lunedì 14 aprile 2008

25
comments
Se fossi un uomo...


Sono sincera, piu’ di una volta nella mia vita ho cercato di figurarmi nella mente come potrebbe essere, soprattutto per tutto cio’ che e’ afferente al desiderio ed alle pulsioni sessuali delle quali ho piu' volte scritto sulle pagine di questo blog e che, presuntuosamente, ho cercato di esaminare stando comodamente seduta sulla mia sponda del fiume.

Posso anche fantasticarmi cosa significhi scopare, godere, provare l’orgasmo come un uomo; in fondo credo sia molto simile a quello clitorideo, ma per quanto mi sforzi non riesco a immaginarmi nel ruolo di un fruitore di sesso a pagamento. Non mi ci vedo a tirare fuori i soldi, contarli e metterli in mano ad una devochka per avere in cambio un’illusione.

Gia’ immaginandolo mi prende come un blocco psicologico ed un calo del desiderio.

Questo forse e’ dovuto al fatto che sono sempre stata dall'altra parte del fiume. Forse un uomo non ha questo tipo di rifiuto; apre tranquillamente il portafogli, tira fuori le banconote e paga il suo biglietto...

E poi, il giorno dopo, con il megafono a raccontare agli amici del bar la sua incredibile avventura.

Ecco, se penso ad una scopata cosi' subito mi deprimo. Sono sicura che in una condizione del genere non arriverei neppure a raggiungere l’orgasmo. Ovviamente cio' e' dovuto al fatto che non riesco a spogliarmi del tutto della mia sessualita’, per cui mi parrebbe di far sesso con una bambola artificiale… esattamente come se usassi un vibratore in affitto pagandolo due-trecento euro l’ora.

Ma, come ho detto, non essendo un uomo non posso lontanamente immaginare e neppure giudicare e, forse, se fossi un uomo mi comporterei esattamente come tutti coloro che ho conosciuto durante gli anni della mia avventura.

O forse no…

25 commenti :

Flyingboy ha detto...

Se ti direi che esiste uno che la pensa identicamente, in ogni sfumatura, che non ha mai pagato e ancora di piu’ mai pensato (a parte il pensiero puro filosofico di come sarebbe e cosa si sta “perdendo”), questo lui andrebbe etichettato come bugiardo, utopia, o semplicemente banale?
Questo fatto qui lo rende meno uomo?
In un mondo di generalizzazioni, esiste il spazio per dei individui?

gatsby ha detto...

Ma come... prima flagelli e poi dubiti? :-)))))
Te lo dico io come funziona.
Non dipende solo da te ( in questo caso dall'uomo).
In un incontro mercenario hai bisogno di sentire una certa naturalezza dall'altra parte.
Questa non si compra.
C'è o non c'è.
Naturalmente il comportamento e la tua persona possono favorirla.
Se questa cosa non c'è sarebbe meglio rivestirsi al piu' presto.
Certo, ci sono pure maschi privi totalmente di sensibilità che non hanno alcun problema a scoparsi un frigorifero.
Non è proprio il mio caso.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Ma come... prima flagelli e poi dubiti?

Ma come... prima dici che non avresti piu' scritto di questi tuoi "attimi" e poi non resisti? :-))

gatsby ha detto...

Hai ragione :-))))
D'ora in poi parliamo solo di letteratura, film, filosofia e sociologia.. :-)
Buona serata

gullich ha detto...

:o) mi sento un pò usato....

ti mando in privato le coordinate per le royalties :o)

illustre1966 ha detto...

Con questo post non puoi che sfondare una porta aperta con me...

Ho sperimentato sulla mia pelle il pay for sex e l'ho trovato estremamente triste: forse ancor più triste se si sale di livello...

L'esperienza peggiore infatti è stata con un pranzo e dopo pranzo: durante il pranzo ciò che i miei occhi hanno colto nella donna che avevo di fronte (non certo nella maschera cha aveva indossato per me) mi hanno reso il dopo pranzo così triste da farmi vergognare di ciò che stavo facendo.

Quello che dice gatsby della "naturalezza" dall'altra parte è la pia illusione / alibi che il puttaniere si crea per non doversi porre dei dubbi che lo metterebbero in crisi.

La "naturalezza" (se mai si dovesse davvero creare, e può succedere) NON è a pagamento.

Tutto il resto è infinita tristezza....

duval ha detto...

Non mi ci vedo a tirare fuori i soldi, contarli e metterli in mano ad una devochka per avere in cambio un’illusione.

La "naturalezza" (se mai si dovesse davvero creare, e può succedere) NON è a pagamento.
Tutto il resto è infinita tristezza...


Voi siete malati, profondamente malati di ... sessuomania.
E ipocriti, come il prete che mi faceva confessare le seghe, minacciando l'inferno, e si masturbava nel confessionale.

Voi idealizzate il sesso al punto da concepirlo solo come evento nobile ed incompatibile con lo scambio commerciale; considerazione assolutamente ipocrita in una società dove, in campo sessuale, lo scambio figa-beneficio è pratica quotidiana:
amante - benestante
segretaria - datore di lavoro
badante - badato
bidella - preside
barista - proprietario
stagista - presidente
casalinga - marito
...

Ma ostriche e champagne, la promozione, la collanina, la gita al lago, ..., sempre e solo per arrivare alla figa, sono soldi "puri", anzi non sono soldi, sono un piacere, sono attimi "veri" non banali illusioni o infinite tristezze.

Bene, io godo di tanti attimi nella mia quotidianeità che hanno valenza superiore al sesso, dalla ricerca di un dipinto antico, al restauro di una oinochoe etrusca, ad una escursione fotografica a Castelluccio, all'acquisto di un Breguet Classique, alla stesura di una poesia ...

Il sesso è un momento di svago e piacevole interscambio purchè liberato dalle sovrastrutture che, secondo voi, lo dovrebbero sdoganare eticamente.
L'unico luogo dove non esistono inutili ed ipocrite sovrastrutture è il letto della puttana; persona che non ringrazierò mai a sufficienza per il servizio reso.
Nessuna illusione, nessuna tristezza, nessun imbarazzo nel consegnare il denaro; solo gratitudine.

"QUESTO BLOG E' CARATTERIZZATO DA UN LINGUAGGIO E DA SITUAZIONI DI TIPO SESSUALE ED E' RIGOROSAMENTE PER ADULTI"

Sta scritto in alto a destra e se qui tratto prevalentemente di sesso, puttane e puttanieri non significa che ne sono malato.

Se volessi trattare di arte, politica, filosofia, informatica o altro lo farei nella sede più appropriata.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Voi siete malati, profondamente malati di ... sessuomania.
E ipocriti, come il prete che mi faceva confessare le seghe, minacciando l'inferno, e si masturbava nel confessionale.


Beh, accusarmi di questo per il solo fatto di aver dichiarato che non riesco ad entrare nei panni di un uomo che paga una donna mi pare eccessivo...
Hai mai pensato a fondo ai motivi che ti procurano questa irritazione al punto d'insultare (ipocrita lo ritengo un insulto) le persone che esprimono una loro opinione contraria (a volte neanche tanto) alla tua?
Certo che il prete deve averti turbato non poco quando eri bambino.

Non entro nel merito di cio' che ha detto illustre; le differenze delle nostre vedute sono ormai arcinote, ma cio' che veramente mi sorprende e' che una persona che credevo attenta mi abbia collegata a lui ed alle sue opinioni in merito al meretricio.

Ti ricordo, caro Duval, che io sono colei che di questa professione ha cercato di farne un'arte. Potrei addirittura aprire una scuola.

Ho potuto farlo in virtu' di un fattore fondamentale LIBERTA' a 360 gradi; liberta' di testa, sessuale, emotiva, da partner rompipalle, da un luogo, da una famiglia, da tutto.
Sono o non sono una zingara?

Posso essere prigioniera solo di un incantesimo ma di questo sono capaci solo determinate persone che possiedono la dote di poter incantare ed io le so riconoscere appena le vedo.... o le leggo.

Non ho mai rinnegato cio' che ho fatto e, forse, sono piu' appassionata e curiosa di te per quanto riguarda il sesso che, come potrai immaginare, non mi e' mai mancato.

Ma il sesso va inteso in modo duplice, soprattutto con chi con esso ci ha lavorato.

Ti faccio un esempio: immaginati un'attrice porno che il giorno gira le scene con i vari stalloni sul set. Tromba con uno, tromba con l'altro, succhia l'uno, succhia l'altro... ha anche degli orgasmi... ripete le scene e poi, a sera torna alla sua vita dove incontra il suo VERO PARTNER, che puo' essere anche una donna oppure anche due partner...
Insieme a lui (o a loro) vive e fa SESSO naturale...
Poi legge i forum (o i blog) degli stalloni, gli attori che con lei hanno girato le scene dell'ultimo film, ed uno o piu' di questi dicono "ha scopato talmente bene che e' come nata la magia fra noi... la guardavo negli occhi ed ho creduto che... blablabla', eccetera, eccetera..."

Credi che con il suo (o i suoi)partner non si faccia una fragorosa risata?

Ecco, adesso prova a trovare le similitudini e ti accorgerai perche', spesso, bacchetto i puttanieri in modo divertito.

Ma da qui a darmi dell'ipocrita perche' non me la sentirei di pagare per il sesso ce ne corre...

lucenera ha detto...

Chiara, ti vedo più adatta a scrivere " se fossi fuoco ".
E' evidente che non desideri essere un uomo, non me la bevo questa.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

E' evidente che non desideri essere un uomo, non me la bevo questa.

Infatti, non ho detto che vorrei essere uomo (non fia mai), ho solo piu' volte immaginato come potrebbe essere...

Non nego che, se potessi e se esistesse una magia, pagherei il biglietto per trasformarmi in un uomo per... diciamo una settima, oppure solo un giorno.

Solo per curiosita', per capire se penserei ancora cio' che penso nel mio involucro femminile.

Leggendo certi libri sono andata molto vicino (idealmente) a questa esperienza. Molti libri, romanzi, eccetera sono scritti proprio dal punto di vista maschile e cio' mi ha potuto dare una minima idea di quelli che sono i desideri intimi dell'altro sesso.

Purtroppo, come dicevo altrove, le mie esperienze di vita hanno falsato di molto l'immagine che ho del mondo maschile.

Molti di coloro che leggono qui, e che commentano, sono convinti di non appartenere a quel genere di uomo che io descrivo nei miei post...

Dove stara' la verita?

Nel mio campione esaminato in oltre 10 anni di avventura, in cio' che si legge nei vari forum e blog di puttanieri, in quello che mi confermano le amiche, oppure nell'immagine che questi miei nuovi interlocutori (molto virtuali) vogliono darmi di loro stessi?

gullich ha detto...

bel post razzista, duval... complimenti.

eppoi voi chi?

Ognuno qui dentro ha una propria concezione del sesso, che non significa necessariamente nè essere sessuofobi nè sessuomani.

Forse con il "voi" e il "malati" identifichi quelli che dicono che esiste anche un rapporto umano svincolato dal commerciale e che i (pochi) attimi di grandezza dell'uomo sono quelli dove il profitto è uguale a zero?

Perchè forse ti sfugge che la grandezza umana, quelle rare volte che c'è, è un gesto alto e un pò folle, alla pietro micca, che prescinde dallo scambio materiale.

Si ama e si scopa per passione, poi si può scopare, perfettamente, anche per soldo. Tecnicamente, sempre della congiunzione di due poezzi di carne si tratta.

Manca il valore aggiunto della follia. Che fa la differenza fra il vulcano finto del berlusca e l'etna.

Ma se per te non c'è differenza, caro duval, e preferisci i lapilli che schizzano a comando... che te lo dico a fare.... ? :o)

regards

wgul il malato

duval ha detto...

Chiara, si, va bene, ritiro "ipocriti", diciamo ... contraddittori?

La verità è che sono stanco e quasi nauseato da anni di mistificazioni sul sesso a pagamento artatamente raffrontato al sesso "con qualcosa in più".

Che cazzo c'entra l'innamoramento, l'infatuazione, la passione con il sesso a pagamento?

Che collegamento possono mai avere una patologia psiconevrotica con una sana pratica sessuale?

E perchè mai io, puttaniere, dovrei complicare la tranquilla esperienza mercenaria con la ricerca di improbabili e deleterie "complicità"?

E perchè tu continui ad ipotizzare che il puttaniere sia un coglionazzo alla ricerca di illusioni e la puttana una abile attrice?

Quindici giorni fa una escort che non sentivo da più di un anno mi ha telefonato, voleva fare quattro chiacchiere, niente sesso; ci siamo visti con reciproco piacere; voleva offrirmi il pranzo (senza riuscirci).

Al netto di tutte le ironie possibili (e scontate) forse non tutti i puttanieri sono uguali e forse non tutte le puttane sono uguali.

In verità mi ha anche detto "ma non sei ancora stanco di leggere e scrivere sempre le solite str...anezze?"; chissà, forse ...

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

duval said...
Chiara, si, va bene, ritiro "ipocriti", diciamo ... contraddittori?


Per quanto mi concerne non mi risulta.
Altrimenti non agirei come agisco. :-)


La verità è che sono stanco e quasi nauseato da anni di mistificazioni sul sesso a pagamento artatamente raffrontato al sesso "con qualcosa in più".

Si puo' ingurgitare cibo per nutrirsi oppure per curiosita' oppure per bulimia o per altre ragioni.
Non ho mai parlato di "qualcosa in piu'", se mai ho detto che chi va PER ABITUDINE da McDonalds e si mangia quella schifezza molto spesso, sicuramente si raffronta al cibo in modo diverso di chi PER ABITUDINE si prepara il suo sano piatto a casa.

Che cazzo c'entra l'innamoramento, l'infatuazione, la passione con il sesso a pagamento?

Niente. :-)

Che collegamento possono mai avere una patologia psiconevrotica con una sana pratica sessuale?

Con una SANA pratica sessuale niente.
Con un' ossessione compulsiva qualcosa si'. :-)

E perchè mai io, puttaniere, dovrei complicare la tranquilla esperienza mercenaria con la ricerca di improbabili e deleterie "complicità"?

Azzardo una risposta: per dimostrare al (alla) partner il rispetto che merita?
Ovvio che cio' vale solo allorquando e' presente un/una partner abituale al quale (alla quale) vengono assicurati determinati sentimenti ed impegni :-)
Altrimenti si e' egoisti ed ipocriti. :-)

E perchè tu continui ad ipotizzare che il puttaniere sia un coglionazzo alla ricerca di illusioni e la puttana una abile attrice?

Non tutte le puttane sono abili attrici. Solo quelle per le quali la professione non e' un "ripiego temporaneo", ma una vera filosofia di vita.

Non tutti i puttanieri sono coglionazzi (ne ho conosciuti alcuni che erano decisamente tutto il contrario del coglionazzo).
Purtroppo pero' devo dire che costoro non erano incalliti, cioe' erano li' per provare una tantum oppure per prendersi COSCIENTEMENTE una bella sbornia.
Non eranodegli alcolizzati che ogni giorno ( oppure ogni settimana) si ubriacavano.
C'e' chi beve un bicchiere ogni tanto e chi ogni giorno si affoga nel vinaccio da osteria, oppure se ha i soldi beve vino di qualita' ma sempre avvinazzato e'.
Questi ultimi hanno sicuramente dei problemi.

Quindici giorni fa una escort che non sentivo da più di un anno mi ha telefonato, voleva fare quattro chiacchiere, niente sesso; ci siamo visti con reciproco piacere; voleva offrirmi il pranzo (senza riuscirci).

Hai sbagliato a scrivere. La frase corretta era: "Quindici giorni fa UNA DONNA che fa la escort e che non sentivo da più di un anno mi ha telefonato, voleva fare quattro chiacchiere, niente sesso"

Ecco, cosi' va bene. :-)

Al netto di tutte le ironie possibili (e scontate) forse non tutti i puttanieri sono uguali e forse non tutte le puttane sono uguali.

E' cio' che ho scritto sopra. Solo che sono piu' uguali i puttanieri delle puttane.
Questa mia opinione e' un mio limite del quale mai mi liberero' :-)

In verità mi ha anche detto "ma non sei ancora stanco di leggere e scrivere sempre le solite str...anezze?"; chissà, forse ..

Forse voleva sottintendere un consiglio :-)

A quanto ammonta al momento la tua offerta? :-))

duval ha detto...

A quanto ammonta al momento la tua offerta? :-))

A quella DONNA che fa la escort?
Già dato, più volte e sempre con grande soddisfazione (mia).
E se pensi che si tratti di fidelizzazione sbagli: non sempre sono uguali.

michail tal ha detto...

Ciao Chiara,

Vedendo anche una professionista navigata come te farsi queste domande mi fa venire in mente un piccolo paradosso.

Trovo curioso infatti che una delle transazioni a piu' alto contenuto "fisico", dove sono il corpo e l' intimità di entrambi i sessi ad essere oggetti di scambio, sia al contempo un atto che aggiunge poco o nulla ad una profonda comprensione reciproca.

Non capire LE MOTIVAZIONI che spingono la domanda a soddisfarsi dall'offerta, ma effettuare comunque con grande soddisfazione reciproca questo scambio lo trovo piuttosto paradossale e assolutamente sintomatico dell'età della tecnica, dove non è un qualche senso a fare da motore delle cose, ma la mera funzionalità tecnica.

Tutti siamo dotati di un corpo e viviamo la sessualità, che in natura ha un solo scopo, eppure....sembriamo non capire non dico le conseguenze e implicazioni dell'atto sessuale nei due sessi, ma nemmeno le motivazioni! incredibile eh?


Tempo fa hai parlato immaginandoti madre di una figlia. Trovo decisamente piu interessante immaginarti come madre di un maschio pero'...

in qualche modo mi immaginavo (e da quello che ho letto direi che non mi discostavo molto dalla vero) che la femmina l'avresti idealizzata come te (bellissima indipendente intelligente radicale nelle scelte etc etc una Chiaretta in miniatura :-) )

ma con un maschio come ti rapporteresti?... se a 16 anni ti spiegasse che per curiosità vorrebbe avere il suo primo rapporto con una ragazza per soldi? come la prenderesti?

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

duval said...

A quella DONNA che fa la escort?


No no... intendevo a quella che faceva la escort :-)

siggy ha detto...

Uffa!!!! che palle questi post sul rapporto puttana-puttaniere!!!!

Possibile che si torni sempre a fare chiaraescortforum???

Non si potrebbe volare un po' più in alto?

Eccetera eccetera eccetera...

p.s. mi sembrava che stavolta mancasse qualcosa...

siggy ha detto...

@ Illustre Con questo post non puoi che sfondare una porta aperta con me...

Ogni tanto mi sorprendi... Ma davvero hai capito il motivo fondamentale per cui chiara disprezza i puttanieri? Quelli che hanno un rapporto stabile di coppia, intendo....

Flyingboy ha detto...

Flyingboy je rekao:

Volevo originalmente aggiungere al mio commento quello che scriverò adesso:
Nonostante non abbia mai pagato per il sesso, ne ho minimo desiderio di farlo, semplicemente perche come in altri aspetti della vita, le certezze, di una assenza di una (anche minima ) possibilità, del inganno, volontario o subconscio, sono indispensabili per il mio essere.
Ma visto che la LIBERTA del pensiero e del agire, finche questi non interferiscono con le LIBERTA altrui, fanno altra parte del mio essere, sari ipocrita a non ACCETARE le liberta dei altri, che non la vedono come me.
Finche non ce INGANNO, finche ce la CONSAPEVOLEZZA delle regole e della natura del gioco, finche ce la libera scelta di entrare e uscire dal gioco, finche ce la sincerità e onesta morale dei entrambi inercultori verso i loro eventuali partner, il gioco del sesso mercenario ha tutto il mio appoggio.
E cosi anche i loro attori.
Finche mantenuti certi patti sopra descritti, ognuno e libero di esercitare la sua liberta.
Ogni giorno TUTTI ci illudiamo di ogni picola-grande cosa.
C’e’ chi si illude di avere una compagna/o perfetta, che chi si illude di avere un lavoro soddisfacente, poi ci sono quelli che si illudono che i loro amici gli staranno vicini al momento di bisogno, che la cameriera gli ha sorriso perche sono simpatici, guardandosi nel specchio pensano che sono in piena forma visto la eta’, ….. ma TUTTE queste illusioni NON fanno MALE a nessuno.
Ci sono nella vita ben altre cose da giudicare e contestare.

E da quel poco che leggo i interventi di Duval (nel caso non avesse una compagna che non e consapevole del suo agire nel determinato campo), non potrei contestare MAI le sue scelte.


In un mondo di generalizzazioni, esiste il spazio per dei individui?

Visto che nessuno mi ha risposto, vi racconterò del mio amico del cuore:

Ha mia eta’, lo conosco da una vita, praticamente da quando abbiamo pronunciato le prime parole. Lui e piu’ di un fratello, piu’ di un amico, la trasparenza delle anime e il flusso del pensiero spogliato di ogni pretesa di farsi vedere forti uno al altro nelle nostre vulnerabilità, ha creato un rapporto di piena sincerità e stima. Questo per dire, quanta sincerità esiste tra di noi, che e’ importante in questo contesto per quello che andro’ a scrivere.

Anche lui mai’ pagato per il sesso. Non aveva mai problemi di trovarlo gratis. Non ha neanche mai tradito. Incredibile a credere visto il suo aspetto piacevole e suo sguardo e sorriso incantevole. A suo tempo faceva girare le teste dovunque si presentava, adesso un po’ meno, pero’, la vecchia gloria non e sparita del tutto.

Non ha mai tradito. E questo forse spiega il fatto incredibile che non ha mai avuto un rapporto serio che durasse piu’ di 3-4 mesi. Mi diceva sempre, non e quello che cercavo, forse non so cosa sto cercando, ma so benissimo quello che non voglio trovare. E solo il pensiero di sapere esattamente che il rapporto che vive e destinato a morire forse a un periodo piu’ lungo, ma per morire era destinato, gli faceva interrompere dei legami sentimentali. Solo il pensiero piu’ intenso verso un altra donna, gli faceva stare male nei confronti di sua compagna attuale. E cosi, fuggiva.

Stava male sapendo di far stare male le ex compagne, ma lui mi diceva sempre:
“E come togliersi il cerotto dopo un periodo. Lo puoi’ fare con un strappo preciso e veloce, griderai, piangerai, ma solo per un istante. E poi’ tutto svanisce. Se no, lo puoi’ fare lentamente, soffrendo, credendo “non griderò, non piangero’”, forse, ma sofrirai per un bel po’. E mentre lo stai facendo, lentamente, ha lei (e a me) sono gia cresciuti i peli che ci siamo depilati con il “strappo” :-)”.
Certo, aveva ance dei rapporti non convenzionali, cioè, con un accordo reciproco, di passare dei momenti di “solitudine” insieme, proprio come due compagni, ma con le promesse che erano solo i momenti di “solitudine”. Questo tipo di rapporto riusciva a portare anche a un anno.

Da giovani, nei momenti di liberta dei legami sentimentali, si andava a “caccia” delle gazelle© (all rights reserved to CdN) nelle discoteche. Anche solo per il “one night stand”. E lui, a mia sorpresa, “puntava” una sola. Per lui, il resto del brancho non esisteva, e se andava male, preferiva andare a casa a mani vuote. Mi diceva: “Hai 10 frecce no? Io preferisco usarle tutte su una sola invece di sparare a casaccio. La statistica e il gioco di grandi numeri non mi ha mai attratto”.

-Ci e successo che si andava in crociera insieme. E li, a miei occhi, davanti a una copia che litigava, lui che tiene la porta e lei dentro, entra, chiede gentilmente se hanno ancora per lungho’, il “lui” della “lei” mormora qualcosa e lascia la porta, “lei” e mio amico nel ascensore, neanche raggiunto il quinto ponte, si erano gia “messi d’accordo”. La copia era fidanzata, ed esendo americani, era il loro “pre honney moon”. Questo lo ha saputo il giorno dopo. Quella sera ho dormito al aria aperta.

-Un altra crociera, in discoteca, una bellissima dona matura che balla e cerca di prendere aria in mezzo ai tutti i “latino lover” che la hanno circondata. Lui la osserva tutta la serata, lei lo nota.
In un momento, quasi alla fine della serata, gli si avvicina. Lui li chiede: “Can I ask for a dance?”. Io mi strappavo dalle risate, - che entrée :-). Lei non disse niente, ma alza la mano sinistra e mostra il anello. Giuro che non credevo alle mie orecchie la prossima del mio amico: “Do you love him?”.
Le prime parole e ultime che gli ha risposto prima che se la portasse via erano “I don’t believe so”.
Un'altra serata per me al aria aperta.
Mi confesso la mattina dopo che si sentiva un po’ schifo, sapendo che lei era sposata. Ma lo fo’.

In crociere con lui non ci vado piu’ se no rischio la polmonite acuta.

Queste due puntate del mio amico (due dalle piu’ di due) le o messe come il contributo alla generalizzazione:

“TUTTI i uomini tradiscono, e TUTTE le donne sono sante”

A pensare come la vive adesso la sua sessualità gia da 2-3 anni, paserei per bugiardo e inventore delle fiabe , e percio’ mi fermo qui.

Buona letura

Flyingboy ha detto...

Per facilitare la lettura:

“Can I ask for a dance?”. - Posso chiedere un ballo?
“Do you love him?”. – Lei lo ama?
“I don’t believe so.” – Non credo.

“pre honney moon” un termine che “la ragazza del ascensore” ha usato per descrivere che era un tipo provino prima delle vere nozze del viaggio che dovevano succedere fra un mese.

lucenera ha detto...

" Molti di coloro che leggono qui, e che commentano, sono convinti di non appartenere a quel genere di uomo che io descrivo nei miei post..."



ora glielo hai detto però...azz...giuro che a volte mi fai sbellicare dalle risate, sei anche ironica quando vuoi, chissà se se ne sono accorti i tuoi ammiratori qui, anzi scusa se te ne parlo, ma alcuni di loro secondo me ci sperano di incontrarti, mi fanno tanta tenerezza.
Comunque dai, sono intelligenti, spero di aver rimediato con l'ultima scritta.

DUBBAFETTA ha detto...

sarebbe lo stesso...vivresti con la tua testa

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

DUBBAFETTA said...
sarebbe lo stesso...vivresti con la tua testa


Vuoi dire che la vita di un falco o quella di una biscia e' esattamente la stessa cosa? :-)

sissy ha detto...

Klara... davvero se rinasci uomo farai il puttaniere?
uhm.. allora io se rinasco donna farò la p..

chissà magari ci s'incontrerà da qualche parte...
:-)

sissy ha detto...

pensavo..
gli uomini usano il denaro per avere le donne;
le donne usano gli uomini per avere il denaro...

mi sbaglio?

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics