lunedì 2 febbraio 2009

93
comments
Il caso Ana Dragicević

Il lesbismo, per molti, e’ piu’ di una malattia; e’ una minaccia che puo’ potenzialmente sconvolgere l’ordine prestabilito sul quale si basa la societa’ patriarcale. Diversamente dall’omosessualita’ maschile, che spesso e’ oggetto di sbeffeggiamento sia da parte degli “individui immuni” (coloro che sono dotati di un forte sistema immunitario formatosi negli anni a seguito della visione multipla di tutti i film di 007), sia da parte dei “portatori sani” (coloro che ad un primo sguardo sembrano immuni ma poi li trovi casualmente a contrattare il prezzo con i viados), il lesbismo fa paura. Qualora, infatti, “la malattia” prendesse veramente campo, e l’infezione dovesse diffondersi largamente fra le donne del mondo, si prospetterebbe per l’homunculus masculino un tetro futuro a base di seghe.

Ecco dunque che, alcuni genitori, scelgono di ricoverare la figlia che confessa loro le sue bieche tendenze che la fanno essere molto piu’ attratta da un bel paio di tette che da un grosso pisello. E’ questo il caso dei genitori di Ana Dragicević, ventunenne che vive nella citta’ di Rijeka in Croazia, i quali, quando lei aveva sedici anni, l'hanno fatta ricoverare nell'istituto per disabili mentali di Lopac per curare quella che essi ritenevano (come detto anche dalla Binetti) una malattia mentale; adducendo pero’ la tossicodipendenza come motivazione, nonostante Ana non avesse mai usato alcun tipo di droga.

La capo istituto dell'epoca, Mirjiana Vulin, sicuramente una nostalgica di Ante Pavelić, con metodi degni degli Ustaše ha costetto Ana a dichiarare il falso, cioe' di essere tossicodipendente, ed ha fatto durare il trattamento rieducativo ben oltre il normale periodo previsto in Croazia per la tossicodipendenza, che e’ da uno a due anni. In realta’, la Vulin, per tutto il tempo si e’ accanita a curare Ana per la sua omosessualita', la quale, quando le veniva chiesto "chi sceglieresti come partner, un uomo o una donna?" doveva rispondere “un uomo”, cosicche’ potesse essere registrato un progresso nel trattamento.

Cosi’, Ana Dragicević, ha passato cinque anni della sua vita rinchiusa in manicomio. Le condizioni in cui l'hanno costretta sono state orribili: ha vissuto insieme ai malati di schizofrenia, spesso legata in una camicia di forza, sottoposta a cure di psicofarmaci a base d’iniezioni e pillole, ed ovviamente trattata come una pazza. "Mi davano delle pillole che mi facevano girare gli occhi all'insu’. Quando vidi che effetto facevano su uno schizofrenico, rimasi terrorizzata", ha raccontato Ana al Jutarnji, il quotidiano croato che sta seguendo la sua vicenda.

A farla uscire dall’ospedale ci ha dovuto pensare il Ministro della salute Darko Milinović in seguito ad una sentenza della corte distrettuale di Fiume che ha ritenuto illegale l’ignobile “reclusione” della ragazza, e che ha anche incriminato la responsabile dell’ospedale psichiatrico. Ma l’adolescenza di Ana e’ stata ormai rovinata. Non ha potuto terminare la scuola, ed oggi vive le conseguenze fisiche e psicologiche di cio’ che ha trascorso; ridotta a 47 chili, ha incubi ogni notte, e' senza soldi ed e' stata abbandonata dalla sua famiglia. Ha tentato di trovare un lavoro ma, a causa dei suoi problemi di salute, e’ stata licenziata. Vive sola e priva di una vita sociale. Qualcuno ha pagato per lei l’iscrizione a scuola affinche’ possa completare i suoi studi, ma le mancano i soldi per vivere. Cibo, vestiti, tutto…

Le e’ stata rubata la vita solo perche’ ha dichiarato ai genitori la sua omosessualita’. Nonostante tutte le difficolta’ Ana, pero’, non si arrende. Chi si sentisse di darle una mano, anche piccola, piccolissima, che possa servirle soltanto per farle capire che non e’ sola, puo’ prendere contatto con:

Lesbian Organization Rijeka - LORI

Dolac 8
51 000 Rijeka, Croatia
Tel/fax: +385.51.212186
Mob: +385.91.5934133
E-mail: loricure@yahoo.com

Guarda Laura che non devi avere più paura
Cosa provi per la tua... migliore amica,
quel tuo avere in gran segreto un'altra vita!
Guarda Laura che tua mamma non l'ha ancora capito
Chi c'è chiusa dentro di te
Chi è l'altra parte di te
che se ne sbatte del giudizio di tutta questa gente
che ti dice... prepotente...
Tu sei diversa
Tu, sei diversa
Tu! Sei diversa
Tu! E invece
Resta come sei è la tua vita
Non cambiare mai è la tua sfida!
Resta come sei tu sai amare
Non cambiare mai non fai del male!
Guarda Laura che non devi avere più paura
Lascia perdere chi pensa che ci sia una cura,
non ci credere a chi è vittima della sua cultura!
(Resta Come sei - Dolcenera)

93 commenti :

davide ha detto...

Distinta Chiara,

terribile quello che è capitato a questa ragazza. Noto che anche genitori che si professano democratici, quando scoprono che un loro figlio/a è omosessuale/lesbica reagiscono molto male.

Per il resto ammetto che le lesbiche mi fanno un po' paura: credo che una può essere lesbica liberamente, ma ogni tanto (dietro pingue compenso: i soldi non puzzano) dovrebbe dare qualcosina anche a noi poveri maschietti.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

credo che una può essere lesbica liberamente, ma ogni tanto (dietro pingue compenso: i soldi non puzzano) dovrebbe dare qualcosina anche a noi poveri maschietti.

Questa, poi, me la spieghi.

fratello vento ha detto...

bello il tuo blog! io penso che le lesbiche siano persone che meritano amore per quanto le loro scelte amorose possano essere discutibili ma non volgio giudicarle perchè non è giusto! mi piacerebbe continuare a seguire i tuoi brani e gradirei tue visite nel mio blog! hai ottimi argomenti! a presto!

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Questa, poi, me la spieghi.""

Ipotizzavo il caso estremo in cui tutte fossero lesbiche: cosa ne sarebbe di noi poveri maschietti, se ogni tanto non ce la facessero assaporare. Scherzo nè.

Ciao Davide

Marco Bastianello ha detto...

Certo che l'uscita femminista è una piccola fissa: nessuno che si interroghi sulla sorte delle povere donne etero nel caso diventassimo tutti gay? E poi, l' ordine patriarcale, di cui sarebbe portavoce, fra le altre cose, una donna. Mah...
Giro per i blog e leggo sempre più storie di gente internata in manicomio (vabbè, in Italia non si chiamano più così e ci sono stati parecchi miglioramenti, ma se ti legano, ti sedano e ti tengono chiuso, come lo dobbiamo chiamare, "soggiorno di piacere per diversamente pensanti"?). O che, peggio, muore durante o dopo la procedura e che magari di sintomi (perchè il discriminante, quando si tratta di mente, sono, da quel che mi pare di intuire, i sintomi, le manifestazioni esteriori) psichiatrici ne avevano pochi o non ne avevano. O che in ogni caso hanno subìto danni perchè considerati pericolosi dalle forze dell' ordine (questo indipendentemente che fossero o no considerati psicopatici).
Solo un esempio, recente, quello dell'ambulante abusivo sardo Giuseppe Casu, che, pare, ricoverato perchè dava in escandescenze in reazione al sequestro della mercanzia, fu legato più giorni ad un letto di Psichiatria senza potersi muovere e morì.
Ma dove viviamo? dov'è il rispetto per l'uomo?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mi spiace Marco, ma io nel mio blog scrivo che cavolo mi pare e piace.

Questo e' un post particolare, come ti sarai accorto, non me ne frega una beata fava di discutere. Ana non puo' attendere la fine delle nostre disquisizioni del cavolo sulle povere donne etero se gli uomini diventassero gay.

La LORI (Lesbian Organization Rijeka) mi ha comunicato i dati su cui far pervenire i segni di solidarieta' per Ana. Qui c'e' tanta gente che fa tanti discorsi e che blatera. Adesso voglio vedere se ai blateramenti seguira' anche qualcos'altro. Avro' modo di valutarlo.

PRIVREDNA BANKA ZAGREB D.D.
10000 Zagreb, Račkog 6, Hrvatska/Croatia

Utente/ricevente:

Lezbijska organizacija Rijeka „LORI“
Dolac 8, 51 000 Rijeka, Hrvatska/Croatia

Broj računa (Account number): 703000-128379
SWIFT CODE: PBZGHR2X
IBAN: HR61 2340 0091 1170 14659

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Nel commento precedente, mi sono scordata di scrivere che come causale dell'eventuale versamento andra' scritto:

"For Ana Dragicevic"

Posso capire che alcune persone abbiano dei dubbi oppure si accorgano di quanta sia ampia la distanza fra il parlare ed il fare. Soprattutto quando si tratta di far trapelare, con la propria banca, un rapporto con un'organizzazione lesbica. Su questo punto non posso certamente aiutare. E' un fatto del tutto privato.

Dolce-Alexia ha detto...

Non capisco, come un genitore può rovinare la vita di un figlio/a. E' terribile quando invece di aiutarci e capirci a vicenda, si reagisce in quel modo. Secondo me sono i genitori che dovrebbero andare da un psicologo per capire che essere "diverso" non significa essere malato. Non capisco come si può rifiutare un figlio solo perche ha delle prefereze sessuali diverse. Ciò che un figlio non rifiuterebbe ad un genitore alcolizzato,ad esempio.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Grazie del commento sorellina.
In effetti e' un fatto aberrante, Io ne sono rimasta sconvolta.
Ma a quanto vedo interessa a pochi. Se si escludono i miei, sono arrivati 7 commenti inclusi quelli ricevuti in privato.
Il fatto che ad essere coinvolta sia una ragazza lesbica, malata, ridotta fisicamente male, crea meno appetito di una ex escort che racconta le sue trombate gratuite e non.
Di solito un post sulla guerra, sui comunisti, sui fascisti o sui pompini avrebbe ricevuto piu' considerazione.

Duval ha detto...

Non diventare schiava della partecipazione, Chiara.

Non sempre quantità e qualità vanno di pari passo.

E poi considera che nell'odierna società c'è, oggettivamente, una overdose di richieste relative ad iniziative benefiche: sui media, nella città, nel quartiere, nella parrocchia ...

Non penso proprio che esista qui una discriminante sull'omosessualità femminile.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non penso proprio che esista qui una discriminante sull'omosessualità femminile.

No?
Voglio sperarlo ma...
Quanti che mi leggono sarebbero disposti a pagarmi una cena in un ristorante di prestigio per incontrarmi?
A giudicare delle richieste (private e pubbliche) che mi sono giunte questi anni posso dire moltissimi.
Chi mi legge dai tempi di IER sa che non ho mai fatto nessun appello di alcun genere. Questo e' il primo che faccio in modo esplicito e sara' anche l'ultimo.
Vorrei metterla cosi': fate finta di avermi invitata a cena.
Ma non credo che funzionera' perche' i meccanismi, come ho sempre affermato, sono sempre del medesimo tipo, ahime'.

Una volta una mia amica mi disse una cosa che mi fece pensare (non sono io, lo dico a scanso d'equivoci): "Credi che se gli uomini che mi pagano sapessero che sono lesbica e che a me piacciono solo le donne mi sceglierebbero? Forse qualcuno si', ma non avrei tutti i clienti che ho."

Anonimo ha detto...

Condivido pienamente lo sgomento per questo povera ragazza ma vorrei dire qualcosa riguardo l'opinione comune sugli omosessuali di entrembi i sessi.

L'omosessualità maschile può sembrare più accettata è forse lo è per il fatto che chi si rivela come tale si espone a potenziali sbeffeggiamenti e insulti quindi si pensa che la sua scelta sia motivata e lungamente meditata, quindi viene visto come coraggioso e alla fine "accettato".

Mentre per l'omosessualità femminile il pregiudio non sempre a torto porta a pensare a una sorta di estremizzazione del femminismo e in particolare nelle adolescenti si pensa questo sia dovuto al ben noto dislivello di "intelligenza" e "maturità" tra sessi in quegli anni(ovviamente a favore delle femmine) e di conseguenza viene interpetetato superficialmente non accetandolo come qualcosa di serio.

Trovi sensata questa mia riflessione?

by lin

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Lin:

il pregiudio non sempre a torto

Un pregiudizio non puo' mai essere "non sempre a torto", perche' chi pre-giudica lo fa senza conoscere ne' le persone ne' la vicenda. Quindi il pregiudizio e' sempre "a torto".

Per quanto riguarda l'estremizzazione del femminismo che si lega al lesbismo ho scritto ampiamente qui:

http://chiara-di-notte.blogspot.com/2008/03/amaznok.html

memoriedalsottosuolo ha detto...

Si esatto si fa di tutto perchè non si cada nel caos. Tutto è finalizzato al controllo delle nostre menti. Io come leggevo negli altri post non vedo perchè il fatto che alcune persone siano non eterosessuali possa portare all'estinzione dell' eterosessualità. Io sono etero, non vedo perchè altre persone che non lo sono mi debbano influenzare.E poi la libertà umana non va barratata con nulla secondo me. E anche se fosse che non ci fossero più ragazze etero per la procreazione (parlandone in termini di "procreazione" come donna mi sento più animale finalizzato unicamente alla riproduzione) pazienza. Non possiamo obbligare nessuno a essere diverso da ciò che è per "procreare". Ciao Meggy

Anonimo ha detto...

Credo che darwin sarebbe d'accordo quando affermo che tutti "pre-giudichiamo" l'evoluzione ci ha incalcato questo meccanismo a forsa di biscotti offerti alle pantere, poi si può fare la distinzione tra chi si ferma al pregiudizio e chi indaga ulteriormente e non sempre quest'indagine si smentisce il pregiudizio; questo intendevo prima

La mia esperienza diretta si riferiva principalmente alle manifestazioni di omosessualità adolescenziali l'equazione lesbismo = femminismo^10 concordo sia solo un terrorismo popolare.

Riguardo l'altro post non sono convinto che questo sia il miglior mondo possibile ma è evidente che è quello che l'evoluzione riteneva più funzionale(non disponendo della tecnologia moderna) ossia quello di dividere la razza umani in maschi e femmine rispettivamente predispoti a compiti mono-tasking e multi-tasking.

Con le conoscenze di cui disponiamo oggi sarebbe sicuramente possibile una società esclusivamente femminile ma non sarebbe più utile utilizzare la tecnologia di cui già disponiamo per
permettere a tutti di trovare la propria felicità evitando il conflitto con la felicità altrui?

Credo sia meglio augurarsi una presa di coscienza generale da parte dell'intero genere umano riguardo ciò che siamo e ciò che potremmo essere piùttosto che un banale scambio di ruoli.

by lin

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Benvenuta, Meggy ;-)
Sai che il tuo nickname ben si lega a certe tematiche che vengono discusse in questo mio diario?

Hai letto anche tu Dostoevskij?

E anche se fosse che non ci fossero più ragazze etero per la procreazione (parlandone in termini di "procreazione" come donna mi sento più animale finalizzato unicamente alla riproduzione) pazienza.

Di questo non devi temere. questo problema le donne non lo avrebbero, in quanto potrebbero comunque portare avanti la specie anche in assenza di eterosessualita' e di genere maschile.

E' forse questo il motivo per il quale, inconsciamente e a ragione dal loro punto di vista, gli uomini temono il lesbismo.

La scienza si sta muovendo in territori inesplorati ma che, per certi versi potrebbero essere inquietanti per il genere maschile che potrebbe, dopo millenni, perdere la posizione dominante arrivando addirittura ad essere meno utile persino nel ruolo biologico.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Scusa Meggy, ho letto proprio adesso la presentazione che fai di te nel tuo blog ed ho gia' la risposta alla domanda che ti ho fatto. :-)

Добро пожаловать на мой блог

Anonimo ha detto...

Ciao Chiara.
Ho appena visitato il tuo blog, che è molto bello e molto interessante.

In ogni modo per me tu sei anche una donna molto furba che si prende gioco degli uomini. Per me tu sei una scrittrice esperta di letteratura e non è niente vero che in passato sei stata una escort.
Tu racconti bugie e fai finta di essere stata una escort perchè ti diverti a giocare con la stupidità degli uomini e ti diverte contare quanti sono gli uomini che ogni giorno ti chiedono di incontrarti.

Tuttavia ti faccio i miei complimenti perchè il tuo blog è molto bello e tratta tematiche interessanti soprattutto per quanto riguarda le ingiustizie sociali o le discriminazioni nei confronti degli omossessuali come in questo tuo articolo o le discriminazioni razziste contro i rom.
Sono finito per caso nel tuo blog perchè sono stanco dell'attacco ai diritti sociali e dell'utilizzo del razzismo e della xenofobia come valvola di sfogo del malcontento sociale che sta attuando l'attuale classe politica presente nel parlamento, sia di governo, sia di opposizione.

Un saluto da Alfietto

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Tu racconti bugie e fai finta di essere stata una escort perchè ti diverti a giocare con la stupidità degli uomini e ti diverte contare quanti sono gli uomini che ogni giorno ti chiedono di incontrarti.


Alfietto, mi spiace deluderti, ma non sono una scrittrice. Non ho neppure una preparazione di tipo umanistico.
Inoltre capisco che non mi leggi da molto, ma una escort lo sono stata davvero... qualche anno fa.

meggy ha detto...

Grazie....Spasiba....orrendo ma non sono come si fanno i caratteri cirilici con il pc....

CogitoergoVomito ha detto...

Grazie per questa bella testimonianza Chiarì.

Per quanto mi riguarda mi sono proprio rotto di questi genitori che non accettano i figli: cosi come le coppie che hanno paura dei figli gay ci sono coppie che oramai spendono migliaia di euro per test ed ecografie per escludere che il nascituro sia down o abbia malformazioni.
Ma di cosa avete paura?
Chi ve lo fa fare di diventare genitori? Ma soprattutto chi ve l'ha chiesto?

L'istinto paterno o materno deve andare ben oltre il desiderio di un figlio pre-confezionato.
Accettare ciò che la natura ha scelto per i nostri figli vuol dire soprattutto accettare noi stessi.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ciao Cogito, come va?
Vedo che anche tu non commenti piu' su MC...
Grazie per questa visita. Purtroppo sarebbe meglio essere orfan* piuttosto che avere dei genitori come quelli.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Posso capire che alcune persone abbiano dei dubbi oppure si accorgano di quanta sia ampia la distanza fra il parlare ed il fare. Soprattutto quando si tratta di far trapelare, con la propria banca, un rapporto con un'organizzazione lesbica. Su questo punto non posso certamente aiutare. E' un fatto del tutto privato.""

Quando ieri hai parlato della "propia banca" non avevo capito cosa intendevi.

Questa mattina mi sono recato in una banca della città dove lavoro per fare un versamento a favore di questa ragazza. Ebbene mi hanno detto che posso farlo solo tramite la mia banca. Solo che la mia banca (quella dove tengo i miei risparmi) è una piccola cassa rurale che ha sede del mio paesino. Chissà cosa diranno domani i miei amici e parenti, che lavorano nella cassa rurale del mio paesino, quando mi vedranno fare un versamento a favore di un'organizzazione di lesbiche?

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Chissà cosa diranno domani i miei amici e parenti, che lavorano nella cassa rurale del mio paesino, quando mi vedranno fare un versamento a favore di un'organizzazione di lesbiche?


Beh... credo sia lecito chiederselo.
Ti sei fatto la stessa domanda anche quando hai bonificato i soldi a qualche ragazza non lesbica?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Ti sei fatto la stessa domanda anche quando hai bonificato i soldi a qualche ragazza non lesbica?""

No!

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Quindi, Davide, meglio puttaniere che avere un'amica lesbica?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Quindi, Davide, meglio puttaniere che avere un'amica lesbica?"

Le due cose non sono per forza incompatibili. Poi nei paesi piccolini certe cose creano il mormorio dei benpensanti.

Ciao Davide

lucenera ha detto...

Fino ad una anno fa non mi interessavo all'argomento essendo io eterosessuale e credendo, ma mi sbagliavo, che le lesbiche fossero solo come la vecchia sarta di famiglia che con la scusa di provarmi gli abiti mi toccava i seni e le natiche.....poi ho iniziato ad andare in un locale alla moda frequentato da gay e da ragazze normali come me, e li mi si è aperto un mondo fatto di sensazioni nuove, di emozioni su piani fisici che non conoscevo, per farla breve ho avuto il mio primo rapporto omosessuale con una ragazza bella da morire; le donne hanno un odore, un sapore della pelle, delle mucose diverso.... insomma sono tutt'oggi coinvolta, ma il punto è questo: se raccontassi a mio padre calabrese nato e vissuto in calabria la mia esperienza, considerando che non era una parentesi destinata a chiudersi ma l'inizio di un qualcosa di profondo, che mi direbbe? Ci pensavo leggendo il post, mi sono venute in mente mille sue facce, parole, da piccola ricevevo schiaffoni per una semplice parola sbagliata.....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ciao lucenera. Cosi' anche tu hai guardato dentro di te i colori e ne hai visti alcuni che non pensavi potessero esistere.
Ogni esperienza che porti la coscienza ad espandersi, sapendo di non aver causato danno ad alcuno, e' sempre e comunque positiva.
Forse, d'ora in poi, potrai leggere i miei scritti sotto una luce diversa, individuando quelle sfumature che forse non hai mai notato.
Sugli odori e sui sapori, noi donne siamo piu' recettive, e se organoletticamente ti sei trovata a tuo agio in quell'esperienza (e sembra di si' leggendo le tue parole), allora significa che il dado e' ormai tratto.
Comprendi cio' che intendo?

Di tuo padre non dovresti preoccuparti. Anzi, il consiglio che ti do e' di tenerlo all'oscuro fin quando sara' possibile. Dopotutto hai l'eta' per decidere cio' che fare della tua vita e preferendo le donne o gli uomini o tutt'e due, a seconda dei tuoi gusti non danneggia nessuno.
A volte pero' sarebbe interessante capire cosa, questi padri intransigenti desiderebbero, se dovessero scegliere: una figlia escort o una figlia lesbica?

lucenera ha detto...

Certamente lo terrò all'oscuro, non lo frequento da anni a parte qualche rimpatriata estiva, non sa quasi nulla di me di come vivo di quanto guadagno e chi frequento, ma la domanda che mi ponevo era come sarebbe stata la mia vita se avessi scoperto tutto ciò a 14 anni e non a 30 e passa e glielo avessi confessato: a quell'età gli amori sono talmente intensi, ora non mi scombussola più nulla e anche se succedesse ho denaro per essere autonoma, ma immagina una adolescente che viene privata con la violenza dalla sua dolce metà, solo perchè sono dello stesso sesso, è di una violenza e di un egoismo, non oso immaginare le conseguenze su una come me a quell'epoca, ma anche su una qualsiasi ragazzetta di 14 anni, magari in un paese dove ti condannano a morte per una cosa così. C'è davvero poca gente attorno a noi che sa mettersi nei panni degli altri, quasi nessuno.Per quel che riguarda " i colori " come li chiami tu, ecco io mi sento così, a 35 anni quando credevo di aver provato tutto mi accorgo di desiderare il corpo, il sesso e la testa di una donna, se qualcuno mi chiedesse ora se mi sento omosessuale o bisessuale risponderei di no, sono semplicemente una che cerca la perfezione, ho sempre saputo che le relazioni coi maschi mi davano quel che potevano darmi, ad un certo punto si arriva al limite, posso affermare con certezza che quasi tutte le donne che hanno lavorato sulla loro crescita ci arrivano prima o poi. Auguro a tutte le ragazze che leggono qui di provare quell'esperienza che si verifica alla fine di un rapporto sessuale con un'altra donna, non c'è l'umiliazione, quel senso di vuoto, di solitudine ed inutilità, ma solo l'esaltazione di noi in tutto ciò che sentiamo, che sappiamo, di essere.
Scusate gli errori, ma è un argomento in cui esce tutta la mia emotività, non ho voglia di rileggermi e correggere.

Kameo ha detto...

lucenera ha detto...
Per quel che riguarda " i colori " come li chiami tu, ecco io mi sento così, a 35 anni quando credevo di aver provato tutto mi accorgo di desiderare il corpo, il sesso e la testa di una donna (...)


Sulla scoperta di questi "colori" in età matura, consiglierei la visione di un lungometraggio del 1979 (reperibile in DVD) intitolato "Immacolata e Concetta, l'altra gelosia" di Salvatore Piscicelli con Ida di Benedetto. Un film a basso costo, girato in presa diretta in napoletano, nel centro degradato di Pomigliano d'Arco.
Un dramma passionale, ispirato ad un reale episodio di cronaca, incentrato attorno all'amore di due donne che riescono a imporre il loro modo di vivere, nonostante l'ambiente ostile e i forti pregiudizi.

lucenera ha detto...

Ciao Kameo, pensavo al dato secondo il quale il sessanta per cento delle violenze sui minori avvengono nel contesto familiare: pensa, una generazione che è cresciuta e che cresce a suon di violenze celate. Il posto più sicuro per un bambino è fra due donne, l'idea di mettere al mondo una creatura e che il mio uomo possa usargli una qualsiasi forma di violenza.....quante donne ci pensano? Emancipazione femminile.... siamo in alto mare, abbiamo solo tanta paura degli uomini per adesso, e mi collego anche al post sullo stupro, nessun uomo è ancora in grado di proteggerci da situazioni vergognose, eppure noi sosteniamo lo stato lavorando sia in casa che fuori casa, e se non ci protegge è anche responsabile di ogni singolo stupro che abbiamo subito.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Il posto più sicuro per un bambino è fra due donne

Interessante conclusione.
Sono certa che gli uomini non saranno d'accordo, ma devo dire che anche io la penso cosi'.

nessun uomo è ancora in grado di proteggerci da situazioni vergognose

In effetti e' cosi'. Nessun uomo lo fara' mai. Al limite difendera' solo cio' che ritiene sia SUO, come la SUA donna, oppure SUA figlia, alla stessa stregua di come difende il SUO giardinetto, ma mai si esporra' per le altre donne. Che' quelle APPARTENGONO ad altri.
Solo noi possiamo difenderci. Non da sole, ma creando comunita' di sole donne in cui crescere i nostri figli al sicuro, tenendo FUORI, coloro che non sono ancora pronti a meritarci.
Questo e', secondo me, l'unico metodo per far addivenire gli uomini a piu' miti consigli: la negazione della nostra "collaborazione" come compagne.
Oppure farla pagare salata, molto salata, in modo che si accorgano di quanto siamo preziose.

davide ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ davide:
Che cagata di commento in un post come questo.
Completamente privo di rispetto.Aaltri commenti del genere, ti avverto, non li tollerero'.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Che cagata di commento in un post come questo.
Completamente privo di rispetto.Aaltri commenti del genere, ti avverto, non li tollerero'."

Hai ragione!

Ciao Davide

lucenera ha detto...

@ CHIARA

creando comunita' di sole donne in cui crescere i nostri figli al sicuro, tenendo FUORI, coloro che non sono ancora pronti a meritarci.
Questo e', secondo me, l'unico metodo per far addivenire gli uomini a piu' miti consigli: la negazione della nostra "collaborazione" come compagne.
Oppure farla pagare salata, molto salata, in modo che si accorgano di quanto siamo preziose.




Credo che in comunità come queste i nuovi nati crescerebbero come veri uomini, io personalmente nel mio piccolo, ahimè quanto è piccolo il mio potere! lo faccio; c'è da sempre una barriera che i maschi non possono oltrepassare, nemmeno spiare, possono solo immaginare, per loro non vedo possibilità alcuna di accedervi, mentre ad esempio i miei nipotini che sono tutti e tra maschi hanno libero accesso e spero tanto che almeno loro subiscano l'influenza del femminile, DI CUI FANNO PARTE SIN DALLA NASCITA, i cromosomi dell'uomo sono xy quindi metà femminili: dovreste vedere questi miei pargoli che non superano i 7 anni di età, come si crogliolano a sentirci mentre chiacchieriamo, ci facciamo belle, o siamo tenere una con l'altra.
Si è già aggregata questa meravigliosa creatura, una ragazza della quale ho parlato nel precedente post e che chiamerò Lena, e nessun bacio, nessuna carezza verrà nascosta, l'amore non è solo scopare, l'amore è anche una semplice carezza.
NON DIVENTERANNO DEI GAY COME QUALCHE MENTE BACATA VUOL FARCI CREDERE, MA SOLO TRE UOMINI ADULTI UN PO' PIU' CAPACI DI RISPETTARE LA VITA PREZIOSISSIMA DELLE DONNE. Ogni volta che sento la notizia di una violenza subita mi si lacera il cuore, ma c'è solo da armarsi di pazienza e coraggio, perchè grazie a qualcuno che sta procedendo silenziosamente e incessantemente, il mondo non sarà sempre così, in mano ai forti, agli arroganti.

davide ha detto...

Cara Lucenera,

"Ogni volta che sento la notizia di una violenza subita mi si lacera il cuore, ma c'è solo da armarsi di pazienza e coraggio, perchè grazie a qualcuno che sta procedendo silenziosamente e incessantemente, il mondo non sarà sempre così, in mano ai forti, agli arroganti."

Ne sei proprio convinta che il mondo non sarà più così?

Ciao Davide

Pinocchio ha detto...

sono daccordo che il posto migliore per un bambino è fra due donne:-)
Infatti aspetto solo di diventare bambino:-)
Pinocchio

lucenera ha detto...

@ Davide

Ne sei proprio convinta che il mondo non sarà più così?

Ma che domanda è questa a una come me? Non ho la forza di risponderti.

davide ha detto...

Cara Lucenera,


"Ma che domanda è questa a una come me? Non ho la forza di risponderti."

Non voleva certo essere una domanda maliziosa. Io apprezzo moltissimo le intenzioni di te e di Chiara, ma ho forti dubbi che con ciò si riuscirà a cambiare il mondo. Quello che io vedo è che il mondo va sempre peggio: magari l'Italia è messa peggio di altri, ma le cose vanno male anche dalle altre parti, Ungheria compresa.

Comunque io sono un pessimista di natura e non faccio testo: sono quello del bicchiere mezzo vuoto.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Quello che io vedo è che il mondo va sempre peggio: magari l'Italia è messa peggio di altri, ma le cose vanno male anche dalle altre parti, Ungheria compresa.

Ma che cavolo vuoi saperne tu dell'Ungheria...
Nel 2004 c'e' stata una mezza rivoluzione solo perche' il premier aveva "ammesso" di aver mentito. Uno come il vostro nano li' sarebbe gia' stato appeso per le palle.

Sai perche' il mondo va sempre peggio? Vuoi il mio parere? Perche' c'e' chi mantiene in vita certi MOSTRI votando per loro. Ed e' stato grazie a quelli che nel passato si sono comportati in tal modo che l'umanita' ha dovuto subire il giogo del nazismo e milioni di morti.
Non si accettano lezioni da chi contribuisce a mandare al governo dei biechi personaggi che non hanno rispetto della liberta' e della dignita' altrui ma solo dei propri sporchi, luridi interessi.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Non si accettano lezioni da chi contribuisce a mandare al governo dei biechi personaggi che non hanno rispetto della liberta' e della dignita' altrui ma solo dei propri sporchi, luridi interessi."

Guarda che io non do lezioni a nessuno. Ho solo mostrato scetticismo sulla possibilità di cambiare in meglio il mondo.

Per il resto mi sembra che tu prenda troppo seriamente il nanetto: avrà tutti i difetti del mondo, ma al momento non vedo molto di meglio in giro (in ogni caso parla e basta: quindi è innocuo).

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

mi sembra che tu prenda troppo seriamente il nanetto

Certi personaggi, novelli Don Rodrigo, vanno presi solo in un modo: sul serio.
Oppure a calci nel culo, ma fintanto esiste chi li vota, temo che non sara' possibile.
Ma verra' un giorno...

ma al momento non vedo molto di meglio in giro

Ovvio che tu non veda niente di meglio in giro, ma della tua cecita' non sono certo responsabile io.
Pero', cortesemente, prima di sciacquarti la bocca e paragonare i politici italici a quelli di altri paesi, fra cui l'Ungheria, per cortesia pensaci 10 volte. Voi non avete piu' neanche idea di cosa significhi "dignita'" e democrazia.
Bell'immagine ha dato di se' la Prestigiacomo: le e' stato persino impedito di astenersi e lei non ha detto niente.
E c'e' chi la considera una donna!
Certo! Il modello di donna che gli uomini vorrebberro (cristiani o islamici in questo non c'e' differenza): una decerebrata appecoronata e zitta.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Pero', cortesemente, prima di sciacquarti la bocca e paragonare i politici italici a quelli di altri paesi, fra cui l'Ungheria, per cortesia pensaci 10 volte"

Non capisco perchè tu mi metti in bocca parole che non ho detto: io non ho fatto paragoni di nessun genere tra politici dei diversi paesi (diverso è il caso dei politicanti italiani), ma ho detto che c'è crisi (intendevo economica) in tutto il mondo Ungheria compresa.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide:

La crisi c'e' anche in Svezia, ma hai presente quale sia il loro tenore di vita MEDIO rispetto a quello italico?
Ovviamente li', nonostante governi il centro destra come in Italia, i politici sono gente piu' capace, meno disonesta, piu' "sana".
Fortunati gli svedesi?
No, semplicemente MAFIOSI e CORROTTI gli italici. Ad iniziare da chi mette il suo voto sulla scheda elettorale.
E sicuramente, quando la crisi sara' terminata, mentre gli svedesi avranno una classe dirigente efficente e moderna, con leggi adeguate ed una societa' in grado di affrontare ogni sfida, agli italici non restera' altro che emigrare e specializzarsi nella pulizia dei cessi.

PS: Non mi sono scordata di Ana. Desidererei di essere tenuta al corrente degli sviluppi. Grazie.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"PS: Non mi sono scordata di Ana. Desidererei di essere tenuta al corrente degli sviluppi. Grazie."

Per quel che mi riguarda io il mio versamento lo ho già fatto.

Per il resto non ho mai messo in dubbio che la Svezia sta molto meglio dell'Italia. Tieni conto che si tratta di un paese che ha un rapporto popolazione e risorse molto favorevole.

Il paragone con la Svazia è forviante, perchè l'Italia andrebbe paragonata a stati come il Portogallo, la Grecia o l'Ungheria che hanno un rapporto popolazione risorse simile.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

l'Italia andrebbe paragonata a stati come il Portogallo, la Grecia o l'Ungheria


Davide SI PARLA di classe politica NON di risorse.

L'Ungheria, comunque, e' governata dai socialisti ed abitata dagli zingari che sono sporchi e cattivi, quindi e' un paese sicuramente arretrato rispetto alla fantastica nano-Italia .
Puoi paragonarla solo con il Portogallo e la Grecia che sono quelli piu' vicini. Lascia stare qualsiasi altro stato che' sono tutti piu' avanti come qualita' della classe politica. Persino la Turchia.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

ti faccio notare che nella ricca Svezia la gente andava in pensione a 65 anni.

Qui in Italia la sinistra per decenni ha mandato la gente in pensione a 40 o addirittura 30 anni (io avevo un'amica che è andata in pensione a 31 anni DI ETA').

Adesso la Svezia ha le risorse per investire, mentre l'Italia grazie alla sinistra ha solo debito pubblico.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Puoi paragonarla solo con il Portogallo e la Grecia che sono quelli piu' vicini."

Non c'è problema: comunque sei stata tu che l'hai paragonata alla Svezia non io.

Ciao Davide

P.S. Ti faccio notare che l'Ungheria è più vicina all'Italia del Portogallo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non c'è problema: comunque sei stata tu che l'hai paragonata alla Svezia non io.


Come potrei mai paragonare una MERDA (parole tue) con un FIORE?
Io non ho paragonato un bel nulla. Sei tu che hai detto che ovunque e' LA STESSA STORIA a causa della crisi.

Ti faccio notare che l'Ungheria è più vicina all'Italia del Portogallo.

Mi fai notare una beata fava.

Forse e simile come situazione economica e questo e' un vanto, perche' noi non partivamo da una posizione avvantaggiata come l'Italia che era addirittura nel G7.
L'Ungheria ha fatto solo PROGRESSI in questi anni, e non e' regredita allo stato di paese terzomondista.

Come classe politica, invece, lascia perdere...

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""La crisi c'e' anche in Svezia, ma hai presente quale sia il loro tenore di vita MEDIO rispetto a quello italico?
Ovviamente li', nonostante governi il centro destra come in Italia, i politici sono gente piu' capace, meno disonesta, piu' "sana".
Fortunati gli svedesi?
No, semplicemente MAFIOSI e CORROTTI gli italici. Ad iniziare da chi mette il suo voto sulla scheda elettorale.
E sicuramente, quando la crisi sara' terminata, mentre gli svedesi avranno una classe dirigente efficente e moderna, con leggi adeguate ed una societa' in grado di affrontare ogni sfida, agli italici non restera' altro che emigrare e specializzarsi nella pulizia dei cessi.""

Guarda che quello che hai scritto sopra è un paragonare l'Italia alla Svezia: il paragone riguarda sia la classe politica che la situazione economica.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Guarda che quello che hai scritto sopra è un paragonare l'Italia alla Svezia: il paragone riguarda sia la classe politica che la situazione economica.


Si sta parlando di situazione economica, di classe politica o di funghetti sott'olio?

Saro' padrona di paragonare la classe politica (di merda l'hai detto tu) italica con quella svedese o magiara?

Appena la paragono arriva il caro Davide, che subito inizia a dire che la situazione economica )ma che c'entra?) e' di merda anche altrove a causa della crisi.

E quindi sposta il discorso dalla classe politica all'economia.

Al limite l'unico collegamento che si puo' fare e' che se c'e' una classe politica SANA, la crisi verra' risolta piu' efficacemente, ma la situazione economica non e' responsabile della classe politica. SE MAI e' il contrario. E' la classe politica che e' responsabile della situazione economica.

E chi e' responsabile, invece, di aver mandato in parlamento degli incompetenti, affaristi corrotti, mafiosi e pidduisti?

La responsabilita' e' degli elettori.

Concordi?

Basta col trucchetto di dare tutta la colpa delle cose che non vanno ai politici.
Quei politici (di destra o di sinistra) li AVETE CREATI VOI.
Sono una vostra emanazione, come quelli ungheresi e svedesi sono emanazione del popolo magiaro e svedese.

E sinceramente, fra le due classi dirigenti, preferisci quella in cui i ministri si dimettono appena sbagliano e sanno guidare un'economia sana oppure quella in cui se sbagliano o rubano vengono votate delle leggi per mantener loro il posto e salvarli dalla galera?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Si sta parlando di situazione economica, di classe politica o di funghetti sott'olio?"

Di fatto tu sopra hai parlato di tutte e due le cose.

""Saro' padrona di paragonare la classe politica (di merda l'hai detto tu) italica con quella svedese o magiara?""

Tu sei libera di fare e dire tutto quello che vuoi.

""Appena la paragono arriva il caro Davide, che subito inizia a dire che la situazione economica )ma che c'entra?) e' di merda anche altrove a causa della crisi.""

Come sei libera tu di parlare lo sono pure io. Poi il blog è tuo e puoi fare passare quello che pare e piace a te. Il problema nel caso in esame è che da come ti esprimi qualcuno potrebbe avere l'impressione che la crisi c'è solo in Italia (non è proprio così).

""quindi sposta il discorso dalla classe politica all'economia.
Al limite l'unico collegamento che si puo' fare e' che se c'e' una classe politica SANA, la crisi verra' risolta piu' efficacemente, ma la situazione economica non e' responsabile della classe politica. SE MAI e' il contrario. E' la classe politica che e' responsabile della situazione economica.""

Questo non lo ho mai messo in dubbio.


""E chi e' responsabile, invece, di aver mandato in parlamento degli incompetenti, affaristi corrotti, mafiosi e pidduisti?
La responsabilita' e' degli elettori.
Concordi?
Basta col trucchetto di dare tutta la colpa delle cose che non vanno ai politici.
Quei politici (di destra o di sinistra) li AVETE CREATI VOI.
Sono una vostra emanazione, come quelli ungheresi e svedesi sono emanazione del popolo magiaro e svedese.
E sinceramente, fra le due classi dirigenti, preferisci quella in cui i ministri si dimettono appena sbagliano e sanno guidare un'economia sana oppure quella in cui se sbagliano o rubano vengono votate delle leggi per mantener loro il posto e salvarli dalla galera?""

Questa mi sa una visione manichea della realtà.

Può darsi che la corruzione sia più alta in Italia che in altri paesi, ma pensare che gli italiani sono tutti dei ladri e gli altri dei santi è ridicolo.

Per farti un esempio io conosco gente che ha investito in Ungheria e so che per avere facilitazioni hanno pagato delle tangenti. In questo caso le hanno pagate a degli alti funzionari, ma se le prendono i funzionari ungheresi è probabile che le prendano anche i politici.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

da come ti esprimi qualcuno potrebbe avere l'impressione che la crisi c'è solo in Italia (non è proprio così).


La crisi no, la classe politica estremamente(uso le tue parole) di merda si'.
Guarda, viaggio molto e un'opinione cosi' bassa dell'Italia come in questo periodo non l'avevo mai riscontrata. Quella che tu chiami visione manichea, in realta' e' solo una conseguenza del ragionamento: se il nanerottolo ha la maggioranza stra-assoluta e la corruzione ha raggiunto il massimo livello proprio in questi anni in cui ha governato in pratica l'80% del tempo, cioe' dal 2000 in poi(non lo dico io lo dice la Corte dei Conti), significa che la maggioranza degli italici o e' rimbecillita, e quindi si sta facendo infinocchiare da un gangster o e' corrotta come lui.
O anche tutt'e due.
Al di la' delle statistiche sulla corruzione, a livello personale posso dire che rispetto a quando sono giunta in Italia (nel 94), la gente e' cambiata tanto. Ha perso progressivamente i valori, e' diventata ostile, a tratti razzista. L'atmosfera che si respira adesso e' PESANTE e la struttura su cui si basa la civile convivenza si sta sgretolando ad una velocita' incredibile.
Insomma, il clima non e' piu' adatto ad una buona qualita' della vita come lo e' invece in altri Paesi (e te ne potrei citare a decine). Indipendentemente dalla crisi economica.
Voi italici credevate di essere tanto furbi, tanto illuminati, tanto evoluti e di esservi salvati dal comunismo e ora non vi rendete conto che in casa vostra sta entrando (anzi e' gia' entrato) qualcosa di molto peggio.

davide ha detto...

Distinta Chiara

""La crisi no, la classe politica estremamente(uso le tue parole) di merda si'.
Guarda, viaggio molto e un'opinione cosi' bassa dell'Italia come in questo periodo non l'avevo mai riscontrata. Quella che tu chiami visione manichea, in realta' e' solo una conseguenza del ragionamento: se il nanerottolo ha la maggioranza stra-assoluta e la corruzione ha raggiunto il massimo livello proprio in questi anni in cui ha governato in pratica l'80% del tempo, cioe' dal 2000 in poi(non lo dico io lo dice la Corte dei Conti), significa che la maggioranza degli italici o e' rimbecillita, e quindi si sta facendo infinocchiare da un gangster o e' corrotta come lui.
O anche tutt'e due.
Al di la' delle statistiche sulla corruzione, a livello personale posso dire che rispetto a quando sono giunta in Italia (nel 94), la gente e' cambiata tanto. Ha perso progressivamente i valori, e' diventata ostile, a tratti razzista. L'atmosfera che si respira adesso e' PESANTE e la struttura su cui si basa la civile convivenza si sta sgretolando ad una velocita' incredibile.
Insomma, il clima non e' piu' adatto ad una buona qualita' della vita come lo e' invece in altri Paesi (e te ne potrei citare a decine). Indipendentemente dalla crisi economica.
Voi italici credevate di essere tanto furbi, tanto illuminati, tanto evoluti e di esservi salvati dal comunismo e ora non vi rendete conto che in casa vostra sta entrando (anzi e' gia' entrato) qualcosa di molto peggio.""

Che l'Italia sia in crisi non lo ho mai messo in dubbio: la crisi in realtà è cominciata già negli
anni '70. In realtà l'unica cosa su cui abbiamo opinioni opposte sono le cause e i responsabili della crisi. Per te le colpe maggiori sono del Berlusca per me sono della sinistra: inutile che uno dei due cerci di convincere l'altro perchè sarebbe tempo sprecato (comunque il mondo è bello perchè ognuno la pensa come vuole).

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara

"Al di la' delle statistiche sulla corruzione, a livello personale posso dire che rispetto a quando sono giunta in Italia (nel 94), la gente e' cambiata tanto. Ha perso progressivamente i valori, e' diventata ostile, a tratti razzista. L'atmosfera che si respira adesso e' PESANTE e la struttura su cui si basa la civile convivenza si sta sgretolando ad una velocita' incredibile.
Insomma, il clima non e' piu' adatto ad una buona qualita' della vita come lo e' invece in altri Paesi (e te ne potrei citare a decine). Indipendentemente dalla crisi economica.
Voi italici credevate di essere tanto furbi, tanto illuminati, tanto evoluti e di esservi salvati dal comunismo e ora non vi rendete conto che in casa vostra sta entrando (anzi e' gia' entrato) qualcosa di molto peggio.""

Quanto alle statistiche sulla corruzione ho qualche dubbio in proposito.

Sul fatto che negli ultimi anni la situazione sociale e civile sia peggiorata è indubbio. Però credo che le cause vanno ricercate nell'impoverimento della popolazione: quando la gente diviene più povera tende a diventare più cattiva e intollerante.


Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Però credo che le cause vanno ricercate nell'impoverimento della popolazione: quando la gente diviene più povera tende a diventare più cattiva e intollerante.

Non sono assolutamente d'accordo. Ho visto molta piu' cattiveria e cinismo laddove le persone si dedicavano solo ad incamerare quattrini.
La solidarieta' non ha niente a che fare con la ricchezza o la poverta' delle persone.
E' una questione che ha che fare con i VALORI che vengono trasmessi dalle generazioni piu' anziane ed alla capacita' che un popolo, appunto, di non anteporre i QUATTRINI ed il suo PERSONALE BENESSERE a questi valori.

Pinocchio ha detto...

Davide devi esser proprio una brava persona per sopportarla:-)))

io, prenderei fuoco subito, e non perchè sono di legno ahahahahah

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Non sono assolutamente d'accordo. Ho visto molta piu' cattiveria e cinismo laddove le persone si dedicavano solo ad incamerare quattrini."

Quello che dici è vero, però io intendevo una cosa un po' diversa.

Quando c'è crisi e la gente teme di perdere il lavoro e se la prende in primo luogo con gli immigrati.

Negli anni '60 e '70 in Svizzera o in Germania (quando c'erano delle crisi) i primi a essere licenziati erano sempre gli immigrati, in particolare italiani.

Quando c'è stato il crollo del prezzo del petrolio (nei primi anni '80) in Libia, in Venezuela, in Nigeria ecc. i primi ad essere cacciati (spesso in modo violento) sono stati gli immigrati. In Nigeria molti immigrati dagli stati più poveri dell'Africa sono stati linciati dalle popolazioni nigeriane perchè ritenuti "ruba lavoro". Esempi come questi potrei fartene tanti.

Questo solo per dirti che gli italiani, in certe cose, sono uguali a tutti gli altri.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Questo solo per dirti che gli italiani, in certe cose, sono uguali a tutti gli altri.


Si' hai ragione. Devo ammettere di essere d'accordo con te. Italici, nigeriani, venezuelani sono identici. Sono gli svedesi ad essere, ahime', diversi.

Ma secondo te, gli svedesi, diversamente dai nigeriani, dai venezuelani e dagli italici, sono cosi' perche' "geneticamente" diversi, oppure perche' sono culturalmente "distorti" rispetto al resto del mondo?

E' una domanda alla quale non so dare risposta. :-)

Oppure forse una risposta ce l'ho...
Immaginiamoci il mondo come il presidente del Milan vorrebbe che fosse: un campionato dove le squadre si contendono una coppa.

Immaginiamoci la squadra della Nigeria...
Immaginiamoci la squadra del Venezuela...
Immaginiamoci la squadra italiana...
E poi, immaginiamoci la squadra di quei "distorti" di svedesi... sfigati! :-)))

Io non so chi vincera' la coppa, ma sicuramente le squadre che dovessero risultare ultime dovrebbero come minimo chiedere le dimissioni dell'allenatore.

Anche perche', in questo campionato, chi perde PAGA PER TUTTI.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Ma secondo te, gli svedesi, diversamente dai nigeriani, dai venezuelani e dagli italici, sono cosi' perche' "geneticamente" diversi, oppure perche' sono culturalmente "distorti" rispetto al resto del mondo?""

La risposta sta nella storia. In Italia c'è più corruzione che in Svezia; in Egitto c'è più corruzione che in Italia; in Kenia c'è più corruzione che in Egitto ecc.

Dobbiamo concludere che gli svedesi sono superiori agli italiani e gli italiani sono superiori agli egiziani o ai kenioti. In realtà tutti i popoli sono uguali solo che alcuni, ad esempio gli svedesi hanno alle spalle secoli di buon governo, mentre i kenioti hanno alle spalle solo uno stato artificiale costituito dall'esterno da pochi decenni, dopo essere vissuti per millenni in tribù separate sempre in lotta tra di loro.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

In realtà tutti i popoli sono uguali solo che alcuni, ad esempio gli svedesi hanno alle spalle secoli di buon governo, mentre i kenioti hanno alle spalle solo uno stato artificiale costituito dall'esterno da pochi decenni, dopo essere vissuti per millenni in tribù separate sempre in lotta tra di loro.

In poche parole si puo' dire che i kenioti hanno una squadra di MERDA?

Chissa' in Europa chi e' che ha la squadra piu' di merda attualmente...

Ma se una squadra perde il campionato, e paga per tutti, di chi e' la colpa?
Dei giocatori?
Degli allenatori?
Della sfortuna?

E se la vittoria fosse una questione ESSENZIALE per poter vivere decentemente e non da servi, cioe' se da quella coppa fosse deciso il destino di un intero popolo di tifosi che, perdendo, si troverebbero a pagare il conto per tutti, con chi si dovrebbero incazzare questi tifosi se la loro squadra non arriva almeno fra le prime?

A proposito, tu per caso sai in quale posizione e' la TUA squadra nella classifica del girone europeo?

Ad esempio se la partita si gioca su vari piani, credo che come efficenza della macchina giudiziaria sia addirittura dopo il Burundi, e come corruzione nella pubblica amministrazione appena prima del Montenegro.

Non male... :-)))

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Ma se una squadra perde il campionato, e paga per tutti, di chi e' la colpa?
Dei giocatori?
Degli allenatori?
Della sfortuna?"

Su chi siano le colpe non ho dubbi: per il 70% della sinistra.

""A proposito, tu per caso sai in quale posizione e' la TUA squadra nella classifica del girone europeo?""

Al momento la mia squadra (Italia) è messa meglio della tua (Ungheria): naturalmente parlo di calcio.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,



""Ad esempio se la partita si gioca su vari piani, credo che come efficenza della macchina giudiziaria sia addirittura dopo il Burundi, e come corruzione nella pubblica amministrazione appena prima del Montenegro.""

Voglio solo farti notare che la giustizia non funziona in Italia da almeno 30/40 anni: lo specifico perchè non vorrei che qualcuno pensasse che la colpa è tutta di Silvio.

In realtà il disastro della giustizia è una delle conseguenze di certe politiche di sinistra attuate negli anni '70 e '80, quando le cause dei crimini erano sempre della cattiva società capitalistica e mai dei delinquenti: comunque è un discorso molto lungo che ci vorrebbe molto tempo per approfondirlo.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Certo. La colpa e' sempre degli ALTRI.
Un metodo che, chi ha letto 1984, conosce bene.

Ma davvero sara' tutta colpa della sinistra se vi ritroverete persino in coda alla Birmania come "liberta' personali"?

La legge sul fine vita sta gia' orientandosi verso un rigido controllo delle coscienze...
Credo che avendoli votati tu sia d'accordo con loro.

Ma altresi' vedo che sei interessato a internet, ai blog, a cio' che dice la gente.
Hai letto qui?

http://www.beppegrillo.it/2009/02/il_merda_wall_c/index.html#comments?s=n2009-02-12

Davvero dai fiducia a chi, a colpi di maggioranza, fara' una legge per interdire l'accesso ai siti non graditi?

Fra i quali ci potrebbe essere Youtube, Facebook, Blogger...

Davvero stai dalla parte di questa gente?

Nemmeno in Bielorussia, dove ci sono i veri comunisti, interdicono il collegamento a internet. E avete il coraggio di parlare di "terrore comunista"?

A me, sinceramente, fanno piu' paura QUESTI che Lukashenko.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Voglio solo farti notare che la giustizia non funziona in Italia da almeno 30/40 anni

Invece, con i 5 governi berlusconi ultimi, funziona tutto meglio.

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Ma davvero sara' tutta colpa della sinistra se vi ritroverete persino in coda alla Birmania come "liberta' personali"?"

Non ho detto TUTTA, ma il 70%. Quanto alla libertà personale basta che guardi le televisioni (anno zero, ballarò, che tempo fa ecc.) o i giornali (repubblica, corriere, stampa), per non parlare delle televisioni locali per constatare che lo sport preferito è parlare male di Silvio.

""La legge sul fine vita sta gia' orientandosi verso un rigido controllo delle coscienze...
Credo che avendoli votati tu sia d'accordo con loro.""

No. In ogni caso non credo che alla fine faranno questa legge: a Silvio non gliene frega niente di certi problemi e fa solo scena per assicurarsi i voti del vaticano (controlla l'elettorato decisivo per vincere le elezioni).

"Davvero dai fiducia a chi, a colpi di maggioranza, fara' una legge per interdire l'accesso ai siti non graditi?"

Anche in questo caso non credo che faranno nessuno legge in proposito: comunque meglio stare vigilanti.

""Davvero stai dalla parte di questa gente?""

Lo sai benissimo che io voto CONTRO e non a favore di qualcuno.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Invece, con i 5 governi berlusconi ultimi, funziona tutto meglio."

La giustizia in Italia non funzionava sotto i governi Berlusconi come non funzionava sotto i governi Prodi, Amato o D'Alema.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Lo sai benissimo che io voto CONTRO e non a favore di qualcuno.

Ma se per ipotesi dovessero far passare anche UNA sola di queste leggi cosi' come prospettata (ripeto: per ipotesi), tu CONTRO chi voteresti?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Ma se per ipotesi dovessero far passare anche UNA sola di queste leggi cosi' come prospettata (ripeto: per ipotesi), tu CONTRO chi voteresti?"

Ti faccio notare che la proposta di controllare internet viene da un deputato dell'opposizione dell'UDC.

Comunque se passassero queste leggi i firmerei qualsiasi referendum per abrogarle.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,

vorrei farti io una domanda rispetto alla giustizia in Italia.

Il finanziamento illecito dei partiti in Italia è sempre esistito.
Perchè prima di tangentopoli (anno 1992) i giudici non hanno mai indagato in merito? Perchè prima erano tutti innocenti (i politici) e poi tutti colpevoli?

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ti faccio notare che la proposta di controllare internet viene da un deputato dell'opposizione dell'UDC.

L'UDC in questo momento, su queste due leggi di cui parliamo, si trova in perfetta sintonia con il governo.

Comunque l'UDC da solo non ce la farebbe ad approvare una legge del genere. Solo con l'apporto della maggioranza farebbero passare delle leggi sovietiche come queste.

Quindi, riformulo la domanda: se la maggioranza per cui voti FACESSE passare certe leggi sovietiche, CONTRO chi voteresti la prossima volta?

Davide, non ti e' mai davvero venuto il dubbio che i veri liberticidi siano questi che si spacciano tanto per il partito della LIBERTA'?

Ma quale liberta', si puo' capire?

Forse la liberta' che certa gente desidera e' solo la liberta' di RUBARE e di MENTIRE e di farsila maggioranza degli italici sono dei veri maestri e non hanno niente da imparare da nessuno. Per questo dico che il governo RISPECCHIA esattamente COME SIETE.

E cio' che siete, ormai, non puo' essere celato, tanto che all'estero NESSUNO si fida piu' di voi. Siete un popolo di quaquaraqua' per non dire di peggio, e chi sfotte, vi insulta e vi prende per il culo, ha tutte le ragioni per farlo.

Siete ormai un popolo di rassegnati perdenti, l'ombra di cio' che eravate quando vi restava almeno un minimo di dignita'.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Quindi, riformulo la domanda: se la maggioranza per cui voti FACESSE passare certe leggi sovietiche, CONTRO chi voteresti la prossima volta?""

A questo punto scenderei in politica facendo un mio partitino etnico che da noi (Trentino Alto Adige) va molto di moda.

""Davide, non ti e' mai davvero venuto il dubbio che i veri liberticidi siano questi che si spacciano tanto per il partito della LIBERTA'?""

In realtà le minacce alla libertà possono venire da tutte le parti. Ti ricordo che nella scorsa legislatura il sottosegretario Levi voleva imbavagliare i blog.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""E cio' che siete, ormai, non puo' essere celato, tanto che all'estero NESSUNO si fida piu' di voi. Siete un popolo di quaquaraqua' per non dire di peggio, e chi sfotte, vi insulta e vi prende per il culo, ha tutte le ragioni per farlo.
Siete ormai un popolo di rassegnati perdenti, l'ombra di cio' che eravate quando vi restava almeno un minimo di dignita'.""


Naturalmente tutti gli altri sono santi e immacolati e solo gli italiani sono sporchi e cattivi.

Io credo che ognuno dovrebbe guardare in casa propria prima di giudicare gli altri.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Il finanziamento illecito dei partiti in Italia è sempre esistito.
Perchè prima di tangentopoli (anno 1992) i giudici non hanno mai indagato in merito? Perchè prima erano tutti innocenti (i politici) e poi tutti colpevoli?


Nel 1992 ero una ragazzina, non ero in Italia e vivevo altre realta'
Dimmelo tu piuttosto.
Posso solo presumere che PRIMA non erano stati beccati con le mani nel sacco.
Oggi, invece, si sono evoluti: anche se vengono beccati con le mani nel sacco possono contare su tanta gente, come te, a cui non frega nulla e li giustifica.

In realtà le minacce alla libertà possono venire da tutte le parti. Ti ricordo che nella scorsa legislatura il sottosegretario Levi voleva imbavagliare i blog.

Anche se le minacce liberticide possono venire da ogni direzione, poi, all'atto pratico, sono solo chi vota a favore di certe leggi che e' responsabile della sottrazione di liberta'.
Ma piu' responsabili ancora sono quelli del "sono tutti uguali", i cerchiobottisti, coloro che per giustificare la trave nei propri occhi vanno a guardare la pagliuzza negli occhi altrui.

Io credo che ognuno dovrebbe guardare in casa propria prima di giudicare gli altri.

E se per caso c'e' chi, come me, ha due case, ed una delle due e' decorosa mentre l'altra e' una merda che deve fare? Non dirlo che e' una merda?
Ma se l'hai detto anche tu che e' una merda e che voti solo per quella meno puzzolente.
Tu credi che ovunque sia la stessa cosa? Che ovunque le persone votino solo in base alla merda che puzza di meno? Che in tutto il mondo sia cosi'?

Se fosse cosi' non esisterebbero differenze fra la Svezia e la Birmania.
Invece le differenze esistono e sono grandi.
Solo che l'Italia, anche se sta nel mezzo, dovrebbe trovarsi piu' vicina alla Svezia che alla Birmania.
Ripeto: persino in Bielorussia il livello d'informazione e la liberta' sono maggiori di quello in cui sta scivolando questa mia seconda casa.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Nel 1992 ero una ragazzina, non ero in Italia e vivevo altre realta'
Dimmelo tu piuttosto.
Posso solo presumere che PRIMA non erano stati beccati con le mani nel sacco.
Oggi, invece, si sono evoluti: anche se vengono beccati con le mani nel sacco possono contare su tanta gente, come te, a cui non frega nulla e li giustifica.""

Niente del genere. Un paio di anni prima i socialisti avevano promosso un referendum sulla responsabilità dei giudici.

La casta dei giudici alla prima occasione (nel 1992 i partiti erano contestati) si è vendicata.

Guarda caso nonostante il finanziamento illecito dei partiti riguardasse tutti i partiti i giudici hanno fatto fuori solo i socialisti e i democristiani dimenticandosi che il finanziamento illecito riguardava anche i comunisti.

""Se fosse cosi' non esisterebbero differenze fra la Svezia e la Birmania.
Invece le differenze esistono e sono grandi.
Solo che l'Italia, anche se sta nel mezzo, dovrebbe trovarsi piu' vicina alla Svezia che alla Birmania.
Ripeto: persino in Bielorussia il livello d'informazione e la liberta' sono maggiori di quello in cui sta scivolando questa mia seconda casa.""

Ti faccio notare che al momento in Italia si sta meglio che in Ungheria. Che poi i governanti ungheresi siano più onesti di quelli italiani ho qualche dubbio: magari la magistratura ungherese non indaga sopra certi livelli politici come facevano i giudici italiani prima del 1992.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ti faccio notare che al momento in Italia si sta meglio che in Ungheria

Davvero?
E da cosa lo evinci?
I dati in mio possesso sono diversi (tasso di crescita economica, disoccupazione, qualita' della macchina amministrativa, qualita' della vita, capacita di spesa del singolo cittadino, servizi sociali) e dimostrano una linea progressivamente in peggioramento per l'Italia ed in miglioramento per l'Ungheria che in questo momento si stanno incrociando.
Con una differenza non insignificante: mentre l'Italia e' sempre stata fra i G7, quindi un grande paese capitalista e ricco rispetto all'Ungheria, quest'ultima solo da pochi anni e' uscita dal regime e dalla poverta'.
L'Ungheria quindi anche se partiva svantaggiata ha raggiunto l'italico paese in pochi anni.
Merito degli ungheresi oppure demerito degli italici?

magari la magistratura ungherese non indaga sopra certi livelli politici come facevano i giudici italiani prima del 1992

Magari se mio nonno aveva le ruote era un carretto.

E se invece non fosse cosi'? Se veramente l'Italia fosse un paese corrotto ad ogni livello?

L'ignoranza e la supponenza sono i responsabili del declino italico e nonostante questo c'e' ancora chi si ostina a credere che tutta la merda non sia esclusivamente prodotta da lui.

davide ha detto...

Distinta Chiara,



""Ripeto: persino in Bielorussia il livello d'informazione e la liberta' sono maggiori di quello in cui sta scivolando questa mia seconda casa.""


Ti faccio una domanda: ma tu guardi SKY, le televisioni locali, le trasmissioni anno zero, ballarò, che tempo fa, non parliamo poi del grosso della stampa. Ebbene ti sembra che tutti questi mezzi di comunicazione siano teneri con il governo?

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Davide, prima di dire stronzate come Gasparri, leggiti un po' di roba che riguarda l'Italia ed i suoi indicatori economici.

http://www.csspd.it/index.php?method=section&id=476

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Davvero?
E da cosa lo evinci?
I dati in mio possesso sono diversi (tasso di crescita economica, disoccupazione, qualita' della macchina amministrativa, qualita' della vita, capacita di spesa del singolo cittadino, servizi sociali) e dimostrano una linea progressivamente in peggioramento per l'Italia ed in miglioramento per l'Ungheria che in questo momento si stanno incrociando.
Con una differenza non insignificante: mentre l'Italia e' sempre stata fra i G7, quindi un grande paese capitalista e ricco rispetto all'Ungheria, quest'ultima solo da pochi anni e' uscita dal regime e dalla poverta'.
L'Ungheria quindi anche se partiva svantaggiata ha raggiunto l'italico paese in pochi anni.
Merito degli ungheresi oppure demerito degli italici?""

Io non ho fatto un discorso tendenziale (cresita economica nel lungo periodo), ma ho detto che al momento si sta meglio in Italia. Io d'inverno ospito nel mio hotel anche clienti ungheresi e parlando con loro mi hanno confermato quanto ho detto.

""E se invece non fosse cosi'? Se veramente l'Italia fosse un paese corrotto ad ogni livello?""

Che in Italia ci sia corruzione è vero, ma che gli italiani siano più corrotti della media degli altri popoli non lo so.

Ti ricordo che in un commento precedente ti ho fatto presente che io ho saputo per via diretta che degli investitori hanno pagato delle tangenti in Ungheria.

Che poi gli ungheresi siano più o meno corrotti degli italiani non lo so davvero.

Ciao Davide

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Davide, prima di dire stronzate come Gasparri, leggiti un po' di roba che riguarda l'Italia ed i suoi indicatori economici.""

Per non parlare troppo di teorie economiche di lungo periodo ti faccio una domanda: sono più alti (parlo di potere di acquisto reale)
gli stipendi dei lavoratori italiani o ungheresi? Vorrei che mi rispondessi senza citarmi trattati economici.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Per non parlare troppo di teorie economiche di lungo periodo ti faccio una domanda: sono più alti (parlo di potere di acquisto reale)
gli stipendi dei lavoratori italiani o ungheresi?


Potere d'acquisto reale dei lavoratori?

Gli ungheresi riescono ad arrivare alla quarta settimana...

Voi?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""L'Ungheria quindi anche se partiva svantaggiata ha raggiunto l'italico paese in pochi anni.""

Ti faccio notare che questo non c'entra con quello che ho detto io. Anche il Mozzambico negli ultimi anni ha avuto un tasso di crescita più alto dell'Italia. Questo non toglie che in Mozzambico si muore ancora di fame.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Questo non toglie che in Mozzambico si muore ancora di fame.

Ho paragonato due nazioni dove NON si muore di fame, anche se ho dubbi sull'italia, a medio termine. :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Gli ungheresi riescono ad arrivare alla quarta settimana...""

Tutti quelli che conosco io ci arrivano alla quarta settimana.

Certo che se uno ha tanti capricci come andare al lavoro con il SUV o andare in vacanza alle Maldive può darsi che i soldi non bastino.

Comunque io vedo che i genitori quando i ragazzi compiono i 14 anni hanno subito il motorino e a 18 la macchina.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

STOP CON I COMMENTI POLITICI. Grazie. Questo post e' uscito completamente dal seminato.

Vorrei a questo punto ringraziare quei due gatti che hanno raccolto il mio appello per Ana. Sono stati veramente pochi.

Non che m'immaginassi di un risultato migliore. So benissimo di quanto certi personaggi amino gonfiarsi la bocca di parole e discorsi che mirano solo ad una cosa, in mancanza della quale perdono completamente interesse.

Non mi sono stupita e neanche speravo in qualcosa di meglio. Pero', quelle due persone le ringrazio con il cuore perche' si sono dimostrate veramente SPECIALI.

Non erano tanto importanti i soldi, quanto far sentire "vicinanza". Anche pochi euro sarebbero stati un bel regalo per una ragazza alla quale e' stato portato via TUTTO e che per la dignita' di non voler rinunciare ai suoi sentimenti ha subito quel che ha subito. Sarebbe bastato che dicesse: "mamma, papa', avete ragione a me piacciono gli uomini" e tutto si sarebbe risolto senza danni.

Avreste fatto un bel regalo anche a me. Ma comprendo quanto sia faticoso mettere in pratica i discorsi e come sia fastidioso alzare il culo dalla tastiera e recarsi a compiere una buona azione. E questo e' uno dei motivi per i quali non stimo certe persone, che poi sono quelle che piu' di altre gridano al mondo quanto sono brave e buone.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

mi chiedevo se hai visto il filmm " BOYS DON'T CRY di Peirce".

E' la storia vera di una ragazza lesbica che viene violentata e poi uccisa dal fidanzato geloso della ragazza con cui questa lesbica aveva un rapporto amoroso.

Per me è stato uno dei film che più mi hanno toccato.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Si' Davide.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ringraziare quei due gatti

Anzi, mi correggo: un gatto ed una gatta.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

A chi mi chiede se i seguenti dati sono ancora validi per il bonifico ad Ana, cerchero' di dare una risposta al piu' presto.

Destinatario:
PRIVREDNA BANKA ZAGREB D.D.
10000 Zagreb, Račkog 6, Hrvatska/Croatia

Lezbijska organizacija Rijeka „LORI“
Dolac 8, 51 000 Rijeka, Hrvatska/Croatia

Broj računa (Account number): 703000-128379
SWIFT CODE: PBZGHR2X
IBAN: HR61 2340 0091 1170 14659

Causale
for Ana Dragicevic

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Si'. I suddetti dati sono tuttora validi e chi desiderasse inviarle del denaro puo' farlo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Comunico che tutte le donazioni sono arrivate a destinazione e che Ana ringrazia chi ha pensato a lei.

Ed ovviamente ringrazio anche io.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics