martedì 30 settembre 2008

37
comments
Lo iettatore

Non vedo l'ora che arrivi novembre per togliermi di dosso finalmente tutti gli amuleti antisfiga che si sono resi necessari da quando il 41esimo presidente degli Stati Uniti d'America si e' insediato alla Casa Bianca. Il suo inizio mandato, nel 2001, l'ha visto come il primo presidente americano a subire un attacco terroristico di tali proporzioni (se di attacco si e' trattato e non di false flag) e lo vede adesso, alla fine del mandato, nel bel mezzo di un tracollo del sistema finanziario cosi' ampio ed esteso che non si vedeva dal 1929.

Oltretutto, qualsiasi previsione da lui fatta, come ad esempio sul dollaro (lui ha sempre detto di essere per un dollaro forte), sugli esiti della guerra in Iraq (lui ha sempre detto che la guerra era li' li' per essere vinta), sul piano di salvataggio finanziario delle banche coinvolte nel crack dei mutui subprime (lui ha detto, appena 10 giorni fa, che il Tesoro degli USA avrebbe messo a disposizione 1000 miliardi di dollari), si e' rivelata inesatta.

Beh, piu' che inesatta si e' rivelata l'ennesimo tentativo sventato di premiare i bancarottieri fregando i contribuenti, ma negli Stati Uniti non sono degli sciocchi come in altri Paesi, e gli hanno risposto "picche".

L'unica cosa vera durante la sua amministrazione, e' che il prezzo del petrolio da 20 dollari al barile si e' moltiplicato per otto e solo adesso, con la certezza che il personaggio si togliera' definitivamente dalle palle ed anche il suo partito verra' sconfitto, sta fortunatamente ridiscendendo.

Molti credono che tutti i guai di questi anni, persino lo tsunami del 2004, non siano imputabili a G.W.Bush, ma non e' cosi', fidatevi; quell'uomo porta sfiga, ed insieme a lui anche alcuni suoi buoni amici in Europa...

Per cui credo che qualche amuleto lo terro' ancora addosso per un po'.

37 commenti :

Antonio ha detto...

"con la certezza che il personaggio si togliera' definitivamente dalle palle ed anche il suo partito verra' sconfitto"
Io non ne sono così sicuro, queste gare si decidono sempre all'ultimo momento purtroppo.
Si, meglio portare qualche "cornetto in tasca" ancora per un po'

Jakala ha detto...

Io ero convinto che fosse SB lo iettatore, ogni volta che viene eletto c'è una recessione...

Rez ha detto...

Chiara,
visto che metaforicamente sono in una barchetta da diporto che fa acqua, mentre il mare è un oceano in tempesta dove anche navi enormi potrebbero affondare, come posso fare per costruire un amuleto?

Non sono superstizioso ma una mia buona amica lo è molto, forse potrei darle ragione per una volta...

Buona vita

Accattone ha detto...

In effetti Berlusconi e Bush differiscono solo per i peli

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Rez: come posso fare per costruire un amuleto?

Ma voi uomini gia' ce li avete di natura gli amuleti :-)))

Rez ha detto...

@Chiara: Ma voi uomini gia' ce li avete di natura gli amuleti
:-)))


E' evidente a questo punto che dovrò chiedere per forza a quella mia amica superstiziosa come utilizzarli ....

]8-D

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Rez, e' semplice. Basta toccarli o portarli addosso. :-)

Cerva ha detto...

Ma tu sei a favore o contro il piano di Bush?
Quale è la tua ANALISI GEOPOLITICA?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Cerva ha detto...

Ma tu sei a favore o contro il piano di Bush?
Quale è la tua ANALISI GEOPOLITICA?



Ti ricordo che non me ne frega una beata fava di essere letta, per cui posso relazionare con ciascuno/a di voi come piu' mi va. E per te ho deciso queste regole, in quanto sei a tutti gli effetti un anonimo che non esprime concetti ma solo cerca di evidenziare l'impreparazione altri (la mia in questo caso) senza peraltro controbilanciarla con una preparazione propria. :-)
Quindi il fatto che scrivi in maiuscolo certe parole. Lo reputo maleducato, come (da te) reputero' maleducate anche eventuali virgolettature. :-)

Di geopolitica io non ci capisco nulla al contrario di qualche tuttologo/a della minkia che si aggira nel web utilizzando piu' nick per non essere riconosciuto/a.
Come non capisco nulla di geopolitica sono completamente a digiuno di tutto il resto che riguarda lo scibile umano.

In reala' sono assai ignorante su tutto e so fare solo i tarocchi. Se ti vado bene come cartomante, questo posso offrire. Per le analisi geopolitiche (sballate) lascia che sia Lexi a farle. :-)

Cerva ha detto...

** Parte inutile **

"ma solo cerca di evidenziare l'impreparazione altri"

No, veramente chiedevo solo il tuo parere. Non è detto che se una persona usa dell'IRONIA scrivendo un commento nel tuo blog questa sia rivolta verso di te.

Ognuno si interessa di quello che gli pare. Perchè devi etichettare qualcuno come "tuttologo/a della minkia" così? Magari tu sai 4 cose, quell'altra persona ne sa 4 e mezzo. Bella roba. Oppure ne sa 3 e mezzo ma diverse da quelle che sai tu. Che problema c'è?

Non era il caso di offendersi come hai fatto tu, secondo me.

Quanto al non esprimere concetti. Magari è vero. Magari non è vero. Non è detto che tutti siano capaci di esprimere grandi concetti ma a volte si può non capire cosa voleva esprimere l'altro. A me capita spesso di non capire.

In ogni caso se uno dice A e il minkiologo di turno (o come l'hai chiamato) fa notare, correttamente, che A è sbagliato non ti pare che questo sia dare un contributo in base alla propria preparazione?

Comunque non mi interessavano molto queste cose. Hai le tue opinioni e pace.

** Fine parte inutile **

Volevo solo sapere il tuo parere sulla validità di quel provvedimento.

Io mi chiedevo perchè anzichè comprare banche in rovina, lo Stato non gli fa un prestito da restituire magari in un periodo molto lungo e con interessi adeguati ma, siccome di queste cose non capisco molto (per usare un eufemismo) e quindi potrebbe facilmente essere una idea campata per aria, preferivo leggere le opinioni degli altri.

Pazienza.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Io mi chiedevo perchè anzichè comprare banche in rovina, lo Stato non gli fa un prestito da restituire magari in un periodo molto lungo e con interessi adeguati

***parte inutile***

Perche' quel "prestito" potrebbe tradursi in ulteriori compensi per gli amministratori manager, che poi sono sempre i soliti. Come d'altronde qui in Italia.

Tu affideresti ad un bandito i tuoi denari?
Non credo, quindi per questo motivo il Congresso ha bocciato il piano che prevedeva (appunto) quello che tu hai suggerito.

Infatti il piano di salvataggio riguardava banche non ancora fallite alle quali i Tesoro americano avrebbe dovuto acquistare i debiti (pagandoli ovviamente) e lasciando loro i soli crediti.

La divisione in BAD e GOOD company non la stanno utilizzando solo in Italia.

Il concetto e' assai semplice: fintanto si fanno utili questi vanno nelle tasche dei soci di maggioranza, amministratori e dei manager. Quando i profitti cessano ed iniziano i problemi si accolla tutto alla comunita'.

Il liberismo alla Bush (ma anche quello psiconanesco) prevede la privatizzazione degli utili e la collettivazione delle perdite.

Il Congresso (fra l'altro sono stati proprio i repubblicani a far fallire la proposta Bush) ha bocciato il provvedimento ma non e' detto che non venga trovata una diversa soluzione. Per esempio quella di una class action governativa nei confronti dei super manager miliardari, poi con la galera con coloro che si fossero resi colpevoli di frode, poi con un aiuto alle famiglie che sono state ridotte in mutande.

Obama infatti, pur dichiarandosi favorevole ad un piano di salvataggio (che e' necessario per salvaguardare il mercato e gli investitori piu' deboli) si e' detto contrarissimo al fatto che i super manager, col piano di Bush, avrebbero comunque percepito i loro lauti compensi.

*** fine parte inutile***

Adesso, passando alle cose serie, i miei tarocchi dicono che quando verra' annunciato il prossimo piano di salvataggio (e sara' a breve) le borse risaliranno un po', ma la discesa non sara' finita.

Gli Arcani Maggiori mi dicono anche che in occasione delle elezioni americane dovrebbe iniziare un rally positivo (statisticamente quello delle elezioni statunitensi e' di norma un mese positivo per le borse).

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Se ti vado bene come cartomante, questo posso offrire. Per le analisi geopolitiche (sballate) lascia che sia Lexi a farle. :-)""

Sul blog di Lexi c'è un articolo dove Avorio di fatto riconosce gli errori di Bush e si dice pronta ad accettare a malincuore la vittoria di Obama.

Quello che mi è piaciuto dell'articolo di Lexi è che pur ammettendo la delusione che avrebbe in caso di una vittoria di Obama, la prima cosa che farebbe sarebbe quella di fare le congratulazioni a suo marito e ai suoi genitori grandi sostenitori di Obama.

Ho fatto un confronto con l'Italia, dove per i blog, non importa se di sinistra o di destra, chi vota per l'avversario è sempre e solo un idiota, perchè la ragione sta solo da una parte e chi vota per chi non ci piace è un caso disperato che non ha duttilità mentale o lo fa per biechi interessi.

Forse qualcosa dagli americani dovremmo impararlo.

ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

perchè la ragione sta solo da una parte e chi vota per chi non ci piace è un caso disperato che non ha duttilità mentale o lo fa per biechi interessi.

Hai ragione. Ci sono delle persone veramente disdicevoli in giro. :-)

Cerva ha detto...

"Infatti il piano di salvataggio riguardava banche non ancora fallite alle quali i Tesoro americano avrebbe dovuto acquistare i debiti (pagandoli ovviamente) e lasciando loro i soli crediti."

Sì, ma non è affatto quello di cui parlavo io.

Io ti ho parlato di "fare un prestito" perchè intendevo letteralmente "fare un prestito". Quando vai in una banca (una di quelle normali) se ti fanno un prestito ti danno dei soldi, tu ci fai quello che vuoi, compreso pagare i compensi che vuoi tu a chi vuoi tu, ma poi li restituisci con gli interessi. Se fai un mutuo, la cosa è simile ma in genere dura più a lungo. Tuttavia paghi sempre gli interessi.

Quindi la banca, quando ti fa un prestito, non ti divide in BAD Klára e GOOD Klára e si compra i debiti di BAD Klára.

Sostanzialmente la banca si compra un temporanemente un pezzo di GOOD Klára con la promessa che Klára poi se la ricompri ad un prezzo maggiorato, sperando/valutando che GOOD Klára sia veramente almeno un pò GOOD.

"Fare un prestito a qualcuno" è una cosa, "pagare i debiti di qualcuno" è un'altra cosa.

Ovviamente sarebbe un prestito speciale (lo Stato potrebbe porre ulteriori vincoli) ma la differenza tra le due proposte (quella di Bush e quella, più modesta, mia).

Proprio perchè capisco cosa significa quel piano mi chiedevo perchè non si facesse qualcosa di simile ad un prestito, eventualmente in 10 o 20 anni, ma con un punto fermo: che i cittadini dopo aver sborsato dei soldi alla fine si vedono restituire, in maniera simile a quanto succede alla banche, la somma prestata con un di più per il disturbo o come "tassa sulla demenza" degli economisti e dei manager.

Quindi sì: quella **parte era inutile** perchè rispondeva ad una questione che non avevo posto. Rimango col dubbio. Comunque grazie per il tempo dedicato.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Quindi sì: quella **parte era inutile** perchè rispondeva ad una questione che non avevo posto.

Mi spiace davvero. Non avevo compreso cosa tu chiedessi, come non ho compreso molto della tua "proposta". Pero' mi pare che tu avessi gia' tutte le risposte.
Devi riconoscere di essere stato un po' ingarbugliato ed il mio cervello e' assai limitato: le questioni troppo complesse sono per me indecifrabili. Se la prossima volta riuscirai a spiegarti in modo piu' semplice, forse potro' essere di maggior aiuto. :-)

Cerva ha detto...

"come non ho compreso molto della tua "proposta"."

La differenza tra fare un prestito ad una persona e sborsare del denaro per ripianare tout-court i debiti di quella persona è incomprensibile?

"Pero' mi pare che tu avessi gia' tutte le risposte."

Perchè ti pare così? Non ho ancora capito perchè una "operazione" del genere non è presa in considerazione.
Magari è una evidente sciocchezza per motivi che non capisco. Se lo è, non lo è per quello che hai scritto tu, però.

Inoltre non so ancora se, secondo te, pur essendo il "piano Bush" una porcata, le conseguenze nel caso in cui non facessero nulla sarebbero peggiori o migliori. Nè cosa pensi potrebbero fare in alternativa. Questo era il senso della domanda iniziale.

Come vedi non c'era nessuna intenzione minkiotuttologica recondita.

Rez ha detto...

@chiara
Rez, e' semplice. Basta toccarli o portarli addosso. :-)

Tanto per sdrammatizzare... siccome non sono superstizioso chiederò di farlo alla mia amica che lo è ... ma dovrò fare un viaggio per questo!

:-)

michail tal ha detto...

Ciao Klara
anche un altro punto di vista:

http://www.corriere.it/editoriali/08_settembre_27/ma_cosi_e_nato_google_0628376c-8c54-11dd-a5ba-00144f02aabc.shtml

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Cerva ha detto...

Continuo a noncapire. Vedi che sono tonta?
Continuo a non capire quali siano le aspettative che hai da me e da questo blog.

La differenza tra fare un prestito ad una persona e sborsare del denaro per ripianare tout-court i debiti di quella persona è incomprensibile?

Questo non e' incomprensibile.

Perchè ti pare così? Non ho ancora capito perchè una "operazione" del genere non è presa in considerazione.

Ti aspetti che te lo spieghi io?
Io non sono un'esperta di politica.

Magari è una evidente sciocchezza per motivi che non capisco. Se lo è, non lo è per quello che hai scritto tu, però.

La tua ultima frase e' ambigua. Nel caso, leggi bene, non ho mai scritto che fosse una sciocchezza. Ho solo scritto che non ho compreso bene il tutto.


Inoltre non so ancora se, secondo te, pur essendo il "piano Bush" una porcata, le conseguenze nel caso in cui non facessero nulla sarebbero peggiori o migliori. Nè cosa pensi potrebbero fare in alternativa. Questo era il senso della domanda iniziale.

Infatti non penso nulla e non so nulla, e capisco il problema che hai (di non sapere come la penso io), ma ti sei mai posto la domanda che forse ci sono interlocutori che, con il loro modo di fare, mi stimolano risposte ed altri no?

Come vedi non c'era nessuna intenzione minkiotuttologica recondita.

Si' si'. Ho capito. E' chiaro che non sei Io_tuttominkiologo. :-)

Cerva ha detto...

Comunque Vittorio Zucconi ha detto che la crisi non è un problema e che il piano Bush verrà approvato e tutto si risolverà con un'altra crisi di inflazione tra 3 anni.
Mi è sembrata una ANALISI GEOPOLITICA QUANTOMAI CONVINCENTE e, per i più, proveniente da SINISTRA. Praticamente il massimo, a livello strutturale.
Direi che si tratta di un contributo in grado di mettere un punto fermo in questa diatriba che ha infiammato la blogosfera.

michail tal ha detto...
"anche un altro punto di vista:
http://www.corriere.it/editoriali/08_settembre_27/ma_cosi_e_nato_google_0628376c-8c54-11dd-a5ba-00144f02aabc.shtml"

Che Google non ci sarebbe stata credo sia una sciocchezza. Non credi che, al massimo, avrebbe semplicemente messo qualche anno in più per diventare il colosso che è? L'automobile di massa - per dire - non nasce per il fatto che qualcuno non sa dove mettere i soldi ma per una convergenza di sviluppo tecnico, sviluppo sociale ed idee, sia progettuali che di marketing. Se i soldi non li avessero trovati in una maniera li avrebbero trovati in un'altra.

Però, Klara, vedi che in Svezia hanno fatto qualcosa di simile a quello che dicevo io: approfittare della difficoltà delle banche per fare degli utili (investendo o prestando denaro ) e pagarci un pò di debito nazionale invece che ripianare i debiti delle banche e basta, aumentando il debito nazionale. Invece il resto della tua discussione/polemica, scusami ma non mi interessa molto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Cerva ha detto...
Comunque Vittorio Zucconi ha detto che la crisi non è un problema e che il piano Bush verrà approvato e tutto si risolverà con un'altra crisi di inflazione tra 3 anni.
Mi è sembrata una ANALISI GEOPOLITICA QUANTOMAI CONVINCENTE e, per i più, proveniente da SINISTRA. Praticamente il massimo, a livello strutturale.
Direi che si tratta di un contributo in grado di mettere un punto fermo in questa diatriba che ha infiammato la blogosfera.


Tu credi che quanto detto da Zucconi sia Vangelo e che basti cio' a mettere un punto fermo?
Io non credo. E' solo una sua opinione. Neppure lui puo' avere gli strumenti per determinare come e quando si risolvera' la crisi.
Il mio parere e' diverso.
La crisi ha in se' i germi della speculazione piu' selvaggia.
Qualche giorno fa Bush se n'e' uscito con un'altra delle sue. "O il Congresso approva il piano o sara' un disastro perche' ormai siamo al collasso".
Lunedi', a piano bocciato, c'e' stato ovviamente il crollo perche' la gente e' stata terrorizzata dall'annuncio di Bush.
Mi chiedo: se Bush non avesse parlato alla nazione ci sarebbe stato lo stesso panico oppure tutto avrebbe avuto uno svolgimento piu "regolare"?
La crisi finanziaria e' di per se' un fatto, ma viene usata, con discorsi, affermazioni, smentite, eccetera, come uno strumento speculativo.
Nessuno sa quale sia l'effettiva entita'. ma mentre la gente non sa cosa fare, i dinosauri basandosi sulla volatilita', rastrellano gli ultimi soldi rimasti in giro.
Il mio personale punto di vista e' che Bush vuole concludere in bellezza il suo mandato. Non politicamente che' ormai sul quel punto e' gia' piu' che sputtanato, ma facendo arricchire il piu' possibile certa gente come nei trascorsi otto anni ha fatto arricchire i petrolieri.
Come ciliegina sulla torta voleva pure "salvare" l'economia americana iniziando con il salvare i compensi d'oro dei manager.
E' su questo punto che il Congresso ha bocciato la sua proposta. Non tanto sul piano in se' ma sul fatto che i primi soldi che il Tesoro avrebbe versato sarebbero andati a pagare i compensi di dei bancarottieri.
Adesso si attende un nuovo piano, diverso, magari strutturato sulle basi che dettera' il prossimo presidente.
Ne' McCain, ne' Obama infatti erano propensi a firmare assegni in bianco ed a mettere la faccia in un progetto targato Bush che, come e' ormai evidente, e' stato uno dei piu' incapaci presidenti USA.

Però, Klara, vedi che in Svezia hanno fatto qualcosa di simile a quello che dicevo io: approfittare della difficoltà delle banche per fare degli utili (investendo o prestando denaro ) e pagarci un pò di debito nazionale invece che ripianare i debiti delle banche e basta, aumentando il debito nazionale.

Sul punto del prestito invece del ripianamento con statalizzazione non so dirti molto in quanto credo che certe decisioni risentano appunto del germe speculativo che sottende, ormai, ad ogni decisione politica.
Se in Svezia l'hanno fatto e' forse perche' ad amministrare non sono i "paperon de'paperoni", ma gente che non ha grossi conflitti d'interesse.

Invece il resto della tua discussione/polemica, scusami ma non mi interessa molto.

Allora se non ti interessa, vedi d'ora in poi di iniziare tu per primo ad essere meno polemico nel modo in cui ti proponi. Io sono disponibile al dialogo, ma alla prossima allusione minkiologa puoi di nuovo cambiare nick... ed anche modo di scrivere. :-)

Bibi ha detto...

@davide
"Quello che mi è piaciuto dell'articolo di Lexi è che pur ammettendo la delusione che avrebbe in caso di una vittoria di Obama, la prima cosa che farebbe sarebbe quella di fare le congratulazioni a suo marito e ai suoi genitori grandi sostenitori di Obama.

Ho fatto un confronto con l'Italia, dove per i blog, non importa se di sinistra o di destra, chi vota per l'avversario è sempre e solo un idiota, perchè la ragione sta solo da una parte e chi vota per chi non ci piace è un caso disperato che non ha duttilità mentale o lo fa per biechi interessi.

Forse qualcosa dagli americani dovremmo impararlo."

Scusa ma non riesco a non ridere leggendo queste righe.... Sicuramente conoscerai meglio di me il programma politico dei due candidati alla presidenza americana. Io so solo che tra i repubblicani ed i democratici le differenze sono tali che trasferite al panorama politico italiano, sarebbe come immaginare di scegliere tra berlusconi e fini.
E pensa che berlusconi sarebbe il democratico!
a.y.s. Bibi
P.S. sempre con affetto perchè donare un sorriso è sempre più difficile al giorno d'oggi.

Cerva ha detto...

"Tu credi che quanto detto da Zucconi sia Vangelo e che basti cio' a mettere un punto fermo?"

(ç_ç)


















_ _ <- Braccia

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Cerva: E' un rebus o prendi per il culo?

Tu hai scritto questo: "Mi è sembrata una ANALISI GEOPOLITICA QUANTOMAI CONVINCENTE e, per i più, proveniente da SINISTRA. Praticamente il massimo, a livello strutturale.
Direi che si tratta di un contributo in grado di mettere un punto fermo in questa diatriba che ha infiammato la blogosfera."

Come deve essere interpretato?
Se non e' cosi', per cortesia perche' non metti delle postlle invece di fare dei disegnini stile geloglifici?
Credevo che il linguaggio si fosse evoluto dai tempi delle piaramidi.

Sai cosa? Se non prendi per il culo credo non esista canale comunicativo fra noi due. Non e' un dramma. Puoi cercare altrove qualcuno/a che riesca a comprenderti. :-)

Jakala ha detto...

Tutti hanno chiaro i motivi della crisi e l'avevano previsto da tempo.
Tutti hanno le soluzioni evidenti e non capiscono perché i politici non le seguono.
Tutti stranamente invece di usare queste informazioni per diventare ricchi, le diffondono su internet dal loro posto di lavoro.
Mah...com'era quel forum di fenomeni da baraccone? Sicuro che non esista uno equivalente di economisti/maghi della finanza?

Sopratutto non si capisce perché c'è tanta gente ansiosa di far pagare (o prestare a tassi irrisori) ad altri i debiti di gente che aveva bonus miliardari.

michail tal ha detto...

"Non credi che, al massimo, avrebbe semplicemente messo qualche anno in più per diventare il colosso che è? "

Non credo.
Se oggi vestiamo Levis, cerchiamo con Google, lavoriamo con Microsoft, ascoltiamo musica con Apple etc etc è anche perchè il loro sistema riesce a valorizzare molto meglio la creatività FINANZIANDO progetti laddove qui in Italia ti riderebbero in faccia.
Qui i soldi li danno solo ai vari Ricucci, ai politici, ai faccendieri, a chi i soldi già li ha.

Klara
credo che i repubblicani abbiano bocciato il piano solo per farsi un po' di pubblicità demagogica a pochi giorni dalle elezioni...fa bene mostrarsi paladini del portafoglio del cittadino, salvo poi derubarlo al momento giusto.

connemara ha detto...

ciao Chiara
intanto complimenti per il tuo BLOG
Credo che ti inseriro nel mio blogroll

Venendo al tuo post, non vorrei essere considerato anch'io uno iettatore, ma temo che l'america e il mondo non abbiano ancora il coraggio di eleggere un presidente di colore, perciò credo che McCain non sia tanto diverso dall'attuale presidente

ciao
Connemara

http://giudichiamolo.blogspot.com/2008/04/benvenuti.html

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Jakala ha detto...

Tutti hanno chiaro i motivi della crisi e l'avevano previsto da tempo.

Beh, non so se TUTTI lo focessero, ma in questo blog ci sono le prove di quanto ho iniziato a dire da oltre un anno (guardati ad esempio il post su Cassandra).

Tutti hanno le soluzioni evidenti e non capiscono perché i politici non le seguono.

Perche' i politici seguono solo i loro interessi e non quelli del Paese, ma e' una risposta banale... anche se l'unica esatta. :-)

Tutti stranamente invece di usare queste informazioni per diventare ricchi, le diffondono su internet dal loro posto di lavoro.

Beh, non posso lamentarmi sul modo in cui ho usato le informazioni. Sono short da dicembre scorso e ti lascio immaginare la mia felicita' :-)
Se ho voluto dare qualche info in questo blog su quanto dicono i miei tarocchi, l'ho fatto solo perche' nei forum e nei blog dei tuttologi della minkia scrivevano cose che, se prese alla lettere, potevano davvero danneggiare qualche amico che qui legge e del quale desidero ogni bene. Dopotutto, per quattro gatti che mi seguono, non credo che cio' possa sconvolgere il mercato. :-)

E' sempre stato il brutto lato del mio carattere quello di NON interessarmi solo a ME STESSA.

E poi chiamala pure per cio' che e': ostentazione di vanita':-)

@ michail tal ha detto...

credo che i repubblicani abbiano bocciato il piano solo per farsi un po' di pubblicità demagogica a pochi giorni dalle elezioni...

La differenza fra i repubblicani in USA e i berluschines qua e' che la' non tutti leccano il culo a Bush.
SOno certa che ci siano persone che realmente hanno agito con onesta'. Personalmente devo dare atto che il piano Bush era un vero ladrocinio. Paragonabile all' affair Alitalia.

Prossimamente si pronunciera' il Senato e vedrai che con qualche modifica il piano sara' approvato. Il fatto POLITICO importante e' che su tale piano ci sia la firma del nuovo presidente e non di un'affarista, guerrafondaio, lobbista come Bush.

Chi si illudeva che Obama avrebbe firmato l'assegno in bianco di Bush non aveva chiaro che farlo avrebbe dato forza ai repubblicani. Adesso l'America tutta critica Bush non solo per i risultati ottenuti alla fine del suo mandato (una guerra non vinta ed eterna in medio oriente, un dollaro che ancora vale il 40% meno dell'euro, l'indebitamento fuori controllo, le borse che tracollano), ma soprattutto per aver fatto l'ennesima azione di terrorismo: quella di annunciare che SENZA piano tutto sarebbe andato in malora.

il dirlo in TV e' stato deleterio per i mercati....

E lui lo sapeva :D


@ connemara ha detto...

ciao Chiara
intanto complimenti per il tuo BLOG
Credo che ti inseriro nel mio blogroll


Grazie. Anche io daro' un'occhiata al tuo e nel caso fosse compatibile con il mio lo inseriro' nel mio blogroll. :-)

davide ha detto...

Caro amico Bibi

""Scusa ma non riesco a non ridere leggendo queste righe.... Sicuramente conoscerai meglio di me il programma politico dei due candidati alla presidenza americana. Io so solo che tra i repubblicani ed i democratici le differenze sono tali che trasferite al panorama politico italiano, sarebbe come immaginare di scegliere tra berlusconi e fini.
E pensa che berlusconi sarebbe il democratico!""

Se uno legge davvero i programmi dei partiti in Italia deve essere un gran burlone.

Negli stati del nord europa i conservatori dicono: vi riduciamo le tasse ma anche i servizi e le tutele sociali. I socialisti democratici dicono: vi garantiamo i servizi sociali e le tutele a favore delle fascie più deboli, ma non riduciamo le tasse.

Nel caso dei politicanti italiani prima delle elezioni vengono promesse riduzioni fiscali e aumento delle spese sociali per tutti. Credo che la maggioranza votino uno schieramento, io sono uno di quelli, solo perchè spera che faccia un po' meno disastri degli altri.

In ogni caso il sistema americano è molto diverso dal nostro ed è difficile fare paragoni, ma è vero quello che hai detto, soprattutto relativamente alle scelte economiche, che non ci sono grosse differenze fra i due candidati.

Quello che io volevo mettere in evidenza è che in america si accetta la sconfitta lealmente senza cianciare di minacce alla democrazia o di brogli elettorali.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Sul blog di Lexi c'è un articolo dove Avorio di fatto riconosce gli errori di Bush e si dice pronta ad accettare a malincuore la vittoria di Obama.

Meglio tardi che mai.

Solo pochi giorni fa scriveva questo:

Il nervosismo di Obama non è di poco conto e scaturisce dalla constatazione che, per la prima volta dopo 48 anni, un candidato alla Vice-Presidenza incide in maniera così sontuosa sulle dinamiche elettoralistiche (era capitato solo con Lyndon Johnson, vice di J.F.Kennedy).

La sensazione è che, per il momento, lo staff democratico non è in grado di trovare argomenti validi per frenare l’effetto Palin. Per di più certi attacchi diretti tornano indietro come boomerang.


L'avevo commentata/o in MC contestando la sua visione che poi (ovviamente) si e' dimostrata tutta sballata.

E' stata proprio la Palin con le sue gaffes, una delle cause della debacle di Mc Cain. Lo staff democratico non doveva trovare alcun argomento per frenare la Palin. Bastava la lasciassero parlare.

Che adesso Lexi-Facci voglia dare l'immagine della brava mogliettina innamorata, con un post strappalacrime su quanto vuole bene al maritino, e' sicuramente tenero, ma tende a spostare l'attenzione dall'inesattezza di tutte quante le cose che ha scritto su affari familiari chee' solita tirare in ballo quando sbaglia completamente le sue analisi.

Ma le non aveva una nonna tzigana e posso capire che non sia in grado di fare delle previsioni azzeccate.

Quando si prende per il culo gli avversari, ed i commentatori che la contestano, con argomentazioni che si rivelano ineasatte, come minimo si chiede loro scusa.

Ma "l'italica/o" Lexi-Facci sa bene come far breccia nei cuoricini dei suoi fans...
Volemose bene e tutto finisce a tarallucci e vino.

Sai quando ho iniziato a non stimarla/o piu'? Quando ha scritto tutte quelle aberrazioni su Che Guevara. Un uomo al quale il suo presidente lobbista e imboscato avrebbe dovuto baciare il culo.

davide ha detto...

Distinta Chiara,

"Sai quando ho iniziato a non stimarla/o piu'? Quando ha scritto tutte quelle aberrazioni su Che Guevara. Un uomo al quale il suo presidente lobbista e imboscato avrebbe dovuto baciare il culo."

Mi chiedo quanto conosci veramente di Che Guevara. Sia ben chiaro che io non voglio santificare Bush, perchè ti ho sempre detto che lo valuto per quello che fa senza pre concetti.

Però ti ricordo che a Cuba è stato Che Guevara, quando era ministro dell'economia, ad introdurre i campi di lavoro forzato per i dissidenti del regime.

Comunque questa tua ostilità nei confronti di Lexi non riesco a capirla. Se ti ha censurato commenti ha sicuramente sbagliato, perchè chi esprime idee diverse dalle nostre va sempre ascoltato. Però trovo strano che ti abbia censurato dei commenti perchè ho notato che ha sempre fatto passare commenti di nick di sinistra (anche molto polemici nei confronti delle sue posizioni) come Mente Critica, Fabio, Mr. Mandelbrot ecc. senza problemi.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ davide ha detto...
Mi chiedo quanto conosci veramente di Che Guevara.

Ti ricordo che in vita mia ho letto molto.
Certamente non l'ho conosciuto di persona.


Comunque questa tua ostilità nei confronti di Lexi non riesco a capirla.

Non e' ostilita'. Solo non la/lo stimo e la/lo reputo solo una che sa scrivere e niente piu'.
Le sue analisi geopolitiche si sono dimostrate (al pari di quelle di Bush) propagandistiche e sballate.
Solo Facci avrebbe potuto arrivare a tanto :-)

Se ti ha censurato commenti ha sicuramente sbagliato, perchè chi esprime idee diverse dalle nostre va sempre ascoltato. Però trovo strano che ti abbia censurato dei commenti perchè ho notato che ha sempre fatto passare commenti di nick di sinistra (anche molto polemici nei confronti delle sue posizioni) come Mente Critica, Fabio, Mr. Mandelbrot ecc. senza problemi.

Intendi dire che mentirei e che in realta' non mi avrebbe mai censurato i commenti? :-)

davide ha detto...

Distinta Chiara,

""Intendi dire che mentirei e che in realta' non mi avrebbe mai censurato i commenti? :-)""

Assolutamente no. Solo che lo trovo strano perchè in genere ha sempre passato commenti anche duri nei confronti di quello che diceva.

Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Davide, tu trovalo pure strano ma le cose non cambiano.
La/il tanto "democratica/o" Lexi-Facci, pur di non far leggere il mio commento, l'ha cestinato.

Per questo motivo presumo di averci "preso" nel giro di tarocchi che avevo fatto :-)))

gatsby ha detto...

Ciao Chiara
Il termine iettatore mi aveva incuriosito..
Oggi ho avuto una giornata così sfigata che mi sono davvero chiesto se fossi vittima di qualche congiunzione astrale.
Ultimamente non ho molto tempo e ti seguo poco.
Volevo solo aggiungere un piccolo contributo alla tua discussione e a quella dei tuoi preziosi amici.
Ci stanno sbandierando che il sistema bancario italiano è solido.
Tremonti ci rassicura ogni giorno con frasi del genere: "Quando tutto sarà finito l'Italia sarà piu' forte degli altri".
Puo' essere.
Io volevo solo limitarmi a considerare che il sistema italiano permette alle nostre banche di praticare il TAGLIEGGIO in maniera indiscriminata, e cio' permette loro di vivere di rendita senza la necessità di imbarcarsi in avventurose speculazioni.
A questo proposito vorrei ricordare che, rispetto alle consorelle anglosassoni, le banche in Italia sono viste come soggetto DEBOLE.
Nel diritto fallimentare, dopo i lavoratori, ci sono loro, e poi tutti gli altri.
Se fallisci in Inghilterra o negli Usa le banche rimangono coinvolte nel tuo fallimento.
Sono corresponsabili.
Il collasso Usa sarà anche colpa di un sistema amorale, ma noi siamo quantomeno immorali :-)

Cerva ha detto...

Michail Tal: ""Non credi che, al massimo, avrebbe semplicemente messo qualche anno in più per diventare il colosso che è? "

Non credo.
Se oggi vestiamo Levis, cerchiamo con Google, lavoriamo con Microsoft, ascoltiamo musica con Apple etc etc è anche perchè il loro sistema riesce a valorizzare molto meglio la creatività FINANZIANDO progetti laddove qui in Italia ti riderebbero in faccia."

Quarda che non hai detto nulla di diverso da ciò che penso io ma sostenere che le cose come Google nascono grazie alle crisi finanziarie è una sciocchezza ugualmente. Se non cercassimo con Google cercheremo con Yahoo e se Google non fosse nato diversi anni fa, sarebbe nato solo pochi anni fa o starebbe per nascere tra sei mesi o l'anno prossimo, magari in India o in Cina. Francamente penso che i massimi benefici di google sono tutti per google, al momento non vesto Levis e non vedo come vestire Levis sia un fatto positivo per qualcuno oltre che per Levis.
Francamente l'impatto culturale e sociale dell'innovazione "Google" (e parlo di "Google", non della "Rete") credo sia ampiamente inferiore a quello dell'innovazione "piccoli calcolatori elettronici" che è scaturita dagli sforzi di innovazione a scopo bellico. Dobbiamo sperare che accada presto una nuova guerra fredda o calda su scala planetaria?

Tra non dare soldi a nessuno tranne che al Ricucci locale oppure "diamo i soldi a tutti anche se il 99.99% sono buttati così nasce il nuovo google" ci sono tante vie di mezzo.

Ma possibile che si debbano leggere solo questi manicheismi?
Che barba!

Jakala: "Tutti hanno le soluzioni evidenti e non capiscono perché i politici non le seguono."

La mia non era una proposta di una "soluzione geniale". Era più che altro uno spunto per sottolineare come le cose sono più complicate e lo stesso dibattito politico reale è molto più articolato di quanto non si sia portati a pensare leggendo certa informazione (anche "alternativa").

"Sopratutto non si capisce perché c'è tanta gente ansiosa di far pagare (o prestare a tassi irrisori) ad altri i debiti di gente che aveva bonus miliardari."

Non credo che ci sia gente ansiosa di far pagari i debiti di questi ricconi oltre che i ricconi ed i loro amici (e la faccia da pirla di Zucconi, che oltre a essere un giornalista di Repubblica ha parenti stretti che lavorano nella finanza).

Però se ti fai i conti vedi che i patrimoni di questi manager (che sono giustamente additati come infamoni) sono comunque dell'ordine di un millesimo della manovra di Bush/Paulson.

Resta sempre la quasi certezza che informarsi, a dispetto di Google-nato-dalla-bolla, è solo una illusione.

Cerva ha detto...

Gli articoli che ha suggerito Michail su lavoce sono interessanti. Almeno spiegano un pò di dettagli.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics