domenica 20 aprile 2008

41
comments
Non lo scrivo io

 
VIENNA (Reuters) - L'aumento globale dei prezzi del cibo sta conducendo a "un silenzioso omicidio di massa" e i mercati delle commodity hanno portato "orrore" nel mondo. Lo ha detto oggi a un giornale austriaco l'inviato delle Nazioni Unite per il cibo.
Jean Ziegler, relatore speciale Onu sul diritto al cibo, ha detto al Kurier am Sonntag che la crescita nei biocarburanti, le speculazioni nel mercati delle commodity e i sussidi all'esportazione dell'Unione Europea, significano che l'Occidente è responsabile per la morte per fame nei paesi più poveri.


Ziegler ha detto di voler sottolineare la "follia" di chi pensa che la fame dipenda dal fato.

"E' un omicidio di massa silenzioso", ha detto nell'intervista.

Ziegler ha accusato la globalizzazione di "accentrare il monopolio fra i ricchi della Terra" e ha detto che le multinazionali sono responsabili di una sorta di "violenza strutturale".

Ziegler ha detto di ritenere che un giorno la gente che muore di fame potrebbe ribellarsi contro i suoi persecutori. "E' possibile proprio come lo fu la Rivoluzione francese", ha detto.



Potrei commentare, e sarebbe facile, che in fondo sono teorie che ho sempre sostenuto, anche se qualcuno, fra chi ritiene che l'ONU sia un'organizzazione inutile ed obsoleta, potra' asserire che si tratta di cazzate.

L'Umanita' e' destinata dunque ad un periodo di barbarie lungo e cruento, oppure ci sara' chi riuscira' a fermare la locomotiva impazzita ed ormai lanciata verso il baratro?

Altri periodi della Storia, come gli sfarzi del XVIII secolo, oppure la Belle Epoque agli inizi del XX secolo, hanno presagito a momenti bui che poi sono sfociati in guerre ed in rivoluzioni di portata epocale.

I nodi dei conflitti sociali, religiosi, ideologici, geografici stanno venendo al pettine, e divengono sempre piu' serrati. La pace che stiamo vivendo in occidente e' solo un'illusione: in realta' il mondo e' in guerra da sempre e la globalizzazione agira' da accelleratore al processo storico iniziato non certo in questo secolo.

Ma il conflitto piu' grande e' filosofico ed inter-sessuale, e sara' fra le due diverse interpreazioni della realta' che si combattera' l'ultima battaglia fra chi, fin da bimbo, e' sempre stato abituato a competere tanto che, per sfogare tutta la sua violenza, sta trasformando l'intero pianeta un immenso campo di battaglia e chi, fin da bimba, sa che deve proteggere la vita che la natura le ha dato il compito di creare.

Cito da una ricerca di sociobiologia del Dr. Bill Rice dell'Universita' di Santa Barbara (California) pubblicata nel 1997:

"Siccome l'antagonismo sessuale funge da catalizzatore evolutivo, almeno in termini di riproduzione di alcune specifiche proteine, e' molto probabile che questo meccanismo sia in grado d'influenzare l'inizio di altri processi evolutivi, come la speciazione. La speciazione e' la creazione di una divergenza genetica per la quale membri isolati di quella che viene considerata una sola specie, diventano riproduttivamente incompatibili e, nel corso del tempo, diventano una specie separata. Dato che il conflitto inter-sessuale e' cosi' intimamente collegato con la genetica riproduttiva, la biochimica, l'anatomia, la fisiologia, ed il comportamento, il suo ruolo come catalizzatore per questi cambiamenti, lo rende certamente un fattore di importanza vitale nel processo di speciazione."


Altri articoli sull'argomento:


  • Gender Conflict as an Evolutionary Force


  • The Velvet Glove
  • 41 commenti :

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    vorrei fare alcune osservazioni in merito a quanto hai scritto in questo post, non per far polemica ma chiarire alcune cose che sfido chiunque a dimostrare che non sono vere.

    I) la cresita della produzione dei biocarburanti è dovuta all'aumento del prezzo del petrolio che in queste ore ha superato 116 dollari al bariele: faccio notare che il petrolio qualche anno fa costava 16dollari al barile;

    II) il petrolio non è prodotto dall'Occidente ma bensì, per la grandissima parte, dai paesi arabi e mussulmani: in tanti di questi paesi la gente prende lo stipendio senza aver mai lavorato;

    III) i paesi poveri hanno ricevuto aiuti solo dal vituperato occidente, mentre non hanno mai ricevuto niente dai paesi produttori di petrolio che vivono nel lusso o dalla Russia o dalla Cina ecc;

    IV) dire che l'Occidente sfrutta i paesi poveri è un'assurdità perchè i paesi più poveri (almeno alcuni) vivono solo grazie ai sussidi che ricevono dall'occidente;

    V) la globalizzazione in questo momento più che l'occidente sta favorendo la cresita della Cina, dell'India e di tanti stati dell'Asia;

    VI) quanto alle sovvenzioni alle esportazioni europee i principali beneficiari non sono i cattivi capitalisti, ma i piccoli agricoltori.


    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    @ Davide, come ho evidenziato nel titolo, tutto cio' che hai letto non l'ho scritto io, pero' permettimi di esprimere dubbi su quanto esponi:

    I) la cresita della produzione dei biocarburanti è dovuta all'aumento del prezzo del petrolio che in queste ore ha superato 116 dollari al bariele: faccio notare che il petrolio qualche anno fa costava 16dollari al barile;

    Sicuramente, ma mi domando perche' non sia avvenuto il contrario e cioe' perche' la scoperta dei biocarburanti non ha fatto diminuire (come sarebbe stato giusto che fosse) il prezzo del petrolio?

    Faccio un esempio: adesso l'acqua in occidente costa poco. Ammettiamo che qualcuno scopra un metodo per farla diventare energia a basso costo. La cosa piu' logica sarebbe che il petrolio dovrebbe crollare di prezzo, invece cio' che e' avvenuto e' stato il contrario, cioe' come se il prezzo dell'acqua fosse andato alle stelle e la gente adesso morisse di sete.

    II) il petrolio non è prodotto dall'Occidente ma bensì, per la grandissima parte, dai paesi arabi e mussulmani: in tanti di questi paesi la gente prende lo stipendio senza aver mai lavorato;

    Il petrolio e' prodotto nei paesi arabi ma chi detiene il controllo e la proprieta' ed i diritti di estrazione sui pozzi petroliferi sono le multinazionali delle quali fanno parte fra le persone piu' ricche del pianeta.
    Se non ti piace la separazione oriente-occidente, potrei usare quella di nord-sud.
    Si deve deve dunque ringraziare la gentile gestione delle multinazionali e dei governanti in combutta (ed in societa') con esse dell'attuale stato delle cose. Ricordo che le multinazionali non si occupano univocamente di un solo settore ma detengono interessi in settori vari come, l'energia, il cibo, le telecomunicazioni, i prodotti farmaceutici, eccetera. In pratica possono controllare interi paesi come gia' avviene in Africa.

    Inoltre il conflitto con l'islam(spesso motivato come azione difensiva ma sul quale molti nutrono dubbi ipotizzando un artificioso complotto) ha contribuito a far aumentare il prezzo del petrolio creando di fatto una tensione perenne in medio oriente.
    Cosa accadrebbe se a Reggio Emilia e a Parma ci fossero scioperi, rivoluzioni e guerre civili?
    Il prezzo del parmigiano reggiano di sicuro andrebbe alle stelle.

    III) i paesi poveri hanno ricevuto aiuti solo dal vituperato occidente, mentre non hanno mai ricevuto niente dai paesi produttori di petrolio che vivono nel lusso o dalla Russia o dalla Cina ecc;

    Mi puoi cortesemente postare i bilanci con i budget destinati agli aiuti ai paesi poveri da parte di ogni paese industrializzato e ricco?
    Non che non ci creda a quello che scrivi, anzi, "a pelle" sento che sicuramente hai ragione, ma questa tua sa molto di opinione personale senza un minimo di prova. Ma sono pronta a ricredermi se tu mi posti i conti con cifre e tutto :-)


    IV) dire che l'Occidente sfrutta i paesi poveri è un'assurdità perchè i paesi più poveri (almeno alcuni) vivono solo grazie ai sussidi che ricevono dall'occidente;


    Anche qui sarebbero necessarie le cifre. Che tu lo dica non serve a nulla. Mr. Mandelbrot potrebbe asserire il contrario, quindi a chi credere?

    V) la globalizzazione in questo momento più che l'occidente sta favorendo la cresita della Cina, dell'India e di tanti stati dell'Asia;

    La globalizzazione sta favorendo l'arricchimento di un'elite di persone, non degli stati. Se parli SOLO di INDIA E CINA ti ricordo che in questi 2 paesi solo una minima parte della popolazione vive da nababba, mentre la stragrande maggioranza, molto oltre il 90%, vive da schifo, e dato che il 90% di 2 miliardi e mezzo di persone fa oltre 2 miliardi di esseri umani, non stiamo parlando di quattro gatti... e si parla SOLO di INDIA E CINA.
    Parliamo invece delle lobby di potere che non hanno nazionalita' se non quella del loro conto off shore?
    Parlare di Stati (e quindi di popolazioni) che si arricchiscono mi pare alquanto ingenuo.
    In Italia avverra', anche se piu' lentamente, lo stesso fenomeno... anzi e' gia' iniziato da qualche lustro.

    VI) quanto alle sovvenzioni alle esportazioni europee i principali beneficiari non sono i cattivi capitalisti, ma i piccoli agricoltori.

    Ma sei sicuro di questo? Anche qui ci vorrebbero delle cifre certe. A me pare (dico pare) che per esempio in Italia si sia molto avvantaggiata la grande distribuzione a scapito dei piccoli agricoltori i quali vengono STROZZATI con i prezzi imposti dal mercato globale delle commodity, dove il prezzo viene deciso non da chi produce ma da chi commercializza.
    Dire che i contadini e gli agricoltori stanno facendo affari d'oro in questi ultimi anni mi pare (perdonami) una stronzata. Comunque se tu hai prove certe sono pronta a ricredermi.

    Ovviamente le prove certe non devono provenire da articoli scritti su Libero o su Il Giornale :-)

    Flyingboy ha detto...

    Chiara ha detto…
    Sicuramente, ma mi domando perche' non sia avvenuto il contrario e cioe' perche' la scoperta dei biocarburanti non ha fatto diminuire (come sarebbe stato giusto che fosse) il prezzo del petrolio?

    Faccio un esempio: adesso l'acqua in occidente costa poco. Ammettiamo che qualcuno scopra un metodo per farla diventare energia a basso costo. La cosa piu' logica sarebbe che il petrolio dovrebbe crollare di prezzo, invece cio' che e' avvenuto e' stato il contrario, cioe' come se il prezzo dell'acqua fosse andato alle stelle e la gente adesso morisse di sete.



    La risposta e facile quanto ovvia.
    Esistono gia le fonti di energia che sostituirebbero’ il petrolio. E rinnovabili anche, elettrica (solare, il vento, scambio delle maree…), idrogeno, alternativa organica (semi di … ufff stasera andrò in cerca su google), Nicola Tesla (a’parte il local patriottismo del sottoscritto, ma non solo per lui) il piu’ grande genio del settore energetico, sperimentava con la energia elettrica. Tra i suoi numerosi patenti cera anche il studio di energia elettrica GRATIS per tutti. Dalle fonti rinnovabili. I suoi laboratori, con tutti i manoscritti, bruciassero (se mi ricordo benne 2 volte) misteriosamente.

    Ma perche’ allora non rincorrere ad esse?
    Perche’ e’ il lobi petrolifero che comanda il mondo. Senza scrupoli fanno di TUTTO per proteggere la loro gallina d’oro e tenerla a lunga vita.
    Voi siete convinti veramente che Bush non e solo una marionetta? So che potrebbe sembrare una storia di massoneria, il potere mondiale nelle mani dei pochi, ma nonostante la forma che prende, la verita’ e che il Dio denaro e piu’ forte del Dio stesso.

    Un altra storia simile in un altro campo, che rende a livelli simili e il settore medicinale. Il primo passo e creare le necessita e il secondo convincere la massa di indispensabilità di stessi.

    Insomma bulimia in stato distillato e puro.

    In caso a qualcuno interessasse, stasera elaboro con calma. Sono di fretta adesso.

    PS: Un altro discorso legato a sopra descritto e la ignoranza della massa. Non ce niente piu’ facile che governare la massa ignorante che crede ciecamente in quello che li va servito dai politici che manipolano i media. Il sistema scolastico (vedi USA) e il primo passo ad un felice futuro dei “prescelti”.

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    quando ai dati dettagliati devo andare a recuperali in biblioteca e mi ci vorrà un po' di tempo.

    Comunque gli aiuti che i paesi occidentali danno ai paesi poveri sono pochi e assolutamente insufficienti ad aiutare questi paesi. Però è un errore dire che l'occidente ruba ai paesi poveri, perchè rubare a chi non ha niente non è possibile.

    Naturalmente è vero che i paesi ricchi non fanno quasi niente per aiutare i paesi poveri, ma non si deve parlare solo di occidente ma di tutti i paesi ricchi indipendentemente dal fatto che siano occidentali.

    La crescita della Cina e dell'India hanno portato ad un aumento del tenore di vita di quei popoli anche se è vero che hanno creato delle diseguaglianze, ma complessivamente la maggioranza della popolazione di quei paesi ne ha tratto beneficio.

    In ogni caso quello che contesto è il riferimento all'occidente dipinto come cattivo come se il resto del mondo fosse immacolato.

    Io rispetto Jean Ziegler ma ti ricordo che si tratta di un uomo di sinistra e non vorrei che le sue parole fossero prese come Vangelo.

    Per quanto riguarda gli agricoltori non ho detto che stanno facendo affari, ma che il grosso delle sovvenzioni comunitarie sono dirette a sostenere il reddito dei piccoli agricoltori (anche qui se mi dai il tempo ti fornirò tutti i dati).

    Ti ricordo che una delle accuse che gli americani fanno all'Unione Europea è quella sovvenzionare in modo eccessivo l'agricoltura.

    Per quanto riguarda la crescita della produzione dei biocarburanti essa è dovuta al fatto che solo un prezzo del petrolio più alto di un certo livello rende conveniente l'utilizzo degli stessi. Se il petrolio scendesse sotto un certo livello i biocarburanti sarebbero antieconomici.

    Quanto al discorso sulle multinazionali bisognerebbe dedicarci parecchie ore per dire qualcosa di sensato e io non voglio farti perdere tempo.

    Però dipingere le multinazionali come il regno del male è solo qualunquismo, perchè si tratta di un fenomeno molto complesso.

    Quello che voglio mettere in chiaro è che io non voglio far polemica, ma criticare questa visione del mondo dove l'occidente e l'Unione europea sono sempre i cattivi. Tra il resto anche l'Ungheria è entrata nell'Unione e anche tu dovresti essere classificata tra i cattivi. In realtà ne te ne me (entrambi cittadini occidentali) dobbiamo sentirci in colpa perchè non abbiamo mai rubato niente a nessuno.

    La povertà c'è ma è dovuta ad altre cause come la crescita eccessiva della popolazione, il fanatismo religioso, la mancanza di democrazia, le diseguaglianze economiche ecc. tutte cose che non sono colpa nè del Davide nè della Chiara nè dei cittadini occidentali in genere.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Flyingboy ha detto...

    @Davide (& Chiara)
    ) la cresita della produzione dei biocarburanti è dovuta all'aumento del prezzo del petrolio che in queste ore ha superato 116 dollari al bariele: faccio notare che il petrolio qualche anno fa costava 16dollari al barile;

    Davide, non credo che la produzione dei biocarburanti affetta il prezzo di petrolio in minima maniera.
    Tu prova a metere nella machina il olio di semi di (vedi google) che sostituisce perfettamente il carburante (senza nessuna modifica dell’ motore). Se ti fermano, paghi la multa salata e probabilmente ti sequestrano la machina. Perche?

    Perche non governa la ragione ne i soliti postulati di economia. Tu ti rendi conto su un pieno, quanto va ai paesi produttrici e quanto allo stato nelle forme di tasse?
    Adesso immagina se ognuno potrebbe nel suo orticello far crescere i biocarburanti sufficienti per le proprie necessita.
    Tutti stanno cercando di aggrumare il piu’ possibile finche dura la avventura del petrolio, e stanno facendo di tutto per renderla viva piu’ a lungo.
    I russi stano mandando i loro sottomarini per ricavare il petrolio sotto la cappa del polo nord. Si crede che le fonti sono molto superiori a quelle che abitammo conosciuto fino a oggi.

    Quando sono tropi soldi in giro, i soldi che “fanno girare il mondo”, ogni legge di economia perde senso, perche’ alla fine, se ci pensate, nonostante tutte le leggi del “stock market”, un Soros, con due mosse giuste, riesce a mettere in ginocchia le banche internazionali ( al punto di fallimento, vedi Regno Unito).

    davide ha detto...

    Caro Flyingboy,

    condivido quello che hai detto che
    le "lobi petrolifero che comanda il mondo. Senza scrupoli fanno di TUTTO per proteggere la loro gallina d’oro e tenerla a lunga vita", però per il momento le energie rinnovabili che hai citato(solare, il vento, scambio delle maree…idrogeno, alternativa organica), in base ai dati che ho io costano di più delle energie tradizionali (nucleare, carbone, petrolio ecc.). Naturalmente le prime non inquinano mentre le seconde sì, ma il problema dei costi per le imprese è determinante per la scelta fra energie rinnovabili e energie tradizionali.

    Saluti Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    davide said...
    Gentile Chiara,

    quando ai dati dettagliati devo andare a recuperali in biblioteca e mi ci vorrà un po' di tempo.


    Attendo... non mi manca il tempo :-)

    Comunque gli aiuti che i paesi occidentali danno ai paesi poveri sono pochi e assolutamente insufficienti ad aiutare questi paesi. Però è un errore dire che l'occidente ruba ai paesi poveri, perchè rubare a chi non ha niente non è possibile.

    In effetti rubare a chi non ha niente e' impossbile, ma qusta gente ha ancora qualcosa da dare. In una logica in cui conta solo il profitto e la legge di mercato il valore economico di un essere umano inutile e' piu' alto da morto che da vivo.
    Se ci pensi bene in una societa' ipotetica di stampo nazista gli ebrei venivano usati per produrci "roba"... inoltre uccidendoli si evitava che "consumassero" risorse.

    Naturalmente è vero che i paesi ricchi non fanno quasi niente per aiutare i paesi poveri, ma non si deve parlare solo di occidente ma di tutti i paesi ricchi indipendentemente dal fatto che siano occidentali.

    Infatti avevo corretto in nord-sud.

    La crescita della Cina e dell'India hanno portato ad un aumento del tenore di vita di quei popoli anche se è vero che hanno creato delle diseguaglianze, ma complessivamente la maggioranza della popolazione di quei paesi ne ha tratto beneficio.

    La maggioranza? meno del dieci per cento della popolazione che ha POLARIZZATO le risorse la chiami maggioranza?

    In ogni caso quello che contesto è il riferimento all'occidente dipinto come cattivo come se il resto del mondo fosse immacolato.

    Infatti... io non ho mai detto che il resto del mondo sia immacolato, e fra l'occidente ci metto pure alcuni paesi che stanno ad oriente.

    Io rispetto Jean Ziegler ma ti ricordo che si tratta di un uomo di sinistra e non vorrei che le sue parole fossero prese come Vangelo.

    No no... come Vangelo prendiamo solo il Vangelo. Come diceva la parabola? "Perche' a chiunque ha, sara' dato e sara' nell'abbondanza; ma a chi non ha, sara' tolto anche quello che ha".

    Per quanto riguarda gli agricoltori non ho detto che stanno facendo affari, ma che il grosso delle sovvenzioni comunitarie sono dirette a sostenere il reddito dei piccoli agricoltori (anche qui se mi dai il tempo ti fornirò tutti i dati).
    Ti ricordo che una delle accuse che gli americani fanno all'Unione Europea è quella sovvenzionare in modo eccessivo l'agricoltura.


    Onestamente degli agricoltori mi interessa una BF. Ce li hai infilati tu e neanche ho capito perche'... forse per portare il discorso altrove dal nocciolo del problema.

    Per quanto riguarda la crescita della produzione dei biocarburanti essa è dovuta al fatto che solo un prezzo del petrolio più alto di un certo livello rende conveniente l'utilizzo degli stessi. Se il petrolio scendesse sotto un certo livello i biocarburanti sarebbero antieconomici.

    Incredibile panzana (forse letta su Libero).
    In Brasile esiste il bio carburante da oltre 10 anni, da ancor prima che il prezzo del petrolio fosse cresciuto. Le pompe di benzina possono essere commutate a seconda del prezzo del petrolio (se piu' alto o piu' basso di un certo limite) in carburante tradizionale oppure in bio carburante.
    Se il Brasile lo fa da oltre 10 anni significa che li' sono tutti stupidi? Oppure hanno trovato metodi per tramutare cereali in energia che sono meno dispendiosi di quelli che coloro che detengono azioni petrolifere ci raccontano sui giornali prezzolati?

    Quanto al discorso sulle multinazionali bisognerebbe dedicarci parecchie ore per dire qualcosa di sensato e io non voglio farti perdere tempo.

    E' dove il dente duole e capisco che la lingua non voglia batterci :-)

    Però dipingere le multinazionali come il regno del male è solo qualunquismo, perchè si tratta di un fenomeno molto complesso.

    Diceva la mia insegnante di Storia e filosofia: "Spiegare lo cose usando molti concetti complessi non serve a nulla; la gente non capira' ed e' di solito il metodo che usano coloro che vogliono confondere le acque e non rispondere. Chi ha le idee chiare spiega i concetti usando poche frasi"

    Ebbene il discorso sulle multinazionali non e' complesso se estrapolato e ridotto a schema su una lavagna: da una parte c'e' chi ha accumulato capitali e risorse ed usa questi capitali e risorse, come nella parabola del vangelo, per LUCRARCI ancora di piu'.
    Lucrarci in termini economici, di potere, e di ogni manifestazione che ponga determinate persone al riparo mentre la totalita' dell'umanita' soffre.
    L'idea del "Principe" di machiavellica memoria e' ormai riconosciuta come una palese FREGATURA che e' servita a far si' che qualcuno (furbo) autoproclamatosi principe oggi possa fregiarsi di diritti che nessuno gli ha conferito.
    Le rivoluzioni SPAZZANO VIA queste anomalie con cadenza periodica, allorquando il malcontento raggiunge e supera i livelli di guardia...
    Un "Principe" dovrebbe saperlo, invece temo che quando non ci sara' piu' pane, come gia' e' avvenuto in passato, qualcuno dira' a 4 miliardi di persone che possono (se vogliono) mangiarsi le brioches.
    Invece temo che questi 4 miliardi di persone si mangeranno LUI.

    Quello che voglio mettere in chiaro è che io non voglio far polemica, ma criticare questa visione del mondo dove l'occidente e l'Unione europea sono sempre i cattivi. Tra il resto anche l'Ungheria è entrata nell'Unione e anche tu dovresti essere classificata tra i cattivi. In realtà ne te ne me (entrambi cittadini occidentali) dobbiamo sentirci in colpa perchè non abbiamo mai rubato niente a nessuno.

    Sei proprio sicuro?
    Sei certo di non aver mai rubato nulla a nessuno?
    Sei certo che Luigi XVI non avesse (o lui o i suoi avi) rubato niente ai francesi?
    Sei certo che lo Zar Nicola non avesse (o lui o i suoi avi) rubato niente a nessuno?
    L'Umanita' e' come un organismo. Se una parte estesa del corpo umano soffre perche' un'anomalia permette alle sole dita della mano di prendersi TUTTO IL SANGUE... l'organismo muore.
    Oppure si amputano le dita.

    La povertà c'è ma è dovuta ad altre cause come la crescita eccessiva della popolazione, il fanatismo religioso, la mancanza di democrazia, le diseguaglianze economiche ecc. tutte cose che non sono colpa nè del Davide nè della Chiara nè dei cittadini occidentali in genere.

    Menenio Agrippa 2500 anni fa esprimeva un concetto che a quei tempi fece comodo ai patrizi. Oggi quel concetto io lo rivolto e lo pongo come interrogativo.
    Puo' un organismo, un corpo umano, morire perche' una sola parte di esso vuol assorbire tutto il sangue e l'ossigeno?
    Se ogni essere umano (quindi anche io e te) siamo cellule di un organismo piu' grande e funzioniamo in modo anomalo, accumulando piu' di quanto consumiamo e togliendo sangue, ossigeno e linfa ad altre cellule, che per questa mancanza muoiono, forse un po' colpevoli lo siamo.

    Ogni qual volta io prendo il SUV, che consuma 1 litro di benzina per percorrere 4 chilometri, faccio il pieno perche' ho investito su Google ed ho guadagnato venerdi' il 20% in un giorno, e poi vado a scorrazzare per divertirmi, bruciando benzina... ebbene, se penso quanti chili di cereali sono serviti per quel pieno, e quanto quel mio pieno abbia tolto cibo dalla pancia di altri esseri umani, un po' colpevole lo sono...

    Davide, se questo organismo deve morire di cancro, io non voglio essere fra quelle cellule cancerogene... anche perche' poi, puo' succedere che l'organismo, quelle cellule, le elimina.

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    "Attendo... non mi manca il tempo"

    Non ti preccupare perchè i dati che ti darò dimostreranno quanto ti ho detto.

    Però io potrei ribaltare il discorso e chiedere che tu mi fornisca anche un solo dato che dimostri che l'Italia o la Francia o la Germania o un altro stato dell'Unione Europea rubano qualcosa ad un paese povero. Continuare a parlare di sfruttamento dei paesi poveri senza mai portare un dato a sostegno di quanto si afferma non mi sembra il massimo.

    ""In effetti rubare a chi non ha niente e' impossbile, ma qusta gente ha ancora qualcosa da dare. In una logica in cui conta solo il profitto e la legge di mercato il valore economico di un essere umano inutile e' piu' alto da morto che da vivo.
    Se ci pensi bene in una societa' ipotetica di stampo nazista gli ebrei venivano usati per produrci "roba"... inoltre uccidendoli si evitava che "consumassero" risorse.""

    Non mi risulta che in uno stato dell'Unione Europea si mai stato cremato qualcuno. E' vero che esistono i naziskin ma le autorità fanno di tutto per isolarli e punirli se commettono crimini.


    "La maggioranza? meno del dieci per cento della popolazione che ha POLARIZZATO le risorse la chiami maggioranza?"

    Ci sono vari studi che dicono che in Cina e in India complessivamente si sta meglio adesso di quanto si stava 20 o 30 anni fa. Comunque io no sono un sostenitore di questi stati, ma cerco di vedere le cose con un minimo di obiettività.


    ""Infatti... io non ho mai detto che il resto del mondo sia immacolato, e fra l'occidente ci metto pure alcuni paesi che stanno ad oriente.""

    Questo è importante, perchè i cattivi non stanno da una parte sola: se ci capiamo su questo abbiamo già fatto metà della strada.


    ""Onestamente degli agricoltori mi interessa una BF. Ce li hai infilati tu e neanche ho capito perche'... forse per portare il discorso altrove dal nocciolo del problema.""

    In genere quando si parla di sovvenzioni e di aiuti CEE si parla quasi sempre di agricoltura.


    ""Incredibile panzana (forse letta su Libero).
    In Brasile esiste il bio carburante da oltre 10 anni, da ancor prima che il prezzo del petrolio fosse cresciuto. Le pompe di benzina possono essere commutate a seconda del prezzo del petrolio (se piu' alto o piu' basso di un certo limite) in carburante tradizionale oppure in bio carburante.
    Se il Brasile lo fa da oltre 10 anni significa che li' sono tutti stupidi? Oppure hanno trovato metodi per tramutare cereali in energia che sono meno dispendiosi di quelli che coloro che detengono azioni petrolifere ci raccontano sui giornali prezzolati?""

    Il petrolio per estrarlo costa solo pochi dollari al barile. I biocarburanti per produrli costano molto di più. Se il petrolio scendesse a 20 dollari al barile (non so le cifre esatte) i bio carburanti diventerebbero anti economici. In ogni caso più è alto il prezzo del petrolio maggiore è la convenienza a produrre biocarburanti: non lo dico io ma tutti gli economisti.


    "E' dove il dente duole e capisco che la lingua non voglia batterci :-)"

    Parli delle multinazionali come se ci fosse un'alternativa. Se vuoi produrre auto, aerei, PC e tante altre cose devi avere una struttura multinazionale se vuoi essere competitivo.

    Chi critica le multinazionali dovrebbe spiegare chi sarebbe andato a cercare il petrolio in mezzo al deserto o nei ghiaccia dell Alaska se non una multinazionale. Vorrei che mi spiegassi qual è l'alternativa.

    Tu hai parlato sopra del Brasile. Io ho dei parenti in quello stato e mi hanno detto che le fabbriche che ha costruito la FIAT negli anni '80 nella loro Regione sono stati uno dei fattori che hanno portato benessere.

    Naturalmente le multinazionali essendo imprese private non fanno la carità a nessuno, ma se non costruiscono le fabbriche nei paesi poveri le multinazionali chi le costruisce. E senza fabbriche e industrie quei paesi starebbero meglio?


    ""Sei proprio sicuro?
    Sei certo di non aver mai rubato nulla a nessuno?
    Sei certo che Luigi XVI non avesse (o lui o i suoi avi) rubato niente ai francesi?
    Sei certo che lo Zar Nicola non avesse (o lui o i suoi avi) rubato niente a nessuno?
    L'Umanita' e' come un organismo. Se una parte estesa del corpo umano soffre perche' un'anomalia permette alle sole dita della mano di prendersi TUTTO IL SANGUE... l'organismo muore.
    Oppure si amputano le dita.""

    Io non ho mai rubato nulla. Cosa c'entrano i re di Francia e gli Zar di Russia non l'ho capito.


    ""Menenio Agrippa 2500 anni fa esprimeva un concetto che a quei tempi fece comodo ai patrizi. Oggi quel concetto io lo rivolto e lo pongo come interrogativo.
    Puo' un organismo, un corpo umano, morire perche' una sola parte di esso vuol assorbire tutto il sangue e l'ossigeno?
    Se ogni essere umano (quindi anche io e te) siamo cellule di un organismo piu' grande e funzioniamo in modo anomalo, accumulando piu' di quanto consumiamo e togliendo sangue, ossigeno e linfa ad altre cellule, che per questa mancanza muoiono, forse un po' colpevoli lo siamo.
    Ogni qual volta io prendo il SUV, che consuma 1 litro di benzina per percorrere 4 chilometri, faccio il pieno perche' ho investito su Google ed ho guadagnato venerdi' il 20% in un giorno, e poi vado a scorrazzare per divertirmi, bruciando benzina... ebbene, se penso quanti chili di cereali sono serviti per quel pieno, e quanto quel mio pieno abbia tolto cibo dalla pancia di altri esseri umani, un po' colpevole lo sono...
    Davide, se questo organismo deve morire di cancro, io non voglio essere fra quelle cellule cancerogene... anche perche' poi, puo' succedere che l'organismo, quelle cellule, le elimina.""

    Sono d'accordo che bisogna ridurre gli sperperi, ma se vuoi lavorare devi usare le macchine e i camion e tanti altri mezzi che inquinano: non fare qualche viaggio di piacere cambierebbe poco le cose.

    Comunque io capisco che ci sono certi problemi, solo che non credo che le soluzioni che propongono i pensatori della sinistra servano a niente, anzi credo che peggiorino le cose.


    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    davide said...

    Non ti preccupare perchè i dati che ti darò dimostreranno quanto ti ho detto.
    Però io potrei ribaltare il discorso e chiedere che tu mi fornisca anche un solo dato che dimostri che l'Italia o la Francia o la Germania o un altro stato dell'Unione Europea rubano qualcosa ad un paese povero.


    Cioe' tu vorresti che io dimostrassi la colpevolezza del nord del mondo nei confronti del sud?

    A parte che lo stato delle cose dimostra inequivocabile che esiste un'anomalia e non sono certo i poveri negretti dell'Africa ad avere le colpe, comunque anche se dimostrassi con I FATTI la colpevolezza di certi sistemi che hanno colonizzato e sfruttato intere popolazioni esattamente usando gli stessi metodi dei conquistadores spagnoli, cambieresti idea?
    Non credo...
    Pero' mi assale a questo punto il dubbio che tu cerchi di rovesciare la frittata perche' non ha dati da riportare... :-)

    Continuare a parlare di sfruttamento dei paesi poveri senza mai portare un dato a sostegno di quanto si afferma non mi sembra il massimo.

    Che dati vuoi che possa portare un'umile tzigana se neanche CREDI a personalita' molto piu' preparate della sottoscritta come Ziegler o, addirittura, a filosofi epocali come Marx?
    Ma forse Emilio Fede ha dati piu' attendibili di quelli di Ziegler :-)

    Non mi risulta che in uno stato dell'Unione Europea si mai stato cremato qualcuno. E' vero che esistono i naziskin ma le autorità fanno di tutto per isolarli e punirli se commettono crimini.

    Davide, a volte non so se ci sei o se ci fai...
    Il fatto che nel 1600 in Europa non c'era la schiavitu' non significava che non esistesse altrove.
    Hai capito cio' che ho scritto?
    Ho scritto che un essere umano piu' e' inutile e piu' il suo valore cresce da cadavere.
    La logica del mercato dovrebbe avertelo insegnato.


    Ci sono vari studi che dicono che in Cina e in India complessivamente si sta meglio adesso di quanto si stava 20 o 30 anni fa. Comunque io no sono un sostenitore di questi stati, ma cerco di vedere le cose con un minimo di obiettività.

    Ci sono vari studi?
    E chi li ha fatti? Giuliano Ferrara? :-)))

    Oppure Vittorio Sgarbi?

    Ah no, scusa, forse era Maurizio Costanzo, oppure Pippo Baudo.

    Suvvia...

    Se in Mali 30 anni fa mangiavano 5 cipolle (mangiavano solo quelle) alla settimana e adesso ne mangiano 6, sicuramente stanno meglio :-)

    Facciamo adesso i conti di quante cipolle mangiava testa d'asfalto 30anni fa :-) e di quanti chili di tartufo e di caviale si fa fuori adesso.

    Faro' anche il conto di quanta pomasanka si faceva fuori Putin quando era a capo del Kgb e di come, invece, adesso gradisca ostriche e champagne offerte nella villa del suo amico in Sardegna...

    Chissa' che effetto avrebbero su di lui le 7 cipolle del Mali, eppure, ogni tanto, un po' di dieta farebbe bene :-)

    Questo è importante, perchè i cattivi non stanno da una parte sola: se ci capiamo su questo abbiamo già fatto metà della strada.

    No Davide, mi dispiace, non abbiamo proprio fatto nulla.
    Io resto dalla mia parte del fiume a cercare di dare una cipolla in piu' a quelli del Mali, tu dall'altra a cercare di aumentare la tua razione di ostriche.

    In genere quando si parla di sovvenzioni e di aiuti CEE si parla quasi sempre di agricoltura.

    Qualcuno, a parte te, qui ha parlato di aiuti CEE?

    Cio' di cui ho scritto e':

    - la meta' del mondo rischia di morire di fame

    - cio' e' dovuto alla speculazione ed al fatto che una vita umana vale meno di un litro di benzina per il SUV.

    - tutto cio' finira' prima o poi in un modo non piacevole per nessuno.

    - il conflitto finale avverra' su basi inter-sessuali.

    Il petrolio per estrarlo costa solo pochi dollari al barile. I biocarburanti per produrli costano molto di più. Se il petrolio scendesse a 20 dollari al barile (non so le cifre esatte) i bio carburanti diventerebbero anti economici. In ogni caso più è alto il prezzo del petrolio maggiore è la convenienza a produrre biocarburanti: non lo dico io ma tutti gli economisti.

    Pero' la tua obiezione non regge: uno dei due doveva crollare di prezzo: o il petrolio o i cereali.
    Invece tutto e' aumentato...
    Ed i cereali sono aumentati (e continuano ad aumentare di prezzo) perche' il petrolio aumenta di prezzo, e piu' aumenta l'uno, aumenta anche l'altro in un vortice inarrestabile.

    Secondo te la colpa e' di chi il SUV manco sa cosa sia? Dei popoli del Mali che mangiano 6 cipolle oppure di una parte di Umanita' che SE NE FREGA, scorrazza, mangia tartufo e caviale e se POTESSE farebbe fuori meta' degli esseri umani, spianerebbe la Palestina, il Mali e tutte le baraccopoli di Manila per far posto ai villaggi turistici per i grandi investitori di wall street?

    Ma tu la parabola di Menenio Agrippa, l'hai capita?

    Sai che senza i primi neanche i secondi sopravvivono? sai che ogni cellula del corpo umano ha la sua importanza?

    Tu credi in un mondo di SOLI ricchi?

    E come lo realizzi? Uccidendo di fame i reietti?

    Ma se per un attimo ci fermassimo a riflettere...

    Immagina quante vite salvate se per una sola settimana la gente in occidente non usasse piu' le auto per divertimento...


    Parli delle multinazionali come se ci fosse un'alternativa. Se vuoi produrre auto, aerei, PC e tante altre cose devi avere una struttura multinazionale se vuoi essere competitivo.
    Chi critica le multinazionali dovrebbe spiegare chi sarebbe andato a cercare il petrolio in mezzo al deserto o nei ghiaccia dell Alaska se non una multinazionale. Vorrei che mi spiegassi qual è l'alternativa.


    L'alternativa e' cio' che periodicamente spazza via il cancro.

    Tu hai parlato sopra del Brasile. Io ho dei parenti in quello stato e mi hanno detto che le fabbriche che ha costruito la FIAT negli anni '80 nella loro Regione sono stati uno dei fattori che hanno portato benessere.

    Tu parli di 30 anni fa...
    E adesso?
    30 anni fa anche in russia il 90% della popolazione stava meglio economicamente.
    Magari politicamente no... ma neanche in Brasile c'era tutta la liberta'.
    Non scordare che il Brasile e' il Paese delle squadre della morte...
    Forse i tuoi parenti non ti hanno parlato di quel periodo.

    Naturalmente le multinazionali essendo imprese private non fanno la carità a nessuno, ma se non costruiscono le fabbriche nei paesi poveri le multinazionali chi le costruisce. E senza fabbriche e industrie quei paesi starebbero meglio?

    Vedi... cio' che dice Ziegler, e che e' oggetto di questo post (e Ziegler non mi pare l'ultimo pisquano di escort forum e neanche uno che frequenta il bar dello sport) e' che le multinazionali NON SOLO non creano ricchezza ma stanno DRENANDO quella poca rimasta nelle tasche dei reietti.

    Praticamente e', secondo Ziegler, finito il periodo della SEMINA... adesso si RACCOGLIE TUTTO e si estirpa fino in fondo cio' che si puo'...

    Il futuro dell'umanita' alle multinazionali non interessa...

    Non sono filosofi, solo COMMERCIANTI.

    Io non ho mai rubato nulla. Cosa c'entrano i re di Francia e gli Zar di Russia non l'ho capito.

    Non si ruba solo METTENDO LE MANI IN CASSETTA... si ruba anche se qualcun altro, che mette le mani in cassetta, poi ci distribuisce un po' di quei soldi rubati.
    Forse questo e' un concetto che non riesci ad afferrare.
    Forse afferri meglio questo concetto:
    Io sono la moglie di un ladro, alla quale il ladro fa regali ed intesta la casa.
    Formalmente io non avrei rubato proprio nulla...
    Pero' so da dove provengono i soldi dei reagali.

    Sono d'accordo che bisogna ridurre gli sperperi,


    Anche Berlusca E Topo Gigio sono d'accordo a ridurre gli sperperi... degli altri :-))))

    ma se vuoi lavorare devi usare le macchine e i camion e tanti altri mezzi che inquinano: non fare qualche viaggio di piacere cambierebbe poco le cose.

    Dici che cambierebbe poco le cose se la gente il week end (NEL MONDO o anche solo in italia) non andasse in giro con l'auto?

    Comunque io capisco che ci sono certi problemi, solo che non credo che le soluzioni che propongono i pensatori della sinistra servano a niente, anzi credo che peggiorino le cose.

    I pensatori della "sinistra" come la chiamate tu e testa asfaltata, cercando di etichettare un pensiero che va oltre una collocazione politica, sono tanti... ad iniziare da Gesu' Cristo.

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    ""Cioe' tu vorresti che io dimostrassi la colpevolezza del nord del mondo nei confronti del sud?
    A parte che lo stato delle cose dimostra inequivocabile che esiste un'anomalia e non sono certo i poveri negretti dell'Africa ad avere le colpe, comunque anche se dimostrassi con I FATTI la colpevolezza di certi sistemi che hanno colonizzato e sfruttato intere popolazioni esattamente usando gli stessi metodi dei conquistadores spagnoli, cambieresti idea?
    Non credo...
    Pero' mi assale a questo punto il dubbio che tu cerchi di rovesciare la frittata perche' non ha dati da riportare... :-)""


    I dati che ti ho detto vado a prenderli in biblioteca e la domenica le biblioteche non lavorano. Voglio vedere dove tu vai a prendere i dati (furto da parte dei paesi occidentali nei confronti dei paesi poveri) di cui parli.

    Quanto al colonialismo che hai citato ti faccio notare che in Africa la gente non moriva di fame quando c'erano le colonie, ma dopo che gli europei sono stati cacciati. Comunque non ho detto che i "negretti" hanno colpe, ma che l'Italia, la Francia o gli altri stati dell'Unione non rubano proprio niente agli stati poveri. Se poi parli di multinazionali non puoi incolpare i popoli dell'Europa per l'attività di imprese private.

    ""Che dati vuoi che possa portare un'umile tzigana se neanche CREDI a personalita' molto piu' preparate della sottoscritta come Ziegler o, addirittura, a filosofi epocali come Marx?
    Ma forse Emilio Fede ha dati piu' attendibili di quelli di Ziegler""

    Io non ho detto che non credo ai dati di Ziegler, ma che non condivido i rimedi che la sinistra propone al riguardo.

    Quanto a Marx lo rispetto come studioso, ma quasi tutte le previsioni che ha fatto si sono rivelate sbagliate.

    "Non mi risulta che in uno stato dell'Unione Europea si mai stato cremato qualcuno. E' vero che esistono i naziskin ma le autorità fanno di tutto per isolarli e punirli se commettono crimini.
    Davide, a volte non so se ci sei o se ci fai...
    Il fatto che nel 1600 in Europa non c'era la schiavitu' non significava che non esistesse altrove.
    Hai capito cio' che ho scritto?
    Ho scritto che un essere umano piu' e' inutile e piu' il suo valore cresce da cadavere.
    La logica del mercato dovrebbe avertelo insegnato""

    Secondo me hai una visione distorta del mercato. Il mercato è solo uno strumento: il suo uso può essere buono o cattivo.


    ""Ci sono vari studi?
    E chi li ha fatti? Giuliano Ferrara? :-)))
    Oppure Vittorio Sgarbi?
    Ah no, scusa, forse era Maurizio Costanzo, oppure Pippo Baudo.
    Suvvia...
    Se in Mali 30 anni fa mangiavano 5 cipolle (mangiavano solo quelle) alla settimana e adesso ne mangiano 6, sicuramente stanno meglio :-)
    Facciamo adesso i conti di quante cipolle mangiava testa d'asfalto 30anni fa :-) e di quanti chili di tartufo e di caviale si fa fuori adesso.
    Faro' anche il conto di quanta pomasanka si faceva fuori Putin quando era a capo del Kgb e di come, invece, adesso gradisca ostriche e champagne offerte nella villa del suo amico in Sardegna...
    Chissa' che effetto avrebbero su di lui le 7 cipolle del Mali, eppure, ogni tanto, un po' di dieta farebbe bene :-)""

    e allora? Guarda che lo so che ci sono le ingiustizie. Solo che non mi sento responsabile nè di ciò che fa Putin, nè di ciò che avviene in Mali.


    ""Pero' la tua obiezione non regge: uno dei due doveva crollare di prezzo: o il petrolio o i cereali.
    Invece tutto e' aumentato...
    Ed i cereali sono aumentati (e continuano ad aumentare di prezzo) perche' il petrolio aumenta di prezzo, e piu' aumenta l'uno, aumenta anche l'altro in un vortice inarrestabile.
    Secondo te la colpa e' di chi il SUV manco sa cosa sia? Dei popoli del Mali che mangiano 6 cipolle oppure di una parte di Umanita' che SE NE FREGA, scorrazza, mangia tartufo e caviale e se POTESSE farebbe fuori meta' degli esseri umani, spianerebbe la Palestina, il Mali e tutte le baraccopoli di Manila per far posto ai villaggi turistici per i grandi investitori di wall street?""

    Per il discorso sui biocarburanti ti ho già risposto sopra. Per il resto lo so che ci sono cose che non vanno al mondo. E comunque non ho mai detto che la colpa dei mali del mondo è del popolo del Mali. Però non ritengo neppure che sia colpa dei popoli dell'occidente.


    "Ma tu la parabola di Menenio Agrippa, l'hai capita?"

    Sì.

    "Sai che senza i primi neanche i secondi sopravvivono? sai che ogni cellula del corpo umano ha la sua importanza?"

    Lo so benissimo.

    "Tu credi in un mondo di SOLI ricchi?"

    Assolutamente no.



    "E come lo realizzi? Uccidendo di fame i reietti?
    Ma se per un attimo ci fermassimo a riflettere...
    Immagina quante vite salvate se per una sola settimana la gente in occidente non usasse piu' le auto per divertimento..."

    Ho qualche dubbio al riguardo, ma ti ho detto che sono d'accordo a combattere gli sperperi anche a costo di far andare tutti a piedi.



    ""Tu parli di 30 anni fa...
    E adesso?
    30 anni fa anche in russia il 90% della popolazione stava meglio economicamente.
    Magari politicamente no... ma neanche in Brasile c'era tutta la liberta'.
    Non scordare che il Brasile e' il Paese delle squadre della morte...
    Forse i tuoi parenti non ti hanno parlato di quel periodo.""

    Prima che tu nascessi io avevo già letto dei libri sia sulle dittature sudamericane (non solo sul Brasile) sia sul sistema comunista in Unione Sovietica e in Cina.
    I miei parenti non mi hanno insegnato niente, ma hanno citato un fatto inconfutabile: le fabbriche della malvagia multinazionale FIAT hanno contribuito allo sviluppo della loro Regione.


    ""Vedi... cio' che dice Ziegler, e che e' oggetto di questo post (e Ziegler non mi pare l'ultimo pisquano di escort forum e neanche uno che frequenta il bar dello sport) e' che le multinazionali NON SOLO non creano ricchezza ma stanno DRENANDO quella poca rimasta nelle tasche dei reietti.
    Praticamente e', secondo Ziegler, finito il periodo della SEMINA... adesso si RACCOGLIE TUTTO e si estirpa fino in fondo cio' che si puo'...
    Il futuro dell'umanita' alle multinazionali non interessa...
    Non sono filosofi, solo COMMERCIANTI.""

    Ti ho detto che le multinazionali non regalano niente a nessuno: non sono enti di beneficenza ma imprese commerciali. Quello che non capisco è cosa sia l'alternativa ale multinazionali.



    ""Non si ruba solo METTENDO LE MANI IN CASSETTA... si ruba anche se qualcun altro, che mette le mani in cassetta, poi ci distribuisce un po' di quei soldi rubati.
    Forse questo e' un concetto che non riesci ad afferrare.
    Forse afferri meglio questo concetto:
    Io sono la moglie di un ladro, alla quale il ladro fa regali ed intesta la casa.
    Formalmente io non avrei rubato proprio nulla...
    Pero' so da dove provengono i soldi dei reagali.""

    Sono tonto, però quanto hai detto sopra lo sapevo già.


    ""Anche Berlusca E Topo Gigio sono d'accordo a ridurre gli sperperi... degli altri :-))))""

    Tutti sono bravi a ridurre gli sperperi degli altri (i Ziegler compresi).

    ""Dici che cambierebbe poco le cose se la gente il week end (NEL MONDO o anche solo in italia) non andasse in giro con l'auto?""

    Secondo me sì.

    ""I pensatori della "sinistra" come la chiamate tu e testa asfaltata, cercando di etichettare un pensiero che va oltre una collocazione politica, sono tanti... ad iniziare da Gesu' Cristo.""

    Guarda che io rispetto il pensiero di tutti anche di quelli della sinistra e anche quelli che vanno oltre "la collocazione politica"(però certi ragionamenti li fa sempre gente che sta a sinistra).

    Però, poichè io non condivido certe posizioni, cerco solo di dire le mie idee: moderatamente, pacatamente e senza offendere nessuno.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    davide said...
    I dati che ti ho detto vado a prenderli in biblioteca e la domenica le biblioteche non lavorano.


    Quali dati?
    Quelli in cui vengono riportati i budget di tutti i paesi ricchi che DONANO ai paesi poveri?

    Voglio vedere dove tu vai a prendere i dati (furto da parte dei paesi occidentali nei confronti dei paesi poveri) di cui parli.

    Lo vedi che sei capzioso?

    Sei tu che hai affermato che i paesi occidentali DANNO ai paesi poveri PIU' di quanto RICEVONO INDIETRO. Tu devi dare la prova, non io.

    la MANCANZA di tale prova indica la validita' della mia affermazione.

    Quanto al colonialismo che hai citato ti faccio notare che in Africa la gente non moriva di fame quando c'erano le colonie,

    No?
    Stavano tutti bene?
    Mangiavano e bevevano alla faccia dei colonizzatori?
    Ma che sfortuna hanno avuto a diventare indipendenti...

    ma dopo che gli europei sono stati cacciati. Comunque non ho detto che i "negretti" hanno colpe, ma che l'Italia, la Francia o gli altri stati dell'Unione non rubano proprio niente agli stati poveri.

    Loro non rubano?

    Dipende dal significato che si da' alla parola rubare.
    Per esempio tu la moglie di un ladro che usufruisce di un tenore di vita in virtu' del denaro rubato come la chiami?

    Se poi parli di multinazionali non puoi incolpare i popoli dell'Europa per l'attività di imprese private.

    Imprese private che hanno dei proprietari ed amministratori che poi ritrovi, guarda caso come cittadini importanti ed influenti di qualche paese... e forse anche a capo di qualche paese.

    Comunque non credo che ci siano cittadini del Mali nei CdA delle multinazionali :-)


    Io non ho detto che non credo ai dati di Ziegler, ma che non condivido i rimedi che la sinistra propone al riguardo.

    Ziegler parlava da funzionario ONU...
    Tutti comunisti all'ONU?
    Anzi no comunisti... adesso i comunisti sono spariti. La nuova denominazione dei NEMICI di testa d'asfalto adesso e'... DI SINISTRA!

    E poi SE CI CREDI a Ziegler, perche' non ti indigni per cio' che sta accadendo invece di difendere il sistema che ha portato a questo orrore?
    Oppure per te non e' un orrore?

    Oppure per te e' giusto che chi ha il SUV consumi, per fare un percorso di 4 chilometri guidando fa fighetto, l'equivalente (non so quanto di preciso) di 1 quintale di grano?


    Quanto a Marx lo rispetto come studioso, ma quasi tutte le previsioni che ha fatto si sono rivelate sbagliate.

    Marx uno studioso?
    Marx e' uno studioso come Silvietto e' un cantante di canzoni napoletane :-)

    Marx e' un filosofo, anzi uno dei filosofi piu' importanti degli ultimi due secoli, ed ha scritto (dopo il Vangelo) uno dei testi piu' importanti per una parte, anzi forse per tutta l'umanita'.

    Le sue previsioni non e' detto che non si realizzino.
    D'altronde anche la resurrezione dei corpi tanto promessa dal Vangelo ancora non si e' realizzata.

    Se fossi in te terrei bene a mente cio' che ha scritto...

    A proposito tu lo hai letto cio' che ha scritto?
    Molti dicono di essere cristiani e non hanno mai letto il Vangelo, cosi' come non lo hanno mai letto gli anti cristiani... Una sfida fra ignoranti a chi sa di meno :-)

    Comunque io duubito che tu lo abbia veramente letto e studiato (parlo del Capitale) perche' se tu lo avessi fatto non potresti fare a meno di riconoscere delle verita' universali non collegate ad alcun periodo storico o ad alcun punto geografico.

    Universali significa che sono valide SEMPRE e OVUNQUE.

    Ma se continui a parlare di "sinistra" e di "destra" perdi di vista il valore universale della filosofia.

    Secondo me hai una visione distorta del mercato. Il mercato è solo uno strumento: il suo uso può essere buono o cattivo.

    Ah si'? E chi lo decide il buono e il cattivo?
    Secondo me lo decide il consiglio d'amministrazione della multinazionale in base ai profitti.
    Esistono molti modelli economici di "mercato". Alcuni li ritengo meno validi di altri, ma e' solo un parere personale...

    E' come ritenere una marca di telefonino migliore di un'altra...

    Il discorso universale, invece, e' che il conflitto, con questo sistema vigente, aumenta di giorno in giorno e cio' indica che la sua validita' e' dubbia.

    A meno che lo scopo sia quello di portare il momdo sull'orlo di una guerra globale, bada bene, non per il controllo delle riserve energetiche (che quelle servono molto in un sistema come questo impostato sul benessere di pochi a scapito della sofferenza di molti, ma per il controllo del cibo.

    Le grandi rivoluzioni della storia sono tutte partite da un comune denominatore: il conflitto di classe.

    E la scintilla che le ha fatte esplodere e' sempre stata la stessa: la mancanza del pane.

    Sia in Francia sia in Russia le popolazioni si ribellarono non per "la destra o la sinistra" ma perche' non avevano da MANGIARE.

    Solo che in quei due casi, quando i tempi erano rallentati, la gente si muoveva a cavallo e non c'era la televisione ed internet, il tutto avveniva nell'arco di anni.

    Oggi la scintilla farebbe esplodere il tutto nell'arco di poche ore, forse di pochi giorni.

    Sai, mi viene in mente una cosa di fantapolitica... secondo te quale puo' essere il valore bioenergetico di 4 miliardi di esseri umani?


    e allora? Guarda che lo so che ci sono le ingiustizie. Solo che non mi sento responsabile nè di ciò che fa Putin, nè di ciò che avviene in Mali.

    Veramente io ho risposto alla tua obiezione che diceva che nei paesi poveri oggi stanno MOLTO meglio di 30 anni fa...

    Poi piu' sopra ti contraddici e affermi che stavano meglio quando erano colonizzati cioe' oltre 30 anni fa.

    Da qui l'esempio delle cipolle...

    Solo che quando si guarda in faccia la realta' e ci si scopre parte (anche inconsapevole) di un massacro sistematico, un po' la coscienza brucia...

    A me un po' e' bruciata... a te no?

    A te no... tu sei "a posto"... perfettamente ignaro e convinto di essere AL DI FUORI dei motivi che causano la morte di milioni di esseri umani.


    Per il discorso sui biocarburanti ti ho già risposto sopra. Per il resto lo so che ci sono cose che non vanno al mondo. E comunque non ho mai detto che la colpa dei mali del mondo è del popolo del Mali. Però non ritengo neppure che sia colpa dei popoli dell'occidente.

    In Italia si dice: "la colpa mori' fanciulla" e significa che nessuno ha colpa...

    Allora se non c'e' colpa ma questa gente muore lo stesso di fame a causa dei prezzi che salgono... se non c'e' colpa... c'e dolo?

    Come dice Ziegler: "la "follia" di chi pensa che la fame dipenda dal fato".

    Non e' il fato: e' omicidio di massa silenzioso.

    Ma se ti senti a posto con la coscienza, fai pure il pieno alla tua auto e fatti una bella gita al lago... magari viaggiando penserai a quanti chili (anzi quintali) di cereali ci sono voluti per ricavare l'equivalente di benzina del tuo pieno e come tutta quella massa di cibo non consumata avrebbe potuto sfamare gente che muore di fame semplicemente non incidendo sull'aumento di prezzo del carburante.

    Perche' se un'azione singola non sortisce alcun effetto ed e' come una goccia nel mare, cio' non deve mettere al riparo la coscienza di nessuno.

    Troppo comodo dire "io sono una goccia" quindi non influisco...

    Ogni cellula in un organismo influisce... nessuna deve restare inerme rifiutando di svolgere il proprio compito in attesa che si muovano le altre.

    "Ma tu la parabola di Menenio Agrippa, l'hai capita?"

    Sì.


    Meno male!

    "Sai che senza i primi neanche i secondi sopravvivono? sai che ogni cellula del corpo umano ha la sua importanza?"

    Lo so benissimo.


    Meno male!

    "Tu credi in un mondo di SOLI ricchi?"

    Assolutamente no.


    Meno male!


    Ho qualche dubbio al riguardo, ma ti ho detto che sono d'accordo a combattere gli sperperi anche a costo di far andare tutti a piedi.

    E' il mio scopo ed usero' anche questo blog per far comprendere a chi mi legge che ogni litro di carburante consumato da ciascuno induce una spirale di prezzi che salgone, e se solo quel litro di benzina non venisse consumato ci sarebbe una gran massa di cereali che non verrebbe trasformata in carburante e quindi potrebbe essere usata per sfamare la gente.

    E' un meccanismo virtuoso e vale piu' di un SMS da un euro inviato a qualche associazione acchiappapolli con testimonial la De Filippi...


    Prima che tu nascessi io avevo già letto dei libri sia sulle dittature sudamericane (non solo sul Brasile) sia sul sistema comunista in Unione Sovietica e in Cina.
    I miei parenti non mi hanno insegnato niente, ma hanno citato un fatto inconfutabile: le fabbriche della malvagia multinazionale FIAT hanno contribuito allo sviluppo della loro Regione.


    Magari erano anche azionisti...

    Ma che c'entra?

    Il colonialismo ha spogliato intere popolazioni delle ricchezze naturali dei loro paesi, della loro cultura, della loro identita', ed in cambio ha dato loro una manciata di noccioline ed una bottiglia di cachaza perche' si ubriacassero.

    Questa e' stata LA REGOLA, ed ancor oggi il tutto continua allo stesso modo... solo che alla cachaza ed alle noccioline hanno sostituito i telefonini e la droga.

    Ti ho detto che le multinazionali non regalano niente a nessuno: non sono enti di beneficenza ma imprese commerciali.

    Appunto... COMMERCIANTI.

    MERCANTI...

    Come Shylock.

    Quello che non capisco è cosa sia l'alternativa ale multinazionali.

    Una nuova coscienza ove la logica del profitto a tutti i costi, ossessiva e spietata ceda il posto ad una visione di un futuro migliore...

    Migliore per tutti non solo per loro.

    Sono tonto, però quanto hai detto sopra lo sapevo già.

    Allora se gia' lo sapevi... rispondi: la moglie del ladro che riceve un tenore di vita grazie all'attivita' del marito... e' una ladra pure lei oppure no?

    Tutti sono bravi a ridurre gli sperperi degli altri (i Ziegler compresi).

    Secondo me fra chi fa una denuncia del genere (come Ziegler) e chi si abbuffa di ostriche fra veline e gossip, una piccola differenza c'e'...

    Non vorrai mica fare paragoni?

    ""Dici che cambierebbe poco le cose se la gente il week end (NEL MONDO o anche solo in italia) non andasse in giro con l'auto?""

    Secondo me sì.



    Allora perche' durante la crisi energetica in italia negli anni mi pare '70, il governo obbligo' la gente ad andare a piedi la sola domenica?
    Ed allora le auto ed i consumi erano assai minori di quelli di oggi, suppongo.
    Se una parte consistente di popolazione non usa l'auto per 1 giorno su 7 , si ottiene un beneficio in termini di risparmio energetico.

    Il fatto e' che in certi paesi poopolati da "gente onesta" che non ruba e non fa male a nessuno, si continua a pensare solo al proprio orticello quando si tratterebbe invece di dover rinunciare ad una piccola cosa.

    Nessuno farebbe mai un minimo sacrificio per dare una cipolla in piu' ad un bimbo del Mali...

    Si scarica la coscienza inviando un SMS da 1 euro e poi, sgommando, parte a tutta velocita' per la sua gita di piacere, consumando chili di grano per percorrere 4 kilometri.

    Nessuno...

    Oppure no, qualcuno che capisce sicuramente esiste ed io spero che queste persone aumentino sempre di piu'.


    Guarda che io rispetto il pensiero di tutti anche di quelli della sinistra e anche quelli che vanno oltre "la collocazione politica"(però certi ragionamenti li fa sempre gente che sta a sinistra).

    Quali ragionamenti?
    Quelli che hanno a cuore i piu' deboli, oppure quelli che pensano alle ginocchia di Totti?

    Quali ragionamenti?
    Quelli che vorrebbero dare a chi non ha togliendo un po' a chi ha, oppure quelli che a chi non ha toglierebbe pure i reni per avere i pezzi di ricambio?

    Quali ragionamenti?

    Però, poichè io non condivido certe posizioni, cerco solo di dire le mie idee: moderatamente, pacatamente e senza offendere nessuno.

    Quali posizioni non condividi?

    Quelle dei piu' deboli? Quelle degli sfigati? Quelle dei disperati? Quelle dei malati? Quelle degli anziani senza pensione? Quelle dei bimbi avviati ai lavori piu' umili?

    Quali posizioni non condividi?

    Quelle cristiane che io, pur non essendo religiosa, diffondo attraverso dei discorsi che tu INTERPRETI come DI SINISTRA?

    Per te dire "di sinistra" ha un'accezione negativa. Ti ha condizionato bene testa asfaltata.

    Purtroppo ti sbagli: io non sono di sinistra, e quindi non mi offendo, come non sono di destra o di centro o di sopra o di sotto

    Credo di essere solo UMANA.

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Cavolo!

    Tutti "di sinistra"...

    http://it.notizie.yahoo.com/ansa/20080420/twl-ban-ki-monn-denuncia-emergenza-cibo-e717a22.html

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    "Quali dati?
    Quelli in cui vengono riportati i budget di tutti i paesi ricchi che DONANO ai paesi poveri?"


    AIUTI AI PAESI POVERI DEI PRINCIPALI PAESI DELL'UNIONE: dati del Concord 2007 (organismo che riunisce milleseicento organizzazioni no-profit europee).
    Al primo posto c'è la Svezia, che dedica ai paesi poveri lo 0,90 per cento del PIL. Medaglia d'argento al Lussemburgo con lo 0,87. Quindi Danimarca e Olanda (0,74). L'Irlanda offre lo 0,53 per cento. Seguono Finlandia, Inghilterra e Belgio (0,38), Spagna (0,27), Germania e Francia (0,23), Austria e Portogallo (0,20), Grecia (0,15), Italia (0.11).

    So benissimo che questi aiuti che i paesi ricchi danno ai paesi poveri sono una miseria, ma parlare di sfruttamento dei paesi occidentali è un non senso. Se vogliamo capirci diciamo che gli aiuti che i paesi ricchi danno ai paesi poveri sono insufficienti. Però smettiamo di parlare di paesi occidentali e parliamo di paesi ricchi, facendo ben presente che fra i paesi ricchi ci sono tanti stati produttori di petrolio che vivono nel lusso e non hanno mai dato un centesimo ai poveri.


    "Sei tu che hai affermato che i paesi occidentali DANNO ai paesi poveri PIU' di quanto RICEVONO INDIETRO. Tu devi dare la prova, non io."


    Io ti ho fornito i dati degli aiuti (pochi e insufficienti) che i paesi occidentali danno ai paesi poveri. Adesso mi aspetto che tu mi porti i dati di uno stato dell'Unione europea che ruba qualcosa ad un paese povero: dati relativi ad uno stato non a multinazionali che sono imprese private (non capisco perchè mi accusi di essere capsioso?).

    ""No?
    Stavano tutti bene?
    Mangiavano e bevevano alla faccia dei colonizzatori?
    Ma che sfortuna hanno avuto a diventare indipendenti...""

    Non ho detto che stavano bene, ma che non morivano di fame come avviene adesso.


    ""Loro non rubano?
    Dipende dal significato che si da' alla parola rubare.
    Per esempio tu la moglie di un ladro che usufruisce di un tenore di vita in virtu' del denaro rubato come la chiami?""

    Il problema è che l'occidente non usufruisce in nessun modo di un maggiore tenore di vita dovuto a qualcosa rubato ai paesi poveri, quindi noi occidentali non siamo dei ladri.



    ""Imprese private che hanno dei proprietari ed amministratori che poi ritrovi, guarda caso come cittadini importanti ed influenti di qualche paese... e forse anche a capo di qualche paese.
    Comunque non credo che ci siano cittadini del Mali nei CdA delle multinazionali :-)""

    Spiegami qual è l'alternativa alle multinazionali?


    ""Ziegler parlava da funzionario ONU...
    Tutti comunisti all'ONU?
    Anzi no comunisti... adesso i comunisti sono spariti. La nuova denominazione dei NEMICI di testa d'asfalto adesso e'... DI SINISTRA!
    E poi SE CI CREDI a Ziegler, perche' non ti indigni per cio' che sta accadendo invece di difendere il sistema che ha portato a questo orrore?
    Oppure per te non e' un orrore?
    Oppure per te e' giusto che chi ha il SUV consumi, per fare un percorso di 4 chilometri guidando fa fighetto, l'equivalente (non so quanto di preciso) di 1 quintale di grano?""

    Lo so che Ziegler parlava da funzionario ONU e mi piacerebbe sapere quanti soldini ha preso per fare le sue denunce. Comunque so benissimo che nel mondo c'è la miseria senza che vengano a dirmelo i Ziegler. Quello che contesto sono le analisi dei Ziegler che incolpano della miseria che c'è nel mondo l'occidente (in particolare gli Stati Uniti) e le multinazionali: per me le cause della miseria sono altre (sovrapopolazione, incapacita delle classi dirigenti del terzo mondo, fanatismo religioso, applicazione di modelli marxisti, sistemi culturali retrogradi ecc.).

    ""Marx e' un filosofo, anzi uno dei filosofi piu' importanti degli ultimi due secoli, ed ha scritto (dopo il Vangelo) uno dei testi piu' importanti per una parte, anzi forse per tutta l'umanita'.""

    Non metto in dubbio che Marx sia stato un grande filosofo, ho solo detto che la maggioranza delle previsioni che ha fatto si sono rilevate sbagliate. Sarà stato un bravo filosofo ma di sicuro dove sono state applicate le sue teorie non ne è uscito niente di buono.


    ""Ah si'? E chi lo decide il buono e il cattivo?
    Secondo me lo decide il consiglio d'amministrazione della multinazionale in base ai profitti.
    Esistono molti modelli economici di "mercato". Alcuni li ritengo meno validi di altri, ma e' solo un parere personale...""

    Probabilmente mi sono spiegato male. E' lo Stato che deve regolare il mercato perchè per me me il mercato è solo uno strumento utile a regolare l'incontro tra la domanda e l'offerta. Dire che il mercato è buono o cattivo è un discorso ideologico privo di senso.



    ""Come dice Ziegler: "la "follia" di chi pensa che la fame dipenda dal fato".
    Non e' il fato: e' omicidio di massa silenzioso.""

    Io non ho mai detto che la miseria dipende dal fato. Io contesto le cause e le motivazioni che cita Ziegler per spiegare la povertà.


    ""Troppo comodo dire "io sono una goccia" quindi non influisco...""

    Io non ho mai detto quello che mi attribusci. Per rispondere ad una tua domanda ho detto che non fare un viaggetto in macchia servirebbe a POCO, non NIENTE. Anzi ti ho detto che ogni forma di risparmio e di lotta agli sperperi è ultile.


    ""Secondo me fra chi fa una denuncia del genere (come Ziegler) e chi si abbuffa di ostriche fra veline e gossip, una piccola differenza c'e'...
    Non vorrai mica fare paragoni?""

    Io so solo che chi parla tanto contro gli sperperi è il primo che sperpera. Leggi le vicende relative al Pecoraro Scanio che riportano i giornali.


    ""E' il mio scopo ed usero' anche questo blog per far comprendere a chi mi legge che ogni litro di carburante consumato da ciascuno induce una spirale di prezzi che salgone, e se solo quel litro di benzina non venisse consumato ci sarebbe una gran massa di cereali che non verrebbe trasformata in carburante e quindi potrebbe essere usata per sfamare la gente.
    E' un meccanismo virtuoso e vale piu' di un SMS da un euro inviato a qualche associazione acchiappapolli con testimonial la De Filippi...""

    Questo ti fa molto onore. Io non ho mai messo in dubbio la tua sincerità e onestà: ma quella degli intellettuali sinistrodi la metto in dubbio tre volte.



    ""Il colonialismo ha spogliato intere popolazioni delle ricchezze naturali dei loro paesi, della loro cultura, della loro identita', ed in cambio ha dato loro una manciata di noccioline ed una bottiglia di cachaza perche' si ubriacassero.
    Questa e' stata LA REGOLA, ed ancor oggi il tutto continua allo stesso modo... solo che alla cachaza ed alle noccioline hanno sostituito i telefonini e la droga.""

    Questo è quello che sostiene la sinistra. Per me il colonialismo è una storia a luci e ombre: per il 49% ha fatto cose buone e per 51% ha fatto cose cattive.

    ""Appunto... COMMERCIANTI.
    MERCANTI...
    Come Shylock.""

    Qual è l'alternativa alle multinazionali?


    ""Una nuova coscienza ove la logica del profitto a tutti i costi, ossessiva e spietata ceda il posto ad una visione di un futuro migliore...
    Migliore per tutti non solo per loro.""

    Questa non è un'alternativa reale ma una speranza destinata a restare tale. Per realizzarla bisognerebbe con un incantesimo far diventare tutti buoni gli uomini. Purtroppo la realtà è un'altra e i buoni sentimenti non sono mai serviti a cambiarla.


    ""Allora se gia' lo sapevi... rispondi: la moglie del ladro che riceve un tenore di vita grazie all'attivita' del marito... e' una ladra pure lei oppure no?""

    Sì lo è. Torno a ripetere che noi ai paesi poveri non rubiamo niente quindi non possiamo essere considerati dei ladri. Poi se dici che gli aiuti che diamo ai poveri sono pochi e insufficienti ti do ragione.



    ""Allora perche' durante la crisi energetica in italia negli anni mi pare '70, il governo obbligo' la gente ad andare a piedi la sola domenica?
    Ed allora le auto ed i consumi erano assai minori di quelli di oggi, suppongo.
    Se una parte consistente di popolazione non usa l'auto per 1 giorno su 7 , si ottiene un beneficio in termini di risparmio energetico. ""

    Io c'ero in quel periodo e quello misure ebbero conseguenze poco rilevanti. Ciò che incise fu il quasi raddoppio dei prezzi del carburante: ma dopo un po' ritornò tutto come prima.


    ""Il fatto e' che in certi paesi poopolati da "gente onesta" che non ruba e non fa male a nessuno, si continua a pensare solo al proprio orticello quando si tratterebbe invece di dover rinunciare ad una piccola cosa.
    Nessuno farebbe mai un minimo sacrificio per dare una cipolla in piu' ad un bimbo del Mali...
    Si scarica la coscienza inviando un SMS da 1 euro e poi, sgommando, parte a tutta velocita' per la sua gita di piacere, consumando chili di grano per percorrere 4 kilometri.
    Nessuno...
    Oppure no, qualcuno che capisce sicuramente esiste ed io spero che queste persone aumentino sempre di piu'.""


    Il fatto è che a questo mondo ognuno pensa per sè: tu stessa hai detto (mentendo) che sei egoista.

    Comunque anch'io spero che le persone che aiutano i poveri aumentino sempre di più.



    ""Quali ragionamenti?
    Quelli che hanno a cuore i piu' deboli, oppure quelli che pensano alle ginocchia di Totti?
    Quali ragionamenti?
    Quelli che vorrebbero dare a chi non ha togliendo un po' a chi ha, oppure quelli che a chi non ha toglierebbe pure i reni per avere i pezzi di ricambio?
    Quali ragionamenti?""

    I ragionamenti che danno sempre la colpa all'occidente in particolare agli americani di ogni cosa che non va.


    ""Quali posizioni non condividi?
    Quelle dei piu' deboli? Quelle degli sfigati? Quelle dei disperati? Quelle dei malati? Quelle degli anziani senza pensione? Quelle dei bimbi avviati ai lavori piu' umili?
    Quali posizioni non condividi?
    Quelle cristiane che io, pur non essendo religiosa, diffondo attraverso dei discorsi che tu INTERPRETI come DI SINISTRA?
    Per te dire "di sinistra" ha un'accezione negativa. Ti ha condizionato bene testa asfaltata.
    Purtroppo ti sbagli: io non sono di sinistra, e quindi non mi offendo, come non sono di destra o di centro o di sopra o di sotto
    Credo di essere solo UMANA.""


    Anch'io credo di essere umano come te. Solo che non credo di essere responsabile della fame nel mondo perchè per me le cause della miseria non sono quelle che dicono i sapientoni della sinistra ma altre. Se poi vogliamo discutere come combattere la miseria possiamo farlo senza pregiudizi ideologici alla Ziegler.


    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Va bene Davide...

    Hai ragione tu sai?

    Mi sono accorta proprio adesso, e grazie alle tue spiegazioni argomentate, che Zieglier e' un cazzone :-)

    Credo che mi convertiro' alla filosofia della destra... anzi no del centro-destra... anzi no del centro-centro-destra o del centro-destra-destra, che dici? :-)

    Anche perche' lo spazio concesso ai commenti e' limitato :-)

    Pero' avrei qualche domanda, mi perdonerai se sono cavillosa...

    Allora...

    ho solo detto che la maggioranza delle previsioni che ha fatto si sono rilevate sbagliate

    Torno su questo punto perche' nel testo in tedesco che ho studiato (anzi ho DOVUTO STUDIARE) non ho mica visto previsioni alla Nostradamus...
    Mi avranno fatto leggere un testo taroccato quei comunisti dei miei insegnanti?

    Io so che i filosofi ipotizzano SEMPRE una societa ideale che non si realizza per colpa degli uomini che sono imperfetti.
    Platone ipotizzava l'Utopia, Gesu' il Regno dei Cieli, eccetera.

    Il fatto che il Regno dei Cieli non si sia realizzato fino ad oggi (ed oggi si realizza tutto, pensa che persino fedina penale del Berlusca e' tornata imacolata) non autorizza a dire che il Cristianesimo e' una filosofia non valida, ne' che i preti, che nella Storia non sono stati un esempio di etica, sono dei delinquenti, oppure che lo sono tutti i cristiani.

    Comprendi cio' che cerco di dire?
    Se non lo comprendi e' uguale... :-)
    Comunque resto dell'idea che tu HAI RAGIONE! :-)

    Non ho capito un'altra cosa, spero sarai cortese da spiegarmela:

    Io so solo che chi parla tanto contro gli sperperi è il primo che sperpera. Leggi le vicende relative al Pecoraro Scanio che riportano i giornali.

    Ecco... scusami se te lo chiedo con termini scientifici, ma...
    CHE CAZZO C'ENTRA PECORARO SCANIO CON ZIEGLER? :-)
    Ora perche' Pecoraro Scanio e' di sinistra e predica bene razzolando male, tutti quelli di sinistra sono uguali a lui?
    Allora tutti quelli di destra sono come Dell'Utri? :-)

    Interessante! Ci riflettero' :-)

    Ecco qui come continui il discorso... non e' che io voglia mettere in dubbio la tua capacita' d'analisi ma resto basita quando leggo:

    ma quella degli intellettuali sinistrodi la metto in dubbio tre volte

    Quindi se tu individui una persona "di sinistra" (una volta queste persone venivano chiamate comuniste e mangiabambini), indipendentemente da cio' che dice e che fa tu dubiti TRE VOLTE, mentre se una persona e' di destra ed e' un mafioso, ladro, truffatore, eccetera, gode della tua fiducia SUBITO?

    Capisco essere compagni di squadra, ma qui mi pare che se GLI ITALICI (visto come evidenzio il termine?) si comportano in politica come allo stadio, mi sa che che il Bel Paese andra' a ramengo molto presto...
    Anzi, che sciocca... non mi ero accorta che a ramengo ci e' gia' da un bel po' :-))

    Per me il colonialismo è una storia a luci e ombre: per il 49% ha fatto cose buone e per 51% ha fatto cose cattive.


    Queste percentuali sono tue, arbitrarie. C'e'chi sostiene che abbia fatto del male al 100%, ma io non ci credo a quelli della sinistra che, faziosamente, affermano cio'. CREDO A TE.
    Comunque anche il tuo 51% a 49% indica mica una bella cosa sai?

    Qual è l'alternativa alle multinazionali?


    Io sono d'accordo con te!
    Non c'e' alternativa.
    Chi ha il cancro al cervello se lo tiene, che alternativa vuoi che ci sia?
    Pero' c'e' in giro della strana gente (di sinistra molto probabilmente), che pensa cose strane... impronunciabili che non sto qui a scrivere perche' la soluzione proposta e' troppo brutta...
    Meglio le multinazionali :-)

    Per realizzarla bisognerebbe con un incantesimo far diventare tutti buoni gli uomini

    No, che dici?
    Basta attendere il Regno dei Cieli... tanto sta per arrivare!
    I preti lo dicono ormai da 2000 anni... prima o poi arriva.
    Io lo attendo sai?
    Ho molta pazienza :-)

    I ragionamenti che danno sempre la colpa all'occidente in particolare agli americani di ogni cosa che non va.

    In effetti gli americani non hanno tutte queste colpe. Loro lottano per il benessere globale, cavolo!
    Se almeno la gente lo capisse una volta per tutte, uffa! :-)

    COME VEDI SIAMO D'ACCORDO... ho solo un'ultima domanda, una cosa da niente alla quale tu saprai come sempre rispondere:

    Mi pare che la nazione che piu' da' ai paesi del terzo mondo sia la Svezia... addirittura 9 volte di piu' dell'italico paese...

    E poi, la Svezia e' (mi pare) leggermente "di sinistra"... Dicono ci siano i socialisti al governo.

    Spiegami... come mai il grande italico paese di destra (quello con il piu' alto numero di TELEFONINI AL MONDO) da' solo 1/9 della Svezia?

    Gli italici sono piu' tirchi oppure e' stato il perfido Prodi (l'usurpatore) che ha tagliato le sovvenzioni negli ultimi due anni e adesso il mostro "beneamato Presidente" li riportera ai livelli addirittura superiori a quelli svedesi? :-)

    michail tal ha detto...

    Leggere questo post mi ha fatto tornare alla mente dei giorni per me molto felici, e fecondi.

    Giorni in cui, studente di economia politica, trascorrevo interi pomeriggi a discutere con amici e compagni di studio di quanta rilevanza avesse la critica di Bohm Bawerk a Marx, di quanto il problema della trasformazione del valore in prezzi del terzo libro del capitale inficiasse il pensiero marxiano, di che impatto avesse avuto il pensiero di Sraffa (uno dei piu grandi economisti della storia del 900, tra l'altro) sul predominio ideologico dell'approccio neoclassico, sulla globalizzazione e le sue implicazioni, sulla teoria generale di Keynes, o l'equilibrio economico generale di Walras...etc etc

    E' vero, e appare evidente piu' che mai quando frequenti il mondo accademico, (in italia ma in generale anche ovunque si accolga supini un pensiero o un approccio culturale "dominante") che esista tutta una schiera di pseudostudiosi che è usa squalificare, senza aver mai letto, tutto il pensiero passato, i cosiddetti classici dell'economia, ritenendo L'ULTIMO approccio quello definitivo e dunque in grado di "contenere" tutti i pensieri precedenti. Si chiama "Riduzionismo".

    Un po' come in fisica, tralasciando fatalmente che l'economia NON sia una scienza hard, come la fisica appunto, anche se vorrebbe disperatamente esserlo.

    Mi ricordano un po' una striscia di Schultz, le peanuts, dove Charlie, a Snoopy che gli chiede se ha letto l'ultima serie di topolino, gli risponde: no...ma ho letto le critiche! ...:-))

    Personalemnte ritengo che il Marx filosofo della storia sia tuttaltro che da buttare. La sua dialettica del conflitto è piu' attuale che mai. Un pensiero che parte da Eraclito e passa per Hegel, in Marx si sostanzia in conflitto di natura socioeconomico.

    Il Marx economista è sicuramente da annoverare fra i grandi classici del suo tempo, come Ricardo.
    Il suo modello ha sicuramente delle pecche, dal problema della trasformazione a quello della caduta tendenziale, ma quale modello non ne ha? Meno che mai quello che domina oggi, il neoclassico. E Sraffa l'ha ampiamento dimostrato.

    Certo il socialismo reale ha fallito, ma se si conoscesse bene Marx, si saprebbe che l'oggetto del suo interesse verteva molto di piu' sulla meccanica del capitalismo piuttosto che su profezie di mondi futuri, su cui si spese pochissimo nella sua opera, peraltro.

    Il pensiero teorico e l'ideologia sono due cose diverse.

    Qaunto al mio pensiero sulla globalizzazione ed il colonialismo...
    la tua prof di filosofia aveva ragione sai?
    solo che come mi dicesti tu un giorno, per risponderti dovrei impiegare due ore e preferisco passarle diversamente.

    Consiglierei pero' un libro interessante e assolutamente originale:

    http://www.internetbookshop.it/code/9788811674061/bairoch-paul/economia-storia-mondiale.html

    Anche Paul Krugman sa essere molto incisivo e originale.

    solo una cosa:
    non è bloccando il commercio e gli investimenti nei paesi poveri che solleveremo le loro sorti.
    Per risolvere i drammatici problemi di questi paesi si dovrebbe attuare una brutale redistribuzione di risorse, giusta o sbagliata che sia.
    Un do senza des.
    E conseguentemente un brutale ridimensionamento del nostro tenore di vita.
    L'occidente ( NOI IN PRIMIS) sarà mai disposto a farlo?
    Io non credo.

    Un paio di postille:

    Perchè certa gente si vergogni di dire di essere di sinistra, non lo capisco.

    Dopo tanti anni di studio di economia, fiananza, modelli matematici e dopo tante discussioni, se dovessi sintetizzare (almeno in econimia) la differenza fra pensiero di sinistra e quello di destra, direi:

    Se sei di sinistra aspiri a che il progresso economico in qualche modo si trasformi in un progresso sociale, se sei di destra non vuoi nessun intralcio nella produzione di ricchezza, costi quel che costi. Punto.

    Buona serata

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    @ Michail Tal: Grazie per il tuo intervento, in cui si evince una preparazione accurata sul pensiero marxista.

    Non credo io possa aggiungere altro. Tengo solo a precisare che, contrariamente a cio' che qualcuno crede, io non ho conseguito una laurea umanistica, sono una semplice biochimica che per una parte consistente della sua vita ha svolto tutt'altro.

    Per cui la mia preparazione in scienze economiche e' alquanto limitata, cosi' come lo e' quella in scienze politiche.

    Se ho studiato Marx (fra l'altro in tedesco e poi in altre due lingue) e' stato perche' L'HO DOVUTO FARE.
    Ti giuro che se avessi potuto lo avrei evitato (ha ragione Duval: e' una palla). Solo che se non lo studiavo, e superavo l'esame piu' importante (Storia del partito), non potevo proseguire con gli studi che a me interessavano... e neanche potevo accedere ai programmi sportivi.

    So che hai la madre russa, chiedi a lei qual'era l'esame piu' importante nelle scuole dei paesi che facevano parte del blocco sovietico.

    Omero, i Vangeli e parte della Bibbia li ho letti invece per curiosita' mia personale, ma non sono assolutamente COLTA; sono semplicemente erudita.

    In realta' la cultura e' un'altra cosa che io non possiedo... a parte quella del MIO POPOLO.

    Mi accontento dell'erudizione che ho avuto modo di crearmi, grazie anche all'aiuto di insegnanti, alcune, da un certo punto di vista, assai bizzarre, tanto che Google le avrebbe obbligate alla splash page :-)

    davide ha detto...

    Pregiatissima Chiara,

    ""Mi sono accorta proprio adesso, e grazie alle tue spiegazioni argomentate, che Zieglier e' un cazzone :-)""

    Io non ho mai detto che Ziegler è un cazzone, ma solo che non condivido le sue idee.



    Pero' avrei qualche domanda, mi perdonerai se sono cavillosa...
    Allora...
    ho solo detto che la maggioranza delle previsioni che ha fatto si sono rilevate sbagliate
    Torno su questo punto perche' nel testo in tedesco che ho studiato (anzi ho DOVUTO STUDIARE) non ho mica visto previsioni alla Nostradamus...
    Mi avranno fatto leggere un testo taroccato quei comunisti dei miei insegnanti?
    Io so che i filosofi ipotizzano SEMPRE una societa ideale che non si realizza per colpa degli uomini che sono imperfetti.
    Platone ipotizzava l'Utopia, Gesu' il Regno dei Cieli, eccetera.
    Il fatto che il Regno dei Cieli non si sia realizzato fino ad oggi (ed oggi si realizza tutto, pensa che persino fedina penale del Berlusca e' tornata imacolata) non autorizza a dire che il Cristianesimo e' una filosofia non valida, ne' che i preti, che nella Storia non sono stati un esempio di etica, sono dei delinquenti, oppure che lo sono tutti i cristiani.
    Comprendi cio' che cerco di dire?
    Se non lo comprendi e' uguale..""


    Marx prevedeva la scomparsa del sistema capitalista e l'inevitabile affermazione in tutto il mondo del sistema comunista. Per Marx questo processo era inevitabile e nessuna forza al mondo lo avrebbe impedito che il mondo diventasse comunista. Non mi dirai che LE PREVISIONI di Marx si sono realizzate.

    Per quanto riguarda il regno dei cieli quello si realizza solo dopo morti.


    ""Non ho capito un'altra cosa, spero sarai cortese da spiegarmela:
    Io so solo che chi parla tanto contro gli sperperi è il primo che sperpera. Leggi le vicende relative al Pecoraro Scanio che riportano i giornali.
    Ecco... scusami se te lo chiedo con termini scientifici, ma...
    CHE CAZZO C'ENTRA PECORARO SCANIO CON ZIEGLER? :-)
    Ora perche' Pecoraro Scanio e' di sinistra e predica bene razzolando male, tutti quelli di sinistra sono uguali a lui?
    Allora tutti quelli di destra sono come Dell'Utri? :-)""



    Posso solo dirti che il Pecoraro era il campione massimo di quelli che predicavano contro gli sperperi.
    Poi l'Italia è piena di gente che predica bene e razzola male, sia a destra che a sinistra.



    ""Quindi se tu individui una persona "di sinistra" (una volta queste persone venivano chiamate comuniste e mangiabambini), indipendentemente da cio' che dice e che fa tu dubiti TRE VOLTE, mentre se una persona e' di destra ed e' un mafioso, ladro, truffatore, eccetera, gode della tua fiducia SUBITO?""


    Qua si parlava di un problema concreto: la poverta nel terzo mondo. Io ho detto che non condivido le idee della sinistra al riguardo. Non ho mai detto che il centrodestra è il paradiso ma solo la merda che puzza un pochino di meno: sempre merda però è.


    ""Capisco essere compagni di squadra, ma qui mi pare che se GLI ITALICI (visto come evidenzio il termine?) si comportano in politica come allo stadio, mi sa che che il Bel Paese andra' a ramengo molto presto...
    Anzi, che sciocca... non mi ero accorta che a ramengo ci e' gia' da un bel po' :-))""

    Condivido al 100%.


    ""Io sono d'accordo con te!
    Non c'e' alternativa.
    Chi ha il cancro al cervello se lo tiene, che alternativa vuoi che ci sia?
    Pero' c'e' in giro della strana gente (di sinistra molto probabilmente), che pensa cose strane... impronunciabili che non sto qui a scrivere perche' la soluzione proposta e' troppo brutta...
    Meglio le multinazionali :""


    Non ho mai detto che le multinazionali sono meglio, ma che la tua alternativa è un'illusione.



    ""Mi pare che la nazione che piu' da' ai paesi del terzo mondo sia la Svezia... addirittura 9 volte di piu' dell'italico paese...
    E poi, la Svezia e' (mi pare) leggermente "di sinistra"... Dicono ci siano i socialisti al governo.
    Spiegami... come mai il grande italico paese di destra (quello con il piu' alto numero di TELEFONINI AL MONDO) da' solo 1/9 della Svezia?
    Gli italici sono piu' tirchi oppure e' stato il perfido Prodi (l'usurpatore) che ha tagliato le sovvenzioni negli ultimi due anni e adesso il mostro "beneamato Presidente" li riportera ai livelli addirittura superiori a quelli svedesi? :-)""

    Osservazione giusta. Però gli stati produttori di petrolio che vivono nel lusso non hanno mai dato un centesimo ai poveri.

    La verità è che tutti gli stati ricchi (Svezia compresa) danno solo briciole ai poveri.

    Quello che chiedo è che si smetta di parlare di paesi occidentali (come fanno i Ziegler) e si parli di paesi ricchi che non aiutano i poveri. Per il resto contesto duramente che la colpa della poverta sia dei paesi occidentali.

    Io ti ho portato i dati degli aiuti (pochi) che gli stati europei danno ai poveri.

    Tu non mia hai ancora portato un solo caso che dimostri che uno stato (stato non multinazionale) europeo rubi qualcosa ad uno stato povero.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Tu non mia hai ancora portato un solo caso che dimostri che uno stato (stato non multinazionale) europeo rubi qualcosa ad uno stato povero.


    Sai Davide cosa fanno i mafiosi?

    Non lasciano prove delle loro malefatte, ma pubblicizzano molto la beneficenza che fanno. :-)

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    ""Sai Davide cosa fanno i mafiosi?
    Non lasciano prove delle loro malefatte, ma pubblicizzano molto la beneficenza che fanno. :-)""

    Quindi gli svedesi, i danesi, gli austriaci, gli olandesi ecc. sono tutti mafiosi: buono a sapersi.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Quindi gli svedesi, i danesi, gli austriaci, gli olandesi ecc. sono tutti mafiosi: buono a sapersi.

    Io non ho detto questo, ho solo spiegato quali sono i metodi mafiosi... e poi, come dici tu, le multinazionali non si identificano nei popoli.

    Ma spesso si identificano nelle loro istituzioni.

    Vorrei raccontarti una storia, ipotizziamo sia accaduta ad una mia amica...

    Questa mia amica era zingara, come me, e la sua famiglia si era stanziata, tanto tempo fa, dopo aver tanto girovagato, in una terra che non apparteneva a nessuno.

    Il suo bis-bis-bis-nonno ed i suoi figli, poi, l'avevano coltivata a cipolle e si nutrivano solo con quelle all'inizio, poi iniziarono ad allevare animali da cortile, e suini...

    Ovviamente dovettero difendersi da bande di predoni che volevano appropriarsi delle cipolle e degli animali, ma riuscirono a mantenerne il possesso.

    La famiglia, avendo piu' cibo a disposizione, incremento' i propri membri, che si incrociarono con altri membri di clan confinanti fino a che questa famiglia assunse, di fatto, lo schema sociale di una tribu'.

    Una tribu' povera, che viveva, come ho detto, di umili cose ma, come ben sappiamo, se un essere umano non conosce il tartufo, neanche ne sentira' il desiderio.

    Comunque niente dura per sempre ed un giorno, la tribu' vide arrivare degli uomini potentemente armati che si stabilirono li'. All'inizio questi uomini dissero che erano li' solo per commerciare, ed infatti presero i suini e le cipolle pagandole con perline e bottiglie di un liquido che la tribu' non conosceva ma che faceva "star bene"...

    Poi, in seguito, arruolarono anche alcuni membri della tribu' come aiutanti per i lavori umili...

    Ad un certo punto il bis-bis-bis-nonno di questa mia amica inizio a non avere piu' piacere che quegli uomini restassero (anche perche alcuni di questi avevano iniziato a violentare qualche femmina del villaggio) ed intimo' loro di andarsene.

    Come risposta il bis-bis-bis-nonno ottenne un proiettile in testa.

    Ci fu un massacro, dopo il quale la tribu' si trovo' sbandata e senza piu' il villaggio che venne raso al suolo.

    Al posto del villaggio iniziarono a vedersi edifici strani, diversi, e gli uomini che erano arrivati come mercanti, ma che poi avevano preso possesso della terra, iniziarono a portare le loro cose, le loro donne, i loro idoli.

    Poi, scavando per caso, trovarono in quella terra degli strani sassetti che, a quanto pare, valevano molto, perche' grazie al rucavato di quelle pietre poterono costruire una citta'bellissima, con strade, ponti, piazze... giardini.

    Oggi la mia amica, che vive in miseria facendo la sguattera e la puttana per i discendenti di quelli che tolsero la terra alla sua famiglia, mi dice che quella terra e' sua perche' le e' stata strappata con la violenza...
    Lei afferma che chi vive e sfrutta adesso quella terra sono dei predoni.

    Cosa devo risponderle?

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    "Cosa devo risponderle?"

    Le ingiustizie sono sempre esistite in tutti i posti e in tutti i tempi. Solo le democrazie hanno fatto qualcosa per combattere le ingiustizie.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Le ingiustizie sono sempre esistite in tutti i posti e in tutti i tempi. Solo le democrazie hanno fatto qualcosa per combattere le ingiustizie.

    Quindi si tratta di un ingiustizia...

    Allora questi sono predoni, e la mia amica e' colei che ha subito il furto di cio' che era suo, giusto?

    michail tal ha detto...

    So che hai la madre russa, chiedi a lei qual'era l'esame piu' importante nelle scuole dei paesi che facevano parte del blocco sovietico

    Si lo so anche senza chiederglielo. Ma l'esame che ricorda con piu' ironia è quello in "ateismo scientifico". Lo dovevate sostenere anche voi in Ungheria?
    ah, by the way, io lo reintrodurrei in Italia, obbligatorio, per rimediare a secoli di vaticano...


    "In realta' la cultura e' un'altra cosa che io non possiedo... a parte quella del MIO POPOLO"

    Ecco questo mi interessa, per mio popolo intendi popolo zingaro o ungherese?

    Ad ogni modo mi piacerebbe confrontarmi con te sul senso di appartenenza culturale che senti. Te lo chiedo perchè io mi sono sempre sentito un po' apolide. Questo è dovuto alla mia storia, ai parenti che ho, alla lingua, alle esperienze.

    Non sono mai riuscito a condividere quei sentimenti nazionalistici di appartenenza al proprio paese,
    amore per la patria ed i suoi simboli. Non so se sia una cosa positiva o negativa, ma mi è successo di pagarne le spese, soprattutto in gioventu'.

    L'idea generica di patria ha fornito troppo spesso l'alibi per massacri immani, inoltre la trovo troppo astratta. Mi è successo invece di affezionarmi a delle città, per via delle esperienze concrete che vi ho vissuto. Divento piuttosto sentimentale in merito a certe città, perchè mi rievocano subito un coacervo di sensazioni e ricordi.

    Milano ad esempio, tanto bistrattata da molti miei amici che vengono da fuori, che la vedono solo come meta necessaria per trovare lavoro e guadagnare il piu possibile per poi andarsene...io l'ho sempre amata e difesa, pur conoscendone i problemi.

    In ultimo luogo: cosa intendi dire quando dici che il conflitto del futuro sarà anche intersessuale?
    Se sostieni che le donne iraniane si ribelleranno contro i propri padroni, non posso sperare che sia cosi. Ma credo tu abbia un idea piu' generale.

    davide ha detto...

    Pregiatissima Chiara,

    ""Quindi si tratta di un ingiustizia...
    Allora questi sono predoni, e la mia amica e' colei che ha subito il furto di cio' che era suo, giusto?""


    Una zingara che racconta la storia di un'altra zingara potrebbe non essere obiettiva al 100%.

    Per rispondere alla domanda che hai fatto voglio prima sentire anche la versione dei legali della corporation proprietaria della miniera d'oro (scusa, ma fino a domenica siamo ancora in regime di par condicio) .

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Per rispondere alla domanda che hai fatto voglio prima sentire anche la versione dei legali della corporation proprietaria della miniera d'oro

    E' quello che le ho riferito.

    Dice che a lei i legali della corporation hanno scritto una raccomandata con su uno strano termine... "succialo"

    Tu hai idea di cosa significhi?

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    ""Dice che a lei i legali della corporation hanno scritto una raccomandata con su uno strano termine... "succialo"
    Tu hai idea di cosa significhi?""

    Mi dispiace ma come giurista non valgo una cicca. Chiederò una consulenza legale all'avvocato Ughetto.


    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Ecco cosa scrive Beppe Grillo
    il 21/4/08

    http://www.beppegrillo.it/2008/04/biodiesel_e_mor.html

    Ovviamente anche lui e' solo uno dei tanti illusi, uno di quelli che non riescono a trovare un'alternativa alle multinazionali.

    Che sia di etnia tzigana pure lui?

    davide ha detto...

    Pregiatissima Chiara,


    "Che sia di etnia tzigana pure lui?"


    Non so di che etnia sia, ma so che fa una montagna di soldi con le sue denunce. I Ziegler fanno proseliti: tutta povera gente naturalmente.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    davide ha detto...

    Pregiatissima Chiara,

    ho letto l'articolo di Grillo. Torno a ripetere che la causa di tutto questo (impiego idrocarburi) è dovuta all'aumento del prezzo del petrolio. Perchè nessuno chiede che i produttori di petrolio che vivono nel lusso facciano qualcosa per aiutare i poveri???

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Non so di che etnia sia, ma so che fa una montagna di soldi con le sue denunce.

    Si', immagino... Un sacco di soldi...

    forse 50... ma che dico 50? 300 milioni di euro!

    Immagino che anche lui abbia i conti a Vaduz...

    Magari se lo imito anche io diventero' VICCHISSIMA :-)

    Pero', Davide, come si permettono questi poveri di voler essere anche loro vicchi?

    Dovrebbero prendere atto della loro condizione da straccioni puzzolenti, e rassegnarsi ad essere materiale biodegradabile... anzi no, BIOTERMOVALORIZZABILE...

    Eccheccazzo, quante pretese che hanno...

    Ziegler e Beppe Grillo sono il VERO MALE DELLA SOCIETA'!!!

    Se non ci fossero loro... immagina quanti soldi in piu' sarebbero in giro...

    Soldi che dovrebbero invece essere, meritatamente e GIUSTAMENTE, collocati nei C/C di chi ne ha realmente il diritto...

    Giusto Davide? :-)

    PS: a noi Himmler e le camicie nere ci fanno, a te un baffo, a me un pelo di... :-))

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Perchè nessuno chiede che i produttori di petrolio che vivono nel lusso facciano qualcosa per aiutare i poveri???

    Giusto!!!

    Che qualcuno lo chieda perbacco!!!

    Direi che dovrebbe essere Bush il primo a chiederlo...

    Me lo immagino davanti allo specchio che... :-)))

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,


    ""Ziegler e Beppe Grillo sono il VERO MALE DELLA SOCIETA'!!!""

    Guarda che io non ho niente contro Ziegler e Beppe Grillo.

    Di Ziegler non condivido quello che scriveve nei suoi libri (anche se ammetto che è un bravo scrittore).

    Di Grillo condivido alcune battaglie anche se ritengo che sia un po' demagoga.

    Di certo ne l'uno nè l'altro sono poveri. Comunque io non ho niente contro i vicchi.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    davide said...
    Guarda che io non ho niente contro Ziegler e Beppe Grillo.


    Perche', io invece si?


    Di certo ne l'uno nè l'altro sono poveri. Comunque io non ho niente contro i vicchi.


    Neanche io!
    Sono stati i mie migliori clienti :D
    Quindi apprezzerai Beppe Grillo e Ziegler che, come hai detto tu, stanno facendo un SACCO di SOLDI... sulla pelle dei negretti...

    Dei comunisti che hanno imparato bene come si fa a prendere per il culo le masse dei poveri... giusto Davide?

    Non era cio' che volevi significare con il tuo commento?

    D'altronde se i vicchi non volevano essere imitati potevano brevettarlo il loro metodo :-))

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,


    ""Direi che dovrebbe essere Bush il primo a chiederlo...""

    Ti ricordo che Bush è un petroliere. In realtà anche come petroliore era un fallito: lo chiamavano quello dei buchi a vuoto, perchè non riusciva a trovare il petrolio anche dove l'avrebbe trovato un cieco. Comunque essendo figlio di papà ci pensavano gli altri a trovare il petrolio per lui.


    Tanti saluti dal tuo Davide

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,


    ""Non era cio' che volevi significare con il tuo commento?""

    Non ho detto che Grillo o Ziegler prendono in giro i poveri.

    Resta il fatto che non fanno gratuitamente le loro battaglie contro la povertà.

    Io non condivido le idee di Ziegler senza aver assolutamente niente contro di lui. Il mio amico poliglotta e il mio amico sregolato su certi temi (povertà terzo mondo) la pensano in modo molto simile a Ziegler. Per questo mica litigo con i miei amici: per me ognuno è libero di pensarla come vuole.

    Che la povertà sia in crescita nel mondo è risaputo, ma le cause non sono quelle indicate da Ziegler.


    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Ti ricordo che Bush è un petroliere.

    Appunto, lo vedevo davanti allo specchio ad interrogarsi:

    "Ciao George, Davide ha detto che qualcuno dovrebbe chiedere ai produttori di petrolio perche' non fanno nulla per aiutare i paesi poveri che muoiono di fame a causa dell'aumento del prezzo del greggio"

    "Che cosa ti devo dire George... sono cose che succedono... dipende dalla legge di mercato... noi produttori mica siamo opere di beneficenza..."

    "Si' pero' c'e' un sacco di gente che muore di fame, George..."

    "Evvabbe'... le ingiustizie ci sono sempre state... non facciamone un dramma... e poi su questo pianeta e' necessaria una bella sfoltita..."

    "Ok George ma... la coscienza non ti brucia neppure un po'?"

    "George!!! Ma che ti succede? Inizi a parlare come uno di sinistra... non mi diventerai mica un seguace di Beppe Grillo?... Che parla parla ma poi si fa i soldi... Ti ho detto, io non posso farci nulla, sono gli azionisti che decidono... sai com'e', i profitti, le perdite... e' un mondo duro, caro George, e tu sai che, come i nostri antenati nel vecchio West, non possiamo mollare o gli altri ci mangiano"

    "Ma George... i nostri antenati erano dei predoni... lo sai anche tu... il nosto bis-bis-bis nonno fece i suoi primi soldi sterminando interi villaggi indios..."

    "Anche quelli erano tempi duri... come quelli di adesso in IRAQ... non possiamo mollare o i comunisti, gli islamici, i negri ed i cinesi ci fagociteranno. Dobbiamo preservare la razza eletta e la vera FEDE..."

    "Quindi cio' vuol dire che non farai nulla per abbassare il prezzo del greggio. George?"

    "Suvvia, George... lo sai come vanno le cose... e poi non seccarmi con questioni di poco conto come la coscienza. Cosa vuoi che mi freghi di un miliardazzo di persone in piu' o in meno che non riescono a mangiare... ho altri problemi per la testa... Per esempio, tu mi consigli di attaccare l'Iran direttamente dall'Iraq o li prendiamo alle spalle passando dal Pakistan e dall'Afganistan? "

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,

    personalmente a ma Bush non mi è mai piaciuto. Però non vorrei che fosse dipinto come la causa di tutti i mali.

    Poi questo criminalizzare l'America come sterminatrice di indiani non lo trovo giusto. L'America avrà fatto tante cose sbagliate ma ne ha fatte tante anche buone. Per valutare una nazione non si può prendere solo le cose negative che ha fatto.

    Io potrei dirti che nel IX secolo gli ungari hanno invaso la Pannonia sottomettendo le popolazioni che risiedevano su quei territori. Anche gli ungari conquistando quel territorio avranno fatto delle stragi di popolazioni indigene (anche se più contenute di quelle degli indiani). Dobbiamo concludere che gli ungari sono un popolo cattivo perchè hanno conquistato nel IX secolo la Pannonia?




    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Per risponderti Davide, devo sentire prima gli avvocati della grande nazione Magiara e cosa dicono le leggi a riguardo.

    Esiste un periodo di prescrizione?

    Le popolazioni indigene erano li' perche' avevano preso possesso del territorio ad altri indigeni oppure lo avevano colonizzato vuoto?

    I conquistatori hanno dato agli indigeni un risarcimento sottoforma d'integrazione, oppure li hanno schiavizzati e ridotti alla fame?

    Insomma ci sarebbero tante cose da dire e se si creano dei precedenti, voi in Italia mica ve la passereste tanto bene, dato che siete tutti discendenti dei latini che hanno rubato le terre dei celti...

    Comunque tu avevi posto una questione:
    Perchè nessuno chiede che i produttori di petrolio che vivono nel lusso facciano qualcosa per aiutare i poveri???

    Ecco, l'ho fatto chiedere a Bush, non ti va bene?

    :-)))

    Suvvia Davide, lo sai che siamo dalla stessa parte, perche' polemizzi? Diciamo le stesse cose...
    ABBASSO GLI STRACCIONI PUZZOLENTI, I NEGRI, I PALESTINESI, GLI ZING... EHM... COMUNQUE I MORTI DI FAME, E VIVA I VICCHI!!! :-)))

    A proposito l'hai fatta lavare la bandiera e la camicia?
    Ho una divisa da Magyar Gárda che mi dona tantissimo... vedessi come mi guardano quando sfilo per le strade di Budapest... ehm sara' perche' uso la variante della minigonna e degli stivali tacco 12? :-))

    davide ha detto...

    Gentile Chiara,


    ""Suvvia Davide, lo sai che siamo dalla stessa parte, perche' polemizzi? Diciamo le stesse cose...
    ABBASSO GLI STRACCIONI PUZZOLENTI, I NEGRI, I PALESTINESI, GLI ZING... EHM... COMUNQUE I MORTI DI FAME, E VIVA I VICCHI!!! :-)))""

    Suvvia, non siamo mica così cattivi.

    Tanti saluti dal tuo Davide

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    Suvvia, non siamo mica così cattivi.

    Neanche io :D

    http://www.moviecaps.com/Adrianna-Zarcova/actiongirlscomazarcova001.jpg

    Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

    @ Michail Tal:
    per mio popolo intendi popolo zingaro o ungherese?

    Il primo in quanto, pero', ungherese che, come ho spiegato, presenta caratteristiche diverse rispetto a quello di altri paesi.

    Dentro di me scorre anche sangue italiano e slavo, ma e' il modo in cui sono cresciuta, e con chi sono cresciuta, che mi fa appartenere; le tradizioni, i gusti, il carattere.

    cosa intendi dire quando dici che il conflitto del futuro sarà anche intersessuale?

    Intendo dire che l'ultimo conflitto sara' fra i due generi che, fintanto permane il sistema patriarcale, avranno sempre interessi, aspirazioni e visione della vita divergenti

    Misura la forza della tua Password

    Oggi mi sento un po' cosi'...

    Oggi mi sento un po' cosi'...

    Tokaj-Hegyaljai Borvidék

    Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

    A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

    Web Statistics