giovedì 2 aprile 2009

26
comments
Mister Obamaaaa!

Al G20 di Londra, il grande statista, premier italico, chiama ad alta voce il Presidente Obama al termine della rituale fotografia, scatenando la disapprovazione piccata della Regina Elisabetta.

26 commenti :

Dagmar ha detto...

Mamma mia, che penoso.. mi si arrotolano le unghie dei piedi dalla vergogna solo a guardarlo, e non sono italiana. Ogni italiano che ha anche solo un bricciolo di dignità e di amore per il proprio paese alla visione di questa (e tutte le altre migliaia e migliaia precedenti) idiozie di questo personaggio dovrebbe sprofondare sotto terra dall'imbarazzo. Invece purtroppo molti di loro addirittura lo trovano divertente. Esecrabile.

davide ha detto...

Cara amica Dagmar,

""Mamma mia, che penoso.. mi si arrotolano le unghie dei piedi dalla vergogna solo a guardarlo""

Beh, non strappiamoci i capelli per così poco.

Ciao Davide

Dagmar ha detto...

@Davide
Beh, non strappiamoci i capelli per così poco

beh, se per voi italiani il fatto di essere ormai diventati la nazione buona per una risata di disprezzo ogni giorno o due sui telegiornali del resto del mondo è poco, accommodatevi.. ma ricordatevi che non è il nano putrido che si rende ridicolo da solo, lui si vanta di essere l'unto della sua nazione, il suo messia.. e come tale appare sulla scena internazionale, e ti garantisco che lo scherno che la gente provava per gli Americani "governati" da Bush è nulla contro la miseria rappresentata da Berlusconi.. la maggior parte dei paesi ormai ha dei nomignoli molto pregnanti per l'Italia, in Germania per esempio è "Stinkstiefel", stivale puzzolente. E' poco, tutto questo? Allora tenetevelo, e continuate a far marcire questo paese...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Dagmar: Allora tenetevelo, e continuate a far marcire questo paese...

Zitta tu, e tornatene nel tuo Paese di m. :D

Dagmar ha detto...

@Chiara
eh questa l'ho sentita cosi TANTO spesso che ormai mi entra da un orecchio ed esce dall'altro.. come uno starnuto ;)

Sar@ ha detto...

Oh che bello, sono felice! Sarebbe stata triste una smentità della sua personalità proprio adesso...
Comunque una piccola riflessione (so che facendola qui sembro la solita puntigliosa, ma non è nei tuoi confronti) : se lui fa così per essere sempre e comunque il personaggio protagonista ci riesce sempre!

Alex ha detto...

Una volta può capitare e ci si ride sopra, quando poi, diventa una costante, a ridere sono gli altri e non solo di lui ma di tutta la nazione che rappresenta.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ma no, dai, pare che la regina non si sia offesa...

http://www.corriere.it/esteri/09_aprile_03/regina_smentita_berlusconi_b28fca22-205d-11de-9058-00144f02aabc.shtml

Anonimo ha detto...

Questa altra prova di inadeguatezza del ducetto ha annichilito pure Chiara: ormai le figuracce di Mr B non hanno più bisogno di commento, bastano le didascalie.
Mi vergogno tanto, se mi dovesse capitare di andare all’estero mi fingerò spagnola.
Dobbiamo ritenerci fortunati che non ha sgomitato la Regina dicendole:
- diar quin, ai port iu te salutescion of mai president; veri biuti iour pink vestit!
…..e poi sorride alle telecamere come lo Stregatto di Alice…..*_*

Non c’è proprio alcuna speranza che Zapatero ci invada vero?

simona_rm

davide ha detto...

Cara amica Simona,

""Non c’è proprio alcuna speranza che Zapatero ci invada vero?""

A dire il vero non è che la Spagna socialista di Zapatero sia messa meglio di noi.

Certo le palicciate Silvio potrebbe evitarle. Probabilmente fa così perchè essendo piccolino teme che i grandi non si accorgano che c'è anche lui. Facendo cagnarra fa si che i grandi del Mondo si accorgano che c'è anche lui e questo lo fa andare in erezione: come hai detto sul blog di Lameduck a lui interessa solo che parlino di lui (senza contare che lui si gode tutto a leccarsi i potenti del mondo, non importa se russi o americani).

Ciao Davide

PS. dovresti passare un po' più spesso qui, perchè i tuoi commenti sono belli.

Duval ha detto...

PS. dovresti passare un po' più spesso qui, perchè i tuoi commenti sono belli

Leccaculo di un leccaculo! :-))

Guarda che non te la da mica questa, sai?

E' una intellettuale ...

Lameduck ha detto...

Vorrei trovarmi all'estero, assistere ad una sua gaffe, chiamarmi Pietro e rinnegarlo tre volte.

davide ha detto...

Caro amico Duval,


"Leccaculo di un leccaculo! :-))
Guarda che non te la da mica questa, sai?
E' una intellettuale ...""

Maometto dice che chi prova e riesce avrà due premi in paradiso.
Però anche chi prova e non riesce avrà comunque un premio in paradiso.

In ogni caso il mio invito era motivato da nobili propositi: riuscire a convincerla a rinnegare le sue idee sinistroidi e passare armi e bagagli dalla nostra parte.

Ciao Davide

PS. Ti confido un segreto che non ho mai detto a nessuno: le intellettuali hanno un debole verso i maestri che sanno leccare la Paperetta.

Aneris ha detto...

Chiara, egli è stato eccitato.

Anonimo ha detto...

@davide

caro davide, io passo spesso qui ma tendo a non lasciare il segno, perchè spesso la zona commenti è piena di ometti che si sperticano in esercizi dialettici e provocazioni per tentare di fare colpo sulla padrona di casa. Alcuni considerano questo blog un'area per rimorchio.
A riprova, guarda il commento di duval!
In merito al vs scambio mi permetto di precisare che non sono un intellettuale, ma solo un corretore di bozze (infatti, solo pe ril sig. duval preciso: l'unica voce verbale monosillabica che vuole l'accento alla 3a pers.sing. indicativo presente è quella del verbo "dare");
Però, pur non essendo una intellettuale, ho una propensione a lasciarmi affascinare dai maestri un po' anzianotti, ma loro si lasciano affascinare dalle giovani gnocche! (Come dargli torto). E così non ci si incontra mai.
Il cunnilinguo invece non mi sconfinfera, lo trovo poco interattivo (un po' noiosetto). ;)
cordialità

simona_rm

Anonimo ha detto...

questa è la "t" mancante alla parola "corretore"!
pardon :D :D :D

simona_rm

Duval ha detto...

Nella fattispecie la declinazione corretta del verbo dare è la seguente:

io do, dò
tu dai
egli dà, da
noi diamo
voi date
essi dànno, danno

Verbi, preposizioni ed avverbi monosillabici si accentano o meno non in base ad una regola grammaticale ma in base all'eventuale fraintendimento nel contesto della frase.

Esempio:

"non mi da mai la figa" non può proporre fraintendimenti sul verbo dare, quindi è indifferente scrivere dà o da (con preferenza consuetudinaria alla forma dà);

"non me la dà da troppo tempo!" è (quasi) obbligatorio l'uso accentato, ovviamente.

Piuttosto un correttore di bozze che scrive:

... io passo spesso qui ma tendo a non lasciare il segno, perchè spesso ...

... alcuni considerano questo blog un'area per rimorchio ...

... mi permetto di precisare che non sono un intellettuale (maschio?), ma solo un corretore di bozze ...

... però, pur non essendo una intellettuale (femmina?) ...

Anonimo ha detto...

@duval
"Verbi, preposizioni ed avverbi monosillabici si accentano o meno non in base ad una regola grammaticale ma in base all'eventuale fraintendimento nel contesto della frase."

sinceramente?
Gran cazzata. E' chiaro che non abbiamo avuto gli stessi insegnanti. La cosa mi lusinga.

Per quanto riguarda -l'inutile- segnalazione sulla determinazione masch e femm del sost. "intellettuale", ho volutamente usato prima il maschile (perchè era in contesto neutro) e poi il femminile (perchè era in contesto femm., appunto).
Non puntualizzerò altro, perchè non è il luogo e mi sta salendo il tedio.

simona_rm

Duval ha detto...

@davide:
In ogni caso il mio invito era motivato da nobili propositi: riuscire a convincerla a rinnegare le sue idee sinistroidi e passare armi e bagagli dalla nostra parte.

Non ci casco! Tu sei una persona equilibrata ed attenta ai valori sociali. Sai perfettamente che una democrazia ha assoluto bisogno di una opposizione che svolga il suo ruolo di contrapposizione e controllo. Non credo proprio che tu intendessi togliere un voto all'attuale opposizione, lasciandola a quota 68.

Ribadisco la sensazione che i tuoi "buoni propositi" fossero solo di leccare la Paperetta di una romana, anche per dimostrare che voi del nord non siete razzisti e che non vedete Roma solo come "ladrona" ma anche come "strafigona".

davide ha detto...

Cara amica Simona,

""caro davide, io passo spesso qui ma tendo a non lasciare il segno, perchè spesso la zona commenti è piena di ometti che si sperticano in esercizi dialettici e provocazioni per tentare di fare colpo sulla padrona di casa.""

Guarda che stavo scherzando: in ogni caso leggo sempre i tuoi commenti sul blog du Sara.

Quanto a far colpo sulla padrona di casa ci vuole ben altro che dei "esercizi dialettici".

Ciao Davide

davide ha detto...

Caro amico Duval,

""Ribadisco la sensazione che i tuoi "buoni propositi" fossero solo di leccare la Paperetta di una romana, anche per dimostrare che voi del nord non siete razzisti e che non vedete Roma solo come "ladrona" ma anche come "strafigona".""

Guarda che io adoro Roma. In Italia ci sono tante belle città d'arte, ma Roma è unica al Mondo.

Il mio amico poliglotta, che parla perfettamente il turco, dice che io sostengo che Roma è la città più bella del Mondo, perchè non conosco Istambul.

Ciao Davide

Kameo ha detto...

@ Davide: "Il mio amico poliglotta, che parla perfettamente il turco, dice che io sostengo che Roma è la città più bella del Mondo, perchè non conosco Istambul."


... e il tuo amico poliglotta non ha tutti i torti.
Anche se molte altre città del mondo posso ambire a tale titolo.

Duval ha detto...

sinceramente?
Gran cazzata. E' chiaro che non abbiamo avuto gli stessi insegnanti. La cosa mi lusinga.


Ecco la dimostrazione dell'ignoranza cosmica della maggior parte di professori ed alunni dal sessantotto in poi ...

Non hanno studiato un cazzo e non sanno un cazzo; del resto è sufficiente leggere i loro scritti e vedere come declinano il verbo dare (sbagliando anche dopo averlo cercato da qualche parte sul web).

Un laureato post sessantotto equivale grossomodo ad un geometra dei miei tempi; un geometra post sessantotto equivale forse ad una terza media dei miei tempi.

davide ha detto...

Caro amico Duval,

""Ecco la dimostrazione dell'ignoranza cosmica della maggior parte di professori ed alunni dal sessantotto in poi ..""

Condivido quanto hai detto.

Fra le tante disgrazie che la sinistra italiana ha inflitto alla nostra provera Italia dalla fine degli anni '60 in poi, la distruzione della scuola (con scioperi, assemblee, occupazioni, 6 politici ecc.) è una delle peggiori.

Ciao Davide

davide ha detto...

Cara amica Kameo,

""... e il tuo amico poliglotta non ha tutti i torti.
Anche se molte altre città del mondo posso ambire a tale titolo.""

Condivido pienamente.

Di città bellissime al Mondo ce ne sono tante. Dire quale sia la più bella è una cosa soggettiva: un po' come ci si innamora di persona anzichè di un'altra.

Ciao Davide

Duval ha detto...

@duval
Verbi, preposizioni ed avverbi monosillabici si accentano o meno non in base ad una regola grammaticale ma in base all'eventuale fraintendimento nel contesto della frase.

@Simona
sinceramente?
Gran cazzata. E' chiaro che non abbiamo avuto gli stessi insegnanti. La cosa mi lusinga.


@Duval
Ecco la dimostrazione dell'ignoranza cosmica della maggior parte di professori ed alunni dal sessantotto in poi.

L'altro giorno ero alle prese con un articoletto di critica estetica e, nello scrivere l'avverbio "là", mi è corso il pensiero a quante volte avevo corretto, deriso o annoiato commentatori vari che scrivono "quì" e "quà"; e quante volte avevo ribadito loro: "sul qui e sul qua l'accento non va, sul lì e sul là l'accento ci va".

Un fulmine improvviso; sbattuto a terra come Paolo sulla via per Damasco: "ma cosa cazzo ho scritto da Chiara, rispondendo a Simona?"

"Ma no, dai, stai calmo, il Migliorini ha sempre accettato questa interpretazione generica ..."

"Col cazzo! Questo è un esempio lampante: non credo proprio che possa esistere un contesto, anche remoto, nel quale sia consentito l'utilizzo dell'avverbio "là" non accentato; oramai è una regola grammaticale, non esistono alternative"

Con mente e mani tremanti sono venuto a rileggere la cosa e, come non bastasse, ho scoperto di aver tirato in ballo pure le preposizioni (di, a, da, in, con, su, per ... come uno scioglilingua che è riaffiorato dai ricordi di gioventù) che, ovviamente, mai possono essere accentate.

In conclusione:
sarà pure vero che molti post sessantottini sono ignoranti (non inferiori!) ma è altresì certamente vero che l'ante sessantottino Duval è rincoglionito, oltre che presuntuoso.

Senza alcun imbarazzo e con sicero rincrescimento porgo le mie scuse a Simona, sperando di trovare qui un suo riscontro in merito, anche denigratorio.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics