mercoledì 9 luglio 2008

32
comments
Pari opportunita'

Non e' sarcasmo, ma non riesco proprio ad essere indignata di fronte ai criteri con i quali sembra sia stata scelta la compagine ministeriale italica. Sono sincera, non posso scandalizzarmi per un comportamento che ho visto diffuso ad ogni livello, ovunque.

Ho il timore che alla fine, a causa del bigottismo ipocrita imperante nel Bel Paese, sulla gogna mediatica sara' messa solo la povera ragazza, e questo non lo ritengo giusto. Uomini e donne si svendono ogni giorno per molto, molto meno, e lei, in fondo, ha fatto cio' che la stragrande maggioranza delle persone avrebbe fatto. Io per prima!

E' solo una questione di "compenso" (diceva Vlada), ed in quel caso il "compenso" era assai interessante. Qualsiasi puttana avrebbe fatto salti di gioia pur di trovarsi al suo posto. Anzi, sono piu' che certa che al suo posto, ed in una certa "posizione", siano state in molte a trovarsi, solo che non sono state abbastanza "brave" come e' stata lei. :-)

Quella ragazza e' diventata un esempio per tutte (ex o praticanti). Un autentico mito. Difficile arrivare a tale livello se non si e' piu' che brave nel proprio "lavoro", e di questo (sotto sotto) sono un po' invidiosa, perche' molti credevano che io fossi una delle migliori, ma devo (ahime') deluderli. In confronto a lei mi sento una dilettante.

L'unica cosa che pero' adesso ci attendiamo da lei e' che, per incarico istituzionale, faccia avere a tutte le donne le stesse sue pari opportunita'. :-)


PS: Devo stare attenta a non far capire di chi e di cosa sto parlando... Non vorrei essere intercettata. Di questi tempi non si sa mai...

32 commenti :

Rez ha detto...

Chiara sei veramente forte!

Buona vita

Antonio ha detto...

non ti preoccupare, non si è capito per nulla di chi stai parlando ! :-))
Comunque non credo che ciò che è successo gioverà alla pari opportunità, e anche se questa persona dimostrerà notevoli altre qualità (tutte da verificare), sarà sempre additata come colei che ha raggiunto il potere tramite mezzi che nulla hanno a che fare con le mansioni affidate.

Flyingboy ha detto...

Suvvia, tutte insinuazioni inventate dai comunisti :-)

Mettersi “in ginocchia” di fronte a certi omoni, vuol dire al massimo dare un bacio indole sulla fronte cercando il spazio tra i pelli trapiantati dalle parti intime.
A’parte che, il nasino di Pinocchio non veniva confuso con qualcos’altro.

Un po’ come quando la Biancaneve si sedesse sulla faccina di Pinocchio per fargli le prime lezioni di sesso:
P:” E adesso, che devo fare?”
B:”Menti Pinocchio, menti….”

Kamavirya ha detto...

...Stai FORSE facendo riferimento alla FALSA (ormai appurata) telefonata attribuita ad alcuni personaggi e pubblicata da un blog? ;-)

E che ora diversi media, quelli che hanno sguazzato nel fango, dicono trattarsi di un EVIDENTE articolo satirico? ;-)

Mi domando sempre più spesso però dove termina la satira e dove iniziano gli insulti, il cattivo gusto e la diffamazione...

KAM

gatsby ha detto...

Ciao Chiara
Premesso che, come al solito, sai essere irresistibile, vorrei sottolineare l'ipocrisia generale che regna in questo paese.
Cio' che ha fatto la signorina in questione mi interessa relativamente.
Mi piacerebbe giudicarla dai fatti, ma non credo che gliene verrà data la possibilità.
Di scandali di corte ne è piena la storia, in maniera assolutamente trasversale, ma solo da noi vengono enfatizzati e usati strumentalmente.
Continuando cosi' a perdere l'occasione di focalizzare l'attenzione su aspetti ben piu' importanti.
In Francia, in Gran Bretagna, in Germania, negli Stati Uniti, queste cose sono all'ordine del giorno.
Questi foresti mostrano almeno una certa abilità politica che va di pari passo a quella dimostrata sotto le lenzuola.
I corrispettivi italici, di destra e di sinistra, sembrano invece possedere una sola qualità.
Quella di mandare il paese a puttane..

Antonio ha detto...

ecco, la persona in oggetto non ha tardato a farsi sentire.
Da il Corriere della sera :
"Nel dettaglio, il primo dei quattro articoli del disegno di legge di Mara Carfagna introduce nel codice penale un nuovo reato (prostituzione di strada e in luoghi aperti al pubblico: bar, club, etc): la prima volta, la lucciola e il cliente pagheranno sanzioni amministrative che oscillano tra i 200 e i 3.000 euro; in caso di reiterazione del reato, oltre alla sanzione tra i 200 e i 1.000 euro, scatta l'arresto da cinque a 15 giorni."

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Kamavirya: ...Stai FORSE facendo riferimento alla FALSA (ormai appurata) telefonata attribuita ad alcuni personaggi e pubblicata da un blog? ;-)

Veramente io non leggo molto in internet... a parte Wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Mara_Carfagna

@ Gatsby: Cio' che ha fatto la signorina in questione mi interessa relativamente.

A me invece interessa MOLTO! Voglio apprendere da chi ne sa piu' di me :-)

@ Antonio: il primo dei quattro articoli del disegno di legge di Mara Carfagna introduce nel codice penale un nuovo reato: prostituzione di strada e in luoghi aperti al pubblico.

In effetti E' REATO solo in luoghi aperti :-)

Flyingboy ha detto...

Anche se non nutro tanta simpatia e stima per il personaggio femminile del “racconto”, ma sicuramente non per il stesso atto possibilmente accaduto ma per certi suoi atteggiamenti e dichiarazioni bigotte, e per niente coerenti con il slogan della bandiera sventolata, rimane sempre il fatto importantissimo, ed e il concetto dell giusto e sbagliato per quello che riguarda le intercettazioni. Si dimostra di nuovo (che sorpresa) che basta condire i fatti questionabili con il sesso, per dirottare la attenzione sull fumo che riempie la cucina per fare imboscare il arrosto marcio.

Antonio ha detto...

"In effetti E' REATO solo in luoghi aperti :-)"
...se ti sembra giusto !!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Flyingboy: ma per certi suoi atteggiamenti e dichiarazioni bigotte, e per niente coerenti con il slogan della bandiera sventolata

A me la ragazza sta simpatica... non so, sara' per "affinita' elettiva" :-)

E' veramente "il modello vincente" della devochka di altissimo livello.
Onestamente: chi, fra tutte le persone che leggono e che criticano, non avrebbe voluto essere al suo posto? ... Senza considerare l'entita' dei "regalini" extra che sicuramente ha ricevuto. :-)

Chi s'indigna e' ipocrita o invidioso/a. :-)

E' vero che lei stava inginocchiata e lui era in piedi sopra il suo portafogli, ma comunque non si puo' negare che "quell'uomo" non abbia il suo "fascino"... chiedetelo a Sandro Bondi. :-)

Io un cliente cosi' lo avrei voluto eccome!!! :-)

Vlada diceva che "oltre un certo compenso non e' piu' una marchetta ma e' un "business". Io aggiungo che in taluni casi come questo diventa addirittura "arte". :-)

Non e' da tutti ottenere cio' che ha ottenuto la ragazza (qualora fossero vere le voci che circolano anche in Argentina).
Emilio Fede e' una vita che ci prova ed ancora non ha avuto alcun ministero :-)

Anche per quanto riguarda la legge sulle prostitute di strada... CACCHIO!... Le permetterete di difendere il suo business dalle concorrenti o no? :-))

Insomma, per cortesia, lasciate stare il mio mito.

Credo che mi tagliero' i capelli come lei. :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Antonio said...
"In effetti E' REATO solo in luoghi aperti :-)"
...se ti sembra giusto !!


SI'!!!!

Io e lei mica lo facciamo all'aperto :-)))

gatsby ha detto...

@Chiara
"Voglio apprendere da chi ne sa piu' di me".

Non sottovalutarti :-))

Flyingboy ha detto...

Chiara di Notte - Klára said...

A me la ragazza sta simpatica...


In effetti… «Se non fossi “”sterile”” la sposerei immediatamente» :-)

Antonio ha detto...

aaahhhh bene ! :-)))
si tratta allora di una legge ad personam !!
Tutto nella norma allora.
:-)))

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Antonio said...
non ti preoccupare, non si è capito per nulla di chi stai parlando ! :-))


A me preoccupa D'Agostino... non vorrei che leggesse e fraintendesse. Poi accade che mi oscurano il blog :-))

A lui (se mi legge) dico che NON STO PARLANDO DI PERSONE CHE SONO ALLA RIBALTA... Ogni riferimento e PURAMENTE CASUALE E NON VOLUTO.
La ragazza e' solo una mia "collega" :-)

michail tal ha detto...

Bonjour Klara

"Credo che mi tagliero' i capelli come lei. :-)"

in effetti ha un gran bel taglio, all'inizio pensavo tu avessi un taglio simile...tipo valentina

per te
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/07/08/il-ritorno-della-cortigiana-cortigiane-italia.html

Flyingboy ha detto...

michail tal said...
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/07/08/il-ritorno-della-cortigiana-cortigiane-italia.html

Dici che potrebbe ritornare?

At last their patience was satisfied and Catherine herself appeared; she threaded her way through the throng, "commented upon by the hundreds who admire her and the hundreds who envy her", speaking to a chosen few along the way. This done, "she turns, and drives back again towards Apsley House, and then away into the unknown world, nobody knows whither".

Flyingboy ha detto...

Sento la voglia di cittare (grazie michael per la segnalazione):

Dice lo scrittore Quirino Conti: «La vera cortigiana oggi è l' intrattenitrice televisiva, adulatrice di personaggi inconsistenti, connivente dei luoghi comuni, obbligata ad essere formosa, discinta e anonima per piacere all' audience da cui dipende il suo valore di mercato, la sua mediocre celebrità. Viviamo in un regime genitale basato sull' esaltazione del sesso. Quando di un uomo importante si dice che è potente, da noi si sottintende con compiacimento che lo è anche in senso sessuale. Non per niente da quando si sono diffuse voci sulla possibile incontinenza erotica di personaggi politici di primo piano, il favore verso questo governo è aumentato».

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Michail Tal: all'inizio pensavo tu avessi un taglio simile...tipo valentina

Ma dai...
Mi ci vedi con un taglio simile?
No no no. Non e' il mio stile.
Ho sempre portato i capelli lunghi, a parte brevi momenti della mia vita in cui ho voluto "sperimentare".

Grazie per la segnalazione di quell'articolo. Finalmente qualche Illustre la finira' di rompere le gonadi con il fatto che "cortigiana" non e' una professione di rilievo :-)))

Chissa' se qualche "padre" che ama tanto questa Italia di oggi, capira' che in fondo le proprie figlie hanno piu' possibilita' di successo frequentando gli 'studi ovali' piuttosto che le aule magne :-)

In un certo senso (loro non ci volevano credere), io ho precorso i tempi nell'affermare che QUELLA e' la migliore professione esistente :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

obbligata ad essere formosa, discinta e anonima per piacere all' audience da cui dipende il suo valore di mercato, la sua mediocre celebrità.

L'autrice di quell'articolo e' solo invidiosa. Ecco la sua foto :-))

http://www.la7.it/img/video/320X240/10129.jpg

Le piaceresse essere come tante "mediocri cortigiane" :-)))

Flyingboy ha detto...

Chiara di Notte - Klára said...

obbligata ad essere formosa, discinta e anonima per piacere all' audience da cui dipende il suo valore di mercato, la sua mediocre celebrità.

L'autrice di quell'articolo e' solo invidiosa. Ecco la sua foto :-))


:-))

Comunque, la parte citata che condivido pienamente era da Quirino Conti.
http://www.zam.it/home.php?id_autore=482

Unaltra citazione dal stesso autore come la risposta:
Che cosa c’entra il corpo umano, la geometria delle sue forme, con il concetto di bellezza? La bellezza non appartiene ad un mondo astratto? Perché legarlo ad un qualcosa di materiale e terreno come il corpo umano?
La modernità ci ha abituati ad una ortofonia, ecco perché non riusciamo più ad usufruire di questi concetti, ecco perché non riusciamo più a capire un Balenciaga, o un Hubert de Givenchy.
Proprio loro che sono stati tra i pochi ad aver visto in faccia la bellezza. Noi esseri umani a volte ci attacchiamo alla modernità come ultima, disperata zattera di salvezza. Per comprendere realmente un fenomeno, per ricostruirlo non bisogna star cronologicamente dopo esso, bensì prima! Da Stravinskij in poi abbiamo la comprensione di toni pagani neoclassici.

Antonio ha detto...

:-)))))))

michail tal ha detto...

"Chissa' se qualche "padre" che ama tanto questa Italia di oggi, capira' che in fondo le proprie figlie hanno piu' possibilita' di successo frequentando gli 'studi ovali' piuttosto che le aule magne :-)
"

trovo triste che sia cosi'...
oggigiorno i ragazzi piu' brillanti semplicemente emigrano. Ne conosco diversi, ci hanno pure fatto delle trasmissioni (report per dirne una).
Questo è frutto anche di un impoverimento culturale.

il tuo archetipo di donna Lilith come si comporterebbe in un contesto simile?


"In un certo senso (loro non ci volevano credere), io ho precorso i tempi nell'affermare che QUELLA e' la migliore professione esistente :-)
"

Divergo con te su questo. E' la migliore se come dici tu, una persona si sente molto talentuosa nello svolgerla. Ma non siamo tutti uguali, anzi credo che solo una ristretta minoranza di donne potrebbe intraprenderla.

Scusa il paragone banale ma è come se uno mi dicesse: il lavoro migliore per un uomo è entrare nella legione straniera, o entrare nei marines, o diventare incursore...

poi certo se è solo l'aspetto pecuniario che prendi in considerazione...ma mi sembra un po' riduttivo per una persona nobile d'animo come te.

Se avessi una figlia femmina il meglio che mi augurerei per lei è un bel 5 anni alla Normale di Pisa e poi un lungo periodo all'estero, che è profondamente formativo, sotto molti aspetti, in primis professionale.

Che severa che sei con Natalia!
:-)
da giovane (ha piu' di 70 anni!) magari è stata carina e mi risulta che abbia avuto molti amanti. E' stata una femminista incrollabile ed è una donna intelligente e sensibile.

sicuramente in media una persona brutta passerà piu' tempo a riflettere che a scopare. Le conseguenze sono imprevedibili :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

michail tal said...

trovo triste che sia cosi'...


Sara' pure triste, ma pare che secondo i sondaggi, il gradimento per il governo (dopo certe rivelazioni) sia salito dal 56% al 61%.
E' sicuramente triste per te, ma guarda come ride (qualcuno) a 32.000 denti :-)))
Quando parlavo di "padri" intendevo quelli ai quali VA BENISSIMO il sistema vigente (fatto di uomini potenti che scambiano le donnine in cambio di voti, oppure pompini in cambio di posti di responsabilita'), infatti hanno votato per averlo e combattono ogni giorno perche' nessuno si opponga ad esso...
Poi, criticano quelle stesse donnine che fanno i pompini in cambio di regali o posti di responsabilita', ed indicano loro LA STRADA GIUSTA DA SEGUIRE verso la virtu'.

Dove sta la coerenza? Io non la vedo.
Credo di essere molto piu' coerente io affermando che CHI SI VENDE per poco o GRATIS e' un'emerita imbecille. Chi invece si vende per tanto e' un mito.

Ma forse certi padri cercano di creare una societa' di imbecilli nella quale essi soli siano in grado di pensare e decidere.

Ci sono alti personaggi che hanno figlie giovani, anche carine, con le labbra giuste... sarebbero adattissime a certi lavoretti... chissa' se augurerebbero loro di fare carriera politica seguendo la strada che loro hanno indicato ad "altre", oppure se consiglierebbero le loro figlie SANTE a non inginocchiarsi mai di fronte ad alcuna patta, perche' e' cio' che fanno le puttane.

Noto un'ipocrisia alla quale ormai non esiste piu' limite.

Sono solo felice di essere dalla parte giusta del fiume. Quella della coerenza.

il tuo archetipo di donna Lilith come si comporterebbe in un contesto simile?

Direbbe: "ok... te lo ciuccio, Anzi, ti faccio anche la famosa Cucaracha, la pratica sopraffina imparata nei bordelli di Calcutta... pero' un ministero non mi basta. VOGLIO LA PRESIDENZA" :-))


Divergo con te su questo. E' la migliore se come dici tu, una persona si sente molto talentuosa nello svolgerla. Ma non siamo tutti uguali, anzi credo che solo una ristretta minoranza di donne potrebbe intraprenderla.

Hai ragione. Solo chi ha determinate doti puo' fare la puttana. Soprattutto d'alto bordo. Le altre devono accontentarsi di essere delle banali troie, se non addirittura troiette. :-)

Michail, e' solo una questione di PREZZO. Anche il nano ne ha uno, figuriamoci se non ce l'ha una massa di sfigati e sfigate che per tutta la vita sta con il naso schiacciato alla vetrina della pasticceria guardando GLI ALTRI che dentro mangiano i dolci.

Scusa il paragone banale ma è come se uno mi dicesse: il lavoro migliore per un uomo è entrare nella legione straniera, o entrare nei marines, o diventare incursore...

Il modo migliore (inteso con il minor dispendio di energia e di capitali) per far carriera per una donna carina, disinibita, senza troppi scrupoli e' quello indicato da cio' a cui assisti in questi giorni.

Esempi nella storia ce ne sono molti.

Sai qual'e' il problema che non fa accettare la tal cosa a voi maschietti?

CHE VOI LO POTETE FARE in modo assai limitato... In questo campo le donne dominano. :-)

poi certo se è solo l'aspetto pecuniario che prendi in considerazione...ma mi sembra un po' riduttivo per una persona nobile d'animo come te.

Nobile d'animo io? :-)))
Non mi conosci...
Nei panni della ragazza avrei dato assai di piu' per avere in cambio molto meno. :-))

Se avessi una figlia femmina il meglio che mi augurerei per lei è un bel 5 anni alla Normale di Pisa e poi un lungo periodo all'estero, che è profondamente formativo, sotto molti aspetti, in primis professionale.

Magari viene assunta come stagista dalla Casa Bianca... O al Cremlino... Sai mai che nella vita non possa far carriera politica anche lei. :-))

Che severa che sei con Natalia!
:-)
da giovane (ha piu' di 70 anni!) magari è stata carina e mi risulta che abbia avuto molti amanti. E' stata una femminista incrollabile ed è una donna intelligente e sensibile.
sicuramente in media una persona brutta passerà piu' tempo a riflettere che a scopare. Le conseguenze sono imprevedibili :-)


La mia severita' e' solo in merito a quella frase in cui riduce le belle ragazze al ruolo di bamboline sceme. Invece credo che molte di loro siano meno sceme di quanto lei creda.
E dato che ho visto la foto, posso capire perche' afferma certe cose.

PS: Una cosi' NON PUO' essere stata carina neppure da giovane... Fidati... se non per un brevissimo periodo del quale TUTTI si sono dimenticati. Persino lei :-)))

Antonio ha detto...

"Ma forse certi padri cercano di creare una societa' di imbecilli nella quale essi soli siano in grado di pensare e decidere."
Solo perchè questi padri sono degli imbecilli a loro volta, nessuna persona veramente in gamba e intelligente si circonda di imbecilli.

Dolce-Alexia ha detto...

Ciao Falco :-)
Nella vita tutti pensano di essere superiore da altri.
E quelli che non cercano di esserlo sono pochissimi, è questo che li rende unici e speciali ;-))

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Anche per quanto riguarda la legge sulle prostitute di strada... CACCHIO!... Le permetterete di difendere il suo business dalle concorrenti o no? :-))""

La proposta di legge in argomento, per quel po' che ho visto, vuole vietare la prostituzione in strada per LEGALIZZARE, a certe condizioni, la prostituzione negli appartamenti.

Non ho ancora letto il testo del disegno di legge, ma mi sembra che si muova nella direzione giusta.

Tanti saluti dal tuo Davide

michail tal ha detto...

"Nella vita tutti pensano di essere superiore da altri.
E quelli che non cercano di esserlo sono pochissimi, è questo che li rende unici e speciali ;-))
"

sagge parole Alexia! spesso sta proprio qui il nocciolo della questione
ciao :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: per LEGALIZZARE, a certe condizioni, la prostituzione negli appartamenti.

Anche nello "studio ovale"? :-)


spesso sta proprio qui il nocciolo della questione

Dove?

Ci sono piu' chiavi interpretative in cio' che ha scritto Alexia. Ti do la mia: per tanti anni mi hanno fatto credere di essere inferiore. Una sporca zingara.
Quando ho scoperto che con i capelli biondi mi trattavano da olandese, ho capito che l'inferiorita' razziale non esiste. E' un pregiudizio nella testa di chi e' idiota.

Esiste pero' una superiorita' ed un'inferiorita' fra persona e persona. Questo e' fuori discussione. Qui in Internet si evidenzia (almeno per me) tramite la capacita' di esprimere CHIARAMENTE delle idee coerenti, per esempio.

Cosa dovrebbe fare chi possiede questa capacita'? TACERE per non far sentire inferiore chi non e' in grado di agire nello stesso modo?

Odio la falsa modestia. FACCIO UN ESEMPIO: Se ho un bel culo HO UN BEL CULO, non ci sono ne' SE , ne' MA, e se il mio culo e' cio' che la gente desidera da me io me lo faccio pagare.
Serve a qualcosa MENTIRE E DIRE (sapendo che non e' vero): "ma no... il mio culo e' esattamente uguale a quello della Rosi Bindi"

E se la Rosi Bindi s'incazza e mi accusa di essere una che da' "troppa importanza al culo" le rispondo: "Cara, se tu avessi un culo come il mio ti assicuro che anche tu gli daresti importanza... forse anche piu' di me" :-)))

Tornando al tema del post... ed alla ragazza in questione: lei e' indubbiamente SUPERIORE alle sue colleghe e non solo. Con il minimo dispendio d'energia e' riuscita a piegare le ginocchia a chi da anni tiene in scacco l'opinione pubblica, costringendolo ad abiurare numerose amicizie che si attendevano da lui QUEL MINISTERO.

La ragazza ha saputo dimostrare che "politicamente" sa giocare bene le sue carte. :-)
Che poi esprima delle IDEE STRONZE, completamente opposte alle mie, questo non le toglie il merito di cio' che e' riuscita a fare con la sua capacita' "oratoria". :-)

D'altronde fra lei e Calderoli (oppure Maroni), ritengo assai meno incapace LEI. :-)

michail tal ha detto...

“Ci sono piu' chiavi interpretative in cio' che ha scritto Alexia. Ti do la mia: per tanti anni mi hanno fatto credere di essere inferiore. Una sporca zingara”

Cara Klara,

percepisco in te un brutale senso di rivalsa, molto radicato. Peraltro è una cosa che mi è abbastanza familiare.
Chi cercava di umiliare te era lo stesso tipo di persona che ci provava con me perché avevo una madre straniera, e perché ero nato lontano.

Il presunto senso di superiorità delle persone che si comportano cosi’ nasce dall’invidia e dall’ignoranza. Dunque con gli anni, e dopo molte esperienze analoghe mi sono convinto sempre piu che il cosiddetto senso di superiorità non sia che l’altra faccia di un profondo senso di inferiorità e insicurezza. Anni dopo ne avrei trovato conferma negli scritti di Adler.

Le persone che piu’ mi hanno influenzato, in senso positivo intendo, diciamo i maestri che ho incontrato lungo il mio cammino, erano persone veramente superiori senza dover dimostrare nulla a nessuno. A differenza di chi cerca di farti sentire una merda perché lui stesso lo è, è grande chi sa donare se stesso mostrandoti rispetto sapendo porsi al tuo livello. Nessuna prova di spessore morale è cosi grande quanto la sileziosa consapevolezza di se stessi, della propria forza, senza sentire la continua esigenza di confronto comparativo. Io la penso cosi'.



“Esiste pero' una superiorita' ed un'inferiorita' fra persona e persona. Questo e' fuori discussione”

Potrei essere d’accordo con te da un certo punto di vista, ma devi essere consapevole di giocare col fuoco dando giudizi simili. Cosa vuol dire inferiore o superiore?
Per la “quantità” di intelligenza? E qante persone intelligenti e bastarde hai conosciuto nella tua vita? Io tante.
Per la bellezza? E’ un mezzo, non un fine. Trovo che sia un concetto, quello della bellezza, piuttosto “inflazionato”. La bellezza è la risorsa scarsa per eccellenza, ma paradossalmente la trovi sbandierata e mercificata continuamente, ovunque ti giri. La società ne è drogata, ormai è un ossessione, l’apparenza.
Scusa la banalità ma che mi frega se fra popolo bue (che tu citi spesso) ormai sia radicata la convinzione che se non sei come l’Erzigova o Clooney non conti un cazzo.

Io semplicemente non sono d’accordo, credo che ognuno sia libero di crearsi e vivere in un mondo grande quanto vuole. Quelli che pensano cosi semplicemente vivono in un mondo minuscolo. Cazzi loro.

Tu poni molta enfasi sulla bellezza fisica. Da adolescente lo facevo anch’io; per carità ha la sua importanza, in condizioni diverse avrei potuto avere un adolescenza ben peggiore, ma ora direi che ho ampliato un po’ lo spettro di qualità che cerco in una persona, uomo o donna che sia.
Se sei bello scopi piu’ facilmente, ti vendi piu’ facilmente dirai tu, e allora?






“Cosa dovrebbe fare chi possiede questa capacita'? TACERE per non far sentire inferiore chi non e' in grado di agire nello stesso modo?”


Tacere? E perché mai? INSEGNA con pacatezza quello che sai, condividilo. Così sarai grande. Ma se invece facendolo senti anche l’esigenza di umiliare qualcun altro, fargli sentire qualche presunta inferiorità, allora l’inferiore sei tu.



“Odio la falsa modestia. FACCIO UN ESEMPIO: Se ho un bel culo HO UN BEL CULO, non ci sono ne' SE , ne' MA, e se il mio culo e' cio' che la gente desidera da me io me lo faccio pagare.
Serve a qualcosa MENTIRE E DIRE (sapendo che non e' vero): "ma no... il mio culo e' esattamente uguale a quello della Rosi Bindi"


Oh sempre con la povera Rosy ve la prendete? :-)

Io odio i falsi in generale. Apprezzo una certa “spacconeria”, soprattutto se è suffragata da un talento vero. Le persone geniali sono spesso anche eccentriche. Pero’ odio anche i presuntuosi, anzi li trovo ridicoli, semplicemente perché sono banali.


“E se la Rosi Bindi s'incazza e mi accusa di essere una che da' "troppa importanza al culo" le rispondo: "Cara, se tu avessi un culo come il mio ti assicuro che anche tu gli daresti importanza... forse anche piu' di me" :-)))”



Mah, non ci giurerei. Io non do per scontato che gli altri usino i mei stessi schemi mentali, che ragionino come me. Magari avrebbe avuto una vita diversa, questo è vero. Magari invece di studiare e fare politica mettendosi a disposizione della colletività avrebbe provato a fare la modella…



“Tornando al tema del post... ed alla ragazza in questione: lei e' indubbiamente SUPERIORE alle sue colleghe e non solo. Con il minimo dispendio d'energia e' riuscita a piegare le ginocchia a chi da anni tiene in scacco l'opinione pubblica, costringendolo ad abiurare numerose amicizie che si attendevano da lui QUEL MINISTERO
La ragazza ha saputo dimostrare che "politicamente" sa giocare bene le sue carte. :-)”



Dipende da quello che cerchi in un ministro. Io in uno che ci governa e che un potere enorme cercherei qualità un po’ diverse dall’”giocarsi le carte col minimo dell’energia” o “far piegare le ginocchia” a chicchessia. D'altronde credo che sia sia sollevato un polverone enorme su sta storia. Non credo sia molto diversa da tante altre sue colleghe, ma meglio di Calderoli lo è sicuramente.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Michail Tal: Nessuna prova di spessore morale è cosi grande quanto la sileziosa consapevolezza di se stessi, della propria forza, senza sentire la continua esigenza di confronto comparativo. Io la penso cosi'.


E' un bel pensare, ma non mi e' proprio. Dentro di me comprendo che sarebbe giusto, ma cio' di cui parli e' un percorso che, a quanto pare, io non ho concluso.
Non posso fare a meno di "notare" certe mie caratteristiche e quindi il confronto comparativo e' automatico.

Cosa vuol dire inferiore o superiore?

Nei dettagli si possono stabilire dei valori. Per esempio se io corro i 100 metri in 10 secondi sono (nella corsa dei 100 metri) superiore a chi li corre in 12 secondi. E questo vale per ogni cosa.
E' cio' che contraddistingue l'unicita' delle persone e colora il mondo.
E' ovvio che poi, anche se sono veloce nella corsa, posso essere una schiappa nel tiro a segno.

Voglio dire che ognuno/a dovrebbe essere consapevole delle proprie qualita' e, se lo e', non dovrebbe mostrare falsa modestia.

La comparazione e' quella che ha agito come propellente per far progredire la civilta'... ed anche la genetica.
L'essere vivente inizia a compararsi gia' a livello di spermatozoo.

Per la bellezza? E’ un mezzo, non un fine.

Su questo non sono d'accordo. Per me, come per molte altre, e' stato sicuramente un mezzo, ma anche al momento in cui ha cessato di essere un mezzo non ha mai cessato di essere un fine.
Mi spiego meglio: a me piace essere bella. Voglio esserlo. E' un mio desiderio. E riuscirci e' come arrivare alla meta.
Intendiamoci, non e' che io lo sia in modo strepitoso, Posso non piacere al mondo ma voglio piacere a me. Faccio di tutto per essere, fisicamente, come dentro di me, desidero essere. E' un'impegno su di me, che riguarda solo me e non ha finalita' alcuna se non quella di soddisfare me.
Che poi gli occhi di qualcun altro ne beneficino, cio' non puo' rendermi infelice.

Scusa la banalità ma che mi frega se fra popolo bue (che tu citi spesso) ormai sia radicata la convinzione che se non sei come l’Erzigova o Clooney non conti un cazzo.

Non conti un cazzo se devi usare la bellezza per svolgere una determinata professione. Se devo fare la scienziata al CERN, sicuramente la bellezza assume un ruolo minore, ma, come vedi, non tanto minore in quanto anche per fare "carriera", certe strade sono PIU' aperte in virtu' dell'aspetto fisico.

Credi che Sarkozy avrebbe sposato la Bruni se fosse stata (ormai l'abbiamo messa in mezzo tanto vale continuare) come la Bindi?

Non e' da oggi che i potenti della Terra scelgono come compagne donne la cui caratteristica e' anche la bellezza.

SE la bellezza e' ricercata a livello generale, da tutti, perche' un potente dovrebbe avere altre pulsioni?

L'aspetto fisico CONTA.

E' ovvio che chi ha la fortuna di avere un'immagine che si confa' al modello estetico gradito in quel momento storico, lo usi per raggiungere i suoi obiettivi. Se non lo facesse sarebbe una stupida (o uno stupido).

Chi invece non ha quella fortuna. Chi neanche con 10 ore di palestra al giorno riuscirebbe a migliorare la sua forma, chi neanche con 12 interventi di chirurgia estetica riuscirebbe a migliorare il suo aspetto fisico, allora non ha l'imbarazzo della scelta e deve usare le altre doti che gli/le restano.

credo che ognuno sia libero di crearsi e vivere in un mondo grande quanto vuole.

Ciascuno/a si adatta a vivere nel suo mondo, che e' grande quanto LUI/LEI vuole.
Ma e' proprio una sua scelta?
O piuttosto il limite imposto non e' quello che lui/lei vuole, ma quello che lui/lei puo'?

Tu poni molta enfasi sulla bellezza fisica. Da adolescente lo facevo anch’io; per carità ha la sua importanza, in condizioni diverse avrei potuto avere un adolescenza ben peggiore, ma ora direi che ho ampliato un po’ lo spettro di qualità che cerco in una persona, uomo o donna che sia.

Se hai letto quanto ho scritto sopra avrai capito che io pongo enfasi sulla MIA bellezza e non su quella altrui.
Anche io, come te, non vado alla ricerca della bellezza nei miei partner... ma...
Ma a quanto pare sono ancora un'adolescente e non riesco ad accompagnarmi con chi non gradisco fisicamente. Non so come mai ma ancora, per me, l'elemento estetico ha la sua importanza. E' ovvio che io parlo dell'elemento estetico che piace a me, quindi potrebbe essere non piacevole per te.
Magari con il tempo maturero' e riusciro' ad andare a letto anche con chi mi fa schifo.

URCA!!! Ma io questo l'ho gia' fatto!!! :-)

INSEGNA con pacatezza quello che sai, condividilo. Così sarai grande. Ma se invece facendolo senti anche l’esigenza di umiliare qualcun altro, fargli sentire qualche presunta inferiorità, allora l’inferiore sei tu.

Io non ho intenzione d'insegnare nulla. Non mi assumo il ruolo di PACATA maestra di vita.
Chi relaziona con me nella realta' trova in me una sorella e non una maestra.
Posso condividere le mie esperienze solo con chi puo' capirle. Se tu hai letto flatland sai che un cubo non potra' mai insegnare la terza dimensione ad un quadrato, e solo chi e' donna (magari con esperienze analoghe alle mie) puo' capire certi concetti che esprimo.
Per carita', non voglio dire che io sono il cubo e tu il quadrato, forse e' l'opposto ed e' per questo motivo che non ti comprendo.
Tu vedi certi atteggiamenti come UMILIAZIONI, mentre potrebbero essere solo i miei tentativi (inutili) di spiegare la seconda dimensione ad una linea.

Io odio i falsi in generale. Apprezzo una certa “spacconeria”, soprattutto se è suffragata da un talento vero. Le persone geniali sono spesso anche eccentriche. Pero’ odio anche i presuntuosi, anzi li trovo ridicoli, semplicemente perché sono banali.

Mi spieghi la differenza fra "eccentrica" e "presuntuosa"?
Inoltre secondo te io sarei eccentrica e geniale o presuntuosa e banale?

Mah, non ci giurerei. Io non do per scontato che gli altri usino i mei stessi schemi mentali, che ragionino come me. Magari avrebbe avuto una vita diversa, questo è vero. Magari invece di studiare e fare politica mettendosi a disposizione della colletività avrebbe provato a fare la modella…

Ed e' una colpa?
Dico fare la modella.
Una si deve sentire inferiore?
E' un obbligo dedicare la propria vita alla collettivita'?
Tu lo fai?
Sai come dice il proverbio? Se mia nonna avesse avuto le ruote...

Vedi... io adesso se volessi potrei mettermi al servizio della collettivita' e restarci fino alla fine dei miei giorni, ma potra' mai la bindi fare cio' che ho fatto io?
Ecco un altro elemento su cui riflettere.
Io non ho impedimenti a fare cio' che ha fatto lei, mentre magari lei li ha (o li ha avuti) a fare cio' che ho fatto io.

Per estremizzare: Michelangelo potra' sempre dipingere le pareti di casa sua, ma potra' un imbianchino affrescare la Cappella Sistina?

Io in uno che ci governa e che un potere enorme cercherei qualità un po’ diverse dall’”giocarsi le carte col minimo dell’energia” o “far piegare le ginocchia” a chicchessia.

Sarebbe una rivoluzione culturale se in Italia tutti la pensassero come te. Invece c'e' chi vuole il Presidente del Consiglio solo perche' e' un tifoso del Milan.
Allora se ci sta questo, ben venga anche la ministra strafiga e disinibita.
ECCHECCAVOLO!
Ti ho detto, non condivido le sue idee politiche, ma non posso neppure demonizzarla se ha avuto quel posto grazie a doti che solo le BELLE DONNE hanno.
Se mai, chi ci fa una figura meschina, non e' lei, ma chi, per darle il diploma, si e' accontentato solo della prova orale.

michail tal ha detto...

"La comparazione e' quella che ha agito come propellente per far progredire la civilta'... ed anche la genetica.
L'essere vivente inizia a compararsi gia' a livello di spermatozoo".

Certo, hai ragione. Solo le conseguenze possono essere le piu' diverse. Dipende dai nostri valori, e questi dipendono dal fatto che siamo dotati di coscenza, a differenza dagli organismi che ne sono privi.


La comparazione e la competizione possono agire da stimolo, come anche anticamera della volontà di prevaricazione.

Esempio erstremo, "a fantasia": sono un bel tedesco biondo con gli occhi chiari, che vive in una società ricca, organizzata, tecnologica. Vede uno zingaro in un campo rom, e mi chiedo come si possa dopo secoli di civiltà vivere ancora cosi’… mi dico: “sicuramente devono appartenere ad una civiltà inferiore”. “Brutti sporchi tribali. Perché non usarli come forza lavoro schiava? Non sarebbe male , un bel risparmio di manodopera!…”.

Diversamente potrei anche pensare di metterli nelle condizioni di integrarsi, dedicandogli risorse. Oppure restarne assolutamente indifferente, nel rispetto totale della loro specificità culturale.


Lungi da me l’egualitarismo totale, credo che una buona dose di ambizione sia utile se non doverosa, soprattutto quando si è giovani e ci si deve far strada nella società. Solo il giudizio sugli altri che taluni ne derivano è una lama di rasoio da usare con molta parsimonia.


"Mi spiego meglio: a me piace essere bella. Voglio esserlo. E' un mio desiderio. E riuscirci e' come arrivare alla meta.
Intendiamoci, non e' che io lo sia in modo strepitoso, Posso non piacere al mondo ma voglio piacere a me. Faccio di tutto per essere, fisicamente, come dentro di me, desidero essere. E' un'impegno su di me, che riguarda solo me e non ha finalita' alcuna se non quella di soddisfare me.
"


Non è la prima volta che mi sento fare un discorso simile. La propria bellezza come fonte di gratificazione autoreferenziale. Ma non mi convince. L'aspetto è un mattone importante nella costruzione della propria identità, funzionale alla propria autostima, ma il suo fine ultimo non ha forse natura relazionale? Uno dei tuoi temi piu' ricorrenti è proprio il grande piacere narcisistico che il desiderio maschile provoca in una donna. In te, questa gratificazione è tanto piu' grande quanto piu' l'uomo sia disposto a "monetizzarla". Non ci ravvedi un estremo bisogno di conferma esterna? Cercata e reiterata nel tempo. Inoltre la mera ammirazione non ti basta. Perchè la lusinga sia veramente forte il maschio deve sottomettersi umiliandosi, ossia offrendo denaro.

Come ti ho già detto, credo che in te ci sia una valore non comune, ma anche se fossi solo, per godere della tua compagnia (nell'ipotesi del tutto teorica lo so) non sborserei un centesimo di euro. E questo non diminuirebbe di un millimetro la considerazione che ho nei tuoi confronti. La fiducia e la compagnia umana hanno un valore non monetizzabile (a differenza, evidentemente, del coito :-) ), ma su questo credo tu sia già daccordo.


"Ciascuno/a si adatta a vivere nel suo mondo, che e' grande quanto LUI/LEI vuole.
Ma e' proprio una sua scelta?
O piuttosto il limite imposto non e' quello che lui/lei vuole, ma quello che lui/lei puo'?"

Solo in parte. Tu vedi come soprattutto come "fisici" i confini delle gabbie che le persone si costruiscono. Secondo me sono soprattutto mentali, senza nulla voler togliere all'importanza dell'aspetto, ma per chi ha la pretesa di vivere con ampi orizzonti dovrebbe essere un fattore trascurabile.
Se vogliamo è una visione piu' ottimista, mentre tu a volte mi sembri troppo "fatalista". Gli orizzonti del mondo in cui viamo possono espandersi infinitamente, grazie alla cultura, alla fantasia, alla socialità.

"Anche io, come te, non vado alla ricerca della bellezza nei miei partner... ma...
Ma a quanto pare sono ancora un'adolescente e non riesco ad accompagnarmi con chi non gradisco fisicamente. Non so come mai ma ancora, per me, l'elemento estetico ha la sua importanza"

Beh, non voglio minimizzare o ignorare la bellezza della mia partner, o dire che non ammiri la bellezza femminile in generale. E' semplicemente che nella mia compagna è un fattore che passa assolutamente in secondo piano rispetto altri aspetti del suo carattere, secondo me assoltamente originali ed apprezzabili.

E devo dire che lo steso vale per molti miei amici, o almeno credo.

Credo che solo questo tipo di rapporto offra le soddifazioni piu' profonde.


"Tu vedi certi atteggiamenti come UMILIAZIONI, mentre potrebbero essere solo i miei tentativi (inutili) di spiegare la seconda dimensione ad una linea"

Non l'ho letto quel libro, grazie della segnalazione, mi sembra un tema interessante. Far dialogare una dimensione con l'altra. In algebra lineare lo si ottiene con le funzioni di trasformazione.
Basta trovare quella giusta :-) Non credo sia impossibile.


Mi spieghi la differenza fra "eccentrica" e "presuntuosa"?

"Forse avrei dovuto usare l'aggettivo persona "arrogante", non presuntuosa"


L'eccentrico è proteso su se stesso, spesso cosi tanto da non prestare attenzione mondo circostante. Non si contrappone con esso semplicemente perchè lo ignora. Vuoi perchè è troppo orignale, o perchè integralmente condizionato da un tema che cattura tutta la sua attenzione (scentifico, professionale, esistenziale...). In genere non è solito portare schermi o maschere per relazionarsi agli altri.



Diversamente il presuntuoso, a prescindere dalle sue vere qualità, che possono essere vere o solo millantate, ha bisogno del confronto continuamente. Deve potersi sentire migliore di chi ha vicino, sempre. Ha una personalità piu' fragile, dall'equilibrio interiore spesso precario.

Te l'ho detto per come la sento , a parole mie, dunque mi scuserai se è un po' naive.

"Inoltre secondo te io sarei eccentrica e geniale o presuntuosa e banale?"

Sto ancora cercando di capirlo... :-) . A parte gli scherzi, credo che in ognuno di noi siano compresenti aspetti spesso contraddittori, chi piu' chi meno. A te una buona dose di narcisismo non manca, ma se ti dedico tempo è solo perchè la bilancia pende in favore della simpatia, questo è certo.

In te c'è quel giusto mix di caratteristiche discordanti (e disturbanti) tali da renderti interessante ai miei occhi. Razionalità nell'approccio di analisi dei problemi, insieme a fantasia e desiderio di evasione in mondi lontani; cinismo, ma anche nobiltà d'animo.



"Ed e' una colpa?
Dico fare la modella"

Ma assolutamente no.
Riflettevo solo sul fatto che la "povera" Bindi alla fine ha avuto un percorso invidiabile, e non solo in termini di posizione socioeconomica, anche SENZA quell'aspetto straordinario, mentre CON quell'aspetto straordinario avrebbe avuto tutt'altra vita, anche se non è detto. Mi sembra una persona in buona fede al servizio della colletività, e lo dico consapevole del fatto che per tante cose siamo agli antipodi della concezione politica.
Posto che nessun lavoro è disdicevole se ci si guadagna da vivere onestamente, ho una mia scala di valori soggettiva che mi fa tenere in considerazione diversa lavori diversi, e attività umane diverse. Credo valga per tutti.

"Una si deve sentire inferiore?"

Uno non si dovrebbe MAI sentire inferiore

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics