giovedì 10 gennaio 2008

4
comments
Il signor Bonaventura


Qui comincia l’avventura
del signor Bonaventura
che’ i fetenti in Internett
gli han rubato la ricett.

Narrerem di lui il passato
a partir da quando e' nato
e poi in tempo assai reale
l’avvenir multimediale.


Il signor Bonaventura racconta in giro di aver subito un grave affronto. Secondo lui degli infami avrebbero divulgato in internet delle notizie che lo riguardano e delle quali e' gelosissimo: la ricetta segreta per cucinare la pasta e fagioli senza le "codeghe".

Agitatissimo si reca dal suo avvocato: un noto professionista, celebre non tanto per la sua alta competenza giuridica quanto per il suo proverbiale fiuto. Ed infatti, quando il nostro eroe si presenta nell’ufficio del grande giurista, l'avvocato e' intento a "testare" con il naso il corpo del reato che gli e' stato consegnato da un suo cliente finito in prigione innocente perche' dei calunniatori lo avevano accusato di vendere farina al posto di borotalco, quando invece non si trattava ne' dell'una ne' dell'altro.

Egli e’ davvero un gran professionista, ma al signor Bonaventura non costa nulla perche' e' un suo amico.

Cosi’, tutto agitato e trafelato gli racconta l'accaduto cercando di spiegargli le cose in modo che seguano un filo logico.

Mentre Il signor Bonaventura racconta gesticolando di connessioni, IP, proxy, Brumm Brumm, Lucivelate, Piedi Neri e famigerate ex escort con le calze a rete che si fingono uomini, l'amico, l'avvocato, dice tra se' "questo e' scemo" e cerca di rassicurarlo.

"Stai calmo dai, adesso ti porto una bella tisanina calda, poi facciamo una bella cosa, io ti scrivo quella bella denunzietta e TU vai a portarla in questura che' sai oggi e' san Pisquano e festeggiamo l'onomastico del trisavolo di mia cognata quindi io proprio non posso. Intanto se vuoi assaggia un po' di questa farina e dimmi se ti sembra borotalco."

"Si' - dice lo sventurato - facciamogli il culo a quei bastardi!"

"Ma certo! Allora bevi la tua tisana e racconta con calma le cose"

Il meschino parla a ruota libera di misteri che non sono neri, ma che sono chiari, e che lo sono solo di notte, di 6 matti multinick torinesi, della fotografia di un salame che dice di aver dato solo al cognato dell'amico di sua cugina e che era uscita sul web senza che con photoshop lui avesse avuto modo di apportare le migliorie opportune e, soprattutto, racconta della ricetta della pasta e fagioli senza le "codeghe."

L'avvocato, anche se e' un idiota, fa piu' o meno quello che qualunque avvocato farebbe quando nel mezzo dell'attivita' piomba un rincoglionito con una storia del genere: cerca di trascrivere quello che lo scemo gli racconta tentando di limitare il piu' possibile la quantita' di stronzate e poi gli mette il pezzo di carta in mano e dice:

"Vai e presentalo in questura."

A quel punto, tutto pimpante, il signor Bonaventura va in questura. Aspetta i suoi 45 minuti.... forse un'ora... forse anche un'ora e mezza e mette la sua bellissima denunzia davanti ad un ispettore fresco di nomina, che vorrebbe essere altrove, ma che per dovere d’ufficio deve leggere quella cosa. Non capisce un cazzo. Gli chiede di spiegarsi meglio ed il signor Bonaventura fa il matto descrivendogli il complotto.

L'ispettore fa "aha'... hmh..." e gli dice:

"Si ma chi e' 'sta chiara che di notte e' nera come un mistero?"

Il tapino allora fa tutto uno sproloquio: nickname, avatar, calze a rete, velate come i piedi illuminati da una luce nera, brumm brumm...
L'ispettore risponde "aha'... hmh..." Alla fine, dopo una ventina di minuti, capisce che non c'e' speranza ed allora dice: "va bene, HO CAPITO TUTTO! Firmi qui". Infogna la denunzia sotto una pila di scippi in metropolitana, tentati stupri, scassinamenti di auto e lo manda via con un: "LE FAREMO SAPERE!"

Il signor Bonaventura finalmente soddisfatto, si reca nuovamente dal suo avvocato per raccontargli l'esito e gli chiede cosa dovra' fare da quel momento in poi.

L'avvocato, viene sorpreso mentre sta verificando l’impianto probatorio della gnocca di una cliente ingiustamente (ecchettelodicoaffa’) accusata di svolgere il mestiere piu' antico del mondo in difetto del permesso di soggiorno, del visto di entrata, eccetera eccetera.

Il professionista, che ormai non ne puo' piu', gli dice di stare tranquillo e pensa tra se' "... la denunzia rimarra' appesa per qualche settimana senza che nessuno se la inculi manco di striscio, infilata in un pacco insieme ad altre decine e decine di denunzie. Poi prendera' la strada della Procura della Repubblica. Qui verra' assegnata ad un PM che se ne sbattera' i coglioni perche' avra' mille altri fascicoli da seguire, dalle rapine, agli strupri, ai reati edilizi, ai vicini di casa che si mandano in culo e releghera' l’esposto a qualche ritaglio di tempo delegando le indagini a qualche poliziotto che non avra' alcuna intenzione di chiedere una consulenza, a 200 euro l'ora, di un perito informatico per individuare il proxy, l'ip, il provider, i cazzi ed i mazzi del computer di chi, secondo Bonaventura, avrebbe sottratto la ricetta della pasta e fagioli. Passati 6 mesi decidera' se archiviare tutto oppure chiedere una proroga sulle indagini preliminari su una denunzia che vaneggia di nani, ballerine, chiari, scuri, misteri e puttanate del genere: io mi gioco 5 grammi di neve che chiede l’archiviazione…"

L'avvocato, che vuol bene al suo amico e non desidera vederlo star male, spera che il PM proceda per l'archiviazione e congeda il signor Bonaventura dicendogli:

"Vedrai che la giustizia fara' il suo corso e presto rientrerai in possesso della tua preziosissima ricetta per la pasta e fagioli... a proposito... com'e' che la si prepara senza le codeghe?"

4 commenti :

davide ha detto...

Cara Chiara,

dopo aver letto il tuo post sono andato a leggere nell'immondezzaio
per vedere a cosa ti riferivi. Ho letto qua e là quello che dice un certo personaggio. Premetto che non ho capito molto di quello che ha detto, nè per cosa vuol fare una denuncia, ma se per caso si riferiva a me (cosa che non credo) quando parlava di un tuo amico, voglio solo dirgli che io non mi chiamo Sergio e non ho niente a che fare con la Telecom.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

A proposito di questo post

Un certo stefanobb scrive:

Leggete il blog di chiaradinotte e troverete il perchè oggi escortforum è stato attaccato da hacker.
Tutto studiato a tavolino l'unico problema però è che sono 4 galli da pollaio,tanto dilettanti quanto malati di mente però ora il vaso si è rotto e assisterete a uno spargimento di sangue.
Ladycleopatra e 6matt6,ora scrat,ma soprattutto e sopra di tutti illustre1966 e brummel preparatevi,una volta per tutte la pagherete.


Un certo warhol scrive:

Ma suvvia, non far così.A proposito mi aiuteresti a dipanare un mio amletico dubbio?Ma l'immondezzaio è Napoli o EF?Io credo che se proprio si debba parlare di monnezza, quella si trova un pò dappertutto e forse soprattutto in determinati luoghi, camuffati da pseudo cultura e saccenteria.


Io scrivo:

Buona sera frustrati-mediocri e/o mediocri-frustrati, come va? Sempre collegati con il mio blog, vedo :-) Mi fa piacere!
Mi fa piacere di rallegrare con i miei post insulsi le vostre “succose” serate zeppe di cultura, vita e divertimento :-)
Spero di vedervi ancora affacciati al mio blog e grazie per la pubblicita’ che mi fate.

Warhol ha detto...

Gentilissima Chiara, certo che leggo il tuo blog, che trovo anche molto interessante per certi versi, così come però leggo anche tante altre cose.Trovo interessanti anche tante cose da te scritte, se per queste ma, talvolta, mi è più difficile accettare la generalizzazione con cui metti indistintamente tutti nello stesso calderone, facendo di tutta l'erba un fascio, mentre credo che le persone andrebbero anche conosciute e non prendere per oro colato magari ciò che si sente in giro o che viene riferito da altri.Seguo sempre con interesse comunque il tuo blog.Grazie e buona giornata.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Seguo sempre con interesse comunque il tuo blog

Si' e' appunto cio' che supponevo. Mi sono infatti riconosciuta nella tua frase riguardante la "pseudo cultura e saccenteria". Spero che ti riferissi a me :-). Se e' cosi' sappi che ne sono felice in quanto non ritengo (infatti) che io e TE abbiamo una "cultura" similare :-)

Comunque ho visto che nell'immondezzaio e' gia' stato ripulito tutto.

Ahahah :-))) ripulire l'immondezzaio e' un ossimoro, ma a quanto pare e' cio' che avviene ogni volta che admin vede scritto un riferimento a me. Suvvia non trattatelo male. Lo sapete che gli vengono i sudorini freddi :-))

Buona continuazione di giornata. Vi auguro di stare immersi nella vostra m.... ehm, nella vostra CULTURA non pseudo completamente ... come dici spesso tu?... ah si, AVULSA da saccenteria :-))



PS: facendo di tutta l'erba un fascio, mentre credo che le persone andrebbero anche conosciute

Si infatti hai ragione. Dopo due anni che leggo le TUE (non generalizzo vedi?) str... ehm, PERLE di saggezza ancora non ho imparato a conoscerTi. Non finisci mai di stupirmi. :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics