venerdì 7 novembre 2008

68
comments
Presidenti

Sono tutti li', circondati dai loro leccaculo; parrucconi con i capelli tatuati, cadaveri eccellenti rosi dall'invidia ed affetti da demenza senile. Ma non possono non rendersi conto che questo vento nuovo che spira potrebbe davvero riaccendere fuochi che credevano ormai di aver spento con la droga mediatica che, fino a ieri, usavano per addormentare le coscienze. Fanno buon viso a cattivo gioco; cercano, con dialettici voli pindarici, di dimostrare l'indimostrabile e di giustificare l'ingiustificabile, ma il fatto e' uno solo ed e' ineluttabile: non se li incula piu' nessuno.

Anche se per il momento credono di poter contare sul supporto di qualche "tossico irrecuperabile", col passare del tempo vedranno sempre piu' assottigliarsi le fila dei loro sostenitori ed ingrossarsi quelle degli oppositori.

In televisione, i tuttologi della minkia, loro amici, dicono che l'uomo nero abbia vinto solo a causa della crisi finanziaria. Non e' vero. La crisi finanziaria l'ha fatto stra-vincere, ma fin da subito la sua vittoria e' sempre stata molto probabile e mai i sondaggi l'hanno visto soccombere nei confronti dell'altro candidato.

Dicono anche che non riuscira' a mettere in pratica tutto cio' che ha promesso. Che gli ostacoli che dovra' superara saranno insormontabili. Mi chiedo come facciano a saperlo. Leggono forse il futuro oppure, semplicemente, leggono "Libero"? E se sbagliassero? Se l'uomo nero avesse gia' le ricette pronte? Se fosse sincero, serio e onesto?

Inconcepibile per coloro che la sincerita', la serieta' e l'onesta' non sanno assolutamente cosa siano, ma se quest'uomo volesse davvero passare alla Storia, se sentisse davvero il peso del suo ruolo, se non volesse sprecare l'occasione che gli e' stata donata e prevedesse le conseguenze di un suo eventuale fallimento? Un fallimento che non significherebbe solo un insuccesso personale, ma quello di tutto il suo popolo.

Sono pronta a scommettere che, un giorno, su qualche banconota ci sara' la sua effige, non certo quella del suo predecessore, e chi spera di vederlo soccombere politicamente oppure sotto i colpi di un'arma da fuoco brandita da qualche nazista pilotato da qualche lobby delle armi o del petrolio, credo che dovra' convivere a lungo con la frustrazione perche' quel volto e' il volto di un uomo che vuole cambiare e migliorare il mondo e niente lo fara' retrocedere.

E questi non sono piu' i tempi in cui i presidenti venivano mandati al macello a teatro o per le strade di Dallas.

68 commenti :

illustre1966 ha detto...

Sei diventata fisiognomica?
Lombrosiana tutto d'un tratto?

Non è da te, o almeno, è alquanto contraddittorio in quest'ambito.

Comunque su Obama spero e penso che cercherà di fare ciò che tutti si aspettano da lui: ma adesso dimentichiamoci il colore della sua pelle e stiamo a vedere il significato dei suoi atti.

Se poi sarà così importante per la storia del mondo da fare un film su di lui, Denzel Washington direi che sarebbe perfetto per interpretarlo.

Duval ha detto...

Sono pronta a scommettere che, un giorno ...

Bello questo tuo anelito di speranza per il mondo intero ... io sono contento che abbia vinto perchè i "rinnovi", non traumatici, non fanno mai male, ma finisce qui, non ho aspettative particolari.

Prima che iniziassero le primarie, il vantaggio teorico dei democratici era enorme, causa la caduta di consenso per Bush; probabilmente avrebbe vinto anche la Clinton e, in ogni caso, una donna o un nero alla casa bianca è un bel segno ...

Ma Obama è un essere umano, non un Dio, e cambiare il mondo è impresa ardua per un essere umano ... vedremo.

Comunque la tua "sete" di giustizia universale è incredibile, sempre che sia come appare.

Chiara ante:
ho visto le stelle cadere in un mare di fango

Chiara post:
ho visto un gabbiano tuffarsi nel fango e rimettere in cielo una stella

firma
dio, come vorrei cenare con te

michail tal ha detto...

http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/esteri/italia-obama/immagine-peggiore/immagine-peggiore.html

buona giornata

illustre1966 ha detto...

@tal: letto, grazie, mi hai dato, tu e curzio, nuova linfa vitale per il mio blog.....

Non vi smentite mai eh?

Quando non cercherete sempre e solo di dar addosso al Berlusca e riprenderete a fare politica, giornalismo e commenti vari con un po' di costrutto, quello sì che sarà un bel giorno: dai che anche "you" (nel senso del voi) "could"
:-D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non vi smentite mai eh?

No, e...
Se il tuo premier e' un imbecille (riconosciuto ovunque) noi non vogliamo averci a che fare.
Have a nice day. Non riuscirai a rovinarmi la giornata con velate accuse d'inconsistenza negli argomenti. Se sei qui a discuterne significa che li trovi consistenti, altrimenti andresti a parlarne con chi reputi all'altezza.
Anche se capisco che il giochino di arrampicarsi sugli specchi possa essere divertente piu' del sodoku.

http://www.corriere.it/politica/08_novembre_07/newyorktimes_forum_db7b3e9a-acc6-11dd-8da9-00144f02aabc.shtml

Il vento e' cambiato ma oltre a cio' qualcuno affetto da demenza senile sta affrettando gli eventi...

Come godo! Prima 'sta tarma sara' spiaccicata insieme all'altra che fra poco prendera' la via dell'oblio o, forse speriamo, di qualche Commissione d'indagine sui fatti successivi all'11 settembre, e meglio sara' per tutti. :-)

michail tal ha detto...

Illustre

guarda per me Berlusconi non rappresenta tutto questo gran problema. Il mio senso dell'umorismo è sufficientemente sviluppato da considerarlo solo per quello che è, ossia un personaggio ridicolo, a tratti anche divertente. Un Alberto Sordi piu' ricco.

Per formazione mi interesso più a problemi economici concreti che a quelli politici. Evidentemente pero' sono spesso due ambiti che si intersecano e mi sembra che tu non abbia colto bene il senso dell'articolo di Maltese.


Il problema politico culturale da lui posto è che la nostra destra non ha nulla a che vedere con quella anglosassone.
E' becera, statalista e clientelarista, senza contare il problema comune a tutti gli italiani: il fatto di dividersi e non riconoscere un corpus comune di regole di convivenza civile.
Questo aldilà delle figure di merda e delle barzellette di sua emittenza, che piu che altro imbarazzano.

Evidentemente sarebbe necessaria PRIMA una rivoluzione culturale e politica per fare seguire DOPO quella economica, non credi?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

la nostra destra non ha nulla a che vedere con quella anglosassone. E' becera...

Sicuro?
Leggi un po' qui "una" che si dichiara anglosassone cosa scrive alle 6.30 del mattino (ora californiana) :-)))


http://alexandra-amberson.blogspot.com/2008/11/ma-obama-ce-lha-anche-grosso.html

Chiara di Notte - Klára ha detto...

... E intanto lui prende appuntamento con i capi di stato che considera piu' importanti...

http://www.corriere.it/esteri/08_novembre_07/obama_telefonate_84f12d74-acd4-11dd-8da9-00144f02aabc.shtml

Poveri nani, ballerine e clown... a loro non restera' altro che stringere amicizia con chi puo' vantare di una lunga tradizione circense...

davide ha detto...

Distinta Chiara,

nonostante io sia sempre stato un convinto sostenitore di McCain, mi fa molto piacere che tu sia felice della vittoria di Obama. La mia soddisfazione deriva dal fatto che quando ti chiedevo chi preferivi politicamente (parlo in generale) tu rispondevi mettendo tutto e tutti dentro il calderone del CdA e questo rendeva difficile fare una discussione seria e approfondita di certi problemi.

Come dice giustamente l’amico Duval ora Obama andrà valutato per quello che riuscirà a fare. I problemi che si trova davanti sono enormi e mantenere le promesse (sanità pubblica, aiuti ai poveri, assistenza a chi perde casa ecc.) sarà difficilissimo perché in “cassa” non troverà un centesimo ma i conti pubblici in rosso.

Quanto ad Avorio che hai nominato sopra per dimostrati che ti sbagli sul suo conto ti faccio presente una cosa: mentre ioche ho sempre avuto dei dubbi che Obama potesse venire eletto presidente, sul suo blog Avorio spiegava già all’inizio della campagna elettorale che Obama poteva benissimo vincere. Lo dico perché, contrariamente a quello che pensi tu, Avorio ha sempre detto in tempi non sospetti di avere una certa simpatia dal punto di vista umano (non politico naturalmente) per Obama. A prova di quanto dico ti riporto un pezzettino di un articolo scritto da Avorio il 9 Marzo 2008:

“” … come ho già detto altre volte, coloro che non voterebbero mai per un candidato nero sono gli Americani di etnia ispanica. Non a caso è stata Hillary Clinton ad aggiudicarsi la vittoria negli stati in cui è molto forte la rappresentanza dei latinos: California, Nevada, Arizona, New Mexico, Texas e Florida (anche se qui la votazione, per motivi disciplinari, non è stata tenuta in conto e non le ha portato delegati). Tuttavia, pur essendo una componente importante, gli ispanici rappresentano il 15% circa dell’intera popolazione degli Stati Uniti. Non sono tutti gli Stati Uniti. Ribadisco. Anche se è ormai evidente che le primarie democratiche non saranno sufficienti a stabilire il nome del candidato, per quello che si è visto finora posso dire che il nero Obama avrebbe molte più possibilità di battere McCain di quante non ne abbia la bianca Hillary. E questo non per motivazioni razziali ma per semplici ragioni politiche. Obama ha infatti evidenziato una maggiore capacità di legare a sé l’elettorato democratico e di poter pescare voti anche nel serbatoio degli indipendenti. A differenza di Hillary, che risulta antipatica a tre quarti della nazione, è mal sopportata da una parte dell’elettorato del suo stesso partito e non ha alcuna possibilità di “disturbare” l’area di competenza repubblicana. Ma queste, come appena detto, sono valutazioni di tipo politico, che nulla hanno a che fare con la questione razziale.””


Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Davide, la bimba nel suo blog ha detto tutto ed il contrario di tutto. Mai vista un'ipocrita voltafaccia arrampicatrice di specchi come quella.

Aveva detto anche che pubblicava tutti i commenti, anche quelli piu' scomodi, eppure ho la prova che fa passare solo quelli che non la mettono fortemente in discussione.

Ad esempio i miei e quelli di Michail Tal.

E non fa passare neppure quelli che contengono un po' di quella ironia che invece lei spande a piene mani quando degli altri.

Non mi piace quella persona, e di questo, dopo che ho capito di quale pasta era fatta, non ne ho mai fatto mistero.

Non mi piace il modo che ha di scrivere, non mi piace quello che pensa, non mi piace lei (e questo non c'entra un cazzo ma lo dico lo stesso) NEPPURE come donna, pensa un po'... la ritengo scialba, insulsa, insignificante... unta. Non la toccherei neppure usando una canna da quanto mi disgusta anche fisicamente. Sia che abbia l'effige di Facci sia che sia quella insignificante biondina con i dentoni.

E' una pessima presenza; potendo paragonare la sensazione che provo quando mi capita di leggerla, e' come se sentissi una puzza...

Per cui, d'ora in poi, ti pregherei di non copia incollare piu' brani suoi nei tuoi commenti che' e' come se tu appiccicassi degli escrementi nel mio diario.

Grazie per la cortese comprensione. :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Per cui, d'ora in poi, ti pregherei di non copia incollare piu' brani suoi nei tuoi commenti che' e' come se tu appiccicassi degli escrementi nel mio diario.""

Obbedisco! però il tuo atteggiamento nei confronti di Avorio non lo capisco.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

è semplicemente dovuto al fatto che l’Italia negli US e in politica estera pesa un nulla,

Prima d'interrogarti su questo interrogati sul perche' cancella i commenti di tanta gente (scommetto che io e Michail non siamo le sole persone ad essere cassate ed anche se io posso essere a volte caustica, sono certa che Michail non lo e' mai stato), e prova a copia incollare li' da lei qualche mio post... se ti riesce.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Prima d'interrogarti su questo interrogati sul perche' cancella i commenti di tanta gente (scommetto che io e Michail non siamo le sole persone ad essere cassate ed anche se io posso essere a volte caustica, sono certa che Michail non lo e' mai stato), e prova a copia incollare li' da lei qualche mio post... se ti riesce.""

Se ne avrò l'occasione ci prroverò.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Non ho parole... mi chiedo se uno statista, un premier di un Paese serio possa comportarsi cosi'...

Leggete QUI...

Sono esterrefatta... e schifata.

Duval ha detto...

Sono esterrefatta... e schifata.

Anch'io, da una decina di giorni, da quando a Chisimaio hanno lapidato una ragazza per adulterio. L'hanno seppellita nella terra, testa fuori, e presa a sassate in testa; poichè non moriva l'hanno diseppellita, riseppellita e finita definitivamente.

Questo il fatto.

Mi aspettavo che in qualche blog alcuni "tuttologi della minchia" commentassero l'episodio con la consueta saccenza, quasi nulla, come poco sui giornali. Quando negli USA si apprestano ad eseguire una condanna a morte (per stupro, omicidio, ...) i "tuttologi" si mobilitano, assieme ai politici ed al papa ...

Ma le cazzate di Berlusconi fanno molta più audience.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Anch'io, da una decina di giorni, da quando a Chisimaio hanno lapidato una ragazza per adulterio.

Cio' che dici e' ingiusto... ma oltre che ingiusto e' capzioso, e strumentale. Non avevi mai denunciato fatti simili, differentemente da me che, invece, ci ho riempito il blog.

Il fatto mi era noto, ma non avevo scritto niente e sai perche'?

Perche' credevo di trovarmi di fronte alle solite risposte di sempre; il mio blog, se lo leggi, e' pieno zeppo di questi episodi, aberrazioni, violenze, brutture, e tutte le volte che ho scritto qualcosa ho percepito un senso di noia: "che cazzo ci racconti? sappiamo benissimo cio' che accade, raccontaci invece delle tue mutande!"

E tu, per primo, eri rimasto indifferente ed in silenzio quando ho scritto di queste violenze in passato.

Ma tutte queste violenze avvengono, secondo te, senza che vi sia rewsponsabilita' alcuna di coloro che per anni hanno dettato le regole?

Chi ha creato quel mondo li' sono i maschi, ma chi oggi lo mantiene in vita, perche' solo in tale mondo puo' esercitare il suo potere e' tutta quella gente che fa parte della cricca di chi fino a ieri inviava eserciti nel mondo non per salvare quelle ragazze ma per appropriarsi del petrolio... e dei quattrini.

Ammiro Obama per il suo progetto, ma soprattutto gli sono grata per una cosa: grazie a lui non c'e' al comando una seguace di Bush come la Palin, e i piccoli caudilli come quello che santificate in Italia iniziano a dar segno della loro inadeguatezza.

Anonimo ha detto...

Mi fa piacere leggere che alla fine ci credi in una persona che sia un uomo.
« Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l'umanità »
Forse anche tu hai fatto un piccolo-grande passo...
e in questo anche la umanità...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Anonimo: avrei gradito che ti fossi firmato. Anche con un nome di fantasia.

Forse nella fiducia che gli sto accordando conta molto il fatto che egli sia (come me) meticcio, mezzosangue, una persona che proviene dal popolo, non qualche rampollo che ha ereditato i beni di famiglia oppure qualche biscazziere che li ha rubati.

Ma forse, piu' di lui, mi fido della moglie, che ammiro. Pare una donna forte, risoluta, che non cede a compromessi. Se lei ha creduto in quell'uomo mi sento di accordargli anche io la mia fiducia.
E' una splendida famiglia.

Le persone come loro, non potendole incontrare personalmente, le giudico dallo sguardo. E tutti , lui, la moglie, e le figlie, hanno uno sguardo "pulito".

E poi mi piace il suo programma. E' un bel progetto. Almeno si parte da qualcosa che ha un sapore di giustizia sociale, di sanita' pubblica, di scuole migliori, di energia pulita, e non dall'abbassamento delle tasse per i redditi superiori ai 250.000 dollari, come aveva fatto Bush.

Insomma, cazzo, le persone non sono "tasselli" all'interno del proprio wargame e troppi politici, di ogni Paese e di ogni parte politica finora sembravano essersene dimenticati.

Amstrong ha detto...

Ok, hai ragione, me ne ero accorto anche io.
chiamami Amstrong, si, quello che ha fatto il primo passo (sulla luna)
del resto, capisco i tuoi motivi e poso dirti che per me vale il stesso discorso

gli ideali non hanno il sesso proprio come gli angeli

rimane un po' triste che tutto il tempo viene messo il acento sul “nero”
perché non dargli altri attributi, presidente giusto, presidente onesto, presidente visionario, presidente del popolo etc.
chiunque nota il suo colore di pelle e lo mette in primo piano o semplicemente mette il accento sul stesso, un po di razzista lo é, anche se non quello cattivo

del resto, il Obama non basta per cambiare le cose, un presidente senza il suo popolo e del governo che e in stessa linea non basta. certamente Obama potrebbe essere il sassolino in cima di una montagna che scaturirà la valanga, ma il sucesso di Obama come presidente dipende dal suo popolo che credendo acetera di fare dei sacrifici per un domani migliore. Io spero nella ardita pazienza del popolo perché Obama con le sue idee chiare ha un buon punto di partenza

OT: esiste un sguardo “pulito” anche nel virtuale?

Amstrong ha detto...

Chiara ha detto...
Ma forse, piu' di lui, mi fido della moglie, che ammiro.
Pare una donna forte, risoluta, che non cede a compromessi



questa devo ammettere che non ho capito...
AMIRI una donna solo perché APARE ?

capisco che il tuo affascinamento con Obama (come d'altronde il mio) non é da una Amazzone, ma non é stata eletta lei come il presidente che ha dato la speranza alla umanità

spero che si eviteranno i luoghi comuni che dietro ad ogni uomo di successo ce una donna (anche se in realtà a mio arviso, sicuramente una AFIANCO ce)

Duval ha detto...

Cio' che dici e' ingiusto... ma oltre che ingiusto e' capzioso, e strumentale. Non avevi mai denunciato fatti simili, differentemente da me che, invece, ci ho riempito il blog.

Infatti IO non vado in giro per i blog e i forum a scrivere ciò che accade nel mondo; quello lo sappiamo tutti subito ed ognuno lo giudica come crede; di certo nessuno cambia idea perchè folgorato sulla via di un blog.

Siete VOI che riportate e commentate tutto; e volevo solo significare come il web si riempia di indigazione per una cazzata detta da Berlusconi e molto meno per una barbarie mussulmana.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Siete VOI che riportate e commentate tutto; e volevo solo significare come il web si riempia di indigazione per una cazzata detta da Berlusconi e molto meno per una barbarie mussulmana.

Se leggessi il mio blog roll noteresti che esiste un blog che si occupa proprio di questo:

http://blog.libero.it/taniarocha/

Potrei solo copia incollare cio' che dice lei.

Invece dimmi cosa ne pensi di questa frase:

"Il primo ad dare dell'abbronzata fu Calderoli a quella negra stronza della giornalista italo-stronza-palestinese Jebreal o come si stracazzo si chiama quella puzzona musulmana pompinara di cammelli, non ricordo bene."

Immagino cosa direbbe questa persona di una sporca zingara puzzolente che ha persino fatto la puttana... immagino che anche tu lo penseresti data l'amicizia che vi lega e l'assenza di critica nei suoi confronti.

:-)

Have a nice day.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Il primo ad dare dell'abbronzata fu Calderoli a quella negra stronza della giornalista italo-stronza-palestinese Jebreal o come si stracazzo si chiama quella puzzona musulmana pompinara di cammelli, non ricordo bene.""


Ricordo benissimo quella trasmissione e la frase di Calderoli non aveva nessun intento offensivo: non si ricordava il nome di Jebreal e la chiamò signora abbronzata. Ricordò bene che la giornalista Jebreal non si senti per niente offesa e la discussione fra Calderoli e la Jebreal andò avanti per più di un'ora in modo pacato e civile: lo dico perchè la sinistra tende a creare scandali che non esistono.

""Chi ha creato quel mondo li' sono i maschi, ma chi oggi lo mantiene in vita, perche' solo in tale mondo puo' esercitare il suo potere e' tutta quella gente che fa parte della cricca di chi fino a ieri inviava eserciti nel mondo non per salvare quelle ragazze ma per appropriarsi del petrolio... e dei quattrini.""

Più che incolpare genericamente i maschi bisognerebbe fare una analisi un po' più profonda. Comunque ti faccio notare che la lapidazione delle adultere è prevista dal Corano il quale stabilisce che L'UOMO STA UN GRADINO SOPRA LA DONNA.

Per il resto apprezzo le speranze che riponi in Obama, anche se credo che rimarrai delusa (lo dico senza nessun spunto polemico).

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

anche se credo che rimarrai delusa

Dato che hai questa certezza io a questo punto dovro' arrendermi...

Sai per caso dirmi il nome di qualcuno nel mondo che sia piu' presentabile di Obama?

Questa sottile avversione per l'uomo nero (non solo tua ma da piu' parti) denota cio' di cui ho sospetto, ma che non dico. :-)

Nel frattempo pero', pare che lo scudo spaziale in Polonia, fortemente voluto da Bush, sia messo in dubbio.

Se non verra' fatto, e di conseguenza anche i russi abbandoneranno l'idea di installare i missili al confine, gia' saro' "meno delusa".

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Sai per caso dirmi il nome di qualcuno nel mondo che sia piu' presentabile di Obama?""

Non so cosa intendi per presentabile: non metto in dubbio che sia presentabile, però io un politico lo giudico per le sua azione concreta.

""Questa sottile avversione per l'uomo nero (non solo tua ma da piu' parti) denota cio' di cui ho sospetto, ma che non dico. :-)""

Guarda che io non ho nessuna avversione per Obama, solo che essendo molto più vecchio di te so quanto è difficile passare dalle buone intenzioni ai fatti.

""Nel frattempo pero', pare che lo scudo spaziale in Polonia, fortemente voluto da Bush, sia messo in dubbio.""

Sullo scudo spaziale in Polania credo che la decisione spetti ai polacchi.

Comunque ti assicuro che in politica estera, come disse giustamente Lex..., l'America farà sempre l'America e quindi che nessuno si aspetti miracoli.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Sullo scudo spaziale in Polania credo che la decisione spetti ai polacchi.


Dici?

http://www.corriere.it/esteri/08_novembre_08/russia_usa_incontro_4124347e-adba-11dd-8ab4-00144f02aabc.shtml

davide ha detto...

Distinta Chiara,


"Dici?"

Io continuo a credere che ai polacchi spetti la scelta di come difendersi. In ogni caso la Polonia è un alleato strategico per gli USA e non credo che Obama rischi di perdere l'appoggio del governo polacco.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Guarda che io non ho nessuna avversione per Obama, solo che essendo molto più vecchio di te so quanto è difficile passare dalle buone intenzioni ai fatti.

Obama ha in progetto una politica fiscale che e' piu' a sinistra di qualsiasi governo di sinistra l'occidente abbia mai avuto.

Negli Stati Uniti esiste un 13% di poverissimi ed un 2% di supermiliardari. Il restante 85% e' classe media. Obama dara' enormi sgravi fiscali a questo ceto medio e bilancera' questi sgravi aumentando enormemente le tasse a quel 2%.

Questo e' un fatto. E' gia' scritto e stabilito. L'averlo progettato rappresenta qualcosa di rivoluzionario per un Paese come l'America, lo capisci?

L'unico modo per fermare quell'uomo e' renderlo martire, ma anche in quel caso non bloccherebbero il processo di giustizia sociale da lui innescato semplicemente accettando di applicare una politica dal forte sapore social democratico che neppure la sinistra italica si sognerebbe mai di proporre.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Obama ha in progetto una politica fiscale che e' piu' a sinistra di qualsiasi governo di sinistra l'occidente abbia mai avuto.""

Uno dei motivi della cresita americana negli ultimi 20 anni sono state le basse tasse che hanno attirato investimenti da tutto il mondo.

L'aumento delle tasse proposto da Obama anziche attirare gli investimenti li farà scappare. Alla fine non è detto che un aumento delle tasse comporti maggiori entrate per l'erario: può essere moralmente apprezzabile perchè ridistribuisce ricchezza tra i ricchi e i poveri, ma non è detto che economicamente funzioni, anzi potrebbe peggiorare la situazione economica.

Come ti ho detto io sono molto più vecchio di te e so che non esistono strade facili per uscire dalle crisi: i ricchi non ci mettono niente a trasferire i miliardi in banche all'estero se solo hanno il minimo sospetto che Obama li tassi.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

i ricchi non ci mettono niente a trasferire i miliardi in banche all'estero se solo hanno il minimo sospetto che Obama li tassi.

Non e' un sospetto. E' una certezza e ormai ce l'hanno. Obama non tradira' il principio fondamentale sul quale ha ottenuto la vittoria quasi plebiscitaria.

Quindi i ricchi, come dici tu, si saranno gia' attrezzati per trasferire tutto in Svizzera, giusto?

Invece non lo possono fare, anzi lo possono fare ma c'e' un piccolo problema. Forse ti e' sfuggito un particolare cioe' che in questi anni, complice anche la legge di Bush contro il terrorismo, ogni cittadino americano non puo' aprire conti all'estero senza che venga fatta una segnalazione al Tesoro degli Stati Uniti.
Una specie di "legge antiriciclaggio" su scala globale che gli americani hanno fatto accettare gioco forza.

Quindi a meno che un supermiliardario non voglia trasferire i suoi soldi in Cina o in qualche stato canaglia, ogni conto aperto in un Paese minimamente tranquillo comportera' una segnalazione d'ufficio alle autorita'.
Da un certo punto di vista si puo' dire che per questo aspetto gli americani sono piu' controllati di chiunque altro nel mondo.
Ed il progetto di Obama prevede tasse ancor piu' alter per chi delocalizzera' gli investimenti. Il suo obiettivo e' localizzare tutti gli investimenti americani negli USA.

Davide, prima di parlare informati bene, altrimenti rischi di fare figure di cacca stile Lexi.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Invece non lo possono fare, anzi lo possono fare ma c'e' un piccolo problema. Forse ti e' sfuggito un particolare cioe' che in questi anni, complice anche la legge di Bush contro il terrorismo, ogni cittadino americano non puo' aprire conti all'estero senza che venga fatta una segnalazione al Tesoro degli Stati Uniti.""

E' vero devono fare la segnalazione, ma poi sono liberi di trasferire i loro soldi dove vogliono.

In ogni caso il problema vero è che con maggiori tasse nessuno o quasi dei grandi investitori stranieri investirà più negli USA.

Alla fine non è detto che l'erario americano ci guadagnerà.

Ciao

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Ed il progetto di Obama prevede tasse ancor piu' alter per chi delocalizzera' gli investimenti. Il suo obiettivo e' localizzare tutti gli investimenti americani negli USA.""

Questa misura farà si che chiuderanno tante fabbriche americane nei paesi più poveri.

Cosi ad esempio gli operai del Pakistan che prima prendevano una miserara paga in una fabbrica americana poi perderanno anche quella.

Ciao

davide ha detto...

Distinta Chiara,

comunque, segnalazioni a parte, chi ha soldi ha mille modi per portarli all'estero.

Negli anni '70 in Italia era vietato portare soldi all'estero e mi ricordo che tutti portavano i soldi all'estero.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

E' vero devono fare la segnalazione, ma poi sono liberi di trasferire i loro soldi dove vogliono.

Mi sa che non hai capito...

Non sono liberi se vogliono restare cittadini americani.

La delocalizzazione di investimenti comportera' per gli imprenditori americani che vorranno esportare capitali, maggiori tasse. Maggiori di quelle che avrebbero investendo in USA.

"Vuoi aprire una fabbrica in Romania e sfruttare la gente pagandola 100 euro al mese? Lo puoi fare... purche' tu paghi una tassa aggiuntiva sia sul valore dell'investimento sia sugli utili derivanti, e la banca in cui hai i soldi si rende garante".

E' un progetto talmente socialista che neppure i comunisti cinesi si sognerebbero mai di attuare ed e' questa la vera "rivoluzione".
Ovviamente i fautori del liberismo sfrenato si oppongono, ma gli americani che gli hanno dato il voto lo hanno fatto conoscendo questo suo progetto, quindi non sono stati ingannati. Lo sarebbero se lui non lo attuasse e facesse marcia indietro iniziando a gozzovigliare con Berlusconi e Putin.

Quale potrebbe essere la conseguenza di questa rivoluzione "obamiana" per il momento tutta sulla carta? Che nei paesi in cui chi comanda detiene anche la maggior ricchezza si troverebbe a fare i conti con una crescente richiesta di giustizia sociale. E questo terrorizza i vari caudilli che si sono fatti eleggere solo per proteggere i propri interessi.
Ed ovviamente terrorizza (imbecillemente) i loro sostenitori ipnotizzati.

Cosi ad esempio gli operai del Pakistan che prima prendevano una miserara paga in una fabbrica americana poi perderanno anche quella.

Ma quanto sei "umano". Pare che nella tua vita ti sia sempre preoccupato degli operai del Pakistan pagati 25 dollari al mese...

Non conosco ogni aspetto della ricetta di Obama, Puo' darsi che in questo momento a lui interessino piu' i pezzenti di New Orleans di quelli di Islamabad, ma cio' che voglio dire, anzi che mi sforzo di dire, e' che nonostante quest'uomo non sia ancora presidente (lo sara' solo il 20 gennaio), gia' ha innescato un meccanismo di riflessione sulla vacuita' del liberismo sfrenato e sull'inconsistenza di tante politiche ad esso collegate. Un processo che e' ormai inarrestabile.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide:comunque, segnalazioni a parte, chi ha soldi ha mille modi per portarli all'estero.


Adesso sono certa che in materia di leggi USA che regolano l'esportazione di capitali conosci una beata fava.
Si parla di tanti soldi. I soldi devono passare attraverso le banche (a meno che non li portino dietro nelle valige o a dorso di cammello) e sono loro (le banche) che hanno sottoscritto un accordo col Governo USA.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Vuoi aprire una fabbrica in Romania e sfruttare la gente pagandola 100 euro al mese? Lo puoi fare... purche' tu paghi una tassa aggiuntiva sia sul valore dell'investimento sia sugli utili derivanti, e la banca in cui hai i soldi si rende garante"."

Ti ricordo che a suo tempo l'amico Jakala, che ha idee politiche differenti dalle mie, mise in evidenza che dove ci sono le fabbriche occidentali (fece l'esempio della Cina e dell'India) le condizioni di vita sono molto migliori delle zone senza fabbriche (disse che i contadini delle zone interne volevano andare a lavorare dove c'erano le fabbriche).

Le misure di Obama in questo caso faranno bene all'economia americana ma male ai territori dove verranno chiuse le fabbriche americane.

In ogni caso io non ho nessun pregiudizio verso Obama e valuterò esclusivamente i fatti che farà e non le buone intenzioni.

Ciao

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Adesso sono certa che in materia di leggi USA che regolano l'esportazione di capitali conosci una beata fava.
Si parla di tanti soldi. I soldi devono passare attraverso le banche (a meno che non li portino dietro nelle valige o a dorso di cammello) e sono loro (le banche) che hanno sottoscritto un accordo col Governo USA.""

Guarda che negli anni '70 io conoscevo gente che portava tanti soldi all'estero (l'americano, il capo di ugo piazza, era uno dei tanti specializzati).

Una legge che cercasse di bloccare i capitali sarebbe facilmente aggirata.

Comunque io non sono un esperto di leggi fiscali americane, ma so che i capitali vanno dove le tasse sono più basse.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ti ricordo che a suo tempo l'amico Jakala, che ha idee politiche differenti dalle mie, mise in evidenza che dove ci sono le fabbriche occidentali (fece l'esempio della Cina e dell'India) le condizioni di vita sono molto migliori delle zone senza fabbriche (disse che i contadini delle zone interne volevano andare a lavorare dove c'erano le fabbriche).

E questo che cazzo c'entra con la politica di Obama?
Lui e' stato eletto dagli americani, non dai pakistani e non credo, per quanto possa avere idee liberal o (addirittura) socialiste) che si possa prendere in carico ogni problema del mondo.
Se per caso ti attendi questo da lui, sicuramente il fallimento che auspichi e' certo, ma devi renderti conto della portata epocale se solo riuscisse davvero a risolvere alcuni dei problemi nel suo Paese.

Comunque anche in quei Paesi piu' poveri, certi meccanismi verranno messi in discussione e forse anche li' certi governi (quasi sempre formati da elite di persone ricchissime) dovranno fare i conti con la realta'.

Guarda che negli anni '70 io conoscevo gente che portava tanti soldi all'estero (l'americano, il capo di ugo piazza, era uno dei tanti specializzati).
Una legge che cercasse di bloccare i capitali sarebbe facilmente aggirata.


Anche qui: che cazzo c'entrano gli anni '70 italiani con il 2008 globale?
Negli anni '70 i computer e l'informatica non erano cosi' sofisticati. Tutto era piu' facile (credo) come quando, prima dell'invenzione della fotografia, i documenti d'identita' erano molto piu' approssimativi.

Cerva ha detto...

"disse che i contadini delle zone interne volevano andare a lavorare dove c'erano le fabbriche"

In realtà la Cina sta iniziando una fase di disurbanizzazione della propria popolazione:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/10/13/cina-la-terra-in-mano-ai-contadini.html

Dall'articolo puoi anche dedurre perchè le condizioni di vita sono state fino ad ora migliori nelle zone industrializzate ed urbanizzate rispetto a quelle interne.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Se per caso ti attendi questo da lui, sicuramente il fallimento che auspichi e' certo, ma devi renderti conto della portata epocale se solo riuscisse davvero a risolvere alcuni dei problemi nel suo Paese.""


Probabilmente mi spiego male: io non sono contrario ad aumentare le tasse ai ricchi, ho solo detto che questa misura non garantisce di per se maggior gettito fiscale.

Il dentista, l'ingegnere o anche la top escort anziche pagare più tasse possono ridurre dasticamente le ore che lavorano. Chi ha soldi anziche investirli può usarli per farsi delle vacanze in giro per il mondo.

Comunque ripeto che io giudico esclusivamente i base ai fatti, perchè essendo molto più vecchio di te nella mia vita ne ho visti tanti di politici pieni di buone intenzioni, ma di risultati concreti ne ho visti pochi.

@cerva. il discorso di Jakala era generale e non riferito solo alla Cina.



Ciao

Cerva ha detto...

Distinto Davide,

"@cerva. il discorso di Jakala era generale e non riferito solo alla Cina."

Hai ragione. Ho sopravvalutato l'importanza di quell'area di mondo sperduta. Scusa.

Tra l'altro che schifo le olimpiadi. Una cerimonia inaugurale bruttissima.


Ciao.

davide ha detto...

Car.. amic... Cerva,

""Hai ragione. Ho sopravvalutato l'importanza di quell'area di mondo sperduta. Scusa.""

Sei scusat.. Ma toglimi una coriosità: Cerva è maschile o femminile?

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Come ho scritto in MenteCritica:

"Noto una cosa curiosa: mentre quasi tutti i maschietti sono molto scettici, le ragazze hanno la capacita’ di sperare che il sogno si avveri.
Cio’ m’induce a pensare che incosciamente i maschietti (tutti) un po’ siano preoccupati di questa ammirazione diffusa fra le donne per certi uomini dotati di carisma e che in qualche modo tentino di ridimensionare chi percepiscono come “rivale”. Quasi fosse un impulso ancestrale che risiede nel codice genetico.

E le parole di Carla Bruni mi inducono a credere di non essere molto distante dalla realta'.

http://www.corriere.it/esteri/08_novembre_09/carla_bruni_berlusconi_9a0f383e-ae4d-11dd-a27b-00144f02aabc.shtml

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Cio’ m’induce a pensare che incosciamente i maschietti (tutti) un po’ siano preoccupati di questa ammirazione diffusa fra le donne per certi uomini dotati di carisma e che in qualche modo tentino di ridimensionare chi percepiscono come “rivale”.""

Io non sento minimamente come "rivale" Obama. Io sono diffidente verso i politici in genere: sarei stato diffidente anche verso McCain se avesse vinto le elezioni.

Nel caso specifico mi sembra che la diffidenza verso Obama riguardi i maschi simpatizzanti della destra più che i maschi in genere.



Ciao

Duval ha detto...

A me interessano molto più i pensieri e le parole di Chiara-di-Notte di quelli di Carla Bruni e se ci fosse la giustizia universale che in molti auspichiamo, dovrebbe esistere un luogo in cui Carla Bruni scriva "e le parole di Chiara-di-Notte mi fanno pensare di essere nel giusto".

Sul tema da te proposto non so rispondere per mancanza di dati; tu come hai maturato la convinzione espressa?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

tu come hai maturato la convinzione espressa?

Ho osservato i comportamenti...

Tutte le mie convinzioni (ma in questo caso sarebbe errato parlare di convinzione in quanto per il momento sono ancora "indotta a credere"), derivano dall'osservazione di cio' che mi circonda. E dall'ascolto attento non tanto delle parole ma di quello che riesco ad intravedere dietro le parole.

Dopo aver fatto un lavoro come il mio, credo che chiunque potrebbe avere una piccola attitudine in questo senso.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Io continuo a credere che ai polacchi spetti la scelta di come difendersi. In ogni caso la Polonia è un alleato strategico per gli USA e non credo che Obama rischi di perdere l'appoggio del governo polacco.


"A suffragare la tendenza ad un miglioramento dei rapporti con Mosca e' giunta questa sera l'assicurazione che Obama non ha preso alcun impegno sul futuro dello scudo antimissile che l'Amministrazione Usa uscente del presidente Usa George W. Bush intende installare nell'Europa centro-orientale per rispondere a minacce come quella dell'Iran, e che tanto preoccupa la Russia, che si considera direttamente minacciata. Parlando a Chicago, uno stretto collaboratore di Obama ha smentito quando affermato dal presidente polacco Lech Kaczynski, secondo il quale il presidente eletto Usa gli ha detto che il progetto continuera'.(ANSA)"

Duval ha detto...

Ho riletto meglio, hai scritto che quasi tutti i maschietti sono molto scettici ...

Intendevi "sono scettici sul fatto che il sogno si avveri" o "sono scettici sulle capacità di Obama"?

A me pare che, dopo le prime ore, vi sia in generale una specie di "calma, ragazzi, non rischiamo di disilluderci"; può essere un semplice esercizio di scaramanzia o la consapevolezza delle difficoltà oggettive da superare.

Non so però se questo sia effettivamente più da parte dei maschi che delle femmine.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Parlando a Chicago, uno stretto collaboratore di Obama ha smentito quando affermato dal presidente polacco Lech Kaczynski, secondo il quale il presidente eletto Usa gli ha detto che il progetto continuera'.(ANSA)"""

La Polonia è un alleato importante degli Stati Uniti. Comunque può darsi che Obama sacrifichi la Polonia, per instaurare un legame stretto con la Russia.

Ciao

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""a parte Lexi ovviamente""

Non ti riporto suoi articoli, ma ti assicuro che Avorio ha sempre detto che Obama, dal punto di vista umano, gli era simpatico. Le sue critiche, molto dure, riguardavano le sue idee politiche.

Ciao

Cerva ha detto...

"Ma toglimi una coriosità: Cerva è maschile o femminile?"

Per toglierti questo tipo di curiosità puoi consultare qualche dizionario oppure enciclopedia.

P.S.: qualunque siano le usanze di un "blog", modificare i commenti altrui - anzichè eventualmente cassarli - è una cosa oltremodo sconveniente.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

qualunque siano le usanze di un "blog", modificare i commenti altrui - anzichè eventualmente cassarli - è una cosa oltremodo sconveniente.


La tua risposta a Davide e' oltremodo scortese. Immagino che tu abbia dei grossi problemi di relazione e che li venga a sfogare qui. Sono stanca di questa "conflittualita'" che molte persone creano in internet per placare la loro nevrosi. D'ora in poi i "flame" posso accenderli solo io il resto dei flamer li mando a fanculo. Va meglio detta cosi'?

PS: Ok, non c'e' problema. D'ora in poi appena ravvisero' una qualsiasi anomalia, anche minima, anche una non anomalia ma che io credo sia un'anomalia in un qualsiasi tuo commento, lo cassero'.

:-)

Questa e' casa mia e quando si entra si indossano le "pattine".
Ed oggi non sono neanche tanto ben disposta nei confronti di coloro (maschi o femmine) che intendano rompermi le gonadi, quindi, se ti va, queste sono le mie regole.
Se non ti va, sai dov'e' la porta. :-)

Cerva ha detto...

Tu: "D'ora in poi appena ravvisero' una qualsiasi anomalia, anche minima, anche una non anomalia ma che io credo sia un'anomalia in un qualsiasi tuo commento, lo cassero'."

Io, prima: "anzichè eventualmente cassarli"

Conflittualità?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Tu: Conflittualità?

Io: Se non sai cosa significa puoi consultare qualche dizionario oppure enciclopedia.

Jakala ha detto...

"Dall'articolo puoi anche dedurre perchè le condizioni di vita sono state fino ad ora migliori nelle zone industrializzate ed urbanizzate rispetto a quelle interne"(Cerva)

Bah...senza neppur leggere l'articolo da te linkato, bastava parlare con un tuo nonno per chiedergli la differenza fra la vita nei campi e nelle fabbriche.
Certo se lo dice un giornale, allora le notizie sono sicuramente "vere".

Chiedo scusa, se non dico niente sull'articolo del post, ma letteralmente non ho niente da dire.
La vita mi ha abituato che i giudizi sull'operato politico si possono dare solo post, non pre o almeno io non sono così bravo da farli.
A Chiara ricordo che uno dei figuri dietro Obama era l'amministratore delegato di Google, azienda che in Italia risulta evasore fiscale, visto che ha sfruttato fatturazioni fra le diverse sedi estere: sei proprio sicura che aziende web siano favorevoli ad una restrizione del commercio, quando sono fra le prime ad essersi avvantaggiate?

A Davide dico che io non ho idee politiche, ma semplicemente dei principi che mi guidano, in altre parole non posso nè identificarmi con il PDL nè con il PD.

Kamavirya ha detto...

@Chiara ->...o, forse speriamo, di qualche Commissione d'indagine sui fatti successivi all'11 settembre, e meglio sara' per tutti. :-)

DING! Le virgoleeeeeee!!!! ;-)))

Buongiorno, Chiara
lascio una velocissima riflessione sul tema di questo post.

Ricordi circa 1 anno fa le elezioni presidenziali in Argentina, vinte da Chistina Kirchner? Ne parlammo brevemente proprio sul tuo blog. Beh, forse quel vento di cambiamento non si è mai più fermato...almeno per quanto riguarda i Paesi dell'area americana (inizialmente sud-americana).

Se è vero che Obama sarà chiamato ad un compito difficile è altrettanto vero che anche McCain avrebbe dovuto affrontarlo, senza potersi permettere il lusso di mezzo passo falso.

Personalmente di Obama ho sempre ammirato il RIGORE MORALE e non ho dubbi nel pensare (sognare?) che svolgerà "BENE" (molto BENE) il proprio mandato; ho anche visto nello sconfitto McCain - al di là di ciò che politicamente rappresenta - un UOMO corretto.

Ora aspetto...attendo che qualcosa cambi...ma cambi veramente: mi aspetto anch'io, ad esempio, una Commissione d'indagine che faccia luce sui fatti immediatamente PRECEDENTI a quella fatidica data... ;-)

KAM

Chiara di Notte - Klára ha detto...

azienda che in Italia risulta evasore fiscale

Bah, in Italia sono in molti a risultare evasori fiscali. Primi fra tutti certi uomini che oggi governano.

Inoltre...

Io non do un giudizio "sull'operato" di Obama. Come potrei farlo dato che ancora non ha fatto niente?
Il mio giudizio e' piu' di natura storica-sociale.
L'elezione di un McCain non avrebbe cambiato ub granche'. Anche se McCain fosse anche piu' capace di Obama, sarebbe stato solo l'ennesimo presidente "bravo" americano, non una svolta epocale. Stimo molto McCain, ce ne fossero come lui nelle file dei governi europei. Stimo meno la Palin e detesto Bush, e per questo sono felice che non sia passato il repubblicano.
Comunque, cio' che voglio dire e' che l'elezione di Obama funge da (piccola o grande, questo lo vedremo) rivoluzione culturale. Anche se non portera' a termine completamente il suo progetto, anche (per ipotesi) dovesse morire domani (per cause naturali o meno) e quindi non potesse "agire", sarebbe sempre ricordato.
Stiamo attenti di non sottovalutare "il morale" della gente, le aspettative positive, la fiducia. A volte sono proprio queste cose, da sole, che risolvono le situazioni.

Jakala ha detto...

"Bah, in Italia sono in molti a risultare evasori fiscali."(Chiara)

Vero, ma pochi proclamano a voce alta di non essere evil.
Quello che volevo sottolineare era che le corporation che sostengono Obama hanno interesse al commercio estero.

"Inoltre..."(Chiara)
Non volevo farti o fare la paternale su Obama, semplicemente era per spiegare perché intervenivo, cioè per aver visto Davide e Cerva usare le mie parole (come fossero fonte da citare, mah...).

"DING! Le virgoleeeeeee!!!! "(Kamavirya)

Dopo aver avuto una discussione con una prof (puoi leggerla sul blog di Laprof) ti segnalo che l'uso delle virgolette da parte di Chiara non viola nessuna regola ortografica. Giusto per non fare il saputello, anch'io pensavo fosse un uso errato.

Jak

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: La Polonia è un alleato importante degli Stati Uniti. Comunque può darsi che Obama sacrifichi la Polonia, per instaurare un legame stretto con la Russia.

Certa gente si sacrifica da sola. I polacchi (almeno) si sono scusati. In Italia per le dichiarazioni di Gasparri nessuno nel governo ha fiatato,


"(ASCA-AFP) - Varsavia, 10 nov - Il ministro degli Esteri polacco, Radoslaw Sikorski, si e' distaccato dalle dichiarazioni di un deputato del partito conservatore, che, all'indomani delle elezioni americane, il 5 novembre scorso, aveva definito il presidente eletto americano Barack Obama un ''criptocomunista nero''. Con espressioni come ''il messia nero'', ''una catastrofe, la fine della civilizzazione dell'uomo bianco'', ''un ingenuo la cui elezione fara' piacere a Al Qaeda'' e, appunto, ''criptocomunista nero'', il deputato Artur Gorski aveva commentato l'elezione di Obama, sollevando aspre critiche. Oggi il ministro degli Esteri ha dichiarato che, sebbene i membri del parlamento abbiano piena liberta' di parola, ''questa volta e' mio dovere, in qualita' di responsabile delle relazioni esterne della Polonia, esprimere disappunto''. Dopo le polemiche, ieri Joachim Brudzinski, un alto responsabile del partito conservatore (Legge e Giustizia - PIS) aveva presentato le proprie scuse all'ambasciata americana a Varsavia precisando che ''il punto di vista del deputato non e' quello del partito''. Gorski, tuttavia, non e' nuovo a simili scandali. Nel 2006 era stato sotto i riflettori per aver siglato, insieme ad altri 48 deputati di destra, una risoluzione che chiedeva l'incoronazione di Gesu' Cristo a re della Polonia, paese a tradizione fortemente cattolica. Il provvedimento non solo non e' stato approvato, ma e' stato messo in ridicolo dai vescovi polacchi, i quali hanno puntualizzato che i deputati devono occuparsi solamente di politica."

michail tal ha detto...

Ciao Klara

se ti capita...
http://danieleluttazzi.it/node/368

che peccato non passi da milano!

Cerva ha detto...

Tu-Io: Conflittualità?

Io-Tu: Se non sai cosa significa puoi consultare qualche dizionario oppure enciclopedia.

A consultare l'enciclopedia invece ci vai tu! Specchio riflesso senza ritorno! :P

"cioè per aver visto Davide e Cerva usare le mie parole (come fossero fonte da citare, mah...)."

Io non ho citato nulla. Ho trovato molto ridicolo che l'utente "Davide" argomentasse riferendosi a quel tuo commento che, sebbene possa avere qualche valore, non può essere preso come una descrizione di un fenomeno sulla quale basare una discussione, seppure amichevole e leggera, di politica internazionale. Ho linkato quell'articolo proprio per questo motivo, non per "smontare" quello che puoi aver detto.

E questo contributo mi è costato una aggressione da parte del suddetto individuo e della maggiore scrittrice del blog a noi ospitantecivisi. :)

Se qualcuno non capisce perchè si può avere difficoltà ad associare una identità alle discussioni sul web, questo episodio forse può dare qualche modesto spunto di riflessione.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"La tua risposta a Davide e' oltremodo scortese."

Non capisco perchè Cerva si sia offeso/a perchè gli ho chisto se è maschio o femmina. In realtà non ero interessato al suo sesso, ma quando rispondo ad un commento devo sapere se scrivere caro o cara (in ogni caso non so ancora se sia un nome maschile e femminile; ho fatto una ricerca su internet ma non ho trovato risposta).

""Certa gente si sacrifica da sola. I polacchi (almeno) si sono scusati. In Italia per le dichiarazioni di Gasparri nessuno nel governo ha fiatato""

Questo è certamente negativo per l'Italia. Comunque sai bene che io ho votato per una certa parte non perchè mi piacevano, ma perchè li consideravo la MERDA che puzza meno.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ho votato per una certa parte non perchè mi piacevano, ma perchè li consideravo la MERDA che puzza meno.

Sei sicuro di non avere qualche problema al senso dell'olfatto?

Comunque fra non molto credo che bastera' "tirare" la catenella...

Dai tempo al tempo. Il mondo sta cambiando e tutti dovranno fare i conti con i mutamenti che si verificheranno. Mi par strano che ci sia chi non lo si avverte.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Comunque fra non molto credo che bastera' "tirare" la catenella..""

Questa è davvero divertente: d'ora in poi dovrò trovare un sostituto al sostantivo merda.

Ciao

Kamavirya ha detto...

@Jakala -> Dopo aver avuto una discussione con una prof (puoi leggerla sul blog di Laprof) ti segnalo che l'uso delle virgolette da parte di Chiara non viola nessuna regola ortografica. Giusto per non fare il saputello, anch'io pensavo fosse un uso errato.

Chiara sa benissimo che non c'è da parte mia nessuna intenzione di "richiamarla" (QUESTE sono virgolette) per qualche LEGITTIMO errore, (questa è una VIRGOLA) ma il mio è solo un modo scherzoso (e Chiara mi perdonerà se mi prendo questa libertà...) di sottolineare che ogni tanto nell'impeto della creatività, (VIRGOLA) scrivendo di getto, (VIRGOLA) capita qualche "gustoso" (VIRGOLETTE) bisticcio con la punteggiatura. PUNTO.

Caro Jakala, nessuna intenzione da parte mia di dare origine a flame o di polemizzare, ma essendo chiamato in causa mi è sembrato opportuno precisare. Rileggendo la frase "incriminata", rispettando la punteggiatura, troverai che il discorso "fila" poco... ;-)))

KAM

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Rileggendo la frase "incriminata", rispettando la punteggiatura, troverai che il discorso "fila" poco...

Hai ragione ma in questo caso c'e' un motivo preciso: avevo scritto altro e poi ho corretto cambiando la frase. Purtroppo, come spesso avviene, non ho riguardato. Mi scuso.

michail tal ha detto...

Buongiorno!

una cosa che mi riempie di speranza è il ripristino della possibilità di fare ricerca sulle cellule staminali.
Non se ne è parlato molto sui media e a me sembra una decisione di capitale importanza nell'eterna lotta per la civiltà.

Non centra ma consentimi di consigliarti questo libro, a te che hai un animo particolarmente sensibile alle storie "al femminile" (i capolavori trascendono ogni genere comunque), sono certo che lo apprezzeresti:

http://www.ibs.it/code/9788817016490/hobhouse-janet/furie.html

ciao!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Comunque può darsi che Obama sacrifichi la Polonia, per instaurare un legame stretto con la Russia

Puo' darsi tante cose. Anche che io abbia ragione.
Guarda che le probabilita' non sono poche. Almeno il 50% :-)

@ Duval: Non so però se questo sia effettivamente più da parte dei maschi che delle femmine.

Le donne sono notoriamente piu' disilluse. Piu' pragmatiche. Si fidano meno, sono piu' circospette, pero' in questo caso specifico, diversamente dai maschi, la quasi totalita' di quelle che mi hanno risposto in MenteCritica e' d'accordo con me.
Questo fatto e' quanto mai curioso. Se posso avanzare un'ipotesi, la sensazione "di pancia" che ci porta a credere in Obama e' conseguente al fatto che quell'uomo possiede un incredibile carisma, e' un oratore eccezionale e le idee che esprime raggiungono il cuore in modo diretto. Forse in questo suo successo conta un po' anche l'aspetto fisico. In effetti e' un bell'uomo, che a livello subliminale agisce come un catalizzatore d'interesse.

Gli uomini invece, a livello subliminale "temono" per questa "presa" che ha nei confronti del genere femminile (a parte Lexi ovviamente, che e' una nazista in pre-menopausa con ampie probabilita' anche che non sia femmina). Questo timore lo imputo, piu' che ad un fattore razionale, ad un fattore inconscio: un uomo nero sta facendo incetta dell'interesse delle donne. Inaccettabile per gli appartenenti ad un gruppo etnico che considera quelle donne come "proprie".
Questo scetticismo che leggo nei discorsi della quasi totalita' dei maschi e' qualcosa di piu' antropologico e meno politico, secondo me.
Con questo non dico di aver ragione. E' solo un'ipotesi, e puo' essere una cazzata come tante che scrivo, ma vale la pena di rifletterci.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics