sabato 28 febbraio 2009

16
comments
Uomini e Donne

Comprendere gli uomini e’ molto facile. Essi, infatti, perseguono una logica assai primitiva, rudimentale, e sono quasi disarmanti nella loro semplicita’. L’universo maschile non riesce a sorprenderci, non ci sbalordisce, e’ talmente evidente che la nostra struttura mentale, notoriamente pragmatica e razionale, riesce a decifrarlo benissimo.

Ma quando noi donne facciamo intuire che riusciamo a comprendere il loro mondo, sbagliamo. Sono difatti arrivata alla seguente conclusione: gli uomini non desiderano realmente essere capiti. Anche se puo’ sembrare l’opposto, in realta’ non riescono proprio a sopportare l’idea che qualcuno strappi il velo che copre il ritratto della loro anima, che li denudi, ed e’ proprio quando si complimentano con noi e ci dicono che riusciamo “a comprenderli fino in fondo come mai nessuna prima” che, invece di rallegrarci, dovremmo iniziare a preoccuparci.

Perche’ la verita’ e’ che gli uomini detestano le donne che sono in grado di penetrare in quello che ritengono essere il loro “misterioso segreto”. Loro non vogliono essere aiutati a capirsi. Non vogliono essere aiutati districarsi tra le frequenti contraddizioni delle quali sono preda. Vogliono soltanto continuare a crogiolarsi dentro quello che credono essere il motivo per il quale noi donne dovremmo essere affascinate ma che, di fatto, affascina solo la parte piu’ narcisistica di loro stessi.

Tutto cio’ che possiamo fare perche’ stiano bene e’ far finta di niente, fingere d’ignorare chi sono, lasciarli tranquilli nelle loro convinzioni, permettere alla loro anima di restare per sempre appannata da quella patina che essi stessi continueranno tutta la vita ad alitarci sopra, nella speranza di non veder mai apparire riflessa la loro vera immagine.

D’altronde, loro, non si pongono affatto il problema inverso, cioe’ quello di capire noi. Loro non analizzano, fotografano e basta. Al primo sguardo colgono immediatamente i nostri aspetti esteriori, non preoccupandosi minimamente di andare piu’ in profondita’ per individuare anche quelli piu’ interiori.

Perche’ andare piu’ in profondita’ significherebbe accettarci per come siamo, rischiando di restare delusi. Invece preferiscono illudersi di poterci cambiare, per renderci perfette, uguali a quell’immagine che vive dentro di loro, ma che e’ completamente estranea a cio’ che siamo noi.


PS: Spero, con questo post, di non aver fatto un torto a qualcuno, ma sono disponibile a rimuoverlo qualora colui al quale mi sono ispirata me lo chieda.

16 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

chissà a quale amante segreto ti sei riferita.

Credo che quanto hai detto sulla prevedibilità di noi maschietti sia vero.

Per una donna capire un uomo non è molto difficile, mentre è molto più difficile per un uomo capire, in maniera veramente profonda, una donna.

Ciao Davide

Dolce-Alexia ha detto...

Il problema di tanti uomini è che si fanno un film nella loro testa e cercano di seguire ciò che hanno creato, senza chiedersi minimamente, se il ruolo di partecipazione va bene per una donna o no. Poi, se si illudono è un problema loro, solo che a volte cercano di dare la colpa alla donna per questo motivo.

Gio ha detto...

Cara Chiara, non concordo con il tuo messaggio.

Sei troppo perentoria :-)

'Uomini' ... ne esistono milioni, e molto vasto è lo spettro dell'umanità, sia tra le donne che tra gli uomini c'è l'Alfa e l'Omega.

Mi incuriosisce però il paragone 'analisi-sintesi' / 'donna-uomo', alla luce del quale proverò ad intepretare alcune vicende passate, ma senza relegare questo a una mera questione estetica.

Ciao :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Tutto il tuo commento e' inutile e serve solo ad indagare sul "mio amante segreto". Di' la verita': sei gay. :-)

@ Alexia: Conosco bene certi film ed alcuni uomini riescono pure a vincere l'Oscar. :-)

@ Gio: Hai ragione, ci sono milioni di uomini. Troppi. Forse dovremmo "sfoltire" un po'. :-)

lamb-O ha detto...

Beh, tolta la perentorietà (ma funzionale al fine provocatorio) mi sembra un buon ritratto di molti uomini.
Anch'io non vado pazzo per il comportamento dei miei congeneri (?), specie in un paese mammone come il nostro (il rapporto madre-figlio italico è capace di abissi di perversione narcisistica vertiginosi). Però devo ammettere di essere curioso di sapere che cosa può esserci di DAVVERO affascinante in un uomo.

Perché lo ammetto, mi sembrano un po' troppo più gretti e brutti (sì, anche brutti) di quanto sarebbe sperabile. Me stesso assolutamente incluso.

Gio ha detto...

@ lamb-O
Dipende dalle persone.

Ero un adoscentucolo quando lessi questa:

When you are old and gray and full of sleep,
And nodding by the fire, take down this book,
And slowly read, and dream of the soft look
Your eyes had once, and of their shadows deep;

How many loved your moments of glad grace,
And loved your beauty with love false or true;
But one man loved the pilgrim soul in you,
And loved the sorrows of your changing face.

Ecco, vedansi gli ultimi due versi.

E' davvero così importante il sesso?

Sono affascinato dal coraggio, dalla capacità di essere individuo e non membro di un gregge, dall'ostinazione bellicosa e dalle premurose cure, dall'intelligenza che sostiene e da quella fragilità che non ha altro nome se non umanità.

Quando poi queste caratteristiche le ha una donna, il rischio di innamorarsi è totale.

Fino ad oggi ho incontrato solo una ragazza, durante una conferenza e successivo scambio di accademiche opinioni, che mi abbia violentemente affascinato prima come essere umano che non come donna.
Vi giuro che non ho idea della sua eventuale beltà (anni di ultra miopia avranno pure conseguenza, no? ;-) ) ma perDiana quanto mi ha intontito la fanciulla :-)

Mi sembra comunque che spesso ci sia, in quella moltitudine di alfa e omega, una grande sfiducia reciproca.

Io fossi in voi, oserei, non mi acconterei mai e cercherei con l'ostinazione un po' folle di un minatore del Klondike: l'oro esiste, ma è ben nascosto sotto terra, non si vede dalla superficie.

Pensate alla vostra vita e domandatevi: dove sarei ora, se fossi stato meno coraggioso, meno ostinato e meno folle?

gullich ha detto...

Pensate alla vostra vita e domandatevi: dove sarei ora, se fossi stato meno coraggioso, meno ostinato e meno folle?

http://video.google.it/videoplay?docid=-2972606322838470548&ei=-YSdSaCMKIva2gLUotGRDg&q=steve+jobs+stanford+ita&hl=it


"Fino ad oggi ho incontrato solo una ragazza, durante una conferenza e successivo scambio di accademiche opinioni, che mi abbia violentemente affascinato prima come essere umano che non come donna.
Vi giuro che non ho idea della sua eventuale beltà (anni di ultra miopia avranno pure conseguenza, no? ;-) ) ma perDiana quanto mi ha intontito la fanciulla :-)"

da una testa si rimane affascinati. ci si innamora della pelle, dell'interazione sessuale, mentale, chimica... perchè innamorarsi è pancia, non solo testa

regards

wgul

Gio ha detto...

@ Wgul, è domenica, non ho tempo di vedermi tutto il video: qual è il succo del discorso?

Io decisamente non ho molta pancia ;-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""@ Davide: Tutto il tuo commento e' inutile e serve solo ad indagare sul "mio amante segreto". Di' la verita': sei gay. :-)""

Ma se io ti dico la verità, ci parli del tuo amante segreto: lo sai che sono tanto curioso.

Ciao Davide

forsenonstotroppobene ha detto...

Sono la persona meno indicata per dare il mio parere a riguardo, la mente maschile è un mistero per me!
;-)
Un abbraccio, amica.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

forsenonstotroppobene ha detto...

Sono la persona meno indicata per dare il mio parere a riguardo, la mente maschile è un mistero per me!


Io invece credo che non sia proprio cosi'. Ti leggo con attenzione e sono abbastanza sensibile per riconoscere certe caratteristiche che ritrovo anche in una certa parte di me. E se e' cosi' come penso, la tua e' solo sincera modestia.

Molte donne, quasi tutte quelle che ho conosciuto, hanno la capacita' descritta nel post, cioe' di saper andare a fondo alle cose. Tutto il contrario degli uomini che, essendo dei bravi "fotografi", alla fine, anche se non scavano a fondo, riescono comunque a dare delle raffigurazioni assai azzeccate dell'esteriorita'.

Ma forma e sostanza possono essere aspetti separati, come amore e sesso, oppure possono unirsi come l'amore con il sesso. Non c'e' niente di male ne' nell'una ne' nell'altra cosa. Entrambe sono necessarie. Basta capire dentro di noi cosa, effettivamente, desideriamo.

Sono anni che continuo a scrivere piu' o meno le stesse sciocchezze, sul mondo maschile e su quello femminile. Ovviamente filtrate attraverso la mia visione del mondo che e' personale e condizionata anche da un particolare percorso di vita che non e' comune a molte donne.

So che sei alla ricerca di domande, cara amica. Forse ne hai trovata qualcuna?

Kameo ha detto...

@forsenonstotroppobene :
Per conoscere alcuni uomini basta seguire i listini di borsa o la loro squadra del cuore.
Il loro "umore" va su e giù a seconda dell'andamento del mercato o del gioco ;-)

Anonimo ha detto...

Non ci vuole molto a capire che chi è rimasta spiacevolmente sorpresa sei proprio tu. Forse ti eri illusa di aver capito la persona alla quale fai riferimento e la delusione di questo errore ti fa riprendere dei luoghi comuni che sono tutti da dimostrare.

In entrambi i "campi" ci sono persone superficiali e persone profonde. L'animo di una persona non ha nulla a che fare con il sesso. Ma se fare classificazioni con l'accetta ti può al momento consolare, quando asciugherai le lacrime (in senso metaforico si intende) ricorda che quando classifichi una persona la trasformi in un oggetto e non puoi poi pretendere che un oggetto possa "farsi aiutare".

Luca

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Luca:e la delusione di questo errore ti fa riprendere dei luoghi comuni che sono tutti da dimostrare

Ma, veramente, io non voglio dimostrare niente. Cio' che scrivo vale per me, e se chi poi legge, capitando qui per caso, lo trova combaciante anche con i suoi pensieri, tanto meglio.

Sapere di essere la sola a pensarla in un certo modo non e' che mi faccia venire idee da suicidio. Vivo bene lo stesso. :-)

Comunque le mie non vogliono essere verita' o consigli. Chi dovesse leggermi in questa chiave farebbe un errore.

Per quanto riguarda le lacrime, quelle le verso solo per cio' che merita, per gli affetti veri, profondi, non certo per un uomo, o per una donna o per un amore, che per strada s'incontrano e per strada si lasciano.

La strada laggiu' in fondo, quella che ancora devo percorrere, riserva sorprese che non posso neppure immaginarmi, e scrollarmi il passato di dosso, non voltandomi neppure per guardare un attimo indietro, e' da sempre stata la dimensione nella quale ho vissuto.

Come ho detto anche altrove: "Sono una zingara e viaggio "leggera", senza portarmi dietro troppi pesi."

Anonimo ha detto...

Che non sia perché siete troppo stupide, infantili e imprevedibili.. per questo non riusciamo a capirvi??

Chiara, a provocazione si risponde con provocazione.. ;)

Eppure anche certe donne sono così prevedibili e sempliciotte.. come te.
Guarda bene l'immagine di questo post.. perché me l'aspettavo..??

:D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Eppure anche certe donne sono così prevedibili e sempliciotte.. come te.

Si', certo. Sempliciotta infantile e stupida. Questo gia' lo so e non sono i miei peggiori difetti. Ma almeno sono educata e mi firmo a differenza dei bimbiminkia che sfogano la loro frustrazione e non hanno neppure il coraggio di firmarsi con un nome qualsiasi. Ad esempio "Bimbominkia".

Fra l'altro le regole per i commenti erano chiare, ma si vede che i bimbiminkia scrivono ancor prima di leggere.

Altrimenti che bimbiminkia sarebbero?


PS: Ogni anonimo commento che arrivera' firmato con pseudonimi provocatori (ad esempio, "bimbominkia") o contenente chiari insulti e null'altro (ad esempio "tu sei una cretina" e vari sinonimi), sara' bannato.
Questo del bimbominkia di cui sopra l'ho pubblicato solo per far capire a chi legge che genere di cervelli da bimbiminkia girano in Rete e come alcuni abbiano ormai il cervello ridotto come un omogeneizzato, e per far capire a lui (il bimbominkia) che sarebbe il caso si facesse curare da uno bravo.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics