sabato 2 giugno 2007

10
comments
Dei multiavatar e dell’arte di raccontare fiabe


Spesso mi trovo a discutere, con amici, dei motivi che mi spingono a contrastare fermamente la presenza di “personalita’ multiple” che interagiscono in internet.
Molte persone non ne comprendono i motivi ed alcune, addirittura, mi danno della “paranoica visionaria”.

Non e’ un problema per me essere appellata in questo modo. Dopotutto c’e’ chi e' infastidito dagli interisti, posso essere io infastidita dagli psicotici che infestano il web?
Il mio post sulle multipersonalita’ in SL ha risvegliato alcuni topastri spingendoli a contattarmi in privato al solo scopo d’insultarmi per cio’ che avevo scritto.

Due giorni fa uno dei personaggi citati in quel POST mi ha contattata chiedendomi se “avessi certezza” di aver affermato il vero.
La mia risposta e’ stata che “certezza non ce l’ho neanche su me stessa ma era molto probabile, visto il suo interessamento, che ci avessi azzeccato".

“Oh no no, mia cara! Tu stai prendendo un grosso abbaglio… noi siamo tre persone distinte, e la “ragazza” e’ veramente una ragazza perche’ la sento e la vedo in webcam”

Come in un flashback mi e’ tornato in mente il giochetto di sponda “Nelly_B – UghettoPiazza”, lo ricordate?
Forse chi mi legge da poco tempo non puo’ saperlo, ma i due suddetti personaggi forumistici facevano finta di dialogare fra di loro ed assicuravano tutto il forum di essersi visti in webcam… quando invece non erano altro che una duplice espressione di un’unica persona “malata” (che di nickname ne aveva ben oltre due).

A quel punto, quindi, ho contestato ed ho detto che ad affermare che erano tre persone distinte era solo lui e che la sua parola non poteva bastarmi dato che lui era in palese conflitto d'interessi.

“Oh no no, mia cara! Il modo per sapere che siamo tre persone distinte c’e’”

“Opperbacco! – dico io – E quale sarebbe?”

“Semplice! – dice lui – Basta che ti faccia inviare tre email e controlli gli IP!”

Ho dovuto trattenermi per non crollare dalla sedia, ma la curiosita’ di capire dove voleva “dirigersi” con i discorsi era troppo forte. Per cui ho fatto la “tonta” e gli ho detto che "gia’ da quando giocavo con il Gameboy a Tetris conoscevo il trucchetto di far risultare IP diversi, per cui tale metodo non poteva essere esaustivo".

“Eh, mia cara! Io ho spedito la prima email nel 1983 (ecchissenefrega! – ndr), e conosco tutti i trucchetti per capire se dall’altra parte mi stanno dicendo il falso… per esempio potresti inviare a tutti e tre, in contemporanea, una email con tre domande diverse e farti rispedire immediatamente le risposte. Solo un genio potrebbe gestire tre avatar in modo da risponderti subito”.

“Certo! – ho pensato io – Solo che se effettivamente qualcuno si fosse prestato a questo test avrebbe dimostrato solo di "aver voluto dimostrare". Nessuna persona “normale” si sarebbe prestata ad un giochino del genere. Anzi mi avrebbe mandata a fare un giro dalle parti di Zhopinsk”.
Ma cio’ che ho pensato non l’ho comunicato, anche se credo che lui abbia compreso, dal mio “eloquente silenzio”, che non avevo alcuna voglia di realizzare un gioco a quiz sullo stile di "l'accendiamo?"

Infastidito dal mio comportamento e “giurandomi” che lui non era uno che gestiva piu’ avatar, incazzatissimo ed isterico, mi ha detto che mentre lui spediva email (nel 1983) io facevo ancora la contadina magiara.
Poi, dato che il mio "silenzio" si era fatto ancora piu' eloquente fino al punto di sconfinare nello sfotto', mi ha mandata proprio li'... a fare un giro nei paraggi di Zhopinsk. :-)
Comunque le sue ultime parole sono state: “Si ma perche’ in SL qualcuno dovrebbe fingersi piu’ personaggi? Che ci guadagna, me lo spieghi?”

Ebbene, se a quel punto non l’aveva capito, lui tanto intelligente da essere gia' postino di email nel 1983, mi sono chiesta cosa avrei avuto da guadagnarci perdendo ulteriore tempo per spiegarglielo?
Ho quindi declinato l'invito a visitare Zhopinks e l’ho pregato di recarsi urgentemente presso una struttura sanitaria per la cura delle malattie mentali che forse li', per lui, poteva esserci la settimana del 3x2.

Pero’ credo che, a questo punto, almeno a voi che mi leggete (lui so che NON mi legge ne' mi leggera' mai) una spiegazione sia dovuta: perche’ le persone dovrebbero usare piu’ avatar o piu’ nicknames? Che ci guadagnano?

Avete presente il gioco delle “tre carte”? Non il gioco in se’, ma tutto il meccanismo che porta allo “spennamento” del pollo di turno.
Intorno al capannello di persone, che paiono tutte interessate al gioco, in realta’ c’e’ un solo “ignaro”. Tutti gli altri sono d’accordo. e coalizzati contro di lui.
Si tratta di portare il malcapitato a “voler tentare la fortuna”, ed a tale scopo i “finti giocatori” (che vincono) assumono un ruolo fondamentale in tutto il meccanismo psicologico del povero “fesso” che inevitabilmente verra’ spennato.

Vogliamo fare un altro esempio?
Prendiamo tre archetipi di tutte le fiabe: il drago, la donzella ed il cavaliere.
Poniamo gli archetipi nella posizione “classica” e cioe’ il cavaliere salva la donzella dalle fauci del drago e da essa ottiene il “premio” :-)
Nella realtà’ (se le fiabe fossero reali) le tre figure sarebbero ovviamente entita’ distinte, ma nel virtuale (ed in SL) cosa impedisce a qualcuno di “recitare” piu’ di una parte?

Cerchiamo di esaminare le diverse possibilita’:

A) Drago, donzella e cavaliere sono gestite da un’unica entita’. In questo caso siamo in presenza di un autentico psicotico… o ritardato mentale che ha intenzione di giocare con le bambole ad un’eta’ in cui le “bambole” dovrebbero essere di diversa natura.
B) Donzella e cavaliere sono gestiti da un’entita’, mentre il drago e’ gestito da un’entita’ diversa. Questa e’ un'altra situazione illogica, simile a quella del caso A). Nel canovaccio archetipo il drago verra’ sconfitto e la donzella si donera’ al cavaliere… cioe’ a se stessa! Impossibile se non in presenza, ancora una volta, di uno psicotico.
C) Cavaliere e drago sono gestiti da un’entita’, mentre la donzella e’ gestita da un’entita’ diversa. Ecco che qui che scatta il meccanismo e la situazione si fa piu’ credibile. A volte i cavalieri girovagano senza meta e spesso capita loro di trovare la donzella da salvare mentre (ahime’) i draghi latitano. In SL e’ possibile, creando un bel drago su misura minaccioso e dalle fauci belle aperte, accorciare i tempi ed arrivare subito al cu… ore della donzella :-)

Ecco spiegato il mio punto di vista e spero che almeno adesso sia chiaro uno dei motivi per i quali, i “pisquani”, preferiscono “giocare sporco” utilizzando piu’ avatar: pigrizia e paura di non riuscire a conseguire obiettivi se non attraverso il “cheating”.

Ah gia... dimenticavo…
Poi c’e’ il caso D)… cioe' donzella e drago (gestite da un’entita’) che si “fottono” il cavaliere (gestito da una diversa entita’), ma questa e’ un’altra fiaba. :-)

10 commenti :

davide ha detto...

Cara Chiara,

devo farti i miei complimenti perchè, finalmente, ho capito il lo scopo dei multiavatar.

Ho sempre letto con stupore i tuoi articoli su questo argomento (tieni conto che io di informatica non capisco niente) e non comprendevo perchè certe persone facessero certe assurdità, nè il motivo che spingeva te a smascherarle.

Come tu riesca a capire chi si nasconde dietro i multiavtar non riesco ad immaginarlo, nè comprendo bene perchè ti prendi la briga di smascherare questi cialtroni; io so solo che sei una persona dotata di grande intelligenza, coraggio e moralità.

In fondo solo tu sei stata in grado di smascherare la truffa dei siti fake, nonostante questi avessero inchiappettato centinaia di maschioni grandi e grossi. Probabilmente con la tua inchiesta hai evitato che tanti venissero truffati: mi chiedo quanti ti avranno contattato per dirti grazie? Immagino che siano stati molto pochi (da noi si dice "non aspettarti riconoscenza, l'asino tira calci al carrello dopo che ha mangiato").

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

In fondo solo tu sei stata in grado di smascherare la truffa dei siti fake

Non voglio prendermi meriti che non ho. La truffa non e' stata scoperta da me. Io ho avuto solo il coraggio di parlarne.

davide ha detto...

Cara Chiara,

"Non voglio prendermi meriti che non ho. La truffa non e' stata scoperta da me. Io ho avuto solo il coraggio di parlarne."

Forse non sarai stata tu a scoprirla, ma di sicuro tu sei stata l'unica (sottolineo la parola "UNICA") che in quella storia ha dimostrato di avere coraggio. Tutti i maschioni che sono stati inchiappettati si sono dimostrati dei conigli.

Mi chiedo che faccia che avrà fatto certa gente (che di sicuro disprezza le donne) nel vedere che solo una donna ha avuto il coraggio di contrastarli. Probabilmente si stanno ancora leccando le ferite che tu li hai fatto: anche se staranno ringraziando qualche santo perchè alla fine (con l'ultima goccia) anzichè schiacciarli, hai avuto misericordia e li hai graziati. Di sicuro non ti daranno mai più fastidio, perchè gli hai dimostrato che sei molto più forte di loro. Quella gente lì è capace solo di prendersela coi deboli e con chi non può difendersi, ma si inginocchia e bacia i piedi al cospetto di una persona forte e coraggiosa come te.

Dopo la lezione che gli hai dato, credo che considerino le donne in modo diverso da prima.

Tanti saluti il tuo Davide

guggenheim ha detto...

C) Cavaliere e drago sono gestiti da un’entita’, mentre la donzella e’ gestita da un’entita’ diversa. Ecco che qui che scatta il meccanismo e la situazione si fa piu’ credibile. A volte i cavalieri girovagano senza meta e spesso capita loro di trovare la donzella da salvare mentre (ahime’) i draghi latitano. In SL e’ possibile, creando un bel drago su misura minaccioso e dalle fauci belle aperte, accorciare i tempi ed arrivare subito al cu… ore della donzella :-)

___________________

quanti problemi che si fanno questi psicotici.
Il tutto per una scopata.
Con 200 euro possono farsela lo stesso, in maniera piu' trasparente e, perdendo meno tempo.
C'è meno gusto? Io non credo.

Sul multiavatar io ho una visione "leggermete" diversa dalla tua.
Tu sostieni la tesi multiavatar = psicotico, ed in alcuni casi questo puo' essere vero, ma sono sicuramente in minoranza.

Io invece collego il virtuale ad un nuova vita, c'è chi è stufo della propria e ne vuole una nuova.
Crea un avatar e ci gioca un po' se non è piu' di suo gradimento ne crea un secondo ecc....
Il tutto senza farli relazionare fra di loro.
E' un gioco e come cio' va preso in considerazione.

Prosit
Gugge

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

E' un gioco e come cio' va preso in considerazione

E' un gioco fino a quando qualcuno non pretende ed ottiene la devirtualizzazione dell'altro/a...
E' un gioco fino a quando non ci sono i soldi di mezzo, come nel mondo di SL...

Altrimenti non e' piu' un gioco.

Baudelaire999 ha detto...

la storia del drago cavaliere è molto interessante.. in effetti una donzella sprovveduta può cascarci alla grande! e cmq si ricollega alle storie dei tipi che si presentano nella zona di arrivo delle nuove iscritte a SL e approfittando del loro smarrimento di fornte al nuovo si propongono come salvatori..ovviamente non senza dovuta ricompensa..

ma chi può mettere in atto una strategia del genere???
semplicemente uno sfigato che gioca???
io non credo.. ritengo che sia più uno psicotico..che poi probabilmente è anche sfigato..

e qui mi ricollego al multinick o multiavatar..
ho una certa esperienza di chat.. molto meno di SL.. ma la filosofia che sta sotto è simile..e di gente che usa multinick ne ho conosciuti tanti sia uomini (soprattutto) che donne.
e posso dire che non è un gioco.. ma il ricorso al multinick quasi sempre è dovuto a varie frustrazioni. di chi vorrebbe ma nnno può o non riesce. di chi non sa reggere un rapporto con gli altri neppure nel virtuale. di chi per affermare la propria esistenza nel virtuale deve ricorrere a personalità inventate, recite improbabili che reggono poco e che quindi devono essere continuamente cancellate e riproposte in modo diverso. c'è alla base un'alienazione di tutto rispetto. poi ho incontrato anche RARI casi di perosne che ci giocavano..ma il gioco era molto limitato nel tempo e nei modi. mentre il multinick classico non si ferma mai.. perchè fermarsi significa ammettere definitivamente la propria sconfitta.

la scopata reale.. personalmente continua a preferirla..però non sottovaluterei quella virtuale..che ha dei meccanismi psicologici non banali. ma in fondo anche la scopata reale è quasi tutta nella ns testa.. quindi perchè meravigliarsi???

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

mentre il multinick classico non si ferma mai.. perchè fermarsi significa ammettere definitivamente la propria sconfitta.

Scusa ma perche' tiri fuori Zwallyz? :-))))

... oppure stai parlando di Miticboy?

... non mi dirai che ti riferivi ad UgoPiazza!?!

:-))))

guggenheim ha detto...

Forse evete ragione.
Pensandoci bene vi sono molte persone che recitano una parte non loro pure nel reale.

Semplici "venditori" che il fine settimana bazzicano nei luogi in (si fa per dire) con auto tedesche (di proprietà delle società di leasing) con abbigliamento pure quello pagato a rate.
Rate su rate su rate.
Fingendosi quello che non sono.
Ciao sono il responsabile di cippalippa.... ;-))
Invece è un semplice venditore di scatolette (si perchè le nuove abitazioni sono tutto tranne che vivibili), pagato a provvigione.

Annotazione:
A me irritano in maniera incredibile i venditori di automobili.
La maggior parte, soprattutto se di giovane età, si crede il padrone dell'autosalone, no anzi, della mercedes-benz.
Dove, se entri e non compri come minimo per 80.000 euro ti trattano come un pezzente. Loro che è tanto se riescono, cash a comprarsi un pacchetto di golia.

Vabbè lasciam perdere....

Prosit gugge

Chiara sull'argomento (venditori di fumo nel reale) ne ha sicuramente qualcuna da raccontare

Baudelaire999 ha detto...

eh si.. il multinick c'è anche in RL..anzi il fenomeno è iniziato proprio li!


però sul venditore di mercedes credo che quella di metterti in soggezione sia una vera e propria strategia.. comune anche ad altre marche..pensano cosi di poterti manovrare meglio e forse in molti casi è vero!

guggenheim ha detto...

No non mi mette in soggezione mi fa solo girare gli zebedei.

Cmq la tua considerazione puo' essere vera.

Prosit
Gu

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics