venerdì 24 aprile 2009

47
comments
Eravate un popolo di latin lover

In un mondo ormai dove tutto puo’ essere comprato, quanto vale oggi una giovane schiava del sesso? Non parlo del costo della marchetta o del servizio sessuale che non implica il passaggio di proprieta’ e che non ha niente a che fare con la vendita del corpo; parlo del prezzo che chiedono i trafficanti perche’ la ragazza sia libera dal debito che ha contratto con loro. Non lo sapete? Ebbene, in tal caso ve lo dico io: dai quindicimila ai cinquantamila euro. Il prezzo dipende dalla “qualita’ della merce”, cioe’ dall’eta’, dall’aspetto fisico, dall’etnia e da altri fattori come, ad esempio, quanto e’ sottomessa e quindi non in grado di creare problemi.

Per questa cifra, qualora lo desideraste, potreste farla arrivare direttamente al vostro domicilio, succube e devota. La potreste usare come vi pare e piace, potreste anche decidere di picchiarla, farla mangiare in una ciotola per cani e persino subappaltarla agli amici perche' la usino a loro piacimento. E tutto questo non per un solo giorno, un mese o un anno ma per tutto il tempo che vorreste, fino a quando non decidereste di cederla oppure fino a quando qualcuno non vi venisse a prendere e vi sbattesse in una lurida galera, unico luogo dove vi meritereste di stare.

Una vita di violenza e di sopraffazione, e' questo il destino delle giovani donne che giungono in Europa per rifornire il mercato del sesso. Soprattutto in Italia dove pare ce ne sia una gran richiesta. Infatti, in confronto alla media europea, l'Italia ha il primato per quanto riguarda le donne vittime della tratta a scopo di sfruttamento sessuale: 115 per ogni centomila abitanti maschi che hanno oltre 15 anni d'eta'. La seguono in questa triste classifica l'Austria con 84 vittime, l'Olanda con 76, la Spagna con 54, la Germania con 45 e la Francia con 27.

Pare strabiliante ma la richiesta di “merce” da parte degli italici e’ di oltre quattro volte superiore a quella dei loro cugini d’oltralpe. Forse sarebbe il caso che qualcuno s’interrogasse sul perche’ il famoso popolo dei latin lover sia oggi diventato un popolo di clienti.

C’e’ chi da’ la colpa di tutto questo alla globalizzazione ed al flusso migratorio crescente ed incontrollato. Sarebbe questo che genererebbe un aumento della prostituzione e quindi di tutto quel sottobosco d’illegalita’ ad essa collegato ma, in realta’, se proprio vogliamo osservare le cose con onesta’ il vero ed unico motivo e’ la continua richiesta di sesso alla quale la malavita, a suo modo, da’ una risposta. Ed allora, nonostante i tanti proclami e le tante leggi fatte solo per eliminare gli effetti ma non le cause del problema, le giovani donne trafficate da organizzazioni criminali continuano ad arrivare e ad essere ridotte in schiavitu’.

Al di fuori dei confini dell'Unione Europea il mondo e’ pieno di famiglie ridotte alla fame ed i trafficanti non fanno altro che portare le figlie di quelle famiglie la’ dove clienti ricchi possono mantenere loro e i loro sfruttatori. Giungono quindi dai Paesi poveri dell’Africa oppure da quelli ex comunisti dell’Est Europa. Sono le disperate dei nostri giorni che, per sfuggire alla fame o alle guerre, scelgono questa via molto spesso inconsapevoli del loro vero destino.

Sventurate nella propria terra, osteggiate e mal sopportate nei Paesi in cui arrivano, quasi maledette per il solo fatto d’esistere perche’ segnate dalla sfortuna, dalla miseria e dal disprezzo della gente, suscitano l'indignazione dei benpensanti quasi che la loro condizione sia conseguenza di una loro libera scelta.

Ragazze sempre piu’ giovani fino ad essere ancora delle bambine, molte delle quali non superano, nonostante le loro affermazioni, i tredici o i quattordici anni, con la violenza, l’intimidazione ed il ricatto, vengono costrette ad una vita che nessuna bambina potrebbe sopportare senza subire dei traumi profondi ed indelebili che la renderanno poi incapace di vivere rapporti normali con gli uomini e con le altre persone in genere.

Buttate sul marciapiede o, ancor peggio, segregate in case chiuse sono date in pasto a chi con i loro corpi soddisfa le proprie voglie, ma sarebbe disposto ad uccidere chi insidiasse sua figlia.

47 commenti :

Anonimo ha detto...

A me è capitato di vedere cose simili (horror) con delle ragazze italiane le quali erano totalmente schiave di un tizio (italiano) cocainomane che le aveva come battezzate ad una vita da succubi. La realtà spesso è ancora più inquietante, poichè molte di queste donne sono innamorate del loro sfruttatore il quale è l'unico che realmente ci guadagna dalla tratta. Per quanto riguarda i clienti è chiaro che la mentalità (compresa la religione) sono le responsabili di certe azioni (immorali). Nella teologia cattolica (non cristiana), andare con una prostituta non è considerato adulterio!. Inoltre è sotto gli occhi di tutti come certi uomini preferiscano la donna falsa a quella sincera. La prima per dire li cornifica in abbondanza ma è molto brava a negare l'evidenza. Esistono donne che usano tutta una serie di trucchetti (compreso farsi aspettare per ore) tali da indurre l'uomo a fidarsi.... bah io sono basita e credo che sotto sotto ci sia anche una forma di masochismo. Questi uomini, infatti mettono le loro mogli su un piedistallo come se fossero la Madonna e poi hanno bisogno della povera crista su cui sfogare le loro frustrazioni. In tutto questo il sesso è solo uno strumento per attuare violenza, e non lo scopo reale.

Anonimo ha detto...

Continuo a seguirti, Chiara. E a votarti su okno. Purtroppo non mi è facile: il tuo blog crea parecchi problemi al mio pc antidiluviano che impiega secoli a caricarlo e spesso "crolla" completamente per la "fatica".
Insisto però a collegarmi quando riesco perché mi piace leggerti e penso che tutti i tuoi post meritino piena visibilità, dai racconti alle denunce ai commenti sull'attualità.

CuoreMagico

Mario ha detto...

Non capivo il titolo.."eravate.." poi, da sprovveduto che sono, ho capito! Pensavo (mi illudevo) che a scrivere questo pezzo fosse un uomo, ed invece no è una donna! Cosa dire, sono senza parole, ma forse la natura umana, non è poi così "umana" come pretendiamo sia!
Ciao
Mario

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Anonima: Ti vedo assai coinvolta emotivamente da questo post. Comunque non credo che in questo caso la religione c'entri qualcosa. I Francesi sono ugualmente cattolici e la loro richiesta di merce e' oltre 4 volte inferiore a quella italica. Ci deve essere qualcosa di piu' che ha trasformato gli italici, il popolo dei latin lover, in un popolo di puttanieri.
O forse, latin lover, non lo sono mai stati.


@ Cuore Magico: il tuo blog crea parecchi problemi al mio pc antidiluviano che impiega secoli a caricarlo e spesso "crolla" completamente per la "fatica".

Credo che dipenda dal browser. Anche a me, con Explorer e' lento a caricare la pagina. Prova ad usare Firefox.


@ Mario: Pensavo (mi illudevo) che a scrivere questo pezzo fosse un uomo.

Cioe' speravi che fossi un uomo?
E perche'?

Mister_NixOS ha detto...

Chiara,
Cioe' piu' di 1 ogni mille abitanti maschi in eta' di attivita' sessuale. Ma gli italiani non erano quelli che si indignavano per le violenze sulle donne da parte di "stranieri"? Saranno loro stessi gli "stranieri", di se stessi, schizofrenicamente?
Grazie per il post, che apprezzo soprattutto in relazione ai dati che hai riportato. Mi piacerebbe pero' sapere esattamente le fonti.
L'ho messo per gli amici fra i miei articoli condivisi.
Ciao!
Mister_NixOS

davide ha detto...

Distinta Chiara,

sono anni che parliamo di questi problemi, però tutte le volte che leggo post come questo è sempre un pugno nello stomaco.

La storia dei popoli latin lover è una cazzata come quella dei popoli lavoratori o guerrieri: le generalizzazioni sono sempre idiozie.

Il perchè di queste cose è molto complesso e il fatto che l'Italia sia maglia d'oro è una vergogna per noi. Anche il discorso di legalizzare la prostituzione servirebbe a poco, perchè medaglia d'argento è l'Austria dove la prostituzione è legale.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Mister NixOS: Mi piacerebbe pero' sapere esattamente le fonti.

Eccole:

http://www.uilbasilicata.it/Dossier_prostituzione.htm

Renzo Bossi ha detto...

Come al solito, nulla da dire sul tuo post che trovo magnifico..

Invece è la solita inquisitoria generalista finale che mi dà la nausea, proprio come "un pugno nello stomaco"..

Quoto il primo anonimo in toto, quoto anche Davide e quoto te nel dire che siamo uno dei popoli più ipocriti e bigotti che esista sulla faccia del pianeta ed è questa la nostra maledizione, al limite della schizofrenia, ma mi brucia di generalizzazione..

In più mi aggredisce in quanto ultimamente sto cominciando a partorire l'idea di andare con una escort.. e più che per sfogare delle voglie, credo sia per vendetta..
Lancio una provocazione senza pensare, lo so che è una stronzata. Voglio i soliti insulti, ma in forma terapeutica in modo da chiarire i conti con me stesso prima possibile.
Finora mi sei stata molto utile in questo.

Ciao

mario ha detto...

Da Mario

Mi sono sorpreso nello scoprire che l'autore fosse una donna. Nel mio inconscio pensavo ad un uomo, non so perchè, ma ho trovato strano questo fatto. Sono ormai anni che stimo la sensibilità femminile, sono anni che ho scoperto che solo il lato femminile di ognuno di noi "vede" dove il nostro egoismo non vuol vedere! Questo non condanna tutti gli uomini, ma non assolve neppure tutte le donne!
Mario

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Renzo Bossi: Invece è la solita inquisitoria generalista finale che mi dà la nausea, proprio come "un pugno nello stomaco".

Comprendo, ma chi sa di non essere ipocrita e di essere perfettamente a posto con se' stesso non deve sentirsi coinvolto da questo mio post.

Confessami una cosa: secondo te un fruitore di tali servizi che avesse una figlia di 12-13 anni non ucciderebbe chi la insidiasse o la violasse anche se fosse stata consenziente ed in cambio di denaro?

Purtroppo non posso farci nulla se, fra chi va con queste ragazzine, ci sono anche coloro che, le loro figlie, diversamente da quelle che a loro servono per soddisfare le pulsioni sessuali, le considerano intoccabili solo per il fatto di non essere delle miserabili sfuggite alla fame ed alla miseria.

Un'altra cosa che nel post non e' stata scritta ma che aggiungo qui e' che in Italia la richiesta maggiore di prostituzione minorile e' concentrata al Nord laddove, guarda caso, molti bravi padri di famiglia indossano la camicina verde e detestano gli immigrati (e le immigrate suppongo).

A meno che non detestino solo gli immigrati maschi e le immigrate troppo anziane per essere desiderate sessualmente.


@ Mario: Mi sono sorpreso nello scoprire che l'autore fosse una donna. Nel mio inconscio pensavo ad un uomo, non so perchè, ma ho trovato strano questo fatto.

Si', e' veramente strano questo fatto. Veramente, non capito molto della tua spiegazione, anche perche' poi spieghi che e' solo la "parte femminile" delle persone che puo' arrivare a scrivere e a trattare certi argomenti.
Ebbene non capisco perche' questa parte femminile, per il tuo inconscio, debbano averla gli uomini e non le donne.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Un'altra cosa che nel post non e' stata scritta ma che aggiungo qui e' che in Italia la richiesta maggiore di prostituzione minorile e' concentrata al Nord laddove, guarda caso, molti bravi padri di famiglia indossano la camicina verde e detestano gli immigrati (e le immigrate suppongo).""

Il post è molto interessante, ma questa battuta la trovo fuori luogo. Non vorrei che si facesse speculazione politica anche su un problema così grave.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Il post è molto interessante, ma questa battuta la trovo fuori luogo. Non vorrei che si facesse speculazione politica anche su un problema così grave.

Non direi speculazione quanto un dato di fatto che non puo' essere ignorato esattamente come non si puo' ignorare che' nell'italico popolo sia annidata la maggior percentuale di bravi padri di famiglia che richiedono prostitute che vengono fatte arrivare (anche illegalmente e questi puttanieri lo sanno il modo in cui vengono fatte arrivare) dai Paesi piu' poveri del globo.

Se si fanno una piccola operazioni di logica si puo' dire che il Nord Italia, oltre ad essere popolato da un'alta percentuale di leghisti, ha anche un'alta percentuale di personcine per bene e moralmente coerenti.

Ti pare tanto illogico il mio un ragionamento?

forsenonstotroppobene ha detto...

La situazione è veramente allucinante. Non sai quante volte mi sono trovata a discutere di queste cose con ragazzi (cresciuti) e sentire la frase "non credo alla bufala che siano venute qui senza sapere quale sarebbe stato il loro destino". Cosa rispondere loro? Anche avessi avuto esperienza diretta, o dati alla mano, di questa tragedia non mi avrebbero creduto lo stesso. In qualche modo, non arriva alla loro coscienza lo schifo che fanno. Si giustificano e si sentono anche trasgressivi.
Se il presente è una traccia del passato devo supporre che latin lover non lo sono mai stati...

Buona Liberazione, Chiara.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Ti pare tanto illogico il mio un ragionamento?""

Se nel nord ci sono più prostitute è solo perchè circolano più soldi che nel sud.

Quanto ai pedofili ti faccio notare che essi si annidano in tutte le classi sociali e in tutti i partiti, senza distinzioni fra destra e sinistra.

Ciao Davide

loris ha detto...

Buon 25 Aprile , resistente e a fianco delle donne nelle loro e nostre lotte per una società più giusta.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Se nel nord ci sono più prostitute è solo perchè circolano più soldi che nel sud
.

Certo. Sembrerebbe logico quanto dici, cioe' che le organizzazioni che trafficano in disperate scelgano il nord perche' ci sono piu' soldi. Forse e' cosi' ma non e' del tutto cosi'.
Mi spieghi infatti a questo punto perche' non scelgono i Paesi piu' ricchi d'Europa, invece dell'Italia?

No, caro Davide. Qualcosa non torna nel tuo semplicistico ragionamento di legare soldi e prostituzione. La concentrazione di prostituzione e' maggiore in Italia non perche' l'Italia sia piu' ricca di altri Paesi in Europa, in quanto non lo e', ma solo perche gli italici richiedono piu' prostitute.
Se si segue la stessa logica su scala nazionale, cio' vale per il Nord rispetto al sud.


@ Forsenonstotroppobene: Buona Liberazione, Chiara.

Si', lo so che e' una vostra festa. Se vuoi posso farla anche mia. Grazie. :-)

Renzo Bossi ha detto...

Chiara, se ti fa piacere saperlo, anch'io odio questo menefreghismo e bigottismo ipocrita dilagante nel Nord..

Tempo fa un noto "Nordista" si lamentava che vicino all'ospedale vecchio girassero trans e travestiti, e volle appurare chi fossero gli abituali fruitori, convinto fossero altri immigrati che con il loro comportamento e malcostume inquinassero la verde "Padania"..

Dai controlli venne fuori che i fruitori, cioè chi si fermava, era proprietario di BMW e Audi ben sopra i 30.000 euro, a volte nemmeno dichiarati..

Mitica "Padania"!
Siamo nel mitico "Nord" del perbenismo, in cui però se qualcuno si vanta al bar di aver ripreso le torture a un disabile segregato in cantina per giorni nessuno si muove..
Il mitico "Nord" in cui di giorno si puliscono gli autobus su cui si siedono gli immigrati e di notte si va con le nigeriane..

Non credere comunque che sia per amore o per rispetto verso le figlie, ma semplicemente perché le considerano di loro proprietà, anche maggiorenni, molto maggiorenni.. te lo assicuro.
Ma credo che anch'io non sarei eccezione a questa regola, in futuro..

Mi sento "ipocrita" infine, perché in questi giorni la "vendetta" mi porta a ventilare anche questa ipotesi.. quello che mi trattiene è che non troverò certo l'amore che non ho ricevuto da chi avevo, appunto, elevato a "Madonna"..

Chiara di Notte - Klára ha detto...

quello che mi trattiene è che non troverò certo l'amore che non ho ricevuto da chi avevo, appunto, elevato a "Madonna"..Se non era una Madonna ma era semplicemente la trama del film che avevi nella testa, il problema in effetti e' solo tuo, non credi?

E' con te stesso e con le tue false illusioni che devi prendertela e fare i conti e non con chi non puoi elevare al ruolo di Madonna.

Pero' puoi cercare di essere migliore e non finalizzare la vita (come minacci piu' a te stesso che agli altri) ad essere peggiore, pensando alla vendetta.

Essere migliore e' senz'altro un passo nella direzione giusta per non farti schifo, poi, quando arrivera' il momento di stilare il tuo bilancio.

Renzo Bossi ha detto...

Grazie

Ottimo commento, era esattamente questo che mi aspettavo da te!

..paradossalmente non l'avevo elevata a "Madonna" in quanto superiore per bellezza o altre qualità alle altre donne, o dovrei ridere per anni.
Ma perché la credevo di una sensibilità e di una maturità superiore che non ho più trovato.
Ed è stato parecchio difficile accettare tutto ciò, quando non desideravo che condividere la vita con Lei.

Vedremo chi vincerà, se la mia voglia di redenzione o il mio lato vendicativo

Ancora grazie mille
Mi dispiace sfruttare questo tuo magnifico blog come se fosse l'Angolo della Posta di Cioè..

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Mi spieghi infatti a questo punto perche' non scelgono i Paesi piu' ricchi d'Europa, invece dell'Italia?""

Ti faccio notare che le statistiche in questo campo sono da prendere con le molle.

In ogni caso nella prostituzione non c'è niente di perverso (è o non è il lavoro più antico del mondo) e se i trafficanti di donne fanno grossi guadagni è perchè la prostituzione è in Italia illegale.

Chi vuole andare con una prostituta non fa niente di male e se certi luridi personaggi fanno certe cose è perchè i clienti non possono andare legalmente con una prostituta come avviene ad esempio in Svizzera.

Però ti ricordo che la prostituzione è illegale anche in Svezia paese che tu porti spesso come modello: quindi se siamo stronzi noi italiani lo sono anche gli svedesi.

Tempo fa avevi detto che sempre più escort vanno a lavorare negli Emirati arabi. Di certo non vanno lì perchè si mangia meglio, ma perchè lì girano molti più soldi.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Chi vuole andare con una prostituta non fa niente di male e se certi luridi personaggi fanno certe cose è perchè i clienti non possono andare legalmente con una prostituta come avviene ad esempio in Svizzera.

Quindi il motivo per il quale i luridi personaggi italici sono oltre 4 volte i luridi personaggi francesi (ove peraltro in Francia la prostituzione e' ugualmente borderline) e un multiplo imprecisato dei luridi svedesi (in Svezia addirittura la prostituzione e' ancor piu' sanzionata), e' perche' i poveri clienti del nord non possono andare a puttane in Svizzera?

Ma quante cazzate dici, te ne accorgi oppure no?

Senza offesa, eh?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Quindi il motivo per il quale i luridi personaggi italici sono oltre 4 volte i luridi personaggi francesi (ove peraltro in Francia la prostituzione e' ugualmente borderline) e un multiplo imprecisato dei luridi svedesi (in Svezia addirittura la prostituzione e' ancor piu' sanzionata), e' perche' i poveri clienti del nord non possono andare a puttane in Svizzera?""

Mi sembra che oggi hai le idee un po' confuse.

Senza offesa, eh?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

l'articolo era molto buono: peccato che poi non hai resistito alla voglia di buttarla in politica tirando in ballo la lega che, per quante colpe abbia, almeno per quello che riguarda la prostituzione non ha più colpe degli altri.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mi sembra che oggi hai le idee un po' confuse.

A me pare, invece, che le idee confuse le abbia tu. Cerchero' di spiegarmi meglio.

In Italia la richiesta di prostitute e' di 115 per ogni 100.000 maschi.

In Francia tale richiesta e' di 27.

La Svezia non e' contemplata nella triste classifica che ho riportato, ma si puo' presumere che il numero sia inferiore a 27.

Adesso andiamo a vedere le legislazioni per quanto riguarda la prostituzione in Italia, in Francia e in Svezia.

In Italia ed in Francia sono molto simili e la considerano un'attivita' borderline, mentre in Svezia e' addirittura ancora piu' restrittiva.

Tu affermi che la ragione per la quale gli italici chiedono cosi' tante prostitute (115) in rapporto alla loro popolazione maschile (100.000) e' perche' in Italia la prostituzione non e' legalizzata come ad esempio in Svizzera.

Ebbene, neanche in Francia la prostituzione e' legalizzata e in Svezia questa e' persino severamente punita.

Quindi nella tua affermazione c'e' un errore. Sei d'accordo?

Altra questione: il numero di 115 su 100.000 abitanti non e' equamente ripartito in Italia, ma e' concentrato maggiormente al nord. Perche'?

Tu dici che e' perche' al nord ci sono piu' soldi (presumo ricchezza procapite) e questo puo' essere un motivo, ma non il VERO motivo. E' la stessa statistica che smentisce questa tua ipotesi in quanto in Svezia la ricchezza procapite e' maggiore che in Italia ma la richiesta di prostitute e' assai inferiore.

Quindi da cosa dipende questa grande differenza che c'e' fra la richiesta in Italia (soprattutto del nord) e quella di altri paesi ugualmente se non piu' ricchi e con una legislazione uguale se non addirittura piu' restrittiva?


Capisci che sei tu che stai dicendo cavolate nel tentativo di difendere a tutti i costi un'italianita' del nord che invece dimostrerebbe di avere un serio problema di tipo umano, etico e morale?

Ed il fatto che le tue idee siano confuse e' ancor piu' dimostrato quando, per cercare di mettere una toppa quando vedi di essere in difficolta', tiri fuori dal cilindro le escort che vanno ad esercitare a Dubai e nei Paesi ricchi arabi non tenendo conto (o non volendo tener conto) che fra queste ultime e le ragazze a cui si fa riferimento in questo post c'e' la stessa distanza che esiste fra un operaio tedesco della Mercedes ed un minatore cambogiano.

Mescoli le cose e le frulli solo per poterle accomodare come piu' ti conviene e questo e' disonesto intellettualmente, come disonesta e' l'accusa che mi fai di aver buttato questo post in politica, quando in realta' cio' che ho trasmesso sono solo dati statistici.

davide ha detto...

Distinta Chiara,



""Mescoli le cose e le frulli solo per poterle accomodare come piu' ti conviene e questo e' disonesto intellettualmente, come disonesta e' l'accusa che mi fai di aver buttato questo post in politica, quando in realta' cio' che ho trasmesso sono solo dati statistici.""

Da sempre i dati statistici si possono leggere in più modi: comunque non è questo il punto.

Quello che voglio precisare è che in Italia (sia al nord come al sud) la prostituzione c'è sempre stata, anche prima che esistesse la lega: lo specifico perchè leggendo il tuo commento (ed è solo questo che io ho sopra contestato) sembrava che ci fosse una correlazione fra puttanieri e lega.

In base al tuo raginamento che hai fatto sopra( distanza che esiste fra un operaio tedesco della Mercedes ed un minatore cambogiano), sulle escort che vanno a Dubai (quelle mi sembra siano libere di prostituirsi perchè vanno con i nababbi e non hanno, forse, protettori), solo i ricchi hanno il diritto di andare con le escort, perchè un metalmeccanico che vive a Genova o Bologna se deve andare a Zurigo (dove la prostituzione è legale) per farsi una scopata finisce in fallimento.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide:
Da sempre i dati statistici si possono leggere in più modi.

Ok. Tu leggili come ti pare. Io li leggo in quel modo.

in Italia (sia al nord come al sud) la prostituzione c'è sempre stata, anche prima che esistesse la lega.

Questo non c'entra nulla col fatto che sono 115 per ogni 100.000 maschi le prostitute richieste in Italia.
Come non c'entra nulla il fatto che l'evasione in Italia sia sempre esistita.
Cio' che c'entra, invece e' come mai in determinati campi (prostituzione ed evasione ad esempio) l'Italia (soprattutto quella del nord) e' sempre piu' avanti rispetto al resto dell'Europa mentre in altri campi (ricerca, cultura, servizi sociali, redditi procapite, eccetra) e' sempre piu' indietro.

Sei sicuro che la politica non c'entri?


solo i ricchi hanno il diritto di andare con le escort, perchè un metalmeccanico che vive a Genova o Bologna se deve andare a Zurigo (dove la prostituzione è legale) per farsi una scopata finisce in fallimento.

Ed il metalmeccanico che vive a Stoccolma dove DEVE andare?

No perche' a quanto pare e' un DOVERE... Essi'... se non si hanno i soldi per le top escort di Dubai facciamoci una bella trombata con le schiavette di 14 anni. Giusto?

Ecco, forse e' proprio questo il punto. Forse un italico (soprattutto al nord), in mancanza di altri tipi di prostitute a buon prezzo, sente il DOVERE di scopare, persino una schiavetta di 14 anni, 4 volte di piu' di quello che sente un francese.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Cio' che c'entra, invece e' come mai in determinati campi (prostituzione ed evasione ad esempio) l'Italia (soprattutto quella del nord) e' sempre piu' avanti rispetto al resto dell'Europa mentre in altri campi (ricerca, cultura, servizi sociali, redditi procapite, eccetra) e' sempre piu' indietro.
Sei sicuro che la politica non c'entri?""

Per quel che ne so io l'evasione è maggiore al sud che al nord.

La politica c'entra sempre, solo che io contesto che la lega abbia più colpe degli altri (sia di destra che sinistra), come hai fatto maliziosamente intendere nel tuo commento.

""Ed il metalmeccanico che vive a Stoccolma dove DEVE andare?""

A dire il vero sei tu che devi rispondere, perchè per me il povero ha diritto di andare a prostitute come il ricco: o solo gli gli arabi (quelli che hanno il petrolio) che vivono nel lusso più sfrenato senza lavorare hanno il diritto di andare con le escort?

""No perche' a quanto pare e' un DOVERE... Essi'... se non si hanno i soldi per le top escort di Dubai facciamoci una bella trombata con le schiavette di 14 anni. Giusto?
Ecco, forse e' proprio questo il punto. Forse un italico (soprattutto al nord), in mancanza di altri tipi di prostitute a buon prezzo, sente il DOVERE di scopare, persino una schiavetta di 14 anni, 4 volte di piu' di quello che sente un francese.""

Giusto un corno. Io ho sempre detto che il metalmeccanico ha diritto di andare con donne maggiorenni e vacinate: non mettermi in bocca cose che non ho detto.

Il mettalmeccanico sfigato va con stradali (naturalmente Maggiorenni, perchè in caso contrario ti autorizzo a strappargli le palle) non è certo contento che ci sia qualche pappone che le sfrutta, ma lui non ha i soldi per andare con escort del tuo livello che nessuno sfrutta.

A questo punto mi devi spiegare: solo i ricchi in Italia hanno il diritto di andare con le prostitute?

Quarda che per me non è un probema perchè sono più di 20/25 anni che non vado più con le stradali: posso permettermi escort di buon livello.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

per me il povero ha diritto di andare a prostitute come il ricco: o solo gli gli arabi (quelli che hanno il petrolio) che vivono nel lusso più sfrenato senza lavorare hanno il diritto di andare con le escort?.

Ripeto: quelle 115 su 100.000 maschi italici( le uniche delle quali si discute in questo post) NON SONO ESCORT.

Sono altro.

Se poi tu le vuoi FAR DIVENTARE ESCORT per forza per dare il diritto ai metalmeccanici (e non solo a loro) di farsi la loro trombata di DOVERE, fai pure.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Ripeto: quelle 115 su 100.000 maschi italici( le uniche delle quali si discute in questo post) NON SONO ESCORT.
Sono altro.
Se poi tu le vuoi FAR DIVENTARE ESCORT per forza per dare il diritto ai metalmeccanici (e non solo a loro) di farsi la loro trombata di DOVERE, fai pure.""

Per prima cosa bisogna distinguere chi va a prostitute dai pedofili.

Chi va con minorenni è sempre da condannare.

Per quanto riguarda le prostitute maggioreni so bene che le stradali sono sfruttate, ma un povero sfigato può permettersi solo quelle.

Questo lo sfigato lo sa bene (che sono sfruttate), ma prova a dirgli che lui deve fare astinenza mentre il ricco può permettersi le escort del tuo livello (che non sono sfruttate). Credi che se allo sfigato gli dici questo lui smette di andare con le stradali?

Preciso che io non voglio giustificare nessuno, ma solo rilevare che la realtà è questa.

Per il resto mi sono limitato a difendere un partito che non mi piace, la lega, perchè trovo ingiusto attribuire a qualcuno colpe che non ha: tutto qui.


Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Per quanto riguarda le prostitute maggioreni so bene che le stradali sono sfruttate, ma un povero sfigato può permettersi solo quelle.

Mi dispiace per il povero sfigato, ma questione che in fondo a me sta a cuore e' che lo sfigato si accontenta della dichiarazione di una ragazzina che gli dice che e' maggiorenne e lui si sente in diritto di "ESPLETARE il suo bisognino fisiologico.

Il fatto e' che TUTTI sanno che la prostituzione da strada e' al 100% sfuttata dalla malavita, che poi ricicla il denaro in altre attivita delinquenziali, e che un'alta percentuale di ragazze trafficate e messe sulla strada (o in appartamento) sono spesso minorenni anche se istruite a dire che hanno piu' di 18 anni.

Tutti lo sanno, sfigati e non sfigati che le raccattano con BMW da 30.000 euro e, se mi permetti, fra quelle bambine che sono obbligate a prostituirsi con la violenza (e questo lo sanno tutti sfigati e non) ed i piselli ritti di chi le raccatta per strada e' ovvio che a me prema piu' la sorte delle prime.

E mando a fanculo chi trova delle scusanti per questo abominio.

E con cio', chiudo ai tuoi commenti. Molto educatamente ti dico che la nostra discussione sta diventando una sterile polemica inconcludente perche' tanto nessuno di noi due cambiera' opinione.

Grazie per la cortesia che avrai di non replicare ulteriormente.

PANTHERA ha detto...

Cara Chiara,

sono capitato in questo tuo blog un po' per nostalgia dei tempi passati (sono alcuni mesi che sono uscito da EF) un po' per curiosità perchè non sapevo avessi un tuo sito personale, e ho iniziato a leggere quello che hai scritto oggi.

Senza polemica (mi trovi completamente d'accordo sullo sfruttamento schifoso di povere minorenni che dovrebbe comportare la castrazione maschile) vorrei però fare un ragionamento del tutto innocente (e da scienziato) sui dati che tu riporti: intanto la fonte non è completamente inequivocabile, infatti non ho trovato altri riferimenti alle cifre che tu usi, e in altri siti sono ben differenti, ma questo è un dettaglio, nel senso che un vero giornalista non dovrebbe affidarsi ad "una sola fonte numerica" ma dovrebbe confermare ulteriormente i dati che fornisce al suo pubblico, se non altro per dimostrare di essere super partes.

Questo premesso, mi permetterei di interpretare "sofisticamente" la tua denuncia, dimostrando quanto è facile travisare quanto tu scrivi, semplicemente ribaltando la domanda a te, ovvero visto che fai del tuo sesso una professione, non ti spieghi che spesso gli uomini che vengono con te sono semplicemnte degli amanti del sesso che vogliono vivere senza complicazioni, quindi essendo gli italiani dei rinomati latin lover, è ovvio che sfruttino una possibilità per esercitare il loro hobby preferito (ovviamente al livello che le rispettive finanze permette loro, il che significa dalla negra nigeriana fino alla troia d'alto bordo);

il fatto che l'utenza sia maggiormente collocata al nord credo sia semplicemente spiegabile dalla modalità di raccolta dei dati: generalmente gli accessi alle prostitute sono calcolati in base alla quantità di contravvenzioni stradali elevate in prossimità delle peripatetiche e degli sgombri su appartamenti dove praticano la professione alcune signorine senza permesso di soggiorno, interpolate con il reimpatrio legato al foglio di via (questo almeno secondo un amico questore che mi ha spiegato come la polizia fornisce al ministero i dati sulla prostituzione, fonte da cui il tuo report dovrebbe basarsi) quindi deduco semplicemente che al nord in gnerale sia più attivo un effettivo controllo sul problema, piuttosto che al sud (dove credo sia condivisibile presumere una presenza maggiore di organizzazioni criminali) il fenomeno subisce una sorta di downsizing relegato alla maggiore difficoltà di smascherare gli utenti semplicemente perchè vengono fatti meno verbali per ovvie cause.

A volte i dati non sono tutto non credi?

TI comunico anche un'altra notizia che potrebbe essere utile ad interpretare meglio il perchè del numero così elevato di prostitute per abitante che come tu dici dipende dal nord: al nord le donne hanno una carriera lavorativa che, secondo numerosi dati segnalati a livello nazionale da confindustria, è generalmente più difficile affrontare con gli stes risultati al sud: questo tipo di donna a mio avviso spaventa non poco i giovani maschi italici e scoraggia i più adulti che difatto si potrebbero sentire in difetto, dunque spesso appare più semplice una relazione pay. Ti ricordo che alcune donne in sicilia non vengono mandate a scuola per tenerle sottomesse.

Tornando al titolo del tuo topic posso comunque propendere per la spiegazione legata alla grande capacità fisica dei maschi italiani e alla loro necessità di sollazzare il loro augello perchè fisicamente sani e vigorosi.

Come vedi ho ipotizzato differenti possibili scenari, adesso lascio a te una risposta, che conto sia civile come sempre :-).

PS: un saluto, un bacio e un ricordo alle nostre belle scaramucce su EF


Puoi raggiungermi sul mio blog se non ti senti di rispondermi pubblicamente,

http://fkkexperience.blogspot.com/

o alla mia mail

panthera.ch@gmail.com

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Pathera: vorrei però fare un ragionamento del tutto innocente (e da scienziato) sui dati che tu riporti: intanto la fonte non è completamente inequivocabile, infatti non ho trovato altri riferimenti alle cifre che tu usi, e in altri siti sono ben differenti, ma questo è un dettaglio, nel senso che un vero giornalista non dovrebbe affidarsi ad "una sola fonte numerica" ma dovrebbe confermare ulteriormente i dati che fornisce al suo pubblico, se non altro per dimostrare di essere super partes..

No. Non e' un dettaglio. Si vede che non hai cercato bene. Ma io mi sono documentata ed ho fatto una ricerca accurata prima di scrivere l'articolo.

Ecco alcuni collegamenti ad articoli in cui sono indicati quei dati. Fra questi c'e' anche un articolo dell'Espresso. Scusa se e' poco.

http://www.ecpat.it/archivio/archivioott2006.pdf

http://transcrime.cs.unitn.it/tc/fso/Rassegna%20stampa%20transcrime%20articoli/espresso-021106-prostituzione-non_toccate_le_bambine.pdf

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Non%20toccate%20le%20bambine/1418668&ref=hpstr1

http://www.osteria138.net/2006/10/30/italiani-popolo-di-santi-puttanieri-e-pedofili/


Questo premesso, mi permetterei di interpretare "sofisticamente" la tua denuncia.

Come ti ho dimostrato, la tu premessa e' errata.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Panthera: non ti spieghi che spesso gli uomini che vengono con te sono semplicemnte degli amanti del sesso che vogliono vivere senza complicazioni, quindi essendo gli italiani dei rinomati latin lover, è ovvio che sfruttino una possibilità per esercitare il loro hobby preferito (ovviamente al livello che le rispettive finanze permette loro, il che significa dalla negra nigeriana fino alla troia d'alto bordo).

Il fatto che siano degli amanti del sesso, dei semplici sfigati che hanno fame, dei drogati di viagra dei cerebrolesi o qualsiasi altra cosa si voglia non impedisce loro di sollazzarsi con il corpo di una prostituta adulta e responsabile che lo fa per libera scelta.

Le escort o le girl che lo fanno liberamente non mancano. Costano di piu'? E' normale. Quando devi farti operare ti affidi ad un vero chirurgo oppure ad uno che costa di meno ma non sai neppure come e' arrivato a tenere un bisturi in mano?

Sollazzarsi, invece, con il corpo di una nigeriana schiavizzata, molte volte, troppe volte minorenne, pone pero' il possessore di regale augello a livello di scarafaggio che andrebbe eliminato dalla faccia della terra.
M'importa una beata fava se e' squattrinato. Se sono squattrinata non vado a giocare al casino'. Me ne sto a casa.
Essere squattrinati (e poi non tutti lo sono anzi la maggior parte e' alla guida di auto costosissime) non da' il diritto di insozzare una ragazzina non consenziente, neppure se questa dice loro di essere d'accordo e maggiorenne perche' potrebbe essere stata istruita, con violenze e ricatti, a rassicurare i clienti.

Posso dirti la mia opinione?
Fosse per me farei una legge e legalizzerei la prostituzione ed i bordelli obbligandoli ad una forma di cooperativa con rigidi controlli ed inoltre renderei possibile alle ragazze che volessero fare le escort di regolarizzarsi come tali secondo le normative europee con una forma molto simile a quella che e' stabilita per le modelle, dando quindi una risposta chiara e concreta alla richiesta di servizi sessuali, inspiegabilmente cosi' alta in Italia rispetto agli altri Paesi.
Dopodiche' massacrerei di brutto quei clienti beccati al di fuori di tale circuito. 10 anni di carcere ed una sanzione di 100.000 euro. Inoltre perseguiterei, allo stesso modo dei pedofili, i turisti sessuali che andassero all'estero a cercare le sensazioni che fossero vietate.
Ma temo che che tutto cio', anche se ridurrebbe quel numero vergognoso (115) a qualcosa di piu' accettabile, sarebbe in parte inutile. Resterebbe comunque un'alta percentuale di malati e morbosi cronici che non sarebbero soddisfatti perche' a certi livelli d'ossessione il sesso non e' piu' un bisogno fisiologico da soddisfare, ma una patologia vera e propria come la bulimia.
Sono quasi certa che certi malati non si accontenterebbero di un'asettica risposta al problema e continuerebbero con le loro turpi richieste di prostituzione minorile perche' in fondo quello che realmente vogliono e' sfogare i loro istinti su queste bambine che piu' giovani sono piu' servono a farli sentire uomini.
Moltissimi clienti per strada LO SANNO che queste ragazze sono piu' giovani di quanto dichiarano e che chi le gestisce le riempie di violenze, ma a loro basta giustificarsi con: "io non potevo sapere".

A volte i dati non sono tutto non credi?E se non ci basiamo sui dati su cosa dobbiamo basarci? Sulle tue opinioni?
I dati sono l'unica cosa inequivocabile quando non sono manipolati ad arte.

Tornando al titolo del tuo topic posso comunque propendere per la spiegazione legata alla grande capacità fisica dei maschi italiani e alla loro necessità di sollazzare il loro augello perchè fisicamente sani e vigorosi..

Ah si?
E questo li giustifica a non tener conto che molte di coloro con le quali sollazzano il loro regale augello possono essere delle bimbe schiavizzate?


adesso lascio a te una risposta, che conto sia civile come sempre.

Ti e' parsa abbastanza civile?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Posso dirti la mia opinione?
Fosse per me farei una legge e legalizzerei la prostituzione ed i bordelli obbligandoli ad una forma di cooperativa con rigidi controlli ed inoltre renderei possibile alle ragazze che volessero fare le escort di regolarizzarsi come tali secondo le normative europee con una forma molto simile a quella che e' stabilita per le modelle, dando quindi una risposta chiara e concreta alla richiesta di servizi sessuali, inspiegabilmente cosi' alta in Italia rispetto agli altri Paesi.
Dopodiche' massacrerei di brutto quei clienti beccati al di fuori di tale circuito. 10 anni di carcere ed una sanzione di 100.000 euro. Inoltre perseguiterei, allo stesso modo dei pedofili, i turisti sessuali che andassero all'estero a cercare le sensazioni che fossero vietate.""

E' quello che ho cercato di dirti fin dall'inizio. Ti ricordo che io non ho giustificato nessuno, ma ho criticato il tuo tentativo di fare speculazione politica.

Ciao Davide

Fabio ha detto...

Io quando vado a puttane non mi pongo tutti questi problemi, le puttane sottomesse sono le migliori secondo me, sono spesso molto carine, costano poco e le tratti come ti pare e piace, le puoi scopare di cattiveria e non si lamentano o comunque lo fanno in silenzio.
Il bello di andare a puttane è fare quello che non potresti fare con una donna qualsiasi.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Io quando vado a puttane non mi pongo tutti questi problemiBravo Fabio. Tu si' che sai come vivere.

E fai benissimo a tenere il tuo profilo nascosto.

Se tu non fossi un troll ti manderei a fanculo.

Addio... anzi no, credo arrivederci dato che sono certa che cambierai nick.

Kameo ha detto...

"Io quando vado a puttane non mi pongo tutti questi problemi"


eh sì! come diceva un vecchio amico " 'u cazzo non vuole pensieri" altrimenti non ti si rizza :-)

Fabio ha detto...

Esatto Kameo =)

Anonimo ha detto...

@Chiara: "Le escort o le girl che lo fanno liberamente non mancano. Costano di piu'? E' normale. Quando devi farti operare ti affidi ad un vero chirurgo oppure ad uno che costa di meno ma non sai neppure come e' arrivato a tenere un bisturi in mano?"

No dai, mi hai allietato la mattinata.
Aspetta che finisco di ridere.....

Sai qual'è la differenza: se il chirurgo erra allora sono "volatici per diabetici" (i.e. cazzi amari"

Se una prostituta erra..... al massimo mi girano le balle, per il pompino fatto male!

E' un po' come confontare la rottura del tubo del gas e dell'acqua.
Sempre di tubi si parla!


Buona giornata

Gu

Anonimo ha detto...

trovo il commento di Fabio
Deplorevole.

gugge

Yuna90_42 ha detto...

Io quando vado a puttane non mi pongo tutti questi problemi, le puttane sottomesse sono le migliori secondo me, sono spesso molto carine, costano poco e le tratti come ti pare e piace, le puoi scopare di cattiveria e non si lamentano o comunque lo fanno in silenzio.
Il bello di andare a puttane è fare quello che non potresti fare con una donna qualsiasi.

Cosa vuol dire le puoi scopare di cattiveria?....Cioè godi nel procurare piacere a te e far soffrire loro?....Paghi per poter abusare di un corpo femminile come ti pare e piace?....E' questo il tipo di rapporto che più ti soddisfa?....E magari ti definisci anche "uomo" vero? :-)

Yuna

PANTHERA ha detto...

Cara Chiara, sui dati che tu presenti continuo a sostenere che non hanno alcun valore perchè tutte le fonti si rifanno ad una sola rilevazione, comunque posso accettare la tua prima risposta e comprenderla, ma la tua seconda risposta sinceramente mi ha lasciato alquanto basito, sopratutto proprio perchè io stesso ho detto dall'inizio che è deplorevole che siano sfruttate le bambine, e ho forse dato (erroneamente) per sottointeso che per me le troie in genere, indistintamente dal genere e dal costo,sono le maggiorenni che scelgono di farlo.

Detto questo posso solo concordare su con te sulle sanzioni che auspichi a maledetti che violentano le ragzzine, ma trovo inaccettabile che per te solo le escort di lusso siano quelle veramente libere di scegliere di darsi alla professione, ma in realtà non mi pare che tutte le stradali, loft ecc... abbiano un protettore.

La mia considerazione è correlata ad una mera questione di buon senso:se sono operaio vado con le stradali nigeriane che costano meno solo perchè non ho i soldi; semplicemente usufruisco del servizio che mi posso permettere.


Ti ricordo che la prostituzione è un mercato che risente della legge della domanda e dell'offerta: se ho un vasto pubblico di potenziali clienti che non si può permettere l'articolo lussuoso (come alcune troie da 10000 euro a notte) si rivolgeranno a mignotte con ambizioni più contenute.

A proposito di chirurghi, sappi che anche noi abbiamo una tariffa, ma ti assicuro che la mia pochi possono permettersela, non per questo denigro i miei colleghi che operano con il sistema sanitario convenzionato.

cordialmente

Panthera

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gugge: Sai qual'è la differenza: se il chirurgo erra allora sono "volatici per diabetici" (i.e. cazzi amari"
Se una prostituta erra..... al massimo mi girano le balle, per il pompino fatto male!
Enno'. In questo caso l'errore non starebbe nel pompino sbagliato ma nel fatto che a fartelo sarebbe una minorenne sfruttata. Ed allora si' che dovrebbero essere cazzi amari.
Ma dato che cazzi amari non sono, allora si continua come sempre. Giusto?

@ Yuna: Ma stai a rispondere a Fabio-troll? Tempo perso!
E' sicuramente uno di quelli psicotici che scrivono nell'immondezzaio con mille nick. Stile Ugo Piazza e la sua band di delinquenti senza palle che raccontano al mondo quanto sono machi e scopano le puttane :-)
E' ovvio che le scopino. Si chiamano puttane proprio perche' si fanno trombare da chi le paga.


@ Panthera: sui dati che tu presenti continuo a sostenere che non hanno alcun valore perchè tutte le fonti si rifanno ad una sola rilevazione.

Cazzo... e adesso chi glielo va a dire all'Espresso che ci ha fatto pure un articolo?

ma trovo inaccettabile che per te solo le escort di lusso siano quelle veramente libere di scegliere di darsi alla professione.

Non ho mai detto che siano libere solo le escort di lusso. Ho detto che prima di trombare si dovrebbero chiedere i documenti per assicurarsi, quanto meno, che la ragazza non e' minorenne. E questo quelle di strada (ma anche molte di quelle in appartamento) non te lo consentono.
Per cui, nell'impossibilita' di verificare si dovrebbe soprassedere ed andare, come minimo, a cercare una prostituta che dimostri inequivocabilmente un'eta' consona.
Ma dato che io so come funzionano le cose perche' a me non le si raccontano tanto facilmente, dato che uno dei motivi per i quali una mia amica ha avuto un certo successo e' stato appunto il fatto che dimostrasse molti meno anni di quelli che aveva perche' (mi diceva) agli uomini che la pagavano piacevano giovani, tanto giovani, so che quelli che guidano le Audi e le BMW e che raccattano su le nigeriane per strada non le vogliono che dimostrino 30 anni...


, ma in realtà non mi pare che tutte le stradali, loft ecc... abbiano un protettore.

Beh... in strada se non hai dietro l'organizzazione ti assicuro che non ci vai a battere.
Oppure ci vai una volta e la sera dopo ti ritrovano maciullata in un fosso.

Per quanto riguarda le loft, invece, e' vero che non tutte hanno il protettore ma molte lo hanno.

Pero' capisco che il cazzo tiri piu' della questione di coscienza ed un uomo, quando gli tira, affronta volentieri il rischio.

Come affronta volentieri il rischio d'infilarlo senza condom, se e quando gli riesce. E persino con quelle in strada.


Ti ricordo che la prostituzione è un mercato che risente della legge della domanda e dell'offerta: se ho un vasto pubblico di potenziali clienti che non si può permettere l'articolo lussuoso (come alcune troie da 10000 euro a notte) si rivolgeranno a mignotte con ambizioni più contenute.

Qui non e' solo una questione di legge di mercato. Che accade se le troie (termine improprio perche troie sono tutte le donne, piu' o meno) o le mignotte (come le chiami tu ma io preferisco di gran lunga il termine ZOCCOLA, come ritengo di essere) con ambizioni piu' contenute sono quelle trafficate dalla malavita?

A proposito di chirurghi, sappi che anche noi abbiamo una tariffa, ma ti assicuro che la mia pochi possono permettersela, non per questo denigro i miei colleghi che operano con il sistema sanitario convenzionato.

Beh... anche le mie tariffe se le potevano permettere in pochi e neanche io denigravo le colleghe che operavano con il servizio sanitario nazionale... ma queste ragazze di cui si parla operano per il servizio sanitario nazionale?

Anonimo ha detto...

@ Gugge: Sai qual'è la differenza: se il chirurgo erra allora sono "volatici per diabetici" (i.e. cazzi amari"
Se una prostituta erra..... al massimo mi girano le balle, per il pompino fatto male

Chiara@:
Enno'.
In questo caso l'errore non starebbe nel pompino sbagliato ma nel fatto che a fartelo sarebbe una minorenne sfruttata. Ed allora si' che dovrebbero essere cazzi amari.
Ma dato che cazzi amari non sono, allora si continua come sempre. Giusto?


Riprendo la tua frase iniziale:
Chiara@:
Le escort o le girl che lo fanno liberamente non mancano. Costano di piu'? E' normale. Quando devi farti operare ti affidi ad un vero chirurgo oppure ad uno che costa di meno ma non sai neppure come e' arrivato a tenere un bisturi in mano?


Dove stava la minorenne sfruttata.
Ah si nel concetto successivo....
ma che non c'entra una beata fava con quanto sopra.

In sintesi: non mescolare la scelta del chirurgo con quella della prostituta. Sono due scelte che partono da parametri di valutazione completamente diversi.



Buona giornata
Gugge

michail tal ha detto...

Probabilmente è un luogo comune, ma ho sempre avuto l’impressione che esista una forte relazione inversamente proporzionale fra il grado di “moralità” religiosa radicata in una cultura e tasso di serenità psicosessuale degli appartanenti a quest’ultima.

Sono sempre stato convinto, anche se non ho mai letto indagini statistiche a suffragio di questa tesi ma al limite qualche libro o reportage giornalistico, che nel nord Europa gli uomini e le donne parlino meno di sesso ma lo pratichino molto di piu’, e in modo piu’ sano.

Perlomeno la società mostra un minor bisogno di ostentazione, ad esempio in televisione o nei cartelloni pubblicitari di carne femminile nuda. Piu’ volte ho sentito amici stranieri esterrefatti per la quantità di trash a sfondo sessuale presente nei mass media italiani.

Vogliamo confrontare il sito della BBC con quello della Repubblica o del Corriere? C’è un abisso. Idem le trasmissioni.

L’idea è che in quei paesi dove il sesso viene da sempre vissuto in modo piu’ libero per ragioni storico culturali (penso a Danimarca, Svezia etc) e non associato a qualcosa di cui vergognarsi, o a tabu’, ci sia meno bisogno di universi paralleli per la sessualità.

Il discorso è estendibile al mondo della prostituzione immagino. E i dati da te riportati lo confermano. Vogliamo parlare del Giappone allora?

Forse AWoman Aman potrebbe dare un buon contributo.

Per quello che io, a differenza (mi sembra) di te, sono molto positivo nei confronti di un’idea della sessualità molto libera, un po’ hippie se vogliamo, senza tabu e guidata solo dal desiderio e dall’attrazione reciproca.

Vedi, probabilmente un mondo totalmente scevro da tabu, con uomini e donne su uno stesso piano socioeconomico il mercato per le escort sarebbe molto piu ridotto, ma lo sarebbe anche quello delle schiave.

Fabio ha detto...

Non ho mica capito perchè mi accusate di avere altri nick, questo è l'unico nick che io abbia mai avuto.
Per rimanere in tema, io credo che una ragazza, per quanto povera, debba essere un po' suonata per farsi attirare da false promesse di una vita migliore in un paese di cui nemmeno conosce la lingua.
Sono vittime della loro ingenuità e di certo non se ne deve preoccupare chi va a puttane.
Ci manca solo che ci mettiamo a salvare le prostitute!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ci manca solo che ci mettiamo a salvare le prostitute!

Giusto... non salvatele. Salvate solo il culo al vostro papi che' ne ha tanto bisogno.

http://blog.libero.it/taniarocha/7852373.html

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics