giovedì 26 giugno 2008

39
comments
Il nano sta sbroccando

Il potere esecutivo, generalmente posseduto da un'istituzione denominata "governo", e' in prima istanza il potere di applicare le leggi, distinto dal potere legislativo (che in Italia e' affidato ai due rami del Parlamento), che e' il potere di fare le leggi, mentre il potere giudiziario (affidato alla Magistratura) e' il potere di giudicare, ed eventualmente punire, chi non rispetta le leggi.

La separazione tra i tre poteri garantisce l'imparzialita' delle leggi e della loro applicazione.

Quando il Primo Ministro che presiede un governo, controlla allo stesso tempo anche la maggioranza nei due rami del Parlamento, detiene di fatto due di questi poteri.

Se per caso egli dovesse far promulgare delle leggi volte a fargli controllare anche il potere giudiziario, si avrebbe una situazione nella quale i cittadini rimpiangerebbero lo stalinismo.

39 commenti :

lucenera ha detto...

Il nano ha tanti difetti, ma la magistratura è la vergogna del nostro paese, non si può accettare che i peggiori reati non vengano puniti o non venga garantita la certezza della pena, se ti ammazzassero un figlio preferiresti che si indagasse prima sui foto ricatti di Corona?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Come vedi, non sono entrata nel merito delle questioni politiche. Mi sono mantenuta su un discorso puramente tecnico, semplice, lineare su come funziona un sistema non totalitario.
Unico appunto che puo' essermi fatto e' il titolo provocatorio, che riflette un po' "l'ignoranza costituzionale" di chi dovrebbe avere, prima di tutto, il dovere di difendere i saldi principi su cui si fonda il sistema democratico che lo ha eletto, prima ancora della propria incolumita' giudiziaria.

Ti assicuro che laddove i tre poteri sono gestiti da un'unica persona (o da un'elite di persone), i termini "peggiori reati" assumono un significato molto diverso da quello che viene loro attribuito in un Paese libero.

Chi non ha vissuto, anche solo una piccola parte della sua vita, chi non ha ascoltato i racconti dei suoi genitori, chi ha sempre avuto un'unica visione della realta, avulsa da certe problematiche, quella mostrata dalle TV, dalla pubblicita', dalle fiction, dai grandi fratelli, dalle veline, dai telefonini SMS, e compagnia bella non avra' mai chiaro cio' di cui sto parlando se non quando dovra' viverlo in prima persona.
Non e' un post politico. Non sto facendo alcun lavoro di "squadra" perche io non ho squadre ed avrei scritto le stesse cose anche se certe spinte "autoritarie" fossero pervenute da altre parti politiche.

Al limite, se proprio vogliamo, si puo' discutere sul termine "nano". :-)

Duval ha detto...

@Duval:
(a caso: su Repubblica, dal 14 aprile, Maltese, Bocca, Scalfari, Serra, Diamanti, Giannini, Mauro, mi spiegano ogni giorno che sono un coglione, avendo votato CdL. E paventano rischio per la democrazia, capito? Sono un coglione perché non ho avvertito questo rischio!).

Oohh! Maccheccazzo! Hanno ragione?

davide ha detto...

Gentile Chiara,

molto interessante quello che hai scritto nel post, anche se non condivido quanto hai detto.

Avrei anch'io qualcosa da dire, ma poichè mi trovo alcuni giorni nella capitale, intendo fare il mio dovere di buona gazzella fino in fondo: viva le leonesse (purtroppo il tempo è limitato e devo rinunciare a seguire il tuo blog per qualche giorno: è una grande perdita per me, ma lo faccio per una causa nobile).

Quando ritorno a casa recupero quello che non ho avuto il tempo di dirti.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

(a caso: su Repubblica, dal 14 aprile, Maltese, Bocca, Scalfari, Serra, Diamanti, Giannini, Mauro, mi spiegano ogni giorno che sono un coglione, avendo votato CdL. E paventano rischio per la democrazia, capito? Sono un coglione perché non ho avvertito questo rischio!).


Povero Duval. Ha tutta la mia solidarieta' per quanto scrivono su quei giornalacci.

D'altronde, come lui sa, io leggo solo Argomenti e Fatti, e mi disinteresso completamente delle varie gazzette sportive, sia di una parte che dell'altra.

Il mio post pero' non era su un giornalismo di bassa lega (ed in questo E.Fede li batte tutti), ma su un discorso chiaro al quale (pare) non si voglia dare risposta se non la solita infantile "si' pero' ha cominciato prima lu... gnegnegne'"

L'aver votato una parte politica che poi FA cose discutibili, invece di far incazzare i suoi elettori verso l'altra parte che da' loro dei coglioni, dovrebbe farla riflettere sulle ragioni stesse del contendere. E cioe' se e' giusto che i tre poteri restino separati oppure se si vuole che ci sia qualcuno che ne detiene due o addirittura tre.

Tutta la questione legata alla demonizzazione della Magistratura, al di la' dei singoli episodi di "malagiustizia", ed alla questione personale di berlusconi, deve essere inquadrata nell'ottica di una contesa per la conquista dei POTERI attraverso atti eversivi che mirano ad una trasfigurazione della costituzione.

E per eversivo intendo proprio il significato che ha, e cioe' destabilizzante, sovversivo, facinoroso, fazioso, sovvertitore, tumultuante.

Ora, si potra' imputare tutto alla Magistratura ma che miri alla conquista del potere legislativo ed esecutivo mi pare una bufala degna di chi non ha un grammo di cervello per pensare.

Se invece si vede tale comportamento in un'ottica che mira ad IMPEDIRE che il berlusca si appropri anche del terzo potere... beh, cio' potrebbe essere piu' plausibile.

Per il resto di berlusconi, di veltroni, di bossi, di fini e compagnia bella mi interessa meno di una beata fava.

Ma gli italici non hanno ancora compreso che uin clima da "guerra civile", in cui si tenta di aizzare la propria parte contro l'altra, non favorisce ne' una ripresa dell'economia, ne' la soluzione dei problemi che alla fine di tutto saranno ulteriormente aggravati?

Il rischio e' che per salvare i soldi di uno (il nano), a rimetterci sara' l'Italia intera.

Del resto, lo stesso Gianni Letta si e' dissociato da quanto detto dal suo leader. Credo che abbia capito che sovvertire in questo momento le regole democratiche a suon di decreti legge e voti di fiducia significherebbe far esplodere una pentola che e' sotto pressione da troppi anni.

Ma io, si sa, sono Cassandra.

Duval ha detto...

Chiara for president!

Ha le idee chiare su ciò che bisogna e non bisogna fare per salvare l'Italia.

Io voto a destra ma leggo il giornale di sinistra, proprio per cercare di capire meglio, ma non ho ancora capito un cazzo (da anni).

Quando l'Italia affonderà nella melma? Il potere esecutivo si papperà quello giudiziario? I ghiacci si scioglieranno? L'energia e le escort costeranno sempre di più?

Io non ho risposte, ma non sono ansioso.

Dice Chiara: la questione era "è giusto che i tre poteri restino separati"?
Azzo, una domanda raffinatissima, da perderci le notti per una risposta.
Ti aspetti che se ne debba anche discutere?

Dice Chiara: lo stesso Gianni Letta si è dissociato; ah beh! allora si spiega tutto! ma vale anche quando non si dissocia?

Tu hai fatto esperienze importanti di vita e ne hai giustamente tratto convinzioni personali, per esempio riguardo il comportamento degli uomini.

Io, come molti italiani, ho fatto esperienze personali con l'apparato giudiziario; sarò stato sfigato ma non ho mai visto una casta peggiore, che esercita il proprio potere in maniera arrogante e faziosa molto più dei politici (di destra e di sinistra). Potrei farti molti esempi pratici che ho vissuto personalmente (cause di lavoro, incidenti d'auto, ...). Non è bello generalizzare, però le esperienze pesano.

Il potere giudiziario è sacro, chi lo esercita attualmente in Italia mi dà il voltastomaco a prescindere, ad iniziare dal degno ex-rappresentante Di Pietro: un analfabeta lombrosiano che vive rosicando.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Duval said...
Chiara for president!


Preferirei di no grazie.
Ho la fortuna di essere alta... io! :-)

Ha le idee chiare su ciò che bisogna e non bisogna fare per salvare l'Italia.

Assolutamente no. Non ho espresso le idee per salvare alcunche', ho solo spiegato come funzionano le regole democratiche e costituzionali del TUO Paese.
Regole che a quanto pare possono essere cambiate in dipendenza se lo scudetto viene vinto dal Milan invece che dall'Inter. E questo non riesce a rassicurarmi su come gli uomini del tuo paese intendono gestire la vita di tutti. Me compresa.

Se a te non stanno bene le REGOLE del tuo paese, cambia paese. Ma per cambiare le regole, in questo vostro grande condominio, occorre piu' di un un voto di fiducia o di un attacco alteriosclerotico volto contro gli oppositori.

Io voto a destra ma leggo il giornale di sinistra, proprio per cercare di capire meglio, ma non ho ancora capito un cazzo (da anni).

Ho capito. Sei un fascista vecchio stampo. :-)))

Quando l'Italia affonderà nella melma? Il potere esecutivo si papperà quello giudiziario? I ghiacci si scioglieranno? L'energia e le escort costeranno sempre di più?

L'ho scritto nel mio post. Quando l'esecutivo, dopo il legislativo, cerchera' di papparsi anche il giudiziario, l'Italia vivra' una bella stagione con un clima di guerra civile, ed io, personalmente, spero che chi la pensa come te possa trovarsi proprio nel mezzo e perdere tutto cio' che ha :-)
I ghiacci lasciamoli al loro posto.

Io non ho risposte, ma non sono ansioso.

Bravo. Vivi la tua vita senza risposte. E gia' che ci sei elimina anche le domande, che' cosi' starai piu' sereno :-)

Dice Chiara: la questione era "è giusto che i tre poteri restino separati"?
Azzo, una domanda raffinatissima, da perderci le notti per una risposta.
Ti aspetti che se ne debba anche discutere?


Era la tua risposta questa?
Oppure semplicemente hai difficolta' a comprendere la domanda?

Dice Chiara: lo stesso Gianni Letta si è dissociato; ah beh! allora si spiega tutto! ma vale anche quando non si dissocia?

Che uno della stessa parte politica sia d'accordo, e non si dissoci, e' cosa naturale e normale. E' quando quella persona, considerata fedelissima, si dissocia che c'e' da chiedersi se fara' la stessa fine che il nano augura (e se potesse riserverebbe) ai suoi oppositori.

Tu hai fatto esperienze importanti di vita e ne hai giustamente tratto convinzioni personali, per esempio riguardo il comportamento degli uomini.

Diciamo piu' esattamente "certi uomini". E dalle tue risposte capisco che ho effettivamente ragione. Purtroppo...

Io, come molti italiani, ho fatto esperienze personali con l'apparato giudiziario; sarò stato sfigato ma non ho mai visto una casta peggiore, che esercita il proprio potere in maniera arrogante e faziosa molto più dei politici (di destra e di sinistra). Potrei farti molti esempi pratici che ho vissuto personalmente (cause di lavoro, incidenti d'auto, ...). Non è bello generalizzare, però le esperienze pesano.

Ed io potrei fartene altrettanti CONTRARI, citando giudici che si sono prodigati e sono morti per fare piu' grande il TUO Paese, e per salvarlo da affaristi corrotti e da mafiosi. Ma tanto entrambi/e potremmo (o dovremmo) avvantaggiarci di Google. Quindi lasciamo perdere che risparmiamo tempo.
Qui si parla di luna e tu guardi il dito che la indica.
Si parla della trave che voi italici vi state per trovare nel deretano, e tu pensi al fuscello che ti ritrovi in mezzo alle gambe :D

Il potere giudiziario è sacro, chi lo esercita attualmente in Italia mi dà il voltastomaco a prescindere, ad iniziare dal degno ex-rappresentante Di Pietro: un analfabeta lombrosiano che vive rosicando.

Chiunque sia ad esercitarlo lo avete scelto VOI, o i vostri padri. Se decidete potete anche cambiare le regole e farlo esercitare da Licio Gelli oppure da Suor Pasqualina, ma deve essere il popolo italiano, magari con un referendum, a farlo, e non quattro cialtroni che pensano solo a cio' che hanno versato lo scorso mese sul conto corrente alle Cayman.

Io non ho mai detto di essere DEMOCRATICA, anzi la mia idea personale ed utopistica e' piuttosto una oligarchia illuminata, ma cio' che credo io non vale un cazzo. Cio' che vale e' che il VOSTRO GIOCO POLITICO ha delle regole precise accettate da tutti, compresi quelli che hanno vinto le elezioni, e qualcuno che ha delle pendenze giudiziarie, vorrebbe cambiarle a proprio piacimento. E questo, la mia coerente correttezza non lo riesce a metabolizzarlo. E' un mio limite.

Saluti.

Duval ha detto...

"Maledetto il giorno in cui ti ho incontrata ..." ha scritto o detto qualcuno :)

Meledetto il giorno (recente) in cui sono intervenuto in una discussione politica.

Mi darai almeno atto di non aver mai partecipato.

Per parlare della luna occorre averne CAPACITA', per parlare del dito che la indica occorre averne CONOSCENZA (quella reale, non quella mediatica).

Io non possiedo né l'una, né l'altra.

Mi limito a ballare sul Titanic scommettendo con le Cassandre sulla durata del ballo.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Io non possiedo né l'una, né l'altra.


Neanche io. E' ufficialmente riconosciuto dall'esperto politologo de' noantri, e cioe' dall'illustre bamboccione, che e' meglio che lasci perdere la politica italica in quanto non di mia competenza, essendo straniera.

Infatti che cazzo ne posso capire io?

Soprattutto non ho le risposte giuste alle domande giuste.

Quelle che vengono usate da chi si occupa (da anni) ed e' laureato in scienze politiche.

Gli illustri bamboccioni (ai quali la mammina ha sempre detto che sono tanto bravi, tanto belli e tanto intelligenti, hanno delle risposte alle quali non esiste modo di controbattere... adeso te ne indico una tipica:

"TU NON CAPISCI UN CAZZO LASCIA PERDERE!"

E come si fa a rispondere a questa? Capisci Duval? Con una cosa del genere anche un premio nobel viene annichilito... demorde... abbandona la contesa dialettica.

La comprendi la finezza?

"I GIUDICI CANCRO DELLA DEMOCRAZIA!"

Comprendi la similitudine?

E se non ci fossero i giudici? Sarebbe meglio? Faremmo dirimere le questioni giudiziare direttamente negli uffici Mediaset?

E delle impronte digitali prese AI SOLO BIMBI ROM, che si dice da quelle parti?

"C'E' BISOGNO DI SICUREZZA!"

E si inizia ad averla marchiando (giudiziariamente) i bimbi rom? E perche non TUTTI i bimbi? Anche quelli figli degli illustri bambocci?

Tu dirai che io salto di palo in frasca ma se ci pensi bene fa tutto parte della stessa frasca.

Quando una classe dirigente inizia con il liberticidio sulle piccole cose (come le impronte digitali ETNICHE), allora la liberta' di tutti e' in pericolo anche sulle grandi cose.

Chi conosce la politica (e questa non puo' essere conosciuta a fondo se non si hanno conoscenze anche di storia, di economia, di sociologia, di filosofia e tutto cio' che NON RIGUARDA SOLO IL CALCIO che e' invece l'unica maniera italica di trattare ogni questione), sa bene che quando si parla di regole fondamentali come la divisione dei poteri e del PERCHE' tale divisione e' necessaria (per quanto bene o male vengano gestiti quei poteri) per non trovarsi a vivere nell'IRAQ di Saddam, non si puo' rispondere "ZITTA TU CHE SEI UNA ROM VATTI A FAR PRENDERE LE IMPRONTE DIGITALI", perche questo e' un clima da STADIO ed e' il clima che oggi (forse non ti accorgi in quanto sei troppo preso ad annusare l'odore di figa proveniente dalla farfallina) si respira nel VOSTRO PAESE.

Vedi Duval, fino a poco tempo fa io lo consideravo anche il mio, ed in parte (un po') ne andavo anche fiera, ma devo ricredermi: gli italici di ultima generazione (ha ragione quello che li ha chiamati cosi') sono solo dei bamboccioni viziati dalle mamme, che nella vita si sono ingozzati di merendine, sono stati educati da Emilio Fede ed i loro valori sono del tipo: SE SEI FURBO E STRONZO TE LA CAVI se no non sei nessuno.

Oggi questa gente (ahime') ha l'eta' in cui entra in parlamento, e lo gestisce come la sua AZIENDA PERSONALE.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

"""Il potere esecutivo, generalmente posseduto da un'istituzione denominata "governo", e' in prima istanza il potere di applicare le leggi, distinto dal potere legislativo (che in Italia e' affidato ai due rami del Parlamento), che e' il potere di fare le leggi, mentre il potere giudiziario (affidato alla Magistratura) e' il potere di giudicare, ed eventualmente punire, chi non rispetta le leggi.
La separazione tra i tre poteri garantisce l'imparzialita' delle leggi e della loro applicazione.
Quando il Primo Ministro che presiede un governo, controlla allo stesso tempo anche la maggioranza nei due rami del Parlamento, detiene di fatto due di questi poteri.
Se per caso egli dovesse far promulgare delle leggi volte a fargli controllare anche il potere giudiziario, si avrebbe una situazione nella quale i cittadini rimpiangerebbero lo stalinismo."""


Non volevo intervenire su questo post, ma ho il bisogno di fare alcune precisazioni.

Per prima cosa la nostra costituzione non prevede una vera separazione dei poteri, ma è incentrata sulla preminenza del parlamento che è l'unico istituto eletto dal voto di tutti i cittadini (maggiorenni si intende).

In particolare il parlamento oltre a fare le leggi può adottare qualsiasi atto dell'esecutivo:una volta sui manuali si citava l'esempio di una legge (che in onore del ministro Arnaldo Forlani) aveva disposto il finanziamento della ristrutturazione della gru del porto di Ancona.

Per quanto riguarda la magistratura la costituzione dispone è indipendente e deve essere IMPARZIALE.

Ti chiedo Chiara: crededi davvero che la magistratura italiana sia stata imparziale nell'ultimo ventennio?

Ti faccio un esempio. Prima di tangentopoli la corruzione riguardava tutti i partiti: sicuramente quelli dell'arco detto costituzionale. Perchè la magistratura ha massacrato prima i socialisti e poi i democristiani e non ha toccato (se non con le piume) i comunisti che prendevano le tangenti come tutti gli altri? Non c'entra forse un certo referendum che pochi anni prima i socialisti e in parte i democristiani avevono promosso sulla responsabilità dei giudici: cosa che alla CASTA dei giudici dette un fastidio enorme.

Per quello che riguarda i giudici credo che le cose più sagge le abbiano scritte gli amici Baudelaire999 e Gullich su questo blog tempo fa (penso che non ci sia niente da togliere e da aggiungere a quanto hanno detto loro).

Tra il resto vorrei farti notare che il nano i problemi con la giustizia gli ha avuti dopo che è entrato in politica. Perchè? Forse perchè con il suo ingresso in politica ha sbaragliato la sinistra che grazie all'opera dei giudici (che avevano annientato socialisti e democristiani) era sicura di vincere?

In Italia l'azione penale è obbligatoria. Perchè i giudici mandano autotreni di avvisi di garanzia al nano e non hanno mai mosso un dito contro chi ha bloccato i treni (reato di interruzione di servizio), le autostrade ecc. (con danni incalcolabili all'economia italiana) perchè non voleva una discarica nel suo territorio? Non parliamo poi di tutti i reati commessi dai centri sociali che i giudici non hanno mai perseguito (esempi come questi potrei fartene tantissimi).

La verità è che i giudici in democrazia dovrebbero applicare la legge. Invece in italia i giudici (che nessuno ha eletto) vogliono dare lezioni ha chi è stato eletto dal popolo che per la costituzione è l'unico sovrano (art. 1. cost.)

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Per prima cosa la nostra costituzione non prevede una vera separazione dei poteri

Basta questa affermazione per inficiare tutto il tuo commento seguente. Come vuoi che io possa discutere se si parte gia' da un assunto fantapolitico?

Solo una cosa: per quanto riguarda il nano, i suoi guai risalgono a molto prima che iniziasse a fare politica. Leggiti un po di pubblicazioni sulla sua ascesa economica e sulla sua storia imprenditoriale in un periodo di connivenze con il malaffare la P2 e tante altre belle cose, prima di farlo MIRACOLOSAMENTE APPARIRE con la sua discesa in campo.

Procedimenti a suo carico (anche se archiviati per prescrizione ma permettimi di dire che LUI i termini di prescrizione se li sposta a piacere perche' e' LUI che spesso, a colpi di decreti e voti di fiducia fa le leggi) hanno agli atti operazioni illecite da lui effettuate dagli anni 1983 in poi.
I fatti relativi ad i suoi contatti con alcuni personaggi legati alla mafia risalgono a molto prima del 1992.

Informati un po' di piu'. magari non sui giornali della sua parte e neppure su quelli della parte avversa (che non serve a nulla) ma su libri di STORIA italica degli ultimi 30 anni.

Diversamente da quanto crede qualche illustre bamboccio, forse io di politica, e di Storia italica, ne conosco assai piu' di tanti che sono abituati a discuterne al bar.

O forse no... sto solo millantando conoscenze che non ho; in realta non so un cazzo; avete ragione voi...

Smetto di discutere di una cosa della quale sono incompetente, e lascio campo libero ai COMPETENTI, cioe' a tutti quelli che ne sanno assai piu' di me. Mi sto accorgendo di agire esattamente nel modo che critico agli altri, e quindi abbandono questa contesa politica del cazzo fatta da una massa d'incompetenti totali (me compresa).

Cio' che avevo da dire sulla separazione dei poteri l'ho detta; il mio pensiero e' chiaro. Il resto sono solo discorsi da comari al mercato.

PS: Almeno tu non hai risposto con un "STAI ZITTA TU CHE NON CAPISCI UN CAZZO, LASCIA CHE PARLI IO CHE SO TUTTO!".

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Cio' che avevo da dire sulla separazione dei poteri l'ho detta; il mio pensiero e' chiaro. Il resto sono solo discorsi da comari al mercato.""

Che il nano abbia avuto quache problema con la giustizia prima di entrare in politica è vero, ma dopo che è entrato in politica è stato letteralmente massacrato dai giudici.

Comunque non dico che il nano non abbia fatto cose sbagliate, ma perchè la magistratura nel caso di tangentopoli ha usato due pesi e due misure. Ti chiedo: è vero o no che i comunisti mangiavano come gli altri? Perchè la magistratura non ha usato lo stesso impegno con i comunisti che ha avuto coi socialisti e con il nano?

Per quanto riguarda la separazione dei poteri non è espressamente prevista nella nostra costituzione. La nostra costituzione prevede una preminenza del Parlamento sugli altri poteri. Non esiste un atto dell'esecutivo che il legislativo non possa (se lo vuole) adottare. Solo il parlamento è eletto da tutto il popolo e, nel rispetto della costituzione, è l'istituzione che ha i massimi poteri.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ribadisco (e lo faro' all'infinito) soprattutto per gli estimatori della DEMOCRAZIA:

La concezione della separazione dei poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario) e' enunciata da Montesquieu ne "Lo spirito delle leggi".

La separazione dei poteri e' importante perche' impedisce che qualcuno si arroghi un potere assoluto.

La separazione dei poteri rappresenta un principio fondamentale della Costituzione Italiana.

Il principio muove dalla individuazione delle tre fondamentali funzioni attraverso le quali si manifesta l’autorita' dello Stato: la funzione legislativa, quella esecutiva e quella giudiziaria.

Ciascuna di tali funzioni viene attribuita ad un separato potere.
La funzione legislativa e' attribuita al Parlamento, quella esecutiva al Governo ed agli organi da esso dipendenti, e quella giudiziaria e' attribuita alla Magistratura.

QUALCUNO DEGLI ESPERTI POLITOLOGI INTERNETTIANI LAUREATI SULLE TASTIERE PUO' DISCONOSCERE E CONTESTARE QUANTO DA ME AFFERMATO?

Le altre questioni, su chi ha rubato di piu' fra Prodi e Berlusconi non mi interessano.

AVVERTENZA PER I DEBOLI DI CUORE E DI COGLIONI! SEGUIRA' UN POST SULLA PROPOSTA DI MARONI CHE OBBLIGHEREBBE I BIMBI (SOLO QUELLI ROM) A fornire LE IMPRONTE DIGITALI, E FARO' COLLEGAMENTI (che ovviamente non c'entrano nulla, ma si sa che sono incompetente) CON i TATUAGGI AGLI EBREI NELLA GERMANIA NAZISTA. PARLERO' ANCHE DELLA PROPOSTA (intelligentissima) del sempre illuminato e progressista MARONI per la creazione di uno stato ETNICO in EUROPA, (una specie di riserva) per gli zingari. Ovviamente, sono certa, non PROPORRA' ARCORE o la zona immediatamente adiacente a casa sua, come ZONA PAPABILE.

Delle volte mi chiedo: "ma sono piu' imbecilli certi politici o chi li ha votati?"

Chiara di Notte - Klára ha detto...

E visto che ci siamo forniamo anche qualche notizia faziosa presa da quella fonte eversiva che e' il Sole 24 ore:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2008/06/manovra-economica-robin-tax.shtml?uuid=dd881b66-4427-11dd-aa73-095020f2855c&type=Libero

Tanto per far capire agli illusi che le campagne elettorali, negli ultimi tempi, assomigliano sempre di piu' alle TELEPROMOZIONI.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""QUALCUNO DEGLI ESPERTI POLITOLOGI INTERNETTIANI LAUREATI SULLE TASTIERE PUO' DISCONOSCERE E CONTESTARE QUANTO DA ME AFFERMATO?""

Io ho detto che la separazione dei poteri non è ESPRESSAMENTE (anche se il principio è, di massima, sottinteso) prevista in nella nostra costituzione, la
quale prevede una preminenza del parlamento sugli altri "poteri".

""La concezione della separazione dei poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario) e' enunciata da Montesquieu ne "Lo spirito delle leggi". ""

La separazione dei poteri enunciata da Montesquieu era tesa, nello spirito del tempo, a limitare i poteri del Re (detentore del potere esecutivo) rispetto al parlamento che rappresentava (nell'800) le classi borghesi.

Nella costituzione italiana la separazione dei poteri enunciata da Montesquieu non è prevista perchè il Parlamento ha, se lo vuole, tutti i poteri dell'esecutivo e può sfiduciare in ogni momento il Governo.

Per quanto riguarda la magistratura più che un potere è una funzione: i giudici devono (in realtà fanno quello che vogliono) applicare le leggi del potere legislativo. Ma sia ben chiaro che la magistratura non è un potere come lo è il legislativo, perchè il parlamento è eletto dal popolo sovrano che rappresenta, mentre i giudici non sono eletti da nessuno.

Per il resto non condivido in nessun modo la decisione di Maroni di prendere le impronte dei bambini rom. Ma io ti ho sempre detto che il centro destra non è il paradiso ma solo la merda che puzza meno: comunque sia per quanti disastri faccia il centro destra ne fa sempre un pochino meno della sinistra.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

comunque sia per quanti disastri faccia il centro destra ne fa sempre un pochino meno della sinistra.


Questione inutile oltreche' stupida.
Fra Hitler e Stalin, che il secondo abbia fatto fuori piu' gente rispetto al primo, non pone certo Hitler in una posizione tale da dover dettare uno stile di vita all'umanita' perche' il suo sistema "fa meno morti".

Qui continuate a dibattervi nella rete mentale che vi avvolge (tu ed altri che sono d'accordo con te): dovete accordare fiducia ad un nano perche' si' d'accordo e' nano ma... cazzo... l'altro e' troppo mortadella!!!

Suvvia, allora non meravigliatevi se l'Italia ormai non vale piu' una cicca. Neppure nel calcio (heheheh).

Sai cosa Davide? Forse gli italici riacquisteranno un po' di speranze quando riconosceranno i loro limiti (che sono TANTI), ed abbandoneranno la boriosa prosopopea costruita sul NULLA, e che si basa solo su ANTICHE glorie ormai scomparse.
Se si dovessero fare dei paragoni semplici, in psicologia cio' si potrebbe collegare alla rassicurazione materna per il bimbo, che anche quando e' grande, pur essendo cresciuto idiota, tiene sempre conto di quando la mamma gli aveva detto che era il piu' bello ed il piu' intelligente di tutti.

E' inutile che si cerchi di buttare tutta la colpa delle inefficenze sui ROM... li potete anche sterminare, ma i vostri problemi resteranno sempre perche' sono racchiusi DENTRO le persone che voi, periodicamente, inviate nei posti di comando con il vostro voto.

Siete ormai parte di un meccanismo automatico, un moto perpetuo, un loop, una coazione a ripetere...

... ascolta Bruno Vespa
... metti la croce
... guarda Grande Fratello
... prendilo in culo
... ascolta Bruno Vespa
... rimetti la croce
... guarda Grande Fratello
... riprendilo in culo

All'infinito.

:-)

Auguri!

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Questione inutile oltreche' stupida.
Fra Hitler e Stalin, che il secondo abbia fatto fuori piu' gente rispetto al primo, non pone certo Hitler in una posizione tale da dover dettare uno stile di vita all'umanita' perche' il suo sistema "fa meno morti".
Qui continuate a dibattervi nella rete mentale che vi avvolge (tu ed altri che sono d'accordo con te): dovete accordare fiducia ad un nano perche' si' d'accordo e' nano ma... cazzo... l'altro e' troppo mortadella!!!""

Fare paragoni fra Hitler e Stalin con i politici italiani mi pare eccessivo. Il nano e il mortadella hanno tanti difetti, ma non hanno mai fatto male a una mosca.

Purtroppo la minestra che forniva il convento era questa: non votare non credo che fosse un rimedio.

""Suvvia, allora non meravigliatevi se l'Italia ormai non vale piu' una cicca. Neppure nel calcio (heheheh).""

L'Italia ha tanti problemi, ma mi sembra che il governo stia prendendo decisioni economiche che potrebbero essere buone: in particolare il ritorno al nucleare. Naturalmente il governo si giudica alla fine, perchè quello che conta è ciò che viene realizzato non i buoni propositi.




""Sai cosa Davide? Forse gli italici riacquisteranno un po' di speranze quando riconosceranno i loro limiti (che sono TANTI), ed abbandoneranno la boriosa prosopopea costruita sul NULLA, e che si basa solo su ANTICHE glorie ormai scomparse.
Se si dovessero fare dei paragoni semplici, in psicologia cio' si potrebbe collegare alla rassicurazione materna per il bimbo, che anche quando e' grande, pur essendo cresciuto idiota, tiene sempre conto di quando la mamma gli aveva detto che era il piu' bello ed il piu' intelligente di tutti.""

Noi italiani abbiamo tanti limiti e difetti, ma abbiamo pure delle capacità: non so se l'Italia riuscirà a riprendersi, ma le possibilità ci sono: comunque anche nel resto del mondo c'è molta crisi, anche se l'Italia (grazie soprattutto alla sinistra massimalista e regressista) sta peggio.

""E' inutile che si cerchi di buttare tutta la colpa delle inefficenze sui ROM... li potete anche sterminare, ma i vostri problemi resteranno sempre perche' sono racchiusi DENTRO le persone che voi, periodicamente, inviate nei posti di comando con il vostro voto.""

La storia dei rom è un'invenzione di un certo partito che ogni tanto fa il matto: però Bossi fa delle sparate, ma poi nei fatti non è così cattivo (è solo fumo e niente arrosto).

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

però Bossi fa delle sparate, ma poi nei fatti non è così cattivo (è solo fumo e niente arrosto).


Questa me la segno in GRASSETTO

Duval ha detto...

Ciao Davide, ma ... non eri a Roma a scopare?

I tuoi dialoghi "politici" con Chiara sono uno spasso, non per il contenuto, per la forma, gentile ma risoluta.

"Il bianco è un colore di destra"

"La Costituzione prevede che il Bianco sia un colore di tutti"

"Si, di tutti, certo, ma con prevalenza di destra"

"che cazzo significa -con prevalenza-?" (ogni tanto Chiara si inalbera)

"che il nero è un colore di sinistra"

"ecco! voi italici ragionate sempre come allo stadio: bianco o nero; potreste anche cambiare colori ogni tanto, non sempre i soliti due!"

"per la verità quando vado a votare c'e solo una scheda bianca e una nera, l'alternativa sarebbe non votare, ma ... è la scelta giusta?"

"allora tieniti le impronte digitali ai bambini rom!"

"beh, si, dai, forse è eccessivo ma in fondo insieme alle impronte danno loro anche un osso da succhiare, non sono cattivi"

and so on ... all'infinito.

davide ha detto...

Caro Duval,

""Ciao Davide, ma ... non eri a Roma a scopare?""

Sono ancora a Roma a caccia di leonesse. Però non è che riesco a scopare 24 ore su 24: a tutto c'è un limite. Però per quanti sforzi faccia non riesco a star lontano dal blog della nostra amata Chiara. Magari nei prossimi giorni mi concentro solo su Roma e le sue leonesse.

Saluti Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ma mi sembra che il governo stia prendendo decisioni economiche che potrebbero essere buone: in particolare il ritorno al nucleare.

Veramente, finora, ci sono state solo parole, secondo il classico metodo italico per cui le parole valgono quanto le cose concrete.

Il nucleare e' sicuramente una scelta che in periodo di problemi energetici vede d'accordo anche l'opposizione.

La si fara'... Anche perche il nucleare non e' un progetto che puo' essere realizzato con un'unica legislatura. Ci vorranno minimo 8 anni.

Per ora gli unici provvedimenti che sono stati prontamente affrontati dal governo riguardano SOLO l'incolumita' giudiziaria di qualcuno, e la radicalizzazione "etnica" del conflitto sociale. :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Veramente, finora, ci sono state solo parole, secondo il classico metodo italico per cui le parole valgono quanto le cose concrete.""

Il governo è in carica da pochi mesi e per prendere e attuare provvedimenti economici incisivi sull'economia serve del tempo. Se alle parole non seguiranno i fatti sarò il prima a criticare il governo.

Non ho pregiudizi in nessun senso e valuto solo i fatti che fa un governo. Però concedo ad un governo (di qualunque colore sia) qualche anno prima di dare giudizi definitivi.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Buon giorno Davide. Come va a Roma? Tu l'hai mai provata la farfallina? :-)

Se alle parole non seguiranno i fatti sarò il prima a criticare il governo.


Si'. hai ragione.
Ma quando i fatti anticipano le parole, come e' avvenuto con i provvedimenti ultimi presi in fretta e furia, non noti qualcosa di strano?

Intanto Napoli continua (era ovvio anche prima) ad affogare nei rifiuti (e con il caldo sara' un problema bello grosso), l'Alitalia non ha trovato una soluzione, la Robin Tax si sta rivelando una bufala, L'accise sulla benzina non viene minimamente toccata, e di tutto il resto si fa solo un gran parlare blablabla.

Adesso poi ci saranno le vacanze estive, e via TUTTI IN SARDEGNA a pappare aragoste. Poi, a settembre, si vedra'. Il nuovo campionato di calcio mettera' d'accordo tanti contrasti e le problematiche saranno spostate dal lavoro precario a chi vincera' lo scudetto. :-)

Classico stile dell'italico popolo.

Mi chiedo se sia valsa la pena di aver fatto tutto quel casino degli anni 90, di aver eliminato la classe politica della prima repubblica che, in confronto all'attuale, pare fosse formata da autentici gentiluomini :-)

Ma gli italici sono anche famosi nel mondo, oltre che per essere stati (NEL PASSATO) grandi artisti, navigatori e poeti, per la pizza, gli spaghetti, il parmigiano, la Ferrari ed Eros Ramazzotti, anche per avere una capacita "anale" di norevole spessore, cioe' quella di fare scelte sempre adeguate a trovarsi dalla padella nella brace. :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Buon giorno Davide. Come va a Roma? Tu l'hai mai provata la farfallina? :-)""

In viaggio o con il parapendio???
Per il resto a Roma va troppo bene: c'è qualcosa in questa città che mi dà una carica unica.

""Intanto Napoli continua (era ovvio anche prima) ad affogare nei rifiuti (e con il caldo sara' un problema bello grosso), l'Alitalia non ha trovato una soluzione, la Robin Tax si sta rivelando una bufala, L'accise sulla benzina non viene minimamente toccata, e di tutto il resto si fa solo un gran parlare blablabla.""

A Napoli qualcosa è stato fatto, mentre per il resto vedremo prossimamente cosa verrà fatto. Ti ricordo che se il prezzo del petrolio aumenta è inevitabile che aumentino i prezzi dei carburanti. Il vero problema l'ha creato la sinistra che con la sua demagogia ci ha resi il paese al mondo più dipendente dal petrolio. La soluzione non sta tanto nelle accise, ma bensì nella costruzione di centralia atomiche, a carbone rigassificatori ecc. (tutte cose che la sinistra ha sempre osteggiato).

""Mi chiedo se sia valsa la pena di aver fatto tutto quel casino degli anni 90, di aver eliminato la classe politica della prima repubblica che, in confronto all'attuale, pare fosse formata da autentici gentiluomini :-)""

Su questo sono d'accordo con te. Magari non erano gentiluomini ma erano un po' più preparati di questi. Ma chi ha spazzato via la vecchia classe politica? I giudici.




""Ma gli italici sono anche famosi nel mondo, oltre che per essere stati (NEL PASSATO) grandi artisti, navigatori e poeti, per la pizza, gli spaghetti, il parmigiano, la Ferrari ed Eros Ramazzotti, anche per avere una capacita "anale" di norevole spessore, cioe' quella di fare scelte sempre adeguate a trovarsi dalla padella nella brace. :-)""

Mi sembra che sei un po' prevenuta nei confronti degli italiani. Sia ben chiaro che noi abbiamo tantissimi difetti, ma complessivamente non siamo nè peggio nè meglio degli altri.

Fra un po' i nuovi ricchi saranno gli arabi che possiedono la maggioranza del petrolio mondiale. Tu ti sei spesso lamentata di come gli italiani trattano gli immigrati. Ebbene tempo fa ho letto un rapporto su come stanno gli immigrati negli stati arabi che si affacciano sul golfo persico. I residenti che vivono nel lusso (senza lavorare) più sfrenato grazie al petroglio trattano gli immigrati quasi come schiavi. Comunque lì nessuno protesta o delinque perchè la polizia usa metodi "medioevali" si chi prende.

Tanti saluti dal tuo Davide








""Si'. hai ragione.
Ma quando i fatti anticipano le parole, come e' avvenuto con i provvedimenti ultimi presi in fretta e furia, non noti qualcosa di strano?""

Io giudico solo i fatti e per quelli ci vuole del tempo.

Duval ha detto...

@Chiara:

gli italici di ultima generazione (ha ragione quello che li ha chiamati cosi') sono solo dei bamboccioni viziati dalle mamme, che nella vita si sono ingozzati di merendine, sono stati educati da Emilio Fede ed i loro valori sono del tipo: SE SEI FURBO E STRONZO TE LA CAVI se no non sei nessuno.

Suvvia, allora non meravigliatevi se l'Italia ormai non vale piu' una cicca. Neppure nel calcio (heheheh).

Forse gli italici riacquisteranno un po' di speranze quando riconosceranno i loro limiti (che sono TANTI), ed abbandoneranno la boriosa prosopopea costruita sul NULLA, e che si basa solo su ANTICHE glorie ormai scomparse.

Siete ormai parte di un meccanismo automatico, un moto perpetuo, un loop, una coazione a ripetere...
... ascolta Bruno Vespa
... metti la croce
... guarda Grande Fratello
... prendilo in culo
... ascolta Bruno Vespa
... rimetti la croce
... guarda Grande Fratello
... riprendilo in culo

Veramente, finora, ci sono state solo parole, secondo il classico metodo italico per cui le parole valgono quanto le cose concrete.

Adesso poi ci saranno le vacanze estive, e via TUTTI IN SARDEGNA a pappare aragoste. Poi, a settembre, si vedra'. Il nuovo campionato di calcio mettera' d'accordo tanti contrasti e le problematiche saranno spostate dal lavoro precario a chi vincera' lo scudetto. :-)
Classico stile dell'italico popolo.

Ma gli italici sono anche famosi nel mondo, oltre che per essere stati (NEL PASSATO) grandi artisti, navigatori e poeti, per la pizza, gli spaghetti, il parmigiano, la Ferrari ed Eros Ramazzotti, anche per avere una capacita "anale" di norevole spessore, cioe' quella di fare scelte sempre adeguate a trovarsi dalla padella nella brace. :-)


Questo in una sola discussione, peraltro non ancora terminata.

Sarai pure intelligente e laureata ma in quanto a “giudizio” lasci decisamente a desiderare.
Il blog è tuo, per carità, e scrivi ciò che vuoi ma … avevi detto che ti piace essere ammirata, fisicamente ed intellettualmente; beh io conto un cazzo ma l’ammirazione tende sempre più a vacillare e la tua prevedibile risposta -“e chissenefrega?”- non aiuterà.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ma l’ammirazione tende sempre più a vacillare

Per carita'. Vacilla... vacilla pure.
Non sei il primo, ne' sarai l'ultimo a farlo.
Almeno questo fatto di essere "comunemente assimilato" a molti altri ti fara' perdere un po' di convinzione sulla tua unicita'. :-)

Ovviamente, se per tutta la vita me ne sono fregata dei giudizi altrui su cose ben piu' importanti che una semplice divergenza d'opinioni come quella sul nano e sui suoi sudditi italici, capirai quanto mi rattrista il fatto che Duval o chicchessia vacilli. :-)

Buona giornata e... ricorda un famoso ma sempre vero luogo comune: non e' tutto oro quel che luccica. :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Ovviamente, se per tutta la vita me ne sono fregata dei giudizi altrui su cose ben piu' importanti che una semplice divergenza d'opinioni come quella sul nano e sui suoi sudditi italici, capirai quanto mi rattrista il fatto che Duval o chicchessia vacilli. :-)""

Francamente non sono riuscito mai a capire certi tuoi atteggiamenti talebani. Naturalmente hai tutto il diritto di dire tutto quello che vuoi e di sviscerare tutti i difetti degli italiani, ma è il modo con cui ti poni che trovo eccessivo.

Su tante cose che dici mi sono trovato d'accordo con te: per esempio è molto meglio per una ragazza povera fare la escort (anche se non proprio del tuo livello) che farsi sfruttare in una fabbrica per pochi soldi.

Per quanto riguarda le idee politiche ho opinioni diverse dalle tue. Però questo non è un problema per me, perchè io preferisco discutere con chi ha idee differenti dalle mie purchè non faccia demagogia (nessuno posside verità e ciò che è giusto oggi può non esserlo domani).

Per ritornare in tema se tu avessi fatto la escort in Germania (hai detto che è stato il mondo della moda che ti ha spinto qui), probabilmente adesso diresti le stesse cose che dici degli italiani dei tedeschi. Ciò è comprensibile perchè chi viene da fuori riesce a vedere tanti difetti di cui noi non ci accorgiamo.

Io per motivi di lavoro ho spesso a che fare con i tedeschi: ti assicuro che noto tanti difetti che loro non vedono.

Con questo voglio solo dire che italiani, tedeschi, ungheresi, cinesi ecc. hanno tutti i loro difetti e pregi, senza che qualcuno sia poi tanto migliore degli altri.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Sarai pure intelligente e laureata ma in quanto a “giudizio” lasci decisamente a desiderare.
Il blog è tuo, per carità, e scrivi ciò che vuoi ma … avevi detto che ti piace essere ammirata, fisicamente ed intellettualmente; beh io conto un cazzo ma l’ammirazione tende sempre più a vacillare


Francamente non sono riuscito mai a capire certi tuoi atteggiamenti talebani. Naturalmente hai tutto il diritto di dire tutto quello che vuoi e di sviscerare tutti i difetti degli italiani, ma è il modo con cui ti poni che trovo eccessivo.


Bene... ammettiamo che io desideri trovare una soluzione perche' voi siate felici di leggermi ed io possa essere felice di essere "ammirata", quale potrebbe essere?

Quella di scrivere cose sulle quali siete perfettamente d'accordo, ma che IO NON PENSO?

Quella di usare modi ed atteggiamenti in cui vi sentite rispettati, mentre io non mi sento rispettata affatto da chi giustifica azioni razziste?

Preferisco di no. Grazie.
Preferisco fare vacillare il mondo intero, ma restando coerente con il MIO sentire.
Dopotutto qui sono in casa mia e voglio sentirmi libera di esprimere tutto cio' che voglio fintanto resto nei limiti democratici

Se si dice che chi propone la raccolta delle impronte digitali per i ROM bambini e' persona rispettabile, allora io posso dire che agli italici genitori (bamboccioni) andrebbe tolta la patria potesta'.

Se si dice che, parlando di democrazia e di Costituzione italica, io dico puttanate, allora io posso dire che coloro che difendono il nano sono degli idioti.

La liberta' di parola non potete pretenderla a senso unico...

Voi avete tutto il diritto di non gradire cio' che esprimo ma, per cortesia, non ripetetemelo ogni volta.

Au Revoir! :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,

"""Bene... ammettiamo che io desideri trovare una soluzione perche' voi siate felici di leggermi ed io possa essere felice di essere "ammirata", quale potrebbe essere?Quella di scrivere cose sulle quali siete perfettamente d'accordo, ma che IO NON PENSO?"""

Trovo molto strano quanto hai scritto sopra. Io ho sempre detto che preferisco discutere con chi ha idee differenti dalla mie: basta che non faccia demagogia (naturalmente la demagogia sia fa sia a destra che a sinistra).

Quello che io avevo evidenziato sopra non era il contenuto (assolutamente legittimo) di quello che scrivi ma i toni un po' talebani che a volte usi. Si possono dire certe cose anche usando modi un po' più pacati.

Il maestro che avevo alle elementari diceva che non si deve dar del PORCO a nessuno; se proprio non potete farene a meno, diceva, dategli del SUINO: è una parola più musicale e esprime lo stesso concetto.

Personalmente io preferisco la Chiara più schietta e naturale, ma capisco che certi lettori possano sentirsi offesi quando metti a nudo tutte le vergogne di noi poveri italici.



""Quella di usare modi ed atteggiamenti in cui vi sentite rispettati, mentre io non mi sento rispettata affatto da chi giustifica azioni razziste?Preferisco di no. Grazie.Preferisco fare vacillare il mondo intero, ma restando coerente con il MIO sentire.Dopotutto qui sono in casa mia e voglio sentirmi libera di esprimere tutto cio' che voglio fintanto resto nei limiti democraticiSe si dice che chi propone la raccolta delle impronte digitali per i ROM bambini e' persona rispettabile, allora io posso dire che agli italici genitori (bamboccioni) andrebbe tolta la patria potesta'.Se si dice che, parlando di democrazia e di Costituzione italica, io dico puttanate, allora io posso dire che coloro che difendono il nano sono degli idioti.La liberta' di parola non potete pretenderla a senso unico...Voi avete tutto il diritto di non gradire cio' che esprimo ma, per cortesia, non ripetetemelo ogni volta.""

Io ho letto i commenti di chi scrive sul tuo blog e non mi sembra di aver trovato qualcuno che giustifichi il razzismo: di certo nè io nè Duval.

Anche la questione delle impronte va vista nelle giuste proporzioni: si tratta di una sparata di un certo ministro che probabilmente finirà nel nulla.

Ti ho già detto che in certi casi bisogna distinguere le parole dai fatti. Per anni Bossi ha gridato contro i terroni meridionali definendoli dei merdosi mafiosi: ebbene poi ha sposato una SICILIANA (i suoi figli sono forse terroni mafiosi?).

Ricordo che tempo fa c'era il sindaco Gentilini di Treviso che tutti i giorni faceva prediche infuocate contro gli immigrati: ebbene una statistica aveva dimostrato che Treviso era la città d'Italia dove c'era la migliore integrazione (grazie alle iniziative dell'amministrazione comunale) fra italiani e immigrati.

Quanto al nano non provo particolari simpatie nei suoi confronti. Se ho votato centro destra è solo perchè mi fa disgusto la sinistra. Però ti confesso che la voglia di non andare era tanta: però alla fine mi sono tappato naso, orecchie, bocca e qualche altro buco e sono andato a votare.


Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Il maestro che avevo alle elementari diceva che non si deve dar del PORCO a nessuno; se proprio non potete farene a meno, diceva, dategli del SUINO: è una parola più musicale e esprime lo stesso concetto.

Solo questione di gusti personali. Per esempio, per me PORCO e' molto meglio di SUINO, che con quel dittongo, e' poco musicale.

A proposito, ho aggiunto un video al post. Credo che a certi italici non piacera', ma fortunatamente non ho scritto io quella bruttissima canzoncina.

Duval ha detto...

A proposito, ho aggiunto un video al post. Credo che a certi italici non piacera', ma fortunatamente non ho scritto io quella bruttissima canzoncina.

Perchè, è importante una canzoncina anti-italica di due ragazzi su youtube?

Chissà quanta gente più importante c'è che critica gli italici, una è proprio qui.

A proposito ho visto che hai linkato un mio post da altro blog; mi chiedevo: a chi può mai interessare un argomento del genere in questo blog?

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Perchè, è importante una canzoncina anti-italica di due ragazzi su youtube?


Niente e' importante per chi non ha risposte o non si pone domande. Tutto il suo mondo e' confinato al suo orticello, che confina con l'orticello dell'altro, e cosi' via.

C'e' chi e' idealista e chi, all'idealismo, da' un significato negativo di inconcludente, infantile illusione.

Sono solo notizie e stimoli che si affollano nella mia mente, come in un collage. Non saprei perche' io le vedo collegate fra loro...

Come la seguente (ad esempio)

http://www.corriere.it/esteri/08_giugno_29/cina_proteste_d9abb370-45fa-11dd-90eb-00144f02aabc.shtml

Con l'Italia non c'entra nulla, ma e' la "reazione" contro un abuso che mi ha colpita. Una reazione contro chi, del potere, ha fatto privilegio.

A volte, chi e' troppo intellettuale, e troppo giustifica l'una o l'altra parte, ponendosi sempre in posizione di equidistanza, che per lui/lei rappresenta un intelligente comportamento, per alcuni dimostra saggezza... per altri/e solo pigrizia e vigliaccheria.

Forse dico puttanate, forse esprimo concetti scontati, ma a quest'ora della notte di piu' non so esprimere.

Duval ha detto...

Forse dico puttanate, forse esprimo concetti scontati

O forse io ti appaio come in realtà non sono.
In tutta onestà sono amareggiato non poco nel vedermi dipingere come sopra.

Ho in mente mille cose per cercare di spiegarmi, ho scritto un post di due pagine e ... l'ho cancellato.

Mi dico che in fondo è solo un gioco, ma mi rode questo giudizio che ritengo ingiusto.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

ma mi rode questo giudizio che ritengo ingiusto.


Ma che cazzo ti frega del giudizio di una contadina zingara che scrive una puttanata dopo l'altra?
Io non sono un'interlocutrice al tuo livello e che puo' mettere in crisi una mente sopraffina come la tua.

Fregatene. Passa oltre. Stai solo con chi e' esprime idee che sono confortanti per le tue tesi. Con chi rassicura la tua idea della vita.

Veramente io non capisco perche' tu scriva post di 2 pagine e poi li cestini. Per dire che? Che tu hai ragione ed io scrivo stronzate?
E' risaputo!

Evita. Risparmia il tuo tempo. Dedicalo a chi o a qualcosa che lo merita davvero.

Io sono un'inconcludente idealista, forse lesbofemminista, addirittura per il nano sarei comunista. Sono una che non ha capito nulla della vita, che non ha capito cosa sia giusto o sbagliato, che non e' in grado di parlare di di storia, di politica, di etica... di nulla.

Solo del suo culo e di pompini.

Vivo ancora nel mondo dei sogni. Credo ancora che l'azione singola di ciascuno/a possa cambiare il mondo. M'illudo ancora che dentro la gente ci sia quello spirito di fratellanza e di sorellanza che riesce a commuovere alla visione di una persona che soffre.

No no... non fraintendermi. Non credo ad una virgola a cio' che ci raccontano i preti. Non sono buona. Non avrei scrupoli a PELARE e a far soffrire per la perdita del denaro, uno che ha i soldi solo perche' suo nonno gli ha lasciato in eredita' cio' nel passatoc era riuscito a turlupinare a qualche fesso, oppure perche' con le "furbate" e' riuscito ad assicurarsi vantaggi e privilegi in barba alla gente. Nei confronti di tali personaggi sarei (e sono stata) spietata.

Purtroppo non posso fare a meno di credere che, laddove la giustizia e la legge non esistano, perche' qualcuno di esse ha fatto i propri strumenti personali per metterlo nel culo al mondo, queste possano essere ristabilite con la forza o con la furbizia di un'umile contadina zingara.

Molte persone credono che chi fa la prostituta non abbia ideali, che pensi solo al suo denaro, alla sua bellezza, al suo culo e basta. Forse ha ragione, forse nella stragrande maggioranza dei casi e' cosi', come per per certi chirurghi nella clinica S.Rita. Ma poi c'e' anche chi, nella sua vita, fa ed ha fatto certe cose avendo altri obiettivi...

Conosco chi ha venduto il suo corpo per dare ai suoi figli, se non tutto, almeno un po' di quel benessere che avevano i figli dei suoi clienti.
Conosco chi e' stata prostituta per pagare debiti pregressi causati da imbrogli finanziari causati da furbetti del quartierino. Quasi sempre puttanieri.
Conosco chi ha accettato di frequentare i bordelli di Calcutta per acquistare una casa dove far vivere le sue sorelle.

Se scrivo certe cose, Duval, vorrei fosse chiara una cosa. Che sono cose mie.

Ho sempre fatto con il mio e non ho mai chiesto nulla a nessuno; non ho bisogno di giudizi morali sul mio operato, e non ho voglia neppure di essere giudicata per la stupidita' di aver scritto tante puttanate.

A-Woman A-Man ha detto...

Gi scritto a casa di antiKomunista quel che penso del capo della casacircondarialedellelibertà di questa Repubblica delle banane.
Beh, 'nzomma, klaropode, ora rimpinanegre stalin ce ne corre,no!?
Berlusconi e Stalin hanno comunque una caratteristica in comune (con molti altri mestieranti del potere e con molte persone): l'ossessione, la bramosia per il potere costi quel che costi.
Puoi immaginare cosa ne pensi da anarcoide di queste persone mediocri.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Cara Lucenera, so che non e' molto "fair", ma io nel blog del bamboccione (essendo stata invitata a mollare il colpo) non rispondo piu'. Permettimi dunque di controbattere qui un'affermazione scritta da te in quel blog.

lucenera ha detto...
L'Italia l'hanno rovinata coloro che non hanno saputo imporre lo Stato.
Ripeto, se LO STATO DECIDE DI FARE UNA COSA LI' PIUTTOSTO CHE UNA COSA LA', NON ENTRO NEL MERITO PER CARITA' SIETE GIA' IN DUE A LITIGARE, QUELLA COSA VA FATTA .. E CHE SI RICORRA ALL'INTERVENTO DELL'ESERCITO! POSSIBILE CHE CI SIAMO SEMPRE FERMATI DI FRONTE AD UNA MANIFESTAZIONE DEI VERDI? ED ORA IL NANO GHIACCIATO FA IL SUO DOVERE, NULLA ALTRO CHE QUELLO, COMPRESE LE SCELTE CHE RIGUARDANO la magistratura marcia che ci portiamo dietro con tutta la puzza


Chiunque puo' aspirare al tipo di regime che preferisce, ma io, di posti in cui questo clima vigeva, ed in cui lo stato decideva cosa fare, e all'occorrenza inviava l'esercito, ne ho gia' vissuto uno. E per una vita credo che sia sufficiente.
Chi non lo ha mai vissuto (un certo clima), chi non sa cosa significhi una vita "gestita" dallo stato", ma basa le sue opinioni solo su cio' che ha potuto leggere (che poi i libri non sono mai obiettivi) e sul sentito dire, e' giusto (se crede) che faccia le sue esperienze, ma se permetti io ci rinuncio volentieri.

Altra cosa, non meno importante, che mi spinge a livello ideale ed emozionale ad oppormi ad un certo tipo di politica, e' il fatto dei bimbi rom. Si dice che si vuol prender loro le impronte digitali perche' il rischio e' che possano delinquere.
Ebbene, con la stessa logica perche' non si preleva anche il DNA ad ogni maschio? In fondo il rischio e' che chiunque potrebbe diventare un violentatore o un pedofilo.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Chiunque puo' aspirare al tipo di regime che preferisce, ma io, di posti in cui questo clima vigeva, ed in cui lo stato decideva cosa fare, e all'occorrenza inviava l'esercito, ne ho gia' vissuto uno. E per una vita credo che sia sufficiente.
Chi non lo ha mai vissuto (un certo clima), chi non sa cosa significhi una vita "gestita" dallo stato", ma basa le sue opinioni solo su cio' che ha potuto leggere (che poi i libri non sono mai obiettivi) e sul sentito dire, e' giusto (se crede) che faccia le sue esperienze, ma se permetti io ci rinuncio volentieri.""

In questo caso non si tratta di regime, ma di rispetto della democrazia.

Chi vince le elezioni ha il diritto di governare e chi le perde ha il diritto di fare l'opposizione.

Quello che si deve evitare è che una piccola minoranza (non solo i verdi) impedisca, in genere per scopi egoistici, la realizzazione delle opere pubbliche fondamentali per la sopravvivenza di uno stato (discariche, centrali, strade, ferrovie ecc.).

Il nostro ordinamento consente di protestare in maniera pacifica e di intraprendere tutte le azioni legali a difesa dei propri interessi. Quello che si deve perseguire è che finisca una volta per tutte l'utillizzo di modi di protesta illegali come il blocco dei treni o delle autostrade ecc; troppe i volte i manifestanti hanno commesso gravissime illegalità senza che nessuno facesse niente: ma se in Italia l'azione penale è obbligatoria, doverano i magistrati?

Per il resto spero che Maroni ritorni a ragionare.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Davide: Per il resto spero che Maroni ritorni a ragionare.

Oggi, 19 giugno 2011, a tre anni di distanza posso dire che come "profetica Cassandra", avevo ragione su tutta la linea.
Il nano stava gia' sbroccando gia' 3 anni fa, ma nessuno voleva accorgersene.
Per quanto riguarda Maroni, proprio oggi, al raduno di Pontida, l'ho visto inneggiare alla secessione.
Se questo e' atteggiamento da ministro dell'interno rinsavito non lo so, ma se lo facesse in Ungheria, il ministro dell'interno, verrebbe immediatamente arrestato.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

"Oggi, 19 giugno 2011, a tre anni di distanza posso dire che come "profetica Cassandra", avevo ragione su tutta la linea.
Il nano stava gia' sbroccando gia' 3 anni fa, ma nessuno voleva accorgersene.
Per quanto riguarda Maroni, proprio oggi, al raduno di Pontida, l'ho visto inneggiare alla secessione.
Se questo e' atteggiamento da ministro dell'interno rinsavito non lo so, ma se lo facesse in Ungheria, il ministro dell'interno, verrebbe immediatamente arrestato."


Per quanto riguarda il nano è ben vero che ha sempre sbroccato, ma è nell'ultimo anno (probabilmente perche prende il viagra a tonnellate) che si è cotto il cervello. La cosa è seria perchè nell'ultimo incontro tra capi di stato ha molestato Obama, ma nel prossimo potrebbe infilare le mani nelle mutande della Merkel. Per questo il nano va subito rimpiazzato: io vedrei bene Tremonti.

Quanto a Maroni la lega spara cazzate ma poi non fa niente: can che abbaia non morde.

Ciao Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics