lunedì 2 giugno 2008

62
comments
Mi mujer


62 commenti :

Alex ha detto...

Come ha scritto qualcuno qui, un bravo marito infedele è meglio di un cattivo marito fedele.
Guardando la moglie del tipo non gli si può dar torto :- )))

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mica sono d'accordo su questi proverbietti maschilisti.

Comunque...

C'e' qualcuno che si riconosce in quel personaggio? :-)

Alex ha detto...

Non sarà carino in viso il tipo però la signorina è rimasta soddisfatta, guardala come sorride:-) oppure sarà per il compenso?

Non mi ci vedo, anzi, ho un carattere molto diverso anche se a volte ammiro certi atteggiamenti.

E’ tornato a casa è ha detto la verità alla moglie:- )))

Kamavirya ha detto...

Liquidarlo come "proverbietto maschilista" mi sembra abbastanza riduttivo...era soltanto una citazione di un noto personaggio, che si può condividere o meno, magari ragionandoci un po' su... ;-)

KAM

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Kamavirya said...
Liquidarlo come "proverbietto maschilista" mi sembra abbastanza riduttivo


Hai ragione. Allora vediamo di ragionarci su.

Per non parlare di maschilismo sostituiamo alla parola marito... vediamo... "amico". Va bene?

Ecco allora: "un bravo amico infedele è meglio di un cattivo amico fedele."

E' un controsenso, e lo si capisce subito perche' non potra' mai esistere un BUON amico infedele ed un amico fedele NON sara' mai un cattivo amico.

Dato che un marito dovrebbe essere assai di piu' di un amico, ecco espresso il mio concetto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ alex: E’ tornato a casa è ha detto la verità alla moglie:- )))


Si ma dopo aver mentito tutto il giorno ed aver omesso "una parte di verita'" alla moglie :-)))

Kamavirya ha detto...

@Chiara -> peccato che ti sei persa l'ultimo pezzo di questa frase, in cui il personaggio dice "...nel nostro caso (suo e di sua moglie - ndr), abbiamo fatto gioco di squadra..." ;-)

KAM

Alex ha detto...

Chiara said:
Si ma dopo aver mentito tutto il giorno ed aver omesso "una parte di verita'" alla moglie :-)))

piccole congetture che a volte l'uomo, che per definizione è smemorato, può dimenticare:-)

e comunque è tornato a casa felice e tutto disponibile anche a subire le angherie della moglie, che guardandola non sembra questa dolcezza......

direi anche noi uomini ogni tanto dobbiamo dare qualche opera di beneficenza:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

direi anche noi uomini ogni tanto dobbiamo dare qualche opera di beneficenza:-)


Si siete cosi' bravi che dovremmo ricompensarvi con delle belle corna, facendovi poi allevare e campare anche i figli dei vari amanti :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Kam: Si torna sempre li' e cioe' SULLA CHIAREZZA.

Cosa che forse solo l'1% delle coppie hanno.

Il 99%, e lo si capisce, e' solo ipocrisia.

Jos ha detto...

Ricordi le strade erano piene di quel lucido scirocco
che trasforma la realtà abusata e la rende irreale,
sembravano alzarsi le torri in un largo gesto barocco
e in via dei Giudei volavan velieri come in un porto canale.

Tu dietro al vetro di un bar impersonale,
seduto a un tavolo da poeta francese,
con la tua solita faccia aperta ai dubb
e un po' di rosso routine dentro al bicchiere:
pensai di entrare per stare assieme a bere
e a chiaccherare di nubi...

Ma lei arrivò affrettata danzando nella rosa
di un abito di percalle che le fasciava i fianchi
e cominciò a parlare ed ordinò qualcosa,
mentre nel cielo rinnovato correvano le nubi a branchi

E le lacrime si aggiunsero al latte di quel tè
e le mani disegnavano sogni e certezze,
ma io sapevo come ti sentivi schiacciato
fra lei e quell' altra che non sapevi lasciare,
tra i tuoi due figli e l' una e l' altra morale
come sembravi inchiodato...

Lei si alzò, con un gesto finale,
poi andò via senza voltarsi indietro
mentre quel vento la riempiva
di ricordi impossibili, di confusione e immagini.

Lui restò come chi non sa proprio cosa fare
cercando ancora chissà quale soluzione:
ma è meglio poi un giorno solo da ricordare
che ricadere in una nuova realtà sempre identica...

Ora non so davvero dove lei sia finita,
se ha partorito un figlio o come inventa le sere.
Lui abita da solo e divide la vita
tra il lavoro, versi inutili e la routine d'un bicchiere.

Soffiasse davvero quel vento di scirocco
e arrivasse ogni giorno per spingerci a guardare
dietro alla faccia abusata delle cose,
nei labirinti oscuri della case,
dietro allo specchio segreto d' ogni viso,

dentro di noi..

(Francesco Guccini, "Scirocco", dall'Album "Signora Bovary", Targa Tenco 1987)

Alex ha detto...

Chiara di Notte - Klára said...

Si siete cosi' bravi che dovremmo ricompensarvi con delle belle corna, facendovi poi allevare e campare anche i figli dei vari amanti:-)

cosa che molto spesso avviene, mi sembra ci sia una statistica in relazione:-)

la cosa simpatica è che tutti credono di essere in una sola parte della statistica:-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

(Francesco Guccini, "Scirocco", dall'Album "Signora Bovary", Targa Tenco 1987)

Interessante ma... cosa c'entra? :-)

Forse volevi inserire questo commento nel mio post "l'addio"?

Jos ha detto...

No, volevo inserirlo qui per parlare di persone che, come il cliente di Chiara di notte, non sanno risolvere il contrasto tra "l' una e l' altra morale".

Queste persone che, come dice Guccini, non sanno spingersi

"a guardare
dietro alla faccia abusata delle cose,
nei labirinti oscuri della case,
dietro allo specchio segreto d' ogni viso,

dentro di noi.."

Jos

Ps: dorcades, plurale di Dorcax-is?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ps: dorcades, plurale di Dorcax-is?



http://it.wikipedia.org/wiki/Gazella_dorcas

Jos ha detto...

"Una leonessa non teme molte gazzelle"

Leaena, etera Ateniese, amante di Aristogitone - ma secondo Ateneo, di Armodio -. Venne catturata nella retata seguita all'assassinio di Ipparco, portato a termine nel 514 AC dai due tirannicidi, appunto Aristogitone e Armodio.

Torturata perché ritenuta membro della congiura, non rivelò nulla ma anzi, secondo alcuen leggende, si strappò la lingua a morsi pur di non rivelare alcun segreto.

Secondo Pausania, gli Ateniesi la onorarono grandemente e le dedicarono la statua di una leonessa senza lingua nel vestibolo dell'Acropoli.

Jos

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Jos said...
Leaena, etera Ateniese, amante di Aristogitone.... si strappò la lingua a morsi pur di non rivelare alcun segreto.



Essi'... non ci sono piu' le donne di una volta :-)

Jos ha detto...

Sono colpito, molto colpito.

Non solo dalla tua cultura, decisamente superiore alla mia (ma la frase "Una leonessa non teme molte gazzelle" è tua o di Plinio il Vecchio?).

Soprattutto dalla tua ironia, Chiara-Leaena.

A proposito, tu dici di essere interessata a tutto tranne che alla stupidità. Io di me ho scritto che "nihil umani a me alienum puto".

Se ti piace, visita il mio blog.
Amiamo, credo, gli stessi scrittori.

Jos

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Jos said...
Sono colpito, molto colpito.
Non solo dalla tua cultura, decisamente superiore alla mia (ma la frase "Una leonessa non teme molte gazzelle" è tua o di Plinio il Vecchio?).


No, la frase e' stata un regalo di una persona che una volta mi era amica, ma che poi ha cambiato parere su di me (una cosa che accade assai spesso). :-)

Ma io i regali non li restituisco :-)

Comunque e' una rielaborazione artigianale di una citazione fatta in riferimento di Alessandro il Macedone da uno dei suoi storici. Credo da Quinto Curzio Rufo, ma non ne sono certa in quanto la mia millantata cultura s'interrompe allorquando si parla di Latino, che io non conosco... a parte il ballo. :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""cosa che molto spesso avviene, mi sembra ci sia una statistica in relazione:-)""

Scusa la banalità della mia riflessione, ma un uomo che tradisce (tranne il caso di chi va con una prostituta, che è dubbio se si tratti di un vero tradimento: non tutte le donne lo ritengono un tradimento, mentre al contrario si infuriano se sanno che il marito ha l'amante) non può che tradire con un'altra donna. Statisticamente parlando i cornuti uomini e donne dovrebbero equivalersi.

Tanti saluti dal tuo Davide

Jos ha detto...

Nel comportamento del marito che torna a casa dalla moglie e si comporta come nella vignetta trovo molto del "ketman" di cui Czesław Milosz parlava nella "Mente prigioniera".

Molto, ma non tutto.

C'è tutto quanto lo stesso modus operandi: «Il comportamento consiste nella dissimulazione delle proprie reali opinioni, fino al loro ribaltamento e alla loro negazione pubblica quando il silenzio non sia sufficiente a dare testimonianza di “fedeltà”».

Già. Ma la "fedeltà" di cui parlava Milosz era quella, assoluta e obbligata, dei cittadini delle ex Repubbliche socialiste. Le conseguenze per l'"infedeltà" erano l'ostracismo, il carcere, l'ospedale psichiatrico, il gulag, anche la morte. Le hanno sperimentate in tanti, grandi come Brodskij, Milosz, Kundera, Cvetaeva, e tanti tanti altri, sconosciuti, vittime ignote.

Ma un marito che rompe il patto di "fedeltà", cosa rischia? Perché preferice il "ketman" alla verità con la consorte?

Credo che la viltà del personaggio stia tutta nella preferenza che accorda alla "comodità" dell'ambiguità e della doppiezza alla "scomodità" della verità.

Nel pensiero dell'uomo medio, è meglio avere una etera a disposizione e una buona "collaboratrice domestica" (alias moglie) in casa, che una casa da single in disordine dopo un divorzio (che tra l'altro costa molto).

E poi, al nostro "macho", chi stirerebbe le camicie, chi preparerebbe la cena swe restasse solo?

Non l'etera, questo è ovvio.

Ecco la doppia morale, ecco il "ketman". Ma ecco anche la mancanza di verità e, dunque, di libertà (interiore).

Jos

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Statisticamente parlando i cornuti uomini e donne dovrebbero equivalersi.

Non e' cosi' e sarei quasi tentata da spiegarti perche'... ma tu sei abbastanza intelligente da giungerci da solo :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Non e' cosi' e sarei quasi tentata da spiegarti perche'... ma tu sei abbastanza intelligente da giungerci da solo :-)""

Anche se in realtà non sono molto intelligente, credo di aver capito bene cosa intendi dire.

Tanti saluti dal tuo Davide

Jos ha detto...

Touché, Chiara. Altroché cultura "da ballo": tu hai di certo fatto studi classici impressionanti!

Comunque non è Quinto Curzio Rufo. Ho cercato "leaena" et "dorcades" qui

http://www.intratext.com/X/LAT0325.HTM

e non ricorrono nemmeno una volta negli otto libri superstiti Historiarum Alexandri Magni libri X...

Sai schernirti bene!

Jos

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ho cercato "leaena" et "dorcades"

Riferito ad Alessandro Magno "leonessa e gazzelle" sarebbe un po' poco attinente, non credi?

Prova a cercare con "Lupus" :-)

Anonimo ha detto...

Leggendo nelle tue avvertenze;
L’autrice dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autrice, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

vorrei farti presente cosa dice la giustizia.

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1647198

Chiara di Notte - Klára ha detto...

vorrei farti presente cosa dice la giustizia.

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1647198


Letto.

Approvo quanto viene espresso. Lo ritengo ragionevole.

Qualora dovessi individuare, fra i commenti, contenuti offensivi, ovvero lesivi di diritti altrui, provvedero' prontamente a rimulverli.

Chiunque individui commenti che rispecchino quanto espresso dal Tribunale di Aosta con sentenza 26/05/2006, e' pregato di segnalarmeli.

Per il momento, caro anonimo, ti invito a leggere il clone del mio blog, magari citando la medesima sentenza anche a loro, in cui vengono diffusi dati e notizie private di chi non ha autorizzato tale diffusione. Qualora tu non lo conoscessi, leggendi il mio blog individuerai certamente l'URL. :-)

A-Woman A-Man ha detto...

Qual'è la morale, Klara?

Kamavirya ha detto...

@Jos ->...Sai schernirti bene!...

Ma non dovrebbe essere scherMirti??? ;-)))

KAM

Chiara di Notte - Klára ha detto...

A-Woman A-Man said...
Qual'è la morale, Klara?


E' diversa per ciascuno/a ed e' in base a quale figura si riconosce, no?

Baudelaire999 ha detto...

le corna si fanno sempre in due.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Baudelaire999 said...
le corna si fanno sempre in due.


In un'orgia anche in piu' di due :-)

Comunque le corna le fanno solo coloro che coscientemente sanno mentire al proprio o alla propria partner.

Le chiamiamo per semplicita' "corna", e non sempre sono solo di natura sessuale. Ogni atto in cui una persona sa di essere attratta da un'altra e compie atti derivanti dall'attrazione, sono corna. Fosse anche regalare un mazzo di fiori. Se cio' viene sottaciuto alla compagna (o al compagno) con il quale (o la quale) si hanno degli impegni di sincerita' e' un tradimento. Se non lo fosse non ci sarebbero motivi per tacere, e la reciprocita' dell'ipocrisia non rende l'atto meno grave.

Ci sono diversi tipi di persone:

A) Coloro che sanno che le proprie scelte possono anche ferire gli altri ma che ritengono comunque giusto farle e le fanno dichiarando agli altri le ragioni per averle fatte.

B) Coloro che sanno che le proprie scelte possono anche ferire gli altri e, quando questo e' il caso, EVITANO di farle.

C) Coloro che sanno che le proprie scelte possono anche ferire gli altri, le fanno e tacciono facendo pensare agli altri di far parte della categoria B)

Poi c'e' la categoria D) e sono coloro che possono fare le scelte che vogliono perche' con quelle scelte non feriscono nessuno. Cioe' chi non ha preso alcun impegno o che, comunque, ha parlato chiaro prima.

Kameo ha detto...

Jos said... E poi, al nostro "macho", chi stirerebbe le camicie, chi preparerebbe la cena swe restasse solo?


Una ottima colf pagata a ore, che infondo gli costerebbe meno di una moglie trattata come colf.

Jos ha detto...

Mica vero, kameo.
C'è gente che tratta peggio la moglie della colf. Conosco personalmente alcuni casi

Jos

Jos ha detto...

Ribadisco, schernirsi, prendersi gioco di sé, essere autoironici.

Non schermirsi, cioé pararsi.

L'uso di Leaena lo dimostra...

Jos

Jos ha detto...

E' vero, basta un mazzo di fiori per tradire...

E i sogni? e i desideri? e le fantasie?

Nella realtà, negli atti, sono stato sino a oggi un uomo del tipo B, Klara.

Nei desideri, tradisco, lo confesso.

Ma i desideri possono essere censurati?

Jos

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Una ottima colf pagata a ore, che infondo gli costerebbe meno di una moglie trattata come colf.

Brava Kameo. Hai colpito il bersaglio.
Adesso c'e' da chiedersi PERCHE' non lo fanno?

Io ho una mia particolare opinione (che credo suscitera' in molti ilarita', in altri irritazione) e cioe' che questi maschi (e sono tanti), sono in realta' dei grandi immaturi, e la moglie in fondo non rappresenta altro che un surrogato della MAMMA.

l'eros, per loro, non appartiene al matrimonio. L'eros e' relegato ad incontri sporadici con meretrici o amanti occasionali. Cio' non sarebbe disdicevole se nella coppia ci fosse la sincerita' di ammetterlo.

Quelle donne che si sposano (o scelgono di avere una relazione importante) con uomini simili che, guarda caso, sono sempre quelli che piu' s'indignano quando sentono parlare di tradimento, devono rendersi consapevoli che vengono scelte NON per amore, ma solo per comodita', e che per tutta la loro vita dovranno far da mamme a questi "bambini" capricciosi.

In una vita intrisa perennemente di menzogna e ipocrisia.

Come donna, ormai (credo) emancipata, posso dire che apprezzo di piu' una persona che con chiarezza mi esprime i suoi desideri e, eventualmente, mi fa scegliere se accettarli o no, di chi, mentendomi, finge di comportarsi in un modo e poi, nella realta', si comporta all'opposto.

Quello della menzogna fra partner (o fra amici) e' il piu' grande inganno, e svilisce il rapporto ad un ruolo d'infimita' tale che sarebbe piu' salubre seppellirlo piuttosto che mantenerlo "cadavere".

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ma i desideri possono essere censurati?

No non possono essere censurati. Ma i desideri ESPRESSI non sono tradimento. Lo sono quelli sottaciuti allorquando c'e' disagio ad esprimerli.

Quando si tace e' perche' si sa di aver compiuto qualcosa che l'altro potrebbe interpretare come disdicevole. Non e' l'azione in se' che genera tradimento (l'aver desiderato di far sesso con Brad Pitt piuttosto che con Angelina Jolie), quanto il sentirsi a disagio a raccontare al partner tale desiderio.

Ho conosciuto uomini che avevano mogli BELLISSIME che avrebbero potuto benissimo fare le escort, eppure pagavano le ragazze e poi tornavano a casa a fare i bravi maritini fedeli. Alla compagna (ovviamente) non raccontavano nulla, ma l'andavano a raccontare in giro su tutti i forum possibili e immaginabili... e persino al bar dello sport.

In passato, dialogando con alcuni "amici" a proposito della loro insoddisfazione coniugale, piu' di una volta mi sono trovata a consigliarli di "prendere il toro per le corna".
Gli errori di gioventu' si possono fare (unirsi ad una persona che poi, poco dopo, non ci piace piu'), ma e' il perpetrare in tale situazione la vera incongruenza ed il vero errore.
Il divorzio non e' stato inventato per i cavalli, esiste per risolvere le situazioni d'infelicita' degli esseri umani.

Ora, se mi si dice che l'illustre ometto della vignetta e' felice cosi', allora, ovviamente, lui non scegliera' mai di divorziare. Ma e' questa l'idea di RELAZIONE che deve essere ufficializzata nel "sociale"? O e' piuttosto un tipo di relazione PER ENTRAMBI I PARTNER soddisfacente e basata sul reciproco rispetto?

Jos ha detto...

Beh, io non ho mai tradito. Lo sono stato, in passato, da donne che non sono ora con me. Ma nella realtà i miei desideri non sono mai stati seguiti da azioni.

La mia idea di relazione è questa. Onestà nelle azioni. Rispetto reale. Quanto alla mia mente, ciò che vi succede è mio e solo mio. Credo che conservare uno spazio di libertà (mentale) per sé sia rispettoso innanzitutto per se stessi.

E non credo, Klara, che parlare dei miei desideri con chi è al mio fianco oggi sarebbe una idea positiva. Ne ho già parlato in passato e non sono stati graditi. Ora, poiché io amo la mia compagna anche se non è in grado di capire e accettare i miei desideri, tengo questi per me e preferisco avere lei, che amo, al mio fianco, piuttosto che realizzare i miei desideri e perderla.

Jos

Baudelaire999 ha detto...

allora io appartengo alla categoria A e B in contemporanea.. però dipende molto dalla donna con cui sto.. con una certa donna sarei assolutamente un B!!!

Alex ha detto...

Le mogli spesso pensano di essere trattate come colf di fatto sono delle autentiche tiranne(:
Di fatto penso che le "corna" spesso vengano "fatte" come ripicca a certi comportamenti da parte di mariti e mogli. Pensa al povero marito che subisce le angherie della moglie e deve rimanere in silenzio alle aggressioni verbali e non, altrimenti risponde di violenza familiare:-))

e quindi il maschio intelligente si comporta come il tizio della vignetta:- ))

A parte le cavolate, anzi mezze, che ho scritto, visto che un fondo di vero si trova, dovrei avere l’ergastolo per tutto quello che ho pensato fra immaginazione e desiderio:D

Questa è una vignetta dove molti possono rispecchiarsi perchè nella vita reale di ognuno di noi vi sono situazioni che alla fine il meno peggio è una relazione così.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

La mia idea di relazione è questa. Onestà nelle azioni. Rispetto reale. Quanto alla mia mente, ciò che vi succede è mio e solo mio.

Cio' che dici e' condivisibile, purche il (o la) partner sia messa al corrente che esistono delle zone d'ombra nelle quali lui (lei) non potra' mai entrare.

Se invece si dichiara che NON esistono zone d'mbra e poi, invece, ce ne sono (e tante), allora mi pare una mancanza di rispetto.

La mancanza di rispetto sta nel FARSI credere CHI NON SI E'.

Questo lo si puo' fare con chi non ha con noi alcun tipo di relazione, ma non in un rapporto coniugale (o d'amicizia) che rappresentano (oltre a quella con i genitori ed i figli) la piu' alta espressione di relazione fra esseri umani.

Sono da sempre (e dico da sempre, quindi da quando ero un'adolescente) orientata a rapporti LIBERI e SINCERI ed ho trovato in essi la massima soddisfazione personale, oltre all'accettazione delle delusioni, che comunque nella vita sono inevitabili.

Quando inizio un nuovo rapporto, di qualsiasi genere esso sia, metto sempre sul piatto della bilancia cio' che sono e cio' che desidero, e pongo i miei paletti. Voglio che chi ha occasione di relazionare con me non abbia brutte sorprese, perche' so quanto, le brutte sorprese, possano generare sofferenza... e non solo in chi le riceve.

Mi sono costruita (a fatica ma anche orgogliosamente) una personalita' che, nella vita reale non mi crea problemi.

Altre persone (amiche ed amici) che invece conosco, e che gestiscono la loro esistenza perennemente nella menzogna, sono costantemente INFELICI.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ alex: Questa è una vignetta dove molti possono rispecchiarsi

Io mi rispecchio eccome!!! :-)

Kamavirya ha detto...

Ok schernirsi...che riferito al post di sopra non mi sembra così pertinente...

Ma se va bene x te... ;-)

KAM

Alex ha detto...

Veramente eri l'ultima persona a cui avevo pensato:-)

era inteso come rapporto familiare.
Comunque se ti rispecchi belle forme:D

PS la cosa che più si nota e come sorridi quanda PAGA :-)))

Kameo ha detto...

Chiara di Notte - Klára said...
Sono da sempre (e dico da sempre, quindi da quando ero un'adolescente) orientata a rapporti LIBERI e SINCERI


... un'altro punto di convergenza fra noi Chiara :))
In quell'età della vita, ebbi l'intuizione che il matrimonio fosse l'unione di due libertà. Perciò lavorai prima su me stessa, per rendermi una donna "libera", e poi mi guardai intorno in cerca del mio uomo "libero" con la consapevolezza che avrei potuto non incontrarlo mai.

michail tal ha detto...

Ciao Chiara

oggi in un momento di break mi sono andato a vedere un paio di foto sul web di una delle attrici italiane che piu' mi piacciono, e che considero di una bellezza straziante: Giovanna Mezzogiorno.
http://www.tccandler.com/talent_file_giovanna_mezzogiorno.htm


Mi chiedevo se dovessi dirlo alla mia ragazza o meno...
ma no dai, considerato che sa che mi piace direi che mi posso considerare esentato :-):-)

A me se succede di vedere per strada chiara di notte fra me e me penso: che bella questa ragazza... menomale che la mia donna è piu' figa! :-)

Secondo te perchè un uomo con una donna BELLISSIMA andrebbe con una prostituta? SOLO per varietà sessuale? o c'è qualcos'altro?

Comunque ho sempre l'impressione che tu ti rivolga a un pubblico dai 40 in su...sposato e puttaniere.
La maggior parte delle coppie che frequento (range 25-35 a parte qualche outlier)considerato che si prende e lascia con la facilità con la quale ci si mangia un gelato (sempre lui!) e considerato anche l'egoismo esistenziale medio non ha bisogno di ricorrere a tutti questi sotterfugi. Quando stanno insieme è perchè sono innamorati. Alla prima difficoltà si lasciano. Figuriamoci se sono innamorati d'altri. La mia percezione è di un 65/35 % dove al 65 ci sono le coppie non ipocrite.

Gli ipocriti sono gli assidui frequentatori di posti tipo escortforum o le opportuniste che si sposano per convenienza. Ma per fortuna sono la minoranza.

Baudelaire999 ha detto...

gli ipocriti la minoranza...???

sto seriamente pensando di vivere in un universo parallelo..........qui da me gli ipocriti sono decisamente la maggioranza!!!!!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Alex: PS la cosa che più si nota e come sorridi quanda PAGA :-)))

Si', ma anche l'ometto sorride felice. L'unica incazzata mi pare solo la moglie :-)

@ Kameo: poi mi guardai intorno in cerca del mio uomo "libero" con la consapevolezza che avrei potuto non incontrarlo mai.

Ottimo percorso. Diciamo che io, alla consapevolezza di non volere nessuno se non fosse stato piu' che compatibile con me, ci sono arrivata per gradi, ed anche a seguito di (inevitabili) piccole e grandi delusioni. Ho imparato che NON CI SI PUO' INNAMORARE di una persona completamente estranea, come sentimenti, come concezione della realta', come atteggiamento verso la vita, come assegnazione di priorita' ai valori.
Ecco su questo ultimo punto vorrei soffermarmi perche' non tutti/e assegnamo delle priorita' nello stesso identico modo. C'e' chi al primo posto mette le cose materiali, chi quelle immateriali, eccetera.
Per me e' importantissimo il rispetto assoluto della mia indiscussa liberta'.
Gli uomini (ma anche le donne) spesso tendono ad "appropriarsi" di cio' che ritengono l'oggetto del loro desiderio e non sanno che recidere un fiore equivale a farlo morire.

Le persone non si possiedono. Ne' con il denaro ne' con i sentimenti. Non esiste una catena tanto forte da tenerle legate.

Del resto ci sono donne (ma anche uomini) che si adagiano all'interno della loro gabbia dorata e non sanno che la cosa piu' importante di quella gabbia non e' il materiale di cui e' composta ma avere la chiave.

Anche facendo la prostituta si deve aver chiaro in testa che l'abitudine al denaro NON PUO' E NON DEVE SCHIAVIZZARE, e che in ogni momento si e' libera di entrare ed uscire dalla gabbia. Almeno fino a quando il fisico "regge".

@ michail Tal: Mi chiedevo se dovessi dirlo alla mia ragazza o meno...
ma no dai, considerato che sa che mi piace direi che mi posso considerare esentato :-):-)


E perche'? Cosa c'e' di male a dire alla propria ragazza "mi piace il tipo di donna raffigurato in queste foto"?
E' solo un giudizio ESTETICO e non inficia il rapporto.
Temi forse che lei ti risponda "E allora cercatene una cosi'"?
Si' forse hai ragione... noi donne siamo molto competitive, pero' dipende anche molto dal carattere della donna. Se e' una donna CONSAPEVOLE e SICURA dei tuoi sentimenti, prendera' tale confessione come un segno di complicita'.

A me se succede di vedere per strada chiara di notte fra me e me penso: che bella questa ragazza... menomale che la mia donna è piu' figa! :-)

Si', anche l'ometto della vignetta, infatti, e' convinto di avere una moglie esattamente come Chiara di Notte :-)
Pero' dimmi, e sii sincero, se tu una sera, senza che nessuno debba venire a saperlo, e con la tua ragazza lontana, potessi avere l'occasione di infilarti nel letto di quella... Mezzogiorno...
Che faresti?
Rinunceresti dicendo che la tua ragazza e' piu' figa?

Secondo te perchè un uomo con una donna BELLISSIMA andrebbe con una prostituta? SOLO per varietà sessuale? o c'è qualcos'altro?

Perche' NON LA AMA. Semplice.
Tutte le parole che i maschietti dicono sull'amore quando tradiscono servono solo a metter la loro coscienza a posto ma sono indicativi di un sintomo: la donna con la quale stanno non li ATTRAE totalmente.
Guarda che l'amore e' un'alchimia. Non avvine solo perche' uno dei due (o tutti e due) dicono "ti amo".
L'amore avviene anche senza PAROLE e sono i fatti che lo dimostrano.
Chi ama non mancherebbe MAI di rispetto alla persona amata. MAI.
Si puo' condividere una vita trasgressiva (da complici) si puo' far sesso con estranei ma il limite che divide l'amore dal non amore e' proprio la complicita' e la sincerita'.
Tutto il resto sono solo cazzate inventate dai maschietti per poter trombare altrove senza pero' rischiare che la loro donna trombi altrove.


Comunque ho sempre l'impressione che tu ti rivolga a un pubblico dai 40 in su...sposato e puttaniere.


io non mi rivolgo a nessun pubblico. Non sono qui a recitare una parte in teatro. Sto solo scrivendo un diario.
Siete VOI , che entrate e leggete cio' che scrivo.
Se ti dicessi che questo blog, piu' che agli uomini(40enni, 30enni, puttanieri e non, sposati e non) e' rivolto alle donne, ci crederesti?

illustre1966 ha detto...

Troppi commenti per una striscia di vignette: la parte che si DEVE assolutamente evitare è quella raffigurata nel quartultimo riquadro...

Parto dall'ultimo commento: che il tuo blog sia indirizzato alle donne è evidente, che poi sei andata a pescare la maggioranza del tuo pubblico nella melma di EF....beh a te l'ovvia risposta!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

la parte che si DEVE assolutamente evitare è quella raffigurata nel quartultimo riquadro...

Se eviti quella, con Chiara di Notte, non esiste neppure la vignetta :-)

che poi sei andata a pescare la maggioranza del tuo pubblico nella melma di EF

No, scusa, mi pari un po' alterato nella percezione delle cose. Io non ho pesacato proprio nulla. Siete VOI che mi avete seguita :-)

michail tal ha detto...

"Temi forse che lei ti risponda "E allora cercatene una cosi'"?
"
a parte che la mia lei è molto bella, comunque un po' scherzavo e un po' no. Tendenzialmente per sentirmi piu' vicino a lei e piu' complice (e non per amore) tendo a dirle anche queste cose, perchè sono naturali, e credo che la bellezza sia un valore da ammirare sempre; ma anche perchè nella compagna cerco molto la componente di amicizia oltre a quella dell'amore.

Fosse solo per amore non glielo direi (e ogni tanto capita) semplicemente perchè proprio come dici voi femminuccie siete a dir poco suscettibili su queste cose, e mai vorrei ferirla suscitandole anche il minimo dubbio di inadeguatezza. Perchè dovrei farlo io che l'amo? quando c'è già tutto il mondo del marketing che glielo ricorda costantemente?
RISPETTO vuol anche dire evitare paturnie inutili.


"Tutto il resto sono solo cazzate inventate dai maschietti per poter trombare altrove senza pero' rischiare che la loro donna trombi altrove.
"


E non hai mai pensato alla situazione opposta in cui è la donna ad essere molto gelosa mentre "lui" sarebbe molto piu' liberale?

Se la mia donna mi dicesse una cosa tipo: guarda voglio togliermi lo sfizio...chesso'io di farmi un bel moretto giamaicano....(perchè già che si cambia cambiamo del tutto, basta con sti caucasici! :-) ) solo per curiosità, fermo restando il rapporto fra noi due...
Non sarebbe un problema invalicabile per me. Per nulla.

Ma la piccola soddisfazione per lei sarebbe nulla in confronto al fastidio intollerabile per l'evento opposto (almeno è quello che dice lei). E dunque si sta tranquilli nella categoria B. Poco male.

Per me amore è tornare a casa e trovare una persona con la quale anche dopo 10 anni riesco a farmi delle gran risate alla faccia del mondo, e con la quale ci sia grande piacere a scambiarsi tenerezza reciproca.


"Pero' dimmi, e sii sincero, se tu una sera, senza che nessuno debba venire a saperlo, e con la tua ragazza lontana, potessi avere l'occasione di infilarti nel letto di quella... Mezzogiorno...
Che faresti?
Rinunceresti dicendo che la tua ragazza e' piu' figa?"

Mah, io a queste "situazioni" non credo molto. Uno che cerca strutturalmente la figa altrove, SI METTE in situazioni simili, chi non lo fa non ci si trova. Io di andare a letto con la Mezzogiorno non avrei mai l'occasione, perchè anche se per assurdo l'avessi, l'occasione, sarebbe perchè me la sarei cercata in tutti i modi, e allora è chiaro che a letto ci andrei perchè era il mio fine.
Ma è proprio "la ricerca"
che non comincerei nemmeno.

"Se ti dicessi che questo blog, piu' che agli uomini(40enni, 30enni, puttanieri e non, sposati e non) e' rivolto alle donne, ci crederesti?
"

Certo che ci credo, e hai tutta la mia comprensione per sta schiera di maschietti rompiballe che ti legge, me compreso! :-)

PS: ma allora la grafica da "Emmanuelle" strizza l'occhio alle femminuccie e non ai maschietti! interessante!

Chiara di Notte - Klára ha detto...

E non hai mai pensato alla situazione opposta in cui è la donna ad essere molto gelosa mentre "lui" sarebbe molto piu' liberale?

Veramente non penso a cio' che non mi riguarda. :-)
Non sono del tutto "italica" :-)

Ma la piccola soddisfazione per lei sarebbe nulla in confronto al fastidio intollerabile per l'evento opposto (almeno è quello che dice lei).

Latina? :-))

Uno che cerca strutturalmente la figa altrove, SI METTE in situazioni simili, chi non lo fa non ci si trova. Io di andare a letto con la Mezzogiorno non avrei mai l'occasione, perchè anche se per assurdo l'avessi, l'occasione, sarebbe perchè me la sarei cercata in tutti i modi, e allora è chiaro che a letto ci andrei perchè era il mio fine.

Ecco il punto.
E chi ama davvero non cerca quell'occasione. Sei d'accordo con me?
Invece chi scartabella le foto su internet, sceglie la ragazza, le telefona, si accorda sul rate, la incontra, ci scopa (gli piace e tanto), poi inizia a fare discorsi da idiota sull'amicizia fra escort e cliente, poi lei (furba) aggancia il pollo e lo pela, mentre lui ci perde la testa...
In qualche modo cio' E' VOLUTO.
Quindi in un tale contesto come si fa a parlare di amore per la propria consorte?

ma allora la grafica da "Emmanuelle" strizza l'occhio alle femminuccie e non ai maschietti! interessante!


C'e' un paio di cose delle quali non posso aver certezza se non per quanto riguarda me e tantissime donne che ho conosciuto in vita mia (e ti assicuro che sono molte), di cui, pero', finora non ho mai avuto riscontro negativo.
- Prima cosa: le donne sono assai piu' avventuriere, piu' spregiudicate, meno soggette al sentimentalismo, molto piu' pragmatiche degli uomini. In altre parole in ognuna vive una devochka. Anche se e' una fantasia inconfessata, essere pagate tanti soldi per essere ammirate fisicamente, ed essere considerate estremamente desiderabili, piace. Poi (e' ovvio) c'e' chi coltiva questa sua personalita' (perche' ne ha le possibilita' fisiche soprattutto) e chi invece la reprime o la deve reprimere per ovvi ostacoli "strutturali. Io faccio parte della prima categoria, e forse ho anche esagerato in tal senso facendone addirittura filosofia di vita (quello che a illustre da' fastidio perche' teme che questo mio modo di essere riesca a convincere le stupide che vanno in giro a farsi prendere per il culo GRATIS).
- Seconda cosa: in ognuna vive una parte bisessuale. Non voglio parlare di me, ma porto ad esempio un'amica che, secondo i canoni di bellezza esistenti, a confronto la ragazza che a te piace, la Mezzogiorno, potrebbe essere considerata "normallmente carina" (anche se i gusti sono soggettivi e quindi non valutabili).
Dire che e' bella e' poco... di piu' ed aggiungi ancora... e per me dirlo e' assai difficile in quanto non immagini il fastidio che si prova a doverlo ammettere.
Ecco, essendo lei omosessuale ha avuto modo di "corrompere" molte ragazze e donne che omosessuali non erano (almeno dichiaratamente).
Non ha mai ricevuto un rifiuto.
E' ovvio che non tutte quelle che hanno avuto un'esperienza con lei sono diventate delle lesbiche tout court. C'e' chi ha affrontato quell'esperienza una sola volta, ma sono quasi certa che a nessuna e' dispiaciuta.
Alcune sono felicemente sposate e/o fidanzate, mentre altre hanno capito che il desiderio femminile, e la sua soddisfazione, e' qualcosa di assai piu' complesso di cio' che viene immaginato comunemente.
E questo, fintanto una donna non prova un'esperienza con un'altra donna non puo' capirlo.

La grafica di questo blog e' una grafica che soddisfa, innanzi tutto me ed alcune mie care amiche. Se poi piace anche a voi maschietti, mi fa piacere.

Anonimo ha detto...

Perche', illustre1966 non ha mai pagato una donna?
strano, da quel che si sa pagava eccome.
io chiara me la chiarirei con un pagamento equo :-)))

illustre1966 ha detto...

Caro illustre anonymous: una volta tanto hai azzecato i tempi dei verbi...
"Pagavo"....anzi, per essere precisi, per un certo lasso di tempo, ho pagato alcune professioniste.

Poi ho smesso.
Di pagare intendo... :-D
Ma voi continuate pure prego: contenti voi, contenti tutti! ;-)

illustre1966 ha detto...

@chiara: in effetti sei una tontolona, nel senso che non hai capito una beata fava su cosa dia fastidio a me della tua glorificazione del mestiere di prostituta.

Ma se fossi stata in grado di capirlo non avresti intrapeso quella strada e non ci avresti fatto addirittura un blog in cui svilisci il ruolo delle donne pensando anzi di farne delle, come le chiami tu?, amazzoni??

Spero che le donne che ti leggono siano sufficientemente intelligenti per capire che la prostituzione è in molti casi una lurida scorciatoia, è sempre, ma dico SEMPRE, una professione che SVILISCE l'ESSERE DONNA... checchè tu ne dica cara mia...

Anonimo ha detto...

illustre1966 said...

Caro illustre anonymous: una volta tanto hai azzecato i tempi dei verbi..

Mai avuto il dispiacere di un dialogo con lei caro illustre.

Lei è un professore?
Da lezioni?
Lei è l'ultima persona che puo' dar lezioni d'Italiano e comportamentali, pensi un po' più a se stesso, si guardi allo specchio e si offenda da solo.
Inizi ad essere UOMO e guardi i suoi panni sporchi, non sia mai che un giorno si trovi faccia a faccia con la realtà. :-)))

Anonimo ha detto...

illustre1966 said...

Caro illustre anonymous: una volta tanto hai azzecato i tempi dei verbi...
"Pagavo"....anzi, per essere precisi, per un certo lasso di tempo, ho pagato alcune professioniste.

Poi ho smesso.
Di pagare intendo... :-D
Ma voi continuate pure prego: contenti voi, contenti tutti! ;-)


Mi spiegi la differenza nel;
pagare...una prostituta
Non pagare...una prostituta
e poi, è... tradire?...

I falsi bigotti come te mi hanno sempre infastidito, sono le classiche persone che urlano allo scandalo e poi vanno con dei trans furtivamente, mascherandosi come diabolik.

Una cosina piccola piccola,
inizia a parlare come mangi, NON sei CHIARA, le tue paroline messe qua e la, trovate nel dizionario solo per il far vedere la tua intelligenza, è solo un segno di stupidità totale.
i miei omaggi.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ illustre: nel senso che non hai capito una beata fava su cosa dia fastidio a me della tua glorificazione del mestiere di prostituta.


Oh ma io l'ho capito benissimo. Non ti discosti molto dalla norma di un certo tipo di uomo quarantenne che crede di essere il re del mondo.
Tu mi giudichi e non sai un cazzo di me, ma e' appunto una VOSTRA prerogativa.
Ti ritieni migliore, e su quali basi poi non si capisce, ma se sei contento cosi', con le tue convinzioni, io sono felice per te.
Di certo non cambiero' le mie perche' temi che le ragazze che mi leggano capiscano che e' molto meglio essere indipendenti e prendere per i fondelli la gente come VOI abituati a fare i galletti, succhiandovi il portafogli al quale tenete tanto in cambio di un po' di odore, invece di farsi sfruttare, fisicamente ed intelletivamente per 1000 euro al mese.
Una devochka 1000 euro li prende in neanche un pomeriggio. Chi si lega a voi, secondo i VOSTRI schemi deve sempre stare li' a CHIEDERE... quasi come fosse un favore.
Se io non mi sono sentita svilita nel fare la puttana, come dici tu, e' certamente un mio fatto personale. Il fatto invece che a gente come VOI sia PREOCCUPATA tanto che io con questo blog possa fare proselitismo (non e' mia intenzione ma comunque non posso impedire a chi mi legge di desiderare un'esistenza diversa) dimostra come certi UOMINI vogliano sempre controllare la donna e tenerla relegata ad un ruolo SUBORDINATO alla loro MORALE.
Tieni conto che piu' di un TOT di tempo non posso dedicarlo ad ogni persona, per cui oggi hai gia' avuto la tua razione.
Buona giornata.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

L'utilizzo del nick anonimo (col quale lascio opportunita' di intervenire in questo blog), deve rappresentare una disponibilita' democratica, ma non ammette che le persone vi si nascondano dietro per insultare o per iniziare litigi.
Anche perche' qualunque pazzoide potrebbe annidarsi dietro e divertirsi a creare flame.
Per cui, da questo momento, non accettero piu' commenti anonimi in cui ci siano scambi di accuse e diatribe personali di stile escortforumistico.
Per il momento li mantengo, ma saro' pronta a disabilitarli se, chi interviene, invece di dimostrare maturita', dimostrera' solo quell'infantilismo palesante il suo disturbo psicologico interiore al quale, ovviamente, questo blog non puo' porre rimedio.

illustre1966 ha detto...

@anonymous: io non cerco paroline sul dizionario...e NON sono mai andato a trans, semplicemente perchè il genere non me gusta...

E per ultimo, non URLO allo scandalo: dico e ribadisco che le donne e pariteticamente gli uomini che si ritrovano attori della pantomima dell'incontro a pagamento si SVILISCONO a vicenda.

Se poi non hanno nemmeno il buon senso di rendersene conto... Beh, tanto meglio per loro!!

P.S. Cara chiara, se l'unica chance per una donna per NON essere subordinata alla "morale degli uomini" è quella di prostituirsi.....beh allora inutile che iniziamo qualsiasi tipo di discussione, ma, ciononostante, ti faccio notare che il mio pensiero, se non lo vedi attraverso gli schemi smpliciotti che ogni volta tiri fuori dallo schedario della tua limitata esperienza al campo dei puttanieri, è molto, ma molto più FEMMINISTA del tuo.

Pensa, che paradossalmente, le tesi che porti avanti, potrebbero essere interpretate con un'accezione fortemente MASCHILISTA: è proprio l'estremizzazione del mondo in cui ti sei ingrassata....

Il personaggio CHIARA altro non è che: Il TOP dell'altra parte della barricata, l'oggetto del desiderio che non ha prezzo, l'eterna carota per un'orda di conigli rincoglioniti..... Ossia il fattore DOMINANTE di QUEL MONDO.

Ma, bada bene, SOLO di QUEL MONDO: poi c'è il mondo REALE, in cui migliaia di DONNE non sono SUBORDINATE all'uomo, senza necessariamente DOVERSI PROSTITUIRE.


Ecco, affacciati un attimo a questa finestra sul reale, e prenditi una bella boccata prima di rispondere.

(Domani ovviamente perchè oggi il tempo a me dedicato è scaduto)

Baci

michail tal ha detto...

Buongiorno

visto come si è sviluppata la discussione mi sembrava poco opportuno intervenire, giusto due cose per rispondere a Chiara.

"Latina? :-))"

no nordica/jugoslava

"Ecco il punto.
E chi ama davvero non cerca quell'occasione. Sei d'accordo con me?"

Si era quello che cercavo di dire.

Solo...immagino che tu ti ponga nella categoria D. La maggior parte dele persone che conosco sta nella B. Poi come dice Brodsky ci sono quelli che fanno la scelta di comodo, mentendo, svilendo la nobiltà del rapporto.

Se alla minima fregola si cede alla menzogna non si riuscirà a costruire un rapporto solido con chicchessia. Gli impulsi pero' esistono, ed è soprattutto una questione di egoismo se li si vuole sempre soddisfare o no.

Detto cio' non voglio fare il santo, a me le donne piacciono molto. La mia lei pero' supplisce benissimo al momento.

Da un certo punto di vista chi sta nella D, (moltissimi oggigiorno) fanno un scelta di egoismo estremo, non donandosi a nessuno/a.


Per quanto riguarda la componente omosessuale nelle donne direi che è cosa risaputa, evidente fin dall'adolescenza.

Un tizio che conoscevo di vista una volta in palestra, parlando di donne, mi chiese: "hai una ragazza?"
io: "si perchè?"
lui: "beh, sappi che è lesbica"
io:" che ne sai scusa?"
lui: " ma come?! è ovvio! tutte le donne lo sono!"
ora custodisco con gelosia questa perla di saggezza...in effetti era un tipo un po' eccentrico ma ci aveva visto giusto
:-)

vabbe', scusate..volevo stemperare un po' l'aria
:-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics