamente in questo paese esiste ancora qualche organo di garanzia che sente l’esigenza di ristabilire la verità.

Saluti

davide ha detto...

Distinta Chiara,

quando è entrato in vigore l'euro io ero (e sono) un funizionario pubblico. Forse sarà perchè avevo un buon stipendio, però io non mi sono mai accorto di aver avuto una caduta del reddito. La storia che l'euro in Italia avrebbe impoverito i poveri e arricchito i ricchi la ho sentita dire mille volte (sopratutto dalla lega), però non mi ha mai convinto fino in fondo. Che poi siano cresciute le disegualinze economiche è vero, ma non credo che la colpa sia solo dell'euro.

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico William Wilson,

""Faccio riferimento alla corte dei conti per ricordare che, oltre ai pochi mezzi di informazione non allineati, fortunatamente in questo paese esiste ancora qualche organo di garanzia che sente l’esigenza di ristabilire la verità.""

Hai troppa fiducia nella Corte dei Conti. In realtà si tratta solo di una casta di magistrati intoccabili.

Prova tu a scrivere qualcosa contro certi magistrati (a meno di non essere parlamentari) e ti ritroverai nella merda.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

però io non mi sono mai accorto di aver avuto una caduta del reddito. La storia che l'euro in Italia avrebbe impoverito i poveri e arricchito i ricchi la ho sentita dire mille volte (sopratutto dalla lega), però non mi ha mai convinto fino in fondo.

Non posso crederci! Ancor oggi c'e' qualcuno che e' convinto che dopo l'euro il potere d'acquisto in Italia sia rimasto uguale.

Ecco... e' per ragionamenti del genere, cosi' sofisticati dal punto di vista economico, che riusciranno a far fessi pure i bulgari (ed i turchi dopo di loro).

Diranno che il loro reddito non subira' alcuna caduta (come infatti sara'). Cio' che invece non diranno e' che i prezzi, adesso espressi in levi, verranno tramutati in euro ad un rapporto di 1:1 e non di 1:2 come invece dovrebbe essere.

Neelps ha detto...

Davide scrive:
Forse sarà perchè avevo un buon stipendio, però io non mi sono mai accorto di aver avuto una caduta del reddito.

Ma te dove vivi?

Forse non e' corretto dire che sono raddoppiati, ma poco ci manca.

E io non parlo di pizza e caffe' di cui non mi frega nulla, ma dei beni piu' sostanziosi, tipo la casa.

Il cambio di valute e' sempre un momento di forte speculazione, una sorta di anomalia del mercato, un buco nella random walk.

Neelps

Neelps ha detto...

WW scrive:

danneggerebbe gravemente la credibilità del governo nella lotta all’evasione.


Nessuno qui ha intenzione di combattere l'evasione fiscale, cosa che a dirla sembra di una difficolta' estrema...
Invece con semplici mezzi si potrebbero trovare piu' dell'80% degli evasori.
Davvero ci vuole uno sforzo molto limitato e due algoritmi che un qualsiasi laureando saprebbe scrivere.
E se ne prendi due o te bravi arrivi molto oltre l'80%.

E cosi artigiani e commercianti di Milano dichiarano cifre da poveracci.
Non solo e' ridicolo ma scoraggiante piu' che altro perche' il problema e' di facile risoluzione.

Ma invece sono tutti impegnati a correr dietro agli stranieri che rappresentano la rovina del paese.
Non sono nemmeno riusciti a tassare le plusvalenze che sono al 12.5% figurati un po! Le volevano portare al 20% nemmeno al 27%!
Chissa un po come mai, bisognerebbe andare a vedere quale cifre le banche pagano ai vari partiti per la loro campagna elettorale.

Quando parlo di sinistra inetta e' proprio di questo, se vuoi rappresentare i lavoratori i soldi te li fai dare da loro, non dalle banche perche' non te li danno gratis per il bene della pluralita' democratica(che cazzata).

vabe vado a dormire,
ciao
Neelps

William Wilson ha detto...

@Davide
I magistrati sono inamovibili non intoccabili, esiste il CSM cui spetta l’azione disciplinare ed è giusto che sia così, perché lo stabilisce la Costituzione. I membri dell’Assemblea Costituente non erano degli ingenui (tra loro figurava anche quel simpatico frugoletto di Andreotti) ma il rischio che qualche magistrato commettesse abusi di potere è stato ritenuto insignificante rispetto alla possibilità che l’esecutivo ottenesse il controllo della magistratura, e hanno visto giusto: pensa che bello se Berlusconi oltre a presiedere il governo, avere una solida maggioranza in parlamento e tre televisioni potesse controllare i giudici… Saremmo semplicemente fottuti.
@Needls
La sinistra (e facciamo finta che questa parola associata al partito democratico non si svuoti immediatamente di significato) al momento è un cadavere, su questo sono perfettamente d’accordo con te, ma non è al governo. Voglio dire che l’inettitudine della sinistra non giustifica quella di Berlusconi, anche perché non si tratta di quale gruppo sociale venga rappresentato da una forza politica, far pagare le tasse significa far rispettare la legge.

Saluti

davide ha detto...

Caro amico William Wilson,


""@Davide
I magistrati sono inamovibili non intoccabili, esiste il CSM cui spetta l’azione disciplinare ed è giusto che sia così, perché lo stabilisce la Costituzione. I membri dell’Assemblea Costituente non erano degli ingenui (tra loro figurava anche quel simpatico frugoletto di Andreotti) ma il rischio che qualche magistrato commettesse abusi di potere è stato ritenuto insignificante rispetto alla possibilità che l’esecutivo ottenesse il controllo della magistratura, e hanno visto giusto: pensa che bello se Berlusconi oltre a presiedere il governo, avere una solida maggioranza in parlamento e tre televisioni potesse controllare i giudici… Saremmo semplicemente fottuti.""


Quello che hai detto lo so benissimo, ma resta il fatto che i giudici in Italia sono la casta più potente che esiste.

Secondo me Silvio sbaglia quando dice che sono di sinistra (naturalmente ci sono magistrati di sinistra), perchè le caste si ritengono al di sopra degli schieramenti che riguardano solo la vile plebaglia.

In ogni caso i giudici della corte dei conti sono i peggiori fra tutti i giudici, perchè parlano bene e razzolano male. Fanno tanti discorsi contro gli sprechi in politica, ma poi non vanno mai a toccare i veri potenti ma si accaniscono con i più deboli: gli impiegatucci sfigati da mille euro al mese.

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Neelps,


""Davide scrive:
Forse sarà perchè avevo un buon stipendio, però io non mi sono mai accorto di aver avuto una caduta del reddito.
Ma te dove vivi?""

Effettivamente non faccio testo perchè vivendo in una regione a statuto speciale, il Trentino Alto Adige, ho potuto usufruire di diversi vantaggi. Inoltre oltre al mio stipendi di funzionario apicale ho sempre pututo usufruire di altre rendite. Per questo è probabile che tu abbia ragione in merito all'euro.

Ciao Davide

Bibi ha detto...

Una considerazione riguardo il mercato immobiliare. Non è vero che i prezzi sono raddoppiati in conseguenza dell'introduzione dell'euro, i fattori sono altri.
Prima di tutto il "raddoppio" è avvenuto in circa 4/5 anni e quindi è stato graduale se vogliamo. Inoltre si proveniva da una fase di mercato in ribasso. A milano dal 1991 al 1998 c'è stato un crollo dei prezzi.
Altro fattore rilevante per la formazione della cosidetta "bolla immobiliare" è stato il crollo della borsa. C'è stata una corsa al mattone che ha spinto forzatamente e rapidamente i prezzi verso l'alto.
Per questi motivi, non butterei la croce sull'euro, ne ha già tante altre di colpe, non mettiamoci anche questa.
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non è vero che i prezzi sono raddoppiati in conseguenza dell'introduzione dell'euro, i fattori sono altri.

"Larga la foglia stretta la via dite la vostra che ho detto la mia."
Resto convinta di quanto ho scritto (bella forza altrimenti mica lo scrivevo) e non mi metto a replicare che' tanto ciascuno, appunto, "dice la sua..."

Ed e' giusto che sia cosi'.

Comunque a me che investiate o no in Bulgaria per avvantaggiarvi quando ai bulgari lo metteranno nel culo come lo hanno messo agli italici, sinceramente importa una B.F. :-)

Bibi ha detto...

Beh riguardo alla Bulgaria, onestamente a me importa ancor meno di una B.F. anche perchè non ho nulla da investire...a parte qualcuno con la macchina.
Riguardo ai prezzi degli immobili invece non è questione di ognuno la sua, IMHO.
Ognuno dice la sua se gli piace la pizza margherita o meno, sull'andamento dei prezzi degli immobili non ci sono opinoni ma dati che possono essere opinabili nel metodo di rilevamento ma non nella loro oggettività.
In questo forum trovi molte indicazioni abbastanza oggettive (non ci sono spoonsor tipo tecnocasa ect) sul settore casa:
http://freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=150353&f=150353
a.y.s. Bibi
P.S. quando avevo qualche soldino, ho seguito un pò il settore "casa", ora seguo il settore "a casa".....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ognuno dice la sua se gli piace la pizza margherita o meno, sull'andamento dei prezzi degli immobili non ci sono opinoni ma dati che possono essere opinabili nel metodo di rilevamento ma non nella loro oggettività.

Ok dai...
Visto che mi ci tiri per i capelli, entriamo nell'arena.
In questo post io parlo di effetto euro sulli'inculata dei prezzi.
Tu dici da tutto cio' e' escluso il settore immobiliare?
Ok... se tu sei convinto a me sta bene.

Altro fattore rilevante per la formazione della cosidetta "bolla immobiliare" è stato il crollo della borsa. C'è stata una corsa al mattone che ha spinto forzatamente e rapidamente i prezzi verso l'alto.

Il prezzo degli immobili e' cresciuto enormemente dal 2002 fino a meta' del 2008 e con la bolla speculativa della borsa non c'entra una cippa in quanto anch'esso ha seguito parallelamente l'andamento del mercato mobiliare, cioe' in crescita fino alla disfatta finanziaria dello scorso anno.

Basta guardare i grafici, sia della borsa sia dei prezzi degli immobili che seguono entrambi un andamento parallelo.

Anzi no... gli immobili sono cresciuti di piu' per effetto dell'euro. :-)

Bibi ha detto...

Primo:non ho detto che non c'è stato un effetto "euro", ho detto che non è stato l'euro a far crescere il prezzo degli immobili ma altri fattori scatenanti.
Secondo: non ho parlato della bolla della Borsa, ho detto che dopo l'11 settembre 2001, chi aveva due soldi non li metteva nella Borsa ma negli immobili, favorito anche dagli andamenti dei mutui e questo ha comportato un aumento dei prezzi.
Terzo: il discorso riguardo alla casa era rivolto a neelps che lo citava in un suo post.
a.y.s. Bibi
P.S. detto a quattr'occhi, senza che nessuno lo sappia..sbaglio o ti sto un pò sulle palle in questo periodo?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

P.S. detto a quattr'occhi, senza che nessuno lo sappia..sbaglio o ti sto un pò sulle palle in questo periodo?

No.

Bibi ha detto...

Lo so che rischio di mandare in "vacca" tutto il post..ma sono un pò tardo.
Ipotesi n°1: "No" inteso come "No, non sbagli"
Ipotesi n°2: "No" inteso come "No, non mi stai sulle palle".
A pelle direi ipotesi n°1 anche se non ne afferro il motivo ma tantè.
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ipotesi n°1: "No" inteso come "No, non sbagli"
Ipotesi n°2: "No" inteso come "No, non mi stai sulle palle".
A pelle direi ipotesi n°1 anche se non ne afferro il motivo ma tantè.


NO inteso ipotesi 2. E' che ogni tanto il mio orrendo carattere prende il sopravvento sulla mia "innaturale compostezza".

Pero' se continui di questo passo potrei anche tramutarlo in NO ipotesi 1. :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics