sabato 8 novembre 2008

25
comments
La telefonata

Per l'intera giornata di ieri e' stata attesa. Chi era in malafede ha tentato di attribuire il ritardo a quell'«abbronzato» che ha fatto il giro del mondo e che ha suscitato tante polemiche. Poi, alle dieci di sera ora italiana, c'e' finalmente il contatto diretto...

- Pronto… Casa Baratti-Borotti-Baratti-Buffa?
- Zi'?
- Ma non sei Formentina?
- No, zono un bovero negro.
- Ah… no, pensavo che era…
- No no no…
- …era in ferie, no…
- E' in ferie.
- Ah, per piacere, mi puoi passare mio papi? Ah sei negro tu?
- Si', da poco.
- Allora, schiavo, passami mio padre per piacere che mi… sei anche un po' irascivo, passami mio padre, va te cocc', ho una buona idea per questa sera, va te cocc'.
- Si'. Si', padroncino.
- Grazie.
- Pronto? Pronto?
- Pronto, ah sei tu?
- Si', sono io, Pierpaolo…

Il resto della telefonata e’ ovviamente coperto da segreto di Stato.

25 commenti :

zippole ha detto...

eh? Questa non l'ho capita :)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

fra qualche mese quando Silvio darà le pacche sulla schiena del suo amico Obama, naturalmente in qualche mega villa di sua emittenza, voglio vedere che faccia farai. Scherzo nè.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

zippole ha detto...

eh? Questa non l'ho capita :)


Questo il post e' conseguente al suggerimento di un amico che mi ha indicato il testo di una canzone italica che anche io non conoscevo, ma che ben si lega con il clima di questi giorni.

http://www.squallor.com/testi/index.php?testo=102

Chiara di Notte - Klára ha detto...

fra qualche mese quando Silvio darà le pacche sulla schiena del suo amico Obama, naturalmente in qualche mega villa di sua emittenza, voglio vedere che faccia farai.

La speranza dei disonesti e' quella di portare gli onesti dalla loro parte cosi' da poter dire: "vedete? rassegnatevi, siamo tutti compagni".

Ma esistono persone che sfuggono a tale logica. Questo i disonesti non lo ammettono. Li considerano delle anomalie e spesso li eliminano anche ricorrendo a metodi illeciti.

Ci sono uomini che portano una "casacca" per tutta la vita, e che hanno un'esistenza fatta di ideali e non di ville sul Lago di Como, lifting e veline.

Obama ha due figlie piccole, fa parte di una generazione diversa da quella dei parrucconi ai quali sei abituato; sa che il mondo di domani, se persone come il cainano, o come Bush, o come certi loro amici, non saranno messe fuori gioco, non sara' piacevole per le sue figlie.
Gli e' stata data un'occasione storica e non la sprechera'. Rassegnatevi voi che sperate di vederlo preda delle tentazioni. Quell'uomo vi inculera'.

Che il demente senile ci provi a "paccare" la schiena di Obama e' quasi certo. Sa che se riuscira' a far vedere che Obama gli e' amico, otterra' il consenso, ma che Obama gradira' quelle pacche non sono certa, anzi sono sicura che per evitarle evitera anche d'incontrare il nano fuori dalla sede istituzionale idonea, che e' la Casa Bianca.

Che faccia farai tu quando capirai che cio' che auspichi non si verifichera'?

Anonimo ha detto...

Ciao Chiara,
sono proprio curioso di vedere che succede.

Che sia la volta buona?
Uno contro tanti.
Uno contro il potere.
Uno contro le lobby.
Uno contro il denaro.
Uno ......

Ma come potrà riuscirci, attendiamo con fede e speranza

"E tu parlavi senza dire niente
cercavo invano di addolcire quel retrogusto amaro
di una preannunciata fine."

Guggenheim

Alexvers ha detto...

Ti voglio fortissimamente credere Klàra. Anch'io ho le tue stesse speranze, e voglio crederci. Guarderò a questo nuovo Presidente con la speranza di non disilludermi.
Sarebbe un possibile, nuovo, meraviglioso inizio per tutto il mondo se Obama riuscisse a non corrompersi e ad attuare le sue idee.

Amstrong ha detto...

(irony>
Ho sempre desiderato avere un amico “nero”
tutti i miei amici ce l'anno
Nel ristorante quando gli chiederei di passarmi il sale
lui mi risponderebbe :” Slave days are over boooy!”
io li direi imbarazzato “Gimme five”
e ci rideremo sopra parlando delle nostre diversità
(/irony>

L'ironia qui vuole esprimere la mia idea che continuare ad insistere sulla colore della pelle, anche dicendo che questo é una vittoria per la umanità, vuole dire essere un po razzista, perché la pelle non ha intelligenza, come non lo ha la statura di un essere umano (non dico uomo apposta)
Solo quando smetteremo a notare il colore della pelle (anche nelle affermazioni ingenue come quale che si sentono oggi e leggono in questo post ) solo allora non ci sarà il razzismo.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

ma dell'amico Baudelaire999 non si sa più niente?

Devo dire che un po' mi ha deluso, perchè (nonostante abbia tanti impegni) poteva passare qualche volta a salutare i suoi amici.

Ciao

illustre1966 ha detto...

....che cagacazzi sto quagliò marì....
ce ne dobbiamo liberare...

Finiva così, se non ricordo male: liberiamoci pure del Berlusca, ma per cortesia, presentatevi con uno straccio di leader che non ricordi nemmeno lontanamente il mortadella o quel coglione del veltroni.

Per favore....proponi dai.

Tu chiara che sei esperta di internet: poptresti creare un sito dove sponsorizzi il tuo Obama italiano e sovverti il corso dell'italica storia: se in america uno dei creatori di face book c'è riuscito, tu lo potresti fare benissimo qui.

Il tuo unico problema è trovare il soggetto giusto: o pensavi di mostrarti in prima persona? ;-D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

se in america uno dei creatori di face book c'è riuscito, tu lo potresti fare benissimo qui.

Beh, se ce l'ha fatta la Carfagna ed ancora, a suo tempo, Cicciolina...

Agli italici interessa niente di facebook, interessa altra cosa.

Piu' di un uomo vedrei, come candidata ideale, una giovane donna.

Che ne dici di Valeria Marini? Anche lei vuol "studiare" per diventare politica, lo sapevi?

No... non e' abbastanza giovane...

Ci vorrebbe un volto nuovo, una testa nuova, una che facesse parte appunto di questa "New Obama Generation".

Purtroppo le donne sono assai goffe quando si propongono come politiche. Hanno una scarsa capacita' oratoria, ed hanno un notevole problema: se sono bruttine sembra siano intelligenti, basta si mettano un paio di occhiali (stile Gelmini) pero' subito assumono l'aria troppo intellettuale, un po' da beghina rinsecchita un po' zitella anzicheno'; mentre se sono strafighe le loro parole collassano nel buco nero delle loro tette.

Ci vorrebbe una strafiga che sapesse veicolare l'attenzione della gente, soprattutto dei maschi italici che sono sempre un po' sgallettati, verso i concetti e le proposte e che non ingelosisse certe donnette italiche, quelle invidiosette di chi non ha cellulite...

Non e' semplice trovarne una adatta, sai?

connemara ha detto...

scusatemi, probabilmente questo non è il post giusto ma volevo semplicemente diffondere questa denuncia o esperienza di vita quotidiana riportata sul mio blog, per sensibilizzare quanti dicono che la crisi bancaria non riguarda la gente comune:

se ti va diffondi questo POST

http://giudichiamolo.blogspot.com/2008/11/che-bellinizio-di-settimana.html

Ciao
Connemara

Salazar ha detto...

Sento molto (leggo molto) dire in giro per i blog che parlare tanto del colore di Obama, in maniera positiva, é ancora razzismo, e il vero non razzismo é non badare al colore e considerarlo un uguale.
Un uguale a cosa, all’uomo bianco? Lo sappiamo tuuti, anche se non lo ammettiamo, che é ancora questo il vero paradigma.
Invece credo che il segreto sia proprio considerarlo diverso, proprio perché lo é come tutti noi, sempre diversi l’uno dall’altro, neri con gialli, verdi con blu, chi scrive con sua zia Matilde (bianca ma una vera rompicoglioni), e fare tesoro di questa diversità, notarla, dirla e ribadirla, per far sapere che stiamo bene assieme.
Sempre escludendo chi scrive e sua zia Matilde, lì proprio non ci si può arrivare.

illustre1966 ha detto...

Ti sei descritta no?
Candidati.

Uno "zoccolo duro" di aficionados ce l'hai già: come ben sai molti di loro pur non condividendo le tue idee ti voterà.

Ciao obama di notte. :-D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ti sei descritta no?

Naaaa!

Quella e' Lexi. :D

lanavediulisse ha detto...

>Non e' semplice trovarne una adatta, sai?

Qualcosa tipo Franca Rame venti anni fa.

Domani mattina pubblico il discorso che farà Chocobama al nanetto la prima volta che si troveranno assieme da soli.
Sono graditi i commenti di tutti coloro che possiedono un piercing all'ombelico. Valgono anche orecchini della nonna tenuti su col nastro isolante.

Bibi ha detto...

ciao chiara,
volevo solo dirti che ho trasloccato. Il blog è ancora visibile al vecchio indirizzo ma il nuovo e definitivo è questo:
www.bibiebibo.com
e quindi se vuoi puoi aggiornare il blogroll.
a.y.s. Bibi

connemara ha detto...

ciao chiara,
sai che potrebbe essere uno dei tuoi ultimi post????

sai nulla del ddl Ammazza Blog?

http://giudichiamolo.blogspot.com/2008/11/la-cina-non-poi-cos-lontana-ddl-ammazza.html

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Blogger connemara ha detto...

ciao chiara,
sai che potrebbe essere uno dei tuoi ultimi post????


Mi pareva di capire che i problemi sorgerebbero solo qualora si avessero dei banner... L'ho letto in MC.
Oppure toccherebbe tutti i blog, persino i diari personali?

Boh... Non mi sorprendo piu' di nulla, ormai.
In Italia e' tutto uno schifo. Ci vorrebbe anche qui un Obama ma gi italici sono un popolo di pressappochisti, pusillanimi e stupidi.

Credo che molta gente, quella che ha un po' di sale in zucca, prima o poi se ne andra' se le cose non cambieranno. Se il clima restera' quello che ormai da quache hanno viene respirato nel Bel Paese.

Poveretti quelli che rimarranno...

Per quanto riguarda me non dovrebbe essere un problema. Qualora non bastasse non avere banner, faro' valere le altre cittadinanze che ho ed i domini, che ho registrato e che sono fuori dall'Italia.

Credo che nessuna legge italica possa impedire ad una qualsiasi cittadina straniera di scrivere su un suo blog delocalizzato. Neanche se e' "di passaggio" in Italia. :-)

illustre1966 ha detto...

chiara said: In Italia e' tutto uno schifo. Ci vorrebbe anche qui un Obama ma gi italici sono un popolo di pressappochisti, pusillanimi e stupidi.

Cos'hai?
Oggi è "uno di quei giorni"?
Non erano finiti?
;-D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

illustre1966 ha detto... un po' di cazzate

E dato che noto, con piacere, che sei spiritoso e ti piace scherzare, adesso fammi capire se sei concorde con quella proposta di legge oppure no e come giudichi coloro che si apprestano a votarla.

illustre1966 ha detto...

Dammi una o due giornatine di tempo per leggerla e poi ti dico.

Ma sbaglio o è stato un DS a presentarla?

O ho letto troppo in fretta?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ma sbaglio o è stato un DS a presentarla?

Potrebbe essere stata anche mia mama...

Cio' che dico e' che e' una porcata e chi non si dissocia, destra, sinistra, o mama, qui non avra' spazio di parola.

Perche' e' giusto che chi vuol togliere la liberta' agli altri, o comunque e' daccordo con chi vuol toglierla agli altri, sia il primo a non averla qui. In casa mia.

davide ha detto...

Caro Illustre,

""Ma sbaglio o è stato un DS a presentarla?""

Chi ha presentato il disegno di legge, Riccardo Levi, non è dei DS (che non ci sono più) ma del partito democratico.

In pratica Levi ha ripresentato lo stesso disegno di legge liberticida che aveva presentato quando era sotto segretario del governo Prodi, procurando al governo di cui faceva parte danni d'immagine gravissimi.

Quello che non capisco è come sia stato possibile che il partito democratico abbia fatto rieleggere in parlamento un simile babbeo: forse volevano perdere le elezioni a tutti i costi?

Ciao

gullich ha detto...

che questo governo (come perlatro quelli dei dieci anni precedenti) abbia impostazione autoritarie e liberticide lo si vede da ben prima della questione blog.

Basta vedere le porcherie con cui hanno devastato il nostro ordinamento processuale rendendolo, di fatto, inutile.

Che i blog siano un buon veicolo per il movimento di pensiero e possano l'oligarchia al governo è altrettanto evidente.

resta il fatto che dire taciterò chiunque non si dissoci mi pare una sciocchezza galattica, però cedo volentieri e scientemente al ricatto :o)

quanto al davidinotappetino, autospacciato per ignorantello e tuttologo internettiano della minchia (ma che ha invece più gradi di quel che vuol fra credere), è più dannoso del decreto: lungi dal focalizzare il problema la sua inutile prolissità da copiaincollatore farebbe addormentare anche un komheinista dei blog. Tra l'altro introducendo una confusione totale e una noia mortale che reputo dolose.

Non amo Grillo, che mi sa molto di tribuno che sfrutta l'onda popolare a solo profitto proprio (basta vedere il reddito che gli procura il suo blog catastrofista): non muove coscienze, le agita e le rimesta dandogli poi semplicmente in pasto l'illusione che ci sia qualcuno che si muove (lui).

sempre meglio di niente, ma non è propriamente quello che mi aspetto da un leader di idee. Del resto obama non mi risulta abbia un passato da cabarettista.

concordo sostanzialemnte con biby: non sarà un decreto della minchia a fermare le menti libere. Non qui, almeno. anche se è un segnale non bello.

a proposto di rete e di inizitive carine, segnalo questa
http://www.notspeakinginmyname.com/

regards

wgul

davide ha detto...

Caro amico Gullich,

""quanto al davidinotappetino, autospacciato per ignorantello e tuttologo internettiano della minchia (ma che ha invece più gradi di quel che vuol fra credere), è più dannoso del decreto: lungi dal focalizzare il problema la sua inutile prolissità da copiaincollatore farebbe addormentare anche un komheinista dei blog. Tra l'altro introducendo una confusione totale e una noia mortale che reputo dolose.""

GRRR... ma come hai fatto a scoprire che Silvio mi paga per spargere zizzagna e confusione sui blog dei sinistroidi???

Ciao e un bacio

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics