giovedì 9 agosto 2007

9
comments
Barbari, paladini ed azzeccagarbugli


"Ma anche il mancato rispetto di una regola elementare significa sempre la compressione di un diritto di tutti. Basta fare una fila al check-in (o anche semplicmente ad un supermercato) a Fiumicino o a Londra per averne una dimostrazione immediata."

L'imbarbarimento dell'italico popolo sta raggiungendo livelli che non si vedevano dai tempi degli Ostrogoti. La cosa ridicola (e disgustosa) e' che le persone che vivono nello splendido Paese che dovrebbe essere l’Italia, pur vedendone le storture, invece di denunciarle nei luoghi preposti oppure, ancor meglio, far qualcosa di concreto quando queste si verificano (sono stata testimone di scene aberranti in cui persone ferite o in grave difficoltà venivano ignorate senza che nessuno le aiutasse), si limitano a lamentarsi sulla sedia del loro parrucchiere oppure (ancor peggio) continuano a negare l’’evidenza reputandosi cittadini di un grande e civile Paese.

Ma quale grande Paese? Questo forse avveniva fino a 1500 anni fa, ma poi… Comunque l’importante per tanta gente e’ vincere la coppa mondiale di calcio oppure comprarsi il nuovo telefonino che funge anche da bistecchiera. Quelle si’ che sono cose DECISIVE per la qualita’ della loro vita.

Scusate la franchezza, ma tutto cio’ e’ veramente penoso, soprattutto se visto con gli occhi di una straniera che qualche bordello in giro per il mondo l'ha frequentato. Non che altrove la situazione sia migliore, ma almeno la gente non ha ne’ questa totale indolenza ne’ questa assurda prosopopea. Se gli italici sapessero la quantita' di barzellette che esistono sul loro conto a tal riguardo e che vengono raccontate persino nel mio Paese, ne resterebbero sorpresi.

I giornali stranieri, che ormai da anni prendono per i fondelli il Bel Paese, vengono tacciati di faziosita'. A nessuno dei politici che governano l'Italia (di destra o di sinistra che siano) piace vedere messo in discussione il loro operato. Che' poi, fra destra e sinistra, differisce poco nello specifico di quello che e' il compito che ogni governo dovrebbe avere in un Paese democratico: far rispettare le leggi. Non per niente si chiama “Esecutivo”.

Ma di chi e' la colpa? Del Governo che non sa governare? Della generazione passata che non ha saputo trasmettere i valori? Della globalizzazione che invece di renderci tutti civili ci ha resi tutti quanti barbari?
Ovviamente non e' di nessuno… anzi no, e’ sempre degli altri. I famosi "altri".

E' facile dire "io non c'entro, io mi faccio gli affari miei, chi me lo fa fare di combattere contro i mulini a vento”. Troppo facile ed anche molto comodo, soprattutto per la propria coscienza e se devo essere sincera ho visto questo atteggiamento anche in chi ritenevo fosse un “progressista illuminato”.

Una volta, facendo la fila alla Posta Italiana per pagare non ricordo cosa, un tizio un po’ buzzurro, corredato di peli e muscoli diffusi ovunque, tutto sudato e puzzolente, salto' completamente la coda, passando avanti a tutti contando sulla sua stazza da gorilla. Le persone, vedendo la sostanza di cui era composto il primate, si rassegnarono e si ritirarono in buon ordine. In fila c’erano per lo piu’ anziani, pero' c’era anche qualche baldo giovanotto che avrebbe potuto tener testa al prepotente se, forse, non avesse temuto di sporcarsi la camicia immacolata e stirata di fresco dalla mamma.

Soprattutto c’erano gli impiegati postali che, pur assistendo al misfatto, non dissero niente. Dopotutto che fregava a loro chi veniva servito per primo? Mica andava a detrimento del loro stipendio. Giustamente. Indovinate percio' chi fu l'unica ad avere il coraggio di protestare? Attesi un po’ prima di farlo perche’ mi aspettavo che qualcun altro (magari i primi della fila che erano stati scavalcati) si arrabbiasse, ma visto che nessuno diceva niente e pareva che tutto andasse bene cosi’, dissi “garbatamente” all’animale di prendersi il posto che gli spettava. Ovviamente mi beccai un “vaffanculo troia che cazzo vuoi?” (forse mi aveva riconosciuta). Ricordo che il maiale mi alitava in faccia tutto il suo pranzo a base di aglio, ma io restai li’ a fronteggiarlo (sono immune all’aglio ma questo il microcefalo non lo poteva sapere) e sollevai in tal polverone che a quel punto i “pavidi” presero coraggio ed iniziarono a mormorare, fino a che si decisero ad intervenire anche gli impiegati postali. Ma questo e' ancora niente!

Un’altra volta ero in treno. Tornavo da uno dei miei soliti servizi ed avevo con me l’incasso di una notte. Il convoglio era ancora fermo in stazione ed era di quelli “open space”, senza scompartimenti. Presi il mio posto tranquillamente davanti a due signori che leggevano il giornale facendo finta di non sbirciarmi. Avevo lasciato la borsa sul sedile e stavo riponendo il soprabito nel vano bagagli, in alto, quando avvertii dietro di me uno strano movimento. Girandomi di scatto vidi che un tipo (di professione ladruncolo) teneva in mano la mia borsa… con il mio incasso duramente sudato!

Come un fulmine lo acciuffai per la giacca e lanciai un grido chiedendo a qualcuno di fermarlo, ma invece di ostacolarlo le persone parevano quasi essergli complici. Anzi i tipi che avevo di fronte smisero persino di sbirciarmi e sprofondarono ancora di piu’ nella lettura del loro giornale.

La natura, oltre a delle belle gambe, mi ha anche dotata di buoni riflessi e con un calcio negli stinchi ben assestato ed un pugno dato a caso, rientrai in possesso della mia borsa. A quel punto il delinquente si dileguo' senza che nessuno facesse niente per fermarlo. Credo che nei giorni seguenti abbia portato con se’ un bel livido, ma il livido piu’ grosso lo portai io nel vedere tanta indolenza, tanta pigrizia, tanto menefreghismo… tanto egoismo.

Questo e’ il problema dell’Italia (e non solo dell'Italia, purtroppo): non esistono piu’ i paladini, quelli veri. Quelle persone "per bene" che, lottando per difendere un diritto, anche se quel diritto non e' loro ma di qualcun altro, creano uin clima di sicurezza anche per se stesse. Oggi esistono solo barbari ed azzeccagarbugli che si riempiono la bocca di belle parole al solo fine di giustificare la loro vigliaccheria.

9 commenti :

Willyco ha detto...

Devo confessare che il blog di Illustre (quello originale) non l’ho mai letto e devo ammettere che, anche se lui lo ha chiuso, non mi manca.
Il fatto che un ipotetico sig. Gigetti aspetti che Illustre chiuda il suo Blog per crearne uno nuovo pensato per essere indistinguibile e sovrapponibile col precedente, non mi sembra una simpatica gogliardata, ma un’operazione volgare e scorretta. Per essere chiaro: un’operazione che nega il rispetto dell’espressione che dovrebbe essere alla base del rapporto tra chi scrive e chi legge.
Pensate, ora, ad una vecchietta che, venendo scippata da un ragazzetto, cade a terra con la gonna alzata, mostrando le gambe storte, secche e venose. Tre ragazzi assistono alla scena, si guardano l’un l’altro, e nulla trovano di meglio che commentare con qualche battuta le gambe della vecchina. Lo “stile” di questi tre ragazzi mi ricorda quello di parecchi forumisti, così come si legge in giro per la rete, in relazione al caso “Illustre”.

davide ha detto...

Cara Chiara,

L'imbarbarimento italico ha superato di gran lunga quello del tempo degli Ostrogoti: tra il resto sotto la dominazione ostrogota gli italici vissero un periodo di spendore dopo la decadenza del tardo impero romano (l'unico problema -con gli italici- era rappresentato dal fatto che gli ostrogoti seguivano l'eresia ariana).

Storia a parte credo che ogni persona di buon senso non può che constatare quanto è vero tutto quello che hai detto: basta che guardiamo quello che succede intorno a noi.

Può darsi che un certo imbarbarimento sia presente anche negli altri paesi, ma sono sicuro che la situazione dell'Italia sia la peggiore.

Una volta si diceva che la situazione in Italia è drammatica ma non seria. Se si intende che in Italia manca la serietà l'affermazione è vera, non certo perchè la situazione non sia grave e seria.

Di chi è la colpa? in primo luogo della mancanza di senso civico di noi italiani.

Faccio solo un esempio: quando in Italia si deve realizzare una discarica la gente del luogo dove si realizza l'opera protesta violentemente bloccando autostrade, ferrovie ecc. In genere queste proteste provocano alla collettività danni gravissimi. Perchè nel resto d'Europa le discariche si fanno senza problemi?
Ho fatto l'esempio delle discariche ma poteva essere qualsiasi altra opera come, ad esempio, le centrali che producono energia. Tutti vogliono l'energia elettrica ma nessuno vuole le centrali vicino a sè, ma nel comune del vicino.

Ho fatto solo alcuni esempi, ma se ne potrebbero fare a centinaia.

Credo sia inutile prendersela con la classe politica, perchè chi ci rappresenta lo abbiamo votato noi e non è ne peggio ne meglio dei suoi elettori.

Non voglio parlare della giustizia (???)italiana, però faccio notare che noi abbiamo, mediamente, lo stesso numero di magistrati degli altri paesi, con tempi della giustizia(???) anche 10 volte più lunghi degli altri stati.

Però per noi italiani tutte queste cose sono stupidaggini, quello che conta veramente è vincere il mondiale di calcio.


Tanti saluti dal tuo Davide

Willyco ha detto...

Barbari, paladini, azzeccagarbugli, furbetti e mezze-seghe. Purtroppo ci stiamo spostando verso gli ultimi... qualche sano "barbaro" riusciamo a mala pena a farlo venire qui a fare i lavori che noi non facciamo, ma fra poco affideremo loro la difesa dei confini... ;-)

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

ma fra poco affideremo loro la difesa dei confini

Sono certa che saprebbe far meglio il suo lavoro di tanti che si proclamano "paladini" ma che in realta' sono solo mezze-seghe.

Credo che cio' che ha veramente dato il colpo di grazia a quel residuo di civilta'che esisteva sia stato l'avvento del mondo globalizzato ed interconnesso, che con la sua "democrazia" ha permesso alle mezze-seghe di spacciarsi per paladini.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Secondo le "moderne" pratiche utilizzate nei "club esclusivi" vale la regola del "se ti fai i cazzi tuoi campi cent'anni" (regola della quale ho espresso il mio parere qualche post fa).

Infatti i due signori che leggevano il giornale in treno, non conoscendomi, non potevano intervenire. Dopotutto mica si trattava del loro giornale che veniva rubato, ma della mia borsa.

Ma sono certa che se quei due tizi adesso commentassero questo post direbbero che LORO le "vecchiette" le hanno SEMPRE aiutate.

guggenheim ha detto...

trasferisciti a londra e mettiti in fila..... ;-))

Sai quel'è il piu' grosso problema del popolo italiano. La mamoria. E' un popolo che non ha memoria storica. Dopo poco dimentica. Menefreghismo, forse.

prosit
gugge

xevildustx ha detto...

Sto leggendo il tuo blog da una mezz'oretta...e l'unica cosa che ho notato fino ad ora è la quantità di merda che butti su tutto e su tutti, a quanto ho capito non sei nemmeno italiana e forse neanche vivi in italia quindi evita di apparire così scandalizzata se nessuno ha cercato di ridarti la borsetta contenente l'incasso di una notte di duro lavoro (no comment), si sa che in italia le cose non vanno bene, una di queste è il pessimismo generale, ti fanno rabbia quelli che si lamentano dal parrucchiere?Perchè..te cosa hai fatto per migliorare il nostro paese? Hai mai pagato le tasse per quello che facevi? Hai solo portato un'altra prostituta in più che, per quanto possa essere affascinante, proprio non ci mancava.
So bene che questo commento verrà censurato ma non importa, quello che pensavo l'ho scritto.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

xevildustx ha detto...
Sto leggendo il tuo blog da una mezz'oretta...e l'unica cosa che ho notato fino ad ora è la quantità di merda che butti su tutto e su tutti, a quanto ho capito non sei nemmeno italiana e forse neanche vivi in italia quindi evita di apparire così scandalizzata se nessuno ha cercato di ridarti la borsetta contenente l'incasso di una notte di duro lavoro (no comment), si sa che in italia le cose non vanno bene, una di queste è il pessimismo generale, ti fanno rabbia quelli che si lamentano dal parrucchiere?Perchè..te cosa hai fatto per migliorare il nostro paese? Hai mai pagato le tasse per quello che facevi? Hai solo portato un'altra prostituta in più che, per quanto possa essere affascinante, proprio non ci mancava.
So bene che questo commento verrà censurato ma non importa, quello che pensavo l'ho scritto.


Non preoccuparti, qui c'e' liberta' di parola... almeno le prime volte :-)

Solo mi domandavo... hai avuto brutte esperienze con le donne vero?

Sai, non tutte le donne sono cattive come quella che ti ha ridotto cosi' :-)

Un po' mi fai pena, povero bimbo, cosi' evito di infierire :-)

Have a good time :-)

PS. E' chiaro che il primo commento su questo tono lo accetto in quanto lo considero divertente... quasi proveniente da una macchietta.
Ogni volta che arriva un nuovo pisquano che crede di RIVELARMI la VERITA' ASSOLUTA faccio le capriole ridendo, ma non esagerare ok?
Perche' potresti diventare noioso :-)

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Purtroppo questo commento-capolavoro e' andato perso nel mare del web. Problemi di blogger ogni tanto.
Comunque e' interessante vedere come ci sia chi si affanna per iscriversi con "nuovi" nick al fine di potermi dire in faccia cio' che pensa di me :-)

xevildustx új megjegyzést írt a(z) "Barbari, paladini ed azzeccagarbugli" című bejegyzésedhez:

Se non sbaglio c'è un denominatore comune a tutti i commenti che differiscono dal modo di pensare di questa fantomatica escort che se la tira da scrittrice e conoscitrice del mondo grazie ai suoi numerosi viaggi a scrocco: se non la pensi come lei sei uno sfigato represso che ha problemi con le donne...tipica risposta di chi è privo di argomentazioni.
Bè in effetti i problemi con le donne li ho e pensa che li ho pure con gli uomini ma forse non è una questione di sesso, non farla così semplice, il mondo è più complesso di questo. Chissà perchè se la prendono tutti con te, siamo tutti sfigati? A me basterebbe che dall'alto della tua arroganza evitassi di spalare merda sugli italiani continuando pure a parlare di sesso laido mascherato da incontri di classe.


Si', decisamente hai grossi problemi, povero bimbo, e mi fa piacere esserti stata d'aiuto.

Cosi' puoi sfogarti con me e ti curi! :-)

Ovviamente questo e' l'ultimo commento terapeutico che faccio passare dato oltre ad essere noiosamente ripetitivo credo che per la terapia dovresti rivolgerti ad un bravo medico, tralasciando la lettura di questo "laido blog" scritto da una "laida sedicente escort" :-)
Comprendo bene che a te BASTEREBBE cio' che chiedi, ma ahime' non posso accontentarti. Continuero' a scrivere cio' che mi pare, come mi pare e quando mi pare e se a te non va bene... beh...
semplicemente MENEFREGO! :-)
Have a good time, salutami il medico e non arrabbiarti troppo che' il fegato potrebbe risentirne :-)

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics