mercoledì 23 aprile 2008

65
comments
11 settembre


Una data che restera’ impressa nella Storia, come e’ stato anche per il 14 ottobre, e credo che qualcuno, un giorno, scrivera’ la verita’ sugli avvenimenti accaduti svelando ogni dinamica, ed i dubbi saranno sciolti.
Fu un vero attentato terroristico, oppure fu un complotto usato per giustificare manovre successive, gia’ decise, che sarebbero state fatte?

Sono passati 75 anni dal 27 febbraio 1933, giorno in cui il Reichstag, sede del parlamento tedesco, fu incendiato. Alla ricerca di indizi, la polizia trovo’ Marinus van der Lubbe, un noto agitatore comunista che, mezzo nudo, si nascondeva dietro l'edificio.

Adolf Hitler e Hermann Göring dichiararono all’opinione pubblica che il fuoco era stato appiccato dai comunisti e fecero arrestare tutti i capi del partito. Sotto tortura van der Lubbe confesso’ di aver appiccato il fuoco per protestare contro il sempre maggiore potere dei nazisti, quindi fu portato in giudizio insieme ai leader del partito comunista. Al processo, van der Lubbe venne trovato colpevole e condannato a morte per decapitazione.

Con i capi in prigione, e senza accesso alla stampa, i comunisti vennero pesantemente sconfitti alle elezioni, ed a quei deputati comunisti (ed alcuni socialdemocratici) che furono eletti al Reichstag non venne permesso, dalle camice brune, di prendere il loro posto in parlamento.

Hitler venne sospinto al potere con il 44% dei voti, e costrinse i partiti minori a dargli la maggioranza dei due terzi per il suo Decreto dei pieni poteri, che gli diede il diritto di governare e sospendere molte liberta’ civili.

Anche se a tutt’oggi non esistono prove certe, gli storici concordano che van der Lubbe fu, in qualche modo, usato come capro espiatorio, e ritengono che la gerarchia nazista fu coinvolta nell'incendio al fine di ottenere un guadagno politico; cosa che in effetti avvenne.

Sono passati 94 anni dal giorno noto come Vidovdan, il 28 giugno 1914, quando a Sarajevo, capitale della Bosnia-Erzegovina, l'Arciduca Francesco Ferdinando d'Austria, erede al trono d'Austria-Ungheria e sua moglie Sofia, furono uccisi da Gavrilo Princip, membro della Mlada Bosna, un gruppo che mirava all'unificazione di tutti gli jugoslavi.

l'Austria-Ungheria invio’ una lettera formale al governo serbo, nota come Ultimatum di luglio, in cui si facevano specifiche richieste, che la Serbia, dopo essersi assicurata il sostegno della Russia, disattese in otto dei dieci punti contenuti.

L'Austria-Ungheria rispose rompendo le relazioni diplomatiche, e quando poi dei riservisti serbi, che venivano trasportati lungo il Danubio su dei vaporetti, finirono in modo “apparentemente accidentale” nella parte Austro-Ungarica del fiume a Temes-Kubin, l'Austria-Ungheria prese l’occasione per mobilitare il suo esercito, il 28 luglio 1914, dando inizio alla Prima guerra mondiale.

Anche per l’episodio di Sarajevo, esistono tutt’oggi dei dubbi riguardo, non tanto alla dinamica dei fatti, quanto a chi fossero i reali manovratori della Mlada Bosna, il gruppo che compi’ l’attentato.

Ci sono moltissime date rappresentative di avvenimenti che hanno creato, per alcuni, i presupposti per compiere azioni cruente attribuendo la responsabilita’ dei fatti alla parte avversa, ma l’11 settembre 2001 rappresenta qualcosa di piu’, poiche’ e’ anche la data in cui una certa escort prese una decisione importante: quella di dichiarare chiusa la sua esperienza.

65 commenti :

Alex ha detto...

I vari avvenimenti non possono essere paragonati a quelli dell’ 11 settembre dove il fatto è avvenuto in uno stato “democratico”. Democrazia che 100 e 60 anni fa non esisteva o perlomeno non era simile a quella degli stati occidentali di oggi, anche se tutto è possibile.

Ps. La vita è piena di decisioni importanti, meno di quelle grandi.
Grande decisione, ora che sò una data ricorderò di farti gli auguri:-)

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Alex said...
I vari avvenimenti non possono essere paragonati a quelli dell’ 11 settembre dove il fatto è avvenuto in uno stato “democratico”. Democrazia che 100 e 60 anni fa non esisteva o perlomeno non era simile a quella degli stati occidentali di oggi, anche se tutto è possibile.


Dici?

- L'incidente del Golfo del Tonchino fu una serie di battaglie tra due cacciatorpediniere statunitensi e delle torpediniere nordvietnamite, che si svolsero nell'agosto 1964 nel Golfo del Tonchino. Immediatamente dopo l'incidente, il presidente Lyndon Johnson si appello' al Congresso per approvare la Risoluzione del Golfo del Tonchino, che lo autorizzo' ad incominciare l'escalation statunitense della Guerra del Vietnam.
Il linguista e filosofo Noam Chomsky sostiene che il coinvolgimento militare attivo degli USA in realtà inizio' nel 1962, e che l'incidente del 4 agosto fu in effetti una messa in scena, costruita dall'amministrazione Johnson per far si' che gli USA potessero richiedere, per il beneficio dell'opinione pubblica americana, che il Vietnam del Nord fosse ritenuto pienamente responsabile dell'inizio delle ostilita'. Anche se l'informazione ottenuta ben dopo i fatti indica che in effetti "non ci fu nessun attacco nordvietnamita" quella notte, le autorita' statunitensi dell'epoca furono convinte che un attacco aveva avuto luogo, e reagirono inviando aerei dalle portaerei Ticonderoga e Constellation per colpire le basi delle motosiluranti nordvietnamite e i loro depositi di carburante.

- L'attacco di Pearl Harbor ebbe luogo il 7 dicembre 1941, quando forze navali ed aeree giapponesi attaccarono la base navale statunitense nelle isole Hawaii. L'attacco, portato senza una preventiva dichiarazione di guerra da parte giapponese, che fu formalizzata soltanto ad attacco iniziato, causo' l'intervento statunitense nella seconda guerra mondiale.
A tale riguardo ti invito a leggere qui:

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2034

Bibi ha detto...

"Hitler venne sospinto al potere con il 44% dei voti, e costrinse i partiti minori a dargli la maggioranza dei due terzi per il suo Decreto dei pieni poteri, che gli diede il diritto di governare e sospendere molte liberta’ civili."
Cxxxo Chiara è un pò che non intervengo per non "sporcare" il blog ..ma non posso restare in silenzio visto che hai rovinato la sorpresa! Questo progetto Berlusconi lo prevedeva per il secondo anno ed ora che l'hai rivelato sarà costretto ad anticipare i tempi.
Mmmmm non è che per caso...come sostieni nel tuo intervento...anche tu hai "costruito" tutto questo per agevolare la decisione del Cavaliere? A parte gli scherzi (sperem..),la Storia è piena di cavalli di Troia usati per secondi fini. Se poi vuoi andare a vedere come è andata la "storia" dell'intervento USA in Cambogia ..vedrai che è divertente anche quella. Del resto anche Stalin "corse" in soccorso dei poveri ungheresi e ceki.
a.y.s. Bibi

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

è un pò che non intervengo per non "sporcare" il blog

Sporcare? (faccina sorpresa)

Alex ha detto...

Sono daccordo con te sulla costruzione degli avvenimenti per le varie entrate in guerra e questo riguarda anche l'Italia, però sarebbe la prima volta che gli americani per entrarci creano un diversivo in casa, dove poi vi erano grandi interessi, compreso il pentagono.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Ci sono moltissime date rappresentative di avvenimenti che hanno creato, per alcuni, i presupposti per compiere azioni cruente attribuendo la responsabilita’ dei fatti alla parte avversa, ma l’11 settembre 2001 rappresenta qualcosa di piu’, poiche’ e’ anche la data in cui una certa escort prese una decisione importante: quella di dichiarare chiusa la sua esperienza.""

Sono certo che sai benissimo qual è la mia opinione al riguardo.

Mi è capitato di sentire in varie trasmissioni telivisive vari personaggi, in particolare Giulietto Chiesa, che raccontavano le panzane più inverosimili riguardo all'11 settembre.

Quando i giornalisti in studio hanno chiesto a Giulietto Chiesa e comparari di fornire qualche prova di quello che affermavano si sono sentiti dire cose che non stavano nè in cielo nè in terra.

Comunque ognuno è libero di vedere complotti e intrighi da tutte le parti, ma dovrebbe fornire qualche prova seria e non tirare in ballo sempre la SPECTRE.

Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Caro BIbi,

""Del resto anche Stalin "corse" in soccorso dei poveri ungheresi e ceki.""

Se ti riferisci agli aiuti fraterni del 1956 (Ungheria) e del 1968 (Cecoslovacchia) Stalin non c'entrava niente perchè era già in Purgatorio.

Saluti Davide

Alex ha detto...

Letto e ne ero a conoscenza in parte.
Ho letto, per piacere, i "modus operandi" dei vari servizi e non mi stupirei della strategia, però, fino a quando non esiste una certezza, non si può condannare.

Bibi ha detto...

Beh, come sai sono in altre faccende "affaccendato" e quindi gli incroci derivanti potrebbero non essere graditi.
a.y.s. Bibi

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

@ Davide:

Comunque ognuno è libero di vedere complotti e intrighi da tutte le parti, ma dovrebbe fornire qualche prova seria e non tirare in ballo sempre la SPECTRE.


Cioe' intendi dire che dovrei fornire prove di cosa? Del fatto che quella escort si sia ritirata?

O del fatto che il Reichstag sia stato incendiato dai nazisti?

Oppure sull'attentato di Sarajevo?

Sul golfo del Tonchino? Su Pearl Harbor? Su cosa?

Io ho solo scritto che ci sono due tesi in ballo... ciascuno/a tendera' a credere a quella che gli/le pare piu' plausibile.

Purtroppo sono sempre stata abituata a farmi una domanda: "a chi giova?"

davide ha detto...

Gentile Chiara,


""Cioe' intendi dire che dovrei fornire prove di cosa? Del fatto che quella escort si sia ritirata?
O del fatto che il Reichstag sia stato incendiato dai nazisti?
Oppure sull'attentato di Sarajevo?
Sul golfo del Tonchino? Su Pearl Harbor? Su cosa?
Io ho solo scritto che ci sono due tesi in ballo... ciascuno/a tendera' a credere a quella che gli/le pare piu' plausibile.
Purtroppo sono sempre stata abituata a farmi una domanda: "a chi giova?"

Io ho parlato solo ed esclusivamente dell'11 settembre.

Il discorso a chi giova si può fare benissimo, ma dovrebbe essere sorretto da qualche prova seria.

Naturalmente ognuno è libero di dire tutto quello che vuole: c'è anche chi dice che siamo stati creati dagli extraterrestri 10 mila anni fa.

Tanti saluti dal tuo Davide

Kamavirya ha detto...

@Chiara -> Purtroppo sono sempre stata abituata a farmi una domanda: "a chi giova?"

Mah...a me sembra abbastanza evidente: all'oligarchia che detiene il POTERE e gestisce il cosiddetto "nuovo ordine mondiale" (sic).

O vogliamo davvero credere che i potenti della terra sono quelli a capo di governi e nazioni?
Eddai....

Mi pare sia ormai appurato che esiste una forza occulta, costituita da pochi, che muove i fili di ciò che accade nel mondo. Dall'economia, alla sanità, ai mercati finanziari...alla guerra e alla pace.

Anzi, su quest'ultimo tema riporto testualmente quanto emerso da uno studio degli anni 50: "...per continuare ad esistere, il mondo necessita di essere in un costante stato di guerra...".

Triste vero? Della serie "finchè c'è guerra, c'è speranza" :-(

KAM

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Io ho parlato solo ed esclusivamente dell'11 settembre.


Se fossimo ai tempi di Hitler mi chiederesti di fornire prove che non sono stati i comunisti ad incendiare?

Le prove, se ci saranno, verranno fuori solo dopo che tutto questo sara' passato. Com'e' stato per ogni episodio che ho citato.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

@ Kam: D'altronde anche quando si ricerca l'esecutore di un reato s'indaga su chi puo' averne tratto beneficio e non su chi e' stato palesemente danneggiato.

Alex ha detto...

Chia®a di Notte (Klára) said...

Le prove, se ci saranno, verranno fuori solo dopo che tutto questo sara' passato. Com'e' stato per ogni episodio che ho citato.

Vero!!!

quindi non si possono fare supposizioni, oppure, si possono fare ma sono idee personali....

Chiara sei sicura di non aver sangue italiano?

Alla fine la giri sempre come ti piace a te:-)))))) con ragione compresa:-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,


""Se fossimo ai tempi di Hitler mi chiederesti di fornire prove che non sono stati i comunisti ad incendiare?
Le prove, se ci saranno, verranno fuori solo dopo che tutto questo sara' passato. Com'e' stato per ogni episodio che ho citato.""

Trovo un po' fuori luogo il paragone fra l'ascesa del nazismo e i fatti dell'11 settembre.

Comunque finche non salteranno fuori queste prove io manterrò tutta la mia diffidenza verso le ipotesi dei complotti.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

@ Alex: quindi non si possono fare supposizioni, oppure, si possono fare ma sono idee personali....

Vedi Alex, ancora sul Reichstag siamo nell'ambito delle supposizioni eppure se dovessi giocarmi qualcosa me la gicherei sull'ipotesi del complotto.

Chiara sei sicura di non aver sangue italiano?

Un po' c'e' sicuramente :-)

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Trovo un po' fuori luogo il paragone fra l'ascesa del nazismo e i fatti dell'11 settembre.

Veramente io trovo piu' attinenza ai fatti di Sarajevo. :-)

A volte chi, tira i fili, non ha molta fantasia e tende a COPIARE :-)

davide ha detto...

Gentile Chiara,


""A volte chi, tira i fili, non ha molta fantasia e tende a COPIARE""

Comprendo, ma io aspetto le prove.


Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Caro Kamavirya,

""Mi pare sia ormai appurato che esiste una forza occulta""

Scusa se mi permetto una domanda: ma appurato da chi?

Saluti Davide

Bibi ha detto...

"Caro BIbi,

""Del resto anche Stalin "corse" in soccorso dei poveri ungheresi e ceki.""

Se ti riferisci agli aiuti fraterni del 1956 (Ungheria) e del 1968 (Cecoslovacchia) Stalin non c'entrava niente perchè era già in Purgatorio.

Saluti Davide"

Stalin inteso come simbolo,contrapposto al "pacifico" zio Sam di cui parlavo. Del resto, poco cambia nell'universo sovietico sino all'arrivo di Gorbaciov; è stato sempre lo stesso grigiore e le purghe son continuate anche senza il purgante "Stalin". Non che nei democratici USA ci siano stati dei terremoti...il presidente americano più progressista che ricordo è Abramo Lincoln.
a.y.s. Bibi

@Chiara e cmq son convinto che nel caso dell'11 settembre, la responsabilità è stata del barbuto Osama.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

del barbuto Osama.


Sara' ragioniere pure lui???

Flyingboy ha detto...

E vero che la storia vera va scritta dopo un distacco storico dalle credenze e ideologie del momento. Dicono che ci vogliono almeno 50 anni. E interessante il fatto che 50 anni di distacco vuole dire il cambio di una generazione. Ci sara’ il legame?

A volte comunque succede che la “storia vera” non e quella vera neanche dopo 50 anni, ma solo una verita’ manipolata per i secondi fini.

Ci sono dei particolari interessanti riguardo il inizio della Prima Guerra Mondiale.

Gavrilo Princip, il diciannovenne, membro del gruppo Crna Ruka (Mano Negra) viene considerato e nelle menti dei molti “accusato” di avere iniziato indirettamente la una guerra che coinvolse grande parte del Europa.

Dopo il atentatto di Francesco Ferdinando a Sarajevo, gli austriaci inviarono quindi un ultimatum alla Serbia, che si ritiene fu scritto in modo da essere INACCETABILE. Con grande sorpresa dell'Austria-Ungheria, tutte le richieste TRANNE UNA, quella che chiedeva ad agenti austriaci di investigare sull'assassinio sul suolo serbo, vennero accettate. Il governo austriaco SCELSE di considerare cio’ come un rifiuto dell'ultimatum e dichiarò guerra.

Ecco cosa fecce scatenare la guerra. Un unico paragrafo (del caxxo) di un ultimatum.

OGNI SCUSA E BUONA.
Come per la Prima Guerra Mondiale, cosi anche per le altre, ed anche quella di Iraq.

Le scintille che incendiano il fuoco del inferno delle guerre, sono solo delle banali scuse IPOCRITE, per fare ottenere dei SECONDI FINI di quelli che le iniziano.

Il fatto era che in territori Balcani nasceva un grande insoddisfazione di SOTOMISIONE al impero Austro-Ungharico, quale SFRUTTAVA dei territori Balcani per alimentare il loro bulimismo.
Una consapevolezza e voglia di indipendenza dal COLONIALISMO Austro-Ungharico.

Austo-Ungheria non voleva perdersi la gallina d’oro sottomessa, stessa storia recente di guerra di Jugoslavia dove Belgrado e Serbia non volevano perdere i territori (Croatia in primis) che rendevano di piu’. Il diritto di separazione di Croatia dal Jugoslavia era costituzionale, e perciò dovevano essere INVENTATE delle altre SCUSE per iniziare una guerra.

Il stesso discorso sta succedendo con Albania recentemente.

Emerge un altro momento in quelle situazioni. Come la Serbia dopo il atentatto era suportatta di Russia, cosi il desiderio di indipendenza di Albania viene subito riconosciuto da USA. E qui ci sono chiaramente delle pretese geografiche di penetramento e spostamento delle frontiere ideologiche. Il fatto che alla fine ha ricostruito Italia dopo Seconda Guerra Mondiale.

Alex ha detto...

Chia®a di Notte (Klára) said...
del barbuto Osama.
Sara' ragioniere pure lui???

Speriamo di no altrimenti inizierei a preoccuparmi:-)

Su Su Pearl Harbor il libro scandalo uscito l'anno scorso ha dato molto infatti si è scoperto che non erano state prese le precauzioni previste tipo palloni per aerei e reti antisommergibili e che si gli americani sapevano e volevano provocare i giapponesi......
ma l'undici settembre è un altra cosa, magari ne riparliamo tra qualche anno e hai ragione tu:-) ma per ora non ci sono prove.

E se il sangue ce è di Napoli:-)))
infatti sei propri brava a fare il gioco delle tre carte:-)

Bibi ha detto...

Ridendo e scherzando..sembra che abbia studiato economia...tutto può essere. La differenza è che lui non è escort...però è scortato..
a.y.s. Bibi
P.S questa è veramente terribile...scusa.

Alex ha detto...

Chia®a di Notte (Klára) said...
del barbuto Osama.
Sara' ragioniere pure lui???

Principe Arabo....petroliere:-)))

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

E se il sangue ce è di Napoli

acqua...

davide ha detto...

Caro Bibi,

""@Chiara e cmq son convinto che nel caso dell'11 settembre, la responsabilità è stata del barbuto Osama.""

Sulla responsabilità di Osama e di ALCAIDA gli Stati Uniti hanno fornito tonellate di prove.

Non ho ancora visto una prova da parte dei Giulietti Chiesa sul coinvolgimento della spectre.

Saluti Davide

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Washington 11 settembre 2001

Sulla responsabilità di Osama e di ALCAIDA gli Stati Uniti hanno fornito tonellate di prove.

Non ho ancora visto una prova da parte dei Giulietti Chiesa sul coinvolgimento della spectre.



Berlino 27 febbraio 1933

Sulla responsabilità di Marinus van der Lubbe e del Partito Comunista Adolf Hitler e Hermann Göring hanno fornito tonellate di prove.

Non ho ancora visto una prova da parte dei comunisti sul coinvolgimento dei nazisti.


:-))))

Flyingboy ha detto...

La verita’ sul 11 settembre (parlo delle torri gemelle ma forse non solo) forse non la sapremmo mai. E forse non e neanche tanto importante.

Prima di proseguire devo sottolineare che il terrorismo va accusato e punito severamente. Ma qui conta la forma.

Vi faccio una domanda (retorica spero): La vita di un arciduca vale le vite di miglalia e miglalia di vite umane innocenti?

Tutto il mondo islamico, compresi donne e bambini sono responsabili (e percio’ devono essere puniti) dei atti di un pazzoide terrorista?

Con tutti i servizi segreti statunitensi, milioni e milioni di dollari spesi per tecnologie piu’ sofisticate, orgogli nazionali usciti da West Point, America non e in grado di fermare un terrorista pazzoide? O semplicemente non e proprio nel loro interesse di trovarlo.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Berlino 27 febbraio 1933
Sulla responsabilità di Marinus van der Lubbe e del Partito Comunista Adolf Hitler e Hermann Göring hanno fornito tonellate di prove.
Non ho ancora visto una prova da parte dei comunisti sul coinvolgimento dei nazisti.""


Vorrei farti notare una cosa: nel 1933 in Germania nessuno poteva dire qualcosa tranne i nazisti, in America tutti possono dire quello che vogliono. Solo che ogni ipotesi viene verificata.

Se gli americani avessero voluto dire bugie avrebbero detto che avevano trovato il gas nervino in Irak: bastava che lo portassero di nascosto loro. Ma poiche in democrazia le cose vengono verificate hanno dovuto ammettere che le armi di distruzione di massa non esistevano.

In questo modo si sono sputtanati davanti a tutto il mondo perchè avevano giustificato la guerra con le armi di distruzione di massa.

Ti ricordo inoltre che la CIA aveva cercato di fornire delle prove di un presunto legame fra ALCAIDA e l'IRAK (un terrorista di alcaida avrebbe avuto rapporti con il console irakeno a Berlino). Ebbene i giornali americani e tedeschi hanno dimostrato che quelle prove erano false, togliendo a Bush la possibilità di motivare la guerra all'Irak con la scusa della lotta al terrorismo e obbligandolo a motivarla con la ricerca delle armi di distruzione di massa.



Tanti saluti dal tuo Davide

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Il pensiero e' l'unica forza inarrestabile.

Non a caso un grande scrittore come Orwell immaginava una societa' un cui chi comandava faceva di tutto per imbrigliarlo, per ANNULLARLO.

Il mondo di Orwell non e', come molti immaginano, la Russia comunista degli anni '50, bensi' la futura attualita' (e' un ossimoro ma rende l'idea).

Solo che nel mondo del Grande Fratello mangiavano tutti... nella futura attualita' questo non e' garantito.

Per cui, in mancanza del pane, la gente si nutre di rabbia e di pensieri...

Ed entrambe le cose sono inarrestabili.

Nel 2001 i pensieri della gente erano orientati verso l'arginare una minaccia che era stata presentata loro come certa provenire da una parte del mondo.

Poi il Grande Fratello ha detto a tutti che si doveva andare in Iraq per estirpare il Male, rappresentato dal grande nemico dell'umanita' Saddam...

Saddam e' stato (forse) catturato in uno sporco buco sotto terra, con i capelli lunghi e la barba incolta... Ce lo hanno mostrato mentre (come un cavallo) veniva guardato in bocca da un medico (?) col camice bianco... poi il giochino delle carte, la caccia a tutta la nomenklatura irachena... poi, Abu Ghirab, Guantanamo, le torture, le esecuzioni...

Di Osama, pero' nessuna traccia, se non qualche sporadico video che lo mostrava sempre con lo stesso vestito, la stessa barba, lo stesso cappello, lo stesso kalashnikov appoggiato dietro le spalle...

Tutti/e abbiamo visto quelle scene.

Ed abbiamo anche visto le scene dei bombardamenti delle citta' irachene, lo scoppio delle mine umane, i morti, la devastazione...

Il tutto dura ormai da anni...

Di Osama niente piu' che un'icona... un'icona che rappresenta LA CAUSA DI TUTTO IL MALE...

Anche il Grande Fratello di Orwell mostrava l'immagine del GRANDE NEMICO e giustificava la GUERRA COSTANTE contro "l'altra parte", con il fatto di difendere la democrazia... quando il lettore sapeva benissimo che QUELLA non era la democrazia.

Quella democrazia, come l'inflazione, non era quella reale... era quella che i media davano a bere alla gente.

Chi ha letto molto avra' anche molte fantasie, ma e' abituato a PENSARE... cosa che ormai non molta gente fa.

Il pensiero e' un'azione ATTIVA, si fa fatica... per i pigri e' meglio AFFIDARSI a cio' che dice lo speaker in TV... pensare stanca, angoscia, rovina la giornata... meglio non pensare, meglio drogarsi di reality e di talk show.

Meglio credere che NOI siamo i BUONI e tutto il male sta altrove...

Meglio sedersi comodamente in poltrona, ascoltare l'Unto ed affidarsi alle sue decisioni...

Molto meglio.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Ebbene i giornali americani e tedeschi hanno dimostrato che quelle prove erano false, togliendo a Bush la possibilità di motivare la guerra all'Irak con la scusa della lotta al terrorismo e obbligandolo a motivarla con la ricerca delle armi di distruzione di massa.


Se cio' che hanno fatto gli USA l'avesse fatto una piccola nazione come la Serbia o lo stesso Saddam, il mondo l'avrebbe messo in ginocchio e costretto a RIPAGARE i danni causati...

Questo non e' avvenuto...

Tu dirai "le ingiustizie ci sono sempre state"...

Ma se allora e' cosi', se le ingiustizie possono compierle solo i potenti mentre i deboli devono sempre subirle... dov'e' la DEMOCRAZIA?

Ma capisco che la droga... la sostanza ormai che i pre-POTENTI stanno facendo inoculare ad una certa parte dell'umanita', e che viene somministrata tramite un effimero benessere donato ad alcuni... sta facendo effetto e sta creando dei veri e propri DIPENDENTI.

davide ha detto...

Gentile Chiara,

Posso solo dirti che io ero contrario alla guerra all'Irak.

Comunque in America la maggioranza dei cittadini ha capito benissimo che la guerra in Irak era sbagliata.

Il problema è come uscirne: se gli americani si ritirassero immediatamente, tutti gli esperti dicono che ci sarebbe una terribile guerra civile fra sciti, sunniti, kurdi (i cristiani sono già stati in gran parte massacrati perchè avevano una religione simile agli invasori).


Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Gentile Chiara,


""Ma se allora e' cosi', se le ingiustizie possono compierle solo i potenti mentre i deboli devono sempre subirle... dov'e' la DEMOCRAZIA?""

Sai bene che la democrazia esiste all'interno di certi stati e non a livello globale.

Se le ingiustizie le commette una grande potenza nessuno è in grado di punirla. Quindi nessuno punirà gli Stati Uniti per la guerra in Irak, come nessuno punira la Cina per le stragi in Tibet, come nessuno punirà la Russia per le stragi in Cecenia ecc.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

davide said...

Posso solo dirti che io ero contrario alla guerra all'Irak.


Comprendo...

E Bush non ti ha ascoltato... lo stolto...

Caro Davide, contrari alla guerra in Irak erano milioni di persone... quelli che adesso VENGONO PRESI PER IL CULO A CAUSA DELLE BANDIERE DELLA PACE SBIADITE?

Facile giocare sul sarcasmo quando sui sa di essere nel torto MARCIO.

Ma adesso, riconosciuto l'errore fatto, forse BUSH (o chi verra' dopo di lui) ti ascoltera' stavolta... magari potresti consigliargli DI SPENDERE QUALCHE MILIARDO DI DOLLARI RUBATO SPECULANDO SUL PREZZO DEL PETROLIO per ricostruire cio' che ha distrutto: L'Iraq.

E magari potresti consigliarlo di fare pubblia abiura, anzi di COSTITUIRSI COME CRIMINALE DI GUERRA...

Perche' se e' vero che ha attaccato una nazione INERME, ha imprigionato, torturato, ucciso gente che non aveva le colpe che lui adduceva, e' giusto che venga PROCESSATO come fu processato Milosevich...

O no?

Perche' se e' NO allora significa che la TUA DEMOCRAZIA, quella che mi proponi insieme al tuo amico BUSH e a tutta la gente che gli da' man forte e lo giustifica, te la puoi FRIGGERE e poi metterla in un posto che ti comunichero' per lettera raccomandata.

Comunque in America la maggioranza dei cittadini ha capito benissimo che la guerra in Irak era sbagliata.

E allora che faranno?

Si AUTOTASSERANNO e PAGHERANNO A RATE IL LORO DEBITO AGLI IRACHENI?

Il problema è come uscirne


Non hai fantasia...
Vedi che non hai fantasia? Dovresti leggere di piu'... Te lo spiego io come faranno ad uscirne: prenderanno il loro esercito e lo invieranno al confine con l'Iran: loro devono essere PUNITI perche' (a differenza degli italici che NE HANNO DIRITTO ed a causa dei COMUNISTI non le hanno fatte) vogliono le centrali nucleari...
Se adesso tu mi dici che agli iraniani le centrali servono NON per scopi pacifici tiro fuori la storia di Saddam e del gas nervino e poi ti dico DAMMI LE PROVE DI QUANTO AFFERMI!

se gli americani si ritirassero immediatamente, tutti gli esperti dicono che ci sarebbe una terribile guerra civile fra sciti, sunniti, kurdi (i cristiani sono già stati in gran parte massacrati perchè avevano una religione simile agli invasori).

Ottimo!

Gli americani hanno combinato il guaio e NON SOLO non vengono presi a merda in faccia ma assolutamente e' lasciato a loro il compito di restare li' a rimettere le cose a posto...

Adesso pero' mi spieghi perche' BASSOLINO a NAPOLI doveva dimettersi dopo aver combinato il guaio?

Perche' non mi e' chiaro, ma una certa analogia fra lui e BUSH io ce la vedo... anche se Bassolino non e' un criminale di guerra.

La politica VERA, SERIA di una DEMOCRAZIA REALE, AUTENTICA, ONESTA sarebbe quella di riconoscere l'errore STORICO, ritirare l'esercito ed usare gli stanziamenti militari per RIPAGARE I DANNI CAUSATI, e lasciare l'Iraq alle cure di forze di pace VERE, magari della lega araba, e dell'Onu e dei paesi non allineati in cui ci fossero TUTTI meno che gli USA.

Ma questo non lo faranno mai e sai perche'?

Peche' li' c'e' quello che veramente importa alle lobby di potere che hanno CREATO la situazione: il petrolio... ed un po' piu' in la' i pozzi dell'Iran.

Ripeto, se cio' che hanno fatto gli USA lo avessero fatto Saddam o Milosevich... li avrebbero GIUSTIZIATI 100 volte.

Bada bene, Davide, io non difendo ne' l'uno ne' l'altro, sono anche loro dei criminali... ma che sia un TERZO CRIMINALE quello che mi indica la via verso la democrazia questo a me, personalmente, fa schifo.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Se le ingiustizie le commette una grande potenza nessuno è in grado di punirla. Quindi nessuno punirà gli Stati Uniti per la guerra in Irak, come nessuno punira la Cina per le stragi in Tibet, come nessuno punirà la Russia per le stragi in Cecenia ecc.


Questa io la chiamo DITTATURA...

In Russia c'e'... e' appurato.

In Cina c'e'... e' appurato.

Perche' in USA non e' ancora appurato?

Non fanno esattamente le stesse cose?

Le fanno, ma per i DROGATI del benessere (le mogli dei ladri che fanno finta che loro marito NON SIA UN LADRO), le azioni degli USA sono TOLLERATE, mentre quelle russe contro i ceceni e quelle cinesi contro i tibetani sono BARBARIE...

Sai cosa Davide, mi spieghi dov'e' l'onesta' intellettuale?

Ma tu ci credi veramente a cio' che scrivi?... Intendo a livello ETICO... Alto... qualcosa che travalichi il pragmatismo quotidiano..

Eccheccazzo CONCEDIAMOCELO almeno in questo luogo.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

""le azioni degli USA sono TOLLERATE, mentre quelle russe contro i ceceni e quelle cinesi contro i tibetani sono BARBARIE.""

Le azioni degli USA sono criticate alo stesso modo di quelle dei russi e dei cinesi. Ciò non toglie tutte tre restano impunite.

Per il resto voi che io vada in America e metta Bush in prigione. Se ne avessi il potere lo farei, ma come bei sai se facessi una cosa del genere sbatterebbero me in prigione (non mi sopravalutare).

Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""Ma tu ci credi veramente a cio' che scrivi?... Intendo a livello ETICO... Alto... qualcosa che travalichi il pragmatismo quotidiano..""


Io ammiro il tuo idealismo, ma io per formazione sono un pragmatico che si tura il naso e vota la merda che puzza meno.

Vedi io so che tu sei sincera perchè ti batti contro la povertà e le ingiustizie senza che nessuno ti paghi: ho invece una certa diffidenza per i professionisti che urlano contro la la povertà perchè qualcuno gli dà tanti soldini per urlare.

Se al mondo avessero tutti la tua onestà intellettuale si potrebbe realizzare una società migliore, ma purtroppo la realtà è popolata da cinici, voltagabbana e opportunisti.


Tanti saluti dal tuo Davide

Flyingboy ha detto...

@Davide,
Vedi io so che tu sei sincera perchè ti batti contro la povertà e le ingiustizie senza che nessuno ti paghi: ho invece una certa diffidenza per i professionisti che urlano contro la la povertà perchè qualcuno gli dà tanti soldini per urlare.

Scusa Davide, ma che discorso e’?

Cosa vuole dire tanti soldini?
QUALCUNO PAGA QUALCUNO PER COMBATERRE LE POVERTA' PERCHE HA DEI SECONDI FINI? Quali secondi fini? A chi fanno male questi per meritarsi la tua diffidenza? E meglio credere a quelli che vengono pagati e urlano per il bulimismo e sottomissione dei popoli interi per renderli dei schiavi moderni?

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

Per il resto voi che io vada in America e metta Bush in prigione. Se ne avessi il potere lo farei, ma come bei sai se facessi una cosa del genere sbatterebbero me in prigione

E quindi, dato che non vuoi essere sbattuto in prigione... ti adegui? :-)

Se la politica Americana e' stata scellerata e banditesca tu devi condannarla, non giustificarla.

Il fatto che nessuno possa PUNIRE questi grandi POTENTI non da' loro il diritto di fregiarsi dell'etichetta di DEMOCRATICI, perche sono tutt'altro che democratici.

Se dico che fra l'Hitler del 1933 ed il Bush di oggi, a perdere la contesa sul piano democratico sarebbe Bush, tu che rispondi?

Esamina cio' che aveva fatto Hitler nel 1933 e cio' che ha fatto Bush in questi 6 anni e vedrai che Hitler, a confronto, era un angioletto.

Cio' che contesto fermamente e' che ci sia chi puo' fare stragi impunemente, ed essere considerato un portatore di democrazia e chi, invece, non puo' neppure dire di voler LE CENTRALI NUCLEARI (delle quali HA DIRITTO, come ne avrebbe diritto l'Italia) sul suo territorio, che rischia di essere attaccato e disfatto come e' accaduto a Saddam.

Immagina cosa accadrebbe se l'Italia dichiarasse di costruire le centrali nucleari in Puglia ed i Serbi non lo volessero...

Questa non e' democrazia e' solo la legge del piu' forte, quella del far West, alla quale gli americani sono molto affezionati.

Kamavirya ha detto...

@Davide -> Scusa se mi permetto una domanda: ma appurato da chi?

Basta avere l'umiltà e l'onestà intelletuale di volersi documentare a 360° (e non guardando solo il TG4 di Emilio Fede...) e di accettare il rischio che si possa scoprire anche qualcosa di scomodo e fastidioso rispetto alla propria visione. Dopodiché ciascuno tira le proprie conclusioni: può essere d'accordo o meno, ma non può certo denigrare delle tesi allorché siano chiaramente circostanziate e non basate su fatti opinabili...

E di tesi circostanziate, alle quali non è MAI stata data una smentita, te ne potrei dare moltissime, ma non è assolutamente questo il luogo né lo scopo della discussione ;-)
KAM

P.S.: magari oltre che Bush potresti anche salutare Hamid Karzai, Presidente Afghano, voluto "democraticamente" dal primo e - in modo assolutamente CASUALE - superconsulente della Unocal, società petrolifera che ancor più CASUALMENTE è di proprietà della famiglia Bush.... ;-)

Alex ha detto...

Se non esisteva petrolio in Iraq non avrebbero sprecato un colpo. Quando nella prima guerra son arrivati alle porte di Bagdad, gli americani, ritirandosi, pensavano di lasciare Saddam come ago della bilancia, ma come spesso gli accade, non avevano calcolato che passasse dall’altra parte e cioè a sovvenzionare il terrorismo di Alcaeda e son dovuti tornare. L’attacco dell’11 settembre era difficile prevenirlo, come trovare un ago nel pagliaio, come si fa con tutti i voli interni e il flusso di islamici che giornalmente arriva e parte dall’America, impossibile, e pensate quello che abbiamo noi qui e non siamo in grado di gestire!!!
Ps ma per caso non avrai sangue di quelli che dicono "so tutto mi!!"

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

@ Alex: e cioè a sovvenzionare il terrorismo di Alcaeda e son dovuti tornare

Non credo che Saddam sovvenzionasse l'integralismo.

Saddam era un laico e fungeva da baluardo contro l'integralismo. Abbattendolo gli americani (in buona o in cattiva fede ma sono propensa a pensare per la seconda ipotesi), hanno dato una vittoria proprio a coloro che essi dicono di voler combattere.

Saddam non sovvenzionava proprio nessuno e per quanto riguarda Osama, se e' ancora in vita e non ibernato in attesa di essere "catturato" (ovviamente morto), io, su chi lo sovvenziona. avrei la mia idea a riguardo. :-)

Ma, come e' risaputo, leggo troppi libri ed ho molta fantasia.

Ps ma per caso non avrai sangue di quelli che dicono "so tutto mi!!"

Acqua... ma a questo punto ho capito che vuoi tentarle tutte... quindi stop :-)

Alex ha detto...

I conti li avevavo fatti male e pensavano esattamente quello che scrivi tu...
di fatto i primi a sovvenzionare Alcaeda son stati gli americani, ora i paesi arabi, secondo me Siria in testa.


Veramente i tentativi dovrebbero essere almeno tre:-)

Mica siamo in una gara di golf che premiano solo i primi due...uffi:-)
Campana no, veneta no, rimango con il beneficio del dubbio:-))))

Devas ha detto...

mah
domani vado ad Alassio

davide ha detto...

Gentile Chiara,

""E quindi, dato che non vuoi essere sbattuto in prigione... ti adegui? :-)""

Sarà che sono tonto, ma non capisco cosa dovrei fare.

Se decido di non "adeguarmi" cessano le guerre e Bush, Putin e gli altri guerrafondai diventano buoni: non sapevo di essere così importante.

In ogni caso non è che ci tengo ad andare in prigione: scusa la mia viltà ma non ho mai detto di essere un eroe nè tantomeno un aspirante martire.

""Se la politica Americana e' stata scellerata e banditesca tu devi condannarla, non giustificarla.""

Io condanno solo la guerra all'Irak, mentre per il resto condivido il 90% della politica americana. Dire che tutta la politica americana è banditesca e scellerata è per me un'affermazione dovuta a pregiudizi idiologici.



""Il fatto che nessuno possa PUNIRE questi grandi POTENTI non da' loro il diritto di fregiarsi dell'etichetta di DEMOCRATICI, perche sono tutt'altro che democratici.""

Non so di preciso a che potenti ti riferisci, di certo i governanti cinesi non sono democratici.


""Se dico che fra l'Hitler del 1933 ed il Bush di oggi, a perdere la contesa sul piano democratico sarebbe Bush, tu che rispondi?
Esamina cio' che aveva fatto Hitler nel 1933 e cio' che ha fatto Bush in questi 6 anni e vedrai che Hitler, a confronto, era un angioletto.""

Secondo me il paragone tra Hitler e Bush non sta nè in cielo nè in terra.

Bush ha sempre vinto le elezioni in modo democratico, mentre Hitler ha vinto le elezione con la violenza e l'eliminazione fisica degli avversari. Negli Stati Uniti l'attivita princiale dei comici e dei vignettisti è quella di prendere per i coglioni Bush. Sai cosa succedeva in Germania a chi criticava Hitler?


""Cio' che contesto fermamente e' che ci sia chi puo' fare stragi impunemente, ed essere considerato un portatore di democrazia e chi, invece, non puo' neppure dire di voler LE CENTRALI NUCLEARI (delle quali HA DIRITTO, come ne avrebbe diritto l'Italia) sul suo territorio, che rischia di essere attaccato e disfatto come e' accaduto a Saddam.
Immagina cosa accadrebbe se l'Italia dichiarasse di costruire le centrali nucleari in Puglia ed i Serbi non lo volessero...
Questa non e' democrazia e' solo la legge del piu' forte, quella del far West, alla quale gli americani sono molto affezionati.""


Come sai io sono un sostenitore delle centrali atomiche. Considera comunque che chi ha centrali atomiche può facilmente produrre le bombe atomiche e ricordati che il presidente iraniano continua a dire che bisogna distruggere lo stato d'Israele. Prova poi ad immaginarti cosa succederebbe se le bombe atomiche iraniane finessero nelle mani di terroristi: il regime iraniano ha spesso esaltato i terroristi.


In ogni caso i sono contrario ad una guerra contro l'Iran come lo ero contro l'Irak.


Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Caro Flyingboy,

""Scusa Davide, ma che discorso e’?
Cosa vuole dire tanti soldini?
QUALCUNO PAGA QUALCUNO PER COMBATERRE LE POVERTA' PERCHE HA DEI SECONDI FINI? Quali secondi fini? A chi fanno male questi per meritarsi la tua diffidenza? E meglio credere a quelli che vengono pagati e urlano per il bulimismo e sottomissione dei popoli interi per renderli dei schiavi moderni?""

Probabilmente mi sono spiegato male, perchè io apprezzo tutti quelli che combattono contro la povertà.

La mia diffidenza è verso certi intellettuali che dicono a parole di combattere la povertà, mentre nella realtà guadagnano tanti soldini per parlare male dell'occidente e degli americani. Sia ben chiaro che ognuno può dire quello che vuole, ma io mi riservo il diritto di essere diffidente.

Saluti Davide

davide ha detto...

Caro Kamavirya,

""Basta avere l'umiltà e l'onestà intelletuale di volersi documentare a 360° (e non guardando solo il TG4 di Emilio Fede...) e di accettare il rischio che si possa scoprire anche qualcosa di scomodo e fastidioso rispetto alla propria visione. Dopodiché ciascuno tira le proprie conclusioni: può essere d'accordo o meno, ma non può certo denigrare delle tesi allorché siano chiaramente circostanziate e non basate su fatti opinabili...
E di tesi circostanziate, alle quali non è MAI stata data una smentita, te ne potrei dare moltissime, ma non è assolutamente questo il luogo né lo scopo della discussione ;-)""

Premetto che io non guardo il TG4 e pur essendo di centrodestra leggo la Repubblica e L'Espresso oltre ai giornali locali della mia Regione.

Hai ragione a dire che non è questa la sede della discussione, ma io "di tesi circostanziate, alle quali non è MAI stata data una smentita" sull'11 settembre non ne ho mai viste: ho solo visto dell'ipotesi (non sostenute da nessuna prova seria) che, a mio modesto avviso, rasentavano il ridicolo.


""P.S.: magari oltre che Bush potresti anche salutare Hamid Karzai, Presidente Afghano, voluto "democraticamente" dal primo e - in modo assolutamente CASUALE - superconsulente della Unocal, società petrolifera che ancor più CASUALMENTE è di proprietà della famiglia Bush.... ;-)""

Non è che stimi molto Karzai, ma credo che sia un pochino meglio del regime dei talebani.

Saluti Davide

Kamavirya ha detto...

@Davide -> di tesi circostanziate potrei citartene TANTE, TANTISSIME alle quali i personaggi interpellati hanno risposto con un laconico "no comment" o "top secret" oppure "affari che riguardano la sicurezza nazionale"...

Ma ripeto, non è qui il luogo per discuterne.
Certo della tua comprensione, ti saluto. GRAZIE.

KAM

Alex ha detto...

25 aprile
questa è una data importante, sicuramente migliore di tutte le date di entrate in guerra sopracitate:-)
buongiorno Chiara

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Ogni tanto scovo una notizia interessante e mi ricordo di aver scritto qualcosa a riguardo.

Il bello del web e' che tutto resta scritto... anche molti fanno finta di dimenticarsene.

http://italydispatch.splinder.com/post/20290545

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Se questo articolo fosse stato scritto al momento giusto, forse tanta gente non sarebbe morta per colpa di un macellaio e dei suoi leccaculi corrotti e corruttori (fra cui ci metto anche il nano di Arcore).

http://www.blitzquotidiano.it/politica-mondiale/iraq-invasione-usa-el-baradei-833722/

giuseppe perani ha detto...

19 AGOSTO 1989

Bellissima Klára, non scrivo in maiuscolo questa data per nulla.
Non tutti la ricordano e gli italici, che già per le date non hanno una gran memoria (quando si avvicina l'anniversario controllo sulla fede la data del mio matrimonio e me lo segno sull'agenda del cellulare...cruccio di Laura) forse riescono a ricordare a malapena il 09 novembre 1989, la caduta del muro di Berlino.
Ma tu sai bene cos'è successo quel 19 agosto.
Il PICNIC PANAEUROPEO è stato l'inizio e non poteva che succedere nella capitale di una grande nazione, la tua. Tutto il resto è la conseguenza di quel giorno.
Avevo vent'anni ed era l'estate di mezzo tra il liceo e l'università.
Klára!! Ho trascorso gli anni '70 e gli inizi degli '80 pensando che sarebbe stata inevitabile l'invasione dei carri armati russi in occidente. Gli americani avevano installato in Italia due o forse tre basi per il lancio di missili nucleari puntati sull'Est, sull'Ungheria, su Tokaj, sulla mia Klára.
Mi vergogno di questo e ti chiedo perdono.
Ho bisogno di chiedertelo perché ero un bambino e mi insegnavano che il patto di Varsavia era il male.
Mi siete mancati tanto, avevo bisogno di sapere che stavate bene e nel 1981 ho fatto con la mia famiglia un viaggio in macchina attraversando tutta la Iugoslavia, di sera dormivamo o in tenda o più comodamente in casa di famiglie che ci ospitavano. ...ricordo il bagno caldo fatto in un grigio albergo di Belgrado, ne avevamo un gran bisogno. E' stato un viaggio bellissimo.
Questo però non mi ha dissetato, ha solo acuito il mio bisogno di voi.
Quando finalmente la cortina di ferro è caduta e ci siamo invasi a vicenda ero finalmente libero, quanto vi ho aspettati!!! E' una cosa che ho raccontato anche a Flora, la mia amica Rumena, e le ho chiesto di avere pazienza con me se le chiederò tutto.
Mi dicono che questo è il periodo di pace più lungo in Europa. PROMETTIMI CHE NON SUCCEDERA' PIU'!!! CHE NON CI SARANNO PIU' GUERRE!!
Preferisco morire che pensare di poterti fare del male.
Sono un europeista nel sangue, siamo un grande continente, abbiamo segnato la storia come minimo degli ultimi 2000 anni di questo pianeta. Per me non c'è l'est e l'ovest, c'è l'EUROPA e noi due ne facciamo parte!!!!
Lo sforzo che ora facciamo è per meritarvi.
Qualche pazzo parla di fare uscire l'Italia dall'euro, ma per me l'euro è solo l'inizio, se dovesse succedere preparami una stanza a Tokaj, qui non ci vorrei restare.
Non è una questione di moneta, mai più la lira, preferisco il fiorino ungherese, ma voglio vivere con chi crede veramente in una Europa unita.
Parlami ti prego e ti parlerò col cuore.
Ti do un grande abbraccio

ciao Klára.

Giuseppe

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Mi dicono che questo è il periodo di pace più lungo in Europa. PROMETTIMI CHE NON SUCCEDERA' PIU'!!! CHE NON CI SARANNO PIU' GUERRE!!
Preferisco morire che pensare di poterti fare del male.



Quali guerre? quelle che vengono definite "missioni di pace"?
L'Italia e' in "missione di pace" da troppo tempo, e non riguarda l'Ungheria - che sinceramente dell'Italia se ne frega. Riguarda altro.
Oltre alla Bosnia e al Medio Oriente, l'Italia per 20 anni e' stata (ed e' tuttora) in "missione di pace" contro gli zingari. Ed e' questa la piu' grande guerra che gli italiani mi abbiano mai dichiarato a livello personale. Una guerra in cui le fetenzie venivano accettate e legalizzate, purche' ammantate da quell'untuoso e ipocrita "buonismo" tipico di chi non vuol essere considerato razzista, ma razzista lo e' dentro.
Quante volte ho dovuto sentire frasi come: "Gli zingari sono tutti ladri", "gli zingari sono tutti puzzolenti", "gli zingari sono la feccia umana, a iniziare dai bambini".
Gentilini docet, insieme ai milioni di italiani che votavano Lega e Pdl.
Se me ne sono andata, e' anche perche' non sentivo piu' l'Italia qualcosa di mio, come uno dei miei passaporti, invece, dimostrerebbe.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Gentilini docet, insieme ai milioni di italiani che votavano Lega e Pdl."

Gli italici sono certamente molto cattivi, ma almeno non hanno un partito nazista come purtroppo avete voi in Ungheria.

Ti ricordo che Bossi ha sempre detto che la Lega è l'unica vera erede dei partigiani anti fascisti.

Ciao Davide

Chiara di Notte - Klára ha detto...

almeno non hanno un partito nazista come purtroppo avete voi in Ungheria

Una piccola differenza (trascurabile) e' che in Italia sono stati al governo, con tanto di Ministro degli Interni.
In Ungheria questo non e' ancora accaduto.

Sul fatto della Lega erede dei partigiani, vabbe', sorvoliamo. Bossi e' un cerebroleso, e chi gli da' retta lo e' di piu'.

giuseppe perani ha detto...

Egregia signora, con la presente la informo la mia intenzione di chiedere, questo fine settimana spiegazioni delle sue affermazioni, al gentilissimo sig. Horvat Principe, ormai prossimo vicino. Prossimo in quanto non ancora terminati i lavori di costruzione della sua villetta unifamiliare.
La medesima questione sarà da me sottoposta al sig.Suffer, papà del bambino Kevin Suffer, compagno di classe nel periodo invernale di mio figlio Alessandro. Le chiedo cortesemente di pazientare relativamente a quet'ultimo, in quanto il sig.Suffer di professione giostraio ci allieta con la sua presenza nella nostra comunità esclusivamente nel periodo natalizio-invernale, ma da fonti odierne sono a conoscenza del suo imminente arrivo.
Altresì, le devo, purtroppo, ricordare che tali malevoli dicerie sono conseguimento della NON CONOSCENZA, e la non conoscenza è dovuta spesso a due condizioni:
1) la mancanza di volontà di conoscere,
2) la mancanza di volontà di farsi conoscere.
Come le ho già detto in altra occasione, la mia assidua presenza nel suo pregiatissimo Blog, è essenzialmente legata alla mia volontà di conoscenza di abitudini, usi e costumi di una popolazione geograficamente distante, con la fortuna di poter interloquire nella mia lingua madre.
Naturalmente, il fatto che la scoperta è avvenuta troppo recentemente ha amplificato il mio entusiasmo, di cui però non mi pento.
Colgo l'occasione di porle i miei più gelidi e distinti saluti e le chiedo cortesemente di non interrompere qui la lettura ma di approfondire nel seguente post-scriptum.
Giuseppe dr.Perani


Post-scriptum
Mio Dio Klára, come mi sento sporco! Ho bisogno di una doccia calda per lavarmi via questa amarezza.
Se avessi avuto intenzioni malevoli nei tuoi confronti o altro, non mi sarei mai iscritto con nome, cognome e mettendo pure la mia foto! Non mi motiva nulla se non la volontà di conoscere, forse sono l'unico che non si è fatto qualche pensiero su di te.
augurare il bene, tutto il bene possibile a una persona, e figurativamente abbracciarla ti pare così brutto? Non lo fa più nessuno, è questo che ci manca.
se vuoi sarò gelido, ma non è nel mio carattere.
ciao Klára.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,


"Una piccola differenza (trascurabile) e' che in Italia sono stati al governo, con tanto di Ministro degli Interni."


Dopo che la Lega ha fatto cadere Berlusconi nel 1994, ha governato per quasi un anno e mezzo con la sinistra. Ora se fosse stata un partito di estrema destra come tu ipotizzi trovo difficile che avrebbe governato con la sinistra.

Comunque Bossi, Maroni e la maggior parte degli esponeti della Lega vengono dal vecchio partito comunista.

Ciao Davide

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

Ti riporto la bibliografia di Bossi.

Ciao Davide


"Esistono diverse testimonianze della militanza a sinistra di Umberto Bossi negli anni giovanili, anche se non fu un sessantottino. Nei primi anni settanta ha militato, in rapida successione, nel gruppo comunista de il manifesto, nel Partito di Unità Proletaria per il comunismo, di estrema sinistra, nell'Arci e nei movimenti ambientalisti.[8]

Nel 1975 risulta iscritto al Partito Comunista Italiano, previo versamento di un contributo d'iscrizione presso la sezione locale di Verghera di Samarate."

giuseppe perani ha detto...

Per carità Davide. ho già fatto anche troppi danni io!!!!

Oggi mi sento un pò così...

http://www.youtube.com/watch?v=8UVNT4wvIGY

Chiara di Notte - Klára ha detto...

augurare il bene, tutto il bene possibile a una persona, e figurativamente abbracciarla ti pare così brutto? Non lo fa più nessuno, è questo che ci manca.
se vuoi sarò gelido, ma non è nel mio carattere.


Permettimi pero' di avere i miei tempi.
Se mi fidassi istantaneamente di chi (a parole) mi dice che mi stima, mi apprezza e mi vuol bene, lascerei aperte certe porte che poi darebbero modo ai malintenzionati di introdursi in casa mia.
Ho bisogno di tempo. Tempo per osservare, capire, esaminare. Tempo per constatare la coerenza. Tempo per fidarmi. Il malintenzionato, con me, abbandona per stanchezza. E chi invece e' sincero, attende che sia io a sciogliermi.
Se poi in Italia vi fidate subito di tutto e di tutti, e vi sciogliete subito, e' affar vostro.

davide ha detto...

Pregiatissima Chiara,

"Se poi in Italia vi fidate subito di tutto e di tutti, e vi sciogliete subito, e' affar vostro."

Immagino che ogni riferimento (implicito) a Silvio sia puramente casuale.

Ciao Davide


giuseppe perani ha detto...

D'accordo, accetto i tuoi tempi e sarò coerente, cerco la tua fiducia.
Spero tu stia meglio, non mi era piaciuta la foto che avevi messo nell' "oggi mi sento un pò così...", da una donna che ha definito l'amore un cazzeggio ho avuto paura di una redenzione.
Quest'ultima è già meglio, è più da
Klára, o forse dell'immagine che vuoi dare.

ora mi sento più così e questo solo per te.

http://www.youtube.com/watch?v=SFObn6xe3UA

ciao Klára.

P.S. per Davide: siamo in casa di una signora, ricordalo per favore.

davide ha detto...

Caro amico Giuseppe,

"P.S. per Davide: siamo in casa di una signora, ricordalo per favore."

Ogni tanto mi piace farla un po' arrabbiare. E poi un pochino, sotto sotto, le piace sentir parlare di Silvio.

Ciao Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics