martedì 1 maggio 2007

1
comments
Primo giorno in Second Life


Se ieri non sono stata attiva sul blog e' perche' ho voluto provare questa strana esperienza e come per tutte le volte che affronto cose nuove, la curiosita' e' stata troppa.

Devo dire che il primo giorno trascorso in SL (Second Life) e' stato entusiasmante.
Mi ero iscritta qualche tempo fa su segnalazione di un lettore di questo Blog pero' non ci avevo mai giocato poiche' problemi di connessione e di firewall me lo impedivano.

Ieri, pero', per la prima volta sono entrata in questo fantastico gioco online che sta spopolando un po' in tutto il mondo. E' gratuito, per cui non richiede alcun fee d'ingresso, e mi sono detta "perche' no? solo per provare!".

La prima cosa che ho dovuto fare e' stata scegliermi un avatar. Si puo' scegliere qualsiasi tipo di personaggio, uomo donna, animale, mostro, ma non volendo mascherarmi da alcunchi' ho deciso di interpretare me stessa; l'unica parte che mi riesce veramente bene :-)

Una volta entrata nel gioco (tutti all'inizio "nascono" in un'isoletta in cui si impara a muoversi, a comunicare, eccetera) mi sono trovata un po' spaesata e non sapevo con precisione cosa fare. Non ho letto le istruzioni ma avevo deciso di cavarmela da sola senza sapere niente di niente... come se fosse vita vera.

Eccomi dunque li'. Ero nuda, perche' tutti quelli che "nascono" in quella strana dimensione devono ancora scegliersi il corpo ed i vestiti.
I nuovi partecipanti arrivavano di continuo. Molti erano spaesati come me, altri invece, piu' decisi, si dirigevano con sicurezza verso i vari edifici in cui si insegnano le varie tecniche per sapersi "muovere in" SL.

Ho deciso per prima cosa di dirigermi verso l'edificio (un castello) in cui insegnavano a creare il proprio aspetto. E qui la prima cosa divertente: senza l'ausilio di alcun chirurgo plastico in SL si puo' diventare tutto cio' che si vuole, ma soprattutto COME SI VUOLE.
Ho passato il pomeriggio a realizzare il mio aspetto in modo che fosse simile alla mia fotografia. Ovviamente, potendone approfittare, mi sono tolta qualche annetto, ma si sa che le donne per ingannare il tempo sarebbero pronte a tutto :-)
Comunque alla fine il risultato e' stato all'altezza delle aspettative e sullo schermo ho visto muoversi la mia "sosia" virtuale"... che pero' era senza vestiti...

Mi sono detta: "adesso dove vado in queste condizioni? almeno uno straccetto da mettermi addosso!"

Ed ecco la seconda cosa fantastica: in SL ci si puo' vestire come si vuole senza dover spendere cifre assurde nei negozi del centro! Infatti e' tutto gratis!
Ci ho messo altre due ore per scegliermi l'abbigliamento. Mi sono praticamente provata di tutto (e non sto a dirvi quante possibilita' di vestiti, tessuti e di colori ci sono).
Non essendo soddisfatta di nulla pero' (come nella realta'), alla fine ho scelto un costume di scena che rendesse evidente il mio carattere minimalista ed essenziale. Pochi fronzoli, senza trucco, pantaloni "pinocchietto" strettissimi, una maglietta corta e tacchi alti. Tanto in SL mica si soffre a camminare per ore portando i tacchi 12 cm. :-)))

Ed e' a quel punto che mi sono fatta scattare una foto (quella che vi ho mostrato ieri). Poi sono di nuovo uscita in strada dove ho iniziato a fare amicizia con un po' di gente.
Io sono abbastanza estroversa (nel virtuale) e riesco ad aggregare moltissimo le perrsone. Ho quindi formato il primo gruppetto di ragazze che ho trovato gironzolando...

Ma questo e' niente!

Cio' che ho fatto dopo per guadagnare soldi (e non usare quelli della mia carta di credito) non ve lo racconto, anche perche' mi aspetto che qualcuno, prima o poi vorra' cercarmi li', in quella dimensione.

Una cosa importante riguardo a SL: il solo aspetto fisico non basta per cavarsela; occorrono altre qualita' che permettono di "relazionare" con chi di volta in volta si incontra.

Per esempio "conoscere le lingue" serve tantissimo, in quanto i giocatori provengono un po' da tutte le parti del mondo e non tutti parlano l'italiano (anche se quasi tutti si arrangiano con l'inglese). Poi, per avere successo, occorre essere carismatici, socievoli, simpatici, disponibili... insomma occorre "saperci fare".

Esattamente tutte quelle qualita' che ho raramente trovato nelle persone che frequentano la "first life". Non e' quindi un ambiente da pisquani :-)

Alla lunga credo che SL possa dare "dipendenza" forse piu' dei forum o di qualsiasi "chat line" (in fondo non e' altro che un'immensa chat line), in quanto l'integrazione con il proprio avatar e' molto forte, ed il mondo in cui si svolge il gioco e' veramente fantastico (pensate che si puo' addirittura volare).

Cerchero' di limitarmi nell'uso, oppure utilizzero' il metodo classico che ho sempre usato per liberarmi di una "fissazione", cioe' FARE INDIGESTIONE! :-)

1 commento :

davide ha detto...

Cara Chiara,

ti auguro una bellissima "Second Life". Mi sarebbe piaciuto venirti a trovare in quel nuovo mondo, ma come sai io ho una certa avversione verso le diavolerie informatiche: inoltre, mi sembra di capire che noi pisquani non siamo proprio i benvenuti.

Gioca pure nel tuo nuovo mondo virtuale, però non dimenticarti dei tuoi paolini che succhiano il tuo latte materno, che tu ci doni per mezzo del tuo blog.

Tanti saluti dal tuo Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics