giovedì 1 novembre 2007

3
comments
Alla dolce Alexia


Grazie perche', ogni tanto, chiamandomi "falco" mi fai sentire "importante". Io ti chiamo "falchetto" e scommetto che quando lo leggi sorridi.

Il discorso del "falco" e del "falchetto" e' nato in un momento in cui entrambe eravamo presenti ed attive in un certo luogo. Ricordo che il discorso verteva su Aleksej Maksimovič Peškov, meglio conosciuto come Maksim Gorkij ed in particolare su uno dei suoi poemetti brevi: Il canto del falco.

Nel racconto si fa riferimento all'incomunicabilita' esistente fra due diversi mondi, quello di chi vola e quello di chi striscia. Il tutto genero' una discussione che molti interlocutori non accettarono in quanto si sentirono trattati da striscianti biscie. Ovviamente loro volevano volare!

Poi, a seguito dei fatti che sai, tutto ando' cancellato insieme alla mia produzione forumistica. Fu un peccato poiche' del poemetto non esiste in internet una traduzione in italiano. Fui io a tradurla appositamente dal cirillico perche' tutti potessero averne una versione italica nel loro hard disk. Adesso tutto cio' e' andato perduto come lacrime ne... ehm... lasciamo stare le citazioni cinefile.

Comunque, da quel momento in poi, io per te sono "falco" e tu per me sei "falchetto". Solo per una ragione anagrafica, non certo perche' io voli piu' in alto di te.

3 commenti :

Dolce-Alexia ha detto...

Ciao Falco! :-)))
Una volta c'erano tempi diversi, quando potevamo divertirci nei certi luoghi, come quello dove ci siamo conosciuti. Ti ho studiato bene, sai, prima di entrare in contatto virtuale con te ;-)))
Beh, "Il canto del Falco" era la prima cosa che mi era venuta in mente. E da quel'momento sei solo Falco per me, con le cadute, ferite, ma sempre in volo alto.
Mi dispiace tantissimo che non c'e piu il post originale, scritto da te, lo cercato disperatamente anch'io...
E quanto sorrido, quando qualcuno non capisce perche ci chiamiamo "Falco e falchetto", non conoscendo il significato della loro provenienza :-))

Di chat non ho tanto da dire, perche non mi piace, neanche MSN(penso che hai capito...) Per me è una perdita di tempo. Non sarò quella io, quella vera,perche a me piace contatto fisico con una persona, per inquadrarla bene. La prendo come un gioco e nient'altro.Ho trovato il racconto divertente. Avendo poche esperienze chattando, posso solo dire che l'autrice dell racconto ha ragione. Il scopo principale:la scopata.

davide ha detto...

Cara Chiara,

anche se non ho quasi mai commentato gli articoli di Alexia, devo dire che ho sempre letto con piacere quello che scrive sul suo blog. Di fatto io commento con una certa regolarità solo il tuo blog e pochissimi altri, anche se leggo regolarmente circa una ventina di blog. Il tuo blog lo commento con una certa frequenza perchè per me interloquire con una persona intelligente come te mi aiuta a crescere e migliorarmi. A suo tempo Baudelaire, Gullich, Willico ecc. dissero, giustamente, che il tuo blog era un po' come una ginnastica per il cervello, un modo per mettersi in discussione e ripensarsi. Indipendentemente dalla nostra età, e tu sai quanti anni ho, credo che tutti noi dobbiamo metterci in discussione e fare tutto quanto è possibile per crescere e migliorarci: in realtà è vecchio solo chi crede di essere arrivato e perde la curiosità di imparare sempre cose nuove.

Non conosco il poemetto che hai citato sul falco e sulla biscia; comunque domani vedo il mio amico poliglotta - che conosce tutti i grandi scrittori russi meglio del Padre nostro - e mi farò raccontare questa storia.

Per quello che riguarda quanto hai scritto sulle chat e i forum non so cosa dire, perchè io adoro i blog però, stranamente, ho sempre provato una certa insofferenza sia verso i forum sia verso le chat. Per quello che riguarda i forum forse questo è dovuto al fatto che l'unico che ho frequentato, molto saltuariamente, è stato l'immondezzaio.

Tanti saluti dal tuo Davide

Baudelaire999 ha detto...

in effetti ho alle spalle un pò di chattate.. a periodi alterni.. e devo dire che il raccontino è troppo divertente..perchè descrive benissimo il popolo maschile (sarebbe bello avere ancheu na descrizione del popolo femminile delle chat.........).
In realtà oggi le chat sono noiose, quasi squallide..mentre a cavallo fra la fine del secolo scorso e l'inizio di questo secolo erano molto più divertenti e si trovavano anche persone "vere" e non attori di se stessi da quattro soldi e sfigati.
Ora l'evoluzione della chat è SL che però ha stravolto tutto e va molto oltre........

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics