domenica 5 agosto 2007

8
comments
Il formaggio gratis e’ solo nella trappola per i topi


“Бесплатный сыр бывает только в мышеловке!”

Lo diceva a quei clienti che, con strani panegirici, cercavano di convincerla a concedersi in cambio di banali discorsi sugli asini che volano. Il significato era quello di spiegare loro che era meglio pagassero per evitare le trappole, ma ce n’era anche un altro sottinteso.

Di tipi del genere ne aveva incontrati molti in vita sua: ciarlatani sentimentali che, appena conosciuti, iniziavano a parlarsi addosso per soddisfare la loro bramosia dongiovannesca. Costoro speravano di far breccia nei cuori delle piu’ insicure, e quelle poche che ci cascavano lo avrebbero scoperto a loro spese, ma Irina aveva avuto una buona maestra.

Solo i topi stolti non vogliono convincersi che nessuno regala niente, soprattutto all’ultimo arrivato. Il pezzo di formaggio che trovano lungo la strada, se gratuito, nasconde sempre una trappola.

8 commenti :

duval ha detto...

@Chiara:
"Il formaggio gratis è solo nella trappola per i topi"
Visione pessimista.

Duval:
"il formaggio gratis si trova anche fuori dalla trappola"
Visione ottimista.

Sono andato ad acquistare la maglia del Milan di Kakà (numero 22); ne era rimasta solo una, taglia S.
Ero perplesso e la signora mi ha chiesto per chi era; "per un ragazzino di 12 anni" "allora dovrebbe andare bene" "mah ... è un piccolo manzo russo ..." "la ordiniamo" "parte domani".
Mi ha dato la maglia di Inzaghi, taglia L, con un forte sconto, poi furtivamente, e gratis, un berretto ed una sciarpa in lana del Modena ("in Russia fà freddo ..."); mentre uscivo mi ha richiamato e mi ha dato anche uno zainetto, sempre del Modena e sempre gratis.

Un episodio banale, roba da pochi euro, ma il formaggio gratis esiste ... anche nell'escorting? Questo non lo so proprio.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

No no, non esistono due versioni. Solo quella li'. Domanda a chi sai e domanda perche' i russi (e le russe) credono in quel proverbio. :-)

Vedi Duval, non credo che se tu NON fossi entrato in quel negozio per comprare la maglia, ma avessi domandato subito i regali, quella signora ti avrebbe favorito in tal modo.

davide ha detto...

Cara Chiara,

"Vedi Duval, non credo che se tu NON fossi entrato in quel negozio per comprare la maglia, ma avessi domandato subito i regali, quella signora ti avrebbe favorito in tal modo."

Effettivamente episodi simili a quelli descritti dall'amico Duval nella mia vita ne ho visti tantissimi. Probabilmente, come dici giustamente, quello che è determinante è il rapporto di fiducia e di simpatia che si instaura tra due persone. Se uno si presenta come un arrogante che pretende qualcosa, otterrà in cambio solo disprezzo. Ma se dimostrerà di meritarsi la fiducia dell'altra persona potrà ottenere più di quello che ha chiesto.

Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Cara Chiara,

"Un episodio banale, roba da pochi euro, ma il formaggio gratis esiste ... anche nell'escorting? Questo non lo so proprio."

Nella mia esperienza con le escort non ho mai chiesto rapporti gratis e pertanto non so rispondere alla domanda posta dall'amico Duval.

Personalmente ritengo umiliante per un uomo chiedere ad una donna la carità per una prestazione di quel tipo. O una donna riesci a conquistarla corteggiandola o vai con una professionista e paghi il prezzo pattuito, ma chiedere ad una donna quella cosa raccontandogli la storia degli asini che volano lo trovo ignobile (non credo che in queste cose ci sia una via di mezzo). Posso capire che qualcuno chieda la carità per mangiare, ma chiedere quella cosa lì gratis adducendo che si è dei poveri sfigati no. Probabilmente penso che per una donna (naturalmente molto brutta perchè altrimenti non avrebbe problemi) chiedere la carità ad un uomo per una prestazione di quel tipo sia altrettanto umiliante che per un uomo.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Ma qualcuno ha mai provato ad entrare in un negozio e, senza comprare niente, farsi regalare qualcosa?

Non capisco perche' le escort dovrebbero regalarsi con '
iltimo arrivato o comunque con qualcuno che e' sempre stato attento a non spendere "nel negozio".

Non VOLER CAPIRE questo mi pare effettivamente un tentivo di "fregatura" da parte di chi, spesso e volentieri, su tali "mezzucci" ci campa.

Le escort sono mediamente delle belle donne. Di corteggiatori gratis ne trovano quanti ne vogliono e vi assicuro che alla fine i corteggiatori gratis sono tutti uguali, dicono tutti le stesse cose, fanno tutti le stesse cose di quelli che pagano... solo che evitano di mettere mano al portafogli.

Perche' una bella donna che esercita questa professione dovrebbe "starci" con uno e non con un altro?

Insomma sarebbe il caso che i clienti si guardassero un po' allo specchio (fisico e mentale)... Vabbe' che con il virtuale ciascuno perde la MISURA di cio' che e'in realta', ma da qui ad essere Superman o Batman ce ne corre.

davide ha detto...

Cara Chiara,

"Non capisco perche' le escort dovrebbero regalarsi con '
iltimo arrivato o comunque con qualcuno che e' sempre stato attento a non spendere "nel negozio"."

Naturalmente questo non vale se l'ultimo arrivato si chiama Ughetto, che si è fatto gratis, o quasi -questo dice lui - tutte le escort di Bologna. Scherzi a parte ho notato che tanti uomini non si rendono conto che il lavoro di una escort è una professione come tutte le altre: certi tipi che vorrebbero prestazioni gratis da una escort, non si sognerebbero mai di chiedere lo stesso ad un dentista, un avvocato, un commercialista ecc.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Naturalmente questo non vale se l'ultimo arrivato si chiama Ughetto, che si è fatto gratis, o quasi -questo dice lui - tutte le escort di Bologna.

Si certo.. come no?

Leggi i miei post su Second Life e capirai tante cose a proposito della differenza (nel virtuale) fra cio' che si dice, cio' che si e' e cio' che si fa.

Solo poche persone hanno una personalita' tale da poter mantenere coerenti questi tre aspetti e di solito sono coloro che non si lodano troppo da soli/e

Attendono che lo facciano gli altri.

Troppo facile dire "io sono pieno di soldi e bello come Brad Pitt"

Il difficile e' esserlo davvero! :-)

Nel frattempo (dato che possono evitare di dirlo) si masturbano e PAGANO. Poi, convinti di essere dei fighi, se ne ritornano nel loro squallore esistenziale.

Di questo fatto, sette anni fa quando iniziai a "misurarmi" sul web con coloro che a quei tempi erano i miei "clienti", mica mi rendevo conto. La consapevolezza e' giunta in modo totale quando ho iniziato a frequentare l'immondezzaio. Li' (dato che i frequentatori erano massimamente millantatori schizzati), le patologie sono emerse in modo preponderante.

Adesso poi con Second Life non ti dico. E' addirittura un'apoteosi :-))

davide ha detto...

Cara chiara,

"Solo poche persone hanno una personalita' tale da poter mantenere coerenti questi tre aspetti e di solito sono coloro che non si lodano troppo da soli/e".

Il mio riferimento all'amico Ughetto era evidentemente ironico: non penserai che prendo per buone le fregnacce che spara quel mitomane.

Per tornare alla professione delle escort devo dire che, pur essendo una professione come le altre, chi la esercita subisce delle discriminazioni e ingiustizie che altre professioni non hanno.

Parlando con delle ragazze, in maggioranza rumene, mi hanno raccontato che prima di riuscire a mettersi in proprio e guadagnare dei soldi hanno, quasi sempre, dovuto lavorare quasi gratis per dei papponi che le sfruttavano. Comunque anche dopo essersi liberate dai papponi hanno dovuto, per esercitare, pagare prezzi alti, in genere a degli italiani, per avere una stanza dove esercitare o cose del genere. In ogni caso prima di potersi tenere i soldi del loro lavoro ne hanno viste di tutti i colori. E poi qualcuno pretende che queste donne facciano la carità a dei maschi che, magari, nella loro vita hanno avuto tutto senza fatica.

Tanti saluti dal tuo Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics