martedì 10 febbraio 2009

34
comments
Quanti bambini?

Sono consapevole che il mio stato d’animo riguardi solo me ed un ristrettissimo gruppo di persone, ma oggi non posso fare a meno di esprimerlo almeno in questo luogo che, anche se frequentato da chi con me ha poco a che fare, rappresenta pur sempre una specie di diario personale. Nei giorni passati sono stata in silenzio su una certa vicenda. Non ho voluto scrivere niente riguardo a cio’ che ha coinvolto le coscienze, le istituzioni, i mass media, i blog con un’intensita’ tale che in Italia non si vedeva da moltissimi anni.

Ho creduto che, aggiungere anche la mia voce, sarebbe stato superfluo oltreche’ non in linea con la mia sensibilita’, ed ormai c’era in giro una tale baraonda che, su fatti privati che avrebbero dovuto riguardare solo l’intimita’ dei familiari della povera ragazza, pareva fosse stato montato un circo in cui tutti stavano dando il loro ignobile spettacolo di protagonismo. Uno spettacolo che, ahime', credo non sia ancora terminato.

Anche in questa occasione l’italico popolo non ha mancato di mostrarsi per quello che e’, e non mi sorprende che la situazione sociale, economica e culturale in cui sguazza sia molto piu’ simile a quella di un paese del Terzo Mondo che a quella di un Paese civile, come cercano di spacciarlo.

Resto sempre piu’ dell’idea che i valori in Italia siano totalmente distorti, marci, putrescenti o addirittura assenti, e che ogni fatto, dal piu’ stupido al piu’ serio, venga affrontato come un match calcistico, oppure come una puntata dell’Isola dei Famosi o del Grande Fratello, con squadre, tifosi, striscioni, bandiere.

E mi chiedo: quante centinaia di bambini rom, quante migliaia di bambini palestinesi, quanti milioni di bambini del mondo, ai quali non sono garantite ne’ la vita, ne’ la dignita’, ne’ una ciotola di cibo dovranno soffrire, ed anche morire, perche' l'italica coscienza possa riempirsi la bocca d’ipocrisia come ha fatto in questi giorni nei confronti di chi aveva gia’ cessato di vivere 17 anni fa?

34 commenti :

Jakala ha detto...

La risposta alla tua domanda la trovi leggendo il pezzo qui, un po' datato, ma ancora attuale.
E guarda che non si applica solo agli italici, ma anche ai magiari o ai sinti

Let us suppose that the great empire of China, with all its myriads of inhabitants, was suddenly swallowed up by an earthquake, and let us consider how a man of humanity in Europe, who had no sort of connexion with that part of the world, would be affected upon receiving intelligence of this dreadful calamity. He would, I imagine, first of all, express very strongly his sorrow for the misfortune of that unhappy people, he would make many melancholy reflections upon the precariousness of human life, and the vanity of all the labours of man, which could thus be annihilated in a moment. He would too, perhaps, if he was a man of speculation, enter into many reasonings concerning the effects which this disaster might produce upon the commerce of Europe, and the trade and business of the world in general. And when all this fine philosophy was over, when all these humane sentiments had been once fairly expressed, he would pursue his business or his pleasure, take his repose or his diversion, with the same ease and tranquillity, as if no such accident had happened. The most frivolous disaster which could befal himself would occasion a more real disturbance. If he was to lose his little finger to-morrow, he would not sleep to-night; but, provided he never saw them, he will snore with the most profound security over the ruin of a hundred millions of his brethren, and the destruction of that immense multitude seems plainly an object less interesting to him, than this paltry misfortune of his own. (Adam Smith, The Theory of Moral Sentiments)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Lo spettacolo che ha dato la societa' italica riguardo al fatto che ben sappiamo e' stato talmente ignobile da superare di gran lunga la decenza.
Ti assicuro che in vita mia non ho mai visto strumentalizzare in tal modo la morte di una persona.
La putrescenza dell'italico comportamento e' che addirittura la ragazza non era vicina a nessuno se non ai suoi genitori ed e' servita soltanto come "pedina" nel gioco di potere al quale partecipano i "soliti noti".
Mi dispiace Jakala, ma non riesco a giustificare tutto solo perche' Adam Smith ha scritto qualcosa che, fra l'altro, non riesco a farmi applicare diversamente da cio' che dici tu.

meggy ha detto...

Siamo sulla stessa lunghezza d'onda.Ieri sera ho letto sul corriere che Mentana si è dimesso perchè nonostante tutto canale 5 ha trasmesso il GF....Mi rendono conto dell'importanza storica e giuridica della questione ma nel mondo ogni giorno muoiono non so quante persone e non bisorebbe mai trasmetterlo il GF...Beh certo finchè sono gli altri...La poesia che ho scritto "Addio all'odore di morte" (sul mio blog...non so se hai fatto caso)l'ho pensato proprio per questo motivo...Dico adddio ad eluana cosi come lo dico a tutti gli altri....

davide ha detto...

Distinta Chiara,

quando in America c'è stato il caso d'eutanasia di Terry Schiavo si formaro due schieramenti nell'opinione pubblica americana che se ne dissero di tutti i colori.

Che poi il comportamento dei nostri politicanti sia stato poco dignitoso non c'è dubbio: comunque niente di nuovo sotto il sole.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

comunque niente di nuovo sotto il sole.

Infatti e' proprio questo che preoccupa, cioe' che il paziente non dia assolutamente segni di miglioramento.
Si deve pero' riconoscere che questa malattia e' particolarmente diffusa in occidente dove uno dei guai piu' grossi che possono capitare e' "graffiare l'auto" o perdere una puntata del Grande Fratello piuttosto che i capelli che non riescono a tenere la piega per l'umidita'.
Esiste un punto dove l'etica deve fare da bastione o, se si oltrepassa, il rischio e' quello della barbarie.
La mia domanda e': in Italia tale limite e' gia' stato travalicato o siamo ancora in tempo per riprenderci?
Da cio' che ho visto nell'ultima settimana non e' che abbia molte speranze.
Rivaluto sempre di piu' la mia parte magiara a discapito di quella italica che sopporto sempre di meno, e tendo a tenere nascosta perche' quasi mi vergogno.

gullich ha detto...

"Lo spettacolo che ha dato la societa' italica riguardo al fatto che ben sappiamo e' stato talmente ignobile da superare di gran lunga la decenza"

classe politica non società.

ci sono ancora persone con idee, ideali e senso civico.

http://temi.repubblica.it/micromega-online/

il resto è follia e e orrore da caudilli e santa inquisizione.

spero che la civiltà alla fine prevalga, anche se temo non sarà indolore.

regards

wgul.

ps avevo postato un commento analogo, ma mi ha dato errore, se ti è arrivato doppio eliminane pure uno.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Gullich: Quella classe politica ha alle spalle una intera societa' che la sorregge e che tifa per essa. Quelli che hanno dato il loro voto, quelli che plaudono alle parole di certi personaggi, quelli che in testa hanno il telecomando al posto del cervello.
Gli italici sono loro e, secondo i nanosondaggi, sarebbero oltre il 70%
Una massa gelatinosa di cervelli telecomandati e putrefatti che si muove come un blob, sommergendo la ragione e riportando indietro la Storia di 200 anni.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Quelli che hanno dato il loro voto, quelli che plaudono alle parole di certi personaggi, quelli che in testa hanno il telecomando al posto del cervello."

In realta io non vedo molti italiani che plaudono ai nostri politicanti.

La maggior parte (me compreso) vota la MERDA che puzza meno. Purtroppo questo passa il convento e niente di meglio. Se poi si seguisse la tua indicazione e non si andasse a votare non cambierebbero le cose. Anzi l'astensione in genere premia i partiti più estremisi (lega o comunisti) a scapito dei più moderati.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ognun* vota cio' che rispecchia il proprio odore.
Significa che tu, Davide, puzzi comunque di MERDA... un po' meno di MERDA... un po' piu' di MERDA...
Questione di narici.
Ma ho ragione a dire che l'Italia e' un gran merdaio.

gullich ha detto...

condivido, chiara.

era una mera difesa, d'ufficio ma appassionata, di quelli che non si identificano con la classe politica che oggi tiene in ostaggio questo paese nè con quella che si maschera da opposizione.

wgul

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Ma ho ragione a dire che l'Italia e' un gran merdaio.""

Su questo siamo d'accordo: però c'è merda e merda.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

però c'è merda e merda.

E' vero, ce ne sono diversi tipi. C'e' la merda grassa del VOSTRO premier, c'e' quella secca stile Fassino, poi c'e' lo stronzoletto minuscolo come Brunetta, c'e' la merda che si spalma come Capezzone, quella con i baffetti e di colore verdastro tipo Maroni.
Insomma, le merde sono tante...
Ma chi le manda in parlamento non sono mica fiorellini profumati.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Davide:
Adesso tiri fuori persino la sinistra, e le colpe solo della sinistra, come se in pensione ci andassero SOLO i comunisti...
Mi dispiace Davide ma non ci siamo. Sono certa che puoi fare di meglio. Ti ripeti, sei fiacco.
Noioso...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

DAVIDE, ho cancellato i tuoi ultimi commenti in quanto INUTILI.

Se hai qualcosa di serio da dire ok, altrimenti datti una masturbata per tenere occupata la manina che ormai vive di vita propria e digita non piu' collegata al cervello.

PS: evita di replicare con battute cretine. Chiudila qui e accontentati di quello che hai potuto scrivere.

Alfietto ha detto...

Chiara di Notte scrive:
Nei giorni passati sono stata in silenzio su una certa vicenda. Non ho voluto scrivere niente riguardo a cio’ che ha coinvolto le coscienze, le istituzioni, i mass media, i blog con un’intensita’ tale che in Italia non si vedeva da moltissimi anni.

Ho creduto che, aggiungere anche la mia voce, sarebbe stato superfluo oltreche’ non in linea con la mia sensibilita’, ed ormai c’era in giro una tale baraonda che, su fatti privati che avrebbero dovuto riguardare solo l’intimita’ dei familiari della povera ragazza, pareva fosse stato montato un circo in cui tutti stavano dando il loro ignobile spettacolo di protagonismo. Uno spettacolo che, ahime', credo non sia ancora terminato.
[.....]
Chiara di Notte scrive:
Resto sempre piu’ dell’idea che i valori in Italia siano totalmente distorti, marci, putrescenti o addirittura assenti, e che ogni fatto, dal piu’ stupido al piu’ serio, venga affrontato come un match calcistico, oppure come una puntata dell’Isola dei Famosi o del Grande Fratello, con squadre, tifosi, striscioni, bandiere.

Cara Chiara, anche io voglio tacere sulla vicenda in sé, perché in questi ultimi cinque giorni i giornali hanno parlato anche troppo dell’argomento.
Comunque io ti esprimo la mia opinione riguardo al gran polverone giornalistico e all’esasperato scontro tra fazioni contrapposte.
Per me sia ai giornalisti, sia alle due fazioni contrapposte, non interessa una beata fava di essere a favore o contro la tesi al centro della discussione. Per di più l’ “oggetto” del contendersi (perdonami se uso questo squallido vocabolo, ma anche io sono arrabbiato) è stata una povera ragazza che quasi nessuno conosce, che quasi nessuno ha mai conosciuto, che non è nemmeno una ristretta parente dei cronisti che hanno scritto titoloni in prima pagina sulla vicenda. Credo inoltre che la ragazza non sia stata nemmeno una familiare dei militanti degli schieramenti che si sono pesantemente scontrati e affrontati.

Per me la questione è stata un classico specchietto per le allodole montato ad’arte per lanciare una grande cortina fumogena, per annebbiare il cervello degli italiani e per sviare l’attenzione dai VERI problemi ai quali gli italiani stanno andando incontro in questo periodo: la disoccupazione sta crescendo sempre di più, aumenta sempre di più il ricorso alla cassa integrazione, un operaio prende 900 euro al mese, un insegnante prende circa 800 euro al mese, un pensionato campa con una pensione di 600 euro al mese. Però, sebbene la maggiranza degli
italiani si trovi in una simile situazione, è noto e risaputo che negli ultimi 15 anni in Italia i grandi gruppi finanziari, le società immobiliari, le imprese industriali hanno accumulato ricchezze immense, tanto che per un certo periodo è aumentato il consumo dei beni di lusso. Tra l’altro le banche e le imprese, che hanno combinato questo grande disastro della crisi economica che sta travolgendo il mondo e l’Italia, attualmente ricevono enormi quantità di sovvenzioni di denaro pubblico da parte del potere politico.

Per me tutto il circo mediatico che è stato fatto è stato creato a tavolino per fare in modo che gli italiani focalizzino tutta la loro attenzione su un argomento, magari esercitando l’antica strategia utilizzata dal potere politico del DIVIDE ET IMPERA e quindi creando tra gli italiani due fazioni contrapposte tra di loro, che si combattono inseguendo un cieco fanatismo; così il cervello delle persone si distrae.
Il vero obiettivo di tutto il gran can-can, creato appositamente dai mezzi di comunicazione nell'ultima settimana, è stato quello di impedire agli italiani di ragionare sui VERI e drammatici problemi che stanno interessando l’economia e la società italiana in questo periodo.

Concludo facendo due riflessioni:

PRIMA RIFLESSIONE
Bisogna notare che gran parte delle persone che attualmente si autodefiniscono strenui difensori della vita, cinque anni fa sono stati i principali sostenitori della guerra in Iraq e del bombardamento di Fallujah

SECONDA RIFLESSONE
Non sarebbe ora di cambiare l’attuale modello economico, l’attuale sistema dei trasporti basato interamente sull’uso delle automobili e delle autovetture private, che oltre ad avere un pesantissimo impatto sull’ambiente, sono anche la causa di devastanti incidenti stradali (ogni anno in Italia muoiono all’incirca cinquemila persone a causa degli incidenti stradali):

http://www.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20061127_00/testointegrale.pdf

Da ciò è possibile trarre la conclusione che se in futuro si disincentiverà l’uso delle automobili, non si costruiranno più autostrade sempre più intasate dal traffico e si promuoveranno trasporti basati sui mezzi pubblici, diminuirà drasticamente il numero di persone che rimangono in coma a causa degli incidenti stradali, come è successo alla povera ragazza.
Un discorso simile può essere fatto anche nei confronti dell’inquinamento dell’aria che respiriamo, dell’acqua che beviamo e dei cibi che mangiamo. Se eliminiamo gli inceneritori che sono una pericolosa sorgente di polveri sottili e impediscono di effettuare un efficace riciclo dei rifiuti, costringendoci a importare quantità sempre più alte di materie prime per fabbricare nuove merci da immettere nel mercato, se riduciamo il consumo di combustibili fossili e quindi gli impianti petrolchimici che rappresentano una delle principali fonte di inquinamento, ci sarebbe un evidente miglioramento della salute di tutte le persone.
Le statistiche hanno dimostrato che la stragrande maggioranza dei tumori è causata dall’inquinamento:

http://www.salutepubblica.org/uploadtest/Ricerca/070716DOSSIERINQUINAMENTOMDVDEF.pdf

Bisogna constatare che sia le fabbriche di automobili, sia le imprese di costruzione e manutenzione delle autostrade, sia gli inceneritori, sia gli impianti petrolchimici, sono gestiti e controllati da un ristretto numero di persone molto ricche e da potenti lobby.

Tanti saluti da Alfietto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Meggy: Siamo sulla stessa lunghezza d'onda

Non ne dubitavo. :-)

@ Alfietto: Su tutto cio' che scrivi, con me, sfondi una porta aperta.

lucenera ha detto...

@ Lo spettacolo che ha dato la societa' italica riguardo al fatto che ben sappiamo e' stato talmente ignobile da superare di gran lunga la decenza.


Purtroppo in Italia questo è un sistema di cose che vige da sempre: ogni legge è il frutto di strumentalizzazioni, morti ammazzati, ingiustizie e abusi subiti per anni, e chi più ne ha più ne metta. L'Italia è un paese unito sulla carta,ma in realtà siamo divisi più che mai, e chi ci rappresenta sta talmente nel mezzo che continua a perseguire i diritti dei singoli cittadini ( extracomunitari compresi ) sulla base dell'ipocrisia, peggio dei reati quasi contemplati prima di essere definiti tali.Da quando sono nata è così, non so tu Chiara da quanto tempo vivi qui, sempre se vivi qui, perchè non l'ho capito questo, ma poco importa.

Arturo Folletti ha detto...

Io su questa storia ho avuto più dubbi che certezze, ad esempio, non sono sicuro che fosse giusto interrompere idratazione e alimentazione, ma sono invece sicuro del fatto che posso anche decidere di pensarci tre secondi e poi smettere e pensare ad altro, visto che la vicenda mi tocca solo marginalmente. la cosa che mi ha colpito fisicamente è tutta la morte che ho visto entrare in casa mia attraverso il televisore

ventopiumoso ha detto...

mi trovo d'accordo. mi limito ad aggiungere che bene o male ho sempre creduto la classe dirigente di un paese (e non solo i politici) rispecchi il paese - e, nel caso dei politici e dei governanti, rispecchi gli elettori. sono molto pessimista sull'italia, non è possibile discutere serenamente praticamente di nulla. nel caso specifico della vicenda eluana, infine, le poche voci che imploravano buon senso HANNO DOVUTO levarsi per coprire il frastuono dei folli fanatici, integralisti, bigotti, ecc. e concordo con alfietto quando dice che è stata sollevata una cortina fumogena per far passare una lunga serie di ignobili provvedimenti. ciao cia, v.p.

ventopiumoso ha detto...

@ arturo folletti. infatti se tu ti fosse trovato in un'analoga situazione (che non ti auguro, ovviamente) avresti potuto continuare a tenere attaccati i fili. quello che è indegno è che TUTTI siano costretti a farlo (secondo il disegno di legge), perfino contro le proprie volontà.

è il (classico) tentativo di controllare la morte, dopo la nascita (le varie questioni sulla fecondazione, la pillola, l'aborto), solitamente facendo mercanzia del corpo delle donne.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

riporto un commento dell'amico Duval perchè fa capire molte cose.

"Risposte a “Tutto Succede Perché me ne Frego”

Duval scrive:

12 febbraio, 2009 alle 12:02
Premetto che io vivo benissimo in questo paese, che non mi scandalizzo delle commistioni politica-affari presenti già a Roma duemila anni fa, e che considero gli italiani ai massimi livelli mondiali per intelligenza, inventiva, cultura, gusto del bello e filosofia di vita.

Detto ciò sono grato ai miei connazionali per avere recentemente operato una “rivoluzione” di cui pochi parlano, nel ricorrente pessimismo cosmico: la sparizione della sinistra dalla politica centrale; non avere più sugli scranni del governo o delle camere i Diliberto, Pecoraro, Mantovano, … a me pare una grande manifestazione di impegno politico esercitato dagli italiani nelle urne.

“Cosa ho fatto io perché tutto questo non succedesse?”

si chiede il BuonPeppe. Io rispondo: ho abbandonato le ideologie che mi accompagnavano in gioventù, quando si pensa di cambiare il mondo secondo i PROPRI principi di giustizia e verità ed ho cercato di mandare a rappresentarmi chi mi offre più fiducia nell’amministrare il paese; è il massimo che mi concedo nell’impegno politico, viceversa avrei “fatto” il politico.

Nella fattispecie ho votato, per la prima volta, Lega e sono soddisfatto nell’essermi ritrovato in buona compagnia.
Mi dicono che ho votato Lega perchè guardo troppo la tv? Lascio dire.

[Rispondi a questo commento]

Chiara di Notte - Klára ha detto...

riporto un commento dell'amico Duval perchè fa capire molte cose.

Azzo, hai ragione!
Me l'ero perso!
Meno male che mi hai avvertita. Stavo li' a leggermi Kant ed immediatamente l'ho riposto per leggermi con attenzione le esternazioni di Duval...

Certo, adesso, cosi' su due piedi, e' difficile per me dare una valutazione soggettiva ed oggettiva sulle sue rivoluzionarie teorie duvaliane...
Chissa' se Martti Ahtisaari ha gia' espresso il suo parere in merito?

E... posso sapere da quale trattato di filosofia hai colto queste perle di saggezza? :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""E... posso sapere da quale trattato di filosofia hai colto queste perle di saggezza? :-)""

Era un commento su MC. Lo ho riportato perchè c'è anche chi la pesnsa come me e non si lamenta sempre del governo.

Nell'occasione ti ricordo che mi avevi promesso che quando sarei stato sveglio mi avresti spiegato cosa c'entra un vecchio puttaniere di destra come Duval con la nuova gestione di mente critica: adesso sono sveglio e vorrei che mi spiegassi l'arcano.

Ciao Davide

CogitoergoVomito ha detto...

Distinta Chiara :)

Assolutamente d'accordo.
Le lacrime della bionda del GF e lo speciale di Fede del Tg4 è ciò che vuole l'Italia.
Che si accomodi pure.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Lo ho riportato perchè c'è anche chi la pesnsa come me e non si lamenta sempre del governo.

Si', comprendo che il fatto sia ormai "ecceZZionale". Siete ormai rimasti in pochi a pensarla cosi'. Mi sa che vi estinguerete a breve...

Progressivamente persino i fedelissimi capiranno in quali mani da teste di cazzo hanno affidato la loro squadra e saranno i PRIMI a fischiare piu' forte...

Perche' vedi Davide, i risultati, nonostante il controllo sull'informazione, non possono essere "pennarellati' come i capelli.
I risultati, quando non ci sono, NON CI SONO. E si vedono da quanti gol fanno gli altri e da quanti ne facciamo noi...
A meno che qualcuno non voglia mettersi a truccare la moviola, pennarellando anche quella.
Ho l'impressione che le altre squadre stiano facendosi sempre piu' forti. Oppure e' l'Italia che sta facendosi sempre piu' debole... non so.
Non sono un'esperta. Mi occupo solo di ECONOMIA e, per caso, ogni giorno studio e valuto diversi grafici sull'andamento economico di vari Paesi europei. E non solo europei.

E la colpa, del disastro che ancora voi non vedete, ma che per me e' ormai acclarato, ovviamente, e' SOLO degli allenatori passati...
Quelli che negli ultimi anni, mentre la squadra svedese si allenava a vincere tutte le partite, nel loro governicchio di due anni hanno ROVINATO tutte le belle cose che aveva fatto l'allenatore precedente che aveva allenato la squadra dal 2001 fino al 2006.

Maledetto Prodi!
Se non ci fosse stato lui adesso la coppa sarebbe ITALICA!

Meno male che adesso sulla panchina d'allenatore c'e' nuovamente chi sa come allenare una squadra e sa come portarla alla vittoria.
:-))))))

Davide, tu credi che la squadra svedese si fara' COMPRARE come pare abbiano fatto squadre del campionato italiano per far vincere qualcuno che non riusciva ad accettare di perdere?

davide ha detto...

sei banale, demagogo, ribadisco giovane e bugiardo…. poco interessante
Distinta Chiara,

""Davide, tu credi che la squadra svedese si fara' COMPRARE come pare abbiano fatto squadre del campionato italiano per far vincere qualcuno che non riusciva ad accettare di perdere?""

Mi spiace ma di calcio non capisco niente.

Invece Duval ti cita in questo commento:






[Rispondi a questo commento]


-1 Duval reply on 11 febbraio, 2009 22:07:

Se lo staff me lo consente vorrei dirti che tu sei uno str…ano personaggio.

Scrivo sui forum da circa 15 anni, con lo stesso nick. C’era qui una assidua commentatrice che mi conosce bene.
Ribadisco quanto detto poco sopra di me: c’è un fracco di gente in internet che mi conosce DI PERSONA.

Tu puoi dirmi demagogo, banale, poco interessante, … detto da una come te è un complimento, ma se dici che sono bugiardo o lo provi o sei una stronza (col permesso dello staff).

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Invece Duval ti cita in questo commento:


In quale commento?

Mi puoi dare cortesemente il link?

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Mi puoi dare cortesemente il link?""

è un commento su mentecritica.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Davide, lo so che e' un commento su MC.
MC l'ho cancellata dai preferiti. Se non ti riesce copia incollare il link all'articolo, potresti almeno darmi il titolo dell'articolo?

davide ha detto...

Distinta Chiara,


""Davide, lo so che e' un commento su MC.
MC l'ho cancellata dai preferiti. Se non ti riesce copia incollare il link all'articolo, potresti almeno darmi il titolo dell'articolo?""

L'articolo è il seguente:



""Della Pace della Morte e della Paura dell’Odio Della Pace della Morte e della Paura dell’Odio
9 febbraio, 2009 di Gianalessio Ridolfi Pacifici
Archiviato in Cuore di Tenebra, latest
49 Commenti
Eluana Englaro è morta pochi minuti fa. Dopo appena due giorni di sospensione dell’alimentazione e....

Anonimo ha detto...

Chiara non capisco dov'è lo stupore.
Tutto normale no?
Vorrei vivere in un mondo anormale.

Guggeneheim

lucenera ha detto...

@ REPLY DI DUVAL
Scrivo sui forum da circa 15 anni, con lo stesso nick. C’era qui una assidua commentatrice che mi conosce bene.
Ribadisco quanto detto poco sopra di me: c’è un fracco di gente in internet che mi conosce DI PERSONA.

....poveretto, 15 anni e lo conosco pure dal vivo.....

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Lucenera: e lo conosco pure dal vivo

Ma non mi dire...

michail tal ha detto...

Non capisco le generalizzazioni.

Gli schieramenti esistono certo, in particolare fra lo schieramento ateo, o perlomeno laico, e quello degli integralisti cattolici.
Fra chi rispetta la libertà dell'individuo e chi vuole imporre la sua morale. Fra chi vive nell'era moderno e chi nel medioevo.
Proprio la sera in cui Eluana stava morendo stavo ascoltando l'intervento della Bonino in Parlamento, ed era esemplare.
Sono stato pochi giorni fa ad uno strordinario spettacolo di Luttazzi, ed era pieno di giovani entusiasti, verosimilmente colti e assolutamente laici, che mi fanno ben sperare. Esiste qualcosa di diverso dal grande fratello in questo paese.

Il nichilismo a buon mercato non l'ho mai sopportato. Questioni come questa esigono una presa di posizione.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics