martedì 30 ottobre 2007

47
comments
Diritti e doveri


Si puo’ scegliere di restare single e di non formare mai una famiglia. In questo caso si e’ liberi o libere di gestire la nostra vita sentimentale come meglio crediamo. Allorquando pero' ci prendiamo determinate responsabilita’ non possiamo farlo solo “formalmente”. Una persona matura, responsabile, corretta, coerente e degna di fiducia deve essere consapevole degli impegni che si prende di fronte a chi accetta di legarsi a lei o a lui nel vincolo matrimoniale.

Formare una famiglia non e’ obbligatorio. Non e’ un atto dovuto e predestinato fin dalla nascita. Si puo’ decidere di accettarla o di rifiutarla. E' una scelta, ma in ogni caso non si puo’ prendere di essa solo cio’ che fa comodo rifiutando cio’ che non aggrada.

So che faro’ arrabbiare qualcuno che mi legge, ma il codice civile italiano non l’ho scritto io. Il matrimonio e’ un vero e proprio contratto in cui le persone, nel pieno possesso delle loro facolta’ mentali ed in presenza di testimoni, accettano determinati diritti e doveri.

ARTICOLO 143: Diritti e doveri reciproci dei coniugi.
Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l'obbligo reciproco alla fedeltà, all'assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione. Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia.

Ho evidenziato in grassetto il punto che e’ stato oggetto di discussione accanita fra me e chi invece sosteneva che erano “perdonabili” alcune scappatelle dall’ambito coniugale.

Possibile che ci sia chi, quando fa comodo, non si ricordi neppure di cosa ha firmato?

47 commenti :

sissy ha detto...

dichiaro di essere uno stronzo traditore.
firmato sissy

avrò le attenuanti?

illustre1966 ha detto...

Lo sapevo che dovevo leggere anche le scritte in piccolo..... ;-)

illustre1966 ha detto...

P.S. Però posso sempre invocare la semi infermità mentale.....no?

Dolce-Alexia ha detto...

Ciao Falco. E possibile tutto. Certo, una persona può decidere anche non sposarsi e avere dei figli e convivere con il compagno, senza una firma. Ma sappiamo che maggiorparte delle donne desiderano che sia tutto ufficiale, si sognano in abito da sposa, dicendo che nella vita si sposa solo una volta. Poi, arriva l'amnesia matrimoniale.
A volte ci sono anche interessi in mezzo, nel caso di divorzio. Mica sono sceme!:-))

Flyingboy ha detto...

Hmmmm…. Brava. Non posso che essere più che d’accordo.

Comunque, Io approfondirei il discorso che alla fine ogni rapporto umano dovrebbe essere basato (almeno tra le persone che si vogliono bene) sulla reciproca sincerità.

Come giustificare “una scampanella” di un marito (stress sul lavoro, qualche bicchiere in più, voglia di trasgredire, di provare “qualcosa di nuovo”, ………………….(inserire a volontà, tanto tanti lettori qui avranno la loro giustificazione con copyright))….
E poi vieni in letto dalla donna che “ami” la baci sulla guancia e li dici “Amore! Che giornataccia in ufficio. La piccola come e andata al esame?”

E la mattina dopo si incazzeranno (uauuuu! Controllo ortografia mia ha messo la doppia z, grande sig. Gates) se non trovano la camicia stirata!!

Maperfavore. Lófasz a valagadba. E poi magari discutono e moralizzano sui problemi del mondo e di religione!


PS: Avevo fatto una scampanella sul EF per vedere cosa mi sto perdendo. Ho vomitato fino alé 3 di mattina. Sono ancora un po’ acidino. Se non pubblichi questo post lo carpirò.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

sissy ha detto...
dichiaro di essere uno stronzo traditore.
firmato sissy

avrò le attenuanti?


Scherzare su certe cose lo ritengo infantile oltreche' ipocrita.
Un contratto e' un contratto. Chi e' inadempiente deve pagare... ed anche salatamente.
Vedo come molti maschietti si infervorano quando sono loro ad essere "turlupinati" perche' (ad esempio) la loro assicurazione o la loro banca non rispettano determinati accordi. Mi pare che questa inadempienza sia ben piu' grave.
Non si risolve con un sorrisino ebete e con una frasetta idiota. Una persona dovrebbe seriamente guardarsi dentro e vederci tutta la propria scorrettezza.

illustre1966 ha detto...
Lo sapevo che dovevo leggere anche le scritte in piccolo.....


Vale per te quanto sopra scritto a sissy. Inoltre l'ufficiale di stato civile cita gli articoli del codice ad alta voce (che sono solo 3). Quindi oltre che cieco avresti dovuto essere anche sordo... Ah gia' dimenticavo la semi infermita' mentale ma in questo caso il tuo posto naturale dovrebbe essere una clinica :-)
Sinceramente noto battutine idiote solo da parte di maschi. Quasi a voler esorcizzare cio' che loro sanno benissimo: di non essere affidabili.
Per questo motivo le donne fanno bene a non prenderli mai sul serio e a tutelarsi sempre.

Dolce-Alexia ha detto...
Ciao Falco. E possibile tutto. Certo, una persona può decidere anche non sposarsi e avere dei figli e convivere con il compagno, senza una firma. Ma sappiamo che maggiorparte delle donne desiderano che sia tutto ufficiale, si sognano in abito da sposa, dicendo che nella vita si sposa solo una volta. Poi, arriva l'amnesia matrimoniale.
A volte ci sono anche interessi in mezzo, nel caso di divorzio. Mica sono sceme!:-))


Le donne fanno bene a tutelarsi. In Italia ci sono (dicono le statistiche) ben 9.000.000 di uomini che sono soliti recarsi dalle prostitute. Uomini, non donne.

Inoltre esistono forum ed ambienti specifici per uomini che sono soliti recarsi da prostitute. Uomini non donne.

E' risaputo che gli uomini prendono alla leggera il discorso della fedelta' quando sono loro a tradire salvo fare STRAGI quando vengono traditi.

Secondo me non si rendono conto che prendersi un impegno e firmare un contratto con clausole chiare e ben specificate e' una cosa seria e non da prendere alla leggera.

Esistono forme alternative di "unione" fra due persone in cui certe clausole possono essere "concordamente" evitate. Perche' non utilizzano quelle?

Cara falchetto, io e te ne abbiamo conosciuti. Tu non sai che mento quando dico che moltissimi di loro parlano delle loro compagne come se fossero delle stupide sguattere ingaggiate solo per badare alla casa ed ai figli.

Moltissimi sono immaturi, superficiali, privi di qualsiasi attributo "virile". "Virile" inteso come sinonimo di "forte", "deciso", "affidabile", "sincero" e tutto cio' che di positivo la cultura maschilista ha voluto assegnare a questo termine.

Personalmente mi sono trovata a discutere di questo argomento con uomini e con donne ed ho notato una diversita' di approccio alla problematica: mentre le seconde affrontavano dialetticamente il discorso in modo serio, i primi si destreggiavano in voli pindarici ed atteggiamenti canzonatori tipici di menti adolescenti.

E questo la dice lunga.

illustre1966 ha detto...

@chiara: mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa

Così va bene? :-D

Nel giudizio universale, oltre alle seghe, non si potrebbero condonare anche le corna?

Puoi chiedere per favore?....

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Flyingboy ha detto...
Hmmmm…. Brava. Non posso che essere più che d’accordo.


Accetto il complimento perche' so non provenire da persona che lo utilizza per secondi fini.

illustre1966 ha detto...
@chiara: mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa

Così va bene? :-D

Nel giudizio universale, oltre alle seghe, non si potrebbero condonare anche le corna?

Puoi chiedere per favore?....


Illustre, tu scrivi i post nel tuo blog per "dire" qualcosa a chi ti legge. Ebbene credo di aver colpito il bersaglio. Da questo punto in poi qualcuno farebbe bene a stamparsi bene in mente QUELLA FRASE contenuta nell'articolo 143 del c.c. ed ogni volta che si trovera' a scherzarci sopra con la devochka di turno dovra' ricordare che ha firmato un impegno preciso e che l'inadempiente e' lui.
Posso anche prendere la palla al balzo per dire che come persone sono molto piu' corrette e degne le escort che decidono di restare sole per esercitare il loro mestiere, di tante donne che si sposano solo per convenienza pretendendo tutti i diritti dimenticandosi poi dei loro doveri.
Ma le escort in questo caso sono anche piu' corrette e degne dei loro clienti e quest'ultimi dovrebbero evitare qualsiasi commento riguardo ad ogni discorso morale che le riguardi, in quanto loro per primi risultano dei premeditati inadempienti e turlupinatori morali.

Flyingboy ha detto...

Le solite str….e. “giudizio universale” e una invenzione per i peccatori. Ognuno nella vita e libero di fare quello che vuole fino a che non usufruisce della liberta dei altri.

Il “giudizio universale” risiede in ognuno di noi. E basta con ste storie di Dio, Buddha, Allah, inferno e paradiso. Il “giudizio universale” si proietterà nelle persone con qui abbiamo d’affare.

Ripeto. (allego il link per i lettori … cazzo… in wiki italiano non ce niente…)

Mahhh… vado fuori a fumare. Forse ci passo per toilette e mi taglierò il pene … ma che vergogna essere un maschio .

Flyingboy ha detto...

eratta corige:

Rispetto . (allego il link per i lettori … cazzo… in wiki italiano non ce niente…)

scritto in furia...

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

ma che vergogna essere un maschio

Nessun maschio coerente, corretto, affidabile, sincero, forte... virile dovrebbe vergognarsi di cio' che e'.

E le donne perdono la testa per tali maschi.

Poi ci sono quelli che "vogliono apparire" virili ma sanno di mentire...
Questi pisquanoidi credono pure di darla a bere sperando che la donna che hanno di fronte non si accorga della loro millanteria e del loro "ququaraquanismo" cronico.

sissy ha detto...

hai ragione Chiara, sono stato scorretto, in effetti non sono sposato... pur restando uno stronzo traditore.
ciao

niente attenuanti ho capito.
Punizione esemplare...
eh ragazzi qui se salta il CdA sono amari...

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

sissy ha detto...
hai ragione Chiara, sono stato scorretto, in effetti non sono sposato... pur restando uno stronzo traditore.
ciao


Se non hai firmato clausole nessuno puo dirti nulla. Resta un fatto privato fra te e la persona che tu ritieni di aver tradito.
Il mio post e' solo per coloro che pur avendo stabilito un accordo preciso DI FRONTE ALLA LEGGE, lo disattendono continuamente creandosi una marea di giustificazioni.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Errata corrige: Al posto di "Tu non sai che mento " nella risposta ad Alexia volevo scrivere "Tu sai che non mento".

sissy ha detto...

Personalmente mi sono trovata a discutere di questo argomento con uomini e con donne ed ho notato una diversita' di approccio alla problematica: mentre le seconde affrontavano dialetticamente il discorso in modo serio, i primi si destreggiavano in voli pindarici ed atteggiamenti canzonatori tipici di menti adolescenti.

E questo la dice lunga.
------

Questi sono i -siamo noi- maschi.
Alternative?
Proposte?

Flyingboy ha detto...

ma che vergogna essere un maschio

Era solo il modo di accentuare in modo pittoresco la mia opinione confronto i certi ragionamenti. Tanto…Johnny mi guardava con quei occhi pieni di empatia che non avevo il cuore di farlo 

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Toh!, manco a farlo apposta nell'immondezzaio e' stato aperto un 3D in cui si discute di argomento correlato:
http://www.escortforumit.com/forum/t/99078
Solo che le risposte sono talmente idiote che sembrano date da dei dodicenni.
Ecco qui alcune perle di saggezza:

Ridley scrive: Temo tu abbia un visione un poco strana del matrimonio, scusa ma dove sta scritto che non puoi fare un giro in auto o fare i cazzi tuoi per 10 minuti?

Ferro969 risponde: da nessuna parte, è una consuetudine...e pertanto sta alla fine delle fonti del diritto....cioè non hai diritto a farti i cazzi tuoi!!!
almeno questo è quello che posso dire per esperienza personale..


Cioe' questi se ne STRABATTONO del diritto... Oppure non lo conoscono. Sono ignoranti.
Salvo che poi si lamentano se una escort promette loro determinati servizi e poi li manda in bianco denunciandola di inadempienza.

sissy ha detto...

Il mio post e' solo per coloro che pur avendo stabilito un accordo preciso DI FRONTE ALLA LEGGE, lo disattendono continuamente creandosi una marea di giustificazioni.
------
Alé...
APPROPRIAZIONE INDEBITA DI POST...
posso chiamare il mio avvocato?

(è un commissariato non un blog! ;-)

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Suvvia sissy, non agitarti tanto. Questo post un po' fastidioso e' solo per riempire in attesa del pezzo forte che sto scrivendo: il IV episodio di "Io e Olga".

Dopotutto sono quelli i post che vi piacciono no?

Un po' d'erotismo mischiato a confidenze e qualche lesbicata, in cui ciascuno si puo' immaginare la Klaretta immersa in scenari che la riportano alla vera dimensione che ogni donna dovrebbe avere: un giocattolo parlante.

D'altronde Sherazade ha fatto scuola. Grazie alle sue storie di fantasia e' riuscita a restare viva.

illustre1966 ha detto...

@chiaretta: ti ho risposto, ma sul MIO blog.... ;-)

Ciao "anima" penetrabile :-D

Dolce-Alexia ha detto...

Al matrimonio di due menti non sarò certo io
a trovare impedimenti: non è amor l’amore
che cambia quando trova un cambiamento,
che si allontana quando l’altro si allontana.
O no: è un faro fisso per sempre,
che guarda la tempesta senza esserne scosso;
l’amore è la stella di ogni nave vagabonda
e il suo valore è ignoto, per quanto il sestante la misuri. Non è zimbello del tempo, sebbene rosse guance e labbra
finiscano per piegarsi alla sua falce che gira;
l’amore non cambia in brevi ore o settimane,
ma tiene la rotta fino all’orlo del Giudizio: se qualcuno dimostra
che tutto ciò è sbagliato,
allora è vero, io non ho mai scritto, e nessun uomo ha mai amato.

William Shakespeare

sissy ha detto...

Suvvia sissy, non agitarti tanto. Questo post un po' fastidioso e' solo per riempire in attesa del pezzo forte che sto scrivendo: il IV episodio di "Io e Olga".
Dopotutto sono quelli i post che vi piacciono no?
---

UN PO' FASTIDIOSO... Commissario K?!?

cmq non mi agito.. sono abituata
ma prima di introdurre certi topic per riempire
ci vogliono le prove.. e noi abbiamo tutti un alibi di ferro :-)
Poi io Olga non la conosco e i miei gusti sono altri.. ma delle mie preferenze non ne parlo qui in commissariato... neanche sotto tortura :))

..e quel grosso manganello non mi fa paura..

Dolce-Alexia ha detto...

chiara di notte ha detto...
Inoltre esistono forum ed ambienti specifici per uomini che sono soliti recarsi da prostitute. Uomini non donne.

Beh, se non ci fossero i puttanieri, non ci saranno neanche le prostitute :-)))
E qui, purtroppo non posso prendere la parte di nessuno. Tante donne preferiscono che un uomo va da una a pagamento, invece di farsi una amante. Su questo argomento ho parlato su mio blog
http://la-dolce-alexia.blogspot.com/2007/10/meglio-lamante-o-la-escort.html

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Dolce-Alexia ha detto...

Beh, se non ci fossero i puttanieri, non ci saranno neanche le prostitute :-)))


Pensa che c'e' chi asserisce che i puttanieri ci sono a cause delle donne che sono "spontaneamente" puttane.
Nasce prima l'uovo o la gallina?

E qui, purtroppo non posso prendere la parte di nessuno. Tante donne preferiscono che un uomo va da una a pagamento, invece di farsi una amante.

Cara falchetto il post non era se e' meglio una escort o un'amante. Il post verte su come gli uomini "tradiscono" anche in presenza di regole chiare e condivise.
Secondo te c'e' da fidarsi? Secondo me no. Una escort, a differenza di chi non e' solita accompagnarsi con costoro, sa bene con che razza di pusillanimi a volte si trova a relazionare.
Mai ricevute "PROPOSTE dai clienti sposati? Mai sentite parole d'amore da fedifraghi in libera uscita?
Come fa una donna a tutelarsi e a non fare la fine che hanno fatto le loro "non fortunate" compagne?
Basta la parola di chi non riconosce neppure la propria firma?

sissy ha detto... CUT

Ciao, sei sempre attivissimo nei forum che parlano di prostitute vedo... Non sto bluffando. :-)
Ci conosciamo (virtualmente) abbastanza bene per cui so riconoscerti anche dietro la mascherina che usi adesso. :-)
E non offendere la mia intelligenza cercando di negare. Sei palese. :-)

guggenheim ha detto...

Cassazione civile, sez. I, 3 gennaio 1991, n. 26
Mariani c. Pagnoncelli
Giust. civ. Mass. 1991, fasc. 1
Foro it. 1991, I,1134.

Fedelta'
Codice civile (1942) art. 151
LS 19 maggio 1975 n. 151 art.212 L.
Ai fini dell'addebitabilità della separazione personale, il comportamento del coniuge che sia idoneo ad evidenziare anche agli occhi dei terzi la sua infedeltà costituisce di per sè, a prescindere dall'effettiva ricorrenza dell'adulterio, causa di menomazione della dignità dell'altro coniuge e, quindi, violazione dei doveri derivati dal matrimonio.

__________________________________

Tribunale Monza, 15 marzo 1997
R.M. c. L.P.
Famiglia e diritto 1997, 462 nota (ZACCARIA)


Diritti e doveri dei coniugi fedelta'
La violazione da parte di un coniuge dell'obbligo di fedeltà non fa sorgere nell'altro coniuge il diritto al risarcimento dei danni nei confronti del terzo partecipe del rapporto adulterino; non sussiste, infatti, nei terzi un dovere di astensione da ogni interferenza nella vita familiare dei coniugi.

___________________________________

Cassazione civile, sez. I, 3 gennaio 1991, n. 26
Mariani c. Pagnoncelli
Giust. civ. Mass. 1991, fasc. 1
Foro it. 1991, I,1134.


SEPARAZIONE DEI CONIUGI Fedelta'
Codice civile (1942) art. 151
LS 19 maggio 1975 n. 151 art.212 L.
Ai fini dell'addebitabilità della separazione personale, il comportamento del coniuge che sia idoneo ad evidenziare anche agli occhi dei terzi la sua infedeltà costituisce di per sè, a prescindere dall'effettiva ricorrenza dell'adulterio, causa di menomazione della dignità dell'altro coniuge e, quindi, violazione dei doveri derivati dal matrimonio.

sissy ha detto...

K ha detto..
E non offendere la mia intelligenza cercando di negare. Sei palese. :-)

offendi pure la mia... credo di aver perso il controllo se sto scrivendo altrove senza averne coscienza... oh mammmamia son diventato anche multinick!!!

sissy ha detto...

K ha detto..
per cui so riconoscerti anche dietro la mascherina che usi adesso. :-)
Sei palese. :-)
--

figata.. :-/
come avere un sosia in giro... c'è sempre da augurarsi che sia una persona per bene e non un delinquente...
certo se il sosia fosse affascinante e seducente magari ti citofona la Bellucci...
'Caro...sei stato fantastico stanotte!' :))

Posso guardarmi allo specchio col mio Walter Ego?
senza offesa ne'...

Dolce-Alexia ha detto...

chiara di notte ha detto...
Secondo te c'e' da fidarsi?

Fidarmi? Mai!
Faccio finta di essere scema e aspetto il momento giusto per mordere :-))
Mi ricordo una volta avevo detto ad un mio compagno, che cercava di fare l'uomo perfetto: "Senti, non mi piace quando mi promettono le "montagne d'oro". Quindi, ti prego di astenerti."

Flyingboy ha detto...

Come la vedo io:

Beh, se non ci fossero i puttanieri, non ci saranno neanche le prostitute :-)))

Ci sono anche tanti bar che vendono alcolici. Ad ogni angolo e anche di giorno.
Ce gente che ci va, si beve una o due birre e torna a casa a piedi. E ce gente che ne beve 5 birre sale in macchina e ammazza per strada povera gente.
Ma e colpa dei baristi????

La questione e come ognuno di noi porta la responsabilità dei sui atti. E quanto in quelli pensa a come suoi atti possono interferire con le altre persone.

Sono i nostri atti e il nostro comportamento verso certe situazioni che ci definiscono come persone (il nostro cratere) e non parole che in certi ambienti ano meno peso di una piuma di gallina.

Per essere più preciso sull’ argomento:
-Un single, divorziato senza impegni con la escort: Non vedo niente di male.
-Uno con impegni (moglie, fidanzata – che per me la firma o no (Бума́га всё сте́рпит. ) rispetto a impegni sentimentali non fa nessuna differenza). Lei: E il suo lavoro. Lui …. Mi sono già spiegato prima….. E chi li da il diritto di sprecare tempo di povera creatura che li ha dato la fiducia sposandoti “nel bene e nel male”. Se ha la FIDUCIA E BENESTARE della compagna e un altro discorso.
-Sul discorso di GFE con i clienti sposati sto ancora creando un opinione. Comunque per il momento negativa.

davide ha detto...

Cara Chiara,

condivido il 100% di quanto hai scritto. Anzi secondo me per vincolare delle persone non serve un "contratto" formale, ma la parola che si è data. Quando ci si impegna, non importa con chi, bisogna sempre rispettare la parola che si è data. Credo che il tradimento, se intenzionale (io sarei disposto a perdonare alla mia donna un momento di debolezza: purchè sia stato in buona fede), sia la cosa più ignobile per una persona. Non per niente Dante, giustamente, nel punto più profondo dell'inferno ha messo i traditori: lucifero, giuda, bruto, cassio, ecc.

Tanti saluti dal tuo Davide

gullich ha detto...

post interessante, finito in una serie di rivoli multiformi e non sempre pertinenti.

trovo il tema centrato, anche se sbilanciato. non è solo il maschio che tradisce: la mia esperienza professionale mi suggerisce che non è il genus che conta nel tradimento... se non per quel che attiene ai modi.

trovo penose le risposte goliardiche, evidenziano una pochezza che non fa onore... forse esprime un retaggio culturale in cui il maschio che tromba è ganzo e la donna che tromba è troia... ma se i maschietti tendono a far passare questo messaggio finisco per solidarizzare con chiara quando invoca un cambio di CdA... :o)

credo che il tradimento sia comunque un crimine, che attenga ad una unione istituzionale o meno, e da chiunque perpetrato. dieri, in più, che forseèprima di tutto una sconfitta verso se stessi (ed io sono uno che ha tradito e che è stato tradito).
credo anche che sia un fatto molto intimo e privato: il banalizzarlo e lo sbandierarlo da parte di molti maschietti come attività prode - specie su un forum di escort - mi fa semplicmente pensare al circolo dellapesca... non ad uno specchio del reale.

ho conosciuto donne (non nella mia veste di uomo, ma di professionista) cui andrebbe una laurea honirs causa in tadimentologia, con una raffinatezza ed una ferocia che non apparterrebbe mai a nessun maschio... ed ho conosciuto idioti che si sarebbero trombati anche il cassonetto dll'immondizia ritenendolo lecito laddove la moglie non veda.

il fatto che vi sia un art. 143 c.c. amio avviso incide assai poco.

Costoro (uomini e donne) forse non hanno compreso non solo i doveri nascenti dal matrimonio ma neanche i preuspposti basilari di una unione fra esseri viventi... sia essa tutelata o meno dall'ordinamento. e se erano davanti ad un altare più che alla lettura degli articoli pensavano al rinfresco, al pranzo, al viaggio... quando non a chi si sarebbero trombati due giorni dopo (e non è un esempio a caso, coppia rientrata ciascuno con i propri mezzi dal viaggio di nozze).

forse è per quello che preferisco, oggi, vivere da solo.

regards

wgul

sissy ha detto...

la natura: ne parliamo?
la natura ha dato al maschio il compito di andare in giro a spruzzare dovunque ci sia una femmina.
Alla femmina ha dato il compito di selezionare il migliore spruzzatore... e il modo più efficace di farlo è allontanarli tutti... solo il più forte riuscirà.

Ora c'è un problema: se il ruolo della femmina è compatibile con le leggi e la morale, il ruolo del maschio lo è assai meno.

Questo non assolve il maschio dal violare il contratto sottoscritto ma dovrebbe valergli perlomeno le attenuanti.

...Vostro Onore ho terminato :-)

Bibi ha detto...

Primo commento on topic.

Argomento interessante di cui si

era già discusso se non ricordo

male in altra arena o che cmq era

stato in parte accennato.

Ho tradito e probabilmente non

sono mai stato tradito.

Giustificazioni? Nessuna.

Posso solo dire che tutte le colpe

hanno una pena e che se uno la

sconta,può tornare nella società

civile.

Aggiungo anche che ci sono valenze

diverse di tradimento, almeno per

me.

Ho tradito fisicamente ma mai con

altre parti del corpo e men che

meno dell’anima. I contratti? Non

servono a nulla Chiara; la sola

cosa che conta è la parola, il

proprio impegno, quello che una

volta si chiamava onore.

Peccato che oramai siano cose che

non esistono più ed allora si

ricorre ai “contratti” che però

vengono infranti come da copione.

a.y.s. Bibi

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

gullich ha detto...
trovo il tema centrato, anche se sbilanciato. non è solo il maschio che tradisce: la mia esperienza professionale mi suggerisce che non è il genus che conta nel tradimento


Mai detto il contrario. Se leggi attentamente nel preambolo ho scritto: "Si puo’ scegliere di restare single e di non formare mai una famiglia. In questo caso si e’ liberi o libere di gestire la nostra vita sentimentale come meglio crediamo."

Mi riferisco pertanto a entrambi i generi e in tutto il mio post parlo di "persone" e non di uomini o di donne.

Cio' che invece imputo agli uomini e' la "goliardizzazione" e cioe' il minimizzare la gravita' del tradimento, e dai commenti cio' e' evidente.

Kamavirya ha detto...

Mi associo al commento di Gullich, che quoto al 100%.

Ritengo che alla base di una solida unione ci debba essere fiducia reciproca (quindi basata sulla sincerità) e rispetto, condizioni NECESSARIE e non sufficienti per crescere insieme.

Non riesco a trovare nessun tipo di giustificazione o attenuante nel TRADIMENTO...tutt'altro! In qualità di "essere senziente" trovo piuttosto che questo comportamento costituisca un'aggravante.

Un minimo di coerenza, onestà e anche di coraggio consentirebbe a tante coppie di capire se la loro unione è giunta al capolinea.

Ma anche questa è utopia! ;-)

KAM

Bibi ha detto...

Secondo commento forse meno OT.

"sissy ha detto...
la natura: ne parliamo?
la natura ha dato al maschio il compito di andare in giro a spruzzare dovunque ci sia una femmina."

Ti consiglio una lettura più

attenta del bigino di Cecchi

Paone sulle abitudini dei macachi.

Quello che hai descritto è il

comportamento di un cane o di un

altro qualsiasi animale e se ti ci

riconosci..beh..son problemi tuoi

non della razza umana.

a.y.s. Bibi

P.S. e con questo mi son fatto

un altro "amico".....

A-Woman A-Man ha detto...

Nell'apoteosi del libero mercato, c'è di tutto di più. Se vuoi pui andare in supermercato e trovare otto tipi di assorbenti interni per ciascuna taglia/tipo di flusso, cinquanta tipi di shampoo, centinaia di automobili per segmento.

E nel "mercato" delle relazioni sessuali (Marx parlava della coppia in maniera molto pratica, come una forma di contratto economico con un dare ed un avere) c'è l'asfissia totale, c'è il dirigismo statalista totale.
Una domanda variegata, l'offerta rachitica, asfittica, ingessata, ridotta ad un solo ed unico prodotto.

La monogamia NON esiste, è una depravazione deprivazione culturale. Tant'è che varie proposte sono state derise (sempre abbondante il riso sulla bocca degli stolti), inerenti, ad esempio, al matrimonio a tempo che è una delle forme possibili di relazione di coppia. Basti considerare l'ipocrisia cattoitaliota (ma è problema non solo italiano e non solo cattolico) che si accanisce contro ogni forma di patti di convivenza, una vera e propria omissione giuridica, un baluardo ideologico che tenta di far fronte ad un fenomeno che interessa milioni di persone, che sono assolutamente consapevoli che solo alla fine dell favole c'è il "per sempre".

La fedeltà NON esiste.
E il matrimonio, che è semplicemente la gabbia dorata che fa morire l'amore di inedia è un ergastolo.
E infatti le persone tentano regolarmente di fuggire.
Ma invece di impegnarsi a smantellare la prigione, si limitano a fuggire e a ritornarvi.

Il diritto ora riflette questa dissociazione culturale e offre un'unica istituzione che è del tutto anacronistica.
Pensa che una coppia aperta, o una coppia scambista, anche se sposati, sarebbero passibili di azione legale perché violano, come è specificato, il vincolo di fedeltà monogamica (v. sopra).

Non c'è sciocchezza più grande di non voler vedere la realtà.

duval ha detto...

Siamo certi che il termine fedeltà, in questo contesto, sia riferito ad un comune sentire in ognuno di noi che qui ne discutiamo?

Siamo certi che andare a scopare fisicamente (contratto disatteso) sia moralmente molto diverso dall'andare a scopare mentalmente (contratto rispettato)?

Se nel sonno sogno di scopare Chiaraescort sono innocente, se scopo la compagna pensando che sia Chiaraescort sono giustificabile, se scopo Chiaraescort sono condannabile?

E la coerenza? Assoluta o percentuale?

Se l'unica incoerenza della mia vita fosse il mancato pagamento del canone RAI senza privarmi del televisore sarei comunque un incoerente?

E il contratto? Assolutissimamente assoluto? Molte polizze assicurative hanno durata anche decennale: è un contratto sottoscritto dal contraente in maniera libera e consapevole; tuttavia il D.L. 31.1.2007 n.7 Bersani Bis stabilisce che "per i contratti stipulati prima del 3 aprile 2007 la facoltà di recesso può essere esercitata con un preavviso di 60 gg., a condizione che il contratto di assicurazione sia stato in vita per almeno tre anni".

Fedeltà, coerenza, contratti ... sabbie mobili.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@ Sissy: Questo non assolve il maschio dal violare il contratto sottoscritto ma dovrebbe valergli perlomeno le attenuanti.


E le attenuanti varrebbero inversamente nel caso invece si stabilisse che le donne (come affermano in certi ambienti di luminari che anche tu frequenti) son tutte puttane?

No, non mi convinci.
Non esistessero altre forme di accordo ed esistesse SOLO il matrimonio forse potresti avere un briciolo di ragione. Ma non e' cosi'.

Perche' vi sposate? Questo mi domando (e lo dico anche alle donne).

Gia' un'unione di fatto e' per me estremamente vincolante per cui mi domando: perche' aumentare il vincolo con un vero contratto che preveda codici e cavilli sulla fedelta'?

Perche' l'assurdo e' che quei codici e cavilli che vengono sottoscritti, quasi nessuno poi li rispetta. Anzi ci si scherza su in modo goliardico.

Allora a questo punto dico: "se non si rispettano tali codici e cavilli cosi' importanti perche' dobbiamo rispettare quelli relativi ad altri tipi di contratto?"

Il messaggio che si da' alle nuove generazioni, NON RISPETTANDO le clausole quando queste sono state liberamente e concordemente decise, non e' un messaggio positivo. Un padre o una madre che si comportano in tal modo creano un "precedente" e non saranno i giocattoli o le gite familiari sul lago che li renderanno "meno colpevoli" di fronte a chi da loro desidererebbe avere un modello di correttezza e coerenza.

Ovviamente c'e' chi poi si rende conto di aver sbagliato a firmare. Ok questo lo ammetto. E' possibile. Anche se e' inconcepibile che cio' riguardi la maggioranza della popolazione coniugata. Come in effetti e'.

In tal caso comunque esiste una forma per recedere dal contratto che si chiama divorzio.
Solo che spesso e' proprio chi tradisce che lo rifiuta e accampa come alibi tutta una serie di motivazioni che sono a mio parere "faziose" e finalizzate a mantenere uno status quo: chi continua a tradire e chi continua ad essere tradito.

In alternativa al divorzio (se una persona non vuole arrivare a tanto)dovrebbe esserci la presa di coscienza di aver fatto qualcosa di veramente brutto. Un'ammissione di responsabilita'. Una confessione che metta l'altra persona in grado di poter decidere conoscendo i fatti per intero. L'accettazione della decisione di chi e' stato tradito.

Invece no: l'alternativa al divorzio e' continuare come sempre e come se niente fosse.

Tutto cio' lo trovo aberrante. Rifletto e mi dico: io ne sono fuori. Sono puttana, cinica, impenetrabile, antipatica, insofferente, tutto cio' che volete ma ne sono fuori. E non ne sono fuori perche' gli uomini spruzzano e le donne sono spruzzate. Ne sono fuori per una scelta ben precisa.

A-Woman A-Man ha detto...

> Quasi a voler esorcizzare cio' che loro sanno benissimo: di non essere affidabili.

> Il post verte su come gli uomini "tradiscono" anche in presenza di regole chiare e condivise

Chiara. Credo che tu abbia un discreta banco di salumi sugli occhi.
Le donne sposate tradiscono quanto gli uomini. Attribuisci un problema al genere invece che alla natura umana. Tu hai un vissuto particolare, intuisco che la maggior parte della tua ex clientela sia stata di maschi fedifraghi. Non penso che le donne "avventurose" siano venute da te. Quindi, hai un osservatorio di parte. Basta essere consci che la realtà non si vede affatto bene da un unico punto di osservazione.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@A-Woman A-Man: Le donne sposate tradiscono quanto gli uomini

Se tu ritieni di avere una visione piu' ampia della mia non discuto. Secondo il mio punto di vista, che si basa non solo sulla quantita' di clienti avuti ma anche sulla frequentazione di tante donne (quasi tutte molto puttane dato che erano e sono escort) oltre che sull'esperienza personale mia e della mia famiglia nonche' di amici e conoscenti, posso dire di non essere d'accordo con te: le donne rispettano molto di piu' qull'art. 143

Io non ho mai visto un forum di donne in cui si scambiano indirizzi e numeri di telefono di "stalloni" da scopare. Perdonami ma non l'ho mai visto. Puo' essermi sfuggito e se hai l'indirizzo gradirei averlo.
Inoltre se giro di notte in determinate zone della citta' non vedo file di auto guidate da donne in cerca dei ragazzini rumeni. I ragazzini rumeni ci possono anche essere ma le auto sono comunque guidate da uomini.
Non credere che non abbia frequentato club di scambisti. Non ho mai gradito farlo per diletto ma per lavoro mi e' capitato molte volte. Anche li', nella maggioranza dei casi, sono soprattutto gli uomini che ci portano le donne. Molti ci portano prostitute (non per nulla io venivo pagata per andarci) per poterle scambiare con le mogli altrui, che spesso non sono che altre prostitute spacciate per mogli. Poi ci sono le coppie PAGATE dal locale (e tu lo sai) che servono a farlo apparire frequentato.

La fedeltà NON esiste.

Non esiste per te. Per me esiste :-)


@Duval: Se nel sonno sogno di scopare Chiaraescort sono innocente, se scopo la compagna pensando che sia Chiaraescort sono giustificabile, se scopo Chiaraescort sono condannabile?

Per me saresti condannabile sempre. C'e' solo un caso in cui non lo saresti e cioe' nel caso in cui tu scopassi materialmente ma non mentalmente Chiaraescort e lei ti pagasse. Ma come sai anche questa e' utopia :-)


@ KAM: Un minimo di coerenza, onestà e anche di coraggio consentirebbe a tante coppie di capire se la loro unione è giunta al capolinea.

Esattamente cio' che dico io.

Kamavirya ha detto...

@Duval -> Se l'unica incoerenza della mia vita fosse il mancato pagamento del canone RAI senza privarmi del televisore sarei comunque un incoerente?

Forse lo saresti nel momento in cui, anzichè privarti del televisore (il mero possesso dell'elettrodomestico non penso che farebbe certo di te un incoerente), guardassi le trasmissioni della RAI... ;-)

Fra il desiderio profondo di legarsi, di impegnarsi corpo e anima, e il desiderio ugualmente profondo di conservare la propria libertà, di sfuggire ad ogni legame...che caos! Ma, per vivere queste esigenze contraddittorie e di pari dignità senza venir dilaniato, non c'è da aspettare soccorso né dalla filosofia, né dalla morale, né da nessun sapere costituito. Probabilmente, i soli modelli adatti a consentirci di procedere sono l'alto volteggio e l'arte del funambolo.
Un matrimonio non si contratta. Si danza. A nostro rischio e pericolo.


da "Elogio del matrimonio, del vincolo e altre follie" ;-)))

KAM

sissy ha detto...

Chiara ha detto...
Perche' vi sposate?

secondo me il matrimonio ha ragion d'essere nel caso si vogliano dei figli... un airbag per la loro sicurezza, un optional che spesso è di serie.

Se invece i contraenti non vogliono eredi fatico a trovare motivi razionali... aldilà del condizionamento sociale o il banale utilitarismo di avere un sostegno al proprio fianco.
Certo potresti avere un compagno senza bisogno di firmare un contratto di fedeltà, hai ragione.

Sono più infedeli i maschi?
Si, credo che tu abbia ragione Chiara.

Ho già scritto -provocando acidità fra i tuoi lettori- che se metto sulla bilancia il genere maschile e quello femminile vedo l'ago del valore pendere nettamente verso il rosa, a mio parere oggi il peso specifico di una donna è superiore a quello di un uomo.

Però non comprendo lo scopo di analizzare tutto in base ad una superiorità di genere (M o F).

Le leonesse hanno capito da mò che i rispettivi consorti sono dei fannulloni.. e se ne sono fatte una ragione...

Tu Chiara hai ancora speranza di migliorare i maschi?


un bacione
dalla mongolfiera del maresciallo sissy

sissy ha detto...

Chiara di Notte (Klára) ha detto...
E le attenuanti varrebbero inversamente nel caso invece si stabilisse che le donne (come affermano in certi ambienti di luminari che anche tu frequenti) son tutte puttane?
---

K stai barando :-P
la natura ha affidato alla femmina il ruolo di selezionare il maschio più forte.
Quindi la Gregoraci -qualora mai fosse accusata di badare solo a denaro & potere anziché al cuore, avendo ella prescelto il Bria- avrebbe parimenti accesso alle attenuanti.

Ma c'è un particolare: il compito naturale di selezionare il partner più forte è molto più compatibile con la morale e la legge corrente di quanto non sia il corrispettivo maschile di spargere il seme ai 4 venti.

cazzarola :-(

sissy ha detto...

Bibi ha detto...
Secondo commento forse meno OT.

ocio... correntemente OT=Off Topic
si lo so che potrebbe essere On Topic
ma l'italiano aiuta con IT= In Topic

Bibi ha detto...
Quello che hai descritto è il
comportamento di un cane o di un
altro qualsiasi animale e se ti ci
riconosci..beh..son problemi tuoi
non della razza umana.

posso chiederti xché hai paura di trovare in te, sotto strati e substrati culturali, tracce lasciate dalla Natura?
ciao

PS ma cecco pavone... ;-)

sissy ha detto...

K ha detto...
C'e' solo un caso in cui non lo saresti e cioe' nel caso in cui tu scopassi materialmente ma non mentalmente Chiaraescort e lei ti pagasse.

interessante
Se ho capito bene.. se l'attività scopatoria rientra nell'esercizio della professione essa viene depenalizzata.
MMM... un po' come la storia della doppia patente per i camionisti... giusto per conservare i punti sulla patente...

Ma questa clausola nel contratto di matrimonio mi era sfuggita... :-)

Chiara Chiara...

Bibi ha detto...

"xché hai paura di trovare in te, sotto strati e substrati culturali, tracce lasciate dalla Natura?"

Tracce? Nel caso esposto non si

parla di "tracce lasciate dalla

natura" ma di comportamenti base

tipo questo:

"la natura ha dato al maschio il compito di andare in giro a spruzzare dovunque ci sia una femmina.".

Non ho paura delle tracce tipo

l'aggressività ma credo nel dovere

di evolvermi da animale a qualcosa

di meglio.Se così non fosse, si

potrebbe tornare al tempo delle

caverne, dove forse ti troveresti

a tuo completo agio. Attenzione

però. Nel buio delle caverne c'era

la legge del maschio dominante e

questo voleva dire in parole povere

"ndò cojo...cojo" ...se ti piace...

a.y.s. Bibi

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics