domenica 8 marzo 2009

22
comments
La festa della frittella

Oggi, 8 marzo, mi viene in mente un solo breve, semplice, forse banale ma sicuramente ingenuo pensiero: "Ogn'anno, puntualmente, in questo giorno, di questa triste e mesta ricorrenza", direbbe Toto', "si celebra la donna". Voi sapete quanto le date, le feste e tutti gli ambaradan del genere, per me non significhino alcunche'. Considero infatti tutto cio' solo un modo per far girare i quattrini oppure il pretesto di alcuni per mettersi a posto la coscienza nei confronti di quello di cui, ogni giorno, costantemente, si dimenticano.

Abbiamo dunque la giornata della mamma, del papa', del nonnetto, del santo patrono, degli innamorati, del ringraziamento, del disabile, del rifugiato politico, della vittima della strada, del bambino orfano, del cane abbandonato, del panda in via d'estinzione oppure la sagra della frittella.

Cosi', in mezzo ad un San Valentino passato a lume di candela insieme al fidanzatino ed una Pasqua trascorsa a strafogarsi d'abbacchio, ci tocca anche la giornata dedicata a noi, care amiche. Sostituiamo quindi il Valentino di Peynet con un bel mazzetto di mimose ed opla'! Il gioco e' fatto!

Oltre tutto, questa festa piu' di altre diventa motivo di rivendicazione dei nostri diritti oppure occasione per denunciare i torti, i misfatti, le prevaricazioni che subiamo delle quali, puntualmente, "passata la festa e gabbato lo santo", da domani non freghera' piu' una controminkia a nessuno.

Noi donne diventiamo oggi protagoniste. Finalmente esseri da proteggere come i panda, da non abbandonare come i cani. Ma solo per un giorno, mi raccomando. Da domani e per le prossime ottomilasettecentotrentasei ore, cio' che di noi tornera' ad interessare gli uomini sara' la qualita' di quello che teniamo dentro le mutande.

Ed allora saremo nuovamente quelle di alta qualita' o quelle di bassa qualita', quelle fresche o quelle rafferme, quelle gustose o quelle insipide, quelle fredde o quelle calde... come le frittelle.

22 commenti :

CogitoergoVomito ha detto...

Se hai un minuto leggiti questo...

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=94&ID_articolo=309&ID_sezione=&sezione=

ehm... auguri frittelle!

davide ha detto...

Distinta Chiara,

anch'io penso che la festa della donna si sia trasformata in un rituale un po' ipocrita. Hai ragione quando dici che abbiamo troppe feste. Di tutte quelle che hai nominato l'unica che ha un senso è quella della mamma a cui io tengo molto.

Ciao Davide

OT. sul blog di Lameduck hai detto che se non la smettevo di dire fregnacce avresti cambiato la mia considerazione su di me. La cosa mi ha stupito perchè pensavo che non avessi una buona considerazione nei miei confronti: tranne che sul nuovo CdA non c'è niente su cui la pensiamo allo stesso modo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

La cosa mi ha stupito perchè pensavo che non avessi una buona considerazione nei miei confronti: tranne che sul nuovo CdA non c'è niente su cui la pensiamo allo stesso modo.

Ok ho capito, sei in cerca di rassicurazioni, altrimenti non mi spiego una domanda del genere.

La considerazione (alta o bassa) non dipende dalla comunanza di opinioni ma da come vengono espresse.

Ad esempio, prendiamo lo psicotico che da ieri continua ad insultare sia me che Lameduck usando nick diversi ed anonimi perche', come ogni pusillanime bimbominkia, si vergogna ad esporsi usando la sua faccia se pur virtuale. Ebbene, quell'idiota, anche se la pensasse al 100% come me, non godrebbe certo della mia considerazione.

Enzo-ElGiramundoBlog ha detto...

Un applauson con ovazione!!!!ieri ho pubblicato un post... non si raccontava di feste, balli e spogliarelli.... si parlava di violenze sessuali, di diritti calpestati, di legge 194... e della vergogna che provo come uomo, nei riguardi di quella minoranza, per fortuna, di miei colleghi che credono che essere "maschi", corrisponda all'arrogarsi il diritto al sopruso..... e io non ci sto dodici mesi su dodici!!!!!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Grazie Enzo per la tua visita.

Pensavo... nonostante le numerose visite giunte da Oknotizie, questo e' un post su cui pochi hanno voluto commentare.

Si vede che cio' che ho scritto sulla festa della frittella trova tutti d'accordo.

Attendiamo adesso la sagra della salciccia. :-))

forsenonstotroppobene ha detto...

"Si vede che cio' che ho scritto sulla festa della frittella trova tutti d'accordo"

Sì, assolutamente d'accordo. Mi ha veramente nauseata il ripetere di dati e date su questa ricorrenza, chi l'ha inventata, chi se l'è dimenticata, com'era una volta e come è adesso, quanto ci meritiamo e quanto subiamo. Mi sono sentita svenduta come l'immagine dei bambini sui poster dell'Unicef.
Ma, sai com'è. Parlare alleggerisce a tutti la coscienza.
Un baciotto, amica frittella
:)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Un baciotto, amica frittella

Un baciotto anche a te frittellina. :-)

Tu come ti senti? Gustosa, insipida, fresca, rafferma, fredda, calda?

Coldismyheart ha detto...

cara amica, hai detto tutto tu. aggiungerei soltanto che a parole festa delle donne è importante, ma fatti dimostrano che a nessuno importa che donne sono ancora poco apprezzate, escluso quelle attricette col decolette da quattro soldi e vestito succinto, che le donne ancora subiscono abusi, che ci sono poche nei posti importantio, che sono ancora sottopagate rispetto agli uomini di circa 20%, secondo le statistiche ufficiali, devo continuare??

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Coldismyheart: devo continuare??

Certo. Continua pure che' qui lo spazio non manca.

Cio' che verrebbe da chiedersi e': come rovesciare la situazione esistente usando quelle stesse armi che ci hanno permesso di tenere?

Il vestito succinto portato da una cerebrolesa serve solo a fare il gioco dei tanti sultani che affollano questo pianeta e che vedono nella donna solo un oggetto che il creatore o la Natura ha messo a loro disposizione come un frutto su un albero, oppure una frittella.

Ma lo stesso vestito indossato da chi sa come usarlo puo' aver lo stesso effetto devastante degli specchi ustori siracusani contro la flotta romana (anche se forse si tratta solo di una leggenda).

Cio' che voglio dire e' che il creatore o la Natura ha dato al maschio determinate qualita', come una forza fisica superiore la quale, unita alla brutalita', e' devastante.

A noi la natura ha dato altre doti. Ad esempio una maggioe razionalita', nonostante cio' che la cultura maschilista affermi. Una razionalita' che finora ci ha permesso di sopravvivere alla brutalita' maschile. Ma ormai sopravvivere non e' piu' abbastanza. Arriva anche il momento di cambiare le nostre sorti. Nessuno ci aiutera'. Gli uomini, anche quelli che parlano tanto di un'equilibrata interazione dei generi, non s'immischieranno ed alla fine anche loro si schiereranno dalla parte dei loro simili. Solo noi, dunque, possiamo farlo e gia' lo stiamo facendo scegliendo strade e percorsi diversi.

Ma anche se ciascuna ha i propri metodi, chi il vestito succinto, chi la capacita' di esprimere i pensieri, chi l'abilita' di saper analizzare le situazioni, chi la capacita' di saper prevedere le mosse di chi non vorrebbe una vera emancipazione femminile.

L'importante, pero', e' arrivare la' dove sia possibile fare qualcosa. E non solo per noi stesse.

Si puo' avere un bel culo come si puo' avere un bel cervello come, se si e' fortunate, si puo' avere sia l'uno che l'altro, ma a poco servono se vengono utilizzati al solo scopo di scambiarli per un po' di benessere materiale o "considerazione sociale", che' quella davvero io la considererei una vita inutile.

Cio' che resta delle persone, alla fine, sono le loro azioni, le loro idee, i sogni e le speranze che hanno saputo creare. Tutto il resto si dissolve.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Luciano Bubbola (che continua a scrivermi nonostante non gli pubblichi i commenti pieni d'insulti):

Carissimo, so che ormai ti sei abituato ad essere un frustrato. Dopotutto ritengo che, come dice anche un'altra blogger che tu conosci bene, tutto cio' abbia origine da qualche figura femminile importante della tua vita, dalla quale ricevevi le tue quotidiane mortificazioni, ma non ti pare di essere un po' troppo masochista per volerti prendere tutte queste scarpate in faccia anche da chi non conosci?

Dammi retta, suicida il tuo nick, cambiagli il vestito, lavalo e cosi' forse, puzzando un po' di meno, potrai usarlo per riciclarti e potrai cosi' rileggere i tuoi commenti nei blog. Fallo almeno per il tuo ego.

Anzi, fai una cosina utile per la tua psiche: aprine uno anche tu, ma non dedicarlo a mammina. Chiamalo "Klara la somara" o qualcosa del genere.

Se ti servira' per sfogarti e sentirti meglio, vorra' dire che avro' fatto un'opera buona.

Stammi bene. :-)

Gio ha detto...

Gli specchi ustori, che siano esistiti o meno, non dicono nulla di speciale della grandezza di Archimede. La grandezza del buon siracusano e' in una intuizione, un'idea, squisitamente fisica centinaia di anni prima di Newton e Galileo.
L'idea di Archimede e' presto detta: tutti sanno che se io metto una sorgente di luce nel fuoco (luogo geometrico ben definito) di un paraboloide, da questo escono raggi di luce tra loro paralleli. Ma questo sono capaci di farlo tutti davvero, perfino i discotecari del sabato notte ;-)

E' facile a capirsi perche' lo si puo' fare manualmente, senza bisogno di alcun gedankenexperiment.

Quello che Archimede fa e' un ragionamento astratto di 'simmetria'.
Se cosi io prendo raggi tra loro simmetrici (come sono quelli del sole remoto) e li faccio 'entrare opportunamente' in un paraboloide, questi si concentreranno, viaggiando a ritroso, nel fuoco del medesimo, dove la fantasia della storia ha poi messo le navi romane.

Cosi' vedo donne e uomini.

Tutti hanno un'idea banale, dettata dalla quotidiana osservazione pratica, delle donne e degli uomini, e quindi di se' stessi, ma ben pochi sanno ragionare a testa in giu', nell'astratto di un verso sussurrato da un poeta lontano, e dire ed essere qualcosa che veramente possa farci bruciare dentro ;-)

La dannazione dell'umanita' e' la grande insicurezza che attanaglia l'uomo, e che gli fa far di tutto pur di scacciarla lontana.

Lo fa essere pecora, lo fa essere pastore ...

Non so se sono una pecora nera, esiliata dal mio gregge, o se sono un lupo solitario e affamato o il passero solitario o il falco alto levato ... ma di sicuro da lontano odo greggi belar e muggire armenti.

E voi che razza di animali siete?

Gio, da un PC crucco dalla ventosa, piovosa e triste terra del german di giovinezza.

(metto la firma qui perche' non sono sicuro di essermi in altro modo identificato).

Hidden Side ha detto...

Un po' in ritardo, ma oggi ho messo un post che c'entra con l'otto marzo, e viene anche dall'Ungheria.

vedi .

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Grazie Hidden.

Quasi quasi lo aggiungo anche io al mio post.

forsenonstotroppobene ha detto...

Chiara ha detto: "Tu come ti senti? Gustosa, insipida, fresca, rafferma, fredda, calda?"

Una di quelle che ti rimangono sullo stomaco!
:))

Bibi ha detto...

dato che raramente fai qualcosa per caso, immagino che che la foto sia stata scelta ad hoc...o sbaglio?
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Bibi ha detto...

dato che raramente fai qualcosa per caso, immagino che che la foto sia stata scelta ad hoc...o sbaglio?


Certo!

La ragazza sta mangiando un frittella. :-)

Bibi ha detto...

@chiara

"La ragazza sta mangiando un frittella"

scusa la battuta volgarotta ma mi riferivo al fatto che la fanciulla più che alle frittelle è abituata ai cannoli...oltre ad avere una forte personalità.
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bibi:

No... spiega un attimo...

Come fai a dire che "la fanciulla più che alle frittelle è abituata ai cannoli...oltre ad avere una forte personalità."?

Mica l'ho capita la battuta. :-)

Conosci la ragazza?

Bibi ha detto...

davvero non la conosci???

beh..allora si tratta di uno di quei casi strani della vita.
la signorina in questione è una "nota" (?) pornostar oltre ad essere anche una discreta pittrice. ha iniziato prima a dipingere con il pennello e poi da lì...(battutte sempre peggiori...).
puoi cercare in internet le sue immagini o film..oppure wikipendia.. oppure direttamente ecco il suo sito:
http://www.vittoriarisi.it
a.y.s. Bibi
P.S. la foto che hai utilizzato eccola anche qui con tanto di articolo di riferimento..
http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=47231&sez=NORDEST

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Bibi: Eh, ma allora le conosci proprio tutte... :D

Ed io che speravo di farla passare in incognito.

Comunque quelle veneziane sono delle buone frittelle, non credi? :-)

Bibi ha detto...

@chiara

beh sai..anche l'occhio vuole la sua parte e non esercitando più mi tengo aggiornato..stando attento a non diventare cieco..
scherzi a parte l'ho "scoperta" guardando per caso un programma televisivo.
e cmq...a proposito di "incognito", visto che tutto sembra casuale..era il nome di una agenzia ungherese...e proprio tu volevi farla passare in "incognito"???
a.y.s. Bibi

Chiara di Notte - Klára ha detto...

a proposito di "incognito", visto che tutto sembra casuale..era il nome di una agenzia ungherese...e proprio tu volevi farla passare in "incognito"???

Ma va?

Ma che sbadata! :D

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics